Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
La regolazione di ...
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    La regolazione di ...

    Share

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    La regolazione di ...

    Post  pepe57 on Thu Dec 01, 2011 8:36 pm

    ........una base con controtelaio sospesa a molle elastiche.

    Questo passaggio, a mio avviso, va fatto DOPO che avrete regolato il braccio e la testina.
    Nel caso che le molle del giradischi siano da regolare dal sotto, bisogna appoggiare il giradischi su un supporto adatto a fare le regolazioni da sotto (odio questi tipi di gira...:) dopo un po' sudo come un cammello a furia di alzarmi ed abbassarmi), nel caso invece non ci sia questa necessità si lavora (molto meglio) direttamente sul piano di appoggio definitivo.
    La regola da mantenere bene a mente è che premendo sul perno centrale del gira, questo deve "palleggiare" verticalmente senza alcuna oscillazione sul piano orizzontale e si deve arrestare sempre omogeneamente, se non lo facesse, và ricordato che di solito la molla che corrisponde al lato del piatto che tende ad arrestarsi per prima, và "smollata".
    Per prima cosa và fatta la bolla regolando i piedini del telaio e ricercando la sua orizzontalità (del telaio, del piatto, del braccio), poi, lo si mette sul supporto sopradetto e ci si dedica alle molle.
    Una volta trovato il palleggio regolare, la base andrà istallata sul tavolino scelto (come discusso nell' apposito 3D) . A questo punto si deve ricercare la "bolla" (che dovrebbe essere misurata un po' ovunque, ma che essenzialmente dovrà risultare neutra sul piatto e sul braccio ) ruotando i piedini o le punte di appoggio del telaio. Quindi bisogna ricontrollare il palleggio (se non si è variata l' altezza dei piedini, non ci dovrebbe essere variazione di sorta).
    Ci sono in commercio piccole bolle trasparenti, però a mio avviso sono meno precise di quelle "lunghe" (tipo le Stanley da biliardo), per cui se possibile meglio utilizzare queste.
    A questo punto, ricontrollate il braccio/testina.
    Il test finale sarà quello di, a puntina abbassata sull' LP:
    Fermo e a volume abbastanza alto, picchiettare sul telaio esterno, dalle casse non dovrebbe uscire alcun suono.
    A Lp ruotante, abbassato il volume (ma non chiuso, diciamo a medio livello d' ascolto) , spingere delicatamente, ma con movimento deciso verticale sul perno centrale del piatto in modo da provocarne il suo naturale palleggio verticale, il suono che starete ascoltando non dovrà dare cenno di incertezze o cambiamento di tonalità (del tipo lo TZIIIIINGG TZIIIIINGG TZIIIIINGG di un piatto non dovrà risultare TZZZ IIIIINGGG TZIIIIINGG TZZZIIIIIIIIIIGGGGG). Anche l' immagine dovrà restare fissa stabilmente in centro (suggerisco l' uso di una voce ben centrata fin dall' inizio).

    Ora tocca a voi!

    Però, mi raccomando, aggiungete anche i vostri commenti perché se no ho idea che non interessi l'argomento e non serva scriverne oltre.Ciao!
    sunny
    Pietro

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8706
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: La regolazione di ...

    Post  Edmond on Thu Dec 01, 2011 9:36 pm

    Grazie Pietro per il tuo contributo. Purtroppo ho sempre avuto girapadelle a telaio rigido e, pertanto, son privo di esperienza "elastica"!!! sunny


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: La regolazione di ...

    Post  Fausto on Thu Dec 01, 2011 10:39 pm

    Caro Pietro,
    io non posso che leggere e cercare di capire....
    Non sono in grado di commentare e credo che l'argomento possa interessare i più esperti.
    Spero di riuscire, prima o poi, a fare questi "lavori" da solo....
    Spero di riuscire senza fare danni!
    Ciao.
    sunny sunny sunny

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: La regolazione di ...

    Post  Massimo on Thu Dec 01, 2011 10:44 pm

    Questo metodo non è più semplice e sicuro da mettere in pratica? sunny

    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t3665-taratura-thorens-parte-da-1-a-4



    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: La regolazione di ...

    Post  pepe57 on Fri Dec 02, 2011 7:25 am

    Massimo wrote:Questo metodo non è più semplice e sicuro da mettere in pratica? sunny

    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t3665-taratura-thorens-parte-da-1-a-4


    Si, in effetti è molto più veloce e costante, l' avevo letto ai tempi, ma lo avevo collegato solo ai Thorens (o simili) e non ai flottanti in generale in quanto ce ne sono alcuni (ad esempio il J4 Lourné) ove pur andando bene anche la misurazione tramite calibro, credo che forse non sarebbe molto precisa in quanto è tutto il piano che oscilla (fra l' altro con escursioni molto superiori a quelle del thorens) ed il piano è contornato da "fasce verticali" che non sono molto diritte... sunny
    Però, alla fin fine (escluso per l'appunto alcuni casi di molle in compressione e piani ed oscillazioni piuttosto ampie e poco "misurabili") direi che il tuo metodo è senza dubbio in generale migliore e quindi da preferire.
    Ciao!
    sunny
    Pietro

      Current date/time is Sat Dec 03, 2016 6:44 pm