Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di....................... - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Share

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Pazzoperilpianoforte on Mon Sep 28, 2009 9:09 pm

    Beh, grazie....soprattutto per l'inno alle valvole!

    Ospite
    Guest

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Ospite on Mon Sep 28, 2009 11:53 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Beh, grazie....soprattutto per l'inno alle valvole!

    Beh... anche io devo dire grazie...

    Soprattutto ad un finale SE con le 211 che mi fulminò letteralmente ad una mostra, diversi anni fa... I diffusori erano troppo miserandi per suonare così bene...!!! Da allora ho capito tante cose... tra le quali la più sorprendente è il VERO motivo per cui i finali di Williamson facevano strage, a confronto con gli altri...

    Magari ne parliamo alla mitica cena...

    Saluti
    F.C.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  aircooled on Tue Sep 29, 2009 9:28 am

    dacci qualche anticipazione che non tutti saranno presenti


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Ospite on Tue Sep 29, 2009 10:51 am

    Mah... io vengo per ascoltare e conoscere, per quanto strano possa sembrarvi.

    In tanti anni di lavoro in campo Pro, ho imparato che le orecchie più fini non si trovano certo negli Studi di Registrazione, ma, stranamente, proprio tra gli amici appassionati... E quando c'è da fare un passo avanti è molto più difficile spiegarlo e convincere i primi, cioé i professionisti, che non i secondi, cioè gli appassionati. Questione di apertura mentale.

    Però il PRO estremo, inteso come progettazione di impianti da Concerto, resta sempre, a mio parere, la punta di diamante dell'Audio, un pò come lo è la progettazione dei caccia militari: che volino è scontato... anche veloci... ma quel che conta davvero è che possano fare cose impossibili agli altri...!!!

    C'è un possibile percorso di scambio culturale, tra i due settori, che è stato aperto -qui in Italia- da Di Prinzio quando si è appassionato all'Alta Efficienza, mentre all'estero ci hanno pensato Avantgarde, Cessaro...

    A questa "nuova frontiera" in campo diffusori dovrebbe corrispondere altrettanto in materia di elettroniche: il non aver bisogno di troppi watt non è sempre un vantaggio... infatti occorrono prestazioni incredibili in termine di risoluzione ai bassissimi livelli, che non tutti gli ampli (valvole o SS non conta) hanno.

    Lo schema di Williamson aveva molti piccoli segreti nascosti, tra cui il più ovvio è uno stadio di ingresso che è esattamente identico a quello che adottano i migliori ampli da chitarra elettrica...!!!

    Ed anche il resto dell'ampli non è poi così lontano dai maltrattati e spesso laceri cugini...

    Per ora cordialissimi saluti
    Fabrizio Calabrese

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  aircooled on Tue Sep 29, 2009 3:23 pm

    Mah... io vengo per ascoltare e conoscere, per quanto strano possa sembrarvi.
    con il rumore di sottofondo provocato dalle molteplici ganasce in azione... sarà difficile ascoltare qualcosa in maniera decente


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Ospite on Mon Oct 19, 2009 1:01 am

    Mi permetto di quotare, da un altro Forum, come spunto per discutere insieme:

    revenac
    Italy
    1 Messaggi post. Posted - 18/10/2009 : 00:42:55
    --------------------------------------------------------------------------------
    buonasera a tutti,

    scrivo poco sui blog perchè quando ci provo va a finire ad insolenze incrociate e il forum diventa arena per i gladiatori. Però ci voglio riprovare.

    Un flash sul mio sistema:
    doppio Altec 515B caricato a tromba, bocca da 1 mq posizionata quasi ad angolo per un caricamento ottimo (secondo Keele - minime riflessioni alla bocca a causa della discontinuità) fino a 70Hz e cut-off a 40Hz (secondo Olson e tanti altri). Volume di 700 litri fatto risuonare a 30Hz. Woofer a pavimento tagliato a 300Hz/12dB-Oct. Mio progetto ma consulenza per il tuning di Fabrizio Calabrese dato che fino ad agosto il basso nonostante le potenzialità era "tarpato le ali" e l'unico che mi ha dato le dritte giuste è stato tale professionista di Roma.
    Medio Tad4001 + tromba 290 Arai Yuiki tagliata 500Hz. Alto Coral H104.
    100+100W classe A sul basso, 300B Loftin-White sul medio, 2A3 sull'alto. Tutto autocostruito.
    garrard 301 + Sme3012, EMT 930 con inverter trifase sul motore, piatto autocostruito di derivazione Morsiani, pre autocostruito, HDD player 24bit/196KHz, ed irrinunciabile DSP 24bit/192KHz per le equalizzazioni del basso, gestione degli allineamenti temporali, e incroci a 48dB.
    Se volete, IMHO, far funzionare le trombe i must sono: 1° - peso 40 - allineare temporalmente le vie (altrimenti in casa non potranno mai "funzionare"), 2° - peso 20 - tagliare molto pendente, 3° - peso 40 - equalizzare il basso (che non vuol dire equalizzare la risposta in ambiente). Tutto si può spiegare con le leggi della fisica in particolare dell'acustica, della fluidodinamica. Non è "snake oil".

    Nonostante l'impianto che a detta di molti, "guaia a te se lo tocchi ancora" perchè possiede doti di localizzazione spaziale notevoli, risoluzione/microdettaglio specie a bassissimo livello, dolcezza e non ultimo bassima distorsione (i woofer non si muovono negli impianti a tromba, ossia le bobine non vanno a spasso nel traferro), sono sempre alla ricerca del miglioramento.

    Un miglioramento che vorrei ottenere, o meglio dove potrei investire i miei prossimi sforzi (altrimenti non mi diverto più), è sempre nella parte bassa. Ritengo che il volume da 700 litri fatto risuonare a 30 Hz con una equalizzazione alla Linkwitz sia un po' tirata per i capelli, o meglio si può fare di meglio aggiungendo un sub fino ai 70Hz e tagliare il medio basso elettronicamente a 70Hz, fino a dove l'impedenza acustica dovrebbe essere per lo più resistiva.

    Ma quale sub all'altezza della situazione?
    Ho provato un po' di sub tra cui ultimo il Velodyne 1812 (prestato ovviamente). Ma alla fine mi sono sempre ritrovato con un risultato peggiore del sistema esistente. E fatti intervenire tutti fino a max 50-60 Hz.

    E finalmente mi sono imbattuto in una realizzazione che mi ha incredibilmente sorpreso .... non il sottoscritto ... ma le sue orecchie. Vorrei condividere con tutti voi e chiedere se ritenete la soluzione interessante o se ne esistano di alternative, o dove sto sbagliando. Qual'è l'abbaglio che mi acceca.

    Ho accettato l'invito all'ascolto di Fabrizio Calabrese. Un po' perplesso ho accettato la visita-scommessa, ma visto che le sue dritte sono state preziose a suo tempo per il tuning dei miei 1000 litri, ho voluto dargli credito e ho portato le mie orecchie a Bracciano.

    Parliamo dell'ascolto del suo impianto che è la cosa che + interessa: dettagliato, con risposta precisa, e localizzazione delle sorgenti. Risposta ai transienti eccezionale, credetemi, l'attacco della batteria o del basso degni dell'ascolto dal vero. Abbiamo usato dei brani dove c'erano tante informazioni sotto i 70Hz e non come fanno certi che ti fanno ascoltare brani dove le info sotto i 70 Hz non ci sono proprio (per caratteristica del brano). Diffidate, portatevi i vostri dischi, sempre. E tornando a Calabrese, parliamo di un sistema a tromba dai 70Hz in su. E un sistema sotto i 70Hz mai visto finora (per me almeno) - poi tenterò di descriverlo...
    Alzando il volume ed immettendo nell'ambiente energia, taaanta energia, i bassi non rimanevano sottolivello e non si assisteva al classico indurimento di certi sistemi a tromba dove in medio alto ti sega in due, ed inltre i bassi non diventavano invadenti, gonfi, inaccettabili. Tutto definito, posizionato e bello, bello, bello.
    Si aveva energia nell'ambiente articolata, piacevolissima, con gli attacchi degli strumenti come nei migliori impianti sentiti. Anche a volumi da concerto.
    Quello che non mi spiegavo era come mai il sub non fosse invadente, oppure gonfio, oppure lungo. Il sub è per quasi tutti una brutta bestia, talmente difficile da integrare che è nel 99.9% dei casi meglio non metterlo. Del resto ogni componente che non si sa domare meglio non introdurlo.

    Ho chiesto di spegnere (nel senso di spegnere il relativo ampli - così evitiamo fraintendimenti) il sub per capire il tipo di apporto all'informazione musicale. Ed ho scoperto l'inghippo, responsabile della resa era il sub: era la presenza del sub responsabile di tale equilibrio. Senza sub l'impianto suonava come il 90% degli impianti a tromba sentiti, bellissimo medio alto ma basso sempre critico e quasi sempre in ritardo, e sotto livello, e carente di dinamica; e poi a livelli + elavati, parte medio alta troppo esuberante che tende all'effetto di beaming.

    Ho tentato di capire come funzionava, o meglio, perchè funzionava. E qui è venuta fuori la marcia in più di chi plasma l'impianto con consapevolezza di come si propagano e si formano le onde; di come la pressione sonora si comporta. Provo a spiegare quello che ho capito.

    In breve quello che ho carpito dato che Calabrese si è limitato a dare solo qualche flash, il sub woofer è un sistema fatto da due "cassoni" da 300 litri circa (almeno una stima ad occhio), uno in mezzo alla parete di fondo, ed uno a due metri circa da quest'ultimo, ognuno tipo passabanda, con camera posteriore accordata a 30Hz e quella anteriore a 100. Un woofer a testa da 18", della B&C. E fin qui nulla di strano.
    Solo che se mettevi le mani vicino ai condotti usciva la bora di Trieste. Ma, per contro, in ambiente non vi era eccesso di bassi. Nonostante un "cassone" fosse sulla parete di fondo, i modi della stanza non venivano eccitati, e sinceramente non mi spiegavo il perchè.

    Finchè Calabrese ha spiegato la sua scelta progettuale: creare una zona tra i due "cassoni", e perciò a ridosso della parte di fondo e per 2 metri di ampiezza, dove i bassi non fossero presenti e avere invece emissione "solo" nella zona di ascolto. Cosa semplice da attuare collegando i due "cassoni" in controfase, e sfruttare i due lobi di emissione esterni al sistema per sonorizzare l'ambiente. I due "cassoni" formano un unico sub, dove la cassa del sub è l'ambiente stesso.
    Per gestire al meglio il flusso d'aria inoltre i due "cassoni", ossia i due motori del sub, sono dislocati in modo tale che tra le 2 camere posteriori (accordo a 30Hz) e le due anteriori (accorodo a 100 Hz), dislocate a circa 2 metri, vi sia sinergia, ossia il flusso d'aria entra-esce-rientra-riesce, creando un circolo "vizioso" che mette in moto effettivamente energia senza creare turbolenze, un sistema fluido di far girare l'aria. Da qui il mio battesimo di sub fluido-dinamico. Però l'opera è di Calabrese, ben intesi, la proprietà intellettuale non si tocca e meno voglio "rubarla" e spiattellarla come mia.

    In mezzo al sub i bassi non ci sono, mentre a 3 metri di distanza, dal punto di ascolto in poi perciò, se ne gode in pieno l'apporto di informazione, l'ambienza, quasi la dolcezza, pur rimanendo un apporto massiccio, senza che ti stanchi, e ti faccia propendere per spegnerlo. Infatti i modi della stanza non sono sollecitati e l'ascolto non è affaticante.

    Lo definirei un sub fluido-dinamico perchè i due motori utilizzati operano quasi come l'AirMotionTransformer di Oskar Heil, mettono in moto tanta di quell'aria da far paura, ma nel punto giusto e tenendo disattivati gli angoli e la parete di fondo della stanza.


    Chiedo: qualcuno ha mai avuto l'occasione di sentire sistemi si fatti? Prima di indirizzare gli sforzi su una nuova avventura mi farebbe piacere avere dei consigli.
    Poichè quanto sentito è stato eclatante, almeno per me, quali critiche possibili? Mi farebbe piacere ricevere delle critiche, anche negativissime, suffragate da qualche spiegazione - argomentazione, e non solo dettate dal fatto che un impianto come minimo da 50.000 euro tanto non si vende tutti i giorni, e tanto vale ammazzarlo subito.

    Non sono un innamorato delle scelte di Calabrese, anzi sulla parte medio alta preferisco la timbrica, il dettaglio e l'ambienza del mio impianto, però sul basso sono rimasto impressionato. Onore al merito. Inoltre la tenuta in potenza del suo medio, o meglio l'equilibrio del suo medio anche a potenze da capogiro, è invece migliore del mio. Ma penso i limiti siano i monotriodi, ma questa è un'altra storia. Per i volumi ai quali ascolto io il problema non si pone. Intendiamoci, quanto sentito non si sente tutti i giorni, si tratta sempre di cose non da tutti i giorni.

    Solo a titolo documentativo Calabrese per il medio/basso ha realizzato una tromba ripiegata lunga 2 metri e due woofer della B&C, 70-500Hz. esteticamente 10 e lode ma siamo al parere strettamente personale. Musicalmente però preferisco i miei altec 515B caricati a tromba corta con bocca da 1 mq installati quasi ad angolo e gola larga quasi quanto i 2 woofer. Purtroppo però io occupo 1000 litri mentre Calabrese occuperà solamente 300 litri. La sua tromba probabilmente vista la bocca ed il taglio a 70 Hz avrà una impedenza di radiazione un po' irregolare. Del resto dei compromessi/scelte si devono attuare. I mie 1000 litri per ogni basso non sono facili da allocare, i 300 litri di calabrese si. E poi ripeto, estetica e design di Calabrese da 10 e lode.
    Nell'alto Calabrese usa una 2350 caricata con un driver B&C da 1" e adattatore costruito da Calabrese stesso. Senza tweeter. Tromba che conosco molto bene, e che apprezzo particolarmente in quanto una delle migliori sonanti (restando nel facilmente reperibile a prezzi umani), che ho usato per diversi anni tra l'altro. Ma il legno, il TAD4001 e l'espansione di Arai Yuiki + il Coral H104 secondo me hanno una marcia in più.
    Detto questo con serenità ammetto che il basso di Calabrese è da gara. del resto tutti gli anni fatti di progetti e realizzazioni poi per forza ascoltate, di application note della Bose, JBL, Gauss Cetec, qualcosa lasciano. sarebbe bello rispolverare il brevetto Acustimass, e capirne le basi fisiche, secondo me ritroviamo le basi che hanno mosso anche il sub sentito.


    Comunque mi farebbe piacere ricevere delle dritte su come poter fare meglio del basso che uso con regolarità. Darsi per arrivati e pensare che il proprio impianto sia il migliore è la fine del proprio hobby. Sia per noi delle trombe, sia per quelli delle casse con woofer da 20, che per quelli delle monovia e dei dipoli.
    Sostengo sempre, se siete contenti del vostro impianto, anche se ascoltate un MP3, ma siete contenti, fregatevene di quello che vi dicono gli altri.

    Giudicate sempre da soli e non fatevi mettere in testa le cose. Usate le orecchie per discernere. Andate a sentire un vero impianto a tromba e poi giudicate. E portatevi i vostri dischi, e ascoltatene 10 di impianti prima; in virtù del business si sacrificano le più evidenti verità. Avete mai sentito uno che vende BMW parlare bene di Mercedes, o Lexus? e viceversa? e allora provate di persona le cose che dovete comprare e poi decidete, non stancatevi mai di dubitare di chi deve vendere. Mai chiedere all'oste se il suo vino è buono: bello scemo se vi dice che fa schifo ... quello deve vendere.

    nella speranza di aprire un confronto sano e ricco di dritte e consigli, saluti tutti. Le critiche sono le benvenute, quelle che mi dicono dove sbaglio ancora di più, se le accompagnate da una minima spiegazione fiscia meglio ancora. Le snobbate gratuite invece sono la morte dei blog.

    buonanotte a tutti.
    Mario Canever

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  matley on Mon Oct 19, 2009 11:12 am

    caro Fabrizio...sai come la penso...
    Io in modo + goliardico scrissi a suo tempo....di aver ascoltato qualcosa di unico...
    "criticai" se mi permetti questo termine il tuo "impiantino provocazione" solo nella VELOCITA'...ma il resto!!! :-) :-))....

    saluti!


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Ospite
    Guest

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Ospite on Mon Oct 19, 2009 2:58 pm

    Mi sono permesso di quotare quel post di Canever per un motivo preciso.

    E' assolutamente normale che dei normali appassionati non intuiscano le potenzialità rivoluzionarie di una determinata configurazione, a meno che il progettista che l'ha messa a punto non ponga particolare enfasi sull'aspetto, ed io questo non l'ho certo fatto...

    Diverso è il caso di quei nomi che si propongono alla platea internettiana come progettisti o comunque "esperti" di Elettroacustica... Questi avrebbero dovuto fare un bel salto sulla sedia, e riferirne...!!!

    Infatti Canever è un progettista !

    Prendiamo un caso simile: la configurazione "d'Appolito"... All'estero non vi è stata alcuna difficoltà a riconoscere all'autore sia i meriti che la primogenitura dell'idea ed a darle io suo nome...

    Qui da noi... Apriti cielo...!!!

    E questa è la vera prova scientifica della nostra inferiorità culturale e, soprattutto, psicologica...

    Sto seguendo con un certo orrore gli sviluppi nel nostro settore, in questi ultimi mesi: c'è chi investe esattamente in quello che "evidentemente non funziona" e volta le spalle al vero futuro... Sembra la storia della nostra aviazione del primo dopoguerra: l'ultima ad abbandonare i biplani, nonostante i nostri progettisti avessero realizzato i gioielli che vinsero tante edizioni della Coppa Schneider.

    Chi ha dei ragazzi, venga qui a Bracciano a vedere l'aereo di Agello, al Museo dell'Aeronautica... Bello da levare il fiato a guardarlo !!!

    Cordialissimi Saluti
    Fabrizio Calabrese

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  aircooled on Mon Oct 19, 2009 3:38 pm

    beh... Fabrizio cerchiamo di fare qualcosa noi dal nostro piccolo
    anche le sequoie nascono da un piccolo seme


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Ospite on Mon Oct 19, 2009 7:46 pm

    Con piacere !!!

    A presto
    F.C.

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  matley on Sat Nov 07, 2009 1:41 am

    Fabrizio Calabrese wrote:

    Prendiamo un caso simile: la configurazione "d'Appolito"... All'estero non vi è stata alcuna difficoltà a riconoscere all'autore sia i meriti che la primogenitura dell'idea ed a darle io suo nome...

    Qui da noi... Apriti cielo...!!!



    Cordialissimi Saluti
    Fabrizio Calabrese


    riprendiamo questo discorso fabrizio?
    se puoi...


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Ospite
    Guest

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Ospite on Sat Nov 07, 2009 8:50 am

    matley wrote:
    Fabrizio Calabrese wrote:

    Prendiamo un caso simile: la configurazione "d'Appolito"... All'estero non vi è stata alcuna difficoltà a riconoscere all'autore sia i meriti che la primogenitura dell'idea ed a darle io suo nome...

    Qui da noi... Apriti cielo...!!!



    Cordialissimi Saluti
    Fabrizio Calabrese


    riprendiamo questo discorso fabrizio?
    se puoi...

    Volentieri, ma oggi sono in giro e stasera c'è il concerto (Mozart e Dvorak...)

    Domani mattina molto voleniteri !

    Saluti
    Fabrizio

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  aircooled on Sun Oct 31, 2010 8:46 pm

    Fabrizio che nottata lunga


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Ospite on Sun Oct 31, 2010 11:57 pm

    aircooled wrote:Fabrizio che nottata lunga...

    hai ragione...

    lunga e piena di incubi...!

    ora è tardi, ma domani vi racconto...

    Saluti
    Fabrizio

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8720
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Edmond on Mon Nov 01, 2010 8:38 am

    Se ricorda ancora................. affraid affraid affraid


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Ospite
    Guest

    Se ci sei batti un colpo...

    Post  Ospite on Fri Jan 21, 2011 1:20 am

    Ci sono... ci sono... (vi piacerebbe sbarazzarvi del "trombista"... eh...!!!)

    Il fatto è che le mie teorie (e soprattutto la loro applicazioni...) hanno scandalizzato un numero di benpensanti sufficiente a mettere insieme NON UNO, ma addirittura un bel numero di plotoni d'esecuzione...!!!

    Così... a furia di veder volare pomodoretti -e qualche volta anche sampietrini- ho pensato di aprire un mio forumino
    (hifi-forumlibero.it), dove si potesse anche osare di violare il nostro massimo Tabù... vale a dire sbeffegiare le corbellerie pubblicate sulle riviste...

    Non ho pubblicizzato il nuovo Forum perché è diverso, ma talmente diverso da non essere in concorrenza con gli altri, e primo fra tutti con questo.

    Siamo agli inizi, ma con oltre ottantamila letture... e non ho ancora aperto il capitolo "misure e prove senza veli"... che sarà la vera chicca.

    Vi invito dunque a venirmi a trovare, fermo restando che la simpatia di questo Forum è assolutamente imbattibile...!!!

    Saluti
    Fabrizio Calabrese

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Dragon on Fri Jan 21, 2011 7:35 am

    Fabrizio Calabrese wrote:
    Vi invito dunque a venirmi a trovare, fermo restando che la simpatia di questo Forum è assolutamente imbattibile...!!!

    Saluti
    Fabrizio Calabrese

    ..... veramente imbattibile...

    Verrò sicuramente a trovarti, anzi, ho già letto qualcosa e trovo assai interessanti i pochi post che ho potuto leggere sunny


    _________________
    Ai cavalli mettono i paraocchi...noi li abbiamo a corredo fin dalla nascita.

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  matley on Fri Jan 21, 2011 8:05 am

    Fabrizio Calabrese wrote:Ci sono... ci sono... (vi piacerebbe sbarazzarvi del "trombista"... eh...!!!)

    Il fatto è che le mie teorie (e soprattutto la loro applicazioni...) hanno scandalizzato un numero di benpensanti sufficiente a mettere insieme NON UNO, ma addirittura un bel numero di plotoni d'esecuzione...!!!

    Così... a furia di veder volare pomodoretti -e qualche volta anche sampietrini- ho pensato di aprire un mio forumino
    (hifi-forumlibero.it), dove si potesse anche osare di violare il nostro massimo Tabù... vale a dire sbeffegiare le corbellerie pubblicate sulle riviste...

    Non ho pubblicizzato il nuovo Forum perché è diverso, ma talmente diverso da non essere in concorrenza con gli altri, e primo fra tutti con questo.

    Siamo agli inizi, ma con oltre ottantamila letture... e non ho ancora aperto il capitolo "misure e prove senza veli"... che sarà la vera chicca.

    Vi invito dunque a venirmi a trovare, fermo restando che la simpatia di questo Forum è assolutamente imbattibile...!!!

    Saluti
    Fabrizio Calabrese


    buongiorno fabrizio... cheers
    anche VOI siete piccoli e crescerete?...
    Sono molto felice della riuscita del piccolo forum..complimenti!
    Ogni tanto vengo anche IO a leggervi...

    meno che quello con,,,,,,,,,,,,, Laughing Laughing Laughing


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Ospite
    Guest

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Ospite on Fri Jan 21, 2011 8:53 am

    matley wrote:...Ogni tanto vengo anche IO a leggervi...

    meno che quello con,,,,,,,,,,,,, Laughing Laughing Laughing

    Quello è stato così bravo da bannarsi da solo... a vita....

    L'unico bannato...

    Saluti
    Fabrizio Calabrese

    P.S.: Per qualsiasi dubbio su trombe, trombacci e tromboncini... non fate complimenti... rispondo anche qui !!!


    Ospite
    Guest

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Ospite on Fri Jan 21, 2011 11:00 am

    MI DEVO ANCORA RIANIMARE... santa santa santa

    QUALCUNO HA SCAMBIATO IL MIO FORUM PER QUELLO DEL SORDO...

    CI MANCAVA SOLO QUESTO...

    SALUTI
    F.C.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  aircooled on Fri Jan 21, 2011 11:48 am

    chi è causa del suo mal pianga se stesso caro Fabrizio io sono stato uno dei primi a iscrivermi ma poi andando a leggere i primi post non ho potuto fare a meno di notare che il fognarolo usava la tua creatura solo per sparare merda su tutto e tutti compreso il Gazebo e me, tra l'altro ci metteva pure più foga che con altri, bhe ho dovuto abbandonare visto che gli veniva pure dato spago


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Geronimo on Fri Jan 21, 2011 12:36 pm

    Fabrizio Calabrese wrote:MI DEVO ANCORA RIANIMARE... santa santa santa

    QUALCUNO HA SCAMBIATO IL MIO FORUM PER QUELLO DEL SORDO...

    CI MANCAVA SOLO QUESTO...

    SALUTI
    F.C.

    Il tuo forum non è quello del sordo?!?


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Ospite
    Guest

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Ospite on Fri Jan 21, 2011 11:30 pm

    Elcaset wrote:
    Fabrizio Calabrese wrote:MI DEVO ANCORA RIANIMARE... santa santa santa
    QUALCUNO HA SCAMBIATO IL MIO FORUM PER QUELLO DEL SORDO...
    CI MANCAVA SOLO QUESTO...
    SALUTI
    F.C.

    Il tuo forum non è quello del sordo?!?

    No... ragazzi...!

    E, sinceramente, mi dispiace che abbiate anche potuto pensarlo per un istante...!

    Il problema è che i software per fare i Forum sono i soliti, ed è facile trovare due, tre, dieci Forum con la stessa impaginazione...

    Ma, per favore... Leggete !!!

    Il mio obbiettivo è quello di riportare la CULTURA nell'Audio... e non a caso si sono iscritti Marcello Croce e Gianpiero Majandi, oltre a Bartolomeo Aloia (che con la tastiera di un PC ci farebbe spiedini...).

    E' solo questione di tempo: quelli che amano l'Hi-Fi e sanno di proporre qualcosa di valido non mancheranno di aderire (ed infatti voi siete dati come "sicuri")...

    Dall'altra parte ci sarà la solita congrega della "recensione prezzolata"...

    Non immaginano la figura da saltimbanchi che faranno...!!!

    Qui però siete campioni del divertimento e dell'amicizia... imbattibili !!!

    Saluti
    Fabrizio Calabrese

    fabiovob
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7461
    Data d'iscrizione : 2009-10-01

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  fabiovob on Fri Jan 21, 2011 11:41 pm

    Fabrizio Calabrese wrote:

    Qui però siete campioni del divertimento e dell'amicizia... imbattibili !!!

    Saluti
    Fabrizio Calabrese

    Tutto qui?

    Siamo solo campioni del divertimento e dell'amicizia?

    E' forse un forum OT?

    Ospite
    Guest

    Re: gita da FABRIZIO CALABRESE al lago di.......................

    Post  Ospite on Sat Jan 29, 2011 11:27 am

    fabiovob wrote:
    Fabrizio Calabrese wrote:

    Qui però siete campioni del divertimento e dell'amicizia... imbattibili !!!

    Tutto qui?

    Siamo solo campioni del divertimento e dell'amicizia?...

    NO di certo ! Era solo una sottolineatura, che non esclude nulla, quanto al resto.

    Esiste tuttavia la necessità di prudenza, per chi scrive su Forum che hanno in qualche modo rapporto con operatori, onde evitar loro di finire soggetti a "rappresaglie" per esempio da parte delle riviste.

    Un esempio: da almeno due anni io ho segnalato la concreta possibilità che le misure di TND di Audio Review soffrano di un errore concettuale di base, per cui i risultati prodotti da diffusori illustri e ben performanti finiscono per differire solo minimamente da quelli dei diffusori di minimo costo. Osservate e ditemi se non è così...

    Se ne sarebbe potuto discutere ovunque...??? Io non credo, ma nel caso, basta dirmelo !

    Il mio Forum è nato appunto come spazio disponibile per discutere degli argomenti non solo tecnicamente, ma appunto anche "politicamente" più indigesti.

    Per questo credo NON sia un'offesa definirvi più divertenti di noi !!! sunny

    Saluti
    F.C.

      Current date/time is Sun Dec 11, 2016 5:11 am