Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.


pluto
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 26937
Data d'iscrizione : 05.10.10

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da pluto Lun Feb 24 2014, 21:32

Be ci sono donne che hanno la voce un po' maschile

Mia moglie x es, quando mi fa il mazzo, sembra un baritono  Laughing Laughing 
Lupo63
Lupo63
Advent Doped

Numero di messaggi : 374
Data d'iscrizione : 05.05.12
Località : Milano

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Lupo63 Lun Feb 24 2014, 21:43

Al tempo che fu...esistevano uomini soprano e pare fossero castrati, a questo punto mi chiedo cosa fanno alle donne tenore?? Cristiano scusa non ho resistito...evidentemente ti sei confuso... A meno che la tua amica non sia la donna barbuta


_________________
Double-stacked Advents
gciraso
gciraso
Strizzacervelli
Strizzacervelli

Numero di messaggi : 3720
Data d'iscrizione : 06.06.13
Età : 67
Località : Padova

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da gciraso Lun Feb 24 2014, 22:06

Giusto per capirsi  sunny 

Anche se molto in linea di massima

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Scherm78


_________________
Giovanni

E leggetelo 'sto regolamento!!!

ze inutile ragionar coi mussi, te perdi tempo e te infastidissi la bestia
criMan
criMan
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1218
Data d'iscrizione : 25.11.11
Località : Velletri (Roma)

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da criMan Mar Feb 25 2014, 17:55

Ho detto tenore !!! ok !!
evidentemente e' sbagliato il termine... te pareva...

fa spettacoli di musica "classica" (in realta' non so' la definizione precisa) in cui e' la voce principale  Embarassed 
e c'e' il coro intorno.

Come si chiamano ??

PS : Attenti a prenderla in giro e' alta un metro e ottanta e cia' due spalle...  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 650957 
Se mena mena forte....  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 921419


_________________
Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3
criMan
criMan
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1218
Data d'iscrizione : 25.11.11
Località : Velletri (Roma)

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da criMan Mar Feb 25 2014, 17:58

So' proprio ingnorantone !  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 650957 



_________________
Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3
gciraso
gciraso
Strizzacervelli
Strizzacervelli

Numero di messaggi : 3720
Data d'iscrizione : 06.06.13
Età : 67
Località : Padova

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da gciraso Mar Feb 25 2014, 19:02

Donne, in ordine crescente di altezza del timbro:
contralto, mezzo-soprano, soprano

Uomini, dal più basso al più alto:
Basso, baritono, tenore (poi ci sarebbe anche il controtenore o contraltista, ma non complichiamo troppo la cosa)  sunny


_________________
Giovanni

E leggetelo 'sto regolamento!!!

ze inutile ragionar coi mussi, te perdi tempo e te infastidissi la bestia
criMan
criMan
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1218
Data d'iscrizione : 25.11.11
Località : Velletri (Roma)

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da criMan Mar Feb 25 2014, 20:06

Che figuraccia , l'ho chiamata e gli ho detto tutto ... si e' messa a ridere
ha detto che e' mezzo soprano  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 650957 



_________________
Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3
makyo1974
makyo1974
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 279
Data d'iscrizione : 12.10.13
Età : 48
Località : Garbagna

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da makyo1974 Sab Mar 01 2014, 10:30

gciraso ha scritto:Giusto per capirsi  sunny 

Anche se molto in linea di massima

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Scherm78
sempre preciso e conciso  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 704751 
criMan
criMan
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1218
Data d'iscrizione : 25.11.11
Località : Velletri (Roma)

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da criMan Lun Mar 03 2014, 18:59

Volevo solo aggiornarvi che stasera dopo l'ennesimo ascolto ho preso una decisione...
passo,
lascio perdere non sono pienamente convinto.

So' che mi sto' perdendo qualcosa perche' il vinile e' un modo diverso di ascoltare musica , domenica ho avuto anche la
possibilta' di riascoltare un set up analogico di livello ma qui permane in me solo la sensazione che sono di fronte a
2 modi imperfetti di ascoltare musica.
Sbagliero' , forse piu' avanti tornero' sui miei passi ... ma nella mia capoccia questo penso.
Questo tour de force mi ha fatto capire molte cosucce sul vinile e molte altre del CD (mitigate molto da ottimi SACD) ma certo
sembrano quasi complementari.
Sempre per me.
Il signore in cui sono stato a casa domenica ha tantissimi vinili e CD e anche lui propende per il vinile .. ed e' molto orgoglioso del
suo sistema multibraccio a 2 testine di cui francamente ignoro modello e marca a me interessava solo concentrarmi nell'ascolto e
togliere il disturbo prima possibile ...

Poi non so' , troppo sbattimento per me. Mi sono impegnato ,, ho lavato i vinili per sentire meno scrocchi e fruscii possibili.
Ho fatto tutto con il massimo rispetto . La testina tracciava a circa 2gr e mi ha detto che va bene per sentire meno rumori dal
vinile meno bene invece per l'usura del vinile stesso..

Qualche dubbio ce l'ho , ho capito cosa puo' dare un gira economico e uno di ottimo livello , lo stesso proprietario per quanto contento
del vinile non se la sente di avere una sola sorgente come cercasse qualcosa in una e qualcosa nell'altra tipologia.
Secondo me non va bene avere 2 tipi di sorgenti a loro modo imperfette me ne basta una .
La mia ipotesi e' che l'alta risoluzione e il sacd per molti aspetti livellino le prestazioni con l'analogico dove e' piu' forte.
Poi mai dire mai.
Questa e' la mia opinione.
Ringrazio tutti per i consigli e sopratutto Lupo.


_________________
Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3
Nimalone65
Nimalone65
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2594
Data d'iscrizione : 11.12.10
Località : Roma

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Nimalone65 Lun Mar 03 2014, 19:39

criMan ha scritto:Volevo solo aggiornarvi che stasera dopo l'ennesimo ascolto ho preso una decisione...
passo,
lascio perdere non sono pienamente convinto.

So' che mi sto' perdendo qualcosa perche' il vinile e' un modo diverso di ascoltare musica , domenica ho avuto anche la
possibilta' di riascoltare un set up analogico di livello ma qui permane in me solo la sensazione che sono di fronte a
2 modi imperfetti di ascoltare musica.
Sbagliero' , forse piu' avanti tornero' sui miei passi ... ma nella mia capoccia questo penso.
Questo tour de force mi ha fatto capire molte cosucce sul vinile e molte altre del CD (mitigate molto da ottimi SACD) ma certo
sembrano quasi complementari.
Sempre per me.
Il signore in cui sono stato a casa domenica ha tantissimi vinili e CD e anche lui propende per il vinile .. ed e' molto orgoglioso del
suo sistema multibraccio a 2 testine di cui francamente ignoro modello e marca a me interessava solo concentrarmi nell'ascolto e
togliere il disturbo prima possibile ...

Poi non so' , troppo sbattimento per me. Mi sono impegnato ,, ho lavato i vinili per sentire meno scrocchi e fruscii possibili.
Ho fatto tutto con il massimo rispetto . La testina tracciava a circa 2gr e mi ha detto che va bene per sentire meno rumori dal
vinile meno bene invece per l'usura del vinile stesso..

Qualche dubbio ce l'ho , ho capito cosa puo' dare un gira economico e uno di ottimo livello , lo stesso proprietario per quanto contento
del vinile non se la sente di avere una sola sorgente come cercasse qualcosa in una e qualcosa nell'altra tipologia.
Secondo me non va bene avere 2 tipi di sorgenti a loro modo imperfette me ne basta una .
La mia ipotesi e' che l'alta risoluzione e il sacd per molti aspetti livellino le prestazioni con l'analogico dove e' piu' forte.
Poi mai dire mai.

Questa e' la mia opinione.
Ringrazio tutti per i consigli e sopratutto Lupo.

E' esattamente la mia posizione.

Come te reputo , per le mie esigenze la versatilità dei sacd più che sufficiente , e dal punto di vista sonoro , sostanzialmente alla pari con setup analogici anche ottimi e che non siano stellari per come e con cosa siano assemblati e di conseguenza veramente costosissimi,,,,,per me oggi fuori budget..................E non è detto che,,,,, sunny 


_________________
Saluti,Enrico

Platine Verdier + Ortofon 309D + DENON 103r  + EMT TSD15 + Koetsu Black Gold + Step up Audio Tekne 4818+ Ortofon t20 MKII + Ortofon T5 + Auditorium23 step up 103 + Benz Micro PP1 +  Audio Note M1 Riaa +Topping D70mqa +  Kondo Kegon + Audio Note OTO +  Heresy 1 + Reimyo ALS777 + Cavi e Accessori Harmonix Combak+ Cavi Audio Note + Cavi Auditorium 23
Lupo63
Lupo63
Advent Doped

Numero di messaggi : 374
Data d'iscrizione : 05.05.12
Località : Milano

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Lupo63 Lun Mar 03 2014, 21:41

Criman mi dispiace e resto convinto del fatto che se invece di essere distanti 600 km fossimo stati vicini di casa le cose sarebbero andate diversamente....
Vabbè quando passerai in zona Milano ti farò sentire cosa un setup analogico tutto sommato economico è in grado di fare
Alla prossima amico mio


_________________
Double-stacked Advents
Massimo
Massimo
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 32339
Data d'iscrizione : 21.06.10
Età : 67
Località : Portici (NA)

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Massimo Lun Mar 03 2014, 22:02

criMan io sono di Napoli, in fondo non siamo così lontani, se ti trovi dalle mie parti o decidi di farti un giro ti farò ascoltare un po' di analogico, potresti cambiare idea. Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 625723  Laughing 


_________________
Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Dark_s11Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Firma_11Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Firma_12
Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Buggd111
Luca58
Luca58
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 9403
Data d'iscrizione : 15.07.09

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Luca58 Mar Mar 04 2014, 13:05

Secondo me, se si apprezza il suono del proprio impianto digitale non ha molto senso, dal punto di vista pratico, passare all'analogico. Minore complicazione, piu' flessibilita' potendo inserire i CD ovunque auto compresa, dinamica eccellente, niente tic-toc, niente fruscio (a parte vecchi master analogici dai quali non viene a volte tolto durante la rimasterizzazione), nuovi titoli in uscita, etc.

Il problema, come sta accadendo a me, e' se invece si sentono i limiti del digitale, almeno per quanto riguarda i CD (ma, nel mio caso, non solo). La compressione diventa sempre piu' evidente con l'aumentare della qualita' dell'impianto e la timbrica segue lo stesso percorso verso la non-naturalezza. Oltre un certo livello qualitativo dell'impianto i violini finiscono per miagolare, al posto dei flauti sembrano esserci strumenti sconosciuti, la chitarra classica diventa elettrificata e il pianoforte non si ascolta mai (anche quando sul supporto c'e' scritto "pianoforte"  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 650957 ).

Se si ha questo problema, secondo me il vinile, anche con uno "stereo" degli anni '80, e' l'unica strada percorribile per un ascolto appagante, lasciando il digitale al sottofondo in casa o in auto. Se poi si intraprende la strada del vinile di qualita' allora la soddisfazione cresce proporzionalmente, ma il gioco diventa piu' complicato e ci vuole un amante anche del "rito".  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 285880
Nimalone65
Nimalone65
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2594
Data d'iscrizione : 11.12.10
Località : Roma

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Nimalone65 Mar Mar 04 2014, 13:36

Luca58 ha scritto:Secondo me, se si apprezza il suono del proprio impianto digitale non ha molto senso, dal punto di vista pratico, passare all'analogico. Minore complicazione, piu' flessibilita' potendo inserire i CD ovunque auto compresa, dinamica eccellente, niente tic-toc, niente fruscio (a parte vecchi master analogici dai quali non viene a volte tolto durante la rimasterizzazione), nuovi titoli in uscita, etc.

Il problema, come sta accadendo a me, e' se invece si sentono i limiti del digitale, almeno per quanto riguarda i CD (ma, nel mio caso, non solo). La compressione diventa sempre piu' evidente con l'aumentare della qualita' dell'impianto e la timbrica segue lo stesso percorso verso la non-naturalezza. Oltre un certo livello qualitativo dell'impianto i violini finiscono per miagolare, al posto dei flauti sembrano esserci strumenti sconosciuti, la chitarra classica diventa elettrificata e il pianoforte non si ascolta mai (anche quando sul supporto c'e' scritto "pianoforte"  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 650957 ).

Se si ha questo problema, secondo me il vinile, anche con uno "stereo" degli anni '80, e' l'unica strada percorribile per un ascolto appagante, lasciando il digitale al sottofondo in casa o in auto. Se poi si intraprende la strada del vinile di qualita' allora la soddisfazione cresce proporzionalmente, ma il gioco diventa piu' complicato e ci vuole un amante anche del "rito".  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 285880

Avevo difficolta' a risponderti fino ad un paio di settimane fa , perchè avevo in vendita il mio Pioneer PD50 e non volevo che si potesse dire che facevo il doppio gioco per convenienza . Ora che ho venduto il lettore , e che il nuovo proprietario ne è rimasto pienamente soddisfatto posso riferirne apertamente le qualità.

Per me con il Pioneer risolveresti molti dei problemi che riferisci , specie se gli facessi quelle 2-3 modiiche che ho riferito in altro 3D.Certo l'Accuphase va molto più in là, ma i costi lievitano di una decina di volte in più.

La vera domanda da farsi è se ne vale realmente la pena spendere 1-2000 euro per cercare di migliorare il Pioneer acquistando un prodotto di fascia intermedia tra il Pioneer e L'accuphase ,,,,,a questa risposta io direi assolutamente NO , indurrei invece a far cassa aspettando il grande upgrade ccon l'Accu , ben conscio che il PD50 è comunque un lettore con cui ci si può tranquillamente convivere per anni ed anni.

Infine quello dell'analogico , anche tralasciando le capacità e la conoscienza personale , necessaria per tarare il setup , è un altro gioco , complicato , lungo , e assai costoso , che a posteriori , dopo aver fatto esperienza , ritengo non valga la pena intraprendere , senza un budget illimitato ed una discografia importante che ne giustifichi la dedizione di cui necessiterebbe comunque.
 sunny 


_________________
Saluti,Enrico

Platine Verdier + Ortofon 309D + DENON 103r  + EMT TSD15 + Koetsu Black Gold + Step up Audio Tekne 4818+ Ortofon t20 MKII + Ortofon T5 + Auditorium23 step up 103 + Benz Micro PP1 +  Audio Note M1 Riaa +Topping D70mqa +  Kondo Kegon + Audio Note OTO +  Heresy 1 + Reimyo ALS777 + Cavi e Accessori Harmonix Combak+ Cavi Audio Note + Cavi Auditorium 23
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 8155
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 68
Località : Milano

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da RockOnlyRare Mar Mar 04 2014, 15:07

Luca58 ha scritto:Secondo me, se si apprezza il suono del proprio impianto digitale non ha molto senso, dal punto di vista pratico, passare all'analogico. Minore complicazione, piu' flessibilita' potendo inserire i CD ovunque auto compresa, dinamica eccellente, niente tic-toc, niente fruscio (a parte vecchi master analogici dai quali non viene a volte tolto durante la rimasterizzazione), nuovi titoli in uscita, etc.

Il problema, come sta accadendo a me, e' se invece si sentono i limiti del digitale, almeno per quanto riguarda i CD (ma, nel mio caso, non solo). La compressione diventa sempre piu' evidente con l'aumentare della qualita' dell'impianto e la timbrica segue lo stesso percorso verso la non-naturalezza. Oltre un certo livello qualitativo dell'impianto i violini finiscono per miagolare, al posto dei flauti sembrano esserci strumenti sconosciuti, la chitarra classica diventa elettrificata e il pianoforte non si ascolta mai (anche quando sul supporto c'e' scritto "pianoforte"  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 650957 ).

Se si ha questo problema, secondo me il vinile, anche con uno "stereo" degli anni '80, e' l'unica strada percorribile per un ascolto appagante, lasciando il digitale al sottofondo in casa o in auto. Se poi si intraprende la strada del vinile di qualita' allora la soddisfazione cresce proporzionalmente, ma il gioco diventa piu' complicato e ci vuole un amante anche del "rito".  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 285880

Beh la penso sostanzialmente come te (non ha caso ho uno stereo di fine anni 70 (sezione ampli + diffusori), anche se sicuramente in ambito della musica classica (e sarei portato a dire anche in molte cose di jazz) la differenza tra digitale ed analogico è sicuramente molto più avvertibile che ad esempio nel rock, per maggior cura nelle incisioni, maggior dinamica, alternarsi di pianissimo e fortissimo, per arrivare ai brani in cui predomina un solo strumento, tutte situazioni che portano ad esaltare l'importanza della pulizia e del "calore" del suono, così del resto come incisioni live di jazz in piccoli locali.

Con il rock e la musica "leggera", i vinili stampati a milionate spesso trascurando la qualità audio, può capitare più spesso di reperire incisioni in digitale che suonano meglio del vinile, anche se la "regola" è che la prima incisione originale se curata sia quasi sempre la migliore, oltretutto perchè spesso per identico motivo anche le cosiddette rimasterizzazioni sono eseguite in modo peggio che approssimativo. Le recenti per il fenomeno odioso di livellare il volume in alto massacrando la dinamica, quelle dei primi anni del cd per il tentativo assassino di eliminare il fruscio del analogico con conseguente appiattimento del suono e la scomparsa degli alti più che dei bassi.

Per cui anche io non consiglio di iniziare da zero con l'analogico se si ha già un impianto digitale che da grandi soddisfazioni e non si dispone già di una adeguata discoteca in vinile.

Però se uno dovesse partire completamente da zero, niente vinili, cd, sacd etc etc, mi sentirei di consigliare un gira analogico ed un dac per la musica liquida senza prendere un lettore cd (se non uno per convertire eventuali cd in musica liquida). Al limite aggiungendo un buon lettore video magari già predisposto per leggere il 4k, per i concerti live (recenti) la cui qualità è secondo me più che buona anche dal punto di vista audio.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 8155
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 68
Località : Milano

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da RockOnlyRare Mar Mar 04 2014, 15:21

Lupo63 ha scritto:Criman mi dispiace e resto convinto del fatto che se invece di essere distanti 600 km fossimo stati vicini di casa le cose sarebbero andate diversamente....
Vabbè quando passerai in zona Milano ti farò sentire cosa un setup analogico tutto sommato economico è in grado di fare
Alla prossima amico mio

In compenso io sono di Milano ..... onestamente sono un po' confuso non tanto su cosa sia meglio, perchè a parità di qualità di incisione anche io propendo per l'analogico, ma perchè tra n differenti incisioni è impossibile farsi un'idea precisa di cosa sia meglio, proprio perchè ogni incisione e rimasterizzazione suona un po' differente, e se statisticamente il vinile specie se prima serie ed incisione originale (e/o made in USA) è quello che suona meglio (a patto che non sia distrutto dall'usura), ci sono fin troppe eccezioni che confermano la regola che siano CD, SACD file liquida hi-res o riedizioni in vinile alta qualità e/o grammatura).

In ogni caso, come già scritto, penso di possedere tre sorgenti medio-alte sia analogica che meccanica CD che come liquida (non ho un SACD o BD di qualità, vista la eccessiva velcoità con cui escono sistemi di questo tipo ho optato per la liquida che è molto più facile seguire nelle sue evoluzioni dei supporti fisici, - eccezione il CD possedendone quasi 2000).


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
Nimalone65
Nimalone65
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2594
Data d'iscrizione : 11.12.10
Località : Roma

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Nimalone65 Mar Mar 04 2014, 15:44


Permettetemi , ma si è passati da un quesito originario ben preciso, per valutare la possibilità di un setup analogico completo con circa 1000 euro al fare del generalismo-populismo che a mio avviso a nulla serve.

Qualsiasi confronto va fatto in condizioni contrallete e con impianti conosciuti, ed a poco o nulla comunque serve farli con impianti che non siano più che messi a punto a dovere. La mia esperienza poi mi insegna che assai pochi impianti sono costruiti sia con le necessarie conoscienze musicali ed audiofile che con un budget che ne permetta la realizzazione.

Questi sono i motivi per cui , almeno un tempo , sulle riviste specializzate , le prove venivano fatte su "impianti di Riferimento" .

Certo ognuno di noi ha la possibilità d'esprimere il proprio parere, e ci mancherebbe, ma da qui al fare della my-fi della vera hi-fi ci passa tanta esperienza , tante prove, e pure tanti sbagli .

Dubito fortemente ad esempio che un audiofilo serio e preparato consiglierebbe , visti i risultati ottenuti fino ad oggi un sistema di ML , dopo aver ascoltato ad esempio un Reimyo cdp77 o un AMR cd77 o un cd Zanden ,,,,,ma tant'è su quasi tutte le pagine di qualsivoglia forum.Ed il mio dubbio aumenta maggiormente se si tirano in ballo sorgenti top per sacd.

Ed il fatto che in molti dicano la medesima cosa ,,,,,non vuole assolutamente dire che sia quella consigliabile-migliore ,ma solo la più popolare-conosciuta.

E' per questo che parlo solo di oggetti ben conosciuti, testati ed ascoltati in condizioni controllate.


_________________
Saluti,Enrico

Platine Verdier + Ortofon 309D + DENON 103r  + EMT TSD15 + Koetsu Black Gold + Step up Audio Tekne 4818+ Ortofon t20 MKII + Ortofon T5 + Auditorium23 step up 103 + Benz Micro PP1 +  Audio Note M1 Riaa +Topping D70mqa +  Kondo Kegon + Audio Note OTO +  Heresy 1 + Reimyo ALS777 + Cavi e Accessori Harmonix Combak+ Cavi Audio Note + Cavi Auditorium 23
Luca58
Luca58
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 9403
Data d'iscrizione : 15.07.09

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Luca58 Mar Mar 04 2014, 15:51

Nimalone65 ha scritto:Per me con il Pioneer risolveresti molti dei problemi che riferisci

Per quale motivo? Il cdp che ho e' eccellente e non ho motivi per imputare a lui il problema. Provero' ancora col valvolare, che e' l'ultimo tentativo che posso fare per evitare di tornare all'analogico.
Nimalone65
Nimalone65
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2594
Data d'iscrizione : 11.12.10
Località : Roma

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Nimalone65 Mar Mar 04 2014, 15:58

Luca58 ha scritto:

Per quale motivo? Il cdp che ho e' eccellente e non ho motivi per imputare a lui il problema. Provero' ancora col valvolare, che e' l'ultimo tentativo che posso fare per evitare di tornare all'analogico.

Le nostre convinzioni sono una cosa,,,,,ma potresti sbagliarti.
A me è capitato di sovente in passato.

E comunque conoscendo le potenzialità dei lettori sacd, so che se messi nelle condizioni di esprimersi per quello che possono dare , non fanno rimpiangere l'analogico, essendogli superiori in alcuni parametri ed inferiori per altri.

E comunque messi nelle condizioni di esprimersi al meglio, ribadisco, i lettori di sacd per essere messi alla frusta dall'analogico devono essere confrontati con setup importanti , anche per costo.

A parte qualche lettore AR e Cary audio di rado ho ascoltato dei cd valvolari degni di nota ed a quei costi punterei su marchi-modelli di cui ho già detto.

P.S.
Che lettore possiedi?

 sunny


_________________
Saluti,Enrico

Platine Verdier + Ortofon 309D + DENON 103r  + EMT TSD15 + Koetsu Black Gold + Step up Audio Tekne 4818+ Ortofon t20 MKII + Ortofon T5 + Auditorium23 step up 103 + Benz Micro PP1 +  Audio Note M1 Riaa +Topping D70mqa +  Kondo Kegon + Audio Note OTO +  Heresy 1 + Reimyo ALS777 + Cavi e Accessori Harmonix Combak+ Cavi Audio Note + Cavi Auditorium 23
criMan
criMan
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1218
Data d'iscrizione : 25.11.11
Località : Velletri (Roma)

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da criMan Mar Mar 04 2014, 20:09

Ovviamente vi ringrazio tutti mi sono permesso di dire Lupo in particolare perche' e' un "ragazzone" simpatico e molto preparato , il vinile lo si capisce subito
quanto lo prenda nelle viscere (in senso buono e come dovrebbe essere per tutti) e come mi abbia magari involontariamente trasmesso la sua passione.

Stamane mi sono permesso di fare una sessioncinca di un ora , alcuni dicono che a volte e' piu' facile sentire i "difetti" dopo con il "vecchio sistema "( il lettore CD  ) ritorna in pianta stabile piuttosto che durante le fasi di ascolto vere e proprie.

Be' guardate se c'e' una cosa che proprio non riesco a digerire e' "il senso del tempo" "scorrevolezza" chiamatela come vi pare ..
quel giradischi a trazione diretta (a parte le limitazioni della testina economica e cosi' sia..) ti dava un trasporto con i soliscendi strumentali oppure
nei passaggi dove gli stessi strumenti avevano delle pronuncie brevi. Insomma ripassare al CD per quello che riguarda il tempo di
esecuzione e' a tratti sconvolgente. Ora capisco tante volte quando avevo letto che uno dei principali difetti dei lettori CD e' la loro "scelta del tempo"
"il modo di esecuzione" insomma un bel casino. Il lettore nemmeno e' tanto scarso e' un Onix Sacd15 che a listino sta' sui 2000 e che e' rinomato
(a ragione ho fatto dei test) per essere molto musicale e tenere bene il tempo.
E' incredibile come la musica sia forse per il 40 50% il suo tempo di esecuzione.
Prezioso , fondamentale e completamente ignorato dalla maggior parte delle persone che occasionalmente ascoltano musica.
Il CD a volte da la sensazione di perderlo creando quel senso di "finto" mi stupisce di non averlo letto poche volte.
Eccolo il famoso inghippo che cercavo con ostinazione e che non si ferma a la solita naturalezza di esecuzione.
Mi chiedo se nel 2014 si sia risolto questo problema ad esempio con lettori costosi tipo Accuphase o DAC tipo MSB.

Allora per un set up analogico tosto servono soldi , ma per un lettore Accuphase o un DAC MSB (ammettendo che si risolva il problema).

Quel Lenco sapeva il fatto suo altro che gira padelle economici..

Lo chiedo anche a Voi.


_________________
Il mio impiantino hifi: ampli Harman/Kardon 990 - diffusori Indiana Line Diva 655 - sorgenti Onix Sacd15 , Pioneer BDP 170 , PS3
Lupo63
Lupo63
Advent Doped

Numero di messaggi : 374
Data d'iscrizione : 05.05.12
Località : Milano

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Lupo63 Mar Mar 04 2014, 23:04

Cristiano ma lo sai che non ho capito un tubo di quello che vuoi dire? Sará anche perchè sono appena rientrato da una festa di compleanno Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 85816 ma ripeto : se abitassimo a una distanza accettabile ti avrei prestato più che volentieri un giradischi come si deve armato di tutto punto e sono più che sicuro che oltre al senso del ritmo avresti percepito altro...


_________________
Double-stacked Advents
Luca58
Luca58
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 9403
Data d'iscrizione : 15.07.09

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Luca58 Mar Mar 04 2014, 23:49

Nimalone65 ha scritto:

Le nostre convinzioni sono una cosa,,,,,ma potresti sbagliarti.
A me è capitato di sovente in passato.

E comunque conoscendo le potenzialità dei lettori sacd, so che se messi nelle condizioni di esprimersi per quello che possono dare , non fanno rimpiangere l'analogico, essendogli superiori in alcuni parametri ed inferiori per altri.

E comunque messi nelle condizioni di esprimersi al meglio, ribadisco, i lettori di sacd per essere messi alla frusta dall'analogico devono essere confrontati con setup importanti , anche per costo.

A parte qualche lettore AR e Cary audio di rado ho ascoltato dei cd valvolari degni di nota ed a quei costi punterei su marchi-modelli di cui ho già detto.

P.S.
Che lettore possiedi?

 sunny

Mi riferivo ad una amplificazione valvolare, non ad un cdp valvolare. Ho sentito un SACD player di alta qualita' in un ottimo impianto, ma il problema che descrivo era lo stesso. La macchina in questione era un Emm Labs CDSA SE, dalla resa favolosa sia con i CD che con i SACD...ma sempre "digitale". Tu dici che i lettori SACD non fanno rimpiangere l'analogico; io invece dico che il suono del digitale non e' naturale. Puo' avere tutta la risoluzione del mondo ed un suono plastico (nel senso "di plastica"  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 650957 ) al massimo, ma per il mio orecchio non e' naturale, e' squillante, e' artefatto. Va bene per i componenti economici, ai quali dona una netta sensazione di trasparenza e nitidezza. Ripeto che sono valutazioni personali; rispetto ovviamente chi la pensa in modo diverso.  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 285880 

Ho un Madrigal Proceed PCD3.
Nimalone65
Nimalone65
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2594
Data d'iscrizione : 11.12.10
Località : Roma

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Nimalone65 Mar Mar 04 2014, 23:59

Luca58 ha scritto:

Mi riferivo ad una amplificazione valvolare, non ad un cdp valvolare. Ho sentito un SACD player di alta qualita' in un ottimo impianto, ma il problema che descrivo era lo stesso. La macchina in questione era un Emm Labs CDSA SE, dalla resa favolosa...ma sempre "digitale" anche con i SACD. Tu dici che i lettori SACD non fanno rimpiangere l'analogico e immagino che tu ti riferisca ai relativamente pochi SACD in commercio; io invece dico che il suono del digitale non e' naturale.

Ho un Madrigal Proceed PCD3.


Ascolta se ne hai la possibilità un Accuphase DP 77 o 700 ,,,,non gli altri compreso i 2 telai,,,,,e non dico a caso questi 2 apparecchi ,,,,,con i sacd di Kubelik " Pastorale" ma anche con i Queen in shm ,,,,,,oppure in cdp 777 Reimyo magari inserito in un impianto full Harmonix ,,,,poi mi dirai .....

Il 2 telai emm labs è stato umiliato da una PS3 utilizzata come lettore sacd e interfacciata con un trafo Audio Tekne,,,,,costano molto ,,,,ma non sono un gran riferimento,,,,per me.

,,,,,se puoi ,,,eh !!

 sunny 


_________________
Saluti,Enrico

Platine Verdier + Ortofon 309D + DENON 103r  + EMT TSD15 + Koetsu Black Gold + Step up Audio Tekne 4818+ Ortofon t20 MKII + Ortofon T5 + Auditorium23 step up 103 + Benz Micro PP1 +  Audio Note M1 Riaa +Topping D70mqa +  Kondo Kegon + Audio Note OTO +  Heresy 1 + Reimyo ALS777 + Cavi e Accessori Harmonix Combak+ Cavi Audio Note + Cavi Auditorium 23
Luca58
Luca58
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 9403
Data d'iscrizione : 15.07.09

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Luca58 Mer Mar 05 2014, 00:00

Lupo63 ha scritto:Cristiano ma lo sai che non ho capito un tubo di quello che vuoi dire?
 Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 704751  Laughing 
Luca58
Luca58
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 9403
Data d'iscrizione : 15.07.09

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Luca58 Mer Mar 05 2014, 00:07

Nimalone65 ha scritto:

Ascolta se ne hai la possibilità un Accuphase DP 77 o 700 ,,,,non gli altri compreso i 2 telai,,,,,e non dico a caso questi 2 apparecchi ,,,,,con i sacd di Kubelik " Pastorale" ma anche con i Queen in shm ,,,,,,oppure in cdp 777 Reimyo magari inserito in un impianto full Harmonix ,,,,poi mi dirai .....

Il 2 telai emm labs è stato umiliato da una PS3 utilizzata come lettore sacd e interfacciata con un trafo Audio Tekne,,,,,costano molto ,,,,ma non sono un gran riferimento,,,,per me.

,,,,,se puoi ,,,eh !!

 sunny 

Vedo che ti sfugge il cuore del mio problema con il digitale, certamente per mia incapacita' espositiva; figurati che Kubelik nemmeno mi piace, soprattutto nel suo famoso Rigoletto.  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 650957  Il problema e' quello che si cerca nella musica. Come ho detto, piu' l'impianto cresce di qualita' e piu' il digitale mi diventa insopportabile.

Per me il digitale va bene per gli impiantini di MediaWorld... Non so proprio come essere piu' chiaro e quindi desisto. Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 650957

Conosco comunque un unico caso di un amico che ha un impianto full-Sanders che e' riuscito a far suonare il digitale quasi come un analogico; usa un cdp integrato CEC (non so quale, ha la carica dall'alto) non particolarmente costoso ma di discreta qualita'. Certo, non come la PS3.  Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 285880


Ultima modifica di Luca58 il Mer Mar 05 2014, 00:22 - modificato 1 volta.
Luca58
Luca58
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 9403
Data d'iscrizione : 15.07.09

Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi. - Pagina 7 Empty Re: Giradischi.... qualche domanda e molti dubbi.

Messaggio Da Luca58 Mer Mar 05 2014, 00:20

Lupo63 ha scritto:se abitassimo a una distanza accettabile ti avrei prestato più che volentieri un giradischi come si deve armato di tutto punto e sono più che sicuro che oltre al senso del ritmo avresti percepito altro...

Una domanda: qual e' secondo te il giradischi, anche non piu' in produzione, col miglior rapporto q/p?

    La data/ora di oggi è Mar Gen 31 2023, 05:14