Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Share

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 11989
    Data d'iscrizione : 2011-07-27

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  carloc on Sun Dec 18, 2011 12:30 pm

    colombo riccardo wrote:un prodotto di base (per il prezzo) ed interessante sulla carta (vedi recensione) da provare potrebbe essere il KRK della Ergo

    http://www.giussani-research.it/KRK/Ergo/AR_JPG/ERGO%20KRK-1.jpg

    http://www.giussani-research.it/KRK/Ergo/AR_JPG/ERGO%20KRK-2.jpg

    Ciao
    Riki

    Ciao Riki,

    questo aggeggio pilota casse amplificate a meno di non usare le uscite FW o Spdif (ammesso che siano abilitate in uscita).

    Carlo

    colombo riccardo
    Archivista Liquidatore

    Numero di messaggi : 3557
    Data d'iscrizione : 2010-05-27
    Età : 53

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  colombo riccardo on Sun Dec 18, 2011 12:51 pm

    carloc wrote:

    Ciao Riki,

    questo aggeggio pilota casse amplificate a meno di non usare le uscite FW o Spdif (ammesso che siano abilitate in uscita).

    Carlo

    è provvisto di output stereo su jack TRS bilanciato da collegare ad un ingresso analogico stereo di un pre o di un amplificatore integrato o di un finale.

    Ciao
    Riki

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 11989
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  carloc on Sun Dec 18, 2011 12:56 pm

    colombo riccardo wrote:

    è provvisto di output stereo su jack TRS bilanciato da collegare ad un ingresso analogico stereo di un pre o di un amplificatore integrato o di un finale.

    Ciao
    Riki


    Così potrebbe funzionare..... sunny


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    colombo riccardo
    Archivista Liquidatore

    Numero di messaggi : 3557
    Data d'iscrizione : 2010-05-27
    Età : 53

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  colombo riccardo on Sun Dec 18, 2011 12:58 pm

    carloc wrote:


    Così potrebbe funzionare..... sunny

    leggi con attenzione la recensione.

    create un gruppo di acquisto, comperate un esemplare e poi passandolo lo provate.

    Ciao
    Riki

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 11989
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  carloc on Sun Dec 18, 2011 2:12 pm

    colombo riccardo wrote:

    leggi con attenzione la recensione.

    create un gruppo di acquisto, comperate un esemplare e poi passandolo lo provate.

    Ciao
    Riki

    Ci avevo pensato...... angel


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  Giordy60 on Sun Dec 18, 2011 2:25 pm

    il problema ( a mio avviso ) del KRK ergo è che attua un sample rate a 96khz con un suo algoritmo.
    in rete ho adocchiato questo:
    http://ikmultimedia.com/arc/features/
    e funziona sia su pc che su OSX, ma non ho visto recensioni nostrane, e voi ?

    frighino rosso
    Apprendista musicofilo

    Numero di messaggi : 760
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Età : 60
    Località : vecchiano

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  frighino rosso on Sun Dec 18, 2011 3:51 pm

    Banano wrote:Verissimo, di certo riempire una stanza con affari di grosse dimensioni non è l'ideale e concordo in pieno con Rudino che il concetto d'ascolto in ambiente domestico "dovrebbe" risultare meno elaborato...però c'è da dire che il risultato è da restare a bocca aperta, ora nopn credo che trattare in maniera maniacale/convulsiva la stanza sia la soluzione migliore, ma cercare un compromesso potrebbe essere la soluzione migliore Embarassed

    esattamente quello che ho voluto dire io, piazzare i Daad agli angoli e 2 Polifemo ben regolati e si ottiene già un risultato eccellente senza bisogno di riempire la stanza di tubi. Trovare il giusto compromesso tra estetica,ingombro e costo. sunny

    cptaz
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 328
    Data d'iscrizione : 2010-01-28
    Età : 54
    Località : Luino (VA)

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  cptaz on Sun Dec 18, 2011 3:58 pm

    frighino rosso wrote:
    esattamente quello che ho voluto dire io, piazzare i Daad agli angoli e 2 Polifemo ben regolati e si ottiene già un risultato eccellente senza bisogno di riempire la stanza di tubi. Trovare il giusto compromesso tra estetica,ingombro e costo. sunny


    Fra l'altro i polifemo sono praticamente invisibili!!! sunny sunny
    Peccato costicchiano.... erg

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5389
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  Rudino on Sun Dec 18, 2011 5:48 pm

    Giordy60 wrote:il problema ( a mio avviso ) del KRK ergo è che attua un sample rate a 96khz con un suo algoritmo.
    in rete ho adocchiato questo:
    http://ikmultimedia.com/arc/features/
    e funziona sia su pc che su OSX, ma non ho visto recensioni nostrane, e voi ?

    Il problema del KRK Ergo è che si è costretti ad utilizzare il suo DAC, visto che non ha un'uscita digitale. E, da quanto ho sentito di recente, ho preferito il DAC della mia Echo a quello del KRK.


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5389
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  Rudino on Sun Dec 18, 2011 5:58 pm

    cptaz wrote:
    Fra l'altro i polifemo sono praticamente invisibili!!! sunny sunny
    Peccato costicchiano.... erg

    Il problema è anche questo.
    4 DAAD (perchè in un angolo ce ne andrebbero almeno 2) e 2 Polifemo vengono a costare molto di più di un DSP come quelli citati.


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  Fausto on Sun Dec 18, 2011 10:03 pm

    Banano wrote:Verissimo, di certo riempire una stanza con affari di grosse dimensioni non è l'ideale e concordo in pieno con Rudino che il concetto d'ascolto in ambiente domestico "dovrebbe" risultare meno elaborato...però c'è da dire che il risultato è da restare a bocca aperta, ora nopn credo che trattare in maniera maniacale/convulsiva la stanza sia la soluzione migliore, ma cercare un compromesso potrebbe essere la soluzione migliore Embarassed


    In ambiente domestico, quindi non in una sala dedicata, un compromesso con correttori dedicati credo sia sempre difficile da "vedere".
    Credo....
    Opinione personale....
    sunny sunny sunny

    cptaz
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 328
    Data d'iscrizione : 2010-01-28
    Età : 54
    Località : Luino (VA)

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  cptaz on Sun Dec 18, 2011 10:11 pm

    Fausto wrote:

    In ambiente domestico, quindi non in una sala dedicata, un compromesso con correttori dedicati credo sia sempre difficile da "vedere".
    Credo....
    Opinione personale....
    sunny sunny sunny

    Ciao Fausto, mi pare di ricordare che fra poco avrai la tua caverna dedicata full YBA.... cheers
    Ti aspetto al varco... Rolling Eyes Rolling Eyes
    Ciaoooo sunny
    Ps dopo le feste magari ci si rivede, torna a trovarmi.....

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  Fausto on Sun Dec 18, 2011 10:14 pm

    cptaz wrote:

    Ciao Fausto, mi pare di ricordare che fra poco avrai la tua caverna dedicata full YBA.... cheers
    Ti aspetto al varco... Rolling Eyes Rolling Eyes
    Ciaoooo sunny
    Ps dopo le feste magari ci si rivede, torna a trovarmi.....

    Ciao Marco,
    ho aggiornato la situazione YBA nel 3D dedicato.
    I lavori sono aumentati ed i tempi si sono allungati.
    Dopo le feste ci sentiamo.
    Ciao a presto.
    sunny sunny sunny

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  piroGallo on Mon Dec 19, 2011 12:05 am

    Rudino wrote:Anche io non amo i fustini del dash, men che meno in sala, anche se vivo da solo. Capisco bene che servono,e che i risultati sono ottimi, ma....
    In un ambiente come quello del Tenente ci sono 35 tra daad e tt, in uno spazio 4.5x3.5. Troppi.
    E se invece andassimo di correzione attiva? PiroGianni, come ti va l'AVS?
    Qualcuno di voi ha il DRC?
    O il PAC?
    O il TACT?
    O il Trinnov?

    Parlate, marrani!
    Avs
    Posso solo dire che ho dovuto farne a meno per circa 20 giorni. quando l'ho rimesso ho capito che lo terro' attivato (all'esimio Conte: ft ). A differenza del DRC che avevo prima non opera in fase ma solo in frequenza e tempo. Il settaggio e' manuale e le bande di intervento sul parametrico devono essere individuate in seguito a misurazioni indipendenti. Il fatto di poter utilizzare due coppie di casse, anteriore e posteriore, è un esoterismo che nulla toglie alla validità delle sue operazioni di base.

    DRC
    Ho usato per molto tempo il software di Sbragion dopo aver ricevuto una visita illuminante dell'ottimo Aghemo.
    E' stato un sistema difficile (per me) da capire e la curva di apprendimento non e' stata breve. Afferrata la filosofia si e' però rivelato un sistema dalle possibilita' veramente elevate. Ha un campo di intervento molto esteso e le possibilita' sono veramente sorprendenti. Lavora anche sulla fase e riesce a correggere situazioni anche molto critiche. I suoi punti deboli sono (erano?) la difficile integrazione con certe situazioni che possono renderne l'utilizzo complicato. Due esempi: gira solo sotto pc; bisogna avere un filtro per ogni freq di campionamento ed il player deve poter vedere in output un convolver per la loro applicazione. Quando ho sposato il mac l'ho lasciato.
    Probabilmente pero' nel frattempo sono uscite cose nuove.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  ema49 on Mon Dec 19, 2011 8:16 pm


    il problema è, diciamolo chiaramente, l'avidità del produttore/distributore/venditore dei daad e dei polifemo. Evidentemente polli ne trova tanti e non ha bisogno di essere un po' più morigerato. Qualche pezzo di plastica a 3000 E, qualche pezzo di stoffa e fildiferro a 400-800 E..VERGOGNOSO.
    Ehhh, c'è la ricerca... si, di un libro d'epoca che parli dei risuonatori di Helmtz..
    Forse se praticasse i giusti prezzi (6-700 E i polifemo, 2-300 E i daad) venderebbe moltissimo e guadagnerebbe di più.
    Ma poi avrebbe la noia di aprire punti vendita con UNA SOLA persona qualificat in ogni regione.
    Perché dico questo? Tempo fa avevo deciso il trattamento definitivo della mia stanza d'ascolto, che pur non essendo grandissima ha una confomazione un po' particolare. Pregai un caro amico, noto giornalista di settore, di aiutarmi a convincere il tizio di fare una capatina in Sicilia, uno studio della stanza ed un piano di trattamento (pagato e spesato di tutto, naturalmente) . Quando telefonai al tizio per conferma la risposta fu lapidaria...
    Decisi di arrangiarmi con quello che avevo, manco un tappo di sughero avrei comprato da quella ditta.
    E con qualche tube traps risolsi il problema, in maniera forse non ottimale, ma non contribuendo ad arricchire il mister..
    Come al solito...La Storia siamo noi...grande De Gregori.


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  flavio@sanders on Thu Dec 22, 2011 8:28 pm

    Rudino wrote:Anche io non amo i fustini del dash, men che meno in sala, anche se vivo da solo. Capisco bene che servono,e che i risultati sono ottimi, ma....
    In un ambiente come quello del Tenente ci sono 35 tra daad e tt, in uno spazio 4.5x3.5. Troppi.
    E se invece andassimo di correzione attiva? PiroGianni, come ti va l'AVS?
    Qualcuno di voi ha il DRC?
    O il PAC?
    O il TACT?
    O il Trinnov?

    Parlate, marrani!

    Neanche noi amiamo i fustini del Dash in sala, potrebbe quindi interessare l'approccio che abbiamo seguito per l'impianto di Guido che non utilizza alcun tipo di correzione passiva.... e non utilizza un PC con correzione attiva come sorgente.

    Come noto per quanto riguarda le basse frequenze il problema principale sono le risonanze modali dell'ambiente, l'onda emessa dal diffusore rimbalza su una parete, torna indietro, rimbalza sulla parete opposta e se è in fase con un’altra onda di uguale frequenza le onde si sommano creando dei picchi.
    Ci sono anche dei buchi, e su questi non interverremo per i motivi spiegati qui: http://www.hometheatershack.com/roomeq/wizardhelpv5/help_en-GB/html/iseqtheanswer.html#top ma possiamo intervenire sui picchi di risonanza.
    Per fare questo utilizziamo un software che fà una analisi da 16 a 250 Hz, identifica le principali risonanze e suggerisce frequenza, dB e Q dei due o tre filtri parametrici da applicare per appiattire i picchi (n.b. non suggeriamo invece l'utilizzo di equalizzatori parametrici per appiattire la risposta in frequenza per le controindicazioni spiegate nel documento linkato più sopra)
    I suddetti filtri sono stati inseriti nel crossover attivo fornito con le Sanders Model 10 ma possono anche essere inseriti in qualsiasi altro DSP o equalizzatore parametrico per chi utilizza altri impianti.
    Il kit di misura in questione viene messo gratuitamente a disposizione dei possessori di diffusori Sanders ma può essere acquistato da chiunque al costo modesto di 260 Euro: http://www.xtz.se/custom/database/files/20110929113843-01.pdf
    Per quanto riguarda invece le frequenze medie/alte è invece importante limitare al massimo le prime riflessioni, quelle che danneggiano la risposta in frequenza e ai transienti nonchè l'immagine acustica.
    La nostra posizione sull'argomento è nota ed è spiegata qui: http://sanderssoundsystems.eu/?page_id=47
    Da questo punto di vista mi sembra più razionale utilizzare diffusori molto direttivi piuttosto che intervenire con la correzione passiva per assorbire le riflessioni di diffusori ad ampia dispersione.

    In poche parole è possibile avere un impianto con sorgenti "tradizionali" (non potendo quindi utilizzare strumenti come il DRC che presuppone un PC come sorgente) che affronta le problematiche poste dall'ambiente senza massicci interventi di correzione passiva.
    Come dicevo infatti l'impianto di Guido non utilizza alcun tipo di correzione passiva e non ha un PC come sorgente.

    (a dire il vero fra breve utilizzeremo anche un PC con un nuovo sistema di correzione dell'ambiente che regola non solo la risposta in frequenza ma anche la risposta all'impulso ma non lo abbiamo ancora provato e non ne conosciamo quindi i risultati)

    Ciaoo e auguri di buone feste,
    Flavio


    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: ...ho sentito sistema con ACUSTICA APPLICATA

    Post  Fausto on Thu Dec 22, 2011 10:10 pm

    flavio@sanders wrote:

    Neanche noi amiamo i fustini del Dash in sala, potrebbe quindi interessare l'approccio che abbiamo seguito per l'impianto di Guido che non utilizza alcun tipo di correzione passiva.... e non utilizza un PC con correzione attiva come sorgente.

    Come noto per quanto riguarda le basse frequenze il problema principale sono le risonanze modali dell'ambiente, l'onda emessa dal diffusore rimbalza su una parete, torna indietro, rimbalza sulla parete opposta e se è in fase con un’altra onda di uguale frequenza le onde si sommano creando dei picchi.
    Ci sono anche dei buchi, e su questi non interverremo per i motivi spiegati qui: http://www.hometheatershack.com/roomeq/wizardhelpv5/help_en-GB/html/iseqtheanswer.html#top ma possiamo intervenire sui picchi di risonanza.
    Per fare questo utilizziamo un software che fà una analisi da 16 a 250 Hz, identifica le principali risonanze e suggerisce frequenza, dB e Q dei due o tre filtri parametrici da applicare per appiattire i picchi (n.b. non suggeriamo invece l'utilizzo di equalizzatori parametrici per appiattire la risposta in frequenza per le controindicazioni spiegate nel documento linkato più sopra)
    I suddetti filtri sono stati inseriti nel crossover attivo fornito con le Sanders Model 10 ma possono anche essere inseriti in qualsiasi altro DSP o equalizzatore parametrico per chi utilizza altri impianti.
    Il kit di misura in questione viene messo gratuitamente a disposizione dei possessori di diffusori Sanders ma può essere acquistato da chiunque al costo modesto di 260 Euro: http://www.xtz.se/custom/database/files/20110929113843-01.pdf
    Per quanto riguarda invece le frequenze medie/alte è invece importante limitare al massimo le prime riflessioni, quelle che danneggiano la risposta in frequenza e ai transienti nonchè l'immagine acustica.
    La nostra posizione sull'argomento è nota ed è spiegata qui: http://sanderssoundsystems.eu/?page_id=47
    Da questo punto di vista mi sembra più razionale utilizzare diffusori molto direttivi piuttosto che intervenire con la correzione passiva per assorbire le riflessioni di diffusori ad ampia dispersione.

    In poche parole è possibile avere un impianto con sorgenti "tradizionali" (non potendo quindi utilizzare strumenti come il DRC che presuppone un PC come sorgente) che affronta le problematiche poste dall'ambiente senza massicci interventi di correzione passiva.
    Come dicevo infatti l'impianto di Guido non utilizza alcun tipo di correzione passiva e non ha un PC come sorgente.

    (a dire il vero fra breve utilizzeremo anche un PC con un nuovo sistema di correzione dell'ambiente che regola non solo la risposta in frequenza ma anche la risposta all'impulso ma non lo abbiamo ancora provato e non ne conosciamo quindi i risultati)

    Ciaoo e auguri di buone feste,
    Flavio

    Se non ho capito male si tratta di una "terza via", ovvero di un'ulteriore alternativa.
    sunny sunny sunny

      Current date/time is Sun Dec 04, 2016 12:53 am