Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Ricablaggio Rega P3 - RB330
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Ricablaggio Rega P3 - RB330

mantraone
mantraone
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1004
Data d'iscrizione : 17.12.16
Età : 53
Località : Bologna

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da mantraone il Gio Dic 19 2019, 22:18

Come da oggetto...

partiamo da esperienza del kit Ingognito e sue "varianti".


_________________
/Living Voice IBX-R2/Leben CS-600/Rega Planar P3/Rega Aria/Rega Ania MC/Aqua La Scala Mk2 Optologic/Roon Core PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/SOtM sMS 200 network player/Audioquest DragonFly Cobalt/ Creative Aurvana live 2 mod Spirit Labs/AKG k7XX/Cavi Audioquest Rocket88 e Water/Cavo USB Wireworld Platinum
carbonizer
carbonizer
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 231
Data d'iscrizione : 20.04.17

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da carbonizer il Ven Dic 20 2019, 09:17

@mantraone ha scritto:Come da oggetto...

partiamo da esperienza del kit Ingognito e sue "varianti".


ok diciamo che prosegue da qui:

https://www.ilgazeboaudiofilo.com/t38852p75-sostituire-puntina-mm-con-mc#717465

Giusto per non riscrivere e far sapere un pelo di cronistoria per chi leggendo trovasse interesse...

Si trova anche a meno https://www.analogueseduction.net/tonearm-re-wire-service/incognito-tonearm-pure-silver-re-wire-kit-for-rega-arms-fitted.html

Oggi gli incognito non sono gli unici, vedi anche ORIGIN LIVE che proprio dai Rega sono partiti ed ora fanno bracci loro e giradischi, AUDIO ORIGAMI e ce ne saranno altri.
Vedi bene perchè potresti anche fare il colpaccio, dovrebbero esserci in giro dei kit completi anche di counteweight.

Sullo switchare i cavi tra connettori rca e switch più o meno buoni, non so, io eviteri, forte del fatto che hai lo shell unico con il braccio infatti ormai la maggior parte (o comunque una buona parte) dei produttori di bracci hanno eliminato lo shell intercambiabile, (ovvero un interconnessione in meno che non è proprio indifferente) approfitterei quindi dell'avere avere un pezzo unico dalla testina al phono anche se poi di mezzo c'è una saldatura. Alla fine affidarsi ad un solo cavo che è e resta al di sopra di ogni sospetto, musicalmente è un plus non indifferente visto che parliamo di phono e di segnali infinitesimali e che per quanto se ne possa dire, i cavi per il phono non sono propriamente giocattoli al di là di marche e modelli, ma qui si apre un discorso che IMHO è complicato, vasto e sempre IMHO non è riassumibile.

Sui materiali dei cavi non mi pronuncio più di tanto, ci sono troppe opinioni da bar e poche certezze. Argento si argento no, sulla carta conduce meglio, ovviamente, ma a me (e non solo a me) non piace e continuo a preferire il rame, quello vero, non l'alluminio o chissà cosa placcato rame. In generale mi trovo bene coi prodotti Cardas (uso anche lo stagno saldante della Cardas) ma insoma non sono gli unici. L'unica variante che trovo degna sono i litz.
La fregatura, o il vantaggio, è che rispetto al cavo originale qualunque cosa ci metti sarà una miglioria.


PS: se per caso hai anche piccoli o livei problemi di hum (da come scrivi non mi pare) , non pensare che ricablando risolvi.


_________________
Finale : quasi integrato 300B tube diy
Preamp: vacuum state diy

Phono: Vacuum state diy
Dac: Rega Dac-R / Cambridge DacMagic 100 with tube output diy
Turntable Rega / Denon Dp3000 DD + Da305 and Da303 tonearm



“Ben difficilmente esiste cosa al mondo che qualcuno non possa produrre di qualità un po' inferiore e vendere a un prezzo più basso. Ma coloro che tengono conto solo del prezzo diventano di questi la preda legittima.”
“È meglio scoprire di essere stati ingannati sul prezzo che sulla qualità della merce.”

JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2310
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 91
Località : Località

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da JacksonPollock il Ven Dic 20 2019, 11:29

se per caso hai anche piccoli o livei problemi di hum (da come scrivi non mi pare) , non pensare che ricablando risolvi.

E chi sostiene di averli risolti proprio ricablando? Bluff?
È in assoluto la prima modifica suggerita a livello planetario per togliere quel cavolo di humming noise.
Io con la PSU l'avevo attenuata molto.

Il mio non sono arrivato a ricablarlo, ma tra le campagne inglesi ho ascoltato fianco a fianco un RP3 ricablato Cardas con tanto di vetusta forchetta per la terra e un P3 out of the box... Il vecchio era (usando gli stessi termini del commesso) dead silent.... Ricablaggio Rega P3 - RB330 98542

Quindi secondo te questa caratteristica (anche se a mio avviso sarebbe meglio chiamarla problematica) dei Rega da cosa dipende?
avatar
martin logan
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 350
Data d'iscrizione : 18.11.17
Località : Pavia

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da martin logan il Ven Dic 20 2019, 13:45

Sul mio P2 kit (è aperta apposita discussione in questa sezione) non ho mai riscontrato problemi di ronzio (hum); è bene chiarire che tutto è stato fatto a puro titolo sperimentale / personale, visto che di giradischi ne ho anche troppi e un Rega non mi serviva (però accumulare esperienza sì).
Devo ammettere che il cablaggio è molto "basico" e che - probabilmente - se in futuro avrò soldi da investire in quel giradischi lo cambierò.
Eviterei di inserire spinotti pentapolari nel mezzo, quindi farei un cablaggio diretto dai terminali per la testina agli rca ... sinceramente non ho ancora considerato la marca, ma prenderei un kit pronto tra quelli che i vari rivenditori propongono (vedi Analogue Seduction). Buone Feste a tutti Ricablaggio Rega P3 - RB330 1906280700
mantraone
mantraone
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1004
Data d'iscrizione : 17.12.16
Età : 53
Località : Bologna

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da mantraone il Ven Dic 20 2019, 15:26

@carbonizer ha scritto:


Si trova anche a meno https://www.analogueseduction.net/tonearm-re-wire-service/incognito-tonearm-pure-silver-re-wire-kit-for-rega-arms-fitted.html

Oggi gli incognito non sono gli unici, vedi anche ORIGIN LIVE che proprio dai Rega sono partiti ed ora fanno bracci loro e giradischi, AUDIO ORIGAMI e ce ne saranno altri.
Vedi bene perchè potresti anche fare il colpaccio, dovrebbero esserci in giro dei kit completi anche di counteweight.

Sullo switchare i cavi tra connettori rca e switch più o meno buoni, non so, io eviteri, forte del fatto che hai lo shell unico con il braccio infatti ormai la maggior parte (o comunque una buona parte) dei produttori di bracci hanno eliminato lo shell intercambiabile, (ovvero un interconnessione in meno che non è proprio indifferente) approfitterei quindi dell'avere avere un pezzo unico dalla testina al phono anche se poi di mezzo c'è una saldatura. Alla fine affidarsi ad un solo cavo che è e resta al di sopra di ogni sospetto, musicalmente è un plus non indifferente visto che parliamo di phono e di segnali infinitesimali e che per quanto se ne possa dire, i cavi per il phono non sono propriamente giocattoli al di là di marche e modelli, ma qui si apre un discorso che IMHO è complicato, vasto e sempre IMHO non è riassumibile.

Sui materiali dei cavi non mi pronuncio più di tanto, ci sono troppe opinioni da bar e poche certezze. Argento si argento no, sulla carta conduce meglio, ovviamente, ma a me (e non solo a me) non piace e continuo a preferire il rame, quello vero, non l'alluminio o chissà cosa placcato rame. In generale mi trovo bene coi prodotti Cardas (uso anche lo stagno saldante della Cardas) ma insoma non sono gli unici. L'unica variante che trovo degna sono i litz.
La fregatura, o il vantaggio, è che rispetto al cavo originale qualunque cosa ci metti sarà una miglioria.


PS: se per caso hai anche piccoli o livei problemi di hum (da come scrivi non mi pare) , non pensare che ricablando risolvi.

ho visto che molti parlano di questo Silver Litz sarebbe interessante capire le vere differenze...

.html]https://www.analogueseduction.net/tonearm-re-wire-service/INCOG-DR_1_1[1].html

riguardo i connettori forchette rispetto al cavo diretto, probabilmente dal punto di vista qualitativo meno cose ci sono in mezzo dovrebbe essere meglio, anche dal punto di vista dei disturbi...

riguardo gli altri upgrade possibili, quello che anche "esteticamente" penso abbia un senso è il contropiatto, quello in plastica originale Rega non possiede un particolare "allure" High end  affraid

In generale il mio attuale setup grazie alla sostituzione dei diffusori con le Living Voice IBX ha un bel suono pieno corposo, in stile, consentitemi "audio note" non a casa per un certo periodo erano usati proprio da questo costruttore per dimostrare le loro elettroniche.... comunque... questo mi consente alcuni "affinamenti" che con il precedente diffusore non potevo neppure rischiare in quanto il medio alto era già abbastanza "sottile" e "scintillante" per cui in cavo in Argento non era il caso... Anche in casa audionote i vari modelli upgradati dei diffusori si fa largo uso di materiali Silver, tutto tornerebbe... mi piacerebbe avere qualche conferma visto che di "prove" in questo senso è difficile farne.

comunque grazie per i preziosi commenti.


_________________
/Living Voice IBX-R2/Leben CS-600/Rega Planar P3/Rega Aria/Rega Ania MC/Aqua La Scala Mk2 Optologic/Roon Core PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/SOtM sMS 200 network player/Audioquest DragonFly Cobalt/ Creative Aurvana live 2 mod Spirit Labs/AKG k7XX/Cavi Audioquest Rocket88 e Water/Cavo USB Wireworld Platinum
carbonizer
carbonizer
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 231
Data d'iscrizione : 20.04.17

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da carbonizer il Ven Dic 20 2019, 16:50

@JacksonPollock ha scritto:

E chi sostiene di averli risolti proprio ricablando? Bluff?
È in assoluto la prima modifica suggerita a livello planetario per togliere quel cavolo di humming noise.
Non lo so, ma le due domande/affermazioni sembrano in conflitto. Non mi trovi d'accordo ma va bene.
@JacksonPollock ha scritto:Quindi secondo te questa caratteristica (anche se a mio avviso sarebbe meglio chiamarla problematica) dei Rega da cosa dipende?
Boh, sarò prevenuto io, ma la domanda fa tanto trabocchetto, quindi faccio il maleducato e rispondo con altre due domande:
Sei sicuro che la problematica/caratteristica sia da attribuire a Rega?
Sicuro che nel tuo caso non fosse dipeso da (anche) uno solo dei componenti nel tuo sistema?
Forse esistono ancora ma fino a non molti anni fa c'erano degli interi team che studiavano le masse, i ground le messe a terra i ronzii e gli hum, esistono trattati, libri interi che studiano proprio questi fenomeni, se uno cerca delle risposte deve cercarle lì, io del mio posso solo dire (ed a solo titolo di esempio) che su tutti i miei giradischi non posso usare le Grado, hummano in modo molto forte tutte, ed è un gran peccato perchè mi piacciono davvero tanto, di contro,  tutti quelli che le hanno acquistate da me non hanno mai avuto problemi e qualcuno ancora mi ringrazia, non per questo posso incolpare il Sig.Grado parimenti le Grado non sono tutte da buttare.
Vedi anche l'utente MartinLogan

Anzi a tal proposito approfitto del mercatino per la Platinum.



@mantraone ha scritto:
ho visto che molti parlano di questo Silver Litz sarebbe interessante capire le vere differenze...

.html]https://www.analogueseduction.net/tonearm-re-wire-service/INCOG-DR_1_1[1].html

riguardo i connettori forchette rispetto al cavo diretto, probabilmente dal punto di vista qualitativo meno cose ci sono in mezzo dovrebbe essere meglio, anche dal punto di vista dei disturbi...

riguardo gli altri upgrade possibili, quello che anche "esteticamente" penso abbia un senso è il contropiatto, quello in plastica originale Rega non possiede un particolare "allure" High end  affraid

In generale il mio attuale setup grazie alla sostituzione dei diffusori con le Living Voice IBX ha un bel suono pieno corposo, in stile, consentitemi "audio note" non a casa per un certo periodo erano usati proprio da questo costruttore per dimostrare le loro elettroniche.... comunque... questo mi consente alcuni "affinamenti" che con il precedente diffusore non potevo neppure rischiare in quanto il medio alto era già abbastanza "sottile" e "scintillante" per cui in cavo in Argento non era il caso... Anche in casa audionote i vari modelli upgradati dei diffusori si fa largo uso di materiali Silver, tutto tornerebbe... mi piacerebbe avere qualche conferma visto che di "prove" in questo senso è difficile farne.

comunque grazie per i preziosi commenti.

I litz sono spesso consigliabili, anche il mio è un litz.
Però per certi aspetti, pur riconoscendo la superiorità di certi cavi (cavi in genere) in realtà sono molto cavoscettico, ovvero, la resa di un impianto non può essere dipendente da un qualsivoglia cavo.
Nel mondo phono le cose stanno un po diversamente per il fatto che le grandezze in gioco sono suscettibili di tutto, per assurdo, suscettibili anche di un piccione che si posa sul tetto di casa, i valori capacitivi nei phono fanno la differenza, IMHO, molto più del materiale usato.
Però è vero anche che uno dei miei "idoli" (idolo si fa per dire) è un fan dell'argento. Però le sue ragioni sono ben spiegate.
Se ti va di farti un po' di cultura sulla cavetteria un consiglio di partenza è il libro di Allen Wright sui cavi, dove si può non essere d'accordo su tutto ma almeno ci sono dei fondamenti oggettivi dai quali partire e intavolare discorsi.
Fermo restanto che a me l'argento non è mai piaciuto, non mi sento di negare che su altri impianti possa dare un valore aggiunto.

Poi assieme alla alimentazione puoi pensare anche al contropiatto che non è solo soddisfazione estetica, ma IMHO, con il cablaggio adeguato, ne potrai apprezzare bene le migliori soniche che apporta, che diversamente sarebbero minimizzate.

Ps, la mia alimentazione è 110 volt non 24, ed il motore, se non ricordo male dovrebbe essere il Premotech, la sezione di alimentazione è la Orbit.


_________________
Finale : quasi integrato 300B tube diy
Preamp: vacuum state diy

Phono: Vacuum state diy
Dac: Rega Dac-R / Cambridge DacMagic 100 with tube output diy
Turntable Rega / Denon Dp3000 DD + Da305 and Da303 tonearm



“Ben difficilmente esiste cosa al mondo che qualcuno non possa produrre di qualità un po' inferiore e vendere a un prezzo più basso. Ma coloro che tengono conto solo del prezzo diventano di questi la preda legittima.”
“È meglio scoprire di essere stati ingannati sul prezzo che sulla qualità della merce.”

JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2310
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 91
Località : Località

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da JacksonPollock il Ven Dic 20 2019, 19:22

Nel mio (ma non solo... 6 ragazzi che conosco tra amici e conoscenti hanno avuto lo stesso tipo di noie) il problema era/è a questo punto nel Rega P3... Sarà evidentemente arrivata una partita di piatti fallati alle nostre latitudini.

La Grado (bestia nera dei Rega) su gira più economici non ronzava/hummava...

Ho turnato tutto su tutto (Rega, Nagaoka, Grado, AT, Denon, Shure), dall'umile TN400 al vecchio PD290 tutto tace... Sul P3 solo le nipponiche andavano bene, ma si trattava di "contenimento" mai di eliminazione totale.

Ho usato pre economici, costosi, integrati nuovi e vecchi... Filtri, cavi... Nulla. L'unica cosa che ha sistemato (parzialmente) la questione è stata la PSU.

PS. Non faccio domande trabocchetto semplicemente voglio capire cosa ne pensi, visto che sei uno di quelli abituato a mettere le mani in pasta nel DIY.
mantraone
mantraone
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1004
Data d'iscrizione : 17.12.16
Età : 53
Località : Bologna

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da mantraone il Ven Dic 20 2019, 19:48

e... riguardo i cavi VDH cosa mi dite, qualche cosa che può essere alternativo ai Cardas?
... vedo anche Oyaide?


_________________
/Living Voice IBX-R2/Leben CS-600/Rega Planar P3/Rega Aria/Rega Ania MC/Aqua La Scala Mk2 Optologic/Roon Core PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/SOtM sMS 200 network player/Audioquest DragonFly Cobalt/ Creative Aurvana live 2 mod Spirit Labs/AKG k7XX/Cavi Audioquest Rocket88 e Water/Cavo USB Wireworld Platinum
carbonizer
carbonizer
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 231
Data d'iscrizione : 20.04.17

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da carbonizer il Dom Dic 22 2019, 12:12

@JacksonPollock ha scritto:Nel mio (ma non solo... 6 ragazzi che conosco tra amici e conoscenti hanno avuto lo stesso tipo di noie) il problema era/è a questo punto nel Rega P3... Sarà evidentemente arrivata una partita di piatti fallati alle nostre latitudini.

La Grado (bestia nera dei Rega) su gira più economici non ronzava/hummava...

Ho turnato tutto su tutto (Rega, Nagaoka, Grado, AT, Denon, Shure), dall'umile TN400 al vecchio PD290 tutto tace... Sul P3 solo le nipponiche andavano bene, ma si trattava di "contenimento" mai di eliminazione totale.

Ho usato pre economici, costosi, integrati nuovi e vecchi... Filtri, cavi... Nulla. L'unica cosa che ha sistemato (parzialmente) la questione è stata la PSU.

PS. Non faccio domande trabocchetto semplicemente voglio capire cosa ne pensi, visto che sei uno di quelli abituato a mettere le mani in pasta nel DIY.

Il braccio Rega era montato anche sul Sota di non mi ricordo quale serie tv sunny affraid (pari a tanti altri)

A parte questo scherzoso aneddoto non significativo IMHO: Beh, è una diagnosi per esclusione, ed è (oggettivamente) una pratica mostruosa e aberrante nonchè diseducativa.
Cosa ne penso io ? Che avrei mandato il giradischi in assistenza, non esiste da nessuna parte che un gira nuovo (a meno che non provenga da sconosciuti pseudo marchi da un tanto al chilo o dal cassonetto della indifferenziata) presenti OOB una cosa del genere. Oltretutto Rega non è propriamente pizza e fichi, magari non è mcintosh o qualunque altro marchio prestigioso si voglia tirare in ballo, se c'era un problema l'assistenza lo avrebbe risolto, oltretutto anche in garanzia.


@mantraone ha scritto:e... riguardo i cavi VDH cosa mi dite, qualche cosa che può essere alternativo ai Cardas?
... vedo anche Oyaide?

Nella mia catena c'è un solo Van Den Hul, il resto sono cavi DIY. Questo perchè ormai lo avevo, lo pagai un patrimonio e quindi lo uso per principio affraid
Scherzi a parte, sono buoni cavi.


_________________
Finale : quasi integrato 300B tube diy
Preamp: vacuum state diy

Phono: Vacuum state diy
Dac: Rega Dac-R / Cambridge DacMagic 100 with tube output diy
Turntable Rega / Denon Dp3000 DD + Da305 and Da303 tonearm



“Ben difficilmente esiste cosa al mondo che qualcuno non possa produrre di qualità un po' inferiore e vendere a un prezzo più basso. Ma coloro che tengono conto solo del prezzo diventano di questi la preda legittima.”
“È meglio scoprire di essere stati ingannati sul prezzo che sulla qualità della merce.”

mantraone
mantraone
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1004
Data d'iscrizione : 17.12.16
Età : 53
Località : Bologna

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da mantraone il Ven Dic 27 2019, 20:29

Vado un attimino OT, ma sempre riguardo il P3. 

La mia TTPSU non è precisissima nel far girare il piatto, con l'app dello smartphone misura 33,6. E torna anche con il DAC, ho fatto partire in perfetta sincronia un brano di circa 5 minuti, il giradischi arriva sempre alla fine in anticipo di 2 secondi.

Ricordo che esistono TTPSU compatibili Rega 24volts ma anche googolando non ho trovato nulla, non vorrei il costruttore avesse chiuso i battenti.

forse la nuova TTPSU neo è precisa? Non credo abbia la regolazione comunque...

Qualche esperienza a riguardo?

poi nei prossimi torno a bomba sul cablaggio...


_________________
/Living Voice IBX-R2/Leben CS-600/Rega Planar P3/Rega Aria/Rega Ania MC/Aqua La Scala Mk2 Optologic/Roon Core PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/SOtM sMS 200 network player/Audioquest DragonFly Cobalt/ Creative Aurvana live 2 mod Spirit Labs/AKG k7XX/Cavi Audioquest Rocket88 e Water/Cavo USB Wireworld Platinum
JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2310
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 91
Località : Località

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da JacksonPollock il Ven Dic 27 2019, 21:20

Boh... Non mi sono mai messo a cronometrare...
Non saprei, ma visto il livello dei controlli di qualità non mi stupirebbe.
Si tratta comunque di uno scostamento di poco conto.

Se non ricordo male c'è un modo per regolarlo
mantraone
mantraone
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1004
Data d'iscrizione : 17.12.16
Età : 53
Località : Bologna

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da mantraone il Ven Dic 27 2019, 21:50

@JacksonPollock ha scritto:Boh... Non mi sono mai messo a cronometrare...
Non saprei, ma visto il livello dei controlli di qualità non mi stupirebbe.
Si tratta comunque di uno scostamento di poco conto.

Se non ricordo male c'è un modo per regolarlo

ho verificato il manuale della TTPSU neo e si può fare, ma la vecchia direi proprio di no... se non mettendo mano sull'elettronica...  Neutral


_________________
/Living Voice IBX-R2/Leben CS-600/Rega Planar P3/Rega Aria/Rega Ania MC/Aqua La Scala Mk2 Optologic/Roon Core PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/SOtM sMS 200 network player/Audioquest DragonFly Cobalt/ Creative Aurvana live 2 mod Spirit Labs/AKG k7XX/Cavi Audioquest Rocket88 e Water/Cavo USB Wireworld Platinum
JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2310
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 91
Località : Località

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da JacksonPollock il Ven Dic 27 2019, 21:53

Avevo la Neo
carbonizer
carbonizer
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 231
Data d'iscrizione : 20.04.17

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da carbonizer il Lun Dic 30 2019, 10:55

@mantraone ha scritto:Vado un attimino OT, ma sempre riguardo il P3. 

La mia TTPSU non è precisissima nel far girare il piatto, con l'app dello smartphone misura 33,6. E torna anche con il DAC, ho fatto partire in perfetta sincronia un brano di circa 5 minuti, il giradischi arriva sempre alla fine in anticipo di 2 secondi.

Ricordo che esistono TTPSU compatibili Rega 24volts ma anche googolando non ho trovato nulla, non vorrei il costruttore avesse chiuso i battenti.

forse la nuova TTPSU neo è precisa? Non credo abbia la regolazione comunque...

Qualche esperienza a riguardo?

poi nei prossimi torno a bomba sul cablaggio...


Ummm... mi permetto di chiederti, perchè hai scelto Rega ?  Sopratutto con quali criteri ?  Sembra una domanda banale ma non lo è !

Ancora domande:
perchè pensi sia la TTPSU ?
Sicuro che non sia il DAC ad essere lento ? (O credi che sia anatema putare il dito sul DAC? ) Non crederai che essendo digitale possa essere preciso su tutti gli aspetti, mettici poi che il DAC potrebbe essere l'ultimo pezzo di una catena che inizia da un computer.
IMHO per me il modo migliore per misurare la velocità resta lo strobo con il cartoncino ma va bene anche l'app al netto e/o lordo delle tolleranze sia dell'app che del telefono.
Pensi che la nuova TTPSU sia più precisa per il fatto che è "nuova" ?

Finite le domande butto lì qualche risposta (se mi si passa anche con anche qualche analogia), lungi dall'essere veritiere assolute potrebbero però almeno indirizzare la strada da percorrere:
Se sei il tipo che la cosa non ti fa dormire la notte o quando vengono gli amici a casa, deve dimostrare la precisione assoluta di tutto l'impianto allora cambia giradischi, un Technics, un Teach o qualunque altro anche di basso costo sotto questo punto di vista fa meglio, alcuni hanno pure il pic control e ci puoi anche fare il digei sunny
33.6, 33.3, 33.0 cambia meno di niente, quello che dovresti controllare e curare meticolosamente è che la velocità sia sempre, e ribadisco SEMPRE la stessa. (Beh se gira a 35.0 o 30.1 allora è un altro discorso).
Se vuoi regolare la cosa:

elettronicamente allora cambia l'alimentazione (mi pare, ma io non ne sono certo che le nuove permettano tale regolazione) il mio ha il motore a 110 volt di cui vado fiero quindi elettronicamente non so aiutarti se non mettendo le mani direttamente nella PSU e non è scontato si possa moddare in tal senso; in ogni caso se decidi, per qualsivoglia ragione di cambiare la PSU IMHO dovresti andare sui prodotti MusicHall oppure HeedAudio vedi l'Orbit ammesso che li facciano ancora, ma immagino di si considera che è molto tempo che non ci metto mano e non seguo, non per mancanza di estro o voglia di fare quanto perchè IMHO ritengo che più di così non si può andare e per i mie gusti l'unica sarebbe passare ad altro, magari un Gyrodec o uno della serie sunny

meccanicamente (ci sono varie possibilità) due giri di nastro carta attorno al sottopiatto, una cinghia nuova stessa lunghezza con spessore leggermente inferiore, un nuovo sottopiatto, ma qui non ci giuro, magari tra quelli che avevi citato (o forse era un altro utente) che fa anche tanto aiend sunny  questo però a me riporta alla sequenza precedente ovvero la priorità degli upgrade, insomma si gira in tondo e da qualche parte si dovrà iniziare.

passivamente: fregatene, non è importante, quello che conta sarebbe ascoltare i molti brani, dischi e/o collezioni al punto da non avere il tempo per preoccuparsi di uno scostamento insignificante.
più musica dal vivo e vedrai che la velocità non è così importante, possibilmente non amplificata perchè i triangoli, i piatti, gli sputacchi degli ottoni non sono (nella realtà) così come vorrebbero farci credere e stesso discorso per la stereofonia, se non ci credi prova ad ascoltare una "vecchia" registrazione fatta in presa diretta (ed ambientale) con due massimo 4 microfoni e quelle attuali fatte con i panpot et affini. Non che una sia meglio dell'altra ma le diferenze sono abbissali sopratutto quando o i panpot non si sanno usare o si vogliono fare a tutti i costi cose da effetti speciali e colori ultravivaci. (Cioè due tom di una drum non dovrebbero stare uno sulla cassa destra e l'altro sulla sinistra, non è vero, non ha senso, però ci piace ?????? )

Un saluto ed un augurio di buon anno, buona fine, buon pricipio, ma sopratutto, buoni ascolti, ascoltando più musica e meno impianto.

re-edit
Ps: dimenticavo, la maggior parte se non tutti i Rega girano un ciccinino più veloce, c'è un perchè (che non determina se sia giusto o sbagliato ma tant'è)
Scegli un disco che hai anche in digitale, un disco, un brano che abbia un buon groove, una buona ritmica e dalla registrazione buona, li fai partire assieme, inizia ad ascoltare il vinile poi a metà brano nel bel mezzo del groove che scorre commuta da giradischi a digitale e vedi l'effetto che fa. (se non ti fa differenza, cambia impianto affraid )

Ps 2: prendi i cablaggi Incognito anche se qualunque cosa ci metti (di qualità) al posto dell'originale andrà bene.
Cambia anche stub ed il contrappeso scegliendone anche uno più pesante che all'occorrenza ti permetterà di montarci su praticamente tutte le testine che vorrai, tra disco test e strumenti di misura riesco sempre a stare tra i 9 ed i 13 Hz di FR ovvero un 10/11 Hz nel picco massimo, ma non ti ci fossilizzare, la tua Ania e le tue orecchie ti ringrazieranno comunque.
Embarassed


_________________
Finale : quasi integrato 300B tube diy
Preamp: vacuum state diy

Phono: Vacuum state diy
Dac: Rega Dac-R / Cambridge DacMagic 100 with tube output diy
Turntable Rega / Denon Dp3000 DD + Da305 and Da303 tonearm



“Ben difficilmente esiste cosa al mondo che qualcuno non possa produrre di qualità un po' inferiore e vendere a un prezzo più basso. Ma coloro che tengono conto solo del prezzo diventano di questi la preda legittima.”
“È meglio scoprire di essere stati ingannati sul prezzo che sulla qualità della merce.”

JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2310
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 91
Località : Località

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da JacksonPollock il Lun Dic 30 2019, 14:41

Non si può non notare che ti toccano i Rega ti scaldi.
Del resto... Carbonizer... Nomen Omen... Ricablaggio Rega P3 - RB330 775355

Buon Anno!
mantraone
mantraone
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1004
Data d'iscrizione : 17.12.16
Età : 53
Località : Bologna

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da mantraone il Lun Dic 30 2019, 17:27

@carbonizer ha scritto:


Ummm... mi permetto di chiederti, perchè hai scelto Rega ?  Sopratutto con quali criteri ?  Sembra una domanda banale ma non lo è !

R: quando ho pensato di ricostruire l'impianto stereofonico ero convinto che la musica liquida sarebbe stata la sorgente principale per cui volevo una soluzione che mi consentisse di leggere 150 Vinili rimasti della mia piccola collezione senza grossi problemi di setup e fosse in qualche modo "scalabile" in modo semplice


Ancora domande:
perchè pensi sia la TTPSU ?
Sicuro che non sia il DAC ad essere lento ? (O credi che sia anatema putare il dito sul DAC? ) Non crederai che essendo digitale possa essere preciso su tutti gli aspetti, mettici poi che il DAC potrebbe essere l'ultimo pezzo di una catena che inizia da un computer.
IMHO per me il modo migliore per misurare la velocità resta lo strobo con il cartoncino ma va bene anche l'app al netto e/o lordo delle tolleranze sia dell'app che del telefono.
Pensi che la nuova TTPSU sia più precisa per il fatto che è "nuova" ?

R: perché ho visto che l'app dello smartphone è precisa, provata su una giradischi di un amico calibrato a perfezione (VPI top di gamma) anzi anche un pelino più precisa di quella che girava sul suo iphone.
in più ho letto diversi post di questa "tendeza" dei Rega ad essere lievemente più veloci.
con una TTPSU neo il problema non si dovrebbe porre in quanto si può regolare la velocità.


Finite le domande butto lì qualche risposta (se mi si passa anche con anche qualche analogia), lungi dall'essere veritiere assolute potrebbero però almeno indirizzare la strada da percorrere:
Se sei il tipo che la cosa non ti fa dormire la notte o quando vengono gli amici a casa, deve dimostrare la precisione assoluta di tutto l'impianto allora cambia giradischi, un Technics, un Teach o qualunque altro anche di basso costo sotto questo punto di vista fa meglio, alcuni hanno pure il pic control e ci puoi anche fare il digei sunny
33.6, 33.3, 33.0 cambia meno di niente, quello che dovresti controllare e curare meticolosamente è che la velocità sia sempre, e ribadisco SEMPRE la stessa. (Beh se gira a 35.0 o 30.1 allora è un altro discorso).
Se vuoi regolare la cosa:

elettronicamente allora cambia l'alimentazione (mi pare, ma io non ne sono certo che le nuove permettano tale regolazione) il mio ha il motore a 110 volt di cui vado fiero quindi elettronicamente non so aiutarti se non mettendo le mani direttamente nella PSU e non è scontato si possa moddare in tal senso; in ogni caso se decidi, per qualsivoglia ragione di cambiare la PSU IMHO dovresti andare sui prodotti MusicHall oppure HeedAudio vedi l'Orbit ammesso che li facciano ancora, ma immagino di si considera che è molto tempo che non ci metto mano e non seguo, non per mancanza di estro o voglia di fare quanto perchè IMHO ritengo che più di così non si può andare e per i mie gusti l'unica sarebbe passare ad altro, magari un Gyrodec o uno della serie sunny

meccanicamente (ci sono varie possibilità) due giri di nastro carta attorno al sottopiatto, una cinghia nuova stessa lunghezza con spessore leggermente inferiore, un nuovo sottopiatto, ma qui non ci giuro, magari tra quelli che avevi citato (o forse era un altro utente) che fa anche tanto aiend sunny  questo però a me riporta alla sequenza precedente ovvero la priorità degli upgrade, insomma si gira in tondo e da qualche parte si dovrà iniziare.

passivamente: fregatene, non è importante, quello che conta sarebbe ascoltare i molti brani, dischi e/o collezioni al punto da non avere il tempo per preoccuparsi di uno scostamento insignificante.
più musica dal vivo e vedrai che la velocità non è così importante, possibilmente non amplificata perchè i triangoli, i piatti, gli sputacchi degli ottoni non sono (nella realtà) così come vorrebbero farci credere e stesso discorso per la stereofonia, se non ci credi prova ad ascoltare una "vecchia" registrazione fatta in presa diretta (ed ambientale) con due massimo 4 microfoni e quelle attuali fatte con i panpot et affini. Non che una sia meglio dell'altra ma le diferenze sono abbissali sopratutto quando o i panpot non si sanno usare o si vogliono fare a tutti i costi cose da effetti speciali e colori ultravivaci. (Cioè due tom di una drum non dovrebbero stare uno sulla cassa destra e l'altro sulla sinistra, non è vero, non ha senso, però ci piace ?????? )

Un saluto ed un augurio di buon anno, buona fine, buon pricipio, ma sopratutto, buoni ascolti, ascoltando più musica e meno impianto.

re-edit
Ps: dimenticavo, la maggior parte se non tutti i Rega girano un ciccinino più veloce, c'è un perchè (che non determina se sia giusto o sbagliato ma tant'è)
Scegli un disco che hai anche in digitale, un disco, un brano che abbia un buon groove, una buona ritmica e dalla registrazione buona, li fai partire assieme, inizia ad ascoltare il vinile poi a metà brano nel bel mezzo del groove che scorre commuta da giradischi a digitale e vedi l'effetto che fa. (se non ti fa differenza, cambia impianto affraid )

R sul Ps: dipende molto dal disco e dalla versione digitale che compari, in generale il mio impianto è pensato perché il digitale suonasse il più possibile "simile" all'analogico, da qui la scelta di un DAC R2R e vari sistemi di pulizia del segnale digitale che a mio vedere aiutano ad ottenere un risultato che va in questa direzione.

Ps 2: prendi i cablaggi Incognito anche se qualunque cosa ci metti (di qualità) al posto dell'originale andrà bene.
Cambia anche stub ed il contrappeso scegliendone anche uno più pesante che all'occorrenza ti permetterà di montarci su praticamente tutte le testine che vorrai, tra disco test e strumenti di misura riesco sempre a stare tra i 9 ed i 13 Hz di FR ovvero un 10/11 Hz nel picco massimo, ma non ti ci fossilizzare, la tua Ania e le tue orecchie ti ringrazieranno comunque.
Embarassed

Grazie per i commenti, i miei migliori auguri a te e tutti i tuoi cari e ovviamente tanta musica a prescindere dall'impianto, che credimi sono super cosciente deve rimanere un mezzo e non un fine nonostante tutti siamo "schiavi della tecnica"...


_________________
/Living Voice IBX-R2/Leben CS-600/Rega Planar P3/Rega Aria/Rega Ania MC/Aqua La Scala Mk2 Optologic/Roon Core PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/SOtM sMS 200 network player/Audioquest DragonFly Cobalt/ Creative Aurvana live 2 mod Spirit Labs/AKG k7XX/Cavi Audioquest Rocket88 e Water/Cavo USB Wireworld Platinum
carbonizer
carbonizer
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 231
Data d'iscrizione : 20.04.17

Ricablaggio Rega P3 - RB330 Empty Re: Ricablaggio Rega P3 - RB330

Messaggio Da carbonizer il Lun Dic 30 2019, 22:29

@mantraone ha scritto:Grazie per i commenti, i miei migliori auguri a te e tutti i tuoi cari e ovviamente tanta musica a prescindere dall'impianto, che credimi sono super cosciente deve rimanere un mezzo e non un fine nonostante tutti siamo "schiavi della tecnica"...

In tal caso lascialo girare a 33.6 suonerà più "luminoso" e farà sembrare che qualunque coso digitale suoni male e lento. sunny 

@JacksonPollock ha scritto:Non si può non notare che ti toccano i Rega ti scaldi.
Del resto... Carbonizer... Nomen Omen... Ricablaggio Rega P3 - RB330 775355

Buon Anno!

affraid
Carbonizer viene dal fatto che prima di passare alle valvole ho bruciato (nel diy) una infinità di silicio, qualcuno tra i miei conoscenti dice che RsComponent ha potuto iniziare l'attività grazie al mio bruciare/acquistare affraid 

Naaa... mi scaldo solo quando si perdono di vista cose importanti verso un qualcosa di insignificante, restando però (in parte) cosciente che per alcuni questo scostamento potrebbe causare insonnia)


_________________
Finale : quasi integrato 300B tube diy
Preamp: vacuum state diy

Phono: Vacuum state diy
Dac: Rega Dac-R / Cambridge DacMagic 100 with tube output diy
Turntable Rega / Denon Dp3000 DD + Da305 and Da303 tonearm



“Ben difficilmente esiste cosa al mondo che qualcuno non possa produrre di qualità un po' inferiore e vendere a un prezzo più basso. Ma coloro che tengono conto solo del prezzo diventano di questi la preda legittima.”
“È meglio scoprire di essere stati ingannati sul prezzo che sulla qualità della merce.”


    La data/ora di oggi è Lun Gen 27 2020, 02:11