Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Marianone
Marianone
Member
Member

Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 13.05.20
Località : Torino

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? Empty Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Messaggio Da Marianone il Mer Mag 13 2020, 14:35

Buongiorno,

sono un nuovo iscritto non particolarmente esperto quindi scusatemi per imprecisioni e ingenuità.

La quarantena mi ha dato il tempo per cimentarmi nell'ascolto di musica liquida, quindi ho ripristinato un vecchio eeeBox Asus facendoci girare Daphile e l'ho collegato via usb a un DacMagic 100 della Cambridge.

Il segnale convertito in analogico passa quindi nel vecchio impianto che avevo messo su più di vent'anni fa con i primi soldini:

- Amplificatore Proton AM-452;
- Diffusori B&W DM610i su stand;
- cavetteria casuale tranne i cavi di potenza che sono economici ma presi in un negozio di Hi Fi.

Ascolto dopo ascolto comincio a diventare sempre più critico e ho voglia di migliorare, ma ho paura di perdere quanto sento di buono.

Questi i pregi del mio impianto secondo me:
- suono pulito;
- bassi non invadenti né rimbombanti, nonostante una cassa sia praticamente incastonata in un angolo;
- bella resa delle voci.

Questi invece i difetti a mio avviso:
- difficoltà a riprodurre la musica con grandi escursioni di dinamica;
- tendenza a impastare il suono dell'orchestra o comunque dei grandi ensemble;
- suono che si affloscia a basso volume;
- alti a volte aspri e quasi fastidiosi.

in sintesi ci ascolto bene pop e rock (specie le registrazioni più recenti), così così il jazz (bene la chitarra solista, accettabili il piano e gli ensemble piccoli, non granché le big band), malino la classica.

So che il mio impianto è praticamente da rifare ma, come da oggetto, vorrei partire un anello alla volta e non saprei dire in questo momento quale sia il più debole.
D'istinto direi l'amplificatore e avrei puntato un Musical Fidelity MS3I, ma ho paura di fare danni e peggiorare anche quel poco di buono che sento adesso.
Considerando un budget di circa mille euro per l'ampli e mille per i diffusori, vi chiederei un consiglio, sia su marche e modelli sia sull'elemento da cui partire per un upgrade.

Grazie,
Marianone 

P.S. ho anche un dubbio riguardo lo stato delle B&W (hanno la gomma del mid-woofer ondulata, temo si sia afflosciata con il tempo) che magari esporrò in un post a parte.
p.cristallini
p.cristallini
Member
Member

Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 29.06.13
Località : Aosta

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? Empty Re: Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Messaggio Da p.cristallini il Mer Mag 13 2020, 16:19

Ciao
Hai un bel budget,c he va utilizzato con attenzione.
Inizierei dalle casse. Ora che la nostra "condanna ai domiciliari" (!) è finita, puoi girare vari negozi per valutare vari diffusori. Questi sono l'elemento più importante e più caratterizzante di una catena audio e ti conviene sceglierli secondo i tuoi gusti, provandone un bel po' in vari negozi con della musica che conosci bene. Per es può darsi che tu ti sia annoiato della timbrica delle B&W in quanto i pregi ed i difetti che hai citato mi ricordano il loro suono. Unico consiglio: sceglierei dei diffusori da pavimento, se possibile col resto dell'arredamento.
Anche per l'amplificatore c'è una scelta amplissima. Il MF che hai indicato è certamente una buona soluzione. Ha anche un ingresso usb B, così che potresti collegarci il pc ed eliminare il Dac esterno, ha però il prephono, che se non ti occorre è inutile acquistare.


_________________
Paolo

Impianto principale: Rega P9+Rega Exact; Thorens TD 145MKII+Goldring 1042. Lehmann Black Cube SE. Meridian 506. PC/JRiver. Gustard U12. DAC Aqvox USB 2 D/A MKII. Pre DocetLector Zoe. Finale Adcom GFA-555MKII. Magneplanar 2.7QR.
Marianone
Marianone
Member
Member

Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 13.05.20
Località : Torino

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? Empty Re: Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Messaggio Da Marianone il Mer Mag 13 2020, 22:44

Grazie mille per il consiglio. In realtà l'ingresso phono lo vorrei tenere, anche se non è una priorità: possiedo un giradischi Philips dei primi anni '70 (modello 208) che mi dà(va) la scusa per curiosare tra le bancarelle dei dischi usati.

Come diffusori, dalle recensioni lette in giro mi hanno affascinato le Linton, che dovrebbe avere un negozio qui a Torino. Non sono sicuro che ci stiano come dimensioni ma appena riapriranno andrò a sentirle.
p.cristallini
p.cristallini
Member
Member

Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 29.06.13
Località : Aosta

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? Empty Re: Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Messaggio Da p.cristallini il Mer Mag 13 2020, 23:08

Ok!
Sembrano belle quelle Linton!


_________________
Paolo

Impianto principale: Rega P9+Rega Exact; Thorens TD 145MKII+Goldring 1042. Lehmann Black Cube SE. Meridian 506. PC/JRiver. Gustard U12. DAC Aqvox USB 2 D/A MKII. Pre DocetLector Zoe. Finale Adcom GFA-555MKII. Magneplanar 2.7QR.
taniflex
taniflex
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1235
Data d'iscrizione : 31.01.16
Età : 54
Località : Ascona (Svizzera)

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? Empty Re: Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Messaggio Da taniflex il Gio Mag 14 2020, 01:22

Ricordandosi che ascoltare in negozio,è molto diverso che ascoltare nel tuo locale.


_________________
Amplificatore ibrido Vincent SV 227,Lettore Cd/Sacd Yamaha CD-S 1000,Sound Stage Expander Jolida FOZ SS-X,Pre Phono Pro Ject Tube Box S2 rivalvolato Mullard,Giradischi Pro Ject Xperience Acryl,Testina Ortofon 2M Blue,Dac ADL Stratos con alimentazione separata Dodocus UBox-P,Musica liquida Intel Nuc i7+ Qobuz Studio Premier+Audirvana,Cuffie Sennheiser HD 650,Casse Kef Q 700.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7886
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? Empty Re: Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Messaggio Da RockOnlyRare il Gio Mag 14 2020, 11:02

Un negoziante serio spesso consente ad eseguire una prova a domicilio.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
calibro
calibro
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1619
Data d'iscrizione : 13.05.12

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? Empty Re: Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Messaggio Da calibro il Gio Mag 14 2020, 16:08

@Marianone ha scritto:
Questi invece i difetti a mio avviso:
- difficoltà a riprodurre la musica con grandi escursioni di dinamica;
- tendenza a impastare il suono dell'orchestra o comunque dei grandi ensemble;
- suono che si affloscia a basso volume;
- alti a volte aspri e quasi fastidiosi.

in sintesi ci ascolto bene pop e rock (specie le registrazioni più recenti), così così il jazz (bene la chitarra solista, accettabili il piano e gli ensemble piccoli, non granché le big band), malino la classica.

P.S. ho anche un dubbio riguardo lo stato delle B&W (hanno la gomma del mid-woofer ondulata, temo si sia afflosciata con il tempo) che magari esporrò in un post a parte.

Benvenuto!!!

I primi due difetti sono quelli tipici della quasi totalità degli impianti. Per aggirarli ci vuole efficienza e/o potenza non disgiunte da qualità: ossia molti soldi e venditore  competente.
Il terzo tende ad esser mitigato da casse molto efficienti.
Il quarto potrebbe essere mitigato angolando meno le casse verso il punto d'ascolto e/o rendendo l'ambiente più assorbente (tende, tappeti, ecc...).

I tipi di musica che ascolti sono molto eterogenei (sei musicalmente onnivoro ;-) ) per cui non si possono "privilegiare" alcune caratteristiche a scapito di altre.

Le casse vecchie le cambierei in quanto ritengo possano non essere completamente a posto: componenti del crossover passivo, sospensioni, membrane, eventuale ferrofluido del tweeter secco, ecc...

In definitiva cercherei un negoziante che sappia consigliarti (partendo dall'acustica dell'ambiente d'ascolto) e chiedere di poter ascoltare la roba a casa tua.

Oppure cambiare completamente strada ed andare su roba "custom". In tal caso potresti rivolgerti a Studio Majandi (Lombardia) per esporre il problema e verificare se la soluzione ti "garba" e se rientra nel budget.
Attualmente esiste una possibilità concreta di equalizzare nel domino digitale il segnale, sia nel computer sorgente, sia direttamente nelle amplificazioni delle casse, che possono correggere alcuni problemi tipici di acustica ambientale. In tal caso il professionista interviene con strumenti di misura certificati a casa tua e regola il tutto. 
Partendo da un computer (come nel tuo caso) può essere una strada interessante.
Se sei molto capace e ti accontenti di strumenti non certificati esistono software gratuiti per fare ciò.

Facci sapere e non comprare roba "ad cazzum" ;-) affraidaffraidaffraid


_________________
A casa: 
LG Plasma 50" HD, SKYHD optical out > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131 >>
Oppo Aurion Audio BD-83 SE > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III
In "cuffia"...a poco più di un metro..."la discarica": Sony DVP-SR100 > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus
In aereo: Iphone 6S + Tidal Hi-Fi > iem YXWin bluetooth + custom tips
In giro: IPad + Tidal Hi-Fi > Cipher > Audeze Isine 10
Marianone
Marianone
Member
Member

Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 13.05.20
Località : Torino

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? Empty Re: Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Messaggio Da Marianone il Gio Mag 14 2020, 17:08

Grazie per gli spunti di riflessione.

Effettivamente il mio ambiente è abbastanza problematico più che altro perché le casse hanno una collocazione obbligata e una delle due è forzatamente in un angolo. Tra l'altro lo spazio è stretto per cui dei diffusori più larghi delle mie B&W non sono sicuro ci starebbero. 

Musicalmente sono onnivoro sì: in questi giorni salto schizofrenicamente dagli Sleep a Fred Hersch a Mia Martini  Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? 650957

Curiosando sul profilo Facebook di questo gruppo ho scoperto dell'esistenza degli amplificatori SMSL e dei classe D in generale. La tecnologia mi incuriosisce. Il modello A8 potrebbe essere interessante per cominciare ad avere più potenza da subito (e quindi avere più scelta per quanto riguarda i diffusori) e in prospettiva tenerlo come DAC di livello migliore del mio Cambridge attuale.

Intanto, a proposito di comprare ad mentulam, ho fatto una grossa spesa di cavi online in modo da fare un po' di pulizia nel groviglio attuale.

P.S.: molto interessante l'idea della correzione software.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7886
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? Empty Re: Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Messaggio Da RockOnlyRare il Gio Mag 14 2020, 21:53

Il consiglio primario e sempre PROVARE prima di acquistare, a Torino di negozianti seri disposti a portarti a case gli apparecchi per le prove per la cifra che hai intenzione di stanziare li trovi di sicuro.

Considera inoltre che anche un trattamento acustico della sala può aiutare non poco, e non è detto sia invasivo dal punto di vista dell'arredamento.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
calibro
calibro
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1619
Data d'iscrizione : 13.05.12

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? Empty Re: Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Messaggio Da calibro il Sab Mag 16 2020, 10:35

@Marianone ha scritto:Grazie per gli spunti di riflessione.

Effettivamente il mio ambiente è abbastanza problematico più che altro perché le casse hanno una collocazione obbligata e una delle due è forzatamente in un angolo. Tra l'altro lo spazio è stretto per cui dei diffusori più larghi delle mie B&W non sono sicuro ci starebbero. 

Musicalmente sono onnivoro sì: in questi giorni salto schizofrenicamente dagli Sleep a Fred Hersch a Mia Martini  Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? 650957

Curiosando sul profilo Facebook di questo gruppo ho scoperto dell'esistenza degli amplificatori SMSL e dei classe D in generale. La tecnologia mi incuriosisce. Il modello A8 potrebbe essere interessante per cominciare ad avere più potenza da subito (e quindi avere più scelta per quanto riguarda i diffusori) e in prospettiva tenerlo come DAC di livello migliore del mio Cambridge attuale.

Intanto, a proposito di comprare ad mentulam, ho fatto una grossa spesa di cavi online in modo da fare un po' di pulizia nel groviglio attuale.

P.S.: molto interessante l'idea della correzione software.

La classe D è di grande attualità, offrendo il vantaggio di offrire molta potenza sulla carta (anche se secondo me poi all’ascolto i watt sembrano di meno...) a costi bassi Ed a rendimento energetico elevato (quindi consumi bassi).
Personalmente ho ascoltato qualcosa di economico (ho anche un T amp) e di professionale iper potente ed economico (roba tipo Behringer, Yamaha, ecc). Per me i pro vanno bene solo x musica disco, rap, tecno, ecc...x il resto fanno c@g@r€ come il TAmp.
Prediligo infatti all’ascolto la classe A e gli ampli poco controreazionati, ma i costi salgono esponenzialmente e le potenza scendono drasticamente.

Non ho mai ascoltato i Powersoft che sono in classe D e sono a detta di autorevoli professionisti (Majandi stesso, Betti che produce eccellenti ampli a valvole da migliaia di euro, ecc...) molto bensuonanti.
Sono modulari, i piccoli costano poco e sono facilmente equalizzabili in via digitale.
Nella tua condizione di budget, di ascoltatore onnivoro e con problemi di acustica ambientale forse potresti installare in alternativa dei monitor da studio attivi (con l’ampli dentro, spesso in classe D) da far installare ed equalizzare da un professionista.

Ovviamente ascolta prima di comprare!!! I gusti personali sono importantissimi nella fruizione di un evento artistico che mira a stimolare le nostre emozioni.

PS Hai avvertito piccole differenze di suono con i cavi nuovi??
Marianone
Marianone
Member
Member

Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 13.05.20
Località : Torino

Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare? Empty Re: Migliorare il mio vecchio impianto: da quale componente iniziare?

Messaggio Da Marianone il Lun Mag 18 2020, 20:48

@calibro ha scritto:


PS Hai avvertito piccole differenze di suono con i cavi nuovi??

Grazie mille anche a te per i tuoi pareri. Un paio di monitor da studio li ho già nella postazione studio appunto, sono dei Behringer 2030, bistrattati in giro ma secondo me ottimi.

Non ho notato differenze particolari con i cavi nuovi, ma ho la sensazione, non so se sia suggestione, di una resa migliore dell'impianto a volume basso. Tra ieri e oggi ho ascoltato un disco di piano classico e del rock e a un certo punto ho controllato se avessi lasciato inserito il loudness perché sentivo un suono corposo con la manopola del volume sotto le ore nove che non mi sembrava familiare. 

Nelle prossime settimane, se si potrà, andrò a sentire un po' di casse, ma intanto mi godo questo piccolissimo upgrade e procedo senza fretta.

    La data/ora di oggi è Sab Gen 16 2021, 14:54