Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?


Basbass
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 255
Data d'iscrizione : 26.08.13

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da Basbass il Dom Nov 05 2017, 20:15

@mariovalvola ha scritto:Comunque, Consultati con Aloia.
Lo faccio sicuramente, per quanto riguarda test e selezione delle valvole fortunatamente conosco persona competente e di fiducia che mi può supportare. Ho già avuto modo interfacciarmi con Valerio, ho già comprato da lui in passato, sempre con grande soddisfazione. Confermo essere persona molto preparata e professionalmente integerrima.
biscottino
biscottino
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 10623
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 49
Località : Castellammare di Stabia

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da biscottino il Dom Nov 05 2017, 20:26

@Basbass ha scritto:A quanto pare informazioni sulle Treasure non ne vengono fuori, mi sa che mi orienterò sulle NOS....

Ti ho già risposto su Vhf, ma ho trovato anche un mio vecchio annuncio di un 2a3 che vendevo, proprio con le Shuguang cv181.
Ti dico solo che preferii vendere l'ampli con queste valvole e tenermi le Nos come scorta. Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 650957
Le feci sentire a Lamberti e anche a lui non piacquero, e se non sbaglio anche lui come Mariovalvola mosse delle critiche sulla perfetta compatibilità, tanto che mi disse che se volevo tenerle, avrebbe dovuto ritirare le correnti sulle finali.
Il suono, a memoria era medioso, magari c'è a chi piace perché compensa qualche difetto del proprio impianto.


_________________
Enjoy your head! Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 2296686959
biscottino
biscottino
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 10623
Data d'iscrizione : 23.04.10
Età : 49
Località : Castellammare di Stabia

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da biscottino il Dom Nov 05 2017, 20:26



_________________
Enjoy your head! Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 2296686959
mauro16164
mauro16164
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2053
Data d'iscrizione : 19.02.13
Età : 56
Località : viterbo

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da mauro16164 il Mer Nov 08 2017, 17:52

nella mia piaccola esperienza posso dire che la Psvane Treasure CV181-T(6SN7) Mark II ha preso il posto in pianta stabile,sul mio Apex Pinnacle,della Mullard ecc33


_________________
ampli:Headamp GSX MK-2 finali mono 300b Megahertz dac:Denafrips Terminator cuffie:Hifiman Susvara- Stax 009 - ZMF Verite'- Abyss 1266 PHI-Senneheiser hd800-Pioneer SE Master1-Fostex th909- Focal Stellia trasporto:sdc  Digidrive ampli Pathos Inpol2  finale: Primare A32 Filtro di rete OELBACH XXL POWERSTATION 909 Giradischi Michell Gyro  Braccio SME IV preampli :EAR912  streamer WM
secorte
secorte
Member
Member

Numero di messaggi : 49
Data d'iscrizione : 20.05.12
Località : Ravenna

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da secorte il Mer Nov 08 2017, 18:59

@mariovalvola ha scritto:

I miglioramenti su tutti i parametri? Sarebbe bello capire cosa sono questi parametri e perché proprio tutti. Se sostituisci i tubi e non sai quello che stai facendo o ti va di fortuna oppure è solo andare a caso e convincersi che ora vada meglio.
Per me molti tubi NOS risultano migliori nei parametri e risultano più stabili nel tempo. Se messi nelle migliori condizioni per funzionare (non andando a caso) possono dare risultati anche soggettivi superiori.
Aloia, mi pare che abbia una stima incondizionata per i tubi EH. Io, francamente, meno.
Aloia perché ha messo il trimmer RV1? Lo lasci fisso e cambi tutti i tubi?

Le valvole selezionate con attenzione in base a quali criteri? La forma del getter forse?
Io consulterei Aloia. E' una persona serissima e capace. E' la scelta più furba.
Lascia perdere le tarocche CV181. Non sono neppure delle vere 6SN7.

Possiedo questo pre da svariati anni, sono la persona che passa a Giovanni le 6072 in oggetto, due versioni delle Black Plate Triple Mica e due delle Sylvania 6SN7, la Metal Base e la coeva Black Base, entrambe militari per la Marina U.S.A. Volendo avrei anche le Five Stars della primissima versione ma le tengo per me. Il criterio, il criterio e' il mio provavalvole recentemente calibrato che so non essere un Sophia o un Amplitrex, pazienza. Aloia, di cui sono cliente e qualche volta ospite e a breve mi consegna il nuovissimo finale stereo ST 2001 Millenium, e' persona estremamente competente, forse il piu' competente in Italia e non solo, ma ti posso assicurare che riguardo questo pre nella sua versione finale al pubblico, non il kit anche il piu' evoluto, ne ha spiegato solo quello che ha voluto. Poi non e' che sia appassionato in assoluto di E.H., usa queste perche' quelle sono reperibili oggi in una seria politica di costruzione. Le 6SN7 preferisce le Fivre, le 6072 finche' ne ha trovato montava le Sylvania Jan che per alcuni suoi test gli ho fornito nel numero di 6. Quello che ti sembra un trimmer in realta' e' un potenziometro. Ho fatto molto tube rolling utilizzando tubi testati con il mio apparecchio, non ho riscontrato particolari problemi all' ascolto. Le 6SN7 malgrado la posizione apparentemente innocua al rolling invece cambiandole cambia anche il suono. Idem per le 12AY7. In cosa? Rispetto le E.H. non tantissimo ma un poco su tutti i parametri. Rispetto le 6SN7 idem. Perche'? E' la solita questione, le riposte le solite. Comunqe le cose cambiano positivamente. Le due versioni delle 12AY7 all' esame visivo in effetti cambiano solo per la forma del getter, ci sara' qualcosa di diverso nella realizzazione o nei materiali. Il pre in oggetto in questa versione Top non fornita in kit non e' stato deliberato venti anni fa ma bensi' 13, evoluzione definitiva. Tanto che se i finali mono Top ST 2001 Renessaince quest'anno li ha sostituiti con lo stereo in 4 telai ST 2001 Millenium, il VTPA The Last resta sempre lo stesso.
secorte
secorte
Member
Member

Numero di messaggi : 49
Data d'iscrizione : 20.05.12
Località : Ravenna

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da secorte il Mer Nov 08 2017, 19:11

ST 2001 Millenium
Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Bl6xc
secorte
secorte
Member
Member

Numero di messaggi : 49
Data d'iscrizione : 20.05.12
Località : Ravenna

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da secorte il Mer Nov 08 2017, 19:14

Altra immagine con sintetico commento di Aloia

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 2126ali
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da mariovalvola il Mer Nov 08 2017, 20:19

un trimmer resistivo, non è altro che un potenziometro. Lo si definisce trimmer per il suo uso che, dovrebbe essere più saltuario. Chiamiamolo anche potenziometro. Non cambia nulla. Mi sembra, piuttosto, più importante sapere come lo ha utilizzato il vostro Vate. Negli articoli del 1998 di CHF lo spiega. Cambiare i tubi e non muovere il potenziometro, rende semplicemente random lo spettro di distorsione e l'ammontare della distorsione a un dato livello di uscita. E' percepibile? Secondo Aloia parrebbe di si.
Avere il prova tubi è positivo. Ma cosa misuri per la selezione? La domanda è da porsi in questo modo. Nel particolare stadio differenziale come accoppi le varie sezioni dei tubi? puoi fare con il tuo tube tester una selezione dei parametri su un determinato punto di lavoro (coincidente con quello utilizzato da Aloia?).
Che verifiche strumentali fai sul pre prima della sostituzione e dopo?
A me non interessa particolarmente la questione. Ho risposto in modo credo esaustivo a una domanda.
Sicuramente Aloia potrebbe fornire indicazioni ancora più puntuali. Se siete così in confidenza, Sfruttatelo a fondo.
Per quanto riguarda i tubi NOS, Aloia, per motivi comprensibilissimi, ha dovuto  utilizzare tubi moderni con il passare degli anni. Nel suo PST200 erano tutti tubi NOS nel 1986!
Se non era particolarmente contento, non avrebbe decantato reiteratamente le virtù delle EH.
Che privatamente preferisca le NOS, lo capisco, Che non abbia più volte osannato le ottime performances dei tubi EH, non è vero. Nei suoi scritti citava le EH EL34WXT che voleva utilizzare in origine al posto delle 6SN7!!! Ne elogiava il "livello straordinariamente basso di rumore". E' stato scartato solo per problemi di microfonicità. Sempre nello stesso articolo citava la possibile modifica (con variazione di resistenze) che permetteva d'impiegare al posto delle 6072A (nos) le "12AX7 WXT+premium selected da me ampiamente testate e rivelatesi eccezionali" (così Aloia scriveva su CHF pg. 59 N. 35). Gli articoli, che piaccia o no, sono del 1998. Che poi lui abbia fatto modifiche 13 anni fa, non mi cambia nulla e non stiamo facendo la gara a chi piscia più lontano.
Mi sembra , a tal proposito, che si vogliano mettere i puntini sulle i quando ci si perde in ben altre trascuratezze. Fate come vi piace. Secondo quanto ha scritto Aloia, (non io), l'approccio dovrebbe essere un poco diverso. Con gli anni ha cambiato idea anche lui? (non mi stupirei) Chiedeteglielo. Quello che ha scritto, comunque rimane.
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da mariovalvola il Mer Nov 08 2017, 20:43

Aggiungo che l'unica volta che ho dovuto sostituire i tubi a questo pre (per un capriccio del proprietario, un caro amico... per questo motivo mi è rimasta la documentazione cartacea), ho sudato non poco per ottenere una distorsione paragonabile a quella che Aloia otteneva con i tubi installati di serie. Certo se non lo si nota strumentalmente, non è detto che il suono non lo si consideri pure migliore (succede molto spesso).
Comunque nello stesso articolo Aloia ha scritto che le Fivre sarebbero altrettanto ottime (per microfonicità  per rumore ) rispetto alle Sovtek "tuttavia non impiegabili in un progetto di questo genere per ovvi motivi"
secorte
secorte
Member
Member

Numero di messaggi : 49
Data d'iscrizione : 20.05.12
Località : Ravenna

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da secorte il Mer Nov 08 2017, 20:54

Testuale riposta a domanda precisa: "e' un potenziometro non un trimmer". Anche io pensavo fosse un trimmer.

Per il resto ne vuoi sapere piu' tu di quanta ne so io, di quelle che sono le mie esperienze con il rolling rapportate poi all' ascolto. Mie, diversi possessori con i quali sono in contatto. Nessun con tracciacurve, come peraltro ho scritto. Poi puoi dire che sbaglio, che sbagliamo, pazienza. Sbagliamo in decine di migliaia in tutto il pianeta.

Non sai dei miei dialoghi con Aloia. Continui, mail, telefono, svariate visite. Prossimissima in programma. Domande precise risposte precise.

Senza dirne comunque troppa che non saprei come tu possa conoscere.

Le 12AX7 non sai che inizialmente le ha implementate nei mono ST 2001 Renessaince ma poi abbandonate, parlo dei miei apparecchi, ufficiali non kit. Infatti me li ha variati alle 12AY7.
EH non ho scritto gli facciano schifo, semplicemente per ovvi motivi non puo' mettere le GE, quelle che gli ho fornito per i tests.

Non si tratta di pisciare piu' lontano, e gia' questo tuo modo di porti ti qualifica come un tantino in gara, non io, solamente ne dici piu' di quanto non conosci riguardo il progetto in questione. Molto teorico da tastiera sulla scorta si di quanto ha scritto, ma non conosci quanto non ha scritto. Specialmente del VTPA The Last. Spero anche tu non cada nell' errore in cui sono caduti in tanti in altri forum, l' analisi di un circuito pubblicato che era volutamente omissivo.

Giovanni, vai tranquillo che i dubbi te li risolve Aloia, puoi tranquillamente provare i tubi che ti invio.

Mario, ti lascio alle tue certezze...

Buona serata.
secorte
secorte
Member
Member

Numero di messaggi : 49
Data d'iscrizione : 20.05.12
Località : Ravenna

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da secorte il Mer Nov 08 2017, 20:55

@mariovalvola ha scritto:Aggiungo che l'unica volta che ho dovuto sostituire i tubi a questo pre (per un capriccio del proprietario, un caro amico... per questo motivo mi è rimasta la documentazione cartacea), ho sudato non poco per ottenere una distorsione paragonabile a quella che Aloia otteneva con i tubi installati di serie. Certo se non lo si nota strumentalmente, non è detto che il suono non lo si consideri pure migliore (succede molto spesso).
Comunque nello stesso articolo Aloia ha scritto che le Fivre sarebbero altrettanto ottime (per microfonicità  per rumore ) rispetto alle Sovtek "tuttavia non impiegabili in un progetto di questo genere per ovvi motivi"

Per ovvi motivi, ovvio.

poi sei stato particolarmente sfortunato nel tuo rolling, mi spiace.
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da mariovalvola il Mer Nov 08 2017, 21:32

Ripeto: il pre realizzato da Aloia lo conosco, l'ho ascoltato svariate volte a casa di questo amico nonché fan di Aloia. L'ho avuto in casa per 15 giorni. Gli scritti di Aloia li ho citati perché spiegano come agisce il potenziometro RV1. Io le mani in pasta come sempre le metto sugli apparecchi. Quando scrivo non è per sentito dire. Le mie non sono esperienze né da tastiera né da acefalo (ma orecchiuto) tube roller. Io ho tante cose ma di certezze ne ho pochissime. In questa discussione ho citato le certezze di Aloia.
Vorrei solo capire:
1) con i contatti così frequenti e quasi intimi, perché non ti sei fatto spiegare la funzione del potenziometro RV1?
2) come e cosa misuri dei tubi con il tuo misterioso tube tester? Ti permette un matching nelle condizioni reali scelte da Aloia?
3) per Aloia (la cosa più importante per questa discussione) va bene la tarocca CV181 con gli occhi a mandorla?
Per me potete giocare liberamente con i tubi e con gli ampli.
È troppo suggerire approcci creativi ma con criteri più vicini alle scelte del progettista?
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da mariovalvola il Mer Nov 08 2017, 21:39

Lo schema evidentemente sbagliato non l'ho postato io.
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da mariovalvola il Mer Nov 08 2017, 22:00

Non sono stato sfortunato. Ho solo verificato la distorsione e il suo spettro prima e dopo il lavoro sui tubi.
Solo così si capisce qualcosa. Se non misuri, non puoi sapere come sei posizionato per i successivi ascolti che valgono tantissimo solo se si parte da condizioni certe. Se hai troppa seconda armonica, molti ne vengono quasi rapiti.
Basbass
Basbass
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 255
Data d'iscrizione : 26.08.13
Età : 50
Località : Carignano

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da Basbass il Gio Nov 09 2017, 00:49

Il mio dubbio, che ha generato la decisione di aprire questo thread, era quella di capire se le valvole CV181 Treasure erano più o meno affidabili e performanti, tutto qui.
Scommetto che se avessi avessi scritto che volevo rivalvolare un pre Audio Research, o VTL o BAT o CJ tutta la discussione avrebbe assunto toni diversi, ma tant'è... Sui forum italiani quando si inizia appena a citare il Bart Nazionale sembra inevitabile innescare sterili polemicuccie.... poco male.
Interpellerò comunque Aloia sul tema della sostituzione valvole, avevo comunque intenzione di farlo, semplicemente non ho chiesto a lui informazioni sulle Treasure poichè, trattandosi di una valvola di produzione attuale un po' particolare e parecchio più costosa rispetto alle EH non credo le abbia mai testate sui suoi apparecchi.

P.S. ho semplicemente linkato il sito dove si trova l'unico straccio di schema (incompleto e forse errato) del VTPA rintracciabile sul web. Non sono io ad aver prodotto quello schema e ad averlo pubblicato in rete.

Comunque grazie a tutti per le informazioni e i suggerimenti forniti, in ogni caso sempre utili.


_________________
Giovanni

"La musica ci insegna a vedere con l'orecchio e a udire con il cuore" (K. Gibran).
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da mariovalvola il Gio Nov 09 2017, 07:49

Sei fuori strada. Credevo che, almeno, fossi riuscito a spiegarmi.
Il grande Aloia, non c'entra nulla.
Trovo sbagliato l'atteggiamento di chi dice di venerare il grande progettista e dopo mette i tubi alla membro di segugio.
Se volevi cambiare le EF86 su un ampli QUAD II senza strumenti avrei risposto allo stesso modo anche se il QUAD II non è stato progettato da Aloia.
Se volevi cambiare le 6CG7 in un ampli Stax ignorando scientemente la funzione dei quattro trimmer (sono senz'altro tali) presenti sul circuito stampato) avrei risposto allo stesso modo.
L'unica differenza è che nel pre di Aloia se non sai quello che fai, aumenti a caso la distorsione prodotta. Certo che dopo senti differenze. Vedo che si rimane piccati e la si vuole buttare in polemica. Ma la grande domanda è: perché Aloia ha messo un partitore resistivo variabile anziché fisso?
È il volere cambiare i componenti attivi di un circuito senza consapevolezza che porta a effetti assolutamente random.
In certi apparecchi hai agio a cambiare i tubi con una relativamente ampia libertà. In altri meno, in altri ancora fai pure dei guai. ( esempio l'ampli Stax collegato direttamente alla cuffia elettrostatica).
Trovo oltretutto grottesco che si dichiari una vicinanza al grande progettista e poi non la si utizzi per ottenere il massimo dai propri apparecchi. Lui ha tutti gli strumenti per verificare gli effetti della sostituzione dei tubi.
Per la CV181, guardati il datasheet completo della 6SN7 GTA vedrai  che l'isolamento catodo filamento risulta dimezzato nella tarocca.
La si può usare comunque?
Io chiederei ad Aloia. Per me, se la rumorosità intrinseca lo consente, potrebbe starci (con l'unica riserva della fase di accensione) a condizione di regolare correttamente il famoso potenziometro che, in prima istanza, regola il negativo alle griglie della 6SN7 con tutto quello che ne consegue (corrente circolante, distorsione).
Mi duole constatare che la piccata difesa a spada tratta delle peggiori abitudini audiofile porti a dimenticare un minimo di cortesia. Chi ti ha risposto  (non solo io) ti ha fornito gratuitamente spunti di riflessione e soluzioni concrete. Il risultato? A parte frasi di circostanza, hai  tratto conclusioni clamorosamente errate mettendo questa discussione nel laido calderone di chi non capisce Aloia e lo critica.
Sono il primo ad apprezzare il genio di questo italico progettista. Non mi permetto di metterlo in discussione. Forse, voi adoranti acquirenti dovreste provare a rispettare di più i suoi progetti invece di pasticciarli.
secorte
secorte
Member
Member

Numero di messaggi : 49
Data d'iscrizione : 20.05.12
Località : Ravenna

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da secorte il Gio Nov 09 2017, 16:04

Vedi Mario, a membro di segugio, gia' inizialmente ti sei posto in maniera irridente, poi hai proseguito come se ne sapesti a pacchi di queste macchine.
Poi tra le righe del rolling in genere.
Bene, visto che questo e' forse il piu' grosso forum valvolare italiano ti pregherei di leggere tutti i thread precedenti che trattano di rolling e aggiungere membro di segugio a tutti, poi di farlo anche con i sucessivi.
Che con un semplice provavalvole come il mio non si possa fare precisione totale e' insito nel mio primo intervento. Che questo sia comune a tutti i non possessori ad esempio di un Sophia o un Amplitrex altrettanto. Ancora, anche per quel che riguarda la misura delle distorsioni.
Ergo di prego di rivolgere le tue gentilezze a tutti i valvolaristi del forum.

Per il resto stai continuando con il manuale delle giovani marmotte dell' elettricista, quello ce l' ho anch'io.

Poi e' evidente che non conosci i tubi in oggetto messi in queste mecchine e in altre nelle loro diverse versioni che conosco. Suanono tutti con quella data natura qui' come la.
Capisco che tu non esca dal postulato elettrico, ma una E88CC halo getter del 1960 suona cosi' dovunque, la sua coeva come sigla ma D getter suona diversamente ma allo stesso modo ovunque tu la metta, come una 12AX7 Belvu Mazda e non sto a fare le lista di tutte le valvole esistenti di mia conoscenza. Ovviamente qualche piccola variazione data dalle diverse macchine e catene ma la natura resta.
E' la dura legge di chi non ha un Amplitrex (3000) euro o un Sophia, ma noi che andiamo a membro di segugio, come tutti gli altri utenti del forum, ci accontentiamo. Siamo fatti cosi', andiamo a cazzo.

Io con estrema soddisfazzione. Mi accontento di poco, anche di cappellare tutto visti i miglioramenti. Che ci sono.
Poi che non sia l' esatta impostazione e' vero, pazienza. Ma e' un gran bel pazientare.

Hai dato infos gratuite? Mazza che benefattore, grazie, comunque le conoscevamo, e anche Giovanni dopo che glielo scrissi precedentemente.

La CV181 di Treasure e' stranoto che non sono tali, sono imitazioni nella forma e stupidamente marchiate come tali, sono delle 6SN7 a tutti gli effetti, lo dichiarano loro per primi. Bizzarria cinese.

"This tube is a true 6SN7 equivalent and you can use it in place of 6SN7 tubes of various brands. It has identical specification as RCA 6SN7. Do not use it to replace NOS CV181 tube."

Infatti e' usata da tutti al posto della 6SN7.

In ultima istanza, la dove non si possona fare regolazioni, come mai non lanci membri di segugio a nessuno? Niente allarmi? Per quale motivo negli apparecchi senza regolazioni si puo' cambiare con piu' agio? Per quale motivo, essendo senza potenziometro quindi nessuna regolazione si puo'? Questa e' la grande domanda.

Grande domanda che dovresti rivolgere a tutti i valvolaristi del pianeta, almeno a quelli di questo forum

vedi, quello che fa incazzare di te non sono tanto le infos da manuale delle giovani marmotte comunque sempre utili riportarle, ma la tua sboronaggine da so tutto io. Mi meraviglio che parli di cortesia.
Basbass
Basbass
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 255
Data d'iscrizione : 26.08.13
Età : 50
Località : Carignano

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da Basbass il Gio Nov 09 2017, 16:55

@mariovalvola ha scritto:Sei fuori strada. Credevo che, almeno, fossi riuscito a spiegarmi.
Il grande Aloia, non c'entra nulla.
Trovo sbagliato l'atteggiamento di chi dice di venerare il grande progettista e dopo mette i tubi alla membro di segugio.
Se volevi cambiare le EF86 su un ampli QUAD II senza strumenti avrei risposto allo stesso modo anche se il QUAD II non è stato progettato da Aloia.
Se volevi cambiare le 6CG7 in un ampli Stax ignorando scientemente la funzione dei quattro trimmer (sono senz'altro tali) presenti sul circuito stampato) avrei risposto allo stesso modo.
L'unica differenza è che nel pre di Aloia se non sai quello che fai, aumenti a caso la distorsione prodotta. Certo che dopo senti differenze. Vedo che si rimane piccati e la si vuole buttare in polemica. Ma la grande domanda è: perché Aloia ha messo un partitore resistivo variabile anziché fisso?
È il volere cambiare i componenti attivi di un circuito senza consapevolezza che porta a effetti assolutamente random.
In certi apparecchi hai agio a cambiare i tubi con una relativamente ampia libertà. In altri meno, in altri ancora fai pure dei guai. ( esempio l'ampli Stax collegato direttamente alla cuffia elettrostatica).
Trovo oltretutto grottesco che si dichiari una vicinanza al grande progettista e poi non la si utizzi per ottenere il massimo dai propri apparecchi. Lui ha tutti gli strumenti per verificare gli effetti della sostituzione dei tubi.
Per la CV181, guardati il datasheet completo della 6SN7 GTA vedrai  che l'isolamento catodo filamento risulta dimezzato nella tarocca.
La si può usare comunque?
Io chiederei ad Aloia. Per me, se la rumorosità intrinseca lo consente, potrebbe starci (con l'unica riserva della fase di accensione) a condizione di regolare correttamente il famoso potenziometro che, in prima istanza, regola il negativo alle griglie della 6SN7 con tutto quello che ne consegue (corrente circolante, distorsione).
Mi duole constatare che la piccata difesa a spada tratta delle peggiori abitudini audiofile porti a dimenticare un minimo di cortesia. Chi ti ha risposto  (non solo io) ti ha fornito gratuitamente spunti di riflessione e soluzioni concrete. Il risultato? A parte frasi di circostanza, hai  tratto conclusioni clamorosamente errate mettendo questa discussione nel laido calderone di chi non capisce Aloia e lo critica.
Sono il primo ad apprezzare il genio di questo italico progettista. Non mi permetto di metterlo in discussione. Forse, voi adoranti acquirenti dovreste provare a rispettare di più i suoi progetti invece di pasticciarli.
Evidentemente non scrivo in italiano.... se rileggi il mio post n° 40 trovi scritto:

"...Sui forum italiani quando si inizia appena a citare il Bart Nazionale sembra inevitabile innescare sterili polemicuccie..."
Frase in cui non mi pare ci sia alcun riferimento specifico alle tue personali osservazioni espresse in questo thread, è evidente si tratti di un concetto più generico che interessa un po' tutti i forum italiani, leggere per credere.
Di seguito:

"....Interpellerò comunque Aloia sul tema della sostituzione valvole, avevo comunque intenzione di farlo...."
Non capisco da dove derivi il concetto di "adorante acquirente" e non so dove leggi la mancanza di rispetto nei suoi confronti.
e poi ancora:

"...Comunque grazie a tutti per le informazioni e i suggerimenti forniti, in ogni caso sempre utili..."
Spero sia sufficiente, nel caso fatemi avere gli indirizzi di coloro a cui devo inviare un cassa di prosecco millesimato per sdebitarmi, spero, adeguatamente.

Per concludere, lascio perdere le Shuguang CV181 Treasure, troppe incognite e comunque molto costose per utilizzarle sono per un test. Utilizzerò le valvole NOS che mi sta inviando Sergio e le proverò sul pre seguendo le indicazioni di Aloia.
Non faccio perdere ulteriore tempo a nessuno, per cui, per quanto mi riguarda ritengo chiuso l'argomento sul quale non interverrò ulteriormente.


_________________
Giovanni

"La musica ci insegna a vedere con l'orecchio e a udire con il cuore" (K. Gibran).
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità? - Pagina 2 Empty Re: Shuguang CV181 Treasure: problemi di affidabilità?

Messaggio Da mariovalvola il Gio Nov 09 2017, 18:21

@secorte ha scritto:Vedi Mario, a membro di segugio, gia' inizialmente ti sei posto in maniera irridente, poi hai proseguito come se ne sapesti a pacchi di queste macchine.
Poi tra le righe del rolling in genere.
Bene, visto che questo e' forse il piu' grosso forum valvolare italiano ti pregherei di leggere tutti i thread precedenti che trattano di rolling e aggiungere membro di segugio a tutti, poi di farlo anche con i sucessivi.
Che con un semplice provavalvole come il mio non si possa fare precisione totale e' insito nel mio primo intervento. Che questo sia comune a tutti i non possessori ad esempio di un Sophia o un Amplitrex altrettanto. Ancora, anche per quel che riguarda la misura delle distorsioni.
Ergo di prego di rivolgere le tue gentilezze a tutti i valvolaristi del forum.

Per il resto stai continuando con il manuale delle giovani marmotte dell' elettricista, quello ce l' ho anch'io.

Poi e' evidente che non conosci i tubi in oggetto messi in queste mecchine e in altre nelle loro diverse versioni che conosco. Suanono tutti con quella data natura qui' come la.
Capisco che tu non esca dal postulato elettrico, ma una E88CC halo getter del 1960 suona cosi' dovunque, la sua coeva come sigla ma D getter suona diversamente ma allo stesso modo ovunque tu  la metta, come una 12AX7 Belvu Mazda e non sto a fare le lista di tutte le valvole esistenti di mia conoscenza. Ovviamente qualche piccola variazione data dalle diverse macchine e catene ma la natura resta.
E' la dura legge di chi non ha un Amplitrex (3000) euro o un Sophia, ma noi che andiamo a membro di segugio, come tutti gli altri utenti del forum, ci accontentiamo. Siamo fatti cosi', andiamo a cazzo.

Io con estrema soddisfazzione. Mi accontento di poco, anche di cappellare tutto visti i miglioramenti. Che ci sono.
Poi che non sia l' esatta impostazione e' vero, pazienza. Ma e' un gran bel pazientare.

Hai dato infos gratuite? Mazza che benefattore, grazie, comunque le conoscevamo, e anche Giovanni dopo che glielo scrissi precedentemente.

La CV181 di Treasure e' stranoto che non sono tali, sono imitazioni nella forma e stupidamente marchiate come tali, sono delle 6SN7 a tutti gli effetti, lo dichiarano loro per primi. Bizzarria cinese.

"This tube is a true 6SN7 equivalent and you can use it in place of 6SN7 tubes of various brands. It has identical specification as RCA 6SN7. Do not use it to replace NOS CV181 tube."

Infatti e' usata  da tutti al posto della 6SN7.

In ultima istanza, la dove non si possona fare regolazioni, come mai non lanci membri di segugio a nessuno? Niente allarmi? Per quale motivo negli apparecchi senza regolazioni si puo' cambiare con piu' agio? Per quale motivo, essendo senza potenziometro quindi nessuna regolazione si puo'? Questa e' la grande domanda.

Grande domanda che dovresti rivolgere a tutti i valvolaristi del pianeta, almeno a quelli di questo forum

vedi, quello che fa incazzare di te non sono tanto le infos da manuale delle giovani marmotte comunque sempre utili riportarle, ma la tua sboronaggine da so tutto io. Mi meraviglio che parli di cortesia.
Iniziamo dalle cose semplici:
1) non serve avere un Amplitrex. Ci sono oggetti ottimi che costano molto meno. Basterebbe anche un uTracer o un oggetto francese già citato in questo forum. Quindi, mi spiace, quello che scrivi sui tube tester non è vero. Se non mi dici come e cosa misuri, non posso capire se la misura che effettui con il tuo tube tester è indicativa oppure no.
2) Nei QUAD II che ho citato, NON ci sono regolazioni però i tubi driver andrebbero sostituiti con un approccio particolare. Quindi anche dove non ci sono regolazioni a volte devi ragionare in modi diversi. Pertanto, stai scrivendo amenità. In ogni caso si deve partire dallo schema.
3) Se ti senti orgoglioso di mettere i tubi senza effettuare nessuna verifica strumentale (non ci vogliono apparecchi miliardari) va bene a tutti. Basta che sia ben chiaro che l'approccio è questo.
4) sulla tarocca CV181, rimane la differente tensione d'isolamento massima catodo filamento rispetto alla dichiarata equivalente 6SN7 GTA (RCA). quello che scrivi, quindi, non è completamente corretto.
5) A chi, anche privatamente, mi ha chiesto info o consigli su determinati tubi, se non li conosco lo dico chiaramente. Per esempio, le mie esperienze personali con la famiglia ECC88 (e derivate) risultano piuttosto frammentarie e incomplete. Mi pare che, in questo caso, c'entrino proprio poco.
6) A proposito del manuale a te noto, hai capito cosa regola il potenziometro RV1???. (vedo che si scrive di tutto tranne che su questo benedetto arnese).
7) Sul suono dei tubi NOS e sulle loro "singolarità", con me sfondi una porta aperta. Vogliamo ammettere che simili gioielli andrebbero messi nelle migliori condizioni per funzionare? mi sembra un'ovvietà indiscutibile ma vedo che ci si stanno perdendo ore per dare una dignità a un approccio assolutamente sbagliato. Le orecchie contano moltissimo ma prima bisogna rispettare le condizioni imposte dal progettista che sono anche figlie del petulante manuale delle giovani marmotte dell'elettricista.
Quello che ti fa inalberare è la critica (anche puntuta, per carità) a un metodo intrinsecamente sbagliato. Lo fanno in tanti? Rimane sbagliato soprattutto se si usano tubi gioiello. Godi lo stesso? Felice di saperlo.
Anche la Zoofilia piace a molti ma non la trovo attraente.
Come fai a bilanciare dinamicamente un push-pull se procedi con il tuo metodo? (sto parlando di equilibrio dinamico non statico, a riposo). Potrai mettere tutti i gioielli del tuo caveau ma andrai sempre a caso.
Penso che, a questo punto, si possa anche chiudere.



    La data/ora di oggi è Dom Lug 12 2020, 22:00