Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit

epieffe
epieffe
Member
Member

Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 08.10.21

Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit  Empty Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit

Messaggio Da epieffe Ven Ott 08 2021, 19:39

Buona sera a tutti e ben trovati.
Mi serve un DAC da dedicare all’impianto cuffia.
Intenderei utilizzare l’IPhone come streamer e un ampli dedicato a seconda della cuffia. Ora ho un Little dot1+ Con una Grado RS1e. Più avanti non escludo una cuffia come l’Audeze LCD2 con un ampli che poi andrò a scegliere (preferisco queste molteplici opzioni rispetto a un ampli universale e poi fine dei giochi …).
Utilizzerei il DAC sostanzialmente in sbilanciato e leggendo qua e là, avrei individuato come modelli che potrebbero piacermi (stando nel budget) il Bifrost2 (multibit) di Schiit oppure IFI micro IDSD Signature (BB) che avrebbe anche un ampli integrato.
Utilizzati solo come DAC mi sono fatto l’idea che avrebbero una impostazione simile ma la più solida alimentazione a rete dello Schiit mi lascia supporre una migliore performance, anche se la batteria dell’IFI isolando l’elettronica potrebbe dire la sua.
Insomma a vostro avviso quale dei due andrebbe meglio come dac stand alone?
(Gli extra dell’IFI - batteria e ampli - ovviamente, pur non essendo una mia priorità (che resta la qualità del DAC) sono comunque bonus che apprezzerei per variare il ménage di ascolto, per questo se IFI come DAC andasse come lo Schiit, potrei preferirlo …
JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 3626
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 100
Località : Località

Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit  Empty Re: Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit

Messaggio Da JacksonPollock Lun Ott 11 2021, 22:00

Suonano un po' diversi...
Lo Schiit è più "americano" come impostazione, quindi piuttosto colorato e "grassoccio". L'IFi forse è il più "nipponico" tra gli inglesi... Ma ha anche tutta una serie di tweak che lo portano piuttosto facilmente ad aggiustare il tiro sulla timbrica (Bass, 3D+ ecc...). Ma queste sono impressioni personali che possono variare.

L'iFi nasce come alternativa un po' più economica al Chord Hugo2 quindi con vocazione portatile piuttosto marcata.
L'americano è limitato al 24/192 ma è anche vero che se non hai DSD sei super coperto anche con la liquida.

Ma il tuo budget quale è? 750/800 Euro?
Secondo me come dac puro il Chord Qutest offre una conversione e resa complessiva superiore ad entrambi e si trova nell'usato a cifre analoghe.

epieffe
epieffe
Member
Member

Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 08.10.21

Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit  Empty Re: Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit

Messaggio Da epieffe Mar Ott 12 2021, 08:49

Grazie per la tua risposta. Dall’idea che mi sono fatto leggendo sui vari forum mi ritrovo molto con il tuo parere. Il budget è quello, non di più altrimenti preferisco mettere il budget direttamente su un amp/dac con uscita linea, quando deciderò di passare a una soluzione più performante e universale in base alla cuffia (es. Phonitor x o Violectric) su cui la parte DAC incide grosso modo per quella cifra con risparmio di spazio e cavi. Dovrebbe ovviamente avere una qualità almeno comparabile a quella di un dac/amp desk all in one. Ascolterei da Quobuz con IPhone, quindi niente DSD. Il Chord è indubbiamente un DAC molto performante, ho solo una personale avversione per l’alimentazione col cavetto con trasformatore, preferisco una IEC per poter usare cavi di qualità, e il fatto che
non abbia connessione xlr che può tornar utile.
Tieni conto che ora utilizzo come dac un Esoteric K03xs e alterno come streamer Auralic Aries G2.1 o l’iPhone con pari soddisfazione. Tanta roba per LDot e Grado, ma si apprezza.
Una caratteristica del Chord che mi piace è la possibilità di scegliere tra 1 - 2 e 3 volt di uscita per un match fine con l’ampli.
Sai se accetta dispositivi IOS?
epieffe
epieffe
Member
Member

Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 08.10.21

Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit  Empty Re: Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit

Messaggio Da epieffe Mar Ott 12 2021, 08:50

JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 3626
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 100
Località : Località

Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit  Empty Re: Burr Brown true native di IFI vs multibit Schiit

Messaggio Da JacksonPollock Mar Ott 12 2021, 09:16

L'alimentatore dl Chord si può cambiare molto facilmente, esistono tante alternative da quelle costosissime (alcune proprio della IFI) a quelle più contenute.

https://www.sbooster.com/botw-pp-eco-5v-6v/chord-qutest
https://ifi-audio.com/products/ipower-elite/


Considera che dentro allo Schiit non c'è chissà quale alimentazione, non ti far ingannare dalla IEC.
L'iDSD Signature ha praticamente la stessa soluzione del Chord.
L'ho usato con l'iPad, serve l'adattatore ovviamente e una APP che veda i dac esterni.

Beh quella catena con il LittleDot a valle... sunny

    La data/ora di oggi è Mer Dic 08 2021, 07:47