Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

aggiornamento testina o pre phono


Franz84
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 813
Data d'iscrizione : 23.02.18

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da Franz84 Mar Dic 21 2021, 18:34

Se j. Carr scrive fuffa, non ha nessun senso alcun nostro commento od intervento. Chi siamo io e te di fronte ad uno dei più grandi progettisti di testine al mondo?
Io la sua bella fuffa me la prenderei ben volentieri, tipo una olympos SL .. chi riesce a creare un oggetto del genere meriterebbe venerazione ..
Rexie
Rexie
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 417
Data d'iscrizione : 23.09.20
Età : 51
Località : Catania

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da Rexie Mar Dic 21 2021, 19:24

Franz84 ha scritto:Se j. Carr scrive fuffa,
Te lo ripeto: Carr e tutti i guru che venerate scrivono fuffa che essi stessi non sarebbero in grado di riscontrare con le loro orecchie. Con gli apparecchi da laboratorio tutti abbiamo l'udito dei pipistrelli. Ad "ascoltare" certe differenze con gli occhi fissi sul monitor di un oscilloscopio siamo tutti bravi. Nell'uso pratico non funziona così. 
non ha nessun senso alcun nostro commento od intervento. Chi siamo io e te di fronte ad uno dei più grandi progettisti di testine al mondo?
Carr è uno dei tanti costruttori di testine che giocano a mettere in pratica la legge di Ohm, perché questo è, semplificando al massimo, un fonorivelatore. Non è per voler sminuire il valore di tali oggetti, di cui riconosco la bontà prestazionale, ma da qui a fare di Carr un "progettista" e, per di più, uno dei più grandi ce ne vuole. Singolare poi scoprire che siffatti grandi progettisti non possano vantare un brevetto che sia uno. Perdonami ma io sono un utente disincantato. Bado alla sostanza e presto fede alle mie orecchie. Non mi faccio incantare dalle misure dell'infinitesimale e dalle "soluzioni innovative" propalate dagli esperti di marketing, che poi non trovano riscontro presso l'ufficio brevetti. 
AlessandroCatalano
AlessandroCatalano
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 648
Data d'iscrizione : 12.02.17
Età : 66
Località : Roma

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da AlessandroCatalano Mar Dic 21 2021, 19:32

Rexie ha scritto:
AlessandroCatalano ha scritto:
Rexie ha scritto:
Franz84 ha scritto:Anche tu leggi superficialmente i miei interventi .. conosci il carico capacitativo del cavo usato dall'amico...
Lascia perdere il carico capacitivo del cavo dell'amico. Cosa che vuoi che aggiunga nella peggiore delle ipotesi? Qualcosa come 100/200pF? E allora? Cosa c'entra con la granulosità della riproduzione? No, tale inconveniente deriva per la gran parte dall'economicità dello stilo con diamante bonded, tant'è che con lo stilo Blue la situazione migliora nettamente e via discorrendo man mano che si sale di modello. Quanto al suono sbattuto in faccia, è più influente ed immediatamente avvertibile la riduzione del carico resistivo in ingresso. Ma, per mia cultura, tendo sempre a diffidare dei fonorivelatori che richiedono aggiustamenti del genere, pur potendo metterli in pratica. E comunque nel caso specifico dell'amico sono tutti aspetti che non c'entrano nulla, essendo il problema principale un grossolano errore di abbinamento tra sorgente (il fonorivelatore) ed il resto della catena. Ortofon 2M + Yamaha + Focal non vanno bene assieme. A monte ci vuole una testina che bilanci l'asetticità del suono Yamaha + Focal.
Ciao Rexie,

Devo dissentire circa il carico capacitivo dell'insieme cavi phono - cavi cablaggio braccio nel caso delle testine MM che è di importanza fondamentale. Se ben ricorderai ci furono dei bracci SME (cfr. SME Series III e IIIs) con i cavi phono che contenevano condensatori saldati direttamente sui connettori atti a portare il carico capacitivo proprio a 300 pF onde consentire di far lavorare correttamente in risposta in frequenza le Shure V15 III in particolare per avere una linearità di risposta in frequenza (tanto che sul manuale veniva indicato di rimuoverli in caso di utilizzo di alcune altre testine tipo ad es. MC).
Lo so benissimo, avendo sia bracci d'epoca SME, con i condensatori saldati a cavallo dei contatti di ciascun RCA, sia più di una Shure d'epoca. Quello delle Shure, e altre testine MM d'epoca, è un caso a parte. Ciononostante ti posso dire che all'atto pratico (non nel mondo dei misuroni che ti mostrano i tracciati dell'oscilloscopio) non ci si accorge di nulla, per il semplice fatto che la gamma di frequenze affette dalla variazione del carico capacitivo è all'estremo superiore, in un range difficilmente udibile da un orecchio nella media. Hai un pre phono capace di variare i pF in tempo reale durante l'ascolto? Prova e mi dirai. E comunque parliamo di testine a magnete mobile, che con la 2M hanno poco a che fare checché ne dica, semplicisticamente, Ortofon. 

Questo discorso del carico capacitivo non è molto influente nel caso di testine MC dove invece riveste importanza primaria il carico resistivo, anzi aggiungo che ad esempio Lyra riporta sui propri manuali che il carico capacitivo deve essere il più basso possibile e viene indicata una tabella che ti informa anche come variare il carico resistivo proprio in relazione alla capacità dei cavi e del cablaggio braccio. E questo non lo dico io ma J. Carr che è il progettista delle Lyra e quindi più preparato in materia certamente di noi.
Carr può scrivere tutta la fuffa che vuole perché si fa forte delle misurazioni con l'oscilloscopio. All'atto pratico - e sottolineo pratico - le variazioni udibili si registrano variando il carico resistivo. E la cosa è altrettanto valida per le MM, cosa che oggi la maggior parte degli utenti non può rilevare perché nella stragrande maggioranza degli apparecchi odierni il carico resistivo per le MM è fissato ai canonici 47k Ohm. Un tempo era previsto di poterlo variare in più o in meno. 

Un saluto

Alessandro
Ciao Rexie,

Continuo a non concodare con Te, io le testine della serie 2M le conosco tutte dalla Red alla Black. L'ultima volta che ho ascoltato una red ed una black è stato proprio questa mattina (collaboro con un negozio di HiFi/Hi End qui a Roma ove oltre ad essere responsabile della comunicazione mi interesso di tutto ciò che è analogico, compreso il restauro di giradischi d'epoca). Prima di consegnare un Thorens TD 125 Long Base con braccio SME 3012 interamente restaurati ho provveduto al collaudo e all'ascolto (con il cliente) utilizzando sia appunto la 2M Red che la Black. Al riguardo ho utilizzato un pre-phono SPL dotato di regolazione sia del carico capacitivo che resistivo (il resto della catena era un Gryphon Diablo 300 e diffusori Stenheim 5) bene il variare del carico capacitivo si udiva e come ma il miglior risultato era quello indicato da Ortofon ossia tra i 150 e i 300 pF, io ho utilizzato 200 pF ma al contempo ho provato anche i 100 pF ed i 300 pF e la differenza si sentiva e come. Quindi anche per Ortofon non è una cosa differente da quel che indicava SME per Shure serie V15. Indubbiamente la serie 2M ha la peculiarità di essere abbastanza aperte ma andando su di livello la 2M Black migliora in tutti i settori, forse e dico forse la bronze è un pochino più calda.

Infine dire che J. Carr scrive tutta fuffa mi sembra quasi un'imprecazione ... posso comprendere che il sound delle Lyra possa non piacere (io preferisco personalmente il Sound Benz Micro) ma mai mi passerebbe di pensare o peggio affermare che le le Lyra siano dei cessi di testine. Sempre riguardo ad Ortofon le loro testine MC come ad esempio la MC Windfeld TI o la Anna sono sonicamente più morbide.

A questo punto le cose son due:

1. Il tuo impianto non è all'altezza da permetterTi ci udire le differenze;

2. Il Tuo impianto è mal sestato e quindi Ti fa ascoltare in modo non corretto e da qui le Tue affermazioni assolutistiche.

Inviterei a questo punto un nuovo intervento di Pluto e di Carloc in quanto anche loro analisti navigati.

Un saluto

Alessandro


_________________
Alessandro

AA Puccini Anniversary by Airtech - SME Model 10 - SME Series IV - Stage-Phono Benz Micro PP1 T9 Benz Micro LP - Sonus faber Olympica II - Cavi: Airtech Zero (Prototipi Test Alimentazione, Interconnessione, potenza e phono), Airtech Alfa carbonio Alimentazione dedicata alla PSU dello SME. aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 972395
Rexie
Rexie
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 417
Data d'iscrizione : 23.09.20
Età : 51
Località : Catania

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da Rexie Mar Dic 21 2021, 20:17

AlessandroCatalano ha scritto:
Rexie ha scritto:
AlessandroCatalano ha scritto:
Rexie ha scritto:
Franz84 ha scritto:Anche tu leggi superficialmente i miei interventi .. conosci il carico capacitativo del cavo usato dall'amico...
Lascia perdere il carico capacitivo del cavo dell'amico. Cosa che vuoi che aggiunga nella peggiore delle ipotesi? Qualcosa come 100/200pF? E allora? Cosa c'entra con la granulosità della riproduzione? No, tale inconveniente deriva per la gran parte dall'economicità dello stilo con diamante bonded, tant'è che con lo stilo Blue la situazione migliora nettamente e via discorrendo man mano che si sale di modello. Quanto al suono sbattuto in faccia, è più influente ed immediatamente avvertibile la riduzione del carico resistivo in ingresso. Ma, per mia cultura, tendo sempre a diffidare dei fonorivelatori che richiedono aggiustamenti del genere, pur potendo metterli in pratica. E comunque nel caso specifico dell'amico sono tutti aspetti che non c'entrano nulla, essendo il problema principale un grossolano errore di abbinamento tra sorgente (il fonorivelatore) ed il resto della catena. Ortofon 2M + Yamaha + Focal non vanno bene assieme. A monte ci vuole una testina che bilanci l'asetticità del suono Yamaha + Focal.
Ciao Rexie,

Devo dissentire circa il carico capacitivo dell'insieme cavi phono - cavi cablaggio braccio nel caso delle testine MM che è di importanza fondamentale. Se ben ricorderai ci furono dei bracci SME (cfr. SME Series III e IIIs) con i cavi phono che contenevano condensatori saldati direttamente sui connettori atti a portare il carico capacitivo proprio a 300 pF onde consentire di far lavorare correttamente in risposta in frequenza le Shure V15 III in particolare per avere una linearità di risposta in frequenza (tanto che sul manuale veniva indicato di rimuoverli in caso di utilizzo di alcune altre testine tipo ad es. MC).
Lo so benissimo, avendo sia bracci d'epoca SME, con i condensatori saldati a cavallo dei contatti di ciascun RCA, sia più di una Shure d'epoca. Quello delle Shure, e altre testine MM d'epoca, è un caso a parte. Ciononostante ti posso dire che all'atto pratico (non nel mondo dei misuroni che ti mostrano i tracciati dell'oscilloscopio) non ci si accorge di nulla, per il semplice fatto che la gamma di frequenze affette dalla variazione del carico capacitivo è all'estremo superiore, in un range difficilmente udibile da un orecchio nella media. Hai un pre phono capace di variare i pF in tempo reale durante l'ascolto? Prova e mi dirai. E comunque parliamo di testine a magnete mobile, che con la 2M hanno poco a che fare checché ne dica, semplicisticamente, Ortofon. 

Questo discorso del carico capacitivo non è molto influente nel caso di testine MC dove invece riveste importanza primaria il carico resistivo, anzi aggiungo che ad esempio Lyra riporta sui propri manuali che il carico capacitivo deve essere il più basso possibile e viene indicata una tabella che ti informa anche come variare il carico resistivo proprio in relazione alla capacità dei cavi e del cablaggio braccio. E questo non lo dico io ma J. Carr che è il progettista delle Lyra e quindi più preparato in materia certamente di noi.
Carr può scrivere tutta la fuffa che vuole perché si fa forte delle misurazioni con l'oscilloscopio. All'atto pratico - e sottolineo pratico - le variazioni udibili si registrano variando il carico resistivo. E la cosa è altrettanto valida per le MM, cosa che oggi la maggior parte degli utenti non può rilevare perché nella stragrande maggioranza degli apparecchi odierni il carico resistivo per le MM è fissato ai canonici 47k Ohm. Un tempo era previsto di poterlo variare in più o in meno. 

Un saluto

Alessandro
Ciao Rexie,

Continuo a non concodare con Te, io le testine della serie 2M le conosco tutte dalla Red alla Black. L'ultima volta che ho ascoltato una red ed una black è stato proprio questa mattina (collaboro con un negozio di HiFi/Hi End qui a Roma ove oltre ad essere responsabile della comunicazione mi interesso di tutto ciò che è analogico, compreso il restauro di giradischi d'epoca). Prima di consegnare un Thorens TD 125 Long Base con braccio SME 3012 interamente restaurati ho provveduto al collaudo e all'ascolto (con il cliente) utilizzando sia appunto la 2M Red che la Black. Al riguardo ho utilizzato un pre-phono SPL dotato di regolazione sia del carico capacitivo che resistivo (il resto della catena era un Gryphon Diablo 300 e diffusori Stenheim 5) bene il variare del carico capacitivo si udiva e come ma il miglior risultato era quello indicato da Ortofon ossia tra i 150 e i 300 pF, io ho utilizzato 200 pF ma al contempo ho provato anche i 100 pF ed i 300 pF e la differenza si sentiva e come. Quindi anche per Ortofon non è una cosa differente da quel che indicava SME per Shure serie V15. Indubbiamente la serie 2M ha la peculiarità di essere abbastanza aperte ma andando su di livello la 2M Black migliora in tutti i settori, forse e dico forse la bronze è un pochino più calda.
Ah beh, se ti metti in testa di udire differenze le senti eccome. Poi mi spiegate come fa una testina ferromobile ad essere sensibile alle variazioni del carico capacitivo. Concordo sulla leggera differenza di carattere della Bronze rispetto alle altre della serie. 

Infine dire che J. Carr scrive tutta fuffa mi sembra quasi un'imprecazione ... posso comprendere che il sound delle Lyra possa non piacere (io preferisco personalmente il Sound Benz Micro) ma mai mi passerebbe di pensare o peggio affermare che le le Lyra siano dei cessi di testine.
Mica ho detto che le Lyra sono cessi, anzi ho detto che ne riconosco il valore. Ma insisto che Carr è uno dei tanti artigiani che si cimentano a rimescolare i termini della legge di Ohm, niente di più niente di meno. 
Sempre riguardo ad Ortofon le loro testine MC come ad esempio la MC Windfeld TI o la Anna sono sonicamente più morbide.
Concordo, anzi l'ho ribadito ad inizio topic e suggerito in alternativa la Quintet. 

A questo punto le cose son due:

1. Il tuo impianto non è all'altezza da permetterTi ci udire le differenze;

2. Il Tuo impianto è mal sestato e quindi Ti fa ascoltare in modo non corretto e da qui le Tue affermazioni assolutistiche.
Credi ciò che vuoi, poco importa. 

Inviterei a questo punto un nuovo intervento di Pluto e di Carloc in quanto anche loro analisti navigati.
E vai con l'anal... 

Un saluto

Alessandro
AlessandroCatalano
AlessandroCatalano
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 648
Data d'iscrizione : 12.02.17
Età : 66
Località : Roma

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da AlessandroCatalano Mar Dic 21 2021, 20:48

Rexie ha scritto:
AlessandroCatalano ha scritto:
Rexie ha scritto:
AlessandroCatalano ha scritto:
Rexie ha scritto:
Franz84 ha scritto:Anche tu leggi superficialmente i miei interventi .. conosci il carico capacitativo del cavo usato dall'amico...
Lascia perdere il carico capacitivo del cavo dell'amico. Cosa che vuoi che aggiunga nella peggiore delle ipotesi? Qualcosa come 100/200pF? E allora? Cosa c'entra con la granulosità della riproduzione? No, tale inconveniente deriva per la gran parte dall'economicità dello stilo con diamante bonded, tant'è che con lo stilo Blue la situazione migliora nettamente e via discorrendo man mano che si sale di modello. Quanto al suono sbattuto in faccia, è più influente ed immediatamente avvertibile la riduzione del carico resistivo in ingresso. Ma, per mia cultura, tendo sempre a diffidare dei fonorivelatori che richiedono aggiustamenti del genere, pur potendo metterli in pratica. E comunque nel caso specifico dell'amico sono tutti aspetti che non c'entrano nulla, essendo il problema principale un grossolano errore di abbinamento tra sorgente (il fonorivelatore) ed il resto della catena. Ortofon 2M + Yamaha + Focal non vanno bene assieme. A monte ci vuole una testina che bilanci l'asetticità del suono Yamaha + Focal.
Ciao Rexie,

Devo dissentire circa il carico capacitivo dell'insieme cavi phono - cavi cablaggio braccio nel caso delle testine MM che è di importanza fondamentale. Se ben ricorderai ci furono dei bracci SME (cfr. SME Series III e IIIs) con i cavi phono che contenevano condensatori saldati direttamente sui connettori atti a portare il carico capacitivo proprio a 300 pF onde consentire di far lavorare correttamente in risposta in frequenza le Shure V15 III in particolare per avere una linearità di risposta in frequenza (tanto che sul manuale veniva indicato di rimuoverli in caso di utilizzo di alcune altre testine tipo ad es. MC).
Lo so benissimo, avendo sia bracci d'epoca SME, con i condensatori saldati a cavallo dei contatti di ciascun RCA, sia più di una Shure d'epoca. Quello delle Shure, e altre testine MM d'epoca, è un caso a parte. Ciononostante ti posso dire che all'atto pratico (non nel mondo dei misuroni che ti mostrano i tracciati dell'oscilloscopio) non ci si accorge di nulla, per il semplice fatto che la gamma di frequenze affette dalla variazione del carico capacitivo è all'estremo superiore, in un range difficilmente udibile da un orecchio nella media. Hai un pre phono capace di variare i pF in tempo reale durante l'ascolto? Prova e mi dirai. E comunque parliamo di testine a magnete mobile, che con la 2M hanno poco a che fare checché ne dica, semplicisticamente, Ortofon. 

Questo discorso del carico capacitivo non è molto influente nel caso di testine MC dove invece riveste importanza primaria il carico resistivo, anzi aggiungo che ad esempio Lyra riporta sui propri manuali che il carico capacitivo deve essere il più basso possibile e viene indicata una tabella che ti informa anche come variare il carico resistivo proprio in relazione alla capacità dei cavi e del cablaggio braccio. E questo non lo dico io ma J. Carr che è il progettista delle Lyra e quindi più preparato in materia certamente di noi.
Carr può scrivere tutta la fuffa che vuole perché si fa forte delle misurazioni con l'oscilloscopio. All'atto pratico - e sottolineo pratico - le variazioni udibili si registrano variando il carico resistivo. E la cosa è altrettanto valida per le MM, cosa che oggi la maggior parte degli utenti non può rilevare perché nella stragrande maggioranza degli apparecchi odierni il carico resistivo per le MM è fissato ai canonici 47k Ohm. Un tempo era previsto di poterlo variare in più o in meno. 

Un saluto

Alessandro

Ah beh, se ti metti in testa di udire differenze le senti eccome. Poi mi spiegate come fa una testina ferromobile (non è una ferromobile bensì una testina a magnete mobile ... non è mica una Sounsmith) ... mi pare che sei poco ferrato in materia.   

Infine dire che J. Carr scrive tutta fuffa mi sembra quasi un'imprecazione ... posso comprendere che il sound delle Lyra possa non piacere (io preferisco personalmente il Sound Benz Micro) ma mai mi passerebbe di pensare o peggio affermare che le le Lyra siano dei cessi di testine.
Mica ho detto che le Lyra sono cessi, anzi ho detto che ne riconosco il valore. Ma insisto che Carr è uno dei tanti artigiani che si cimentano a rimescolare i termini della legge di Ohm, niente di più niente di meno. 
Mah se solo giocasse con la legge di Ohm non sarebbe stato in grado di progettare testine di quella classe


2. Il Tuo impianto è mal sestato e quindi Ti fa ascoltare in modo non corretto e da qui le Tue affermazioni assolutistiche.
Credi ciò che vuoi, poco importa. 
Se non importa a Te ascoltare correttamente figurati a me !

Inviterei a questo punto un nuovo intervento di Pluto e di Carloc in quanto anche loro analisti navigati.
E vai con l'anal... E con questo cosa vuoi dire ??? Ma qui di cosa stiamo parlando forse di musica in streaming, DAC o altro ???

Un saluto

Alessandro


_________________
Alessandro

AA Puccini Anniversary by Airtech - SME Model 10 - SME Series IV - Stage-Phono Benz Micro PP1 T9 Benz Micro LP - Sonus faber Olympica II - Cavi: Airtech Zero (Prototipi Test Alimentazione, Interconnessione, potenza e phono), Airtech Alfa carbonio Alimentazione dedicata alla PSU dello SME. aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 972395
carloc
carloc
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 29127
Data d'iscrizione : 27.07.11
Località : Busto Arsizio (Motociclista)

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da carloc Mar Dic 21 2021, 21:03

Ciao Rexie,
innanzitutto le Ortofon della serie 2M sono delle MM e non delle MI.

Nelle MM variando la capacità varia la risposta in frequenza della parte alta dello spettro riprodotto.
Aggiungo un immagine per rendere meglio l'idea della risposta in frequenza di una MM al variare del carico capacitivo.

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Cart-load-f2


_________________
Rem tene verba sequentur

https://www.ilgazeboaudiofilo.com/t3-regolamento

https://www.instagram.com/ilgazeboaudiofilo/?hl=it

https://www.facebook.com/gazeboaudiofilo/
Franz84
Franz84
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 813
Data d'iscrizione : 23.02.18
Località : Roma

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da Franz84 Mar Dic 21 2021, 21:11

Sto leggendo delle cose incredibili 🤣🤣🤣 se si scrivono certe cose poi ci si espone inesorabilmente alla critica. J. Carr è stato il primo a progettare una testina con il corpo in unico blocco di titanio, che rende le lyra top di gamma le più dinamiche e veloci in assoluto. Ha disegnato, se sai di cosa parliamo, lo stilo 3x70 realizzato dalla ogura solo per la lyra, ha progettato la prima testina asimmetrica al mondo, ha vari brevetti. Nataktusa, sempre ammesso che tu sappia chi sia, ha oltre 20 brevetti, ha costruito oggetti inarrivabili come il prepre cpp1, la omega diamond. Ma quale legge di ohm, sono ingegneri con le palle fumanti, penso anche a Tomimori, allo stabilizzatore del flusso magnetico, ad ikeda ed alle bobine avvolte in aria per non avere isteresi magnetica. Non si possono scrivere cose così campate per aria, creando confusione nei neofiti appassionati che cercano consigli validi e rischiano di finire fuori strada.
Mi ripeto, la 2m non suona come descritta, non è interfacciata bene, magari è semplicemente dimata male. Comunque alle mie richieste tecniche non ricevo risposte. Secondo me molti neanche verificano la frequenza di risonanza, ma poi scrivono profluvi di impressioni di ascolto, tutte opinabili


_________________
Convergent SL1 Ultimate MK2 Phono - Accuphase DC 330 - Accuphase DP101 -Accuphase P500 - Technics SL 1200G - Thorens TD 125 Mk2 - Fidelity Research FR7 - FR1 MK2 - FR1 MK3F - Monster Alpha Genesis 1000 - Denon DL 103R - Denon 103 - Denon 304 - Lyra Titan I - Zyx 4D - Fidelity Research XG5 - XF1 L - Zyx ccp1 - Uesugi UBROS 5 Low -  ProAC 140 MK 2 - Cablaggio AIRTECH
Franz84
Franz84
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 813
Data d'iscrizione : 23.02.18
Località : Roma

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da Franz84 Mar Dic 21 2021, 21:13

Bravo Carlo aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 3734829163aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 3734829163aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 3734829163aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 3734829163


_________________
Convergent SL1 Ultimate MK2 Phono - Accuphase DC 330 - Accuphase DP101 -Accuphase P500 - Technics SL 1200G - Thorens TD 125 Mk2 - Fidelity Research FR7 - FR1 MK2 - FR1 MK3F - Monster Alpha Genesis 1000 - Denon DL 103R - Denon 103 - Denon 304 - Lyra Titan I - Zyx 4D - Fidelity Research XG5 - XF1 L - Zyx ccp1 - Uesugi UBROS 5 Low -  ProAC 140 MK 2 - Cablaggio AIRTECH
pluto
pluto
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 26912
Data d'iscrizione : 05.10.10
Età : 64
Località : Genova

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da pluto Mer Dic 22 2021, 11:41

Ragazzi, io prima di disquisire di tecnica, vorrei invitarvi ad un piccolo passo indietro abbassando un pò la verve polemica
In fondo siamo tutti dei poveri sordi (chi più chi meno) con una passione in comune

Detto questo,  io sono un estimatore Lyra e guarda caso ho pure una Ortofon Red LaughingLaughing

Giusto evitare di mitizzare dei tecnici però il buon Carr qualcosina di buono l'ha fatta pure lui. Proprio l'ultimo arrivato non è..
E a parte le testine, il pre ed il fono della Lyra sono quanto di meglio io abbia mai ascoltato  (e qualche pre e fono l'ho ascoltato ormai)

Sulla Red non sono di grande aiuto. L'ho comprata giusto x vedere cosa può dare un'entry Level e probabilmente x il prezzo non potevo aspettarmi miracoli. E' una testina onesta
Purtroppo o per fortuna tutte le altre testine che possiedo costano 20 volte di più e quindi i paragoni sono impietosi se fatti a casa mia. Ma va valutata x il prezzo

Però una cosa mi sfugge: a me pare che anche se è un'entry level, con il Project dovrebbe comunque essere sufficiente a garantire buoni ascolti analogici specie se ci mette dei dischi buoni sotto
Non conosco il fono dello Yamaha ma mi pare strana una preferenza smaccata x la liquida

Di che musica stiamo parlando?  Io credo che basterebbe un buon Decca x avere le idee un pò più chiare
pluto
pluto
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 26912
Data d'iscrizione : 05.10.10
Età : 64
Località : Genova

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da pluto Mer Dic 22 2021, 11:43

Ecco leggo che lui ha pure la Blu che è meglio... Boh sono confuso
Rexie
Rexie
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 417
Data d'iscrizione : 23.09.20
Età : 51
Località : Catania

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da Rexie Mer Dic 22 2021, 13:41

Franz84 ha scritto:Sto leggendo delle cose incredibili 🤣🤣🤣 se si scrivono certe cose poi ci si espone inesorabilmente alla critica. J. Carr è stato il primo a progettare una testina con il corpo in unico blocco di titanio, che rende le lyra top di gamma le più dinamiche e veloci in assoluto. Ha disegnato, se sai di cosa parliamo, lo stilo 3x70 realizzato dalla ogura solo per la lyra, ha progettato la prima testina asimmetrica al mondo, ha vari brevetti.
Depositati dove? O forse se li è autoattribuiti lui stesso? Sei in grado di indicarli o lo hai solo letto nelle discussioni?
Nataktusa, sempre ammesso che tu sappia chi sia, ha oltre 20 brevetti, ha costruito oggetti inarrivabili come il prepre cpp1, la omega diamond. Ma quale legge di ohm, sono ingegneri con le palle fumanti, penso anche a Tomimori, allo stabilizzatore del flusso magnetico, ad ikeda ed alle bobine avvolte in aria per non avere isteresi magnetica. Non si possono scrivere cose così campate per aria,  creando confusione nei neofiti appassionati che cercano consigli validi e rischiano di finire fuori strada.
Mi ripeto, la 2m non suona come descritta, non è interfacciata bene, magari è semplicemente dimata male. Comunque alle  mie richieste tecniche non ricevo risposte. Secondo me molti neanche verificano la frequenza di risonanza, ma poi scrivono profluvi di impressioni di ascolto, tutte opinabili
Tu non l'hai mai ascoltata la 2M, non è testina per gli adoratori di Carr et similia.
Rexie
Rexie
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 417
Data d'iscrizione : 23.09.20
Età : 51
Località : Catania

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da Rexie Mer Dic 22 2021, 14:02

carloc ha scritto:Ciao Rexie,
innanzitutto le Ortofon della serie 2M sono delle MM e non delle MI.

Nelle MM variando la capacità varia la risposta in frequenza della parte alta dello spettro riprodotto.
Aggiungo un immagine per rendere meglio l'idea della risposta in frequenza di una MM al variare del carico capacitivo.

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Cart-load-f2
Hola Carlo! No, l'equivoco sta proprio nella tecnologia che Ortofon descrive semplicisticamente come MM. Per la ditta è un semplice distinguo dalle MC, non una vera specifica. In realtà sin dal brevetto VMS, che designa l'omonima serie di fonorivelatori (io arrivo fino a quella, più indietro non saprei), Ortofon adotta una configurazione a ferro mobile. Non c'è alcun magnete mobile alla fine del cantilever, perchè esso è ancorato alle bobine all'interno del generatore. Si tratta di un magnete ad anello, entro il quale si agita la parte terminale del cantilever variando il campo magnetico.
C'è anche da dire che le Ortofon, rispetto ad altre MI, hanno dei valori elettrici un po' strani. Credo l'induttanza sia più alta della media, per cui non escludo del tutto che siano insensibili alle variazioni del carico capacitivo, o meglio che le variazioni siano ben al di fuori della banda udibile. Non è una Grado o una vecchia Stanton, diciamo. Resta il fatto che la pretesa in pF della Ortofon è un valore assolutamente normale, 100 di cavo + 100 in ingresso a qualsiasi pre phono anche scrauso e ottieni i 200 pf suggeriti. Non si tratta di una Shure, vera MM come non se ne fanno più, che pretendeva 400/500pF e metteva in difficoltà l'utente meno attrezzato, come illustrato nel grafico da te postato.
Rexie
Rexie
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 417
Data d'iscrizione : 23.09.20
Età : 51
Località : Catania

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da Rexie Mer Dic 22 2021, 14:18

pluto ha scritto:Ragazzi, io prima di disquisire di tecnica, vorrei invitarvi ad un piccolo passo indietro abbassando un pò la verve polemica
In fondo siamo tutti dei poveri sordi (chi più chi meno) con una passione in comune

Detto questo,  io sono un estimatore Lyra e guarda caso ho pure una Ortofon Red LaughingLaughing
Ci tengo a ribadire ancora una volta che non ho parlato male di Lyra, sono anzi testine che apprezzo anch'io, ma occhio a prendere per oro colato tutte le trovate degli addetti marketing dei vari brand di boutique.
Quanto alle questioni tecniche non sono io che ho iniziato a parlare di capacità del cavo e altre sottigliezze, quando il problema di chi ha aperto il topic scaturisce da aspetti ben più grossolani. Iniziare a martellare col "cavo di qualità" fa perdere solo tempo e denaro a chi chiede consiglio. Prima si affrontano le questioni macroscopiche, poi si passa agli affinamenti. Con Yamaha + Focal, se si cerca una sonorità più analogica (questa la richiesta), non va bene come sorgente Ortofon 2M. Ma nemmeno Audio Technica, Goldring e similari, aggiungo perché non si pensi che io ce l'abbia col marchio danese, di cui ho diverse testine. Ci vuole un fonorivelatore che abbia un carattere all'opposto rispetto a tutti questi marchi. Fra quelli più abbordabili, due sono i candidati: Grado e Nagaoka. Parlando poi di MC, si apre un mondo. Ma con uno stadio phono minimale come quello di chi ha aperto il topic, non credo sia il caso.
Rexie
Rexie
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 417
Data d'iscrizione : 23.09.20
Età : 51
Località : Catania

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da Rexie Mer Dic 22 2021, 14:36



Ah beh, se ti metti in testa di udire differenze le senti eccome. Poi mi spiegate come fa una testina ferromobile
(non è una ferromobile bensì una testina a magnete mobile ... non è mica una Sounsmith) ... mi pare che sei poco ferrato in materia.
Nono, è proprio ferromobile e ho spiegato sopra il perché. Ma perché poi citare Soundsmith che, poverina, ha avuto il suo quarto d'ora di celebrità anni addietro con la tecnologia "strain gauge", quando c'è Grado che è un'esempio più ovvio, avendo adottato tale tecnologia da sempre? Troppo nazional popolare per te? Non le tenete in negozio?



Alessandro
Franz84
Franz84
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 813
Data d'iscrizione : 23.02.18
Località : Roma

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da Franz84 Mer Dic 22 2021, 23:57

J. Carr progetta ovvero crea le lyra, non è un addetto marketing ed ovviamente ha più competenza di tutti i membri del forum messi assieme quanto a testine e loro interfacciamento .. se ti sentisse air, scrivere certe cose sul creatore della titan i 🙈🙈 per quanto mi riguarda questa discussione termina qui, ha preso una piega tanto stucchevole quanto inopportuna e priva di contenuti. Dopo aver letto che ortofon, dico ortofon, indicherebbe dati tecnici errati delle sue testine, le abbiamo sentite proprio tutte ..


_________________
Convergent SL1 Ultimate MK2 Phono - Accuphase DC 330 - Accuphase DP101 -Accuphase P500 - Technics SL 1200G - Thorens TD 125 Mk2 - Fidelity Research FR7 - FR1 MK2 - FR1 MK3F - Monster Alpha Genesis 1000 - Denon DL 103R - Denon 103 - Denon 304 - Lyra Titan I - Zyx 4D - Fidelity Research XG5 - XF1 L - Zyx ccp1 - Uesugi UBROS 5 Low -  ProAC 140 MK 2 - Cablaggio AIRTECH
AlessandroCatalano
AlessandroCatalano
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 648
Data d'iscrizione : 12.02.17
Età : 66
Località : Roma

aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 Empty Re: aggiornamento testina o pre phono

Messaggio Da AlessandroCatalano Gio Dic 23 2021, 08:55

Franz84 ha scritto:J. Carr progetta ovvero crea le lyra, non è un addetto marketing ed ovviamente ha più competenza di tutti i membri del forum messi assieme quanto a testine e loro interfacciamento ..  se ti sentisse air, scrivere certe cose sul creatore della titan i 🙈🙈 per quanto mi riguarda questa discussione termina qui, ha preso una piega tanto stucchevole quanto inopportuna e priva di contenuti. Dopo aver letto che ortofon, dico ortofon, indicherebbe dati tecnici errati delle sue testine, le abbiamo sentite proprio tutte ..
No n posso far altro che quotare l’Amico Francesco, andare avanti in questa discussione ormai sterile e non costruttiva non ha senso più senso.

Un saluto e Auguri per le prossime Festività Natalizie.

Alessandro


_________________
Alessandro

AA Puccini Anniversary by Airtech - SME Model 10 - SME Series IV - Stage-Phono Benz Micro PP1 T9 Benz Micro LP - Sonus faber Olympica II - Cavi: Airtech Zero (Prototipi Test Alimentazione, Interconnessione, potenza e phono), Airtech Alfa carbonio Alimentazione dedicata alla PSU dello SME. aggiornamento testina o pre phono - Pagina 2 972395

    La data/ora di oggi è Ven Dic 02 2022, 16:45