Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Anonymous
Ospite
Ospite

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? Empty Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Messaggio Da Ospite il Sab 01 Feb 2020, 15:40

Oggi ho voluto provare a misurare il voltaggio della corrente di casa e vedere eventuali sbalzi di tensione avendo un motore della cisterna dell'acqua che
si aziona ogni minuto se si apre l'acqua. La sorpresa è stata che quando scatta il motore la tensione si abbassa di soli 3 volts e questo è molto accettabile.

Devo necessariamente prendere uno stabilizzatore di tensione tipo quelli con il toroidale motorizzato? Qualcosa che mi stabilizzi la tensione a 220/230
volts? 240 volts può essere deleterio?

20 volts in più possono compromettere specialmente le sorgenti digitali?  Ho sentito dire che per gli amplificatori valvolari la corrente ideale è a 230 V

CONSIGLI?
Teraphoto
Teraphoto
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 439
Data d'iscrizione : 15.01.20

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? Empty Re: Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Messaggio Da Teraphoto il Sab 01 Feb 2020, 17:32

Se hai misurato bene hai una variazione nell'ordine del 1,5% e se guardi le specifiche degli stabilizzatori di tensione vedrai che spenderesti per ottenere poco di più.
La questione semmai è se la pompa ti induce disturbi. Se non è questo il caso vivi sereno. La qualità della rete elettrica è legata solo in parte alla tensione ma purtroppo non la si può verificare semplicemente con un tester.
Ciao
Paolo


_________________
Lettore CD Audio Analogue Paganini 192/24 REV2.0; Giradischi Rega P8 - HANA SL; AMPLIFICATORE  AM Audio PA100; DIFFUSORI Linn AV5140; CAVI SEGNALE Van den Hul's The SOURCE HYBRID, Monster, Rega; CAVI DI POTENZA: Van den Hul's The Skyline HYBRID; Cuffie AKG K501, Beyerdynamic DT 770 PRO 80 Ohm
ogiad
ogiad
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 226
Data d'iscrizione : 12.05.10

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? Empty Re: Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Messaggio Da ogiad il Mer 12 Feb 2020, 12:02

gli stabilizzatori dato che hanno un toroidale (motorizzato) fanno anche una certa opera di pulizia, dato che molta roba poi resta nel trasformatore... non so se però vale la spesa. Di deleterio c'è il problema che molto probabilmente il trasformatore delle tue elettroniche deve fare più lavoro del dovuto e che probabilmente sarà di più facile "ronzio"... ma magari il problema ti salta fuori dopo anni ed anni di uso.


_________________
Casse: Sonus Faber Liuto Tower Amplificatore: Advance Paris A7 Giradischi: Thorens td 150 + Audio Technica OC9XEB MC Cavi di potenza: Sommer Cable Elephant, connettori WireWorld Cavi di segnale:  Sommer Cable Spirit, connettori Monster Cable Cavi elettrici: Schermati autocostruiti
Anonymous
Ospite
Ospite

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? Empty Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Messaggio Da Ospite il Gio 13 Feb 2020, 11:40

In effetti concordo, spesa inutile anche perchè andando a vedere sul retro delle elettroniche accettano fino a 260 volts. Grazie
Teraphoto
Teraphoto
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 439
Data d'iscrizione : 15.01.20

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? Empty Re: Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Messaggio Da Teraphoto il Gio 13 Feb 2020, 18:40

@ogiad ha scritto:........ Di deleterio c'è il problema che molto probabilmente il trasformatore delle tue elettroniche deve fare più lavoro del dovuto e che probabilmente sarà di più facile "ronzio"... ma magari il problema ti salta fuori dopo anni ed anni di uso.
Giusto perchè stiamo a chiacchierare e condividere pareri: questa frase non ha molto fondamento.
Visto che il trasformatore è un componente passivo che "trasforma" tensione e corrente tra primario e secondario in funzione del rapporto tra le spire perchè dovrebbe lavorare di più se la tensione in ingresso si abbassasse del 1-2 %??? e comunque cosa vuol dire che lavora di più?
La tensione in uscita cambierebbe  della stessa percentuale e finchè rimani in un range di tensioni che non ti fanno superare i limiti operativi non hai altri problemi.
Magari la dissipazione in calore per le dispersioni aumenta un poco ma sempre di una percentuale paragonabile.
Per una variazione come quella ipotizzata non aumenta sicuramente il ronzio dal trasformatore anche se un problema ci potrebbe essere se la tensione scendesse molto fino ad un livello tale che i successivi stadi di filtraggio e stabilizzazione non riescono più a lavorare secondo progetto ed allora si che aumenterebbe il ronzio ma per carenza di filtraggio.
Ciao
Paolo


_________________
Lettore CD Audio Analogue Paganini 192/24 REV2.0; Giradischi Rega P8 - HANA SL; AMPLIFICATORE  AM Audio PA100; DIFFUSORI Linn AV5140; CAVI SEGNALE Van den Hul's The SOURCE HYBRID, Monster, Rega; CAVI DI POTENZA: Van den Hul's The Skyline HYBRID; Cuffie AKG K501, Beyerdynamic DT 770 PRO 80 Ohm
Anonymous
Ospite
Ospite

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? Empty Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Messaggio Da Ospite il Ven 14 Feb 2020, 02:46

Successivamente mi sono ravveduto, misurando la corrente che quando scatta il motore della cisterna dell'acqua (vivo in una villa) la corrente cala di soli 2 volts, per cui ininfluente. Condivido l'inutilità di uno stabilizzatore di tensione e che creerebbe disturbi. Cosa diversa era quando abitavo in un condominio con 30 frigoriferi, lavatrici ecc... dove lo stabilizzatore di tensione era indispensabile, a dire il vero era un armonizzatore di rete costoso over 2000,00 che poi ho venduto per abbandono Hi-Fi casalingo per passare all'ascolto in cuffia. In questo caso mi sono comunque costruito dei cavi elettrici a doppia schermatura con schuko e iec di qualità. Uso il filtro di rete solo per una sorgente. Un economicissimo Powerwalker 10120302 Regolatore automatico di tensione, 1200V/720W che fa la differnza ma solo sull'interfaccia Gustard U16; sul dac che è pesantuccio e sofisticato sullo stadio di alimentazione è inutile. Constatato che elettroniche, ripeto sono progettate come da targhetta sul retro per oscillazioni ben al di sopra e sotto dello standard di 220/230 volts, non mi preoccupo più.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7886
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? Empty Re: Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Messaggio Da RockOnlyRare il Ven 14 Feb 2020, 11:10

Considera che la maggior parte degli utenti (specie nei condomini di grande città) si lamenta perché la propria corrente è sotto i 220, spesso addirittura 215 se non peggio. 

"Pagherebbero" per avere ben 240 volt..... 

Casomai ci sarebbero problemi se ci fossero con oscillazioni "macroscopiche".


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
Anonymous
Ospite
Ospite

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? Empty Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Messaggio Da Ospite il Sab 15 Feb 2020, 18:04

@RockOnlyRare ha scritto:Considera che la maggior parte degli utenti (specie nei condomini di grande città) si lamenta perché la propria corrente è sotto i 220, spesso addirittura 215 se non peggio. 

"Pagherebbero" per avere ben 240 volt..... 

Casomai ci sarebbero problemi se ci fossero con oscillazioni "macroscopiche".
Alla fine mi sono informato. Condivido pienamente.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7886
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? Empty Re: Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Messaggio Da RockOnlyRare il Lun 17 Feb 2020, 12:00

giocondo ha scritto:
Alla fine mi sono informato. Condivido pienamente.
applausi applausi applausi cheers cheers cheers


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
ogiad
ogiad
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 226
Data d'iscrizione : 12.05.10

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? Empty Re: Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Messaggio Da ogiad il Lun 17 Feb 2020, 15:01

isto che il trasformatore è un componente passivo che "trasforma" tensione e corrente tra primario e secondario in funzione del rapporto tra le spire perchè dovrebbe lavorare di più se la tensione in ingresso si abbassasse del 1-2 %??? e comunque cosa vuol dire che lavora di più?

In un mondo ideale un trasformatore fa solo quello, nel mondo reale, un trasformatore vibra e si scalda… è per questo che viene ancorato saldamente al telaio delle elettroniche con grossi dadi e viene disaccoppiato con tondini di gomma.
Quando un trasformatore riceve una corrente continua in ingresso (disturbo spesso presente nelle nostre rete) o riceve una tensione maggiore, ronza/vibra meccanicamente di più, le spire vengono sollecitate meccanicamente di più, dato che è impregnato di resina più "rigida"  arriverà ad un punto che sarà molto più rumoroso del normale e non basterà dare una "stretta" maggiore al bullone. Quindi se non vuoi sentire un bel zzzzzz costante uscire dal tuo costoso amplificatore lo sostituirai con uno nuovo che non ronzerà ma che ti è costato che ti assicurerà ancora anni di silenzio ma che prima o poi si metterà a ronzare e lo farà prima se lavora in condizioni maggiormente gravose.


_________________
Casse: Sonus Faber Liuto Tower Amplificatore: Advance Paris A7 Giradischi: Thorens td 150 + Audio Technica OC9XEB MC Cavi di potenza: Sommer Cable Elephant, connettori WireWorld Cavi di segnale:  Sommer Cable Spirit, connettori Monster Cable Cavi elettrici: Schermati autocostruiti
Teraphoto
Teraphoto
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 439
Data d'iscrizione : 15.01.20

Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? Empty Re: Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi?

Messaggio Da Teraphoto il Lun 17 Feb 2020, 15:13

@ogiad ha scritto:

In un mondo ideale un trasformatore fa solo quello, nel mondo reale, un trasformatore vibra e si scalda… è per questo che viene ancorato saldamente al telaio delle elettroniche con grossi dadi e viene disaccoppiato con tondini di gomma.
Quando un trasformatore riceve una corrente continua in ingresso (disturbo spesso presente nelle nostre rete) o riceve una tensione maggiore, ronza/vibra meccanicamente di più, le spire vengono sollecitate meccanicamente di più, dato che è impregnato di resina più "rigida"  arriverà ad un punto che sarà molto più rumoroso del normale e non basterà dare una "stretta" maggiore al bullone. Quindi se non vuoi sentire un bel zzzzzz costante uscire dal tuo costoso amplificatore lo sostituirai con uno nuovo che non ronzerà ma che ti è costato che ti assicurerà ancora anni di silenzio ma che prima o poi si metterà a ronzare e lo farà prima se lavora in condizioni maggiormente gravose.

@ogiad, sono d'accordo con te, ma, ragionevolmente, stavamo parlando di 1% di variazione, e poi in negativo: dovrebbe ronzare di meno Corrente di casa fissa a 240 volts - da preoccuparsi? 775355 .
Ciao
Paolo


_________________
Lettore CD Audio Analogue Paganini 192/24 REV2.0; Giradischi Rega P8 - HANA SL; AMPLIFICATORE  AM Audio PA100; DIFFUSORI Linn AV5140; CAVI SEGNALE Van den Hul's The SOURCE HYBRID, Monster, Rega; CAVI DI POTENZA: Van den Hul's The Skyline HYBRID; Cuffie AKG K501, Beyerdynamic DT 770 PRO 80 Ohm

    La data/ora di oggi è Sab 28 Nov 2020, 13:59