Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Nuovi bracci Jelco - Pagina 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Nuovi bracci Jelco


gianlu
Member
Member

Numero di messaggi : 70
Data d'iscrizione : 10.10.15

Nuovi bracci Jelco - Pagina 2 Empty Re: Nuovi bracci Jelco

Messaggio Da gianlu il Gio Gen 24 2019, 17:47

Alla faccia che prezzi!
la Jelco produceva il mio mission 774LC moolto più economico...ma si sa, il revival del vinile va cavalcato...
JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2079
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 91
Località : Località

Nuovi bracci Jelco - Pagina 2 Empty Re: Nuovi bracci Jelco

Messaggio Da JacksonPollock il Gio Gen 24 2019, 18:02

@gianlu ha scritto:Alla faccia che prezzi!
la Jelco produceva il mio mission 774LC moolto più economico...ma si sa, il revival del vinile va cavalcato...

Il vinile nel 1984 era ancora un mercato, e la qualità media dei gira e relative componenti era più alta.
Economie di scala a go go...
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7636
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 65
Località : Milano

Nuovi bracci Jelco - Pagina 2 Empty Re: Nuovi bracci Jelco

Messaggio Da RockOnlyRare il Ven Gen 25 2019, 15:17

@JacksonPollock ha scritto:

Il vinile nel 1984 era ancora un mercato, e la qualità media dei gira e relative componenti era più alta.
Economie di scala a go go...

Daccordissimo, è con la "massificazione" del cd, i mini-stereo, poi internet con Napster etc etc. L'ultima botta l'hanno data gli smartphone ed in campo audiofilo i files in hires.

Inevitabile che la condizione di nicchia abbia fatto alzare i prezzi, e che la modo del vinile ci abbia marciato tantissimo


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2079
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 91
Località : Località

Nuovi bracci Jelco - Pagina 2 Empty Re: Nuovi bracci Jelco

Messaggio Da JacksonPollock il Sab Feb 23 2019, 10:51

Ecco un Jelco all'opera sul Lux.
Braccio di grande livello, imponente e costruito con molta cura.

Nuovi bracci Jelco - Pagina 2 _dsf7811

Sono estremamente soddisfatto.

Nuovi bracci Jelco - Pagina 2 _dsf7812
Adelmo
Adelmo
Member
Member

Numero di messaggi : 56
Data d'iscrizione : 08.03.15
Località : Imola

Nuovi bracci Jelco - Pagina 2 Empty Braccio Jelco 750 L

Messaggio Da Adelmo il Dom Feb 24 2019, 10:21

Ciao a tutti,

Io ho utilizzato un braccio Jelco 750 L del quale mi aveva attratto il costo non esagerato per un 12" ( sono molto pro 12" o 10" ). Apprezzo la costruzione della Head Shell con doppio perno che garantisce un bloccaggio ottimale, vecchia scuola Giapponese di cui sono un fan per le loro realizzazioni vintage e alcune attuali.

Bellissima e interessante, anche se mai provata, l'Head Shell in Rose Wood sempre della Jelco che ben si abbina cromaticamente al tuo insieme...

Non mi hanno entusiasmato i cavi interni del braccio, la precisione del collare troppo lasca e il grano di bloccaggio della regolazione VTA che intacca il braccio.

Trovo interessanti i nuovi bracci che riprendono in parte il movimento verticale con Blades della SAEC, ma con una costruzione meno massiccia e più price oriented, sempre Giapponesi.........

Complimenti ancora per l'acquisto, importante essere soddisfatti prima e dopo averlo fatto.

Attualmente sto utilizzando il mio scarafone di braccio ad alta massa per Denon DL 103, ma valutando di mettere il Jelco come secondo braccio del mio gira visto che ho 2 pre phono Aria prima versione.

Anche io ascolto spesso gli LP di Tracy Chapman....

Saluti

Adelmo
JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2079
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 91
Località : Località

Nuovi bracci Jelco - Pagina 2 Empty Re: Nuovi bracci Jelco

Messaggio Da JacksonPollock il Dom Feb 24 2019, 11:10

Quell'edizione dell'omonimo di Tracy è una delle migliori, la uso spesso per valutare l'insieme, e soprattutto come si comportano sulle voci.

Credo che il tuo sia un braccio anche superiore a quello che ho trovato su questo Lux.
La shell che indichi è veramente bella. Forse me la regalerò più avanti...
Adelmo
Adelmo
Member
Member

Numero di messaggi : 56
Data d'iscrizione : 08.03.15
Località : Imola

Nuovi bracci Jelco - Pagina 2 Empty Re: Nuovi bracci Jelco

Messaggio Da Adelmo il Dom Feb 24 2019, 14:42

Ciao,

IO di Tracy Chapman ho i tre LP, Quello con la copertina rossa e nera più difficile da reperire, questo e quello con la copertina grigia e lei seduta sulla sabbia. Questo ultimo tra tutti ( e ne ho due copie cadauno ) a mio avviso è quello inciso meglio.

Buona domenica

Adelmo
Adelmo
Adelmo
Member
Member

Numero di messaggi : 56
Data d'iscrizione : 08.03.15
Località : Imola

Nuovi bracci Jelco - Pagina 2 Empty Re: Nuovi bracci Jelco

Messaggio Da Adelmo il Dom Feb 24 2019, 14:51

Dimenticavo,

Lo Shell Rose Wood è più pesante quindi attenzione all'interfacciamento con il fono rivelatore qualora si fosse al limite.....

JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2079
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 91
Località : Località

Nuovi bracci Jelco - Pagina 2 Empty Re: Nuovi bracci Jelco

Messaggio Da JacksonPollock il Lun Feb 25 2019, 09:34

@Adelmo ha scritto:Ciao,

IO di Tracy Chapman ho i tre LP, Quello con la copertina rossa e nera più difficile da reperire, questo e quello con la copertina grigia e lei seduta sulla sabbia. Questo ultimo tra tutti ( e ne ho due copie cadauno ) a mio avviso è quello inciso meglio.

Buona domenica

Adelmo

Di questo in foto (l'omonimo appunto) ho beccato tre edizioni.
La migliore in assoluto è la stampa americana (ma chiedevano un botto di soldi), poi c'è la stampa UK (che ha la copertina lucida però mi suonava troppo bassosa e impastata).
Questa invece è una stampa europea del 1988, molto più composta e con zero rumore di fondo.
L'altro che citi è Crossroads, che ho in stampa tedesca anche lui e suona molto bene.

Per la shell in legno grazie per la dritta

    La data/ora di oggi è Ven Nov 22 2019, 23:40