Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
nuova installazione più scelta ampli
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

nuova installazione più scelta ampli

m_b
m_b
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 157
Data d'iscrizione : 07.04.11

nuova installazione più scelta ampli Empty nuova installazione più scelta ampli

Messaggio Da m_b il Lun Feb 04 2019, 16:15

Ciao a tutti, devo allestire un nuovo impianto con diffusori dopo tanti anni di sole cuffie. Vi chiedo qualche parere sia sulla installazione sia sui componenti per completare la catena in quanto la mia esperienza è davvero poca in questo ambito.

Sto ultimando la ristrutturazione della stanza che dedicherei all'ascolto (non in maniera esclusiva purtroppo :( ) e ne ho approfittato per far stendere varie canaline aggiuntive. Queste potrebbero consentirmi di installare le elettroniche sulla parete opposta rispetto ai diffusori con l'obiettivo sia di poter lasciare libero lo spazio tra i diffusori e goderne dei relativi benefici sia di comodità/estetica. La distanza che ogni singolo cavo di potenza si troverebbe a percorrere è di circa 10 metri.
Prima domanda: in considerazione dei benefici di cui sopra, considerate penalizzante l'utilizzo di una coppia di cavi di potenza di 10 metri?

La seconda domanda verte sulla scelta dell'amplificatore. La catena sarà composta così:
-sorgente: le attuali sorgenti (Naim Dac o Sony ta zh1es) ... poi si vedrà, in base al budget
-Diffusori: dopo alcune prove sia nel nuovo che nell'usato mi sono infatuato di una coppia di diffusori di seconda mano, costruiti una decina di anni fa da artigiani della mia zona. Si tratta di un monovia montato in una sorta di "cassa armonica" (il fine tuning avviene avvitando/svitando le viti del baffle frontale), cui è aggiunto un tweeter nel retro della cassa. Il suono è molto raffinato, veloce e coerente, con una bella immagine, ma carente in basso...per cui sto testando l'aggiunta del sub sunfire da 8" che avevo nell'impianto HT.

Ad ora ho in prova a casa un Doma Grido 30 (un ottimo stato solido, lievemente "caldo" e molto dettagliato) e una coppia di vecchi finali Cary Audio cad300se (con 300b), entrambi pilotati da un pre a valvole progettato dal grande Mariani. Mi vorrebbe una via di mezzo tra i due :) .... il Cary è ammaliante, ma abbinato alle mie casse risulta un po' troppo rotondo agli estremi e si perde un filo di dettagli. Il Doma nella mia configurazione lo trovo migliore nel complesso, ma mi manca molto quel senso di suono "denso" restituito dalle 300b. Avete qualche consiglio, anche nell'usato, stando su cifre nel range 3/5 keuro?
Vista la futura configurazione sarebbe utile avere una uscita per il sub

grazie
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7389
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 64
Località : Milano

nuova installazione più scelta ampli Empty Re: nuova installazione più scelta ampli

Messaggio Da RockOnlyRare il Lun Feb 04 2019, 17:10

Ciao, in merito ai cavi di una decina di metri, è risaputo che sarebbe meglio evitarli, la lunghezza ideale di un cavo non dovrebbe superare i 4m, ma poi come sempre in queste cose ci sono infinite teorie e se il cavo è di qualità penso che la perdita possa perlomeno essere minimizzata. Dovrai chiaramente puntare a cavi da acquistare a metro "non terminati".

Per quanto riguarda le casse su cui non è possibile esprimere un parere non conoscendole, il mio consiglio sarebbe un confronto se possibile con un prodotto commerciale sulla stessa linea di qualità - prezzo.
L'aspetto importante da valutare è la rivendibilità del prodotto, se oggi o domani decidessi di volere sostituire le casse, avresti molti più problemi che con casse "commerciali". Se però sei uno come me che una volta fatta una scelta che lo convince, poi non cambia praticamente più, il problema ha minore importanza.

Il metraggio della stanza ? Anche questo ha la sua importanza, sia per la collocazione delle casse che soprattutto della potenza del amplificatore.
La scelta dell'ampli è chiaramente legata alle casse, se sei deciso per quelle che hai indicato, devi sapere le caratteristiche come l'impedenza in OHM, la dinamica etc etc.

Tanto più l'impedenza tende a scendere in basso tanto più l'ampli deve essere "resistente". Lo standard è 8 OHM che può scendere fino a 4 ma in casi particolari anche a 2 o meno (le mie possono scendere sotto i 2 il che obbliga a prendere un finale di una robustezza fuori dal comune, in quanto si è vicini al "corto circuito"..... con il rischio di danneggiare il finale.

La dimanica invece influenza la potenza di uscita dell'ampli, se le casse hanno una dimanica alta o molto alta, diciamo oltre i 93db, può bastare un ampli con poca potenza e molta precisione (Valvole classe A etc etc) se invece la dinamica è bassa, decisamente sotto i 90 db, si deve "salire" con la potenza (valore RMS) per "smuovere" le casse senza il rischio di sovraccaricare il finale o mandarlo in "clipping" con conseguente considerevole aumento della distorisione.

Su nomi e modelli non mi pronuncio per la mia tremenda e perenne lotta per ricordare nomi sigle e modelli, causata anche da un "buco" di una trentina d'anni della mia passione audiophila, interotta ai primi anni 80 (quando facevo lavoretti nel settore hi-fi) e ripresa solo 5 o 6 anni fa ... da "vecchietto"

PS, per risolvere il problema ingombro e cavi, ci sarebbe una soluzione, che farebbe molto felice il "tenente".... una bella coppia di casse "attive", quindi con amplificatore incorporato. In questo modo non c'è il problema dei cavi di connessione, perchè nei cavi di segnale il problema della perdita di segnale è sensibilmente minore che in quelli di potenza.

In questo caso basterebbe il pre se non addirittura un dac+player (convertitore con lettore incorporata files musicali) con un controllo passivo del volume, il che permetterebbe di eliminare anche il pre.
Ma questa ultima soluzione non va bene se hai (come me) sorgenti analogiche come tape o giradischi o un lettore cd integrato.



Ultima modifica di RockOnlyRare il Lun Feb 04 2019, 17:18, modificato 1 volta


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
Alta Fedeltà
Alta Fedeltà
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 346
Data d'iscrizione : 02.02.18

nuova installazione più scelta ampli Empty Re: nuova installazione più scelta ampli

Messaggio Da Alta Fedeltà il Lun Feb 04 2019, 17:14

@m_b ha scritto:La distanza che ogni singolo cavo di potenza si troverebbe a percorrere è di circa 10 metri.
Prima domanda: in considerazione dei benefici di cui sopra, considerate penalizzante l'utilizzo di una coppia di cavi di potenza di 10 metri?

Ti sconsiglio l'uso di cavi così lunghi, bisognerebbe utilizzare un cavo di sezione molto molto grande, inoltre alcune caratteristiche negative come la capacità e l'induttanza del cavo aumentano e di conseguenza la qualità del cavo peggiora.
zulele
zulele
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 916
Data d'iscrizione : 08.07.14

nuova installazione più scelta ampli Empty Re: nuova installazione più scelta ampli

Messaggio Da zulele il Lun Feb 04 2019, 18:13

alcuni amplificatori possono avere problemi di funzionamento con cavi così lunghi, se i cavi stessi hanno capacitanza elevata (es. tipico: Kimber serie TC e affini).
alcuni marchi (Naim, NVA, sempre per fare esempi) "prescrivono" di utilizzare cavi a bassa capacitanza coi loro ampli -forse i nuovi Naim sono meno sensibili al problema, ma è comunque un problema da porsi.

quanto al resto, visto che pare che non serva una potenza elevata e che il budget è abbastanza generoso (almeno per i miei standard...), io guarderei a qualcosa in classe A; i primi nomi che mi vengono in mente sono Accuphase, Luxman o, a valvole, Unison Research, ma non saranno certo gli unici.


_________________
Naim CDX2+XP5XS - analogico: Rega RP8 con RB808 + Lyra Delos - prephono Rega IOS - Accuphase E-360 - diffusori ProAc Response 1.5 - cavetteria: Accuphase, Tellurium, Kimber, S&M
m_b
m_b
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 157
Data d'iscrizione : 07.04.11

nuova installazione più scelta ampli Empty Re: nuova installazione più scelta ampli

Messaggio Da m_b il Mar Feb 05 2019, 00:48

@RockOnlyRare ha scritto:Ciao, in merito ai cavi di una decina di metri, è risaputo che sarebbe meglio evitarli, la lunghezza ideale di un cavo non dovrebbe superare i 4m, ma poi come sempre in queste cose ci sono infinite teorie e se il cavo è di qualità penso che la perdita possa perlomeno essere minimizzata. Dovrai chiaramente puntare a cavi da acquistare a metro "non terminati".

Purtroppo immaginavo una risposta simile...tocca fare qualche prova, ma devo trovare del cavo almeno discreto che non costi una follia, se queste prove diventerebbero un salasso ...se hai/avete qualche consiglio su cavi decenti non troppo costosi sono più che ben accetti.

@RockOnlyRare ha scritto:Per quanto riguarda le casse su cui non è possibile esprimere un parere non conoscendole, il mio consiglio sarebbe un confronto se possibile con un prodotto commerciale sulla stessa linea di qualità - prezzo.
L'aspetto importante da valutare è la rivendibilità del prodotto, se oggi o domani decidessi di volere sostituire le casse, avresti molti più problemi che con casse "commerciali". Se però sei uno come me che una volta fatta una scelta che lo convince, poi non cambia praticamente più, il problema ha minore importanza.

Il metraggio della stanza ? Anche questo ha la sua importanza, sia per la collocazione delle casse che soprattutto della potenza del amplificatore.
La scelta dell'ampli è chiaramente legata alle casse, se sei deciso per quelle che hai indicato, devi sapere le caratteristiche come l'impedenza in OHM, la dinamica etc etc.

Devo fare qualche misura, ma a detta di chi me le ha vendute e dai primi riscontri all'ascolto, le casse hanno impedenza 8 ohm, sensibilità nell'ordine dei 93/94 db, non hanno crossover e come carico sono piuttosto facili...con i finali 300b non riesco ad ascoltare oltre le ore 15 del potenziometro e insonorizzo più che bene la stanza: una mansarda lievemente irregolare di circa 6 x 5 m, con tetto piuttosto alto. l'impianto verrà collocato nel lato lungo, centrato sotto il colmo, in questo modo riesco a posizionare i diffusori a circa 50 cm dal muro retrostante e a circa 1,5m dalle pareti laterali. Punto di ascolto sui 2/2,5 m. La stanza ha il parquet, il soffitto rivestito di perlinato che copre un materiale coimbentante, qualche libreria ... dalle prime prove la stanza risulta un po' riflettente, ma considerando che devo finire di arredarla con un tappeto e tende alle finestre, non "suona" malaccio.

La rivendibilità futura è una tematica che ho valutato e nel caso sarà certamente complicata ... ma dovrei pagarle una cifra ragionevolmente adeguata e questo mi permette di dedicare maggior budget alle amplificazioni...e poi sono uno che non cambia spesso :)

Ho scelto queste "strane" casse dopo aver ascoltato alcuni oggetti in negozio e altri direttamente a casa, spaziando tra varie filosofie costruttive (gli ascolti che ricordo maggiormente sono: klipsch forte 3, Tannoy Turnberry SE, KEF Reference 3, Konus Audio Essence, una coppia di vecchie Posselt Albatross)....però babbo natale si è dimenticato di regalarmi la splendida coppia di KEF Ref. 3 nuova installazione più scelta ampli 316341

@RockOnlyRare ha scritto:PS, per risolvere il problema ingombro e cavi, ci sarebbe una soluzione, che farebbe molto felice il "tenente".... una bella coppia di casse "attive", quindi con amplificatore incorporato. In questo modo non c'è il problema dei cavi di connessione, perchè nei cavi di segnale il problema della perdita di segnale è sensibilmente minore che in quelli di potenza.

In questo caso basterebbe il pre se non addirittura un dac+player  (convertitore con lettore incorporata files musicali) con un controllo passivo del volume, il che permetterebbe di eliminare anche il pre.
Ma questa ultima soluzione non va bene se hai (come me) sorgenti analogiche come tape o giradischi o un lettore cd integrato.


Non credevo che i cavi di segnale risentissero meno del problema della eccessiva lunghezza! Potrei a questo punto posizionare il finale/integrato a terra, tra i diffusori e posizionare a distanza il PC + Dac + Pre. Avevo pensato di optare per elettroniche bilanciate, ma la scelta si restringe parecchio e i costi salgono.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7389
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 64
Località : Milano

nuova installazione più scelta ampli Empty Re: nuova installazione più scelta ampli

Messaggio Da RockOnlyRare il Mar Feb 05 2019, 15:53

@m_b ha scritto:

Purtroppo immaginavo una risposta simile...tocca fare qualche prova, ma devo trovare del cavo almeno discreto che non costi una follia, se queste prove diventerebbero un salasso ...se hai/avete qualche consiglio su cavi decenti non troppo costosi sono più che ben accetti.



Devo fare qualche misura, ma a detta di chi me le ha vendute e dai primi riscontri all'ascolto, le casse hanno impedenza 8 ohm, sensibilità nell'ordine dei 93/94 db, non hanno crossover e come carico sono piuttosto facili...con i finali 300b non riesco ad ascoltare oltre le ore 15 del potenziometro e insonorizzo più che bene la stanza: una mansarda lievemente irregolare di circa 6 x 5 m, con tetto piuttosto alto. l'impianto verrà collocato nel lato lungo, centrato sotto il colmo, in questo modo riesco a posizionare i diffusori a circa 50 cm dal muro retrostante e a circa 1,5m dalle pareti laterali. Punto di ascolto sui 2/2,5 m. La stanza ha il parquet, il soffitto rivestito di perlinato che copre un materiale coimbentante, qualche libreria ... dalle prime prove la stanza risulta un po' riflettente, ma considerando che devo finire di arredarla con un tappeto e tende alle finestre, non "suona" malaccio.

La rivendibilità futura è una tematica che ho valutato e nel caso sarà certamente complicata ... ma dovrei pagarle una cifra ragionevolmente adeguata e questo mi permette di dedicare maggior budget alle amplificazioni...e poi sono uno che non cambia spesso :)

Ho scelto queste "strane" casse dopo aver ascoltato alcuni oggetti in negozio e altri direttamente a casa, spaziando tra varie filosofie costruttive (gli ascolti che ricordo maggiormente sono: klipsch forte 3, Tannoy Turnberry SE, KEF Reference 3, Konus Audio Essence, una coppia di vecchie Posselt Albatross)....però babbo natale si è dimenticato di regalarmi la splendida coppia di KEF Ref. 3 nuova installazione più scelta ampli 316341



Non credevo che i cavi di segnale risentissero meno del problema della eccessiva lunghezza! Potrei a questo punto posizionare il finale/integrato a terra, tra i diffusori e posizionare a distanza il PC + Dac + Pre. Avevo pensato di optare per elettroniche bilanciate, ma la scelta si restringe parecchio e i costi salgono.

Secondo la mia modesta opinione, se proprio uno deve usare un cavo di una decina di metri, è sicuramente meno peggio il cavo di segnale rispetto a quello di potenza. Anche il cavo di segnale si può acquistare al metro, è meno frequente.

Dimenticavo che a parità di "qualità" il cavo di segnale costa al metro sensibilmente mendo di quello di potenza, e dovendone prendere 20 metri non è cosa da trascurare.

Per i cavi di potenza (per le casse) potresti sentire i cavi della AIRTECH (utente aircool) che hanno un ottimo rapporto qualità prezzo. In passato ho usato anche i cavi della Audioquest che vendono a metro.
Producono anche cavi di segnale.

I prezzi vanno da pochissimi Euro al metro a cifre "imbarazzanti".... anche ben oltre i 100 Euro al metro.
Ad esempio qui hanno un enorme assorbimento (non conosco il sito ma mi pare serio....)

https://www.audioteka.it/cavi-e-connettori/cavi-a-metraggio/cavi-di-potenza.html

Non li ho sentiti ma in linea di massima reputo ottimi anche i VAN DEN HUL come ad esempio questo: CS-122 Hybrid oppure VAN DEN HUL D-352 Hybrid
Consigliati anche i KIMBER come ad esempio i KABLE 4VS, sopra mi sa che si va a cifre spaventose....

Altrimenti devi provare a sentire i vari produttori di cavi "semi artigianali" se li vendono a metraggio, meglio se terminati, ma la cifra potrebbe lievitare non poco rispetto alle altre soluzioni prospettate.



_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
Rudino
Rudino
Sordo Magno

Numero di messaggi : 5873
Data d'iscrizione : 16.01.10
Età : 55

nuova installazione più scelta ampli Empty Re: nuova installazione più scelta ampli

Messaggio Da Rudino il Mar Feb 05 2019, 19:53

Tanti anni fa avevo problemi simili per i cavi di potenza, avendo bisogno di 8 mt. di cavo per ciascun diffusore.
Ho letteralmente saccheggiato la pagina di TNT-Audio relativa all'autocostruzione cavi. Consiglio di fare lo stesso.
https://www.tnt-audio.com/clinica/cavidiy.html


_________________
Ciao,
Marco LP
m_b
m_b
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 157
Data d'iscrizione : 07.04.11

nuova installazione più scelta ampli Empty Re: nuova installazione più scelta ampli

Messaggio Da m_b il Mar Feb 05 2019, 21:50

grazie a tutti per l'aiuto!!
Proverò a fare una prova anche con i cavi di segnale, visto che dovrebbero essere meno sensibili
@Rudino: tra progetti di TNT, quali hai trovato più performanti ?

Riguardo all'ampli, leggendo un po' di recensioni in giro e considerando che ho un dac Naim (che mi piace molto, anche se ha limitazione di non avere ingresso USB...che mi farebbe assai comodo) mi è balenata l'idea di provare una accoppiata storica come il nac 62 + nap 140 (o qualcosa di simile). Dalle descrizioni dovrebbero avere un suono caldo ma veloce, anche se un po' rotondo in basso...tanto i miei diffusori più di tanto in basso non ci arrivano. Potrebbe essere una buona idea?
Rudino
Rudino
Sordo Magno

Numero di messaggi : 5873
Data d'iscrizione : 16.01.10
Età : 55

nuova installazione più scelta ampli Empty Re: nuova installazione più scelta ampli

Messaggio Da Rudino il Mer Feb 06 2019, 01:10

@m_b ha scritto:
@Rudino: tra progetti di TNT, quali hai trovato più performanti ?

Mi ero costruito i TNT FFRC, ma i migliori dovrebbero essere la loro evoluzione TNT Triple T; che però mi sa che sono troppo ingombranti.


_________________
Ciao,
Marco LP

    La data/ora di oggi è Lun Mag 27 2019, 08:58