Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012 - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Share

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Geronimo on Sun Nov 20, 2011 8:02 pm

    Rudino wrote:
    Fa niente.
    Tanto non offro mai il fianco al ban...

    Hai fatto pratica con Desdemono

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Massimo on Sun Nov 20, 2011 8:18 pm

    Dragon wrote:

    poi...lo sapete...è un bravo ragazzo... ... quando dorme!...
    Neanche............ affraid affraid affraid


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Massimo on Sun Nov 20, 2011 8:21 pm

    Rudino wrote:Liquida, liquida, liquida.
    .... allora sarà liquida per tutti.
    Ma che...... bevete tutti acqua rocchetta che fa fare tanta......... liquida affraid affraid affraid affraid


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Rudino on Sun Nov 20, 2011 8:31 pm

    Geronimo wrote:
    Hai fatto pratica con Desdemono

    Mi sa che alla fine ho vinto io...
    Mi ignora.
    Però...mi dispiace... yaw


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Rudino on Sun Nov 20, 2011 8:33 pm

    Massimo wrote:
    Ma che...... bevete tutti acqua rocchetta che fa fare tanta......... liquida affraid affraid affraid affraid


    ...certo...per voi vecchietti incontinenti...


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Massimo on Sun Nov 20, 2011 8:38 pm

    Rudino wrote:


    ...certo...per voi vecchietti incontinenti...
    affraid affraid affraid ....ha parlato il minorenne affraid affraid affraid affraid


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Fausto on Sun Nov 20, 2011 8:41 pm

    pluto wrote:

    Fausto c'è chi guarda ancora i filmini in Superotto....e chi è rimasto ai F.lli Lumiere. Ma il mondo è andato avanti. E' meglio che inizi a pensarla la collezione di files.

    "che oltre l'ascolto rimane bello anche collezionare, catalogare ed archiviare." Infatti al momento non c'è un mezzo migliore della liquida x fare questo

    Non nego che piuttosto che dare via la mia collezione di vinili o CD, andrei ad aiutare il Botolo a raccogliere le olive , ma bisogna guardare avanti comunque e sempre.
    La via è quella. Ns Signore ha detto " beati gli ultimi...." ma qualche volta i primi non sbagliano...e si divertono pure

    Hai ragione Gian.
    Bisogna guardare avanti e sempre.
    Per questo motivo "gioco" anche con la liquida.
    Tuttavia, questa musica "dematerializzata", non riesco ad amarla fino in fondo.
    Non ha tutto....
    Non ha il fascino del "contatto", dell'"avere"....
    Mi spiego?
    Come collezionare "files" di belle auto, belle moto o belle donne....
    Una collezione "virtuale"....
    Una collezione senza "valore"....
    Senza valore non solo "economico"....
    Comoda senza ombra di dubbio....
    Moderna e alla moda....
    Ma VIRTUALE e non sempre di buona qualità....
    Opinioni....
    Più o meno condivisibili....
    Un abbraccio.
    sunny sunny sunny

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Testini Ugo on Mon Nov 21, 2011 4:14 am

    ema49 wrote:
    Esattamente quello che ho già fatto io. Con un vantaggio: la cosiddetta classica, così come la intendevamo noi, è defunta, pertanto c'è poco o nulla da comprare. Nuovi interpreti? Sono già ampiamente appagato.
    Liquida? Manco morto.

    applausi cheers


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Testini Ugo on Mon Nov 21, 2011 4:15 am

    Fausto wrote:

    Hai ragione Gian.
    Bisogna guardare avanti e sempre.
    Per questo motivo "gioco" anche con la liquida.
    Tuttavia, questa musica "dematerializzata", non riesco ad amarla fino in fondo.
    Non ha tutto....
    Non ha il fascino del "contatto", dell'"avere"....
    Mi spiego?
    Come collezionare "files" di belle auto, belle moto o belle donne....
    Una collezione "virtuale"....
    Una collezione senza "valore"....
    Senza valore non solo "economico"....
    Comoda senza ombra di dubbio....
    Moderna e alla moda....
    Ma VIRTUALE e non sempre di buona qualità....
    Opinioni....
    Più o meno condivisibili....
    Un abbraccio.
    sunny sunny sunny

    applausi cheers


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Testini Ugo on Mon Nov 21, 2011 4:16 am

    Massimo wrote:I CD spariranno ed il disco nero crescerà o sparirà?
    Credo che il supporto fisico inteso come vinile crescerà anche vedendo l'impegno di grandi multinazionali come Sony in questo campo, poi la pubblicità occulta al gira da parte del mediatico, in moltissime pubblicità e films è un po di tempo che compaiono vinili e gira. sunny

    applausi cheers


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Testini Ugo on Mon Nov 21, 2011 4:22 am

    Metti che mi si rompe l'hard disc? Metti che un giorno voglio lasciare in eredità a mia figlia la mi intera discografia, che gli do una pen drive di Hello Kitty? E se devo traslocare un altra volta non posso dire a mia moglie: "vai avanti tu con i vestiti, le scarpe, le robe della cucina, le foto ed ecc. che io penso ai CD"? E poi se riesci finalmente a portarti a casa una bella gnocca, non ti puoi più alzare nella penombra per mettere su un vinile, ma gli dici aspetta che trovo l'Ipod, ma dai........Viva il SACD ed il vinile siempre.


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Pazzoperilpianoforte on Mon Nov 21, 2011 9:47 am

    ema49 wrote:
    Esattamente quello che ho già fatto io. Con un vantaggio: la cosiddetta classica, così come la intendevamo noi, è defunta, pertanto c'è poco o nulla da comprare. Nuovi interpreti? Sono già ampiamente appagato.
    Liquida? Manco morto.

    Io invece continuo ad avere stimoli e soddisfazioni con il "nuovo" dell'interpretazione, ma non vorrei prendeste questa affermazione come polemica, badate bene! Ma mi rendo conto che siamo ascoltatori di generazioni diverse, e quindi con prospettive valutative diverse....

    Sul fatto che la classica sia morta... chi vivrà vedrà... certo che al momento siamo in pochi, ma a volte la storia torna anche sui suoi passi. Certo vivrà finché saremo vivi noi che ancora l'ascoltiamo...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    ispanico
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1076
    Data d'iscrizione : 2011-08-18
    Età : 54
    Località : Padova

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  ispanico on Mon Nov 21, 2011 9:57 am

    Hai ragione perfettamente. A mio modo di vedere non c'e più bella soddisfazione di prendere in mano un contenitore e: aprirlo-accendere il player-aprire il cassettino-posizionare il cd-richiudere-premere "PLAY" e.....ascoltare la musica mentre si legge il contenuto della custodia. Mi accontento di poco ma questo è tanto.
    Se davvero non esisteranno più i cd sarà la fine di un'era com'è stato per le cassette e le videocassette, io comunque non sono ancora entrato nella liquidità musicale. Forse un giorno quando cambierò l'auto che avrà nell'autoradio un ingresso usb mi convertirò, ma per ora nisba!

    Un saluto a tutti e .........buona incontinenza. affraid affraid affraid

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  pluto on Mon Nov 21, 2011 10:14 am

    No amici, credo che commettiate un errore

    1) Fausto ha ragione sul valore delle cose care e collezionate negli anni. Come ho detto anch'io non me ne separerei. Però il mondo va avanti e bisogna guardare alle nuove tecnologie e soprattutto ai benefici che ciò può comportare.
    Fermo restando che io continuo a comprare come sapete i vinili che mi interessano e anche CD/SACD

    2) Per Ugo: non è vero che l'HD non vale nulla. E sulla pennetta ci stanno 4/5 files soltanto. Quando s'inizia ad avere una collezione di 6000 files su 6 Tera di HD, allora si capirà:
    -a) l'esigenza di un buon 6 TB di backup su un altro HD (proprio x evitare il disastro che paventi tu)
    -b) il valore di questo HD, così come si apprezza una libreria vinilica o una raccolta di CD/SACD

    3) L'amico Marco Rudino sta facendo il bagnetto con entrambi i piedi nella liquida e giustamente ha preso la sua decisione. Personalmente mi accontento di avere una gamba da una parte e l'altra nei vinili, SACD etc etc
    Ho sempre detto che sono x la pluralità delle fonti. Ma la decisione di un salto totale o meno dipende anche da quanti dischi si possedevano prima. Se io avessi solo qualche centinaio di dischi, allora il salto totale sarebbe più semplice.
    Se hai qualche migliaio di vinili o CD o SACD, beh la separazione diventa difficilissima, temo.

    4) Sono d'accordo con l'amico Vito PPP sul futuro della classica. Nè io nè lui sminuiamo il mostruoso valore artistico storico di una Callas, di un Richter, Kleiber etc etc Ma che si fa? non si ascoltano più i nuovi interpreti? (spesso supportati da splendide registarzioni)?
    Ci chiudiamo solo sul passato, solo perchè tanto il meglio è già venuto?

    Azz se a fine 800 avessero ragionato così dopo aver visto Raffaello, Leonardo, Tiziano etc etc non ci sarebbero mai stati Van Gogh, Monet, Manet, Degas, Picasso, Kandinsky o Chagall. Ma che diavolo state dicendo???

    Ciao a tutti

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  ema49 on Mon Nov 21, 2011 10:35 am

    Pazzoperilpianoforte wrote:


    Sul fatto che la classica sia morta... chi vivrà vedrà... certo che al momento siamo in pochi, ma a volte la storia torna anche sui suoi passi. Certo vivrà finché saremo vivi noi che ancora l'ascoltiamo...

    Mi sono espresso male, Vito. La musica colta contemporanea è defunta, trasformata in un'arte che non riesco, pur con tutti gli sforzi, a comprendere. Il patrimonio musicale acquisito ( per me fino ai primi decenni del secolo scorso) non potrà mai morire fin quando ci saranno orecchie per ascoltare. Certo resterà un monumento che potrà rivivere in ogni nuova interpretazione. Per quel che mi riguarda, mi ritengo davvero soddisfatto per essere vissuto in un periodo di grandi fermenti interpretativi, in numero talmente elevato da non riuscire ancora a coglierli tutti. Da questo punto di vista, cosa vuoi che mi importi di liquida, solida...ci vorrebbe un'altra vita per assimilare davvero compiutamente quello che è già in mio possesso..


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  ema49 on Mon Nov 21, 2011 10:47 am

    pluto wrote:No amici, credo che commettiate un errore

    1) Fausto ha ragione sul valore delle cose care e collezionate negli anni. Come ho detto anch'io non me ne separerei. Però il mondo va avanti e bisogna guardare alle nuove tecnologie e soprattutto ai benefici che ciò può comportare.
    Fermo restando che io continuo a comprare come sapete i vinili che mi interessano e anche CD/SACD

    2) Per Ugo: non è vero che l'HD non vale nulla. E sulla pennetta ci stanno 4/5 files soltanto. Quando s'inizia ad avere una collezione di 6000 files su 6 Tera di HD, allora si capirà:
    -a) l'esigenza di un buon 6 TB di backup su un altro HD (proprio x evitare il disastro che paventi tu)
    -b) il valore di questo HD, così come si apprezza una libreria vinilica o una raccolta di CD/SACD

    3) L'amico Marco Rudino sta facendo il bagnetto con entrambi i piedi nella liquida e giustamente ha preso la sua decisione. Personalmente mi accontento di avere una gamba da una parte e l'altra nei vinili, SACD etc etc
    Ho sempre detto che sono x la pluralità delle fonti. Ma la decisione di un salto totale o meno dipende anche da quanti dischi si possedevano prima. Se io avessi solo qualche centinaio di dischi, allora il salto totale sarebbe più semplice.
    Se hai qualche migliaio di vinili o CD o SACD, beh la separazione diventa difficilissima, temo.

    4) Sono d'accordo con l'amico Vito PPP sul futuro della classica. Nè io nè lui sminuiamo il mostruoso valore artistico storico di una Callas, di un Richter, Kleiber etc etc Ma che si fa? non si ascoltano più i nuovi interpreti? (spesso supportati da splendide registarzioni)?
    Ci chiudiamo solo sul passato, solo perchè tanto il meglio è già venuto?

    Azz se a fine 800 avessero ragionato così dopo aver visto Raffaello, Leonardo, Tiziano etc etc non ci sarebbero mai stati Van Gogh, Monet, Manet, Degas, Picasso, Kandinsky o Chagall. Ma che diavolo state dicendo???

    Ciao a tutti

    Gianni, ho letto il tuo post dopo aver risposto a Vito. Quanto postato a Vito vale anche per quanto da te argomentato.


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Pazzoperilpianoforte on Mon Nov 21, 2011 10:54 am

    Grazie Emanuele, ora ho inteso cosa intendevi.

    Io vorrei associarmi a Gian nel porre fine ad un equivoco, che leggo rimbalzare in vari post del forum: ad oggi problemi di messa a punto rendono non immediato godere subito della qualità d'ascolto della liquida da parte di chi la approccia.

    Una volta però accumulato un pò d'esperienza, è chiaro che un file digitale ad alta risoluzione copia del master originale o ben rippato da file HD è, inevitabilmente ed inesorabilmente, superiore come resa audio al CD.

    Chi asserisce il contrario lo fa per conservare le proprie comodità e non mettersi a combattere con la liquida: tutto giusto, per colui che lo crede ai suoi fini. Ma pensare che il CD sia il massimo della qualità audio digitale oggi disponibile si sbaglia di grosso, e dati oggettivi alla mano....


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  pluto on Mon Nov 21, 2011 11:01 am

    ema49 wrote:

    Gianni, ho letto il tuo post dopo aver risposto a Vito. Quanto postato a Vito vale anche per quanto da te argomentato.

    Si ora ho capito meglio, il senso delle tue parole

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  ema49 on Mon Nov 21, 2011 11:08 am

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Una volta però accumulato un pò d'esperienza, è chiaro che un file digitale ad alta risoluzione copia del master originale o ben rippato da file HD è, inevitabilmente ed inesorabilmente, superiore come resa audio al CD.

    Chi asserisce il contrario lo fa per conservare le proprie comodità e non mettersi a combattere con la liquida: tutto giusto, per colui che lo crede ai suoi fini. Ma pensare che il CD sia il massimo della qualità audio digitale oggi disponibile si sbaglia di grosso, e dati oggettivi alla mano....

    E come si fa a non essere d'accordo. Per me è stata una rivelazione il SACD, nemmeno moltissimi mesi fa, figuriamoci il resto..E' solo una questione di comodità, come dici tu, ma anche forse di indolenza per quanto mi riguarda.. Embarassed


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  ema49 on Mon Nov 21, 2011 11:43 am

    E, comunque, pur avendo perfettamente ragione Gianni e Vito sulla indispensabilità dell'acquisizione delle nuove tecnologie che permettano una migliore fruizione del messaggio musicale, lasciatemi ricordare l'immenso piacere delle visite (sempre seguite da compere, ovviamente..) fatte presso tanti "negozi di dischi", in particolare a Firenze da Setticlavio, Marchi, Ricordi, un piccolo negozietto al di là del Ponte alla Vittoria di cui non ricordo più il nome..Si trovavano commessi davvero competenti, spesso erano loro che suggerivano, davano imbeccate, era un piacere conversare con loro. E sempre capitava di incontrare qualcuno che, frequentando gli stessi negozi, si finiva per conoscere o addirittura diventare amici e fare lunghe disquisizioni su Compositori e Interpreti. L'ultima volta che sono entrato in un negozio a Catania (era presente anche il botolo..), il commesso non sapeva neppure che Bach avesse composto Cantate. Va be', tempi andati..


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Geronimo on Mon Nov 21, 2011 12:10 pm

    CD a parte, la cui qualità audio mi è sufficiente pur essendo perfettamente conscio esserci di meglio, è mia intenzione affiancare una sorgente "semi-liquida" di questo tipo

    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t8712-musica-liquida-senza-pc?highlight=senza+pc




    PS
    il giorno in cui gli hard-disk a stato solido prenderanno il posto, definitivamente e a prezzi paragonabili, di quelli rotativi sarà sempre troppo tardi



    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Geronimo on Mon Nov 21, 2011 12:26 pm

    Vorrei perfezionare il mio punto di vista definitivo sulla "liquida", riportando un post di Marco Lincetto su VHS che mi trova assolutamente d'accordo anche per l'esperienza che ho fatto per più di due anni con alcune decine di SACD pop/rock.


    In questi giorni sto rimasterizzando alcune mie registrazioni 24/96 della prima ora, ovvero del 1998 e 1999.
    Cosa significa "rimasterizzare" nel mio caso specifico? Significa riprendere i master originali 24/96 e rifare il processo di riduzione a 16/44.1 utilizzando i più recenti algoritmi di scaling e noise shaping.

    E' INCREDIBILE l'ENORME maggiore qualità sonora di cui si avvantaggia il formato CD oggi, dopo 10 e più anni di evoluzione degli algoritmi dedicati a questa fase della lavorazione.
    Oggi la differenza fra un HD ed un CD, pur sempre, OVVIAMENTE, presente, è tuttavia minore che in passato e sempre più concentrata nella maggiore capacità di risoluzione a basso livello.
    Viene dunque piuttosto ovvia la considerazione che ad avvalersi dei formati ad alta risoluzione sono principalmente, per non dire quasi esclusivamente, quei programmi sonori "ad alta dinamica naturale", ovvero quella musica che PER SUA NATURA offre alte dinamiche ed un messaggio musicale importante a basso livello.
    Tipicamente la cosiddetta musica classica, ma anche, ovviamente, tutta la musica acustica, dall'etno/folk a certa canzone d'autore a certo jazz rigorosamente acustico.

    Gran pochi vantaggi, per non dire nessuno, potranno trarre dal HD quei generi che vedono invece nel "punch" le loro virtù, tipo molto rock e jazz elettrico.

    Così è, se vi pare, addì 17 aprile, Anno Domini 2011...


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  pluto on Mon Nov 21, 2011 1:18 pm

    Sono d'accordo a metà Elca/Gero.

    Nel senso che una buona rimasterizzazione può fare miracoli su ogni formato finale (vinile, Cd, SACD, File liquido)

    Ma non vedo come non possa portare anche grandi benefici su musica tipo Jazz o Rock. Se si migliorano le cose, si migliora su tutto non solo sul pieno di un'orchestra Sinfonica.

    E me lo conferma il fatto che i migliori files liquidi che ho potuto ascoltare sono stati oltre a certe pagine barocche e certe cose sinfoniche, i files dei Rolling Stones rimasterizzati e portati a 24/88. O quelli dei Beatles portati ad un semplice e banale 24/44. Certo non parliamo di una registrazione odierna della RR (che mi pare Lincetto non ami, ma potrei sbagliare) ma la qualità è molto buona e il lavoro sul master è stato tangibile. Quindi perchè dire che lì non c'è miglioramento? Mi pare una bella strun....

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  pluto on Mon Nov 21, 2011 1:46 pm

    Comunque un piccolissimo esempio x tutti i refrattari a "bagnarsi i piedi" nella liquida. Lasciamo perdere x un momento il discorso qualità e comparazioni tra i vari sistemi sui diversi titoli, cosa sulla quale possiamo sempre ritornare a Vs piacimento.

    Supponiamo che noi (plurale majestatis) si sia estimatori di Mike Oldfield ( il polistrumentista pop-rock di Tubular Bells x intenderci e x chi non lo conosce).

    Ecco quello che il ns computer potrebbe far vedere su una banalissima videata di I-Tunes (ma ci sono decine di programmi-libreria migliori, a me basta questo) digitando Mike Old:



    Preferite i Beatles?? Eccovi serviti



    Spero di aver reso l'idea ai più pigri e refrattari.....

    Anche io adoro certi vinili d'epoca originali Uk etc, ma avere side by side la masterizzazione migliore di Please Please Me in 24/44 e quella in mono e di poterle confrontare con un semplice
    click, non ha prezzo (come la pubblicità della Mastercard )

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Geronimo on Mon Nov 21, 2011 1:48 pm

    pluto wrote:Sono d'accordo a metà Elca/Gero.

    Nel senso che una buona rimasterizzazione può fare miracoli su ogni formato finale (vinile, Cd, SACD, File liquido)

    Ma non vedo come non possa portare anche grandi benefici su musica tipo Jazz o Rock. Se si migliorano le cose, si migliora su tutto non solo sul pieno di un'orchestra Sinfonica.

    E me lo conferma il fatto che i migliori files liquidi che ho potuto ascoltare sono stati oltre a certe pagine barocche e certe cose sinfoniche, i files dei Rolling Stones rimasterizzati e portati a 24/88. O quelli dei Beatles portati ad un semplice e banale 24/44. Certo non parliamo di una registrazione odierna della RR (che mi pare Lincetto non ami, ma potrei sbagliare) ma la qualità è molto buona e il lavoro sul master è stato tangibile. Quindi perchè dire che lì non c'è miglioramento? Mi pare una bella strun....

    Mi riferisco alla mia limitata esperienza, quindi quel che dico non ha valore assoluto ma relativo alle condizioni di contorno
    Il Marantz 7001KIS è stato per due anni il mio precedente lettore e prima di venderlo l'ho confrontato in modalità SACD col Crescendo; ho fatto leggere svariati sacd pop/rock al 7001 e le corrispettive versioni in CD "no remaster" al Crescendo: il 7001 si è fatto leggermente preferire in gamma alta mentre il Crescendo in gamma bassa ha spuntato maggior punch e pienezza; non ho notato altre differenze.
    Queste considerazioni, ripeto, sono limitate a questo confronto fatto col mio impianto e nel mio ambiente, probabilmente un lettore SACD di alto livello al posto del Marantz avrebbe evidenziato differenze significative.

    Tornando però a quanto affermato da Lincetto, il punto focale da lui evidenziato sono i segnali a basso livello, indubbiamente il tallone d'Achille del CD e scarsamente presenti nel pop/rock di un certo tipo.
    Pertanto, ascoltando "Angie" dei Rolling Stone la differenza forse balzerebbe all'orecchio con macchine di alto livello ma di sicuro non accadrebbe con materiale più compresso dove i segnali più deboli quasi non esistono (ovvero la stragrande maggioranza del pop/rock prodotto dopo il 1995)

    In questo caso il CD (o la liquida a bassa definizione) sono più che sufficienti

    Inoltre sono convinto che l'alta definizione sarà esclusivamente pertinenza di classica e jazz, con poche e ben note eccezioni in ambiti musicali meno colti (Beatles, Pink Floyd, Genesis, etc)



    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Il CD verrà ucciso nel Dicembre 2012

    Post  Edmond on Mon Nov 21, 2011 3:41 pm

    Io non credo che sia così. Premetto che non apprezzo il modo di registrare di Lincetto, perchè ritengo che registrare musica classica con decine di microfoni sia una follia. Anche il suo discorso è da prendere un po' così con le molle, con particolare riferimento ai master di riferimento..........

    Qualsiasi disco inciso fino al 1995 (forse anche dopo) è stato registrato in analogico su supporto a nastro....... Tutta la dinamica presente nella musica è li, registrata su nastro....... Il fatto che, poi, in fase di post processing si siano fatte delle cacate degne della Cloaca Massima, nessuno lo mette in dubbio, ma il master originale non è così........... Basta ricordare l'ENORME differenza fra il CD originale di Anime Salve di De André (tanto per citare un titolo che quasi tutti conosciamo) e il remastering di "In direzione ostinata e contraria"....... Un abisso.......

    La stessa cosa per le incisioni successive fatte in digital PCM o DSD, perchè non dovrebbe essere così?????????? Non confondiamo la bontà dell'incisione iniziale con le schifezze del post processing commerciale..........

    Perchè le incisioni di classica degli anni '50 sono così performanti ancora oggi??? Perchè la fase di post processing tendeva a conservare massimamente il contenuto del master originale, perchè non si incideva con 20 microfoni ma con 3 soli (il Decca Tree, magari) e così via.............

    La rimasterizzazione odierna è benefica per QUALSIASI genere musicale, mica solo per quelli cosiddetti nobili.......

    La "Loudness War" può portare a risultati interessanti............. E l'alta definizione iniziale (perchè se non c'è in fase iniziale, tutte pippe...) anche...............


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 11:56 am