Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità?
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità?

heinza
heinza
Member
Member

Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 21.08.18

Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? Empty Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità?

Messaggio Da heinza il Mar Ago 13 2019, 15:17

Ciao a tutti,
Mi chiedevo se è possibile distinguere vari modelli/produttori storici di giradischi a trazione diretta in base alla loro affidabilità/complessità costruttiva/facilità di riparazione/reperibilità dei componenti.
In altre parole, a parità di tecnologia, sono tutti uguali da questo punto di vista o si può fare una distinzione tale per cui si può dire: evita questo o quel particolare modello/costruttore perché è più facile che si rompa qualcosa, oppure se qualcosa va storto poi tanti auguri ripararlo/trovare i pezzi, ecc.?
Mi riferisco a modelli vintage (70-primi 80)
Grazie!
martin logan
martin logan
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 261
Data d'iscrizione : 18.11.17
Località : Pavia

Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? Empty Re: Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità?

Messaggio Da martin logan il Mer Ago 14 2019, 08:46

Da "non Tecnico" ma possessore (o ex-possessore) di una decina di gira vintage - la metà DD - credo che per i marchi storici come Denon, JVC, Luxman, Micro Seiki (conosco questi, indi mi fermo qui) la relativa complessità del modello possa essere indice di potenziali guai non risolvibili in caso di una seria rottura, eventualità possibile. A mio avviso il problema sta nelle varie schede, come quelle che controllano in servo la precisione dei giri del piatto, oppure nella sezione che presiede agli automatismi del braccio (auto stop, auto lift, return, repeat). Nel primo caso la vedo complicata. Nel secondo c'erano molti modelli manuali - e qui elimini alla radice il problema: quello che non c'è non si rompe !!! Per i modelli auto / semi auto esisteva spesso la possibilità di utilizzo del piatto escludendo gli automatismi ... in caso di inefficienza dei medesimi potrebbe essere una soluzione, in attesa di trovare chi risolve il problema o possiede il ricambio "giusto". In definitiva: più è complessa la parte elettronica (pensa ai sistemi di servo controllo del braccio dove potevi impostare anche il peso di lettura), più il gira è "automatizzato", più ci sono possibilità di una rottura. I motori sono solitamente molto robusti, ma quello è un problema comune ai gira a cinghia / puleggia.
Franz84
Franz84
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 140
Data d'iscrizione : 23.02.18

Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? Empty Re: Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità?

Messaggio Da Franz84 il Ven Ago 16 2019, 16:27

Domanda a cui è impossibile dare risposte certe. Tutti i Dd sono caratterizzati da tanta elettronica, alcuni guasti sono riparabili, altri no. Il mio consiglio è andare su modelli molto diffusi, farlo controllare da un tecnico prima dell'acquisto, e poi incrociare le dita. Comunque consiglierei gli ottimi denon dp, dal 3000 in su e dp 75-80, oppure technics sp 10, 15 e 25.


_________________
Pre Convergent SL1 Ultimate MK2 Phono - Finale Accuphase P500 - Giradischi Technics SL 1200G - Braccio suppletivo Ortofon RMG 212 - Thorens TD 125 - Testine Fidelity Research FR7 - FR1 MK2 - FR1 MK3F - Monster Alpha Genesis 1000 - Denon DL 103R - Denon 103 - Denon 304 - Lyra Titan I - Zyx 4D - SUT Fidelity Research XG5 - Uesugi UBROS 5 Low - Accuphase DP 55V - Diffusori ProAC 140 MK 2
heinza
heinza
Member
Member

Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 21.08.18

Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? Empty Re: Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità?

Messaggio Da heinza il Sab Ago 24 2019, 10:54

ok, grazie a entrambi
martin logan
martin logan
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 261
Data d'iscrizione : 18.11.17
Località : Pavia

Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? Empty Re: Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità?

Messaggio Da martin logan il Sab Ago 24 2019, 13:30

Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? Img_9310
Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? Img_9311
Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? Img_9612


OK - passiamo dalla teoria alla pratica, narrata da uno che al massimo sa eseguire tre saldature spannometriche o fare elementari lavori di bricolage (spesso con risultati mediocri).
Il Luxman in foto è un DD in condizioni estetiche molto buone, a parte qualche segno del tempo sul coperchio (comunque integro). 
Era stato comprato come "non funzionante / per parti di ricambio" da un appassionato di MI. La foto in alto mostra grosso modo lo schema a blocchi del gira: al centro il motore e sotto, avvitata, la sua scheda; in alto a sx e al centro l'alimentazione, a dx il dispositivo di cambio velocità e lo stroboscopio. Il piatto, in effetti, non girava. Verificato col tester che i voltaggi erano corretti, era quindi logico pensare che la scheda fosse alimentata correttamente, l'attenzione si focalizza sui cavetti blu che partono sotto al porta-fusibili ed entrano sotto al braccio. A lato c'è un micro-switch (vedi foto al centro) che apre/chiude il circuito ruotando un pomellino, che serve anche ad alzare a ad abbassare il braccio.
Comincio (con pazienza) a spruzzare poche gocce di WD40, lascio agire, poi ripeto l'operazione 2/3 volte ... il motore inizia a girare di nuovo Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? 650957  ma a scatti Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? 98542 Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? 98542 Giradischi vintage a trazione diretta e diverso livello di affidabilità/complessità/riparabilità? 98542 .
Consulto il manuale tecnico (scaricato da V.E.), nulla è riportato. Inizio a consultare alcuni forum americani sui problemi di quel modello e possibili soluzioni. Finalmente uno descrive il "mio" difetto (motore che gira a scatti) e dice che ciò si presenta "solo con il piatto rimosso" (che ovviamente non è la condizione normale di utilizzo di un giradischi).
Inserisco il pesante il piatto sul perno e tutto funziona a meraviglia, lo strobo conferma che il Luxman tiene la velocità.
Richiudo tutto e cambio la testina, perché quella vecchia ha lo stilo rotto, e al momento non trovo il ricambio ... lo collego all'impianto e ha funzionato (e suonato) molto bene fino a luglio - quando l'ho venduto.

    La data/ora di oggi è Sab Set 21 2019, 21:11