Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Share

    ceccus
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 712
    Data d'iscrizione : 2011-01-11
    Età : 49
    Località : Siena

    Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  ceccus on Thu Dec 01, 2011 9:24 pm

    Salve,
    In questo momento sto bi-amplificando in modalità attiva (ho escluso il crossover interno) una coppia di Chario Syntar 1 (con altoparlanti Ciare hw163 + ht262) e devo dire che non le ho mai sentire "cantare" in questo modo ...
    Nettamente superiori alle Jamo Concert D830 che fanno parte del mio impianto primario ...
    Il Crossover elettronico è il DBX 223XS ... che ho in prova ... il taglio, per ora, è a 2400 Hz ... veramente uno spettacolo !!!
    Domani farò altre prove ... e nel fine settimana proverò ad escludere il crossover interno delle Jamo (con altoparlanti Seas serie Excel) per vedere che ne esce fuori ...
    Ora sono mezzo "intontito" ...

    Ciao !!


    Last edited by ceccus on Thu Dec 01, 2011 10:18 pm; edited 1 time in total


    _________________
    Webmaster http://www.pctrio.com

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  Massimo on Thu Dec 01, 2011 9:42 pm

    Tienici al corrente e facci sapere. sunny sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    ceccus
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 712
    Data d'iscrizione : 2011-01-11
    Età : 49
    Località : Siena

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  ceccus on Thu Dec 01, 2011 10:03 pm

    Salve,
    Certo, non mancherò ... però ... cavolo ... mai sentite le piccole Syntar suonare in quel modo ... Sarh Brightman ... DIVE ... l' avevo lì davanti a me insieme con tutto il suo gruppo ...

    Ciao !!


    _________________
    Webmaster http://www.pctrio.com

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  Pazzoperilpianoforte on Fri Dec 02, 2011 9:11 am

    Per le mie esperienze di ascolto, la multiamplificazione attiva garantisce un controllo degli altoparlanti, un nitore, una dinamica ed un microcontrasto drammaticamente superiori alla mono-amplificazione con crossover passivo.

    La prima volta che ascoltai una multiamplificazione con crossover attivo restai "basito" esattamente come te! Rolling Eyes

    Semplicemente un'altro mondo....


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    ceccus
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 712
    Data d'iscrizione : 2011-01-11
    Età : 49
    Località : Siena

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  ceccus on Fri Dec 02, 2011 9:28 am

    Salve,
    Ti ringrazio per essere intervenuto alla discussione ...
    Effettivamente è proprio come dici te sunny ... un altro mondo ... drammaticamente un altro mondo ... e il DBX 223xs non è neppure un granchè ... per iniziare "a giocare" penso vada bene ...
    Stasera scollego il crossover interno delle Jamo ... e provo con quelle ... operazione che renderò comunque reversibile (non si sa mai ...)

    Ciao !!


    _________________
    Webmaster http://www.pctrio.com

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  flavio@sanders on Fri Dec 02, 2011 11:43 am

    Non posso che quotare Ceccus e Pazzoperilpianoforte.

    Non è vero che tutto è relativo..... alcune architetture sono migliori di altre, e la multiamplificazione con crossover attivo è meglio di un singolo amplificatore con crossover passivo.
    Naturalmente và implementata con cognizione di causa perché alcuni crossover passivi includono accorgimenti per compensare problemi dei trasduttori e quindi sarebbe utile sapere come interviene esattamente il crossover passivo prima di sostituirlo con uno attivo.

    Ciaooo, Flavio


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  ema49 on Fri Dec 02, 2011 1:44 pm



    Dicci come hai configurato il sistema. Se non sbaglio tu hai l'A.I. First e l'800..


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    ceccus
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 712
    Data d'iscrizione : 2011-01-11
    Età : 49
    Località : Siena

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  ceccus on Fri Dec 02, 2011 3:22 pm

    Salve,
    Dunque ... il sistema è configurato così :
    Dal PRe AI L1 si va al Crossoover DBX 223xs ... qui la configurazione è quella a 2 canali stereo ... il filtro è a circa 2.4 Khz (dico circa perchè l' ho variato più volte e non è detto che con le Jamo vada bene) ...
    I guadagni sono a Zero , anche se, mi è parso di sentire "meglio" con un leggero guadagno sul Low/Mid rispetto agli alti ... ma questa configurazione , ripeto, potrebbe cambiare con le Jamo ...
    Poi, sull' uscita Low/Mid è connesso l' AI 800 Mk3 Anniversary che arriva quindi ad amplificare le frequenze fino a 2.4 Khz e sull' uscita High è connesso l' AI First (quindi da 2.4 Khz in su)... entrambi, poi, sono connessi alle rispettive sezioni bassi/alti delle casse ... Per le Syntar le ho "create" ... per le Jamo è un po' più semplice visto che già a livello di ingresso sono divise le 2 sezioni ...
    Questa la configurazione che bypassa completamente i crossover interni e, come detto prima, mi si è aperto un mondo ...
    Totalmente differente alla bi-amplificazione passiva che utilizzavo fino ad ieri e con risultati sorprendenti ... almeno per me.
    Stasera, appena rientro a casa, finisco il lavoro sulle Jamo e poi le collego ...

    Ciao !!


    _________________
    Webmaster http://www.pctrio.com

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4693
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  pepe57 on Fri Dec 02, 2011 3:55 pm

    Come avevo scritto più volte, se si deve bi amplificare, io sono per la bi amplificazione attiva; quella passiva fa guadagnare relativamente poco rispetto alla mono amplificazione, quella attiva apre, su alcuni parametri, nuovi orizzonti (e la tri/quadri, altri ancora).
    Però, mi permetto di raccomandarti di non farti prendere dall' entusiasmo acritico, la multi amplificazione richiede molto tempo, le regolazioni vanno fatte con molta calma nel tempo, i livelli settati con cura e gli abbinamenti via/finale filtrati dagli ascolti, poi potrai giocare anche con cavi di segnale e potenza; ma per prima cosa, molta calma e tempo...
    sunny
    Pietro

    Guido
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 747
    Data d'iscrizione : 2011-05-14
    Località : Milano

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  Guido on Fri Dec 02, 2011 4:29 pm

    ceccus wrote:Salve,
    Dunque ... il sistema è configurato così :
    Dal PRe AI L1 si va al Crossoover DBX 223xs ... qui la configurazione è quella a 2 canali stereo ... il filtro è a circa 2.4 Khz (dico circa perchè l' ho variato più volte e non è detto che con le Jamo vada bene) ...
    I guadagni sono a Zero , anche se, mi è parso di sentire "meglio" con un leggero guadagno sul Low/Mid rispetto agli alti ... ma questa configurazione , ripeto, potrebbe cambiare con le Jamo ...
    Poi, sull' uscita Low/Mid è connesso l' AI 800 Mk3 Anniversary che arriva quindi ad amplificare le frequenze fino a 2.4 Khz e sull' uscita High è connesso l' AI First (quindi da 2.4 Khz in su)... entrambi, poi, sono connessi alle rispettive sezioni bassi/alti delle casse ... Per le Syntar le ho "create" ... per le Jamo è un po' più semplice visto che già a livello di ingresso sono divise le 2 sezioni ...
    Questa la configurazione che bypassa completamente i crossover interni e, come detto prima, mi si è aperto un mondo ...
    Totalmente differente alla bi-amplificazione passiva che utilizzavo fino ad ieri e con risultati sorprendenti ... almeno per me.
    Stasera, appena rientro a casa, finisco il lavoro sulle Jamo e poi le collego ...

    Ciao !!
    Ciao Ceccus
    con tutto il rispetto....i crossover interni sono una ciofeca.
    la multiamplificazione è una via obbligata per impianti TOP.
    Consigli se ne possono dare tanti, ma mi limito a dirti OCCHIO AI VOLUMI!!!!!
    Si spacca facilmente e quindi tarare con accuratezza e circospezione.
    Buone sonate
    Guido

    ispanico
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1076
    Data d'iscrizione : 2011-08-18
    Età : 54
    Località : Padova

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  ispanico on Sat Dec 03, 2011 11:08 am

    Salute a tutti.
    Vi prego di non snobbarmi yaw in quanto nel mio "piccolo piccolo" ho provato e ho tutt'ora questa configurazione, niente di che rispetto ai vostri mega-iper-ultra impianti almeno rispetto al mio.

    Ho un sintoampli Marantz 7.1 al quale ho collegato in bi-amplificazione i diffusori front (L e R) come spiega il manuale e considerato che non faccio uso di zone remote ne ho approfittato usufruendo degli amplificatori che non avrei appunto usato per le altre zone. Quindi ho impiegato 2 amp e 4 cavi per ogni diffusore L e R che sono dei MA BR2, i cavi sono realizzati con dei solid-core da antenna sat ovviamente privati della loro guaina in pvc del quale sono contento rispetto ai precedenti TNT STAR. In passato provai un bi-wiring con il sintoampli precedente e un paio di Mission MKII ma devo dire che questa configurazione attuale è di gran lunga meglio sia in fatto di dinamica che di (se così si può dire per un sintoampli a/v) dettaglio, detto questo che ne dite....potrei guadagnare quel qualche cosa in più se volessi provare a tornare alla semplice configurazione stereo senza bi-amplificare nulla ma twistando due cavi per ogni polarità e collegarli ai morsetti dei woofer ponticellando? In quale delle due config. bi-amp o normale l'ampli o sintoampli che sia sforza di meno o se vogliamo viene meno sottoposto a stress?
    So che mi direte di provare, ma se twisto i solid-core li comprometto se poi volessi ritornare al collegamento attuale in quanto sono abbastanza rigidi, poi è chiaro che dipende dal tipo di avvolgimento che farei...se blando o molto twistato. Spero di aver reso l'idea.

    https://i42.servimg.com/u/f42/16/82/04/27/img_1010.jpg

    Così è come sono adesso (scusate la foto )

    ceccus
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 712
    Data d'iscrizione : 2011-01-11
    Età : 49
    Località : Siena

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  ceccus on Sat Dec 03, 2011 11:53 am

    Salve,
    Te stai parlando comunque di bi-amplificazione passiva, ovvero passi comunque attraverso i crossover interni delle casse , giusto ?
    Sicuramente utilizzando un ulteriore amplificazione qualcosa hai migliorato , credo, senza ombra di dubbio ... però ... c'è un però ... le frequenze di taglio vengono comunque regolate dal crossover passivo.
    Io stesso ho sentito con le mie orecchie (e sto continuando a sentirle le differenze) fra il filtraggio ottenuto con un crossover passivo e uno attivo ... non c'è storia ... senza contare che le regolazioni offerte nel caso di crossover attivo sono, volendo, modificabili per ogni singolo brano che si va ad scoltare !!!
    @Guido : effettivamente se ci si fa prendere "la mano" , i volumi possono salire parecchio ... e comunque quello che mi preoccupa di più è di non uscire dal "range" di frequenze di lavoro ottimale dei 2 trasduttori della serie Excel che, a mio modo di vedere, sono veramente ottimi ...
    Vi aggiornerò appena avrò completato un po' di prove ... e ci vorrà del tempo ... sunny

    Ciao !!


    _________________
    Webmaster http://www.pctrio.com

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8720
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  Edmond on Sat Dec 03, 2011 12:02 pm

    Carissimo Ceccus, la multiamplificazione attiva risulta sorprendente per la pulizia del suono che si riesce ad ottenere eliminando i crossover interni, che, per quanto ottimamente progettati, non riescono a fornire prestazioni paragonabili a quelle fornite da quelli esterni.

    Che, come anche tu segnali, possono essere benissimo apparecchiature dal costo medio-basso o di derivazione pro, con grande gioia per il portafoglio!!!!!!!!!!!!! Non c'è bisogno dei Marchan valvolari da 4000 euro........ Un buon Sync o un buon Omnitronic digitali presi dal mondo pro offrono risultati spettacolari.

    L'importante, come già ti hanno detto, è la taratura fine del sistema........ Buoni esperimenti!!! cheers cheers cheers


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    ispanico
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1076
    Data d'iscrizione : 2011-08-18
    Età : 54
    Località : Padova

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  ispanico on Sat Dec 03, 2011 12:15 pm

    @ Ceccus
    Non so se hai risposto a me ma la risposta se uso bi-amplificazione passiva è naturalmente si, non ho crossover attivi tranne quello interno al sintoampli ma che uso solo per regolare i livelli durante la visione di b/ray qualora ne sentissi il bisogno. Ma per il resto delle mie domande? Chi ha voglia di intervenire?

    cptaz
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 328
    Data d'iscrizione : 2010-01-28
    Età : 54
    Località : Luino (VA)

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  cptaz on Sat Dec 03, 2011 1:14 pm

    Ciao a tutti, argamento molto interessante, sono stuzzicato.

    flavio@sanders wrote:Non posso che quotare Ceccus e Pazzoperilpianoforte.

    Non è vero che tutto è relativo..... alcune architetture sono migliori di altre, e la multiamplificazione con crossover attivo è meglio di un singolo amplificatore con crossover passivo.
    Naturalmente và implementata con cognizione di causa perché alcuni crossover passivi includono accorgimenti per compensare problemi dei trasduttori e quindi sarebbe utile sapere come interviene esattamente il crossover passivo prima di sostituirlo con uno attivo.

    Ciaooo, Flavio

    Bene, se io volessi implementare questa multiamplificazione sui miei diffusori, dovrei togliere il crossover interno e collegare gli altoparlanti direttamente agli amplificatori, giusto?
    Ora, io so che questo crossover ha delle reti di compensazione per linearizzare l'impedenza, questa cosa è un ostacolo insormontabile o si può risolvere con la regolazione dei livelli sul crossover attivo?

    Edmond wrote:
    Che, come anche tu segnali, possono essere benissimo apparecchiature dal costo medio-basso o di derivazione pro, con grande gioia per il portafoglio!!!!!!!!!!!!! Non c'è bisogno dei Marchan valvolari da 4000 euro........ Un buon Sync o un buon Omnitronic digitali presi dal mondo pro offrono risultati spettacolari.

    L'importante, come già ti hanno detto, è la taratura fine del sistema........ Buoni esperimenti!!!

    Come si ottiene questa taratura fine, quali sono i parametri da regolare?

    Grazie a tutti, Marco sunny

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8720
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  Edmond on Sat Dec 03, 2011 1:17 pm

    Sono molti i parametri da considerare, Marco...... Frequenze d'incrocio, pendenze di taglio, livelli, ritardi, fase......... Insomma, ci vuole uno esperto.....


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    cptaz
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 328
    Data d'iscrizione : 2010-01-28
    Età : 54
    Località : Luino (VA)

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  cptaz on Sat Dec 03, 2011 1:29 pm

    Edmond wrote:Sono molti i parametri da considerare, Marco...... Frequenze d'incrocio, pendenze di taglio, livelli, ritardi, fase......... Insomma, ci vuole uno esperto.....

    Grazie per la risposta Giorgio, d'accordo che ci vuole un esperto, ma mi chiedevo se tutti questi parametri siano regolabili da un crossover attivo analogico, da mettere fra il pre e i finali, ho dato un'occhiata ai Marchand e non mi pare abbiano tutti sti pomelli......quindi mi chiedevo se questa multiamplificazione, in teoria, si possa implementare su qualsiasi diffusore, con tutte le difficoltà del caso, oppure se solo alcuni diffusori vi si prestano, e se è così come faccio a sapere quali.

    Ciao, Marco sunny

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8720
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  Edmond on Sat Dec 03, 2011 1:44 pm

    Ciao Marco,
    una multiamplificazione attiva, con l'utilizzo di xover analogici o digitali (come ho scelto io), è ovviamente applicabile a qualsiasi diffusore che consenta il bypass del crossover passivo............ Fisicamente occorre scollegare i singoli altoparlanti dalla rete di xover interna......... E' quindi molto semplice con sistemi ad alta efficienza autocostruiti (come il mio) o che permettano tale disconnessione (Klipsch serie Heritage, ad esempio, oppure le JBL di Pietro), molto più complesso con diffusori tradizionali............


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    cptaz
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 328
    Data d'iscrizione : 2010-01-28
    Età : 54
    Località : Luino (VA)

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  cptaz on Sat Dec 03, 2011 1:59 pm

    Edmond wrote:Ciao Marco,
    una multiamplificazione attiva, con l'utilizzo di xover analogici o digitali (come ho scelto io), è ovviamente applicabile a qualsiasi diffusore che consenta il bypass del crossover passivo............ Fisicamente occorre scollegare i singoli altoparlanti dalla rete di xover interna......... E' quindi molto semplice con sistemi ad alta efficienza autocostruiti (come il mio) o che permettano tale disconnessione (Klipsch serie Heritage, ad esempio, oppure le JBL di Pietro), molto più complesso con diffusori tradizionali............

    Ok grazie Giorgio, adesso ho capito tutto.......

    Ciao, Marco sunny

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  iano on Sat Dec 03, 2011 2:36 pm

    A questo punto un ignorantone pigro come me vorrebbe saperne di più di cosa sia questa multiamplificazione attiva.
    Perchè attiva.Cioè è l'insieme di un amplificatore e di un crossover configurabile?
    Si può allora utilmente autocostruire un diffusore a a partire da questo aggeggio e con più facilità che non progettare un crossover passivo?
    Ciao,Sebastiano.

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8720
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  Edmond on Sat Dec 03, 2011 2:40 pm

    Un sistema di multiamplificazione attiva prevede l'inserimento di un crossover attivo a valle del preamplificatore ed il collegamento, a valle del crossover, di un numero di amplificatori di potenza pari al numero delle vie del sistema. Ogni amplificatore ed il relativo driver vedranno solo la gamma di frequenze ad essi assegnata dal crossover.


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    cptaz
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 328
    Data d'iscrizione : 2010-01-28
    Età : 54
    Località : Luino (VA)

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  cptaz on Sat Dec 03, 2011 3:07 pm

    Edmond wrote:Un sistema di multiamplificazione attiva prevede l'inserimento di un crossover attivo a valle del preamplificatore ed il collegamento, a valle del crossover, di un numero di amplificatori di potenza pari al numero delle vie del sistema. Ogni amplificatore ed il relativo driver vedranno solo la gamma di frequenze ad essi assegnata dal crossover.

    Scusa Giorgio, è corretto dire che, nel caso si volesse utilizzare un crossover attivo digitale, è necessaria la doppia conversione del segnale, che farebbe quindi questo percorso:
    preampli - convertitore A/D - filtro crossover - convertitore D/A - finali

    Grazie, Marco

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21551
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  pluto on Sat Dec 03, 2011 3:19 pm

    Xchè questa complicazione Marco?

    Esistono crossover digitali Accuphase (x esempio) sui cui puoi impostare anche il caffè al mattino.
    Ma Giorgio ha ragione. Dipende dalle casse. Con le tue lascerei abbondantemente perdere.

    Con l'alta efficienza (Altec, JBL etc etc) spesso era già previsto o consigliato ed il crossover si escludeva facilmente. Ma non tutte le casse gradiscono

    E soprattutto come tra le righe fa capire Giorgio, mai farla ad Minchiam. Se non si conoscono livelli, pendenze e come lavora il crossover interno, secondo me si hanno più danni che benefici


    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8720
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  Edmond on Sat Dec 03, 2011 3:22 pm

    Un crossover digitale fa già da se le conversioni necessarie, Marco...


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Non credo alle mie orecchie ... crossover attivo

    Post  iano on Sat Dec 03, 2011 3:49 pm

    Edmond wrote:Un crossover digitale fa già da se le conversioni necessarie, Marco...
    Ho capito tutto Ed.Grazie.
    Quindi ovviamente questi crossover sono polivalenti,quindi configurabili a piacere.
    Quindi ripeto,ha senso affrontare la progettazione di un diffusore usando solo questo tipo di crossover,evitando saldature e sudature? sunny
    Sono sempre lì a sognare di progettare un diffusore,ma la pigrizia....
    Ciao,Sebastiano.

      Current date/time is Sun Dec 11, 2016 7:09 am