Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
parlando di cavi la filosofia AIRTECH - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Share

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  ema49 on Wed Dec 21, 2011 12:19 am

    matley wrote:


    è impazzito...
    speriamo che stasera si faccia una carbonara a modo...perchè qui rischiamo grosso...

    poi... affraid affraid affraid affraid vuole portare sentenza a teatro.. affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid


    raga...questo la febbre sicula l'ha colpito forte.. santa santa santa santa santa santa

    Mangiata la carbonara a modo...

    Niente febbre...

    Sentenza, se vuol capire qualcosa, deve venire ad un concerto, anche accompagnato dalle forze dell'ordine. Così la smette di scassare la minkia con la myfi..

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  matley on Wed Dec 21, 2011 1:12 am

    mi sembra che chi scassa la minKia è qualche altra persona...

    notte botoliane...


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Ospite
    Guest

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  Ospite on Wed Dec 21, 2011 6:57 am

    matley wrote:mi sembra che chi scassa la minKia è qualche altra persona...

    notte botoliane...

    Esatto.....sono io che scasso..... Forse scasso le "uova nel paniere". Di questi tempi anche due ovetti tornano buoni. Specie per la carbonara!!!!!!!!!!!

    A.P.S.
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 158
    Data d'iscrizione : 2011-08-22

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  A.P.S. on Wed Dec 21, 2011 9:16 am

    carloc wrote:http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t8544-incredibile

    Ecco i migliori..... affraid


    Ovviamente sono i miei..... sunny


    Non trovo dove hai scritto le impressioni sui cavi, potresti scrivere un link qua?

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8286
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  Luca58 on Wed Dec 21, 2011 9:58 am

    Massimo wrote:Un cavo se ascoltato da due persone che danno un giudizio positivo può essere una combinazione, già se da 2 diventano 3, 4 poi 5 e tutti danno lo stesso parere non è più una combinazione.

    E' un'epidemia?


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  Banano on Wed Dec 21, 2011 10:41 am

    Agli scettici diamo il benefico della "prova in cieco"....e questa è l'unica volta che propono tale metodologia di valutazione, di solito la disprezzo...ma sti cavi di un certo tipo non rescono a non farsi notare!!!!

    .....hanno pure fatto la prova peggiore....il test della moglie!!! Laughing ...e ne son riusciti vincitori!!!! applausi cheers


    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  Massimo on Wed Dec 21, 2011 6:41 pm

    Luca58 wrote:

    E' un'epidemia?
    affraid affraid affraid affraid affraid


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  aircooled on Wed Dec 21, 2011 6:47 pm

    mi è arrivato un avviso di garanzia per presunto attentato alla salute pubblica


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  Geronimo on Wed Dec 21, 2011 7:04 pm

    aircooled wrote:mi è arrivato un avviso di garanzia per presunto attentato alla salute pubblica

    Attento che una volta gli untori li condannavano al rogo


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  iano on Wed Dec 21, 2011 7:34 pm

    aircooled wrote:

    il cavo è sempre stato erroneamente considerato passivo, altrettanto erroneo considerarlo attivo, il cavo è l'interfaccia di collegamento assimilabile, per peculiarità, ad un qualsiasi accoppiatore.



    Non credo di avere ben chiaro cosa sia passivo ed attivo...in elettronica.
    Però ho sentito ripetere mille volte che il cavo è un elemento passivo,e tale argomento viene tirato in ballo sistematicamente per certificare la infima influenza del cavo sul suono.
    Immagino che la logica seguita sia la seguente:
    -Un amplificatore,in quanto elemento attivo,influisce maggiormente sul suono in quanto fonte di possibile forte distrosione.
    Però mi sembra una logica sbagliata.
    Perchè se metto in serie al segnale una resistenza,elemento passivo,di milimegaultra Ohm l'influenza c'è e si sente.
    Allora la logica corretta è la seguente:
    -Sicomme i valori di RL&C del cavo sono trascurabili,sia che siano ottimizzati o anche voluatemnte estremizzati,allora il danno che potrà fare un cavo in termini di distorsioni sarà sempre a livelli risibili.

    Da ciò si deduce che conviene investire in un buon amplificatore,senza preoccuparsi della distorsione introdotta da un cavo.

    Più o meno con qualche imprecisione nella mia esposizione questo è quello che di oggettivo oggi conosciamo di un cavo di segnale.

    Le evidenze per alcuni però contrastano con tali dati oggettivi.
    Come è possibile?
    Il motivo è che,contrariamente a quanto molti credono, evidenza sensoriale ed oggettività scientifica non sono la stessa cosa quindi possono benissimo essere in contrasto fra loro.
    Allo stato attuale lo sono. sunny
    Da ciò deriva che tirare in ballo la suggestione per giustificare l'apparente contraddizione è operazione fuori luogo,se non scorretta,a meno che non si stia cercando un utile sintesi fra i dati oggettivi e le evidenze sensoriali.

    Ciao,Sebastiano.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  aircooled on Wed Dec 21, 2011 9:40 pm

    -Un amplificatore,in quanto elemento attivo,influisce maggiormente sul suono in quanto fonte di possibile forte distrosione.
    a parte che un cavo può distorcere ma io mi preuccuperei di più di quanto un cavo può far distorcere (più ad altre cosette) uno stadio finale fungendo da accoppiatore al carico


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  iano on Wed Dec 21, 2011 9:58 pm

    aircooled wrote:a parte che un cavo può distorcere ma io mi preuccuperei di più di quanto un cavo può far distorcere (più ad altre cosette) uno stadio finale fungendo da accoppiatore al carico
    Sarebbe come dire che solo al cavo di potenza è dato spradoneggiare sul suono,specie con ampli mal progettati?
    Tu sai bene che non è solo così e soprattutto non solo così se non secondo l'oggettività scientifica allo stato attuale sunny
    Le evidenze sensoriali dicono,a me,che non c'è differenza sostanziale nell'influenza fra un cavo di segnale e uno di potenza.
    Credo che bisogna cercare altrove.
    Non sò voi quale strada state percorrendo,magari siete già arrivati altrove
    Ciao,Sebastiano.

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  ema49 on Wed Dec 21, 2011 10:30 pm

    iano wrote:Sarebbe come dire che solo al cavo di potenza è dato spradoneggiare sul suono,specie con ampli mal progettati?
    Tu sai bene che non è solo così e soprattutto non solo così se non secondo l'oggettività scientifica allo stato attuale sunny
    Le evidenze sensoriali dicono,a me,che non c'è differenza sostanziale nell'influenza fra un cavo di segnale e uno di potenza.
    Credo che bisogna cercare altrove.
    Non sò voi quale strada state percorrendo,magari siete già arrivati altrove
    Ciao,Sebastiano.


    Con ampli non perfettamente progettati è sicuramente così. Esperienza fatta dal sottoscritto e avvalorata da Sentenza che mi consigliò di cambiare subito cavo. Cambiato cavo, suono tornato alla normalità.


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  aircooled on Wed Dec 21, 2011 11:51 pm

    iano wrote:
    aircooled wrote:a parte che un cavo può distorcere ma io mi preuccuperei di più di quanto un cavo può far distorcere (più ad altre cosette) uno stadio finale fungendo da accoppiatore al carico
    Sarebbe come dire che solo al cavo di potenza è dato spradoneggiare sul suono,specie con ampli mal progettati?
    Tu sai bene che non è solo così e soprattutto non solo così se non secondo l'oggettività scientifica allo stato attuale
    Le evidenze sensoriali dicono,a me,che non c'è differenza sostanziale nell'influenza fra un cavo di segnale e uno di potenza.
    Credo che bisogna cercare altrove.
    Non sò voi quale strada state percorrendo,magari siete già arrivati altrove
    Ciao,Sebastiano.
    hai un idea di cosa significa fare un esempio? oppure vogliamo parlare di cosa succede ad un buffer credi che sia poi cosi diverso tramettere un segnale di basso livello dal punto A al punto B

    non ho parlato di ampli mal progettati ho detto ben altro

    l'oggettività scientifica applicata a un cavo non so cosa sia non conosco studi (se non ho capito male saperusa sta facendo qualcosa di simile ma non essendo esperto in materia non so giudicare) ma so per certo che pochi sanno cosa è un cavo

    le evidenze sensoriali son roba tua su cui io nun entro

    se sei convinto che un cavo di potenza sia eguale a uno di interconnessione vai tranquillo progetta un unico cavo per tutto, anzi meglio se riesci a collegare un LP o un dischetto digitale direttamente tramite cavo al diffusore, ma potresti pure andare oltre collegandolo direttamente al timpano, al meglio del resto non c'è mai fine


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    A.P.S.
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 158
    Data d'iscrizione : 2011-08-22

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  A.P.S. on Thu Dec 22, 2011 10:33 am

    6°11'37'' S
    39°12'28''E

    questa la location, valigia molto leggera, è più il peso che porto addosso alla partenza, organizzato con vestito a cipolla.

    da 100mV a 2V esiste un'impennata e una ricaduta (cosa più importante) a fattore 20x

    Questo credo sia un dato accettato da chiunque, cosa vuole significare, che un cavo, con la sua XR interna deve compensare nella discesa e deve attivare nella risalita un'energia, cosa piuttosto facile se l'incremento è graduale, quand'esso non lo è cosa succede?

    Non sono preparato per intrecci ed isolamenti, mille volte ho detto che di questo non mi occupo, Non vi è ben chiaro un concetto, il cavo ha tre - semplificando - fattori, tutti e tre correlati da interazioni congiunte, penso che qualsiasi costruttore di elettronica elementare ha chiaro questo concetto.

    Come fate a non comprendere che la differenza in repentini sbalzi di grande entità -fattore 20 per capirsi- e piccolo periodo -da 0.05/sec fino a 0,00005/sec sono sentiti come enorme differenza di potenziale al di la del valore insito energetico?
    Aggiungo inoltre che -mi spiegano- non sempre si parla di 2V spesso esistono picchi di gran lunga maggiori.

    Detto questo annoiante prologo, ho due notizie maturate tra ieri sera e stanotte.

    Per chi volesse può imbastire un tavolo con aircooled per una dimostrazione che sto mettendo mentalmente a punto e che per ora vi chiedo cortesemente di tenerla come sola ipotesi dati fattori a voi scnosciuti ma non trascurabili, non garantisco fin d'ora la mia presenza, sicuramente ci sarà una persona che mi rappresenta per un test altamente pericoloso che NON prenderà in esame il cavo Airtech per un semplice e logico motivo.

    Io non ho lavorato nel segmento materiali/intrecci isolamenti bensi nel core che a quanto mi risulta è comune più o meno a tutti, onde evitare che vi siano pensieri di illecito convincimento, la prova airtech la lascio a voi, è quasi una sfida, che pongo dopo essermi spaventato nel cogliere cavi da 21000 euro -feci una chiamata per accertarmi della cosa e Aircooled fece anche un giochetto forse sporco, spero innocente, per far si che mi si venga cetificato non da esso, scusa Ema ) è ovvio che per purezza di test mi chiamo fuori dal proporre cavi portati da me, credo che abbia maggior certificazione se i cavi li porta qualcuno estraneo a tutto ciò, per mia tranqullità devo confessare che sarei lieto di fare delle prove in advanced avendo sempre affermato che io le differenze le ho lette ma mai sentite, non sono adiofilo, per quello che ci serviva ha funzionato, per l'audio siete voi che dite sia udibile, anche di questo ho cercato di farne caposaldo certo che nel regresso dei miei scritti sia certificato.

    La seconda è che io fin da ora mi deresponsabilizzo -essendomi spaventato dai prezzi in gioco - da eventuali rivalse che il fornitore del cavo volesse intendere in quanto è comprensibile che la prova viene fatta non in ceco (metodo ortodosso) ma in luce con due cavi di identica fattura certificata da chi li porta a cui uno viene eseguito il trattamento

    Di tutto questo aircooled è all'oscuro e credo gli prenderà un colpo, ma è quanto mi sembra giusto fare,.

    Petulante ribadisco che ora è solo un saggio di idea suscettibile di variazione, se la cosa potesse interessare questa sarebbe la mia proposta immaturata or ora.

    Leggermente ho perso il filo del discorso, per ora penso possa bastare, la mia testa è attualmente ferma a: 6°11'37'' S
    39°12'28''E



    Ospite
    Guest

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  Ospite on Thu Dec 22, 2011 10:51 am

    anonimo per scelta wrote:
    .... per quello che ci serviva ha funzionato...

    quando saranno resi pubblici tali relazioni e dove... saono curioso di sapere dove è stato applicato tale marchingegno.

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  ema49 on Thu Dec 22, 2011 11:05 am

    anonimo per scelta wrote:6°11'37'' S
    39°12'28''E

    questa la location, valigia molto leggera, è più il peso che porto addosso alla partenza, organizzato con vestito a cipolla.

    da 100mV a 2V esiste un'impennata e una ricaduta (cosa più importante) a fattore 20x

    Questo credo sia un dato accettato da chiunque, cosa vuole significare, che un cavo, con la sua XR interna deve compensare nella discesa e deve attivare nella risalita un'energia, cosa piuttosto facile se l'incremento è graduale, quand'esso non lo è cosa succede?

    Non sono preparato per intrecci ed isolamenti, mille volte ho detto che di questo non mi occupo, Non vi è ben chiaro un concetto, il cavo ha tre - semplificando - fattori, tutti e tre correlati da interazioni congiunte, penso che qualsiasi costruttore di elettronica elementare ha chiaro questo concetto.

    Come fate a non comprendere che la differenza in repentini sbalzi di grande entità -fattore 20 per capirsi- e piccolo periodo -da 0.05/sec fino a 0,00005/sec sono sentiti come enorme differenza di potenziale al di la del valore insito energetico?
    Aggiungo inoltre che -mi spiegano- non sempre si parla di 2V spesso esistono picchi di gran lunga maggiori.

    Detto questo annoiante prologo, ho due notizie maturate tra ieri sera e stanotte.

    Per chi volesse può imbastire un tavolo con aircooled per una dimostrazione che sto mettendo mentalmente a punto e che per ora vi chiedo cortesemente di tenerla come sola ipotesi dati fattori a voi scnosciuti ma non trascurabili, non garantisco fin d'ora la mia presenza, sicuramente ci sarà una persona che mi rappresenta per un test altamente pericoloso che NON prenderà in esame il cavo Airtech per un semplice e logico motivo.

    Io non ho lavorato nel segmento materiali/intrecci isolamenti bensi nel core che a quanto mi risulta è comune più o meno a tutti, onde evitare che vi siano pensieri di illecito convincimento, la prova airtech la lascio a voi, è quasi una sfida, che pongo dopo essermi spaventato nel cogliere cavi da 21000 euro -feci una chiamata per accertarmi della cosa e Aircooled fece anche un giochetto forse sporco, spero innocente, per far si che mi si venga cetificato non da esso, scusa Ema ) è ovvio che per purezza di test mi chiamo fuori dal proporre cavi portati da me, credo che abbia maggior certificazione se i cavi li porta qualcuno estraneo a tutto ciò, per mia tranqullità devo confessare che sarei lieto di fare delle prove in advanced avendo sempre affermato che io le differenze le ho lette ma mai sentite, non sono adiofilo, per quello che ci serviva ha funzionato, per l'audio siete voi che dite sia udibile, anche di questo ho cercato di farne caposaldo certo che nel regresso dei miei scritti sia certificato.

    La seconda è che io fin da ora mi deresponsabilizzo -essendomi spaventato dai prezzi in gioco - da eventuali rivalse che il fornitore del cavo volesse intendere in quanto è comprensibile che la prova viene fatta non in ceco (metodo ortodosso) ma in luce con due cavi di identica fattura certificata da chi li porta a cui uno viene eseguito il trattamento

    Di tutto questo aircooled è all'oscuro e credo gli prenderà un colpo, ma è quanto mi sembra giusto fare,.

    Petulante ribadisco che ora è solo un saggio di idea suscettibile di variazione, se la cosa potesse interessare questa sarebbe la mia proposta immaturata or ora.

    Leggermente ho perso il filo del discorso, per ora penso possa bastare, la mia testa è attualmente ferma a: 6°11'37'' S
    39°12'28''E



    Sentenza gioca sempre sporco..
    Detto questo, ti posso assicurare che esistono in commercio tanti cavi con prezzi da 40.000 Euro la coppia.
    E' strano il nostro mondo...i furbi abbondano.


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  aircooled on Thu Dec 22, 2011 11:11 am

    è sottinteso che la prova in chiaro sarà del solo ascolto, il modo di trattare la relativa macchina devitalizzante non sarà minimamente visibile cosi come le modalità


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    lupocerviero
    Puppologo

    Numero di messaggi : 6433
    Data d'iscrizione : 2011-02-22
    Età : 42
    Località : Regno delle due Sicilie

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  lupocerviero on Thu Dec 22, 2011 11:12 am

    ema49 wrote:

    Sentenza gioca sempre sporco..
    Detto questo, ti posso assicurare che esistono in commercio tanti cavi con prezzi da 40.000 Euro la coppia.
    E' strano il nostro mondo...i furbi abbondano.



    furbo chi li vende o cogl... Neutral chi li compra?

    Laughing

    A.P.S.
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 158
    Data d'iscrizione : 2011-08-22

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  A.P.S. on Thu Dec 22, 2011 11:12 am

    scrondo wrote:

    quando saranno resi pubblici tali relazioni e dove... saono curioso di sapere dove è stato applicato tale marchingegno.

    come è possibile che non riesca a darle del tu? non la prenda a male, ma con lei mi sento sempre inquisito.

    Le dico per l'ennesima volta che non è un marchingenio che si applica, bensi un trattamento particolarmente tarato ed espressamente calbrato proveninete da un macchinario -questo per completezza-

    i chiede dove leggere la cosa per attigere info?

    Non è possibile dare questi tipo di informazione, non per segretezza ma in quanto è facente parte di un comoplesso di lavoro di cui la parte che mi par essere di suo interesse non è slegabile al resto.

    La mortifico ancor di più, non credo che mai avrà luce l'apparato, è stato fatto solo ed esclusivamente per la risoluzione di un problema, non oggetto di obbiettivo, per assurdo che le possa sembrare questa che vede è forse l'unica scappatoia legale che tale oggetto ha per venir in luce, vvero aggregarsi ad altro progetto definito, ma di quest non deve chiedere a me.

    Sono spiacente, non la prenda a male, la reputo persona seria e non mi illudo di essere preso altrttato seriamente, lavori piuttosto alla cosa seguendone i passi piuttosto che saltare passaggi.


    _________________
    A P S

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  aircooled on Thu Dec 22, 2011 11:47 am

    il devitalizzatore è solo di AIRTECH che nun scuce parola con nessuno, chi vuole può semplicemente inseguire

    il massimo della mia disponibilità può arrivare a fare trattamenti a chi richiede, privato o produttore che sia, tutto il resto rimane racchiuso nella mia tana


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  ema49 on Thu Dec 22, 2011 11:50 am

    lupocerviero wrote:



    furbo chi li vende o cogl... Neutral chi li compra?

    Laughing
    chi ha i soldi non è mai un coglione, solo un po' eccentrico.. Laughing


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  ema49 on Thu Dec 22, 2011 11:55 am

    aircooled wrote:il devitalizzatore è solo di AIRTECH che nun scuce parola con nessuno, chi vuole può semplicemente inseguire

    il massimo della mia disponibilità può arrivare a fare trattamenti a chi richiede, privato o produttore che sia, tutto il resto rimane racchiuso nella mia tana

    mettici il botolo di guardia, un cagnaccio non fa mai male..tanto è sempre lì da te a romperti le balle, almeno si guadagna l'osso della chianina.. Laughing Laughing Laughing Laughing


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  iano on Thu Dec 22, 2011 3:09 pm

    aircooled wrote:

    se sei convinto che un cavo di potenza sia eguale a uno di interconnessione vai tranquillo progetta un unico cavo per tutto[/img]
    E' da anni che l'ho fatto.
    E' siccome funziona,questa è per me soggettivamente la prova che RL&C non sono la causa principale delle differenze percepite coi vari cavi.
    Un'altra prova soggettiva,cioè valida per me,è il fatto che quello che ho ottenuto l'ho ottenuto senza fare una sola misura di RL&C.
    Ciao,Sebastiano.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  aircooled on Thu Dec 22, 2011 3:21 pm

    la prova che RL&C non sono la causa principale delle differenze percepite coi vari cavi.
    infatti solo gli elettricisti sostengono questo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: parlando di cavi la filosofia AIRTECH

    Post  Pazzoperilpianoforte on Thu Dec 22, 2011 3:38 pm

    Io vorrei fare solo una osservazione.

    Fermo restando che tecnicamente non sono ferrato sui cavi, io penso che ci siano due differenti modi di approcciare il discorso cavo all'interno di un sistema audio.

    Quello di Anonimo e di Air è logicamente a prova di bomba, e filosoficamente (nonché scientificamente, cosa più importante) corretto: il compito del cavo è quello di non esserci. Il cavo migliore è quello che non tocca (non altera) il segnale in nessuno dei suoi parametri. Il cavo non deve suonare, il cavo non deve equalizzare. Allo stesso modo un apparecchio deve essere perfetto (lineare) in sé e non necessitare di un cavo che con le sue imperfezioni renda l'abbinata bensuonante o attendibile. E lo stesso dicasi per gli impianti e per l'insieme impianto-ambiente.

    In ambito Hi-Fi esiste un altro pensiero, che invece considera il cavo reale un imperfetto mezzo di connessione (perchè intrinsecamente ed inevitabilmente alterante il segnale che vi passa), e quindi considera il cavo una sorta di componente al pari degli altri e che quindi deve essere abbinato agli altri affinché il quid di prestazioni complessivo della catena sia valido musicalmente.

    Io definirei il primo approccio "scientifico", il secondo "pragmatico". Il primo tende a creare componenti ed accessori intrinsecamente lineari (e tanto migliori quando meglio approssimano questa linearità ideale), il secondo tenta di sfruttare le imperfezioni reali degli oggetti audio al fine di ottenere comunque catene il cui rendimento complessivo sia superiore sonoramente alla somma delle qualità delle singole parti.

    L'approccio "pragmatico", badate bene, è forse tipico solo del mondo audio o comunque di pochissimi altri ambiti che abbiano a che fare con la tecnica.

    E' inutile dire che chi ha un impianto costruito alla "pragmatica" troverà un cavo alla "scientifica" come una delle peggiori scoperte della tecnica, così come uno che ha un impianto costruito "alla scientifica" troverà un cavo realizzato "alla pragmatica" come uno delle peggiori mostruosità che l'uomo abbia mai prodotto... Laughing Laughing

    Io credo che un approccio "scientifico" che finalmente producesse un cavo realmente approssimante l'ideale linearità sarebbe un enorme passo avanti per tutti... indipendentemente da quale cavo si finisca per usare nel nostro impianto.


    Last edited by Pazzoperilpianoforte on Thu Dec 22, 2011 3:46 pm; edited 1 time in total


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

      Current date/time is Wed Dec 07, 2016 1:29 pm