Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Storie di ordinaria ignoranza audiofila


RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7871
Data d'iscrizione : 18.05.12

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da RockOnlyRare il Mar Ago 27 2019, 09:53

@@custico ha scritto:Occhio che l'impedenza non dice tutto tutto sulla pilotabilità di una cuffia. Se l'efficienza è molto bassa la cuffia può essere ostica anche con una bassa impedenza.


Assolutamente vero, però si tratta di un aspetto differente, esattamente come per le casse acustiche.
Il vantaggio non indifferente è che nel caso di cuffie e/o ampli è piuttosto semplice fare delle prove di ascolto dai negozianti, aspetto assolutamente fondamentale prima dell'acquisto.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7871
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da RockOnlyRare il Mar Ago 27 2019, 09:57

@Zantor ha scritto:

... ed ecco quindi perché sugli ampli esiste la regolazione del gain.
Peccato che nelle schede tecniche si limitino a dire "pigia 1 per le cuffie a bassa impedenza, 2 per le altre" senza indicare chiaramente i range di impedenza ottimali per i quali è stato progettato l'ampli.

Daccordo, però considera che a differenza ad esempio delle testine MC in cui per la bassa tensione di uscita servono almeno 3-4 regolazioni, il range di impedenza si può tranquillamente distinguere tra cuffie a basse ed alta impedenza (considerando queste ultime da circa 150 ohm in su).

Inoltre se vai su ampli di qualità, se non proprio "hi-end", penso che sia "raccomandato" (leggi obbligatorio) l'uso di una cuffia a bassa impedenza.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
heartbreaker
heartbreaker
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 260
Data d'iscrizione : 15.08.15

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da heartbreaker il Mar Ago 27 2019, 13:37

@RockOnlyRare ha scritto:
....Inoltre se vai su ampli di qualità, se non proprio "hi-end", penso che sia "raccomandato" (leggi obbligatorio) l'uso di una cuffia a bassa impedenza.
mmmm.... non sarei esattamente d'accordo.
Se la legge di Ohm non è cambiata ultimamente, e per l'occasione la esprimiamo come V = IR( tensione = corrente x resistenza), vediamo che se una data cuffia o altoparlante per raggiungere la pressione sonora dichiarata vuole, diciamo, 1 V su una resistenza di 300 ohm, allora l'amplificatore dovrà erogare una corrente  di 0,003 Ampere; se la resistenza sarà di 30 ohm allora la corrente necessaria per erogare il medesimo Volt sarà di 0,033 Ampere, cioè dieci volte di più.
Quindi l'ampli è chiamato a fornire un lavoro 10 volte maggiore. Questo considerando solo la resistenza e non l'impedenza che è più complessa, ma non cambia il ragionamento.
L'ampli sarà "di qualità", almeno per quello che riguarda la potenza, quando potrà indifferentemente erogare il Volt su qualsiasi impedenza. Ovviamente con una distorsione accettabile.
E' anche da considerare di che amplificatori parliamo, perchè se si parla di stato solido, allora si può tendere al raddoppio della corrente al dimezzarsi dell'impedenza.
Se invece parliamo di ampli valvolari il discorso diventa un po' più complicato, perchè lo scostamento possibile dell'impedenza del carico rispetto ai dati di progetto, che sia con trasformatore o OTL, sarà molto minore.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7871
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da RockOnlyRare il Mer Ago 28 2019, 16:59

@heartbreaker ha scritto:
mmmm.... non sarei esattamente d'accordo.
Se la legge di Ohm non è cambiata ultimamente, e per l'occasione la esprimiamo come V = IR( tensione = corrente x resistenza), vediamo che se una data cuffia o altoparlante per raggiungere la pressione sonora dichiarata vuole, diciamo, 1 V su una resistenza di 300 ohm, allora l'amplificatore dovrà erogare una corrente  di 0,003 Ampere; se la resistenza sarà di 30 ohm allora la corrente necessaria per erogare il medesimo Volt sarà di 0,033 Ampere, cioè dieci volte di più.
Quindi l'ampli è chiamato a fornire un lavoro 10 volte maggiore. Questo considerando solo la resistenza e non l'impedenza che è più complessa, ma non cambia il ragionamento.
L'ampli sarà "di qualità", almeno per quello che riguarda la potenza, quando potrà indifferentemente erogare il Volt su qualsiasi impedenza. Ovviamente con una distorsione accettabile.
E' anche da considerare di che amplificatori parliamo, perchè se si parla di stato solido, allora si può tendere al raddoppio della corrente al dimezzarsi dell'impedenza.
Se invece parliamo di ampli valvolari il discorso diventa un po' più complicato, perchè lo scostamento possibile dell'impedenza del carico rispetto ai dati di progetto, che sia con trasformatore o OTL, sarà molto minore.

Grazie per la precisazione, è evidente che al diminuire dell'impedenza la corrente dovrà essere maggiore per la minore resistenza, concetto che è fondamentale ad esempio per l'accoppiamento tra casse ed ampli.

La mia affermazione era dovuta al fatto che la "tendenza" dei costruttori di cuffie "hi-end" è di usare, da quel che mi risulta, ("quasi") esclusivamente cuffie a bassa impedenza, che inevitabilmente richiedono maggiore corrente da parte dell'ampli come giustamente fai presente, ma d'altra parte anche l'ampli deve essere hi-end, quindi in grado di erogare una corrente sufficiente per questa tipologia di cuffie.

Onestamente non conosco le motivazioni tecniche per cui si è man mano nel corso degli anni diminuita l'impedenza di riferimento delle cuffie rispetto a quelle degli anni 70-80.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
@custico
@custico
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1200
Data d'iscrizione : 08.03.16
Età : 44
Località : BO-FE (o FE-BO)

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da @custico il Mer Ago 28 2019, 17:27

@RockOnlyRare ha scritto:
Onestamente non conosco le motivazioni tecniche per cui si è man mano nel corso degli anni diminuita l'impedenza di riferimento delle cuffie rispetto a quelle degli anni 70-80.

Per far sì che suonino anche con smartphone, DAP, portatili, ecc... ?


_________________
Saluti e buoni ascolti!  sunny
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7871
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da RockOnlyRare il Gio Ago 29 2019, 09:24

@@custico ha scritto:

Per far sì che suonino anche con smartphone, DAP, portatili, ecc... ?

Intendi che la causa è solamente questa ?
Però è strano perchè appunto minore impedenza = maggiore corrente necessaria, anche se necessita minor potenza in uscita, e dopotutto anche i mitici walkman usavano cuffie ad alta impedenza.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
slash
slash
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2440
Data d'iscrizione : 01.09.18

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da slash il Gio Ago 29 2019, 11:02

@RockOnlyRare ha scritto:
.. appunto minore impedenza = maggiore corrente necessaria

è esattamente il contrario..


_________________
ne riparliamo:
Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Lastwe11
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7871
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da RockOnlyRare il Gio Ago 29 2019, 11:36

@slash ha scritto:

è esattamente il contrario..

forse mi sono espresso male, se riduci l'impedenza si riduce in pratica la resistenza, quindi aumenta la corrente che "passa", il che richiede che l'ampli sia in grado di erogare senza problemi una quantità maggiore di corrente.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
slash
slash
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2440
Data d'iscrizione : 01.09.18

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da slash il Gio Ago 29 2019, 14:53

no problem.
la corrente che attraversa il circuito è maggiore se riduci l'impedenza cuffia certo.
se con la cuffia scendi sotto il valore di impedenza dichiarata sull'uscita dell'ampli quest'ultimo potrebbe non sopportare l'eccesso di corrente che lo attraversa.


_________________
ne riparliamo:
Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Lastwe11
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7871
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da RockOnlyRare il Gio Ago 29 2019, 16:18

@slash ha scritto:no problem.
la corrente che attraversa il circuito è maggiore se riduci l'impedenza cuffia certo.
se con la cuffia scendi sotto il valore di impedenza dichiarata sull'uscita dell'ampli quest'ultimo potrebbe non sopportare l'eccesso di corrente che lo attraversa.

Ovviamente, come per le casse se l'impendenza della cuffia è troppo bassa si potrebbero anche rischiare dei danni, anche se penso che il rischio si assai meno frequente che con le casse perchè in quel caso si parla di pochissimi ohm (le mie sono durissime ed hanno 8 ohm nominali ma scendono fino sotto i 2 ohm per cui necessitano di un finale "monstre" per resistenza e potenza il che le rende difficilissime da pilotare)


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
Zantor
Zantor
Member
Member

Numero di messaggi : 47
Data d'iscrizione : 22.08.19
Età : 51
Località : Provincia di Pesaro

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da Zantor il Sab Ago 31 2019, 10:23

Ragazzi, volevo solo ringraziarvi. Da un post semiserio è nata una conversazione dalla quale ho appreso molto e cambiato anche alcune opinioni che credevo certezze. Sto rodando il piccolo ampli/dac che mi è appena arrivato. Quando avrò fatto un po' di ascolti posterò le mie prime impressioni.
A presto.


_________________
Sator Arepo Tenet Opera Rotas
montanari
montanari
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 9982
Data d'iscrizione : 06.04.11
Età : 40
Località : Morciano di R. - vespista

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da montanari il Sab Ago 31 2019, 15:11

Che sarebbe?


_________________
alè:
le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà
Zantor
Zantor
Member
Member

Numero di messaggi : 47
Data d'iscrizione : 22.08.19
Età : 51
Località : Provincia di Pesaro

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da Zantor il Sab Ago 31 2019, 15:17

Audio-GD R2R11


_________________
Sator Arepo Tenet Opera Rotas
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7871
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Storie di ordinaria ignoranza audiofila - Pagina 2 Empty Re: Storie di ordinaria ignoranza audiofila

Messaggio Da RockOnlyRare il Lun Set 02 2019, 10:24

@Zantor ha scritto:Audio-GD R2R11

ottimo allora a qualcosa serviamo pure noi affraid affraid affraid affraid


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.

    La data/ora di oggi è Gio Ago 06 2020, 09:56