Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Prog e dintorni - Pagina 13
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Prog e dintorni


ispanico
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2802
Data d'iscrizione : 18.08.11

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da ispanico il Gio Feb 13 2020, 00:15

Non è un prog ma l'ho posto ugualmente scusandomene ma è troppo bello. Arrivato ieri in Shm cd insieme agli Strawbs.

[img]Prog e dintorni - Pagina 13 R-828211[/img]
L'autore di questo messaggio è stato bannato dal forum - Mostra il messaggio
ispanico
ispanico
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2802
Data d'iscrizione : 18.08.11
Età : 58
Località : pr. di Padova

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da ispanico il Gio Feb 13 2020, 10:20

Se si ha pazienza sulla baia si trovano chicche interessanti, ma gli UHQCD mi hanno davvero sorpreso proprio per la loro qualità al di fuori del genere musicale che ben sappiamo non essere "audiofilo" secondo molti...ma chissenefrega....il prog è e resterà per sempre fantastico.  Prog e dintorni - Pagina 13 650957


_________________
Saluti da Maurizio
___________________________________________________________________________________________
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7886
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da RockOnlyRare il Gio Feb 13 2020, 11:43

@ispanico ha scritto:Mi sono regalato questo classico "d'epoca" che volevo da tempo su cd e non è neanche male come remaster devo dire.
Grande disco. 

Prog e dintorni - Pagina 13 <a href=Prog e dintorni - Pagina 13 R-112210" />
Gli strawbs sono un gruppo straordinario di cui ho gran parte della discografia in vinile (perlomeno fino agli anni 80), per inciso è il primo gruppo in cui ha suonato il mitico Wakeman.
E' vero che secondo me l'etichetta del prog è "relativa", nel senso che il gruppo parte come gruppo folk, con una serie di influenze che nel corso della carriera li porta a sonorità che hanno parecchi punti in contatto con il prog, e non solo per la presenza di Wakeman. Comunque prog o meno è un grande gruppo che merita di essere riscoperto


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7886
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da RockOnlyRare il Gio Feb 13 2020, 11:48

@ispanico ha scritto:Comunque alla fine l'ho preso sulla baia nuovo, devo anche dire che non mi aspettavo questa qualità da questi formati...invece merita di brutto.

Prog e dintorni - Pagina 13 <a href=Prog e dintorni - Pagina 13 S-l16010" />

Io ho la rimasterizzazione in hi-res di Wilson del box dei 5 album "storici" da Yes album a Relayer, e devo dire che è straordinaria, pur conoscendo a memoria questi album me la sarò riascoltate una decina di volte. Non ho provato il confronto hi-res vs vinile originale ma non sarei sorpreso se fosse meglio il digitale (o se preferiamo l'edizione remixata rispetto all'originale come quella che hai avuto la fortuna di trovare, che come per i Genesis, non penso che avesse espresso la massima potenzialità dal punto di vista "hi-fi" dell'incisione.


Ultima modifica di RockOnlyRare il Gio Feb 13 2020, 11:53, modificato 1 volta


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7886
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da RockOnlyRare il Gio Feb 13 2020, 11:51

@ispanico ha scritto:Non è un prog ma l'ho posto ugualmente scusandomene ma è troppo bello. Arrivato ieri in Shm cd insieme agli Strawbs.

Prog e dintorni - Pagina 13 <a href=Prog e dintorni - Pagina 13 R-828211" />


Beh è comunque un classico senza tempo....


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
ispanico
ispanico
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2802
Data d'iscrizione : 18.08.11
Età : 58
Località : pr. di Padova

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da ispanico il Gio Feb 13 2020, 18:41

Ciao Rock, lieto di ritrovarti. È sempre un piacere interagire con chi di musica ne capisce.

In effetti CTTE degli Yes è proprio il remix di Wilson quello che ho preso in questo formato.

Per gli Strawbs me li sto riascoltando dopo decenni e se riesco me ne accaparro qualche altro...ero troppo giovane quando mio fratello me li faceva ascoltare sul suo impianto a suo tempo, per la musica e i musici...conosco l'ascesa di Wakeman fin da quando era con loro, semplicemente un GRANDE con le loro ballate tipicamente folk.

Inutile illudersi ormai, penso che tolto un manipolo di artisti che ancora si danno da fare in questo ambito e sopratutto genere musicale siamo sommersi dal commerciale di bassa lega (mia personale opinione) e che quindi se ci vogliamo ascoltare della buona Musica proprio con la m maiuscola quella dei bei tempi andati non ci resta che aggrapparsi a questi capolavori e magari se si ha fortuna trovarli a costi ragionevoli con stampe migliori dell'epoca viste le tecniche musicali migliori di un tempo....sopratutto per vinilisti come voi.  cheers


_________________
Saluti da Maurizio
___________________________________________________________________________________________
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7886
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da RockOnlyRare il Ven Feb 14 2020, 09:43

@ispanico ha scritto:Ciao Rock, lieto di ritrovarti. È sempre un piacere interagire con chi di musica ne capisce.

In effetti CTTE degli Yes è proprio il remix di Wilson quello che ho preso in questo formato.

Per gli Strawbs me li sto riascoltando dopo decenni e se riesco me ne accaparro qualche altro...ero troppo giovane quando mio fratello me li faceva ascoltare sul suo impianto a suo tempo, per la musica e i musici...conosco l'ascesa di Wakeman fin da quando era con loro, semplicemente un GRANDE con le loro ballate tipicamente folk.

Inutile illudersi ormai, penso che tolto un manipolo di artisti che ancora si danno da fare in questo ambito e sopratutto genere musicale siamo sommersi dal commerciale di bassa lega (mia personale opinione) e che quindi se ci vogliamo ascoltare della buona Musica proprio con la m maiuscola quella dei bei tempi andati non ci resta che aggrapparsi a questi capolavori e magari se si ha fortuna trovarli a costi ragionevoli con stampe migliori dell'epoca viste le tecniche musicali migliori di un tempo....sopratutto per vinilisti come voi.  cheers

Grazie per le bellissime parole. Nel caso degli Stawbs se cerchi qualcosa dai ovviamente la precedenza ai lavori del periodo d'oro della band (quello che hai postato). I primi due album sono bellissimi ma folk al 95%, con alcune ballate da sogno, poi dopo l'uscita di Wakeman ci sono ancora 2-3 album eccelllenti per poi calare vistosamente negli anni successivi.

In merito ad artisti validi in ambito rock, ce ne sono molti di più di quanto si pensa, il guaio ENORME è che è quasi impossibile scovarli, perchè il 90% di costoro non si trovano nei negozi ma solo direttamente sul sito dell'artista o al massimo su Bandcamp, Cdbaby, Emusic ed ovviamente sui vari Social.
Spesso gli album si trovano solo in formato liquido-. Se vuoi un po' di segnalazioni mandami un PM


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
ispanico
ispanico
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2802
Data d'iscrizione : 18.08.11
Età : 58
Località : pr. di Padova

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da ispanico il Ven Feb 14 2020, 15:13

Ti ringrazio.


_________________
Saluti da Maurizio
___________________________________________________________________________________________
Barone Birra
Barone Birra
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 866
Data d'iscrizione : 11.05.18

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da Barone Birra il Dom Mag 03 2020, 15:02

Prog e dintorni - Pagina 13 1rkIDDi


Spock's Beard - Brief Nocturnes and Dreamless Sleep (2013)

Gli Spock's Beard sono certamente una delle band principali del movimento prog-rock americano degli ultimi 30 anni, con alcuni album monumentali nel "secolo scorso"; tuttavia subirono un colpo micidiale con l'abbandono del leader/cantante/factotum Neal Morse, al seguito della sua crisi mistica che l'ha portato a darsi al rock cristiano.
L'impatto maggiore fu dal punto di vista compositivo, in quanto NM era responsabile di quasi tutto il lavoro.
Ma con questo disco del 2013, ecco tornare nuovamente i tempi d'oro (grande impianto melodico, passaggi epici, ampio spazio solistico), con il nuovo cantante Ted Leonard e l'apporto compositivo del produttore John Boegehold.
Il risultato? Un'oretta di musica memorabile, probabilmente fra i dischi di hard rock migliori degli ultimi 10 anni.







_________________
Ascoltofoni:
ZMF Vérité LTD / Focal Utopia / Final D8000 / Fostex TH909 / Sony Z1R / Sennheiser HD800 / Grado GH3 / Audeze iSine 10
Bryston BHA-1 / IFI Pro iCAN / Feliks-Audio Euforia
Benchmark DAC3 HGC / Roksan Caspian M2 / A&K Kann / Denon DVD 2200 / Micromega Stage 4
Cairn 4808 Upgraded / Wadia A102 / Sonus Faber Concertino
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7886
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da RockOnlyRare il Ven Mag 08 2020, 12:59

molto interessane approfondirò, Neal Morse mi piace molto da sempre


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
Barone Birra
Barone Birra
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 866
Data d'iscrizione : 11.05.18

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da Barone Birra il Sab Ago 29 2020, 22:10

Prog e dintorni - Pagina 13 YhgFkAm Qui siamo davvero nei "dintorni", comunque...


Jaga Jazzist - Pyramid (2020)

A cinque anni dal precedente Starfire, tornano i norvegesi Jaga Jazzist con un album tanto bello quanto piacevolmente ascoltabile.
I JJ, creati negli anni '90 dai fratelli Horntveth, sono stati pionieri di un sound ibrido fra la big band jazz sperimentale, il lounge, post-rock, influssi elettronici cinematici: hanno insomma spaziato nel corso del tempo costeggiando vari stili di una stessa idea musicale.

Questo nuovo disco sforna un suono molto fluido, ipnotico, quasi un ibrido fra atmosfere "spaziali" ambient e progressioni ritmiche vive e pulsanti. Non saprei quindi se definirlo rilassante o energetico...
E' composta da soli 4 brani, ma molto lunghi (i singoli sono edit di quattro minuti per utilizzo radiofonico), costruiti come evoluzione di un tema, il solo parzialmente differente è The Shrine, che un po' ricorda i lavori solisti di Joe Zawinul (il mitico tastierista dei Weather Report).







_________________
Ascoltofoni:
ZMF Vérité LTD / Focal Utopia / Final D8000 / Fostex TH909 / Sony Z1R / Sennheiser HD800 / Grado GH3 / Audeze iSine 10
Bryston BHA-1 / IFI Pro iCAN / Feliks-Audio Euforia
Benchmark DAC3 HGC / Roksan Caspian M2 / A&K Kann / Denon DVD 2200 / Micromega Stage 4
Cairn 4808 Upgraded / Wadia A102 / Sonus Faber Concertino
Barone Birra
Barone Birra
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 866
Data d'iscrizione : 11.05.18

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da Barone Birra il Sab Set 19 2020, 10:19

Prog e dintorni - Pagina 13 TpfSrqY

Prog e dintorni - Pagina 13 F1mAuna


Ihsahn - Telemark (2020)
Ihsahn - Pharos (2020)

Vegard Tveitan è un ragazzetto della sconsolata provincia norvegese, fan degli Iron Maiden, che, con lo pseudonimo di Ihsahn, agli inizi degli anni '90 fonda gli Emperor, una band che diventerà di culto e farà parte del fenomeno black metal scandinavo.

Tale movimento prenderà una deriva satanista, ma più perché c'erano un sacco di teppisti imbecilli, che per oscure motivazioni.
Non lesinarono partecipazione neppure i primi membri degli Emperor: uno finì in galera per l'accoltellamento di un omosessuale, un altro per profanazione di cimiteri e incendio di chiese, un terzo pensò bene di scappare dalla nazione e rendersi irreperibile, prima che le forze dell'ordine bussassero alla sua porta.

Ma Ihsahn no, non era un balordo e preferì concentrarsi sulla musica, tanto che quando sciolse gli Emperor e abbracciò la carriera solista, era in grado di scrivere, produrre, cantare e suonare completamente da solo i suoi album, a parte la batteria che affidava a un turnista (e ovviamente diversi ospiti). La sua ricerca musicale lo portò anche a espandere gli interessi, passando da un black metal sinfonico a qualcosa più sfaccettato, progressive, sperimentale, negli ultimi dischi anche al confine con elettronica e post rock.
Bellissimo ad esempio Arktis del 2016.

Questi di cui vi parlo oggi, sono due EP di 5 brani ciascuno (tre tracce originali e due cover) usciti quest'anno, e rendono davvero esplicita la doppia anima di Ihsahn.
Telemark è profondamente rock-metal, elettrico e potente, come cover abbiamo un omaggio ai suoi idoli giovanili (Wrathchild degli Iron Maiden) e l'emblematica Rock And Roll is Dead di Lenny Kravitz.
Pharos, d'altro canto, è dilatato, più accessibile, umorale e malinconico, nelle cover troviamo il trip-hop dei britannici Portishead e addirittura Manhattan Skyline dei miti del pop norvegese, gli A-ha. Fra l'altro questa è cantata (come vedrete nei link sotto) da Einar Solberg dei Leprous, incidentalmente il cognato.

Da Telemark






Da Pharos



Barone Birra
Barone Birra
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 866
Data d'iscrizione : 11.05.18

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da Barone Birra il Lun Set 28 2020, 02:36

Prog e dintorni - Pagina 13 CXtVCgj

Ayreon - Transitus (2020)

Ed ecco qui il nuovo Ayreon, un (doppio) album che consiglio senza remore!

Gli Ayreon, se non li conoscete, sono una band stranissima: in pratica il progetto solistico del compositore e chitarrista olandese Arjen Lucassen, il quale però non fa musica "normale", ma la declina al concept album con filo narrativo, se non proprio alla rock opera, spesso dai temi fantascientifici.
Questo Terminus non fa eccezione, è un'opera metal, con tanto di narratore a introdurre le varie fasi della storia.

Ecco, proprio la storia è una variante per Lucassen, perché è ambientata nell'800, ed è incentrata su una coppia di innamorati, Daniel e Abby. Il "problema" è che Daniel è un giovanotto di buona famiglia, Abby una ragazza di colore, quindi l'unione viene osteggiata.
Ora, il povero Daniel perisce fra le fiamme e, mentre Abby viene accusata dell'accaduto, finisce a Terminus, una specie di limbo ultraterreno dove viene accolto dall'Angelo della Morte. Vabbe', il resto ve lo risparmio, non è che sia 'sto capolavoro concettuale... tuttavia tale melodrammone viene sfruttato per accorate prestazioni canore.

Infatti ogni personaggio viene rappresentato da un cantante diverso, tutti con prestazioni di assoluto valore, a partire da Cammie Gilbert nel ruolo di Abby e Tommy Karevik in quello di Daniel.
Non mancano comparsate imprevedibili, tipo quella di Dee Snyder dei Twisted Sister! Pensavo fosse in una cripta Razz
I musicisti non sono da meno in quanto a esecuzione, qui troviamo pure Joe Satriani e Marty Friedman. Molto buona anche la registrazione. Dura un'ora e venti, e alterna tracce di collegamento, piccole suite, ad altri che funzionerebbero a sé stanti, con alcuni temi ricorrenti.









_________________
Ascoltofoni:
ZMF Vérité LTD / Focal Utopia / Final D8000 / Fostex TH909 / Sony Z1R / Sennheiser HD800 / Grado GH3 / Audeze iSine 10
Bryston BHA-1 / IFI Pro iCAN / Feliks-Audio Euforia
Benchmark DAC3 HGC / Roksan Caspian M2 / A&K Kann / Denon DVD 2200 / Micromega Stage 4
Cairn 4808 Upgraded / Wadia A102 / Sonus Faber Concertino
Barone Birra
Barone Birra
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 866
Data d'iscrizione : 11.05.18

Prog e dintorni - Pagina 13 Empty Re: Prog e dintorni

Messaggio Da Barone Birra Ieri alle 03:11

Prog e dintorni - Pagina 13 EnnpqLn

Devin Townsend - Empath (2019)

Il canadese Devin Townsend è spesso definito il Frank Zappa del metal, per le sue numerose e poliedriche idee musicali, ancorate su radici progressive metal abbastanza schizzate, così come la sua personalità.
E' un personaggio di indubbio talento, ma così dispersivo e imprevedibile che non mi ha mai convinto fino in fondo. Tuttavia, forse come mai prima d'ora, questo Empath (uno dei pochi dischi esclusivamente a suo nome solista degli ultimi anni) mi ha assolutamente catturato, perché è perfettamente a fuoco.
Forse perché tutti i suoi stili sono presenti su un unico album, e non ha "fisicamente" tempo per trascinarli in inutili divagazioni (come invece avviene nel disco bonus allegato all'edizione deluxe).

Questo Empath contiene musica di assoluto rilievo: ai primi ascolti potrebbe apparire un crogiolo caotico che passa di palo in frasca, ma attentamente goduto si rivela un mezzo capolavoro. Dal prog-burlesque di Why? al thrash di Hear Me, attraverso intermezzi sinfonico-corali il passo è lungo, ma incredibilmente coeso, funzionale e intrigante. Il brano finale, Singularity, nei suoi 23 minuti è quasi una summa/riassunto dell'intero disco, ma il mio preferito è probabilmente Borderlands col suo... country-electro-metal??
Musicisti di prim'ordine, vale la pena almeno citarne un paio che suonarono davvero con Zappa, ovvero Mike Keneally a chitarre e tastiere e l'incredibile batterista svedese Morgan Agren, incredibile perché costretto ad alcuni passaggi con la doppia cassa così veloci da dubitare che possa uscirne vivo da un'intero concerto live Laughing C'è anche un cameo di Steve Vai.








_________________
Ascoltofoni:
ZMF Vérité LTD / Focal Utopia / Final D8000 / Fostex TH909 / Sony Z1R / Sennheiser HD800 / Grado GH3 / Audeze iSine 10
Bryston BHA-1 / IFI Pro iCAN / Feliks-Audio Euforia
Benchmark DAC3 HGC / Roksan Caspian M2 / A&K Kann / Denon DVD 2200 / Micromega Stage 4
Cairn 4808 Upgraded / Wadia A102 / Sonus Faber Concertino

    La data/ora di oggi è Gio Ott 22 2020, 23:41