Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
La musica va capita?
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

La musica va capita?

pappa&lardo
pappa&lardo
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1010
Data d'iscrizione : 23.07.12

La musica va capita? Empty La musica va capita?

Messaggio Da pappa&lardo il Sab Dic 21, 2013 12:01 pm

Parliamo di classica

Spesso quando un brano o un'interpretazione non piace, salta fuori il discorso che la musica va capita per essere apprezzata.

Io mi sono sempre chiesto cosa ci sia da capire nella musica e se abbiano davvero senso, al fine esclusivo dell'ascolto, tutte le analisi dei brani più famosi.

Per me ai più la musica classica sta sul gozzo anche per questo, perchè è lo stesso ambiente snob che la circonda a scoraggiare un possibile nuovo appassionato!

Oltretutto ci si attacca sempre alle solite opere dei soliti arcinoti compositori, mai visto una stagione di classica completamente puntata su musica nuova (e in giro ce n'è); continuando così non ci sarà più evoluzione e quando moriranno anche quei quattro vecchi saccenti incartapecoriti non ci sarà più nessuno ad ascoltare e una parte fondamentale ed emozionante della musica svanirà!
realmassy
realmassy
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 5514
Data d'iscrizione : 25.04.10
Età : 44
Località : Leeds, UK

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da realmassy il Sab Dic 21, 2013 12:19 pm

Io ascolto solo classica, non so se la capisco (penso di no) ma mi diverto lo stesso. Quindi per rispondere alla tua domanda, no non c'e' bisogno. Ovvio che come in tutte le cose ci sono diversi livelli di 'comprensione'. Ma questo vale per qualsiasi cosa. Devi essere cuoco per gustarti una bella carbonara? Devi essere un ingegnere elettronico per usare un computer?

E per quanto riguarda il discorso dei soliti compositori, ma chi lo dice, dove sta scritto? Io questo autunno sono stato a diversi matinee di musica da camera con composizione di Reicha, Spohr, Taneyev, ma anche Beethoven e Mozart. Mi piace esplorare qualcosa di meno conosciuto, ma mai e poi mai rinuncerei ai mostri sacri.

Quello sarebbe snobismo come quello che hai giustamente indicato te nella prima parte del tuo post!


_________________
Massimiliano e la sua STAX
pappa&lardo
pappa&lardo
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1010
Data d'iscrizione : 23.07.12

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da pappa&lardo il Sab Dic 21, 2013 12:37 pm

@realmassy ha scritto:Io ascolto solo classica, non so se la capisco (penso di no) ma mi diverto lo stesso. Quindi per rispondere alla tua domanda, no non c'e' bisogno. Ovvio che come in tutte le cose ci sono diversi livelli di 'comprensione'. Ma questo vale per qualsiasi cosa. Devi essere cuoco per gustarti una bella carbonara? Devi essere un ingegnere elettronico per usare un computer?


Esatto! Sono d'accordissimo!! però fidati che non c'è tanta gente che la pensa così, almeno da quello che ho visto io. A me sembra un mondo che vuol chiudersi apposta in un'elite, dove se sai certe cose entri e dove se non le sai è meglio che resti fuori. La percezione che la musica classica sia pallosa secondo me deriva anche dal fatto che sembra quasi qualcosa di imposto, che bisogna studiare per apprezzare, che non può e non deve essere semplice e spontaneo mentre invece lo è!



@realmassy ha scritto: E per quanto riguarda il discorso dei soliti compositori, ma chi lo dice, dove sta scritto? Io questo autunno sono stato a diversi matinee di musica da camera con composizione di Reicha, Spohr, Taneyev, ma anche Beethoven e Mozart. Mi piace esplorare qualcosa di meno conosciuto, ma mai e poi mai rinuncerei ai mostri sacri.

Quello sarebbe snobismo come quello che hai giustamente indicato te nella prima parte del tuo post!


Questo probabilmente dipende dal luogo in cui vivo io, però mi sono un pò rotto di sentire sempre e costantemente le solite sinfonie, i soliti quartetti fatti in quaranta salse diverse! Qui a livello di nuovi compositori fanno veramente poco!





realmassy
realmassy
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 5514
Data d'iscrizione : 25.04.10
Età : 44
Località : Leeds, UK

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da realmassy il Sab Dic 21, 2013 1:02 pm

Ho capito benissimo cosa intendi per elite, e ho avuto anch'io spesso quella sensazione sopratutto quando ho iniziato ad appassionarmi di musica classica. Perche' non ho un background di musicista, e meno che meno e' il mio mestiere. Per me rimane comunque una passione, il mio lavoro e' un altro e quello si richiede di 'essere capito', perche' sono io che 'creo' (o meglio partecipo alla creazione) di un software e devo capire cosa ci sta dietro.

Cosi' come il musicista deve capire che quel particolare effetto e' stato possibile per via della accordatura dello strumento etc etc (e' solo un esempio tanto per intendere qualcosa di strettamente tecnico che va oltre il 'che bello questo effetto!)

Il fatto di essere solo una passione non mi impedisce di distinguere e giudicare due interpretazioni diverse, ma ovviamente a me ci vogliono 20 ascolti a te, che sei musicista, ne basteranno due. Perche' sai come 'funziona dentro'

Penso che la difficolta' della musica classica sia nel ricreare l'aspettativa, quella che ci fa capire in che punto della canzone siamo e ci fa preparare a quello che viene dopo (spero di essermi spiegato), perche' e' quello che la cultura pop/rock ci ha insegnato: strofa, strofa, ritornello, strofa, bridge ritornelli. Ci sentiamo un po spaesati quando ci ritroviamo ad ascoltare qualcosa di nuovo, tendenzialmente lungo e variegato. Io continuo ad avere questo senso di 'smarrimento' ogni volta che ascolto una composizione nuova, tanto che quando compro un disco nuovo tendo ad ascoltarlo come sottofondo per farmelo entrare un po in testa prima di ascoltarlo piu seriamente.

E il senso di smarrimento ce l'ho quando ascolto qualsiasi cosa del 20 secolo, perche' l'aspettativa non riesco proprio a crearla. Poi pero' scatta qualcosa che ti fa ascoltare la musica per quello che e', senza la necessita' di volerla canticchiare a tutti i costi :-)


_________________
Massimiliano e la sua STAX
Pazzoperilpianoforte
Pazzoperilpianoforte
Suonologo
Suonologo

Numero di messaggi : 5573
Data d'iscrizione : 12.01.09
Età : 52
Località : Firenze

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da Pazzoperilpianoforte il Sab Dic 21, 2013 1:48 pm

E' vero che esiste un certo snobismo da parte soprattutto dell'ascoltatore esperto di classica dai 50 anni in su.

Io rimango sempre stupito di quando succede che ai concerti alcuni giovani applaudono con entusiasmo e vengono guardati male da molti ottantenni! Si tratta di un atteggiamento ridicolo....

La verità è che la cultura di inizio secolo (che ha imperato fino a tutti gli anni '50/'60 ed oltre) vedeva nel teatro una sorta di tempio in cui l'interprete (un rabdomante con doti superiori e medianiche) illuminava il contenuto infuso nell'opera dall'Autore (il Dio di cui occorreva capire l'Eccelso Operato).

Tutto quuesto è pesantissimo ed assolutamente non ha niente a che vedere con la musica. Certo alcune correnti di fine ottocento come la dodecafonia hanno bisogno di un notevole substrato tecnico per essere comprese. Ma la maggior parte della musica seppur definibile "classica" può essere fruita anche a livello del tutto "irriflessivo".

Semmai può essere utile con la classica conoscere la struttura di alcune composizioni, ma anche senza razionalmente studiare queste strutture, il solo ascoltarle alla fine rende intuitiva anche l'acquisizione di strumenti atti a meglio orientarsi al loro interno.

Insomma, la paludatezza snob di certi ambienti è in fase di declino, credo...


_________________
Vito Buono
__________
Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
oppure
Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
... e tantissima musica!
gciraso
gciraso
Strizzacervelli
Strizzacervelli

Numero di messaggi : 3720
Data d'iscrizione : 06.06.13
Età : 65
Località : Padova

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da gciraso il Sab Dic 21, 2013 3:10 pm

La musica va ascoltata. Non c'è molto altro da dire. Se poi c'è curiosità ed interesse anche per altri aspetti, meglio, ma non è indispensabile.

La musica è libertà, usiamola  sunny 


_________________
Giovanni

E leggetelo 'sto regolamento!!!

ze inutile ragionar coi mussi, te perdi tempo e te infastidissi la bestia
nellosound
nellosound
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 689
Data d'iscrizione : 24.12.12
Età : 50
Località : Pisa

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da nellosound il Sab Dic 21, 2013 3:28 pm

@gciraso ha scritto:La musica va ascoltata. Non c'è molto altro da dire. Se poi c'è curiosità ed interesse anche per altri aspetti, meglio, ma non è indispensabile.

La musica è libertà, usiamola  sunny 
 applausi applausi applausi 


_________________
Diffusori: Audes Blues
Amplificatore: Audio Analogue Puccini Anniversary
Pre Phono: Audio Analogue Aria Rev. 2
Piatto: Thorens td160 - Shure M97xe
Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo by Airtech
Cavi: AirTech
Salvo Ferrara
Salvo Ferrara
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 180
Data d'iscrizione : 01.12.11
Età : 51
Località : Catania

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da Salvo Ferrara il Sab Dic 21, 2013 3:55 pm

ciao, sono  d'accordo con voi in tutto, ma mi è capitato  che persone che non avevano mai sentito una sinfonia o un'opera ecc, sentenziare subito ai primi dieci secondi di ascolto dicendone di tutti i colori sull'esecuzione sui tempi sulla registrazione ecc.

mi viene da pensare che un compositore impiega anche mesi.... per comporre,  un' orchestra altro tempo per provare ecc...ecc.. infine in pochi       secondi si  giudica!

mi è piaciuto tantissimo leggere ( prima ascolto più volte a basso volume per assimilare per poi gustarmi il tutto) , la musica per me e sono sicuro anche per voi colleghi di passione e   EMOZIONE  che se ti arriva  ti piacera' sempre di più negli ascolti  successivi anche dello stesso brano, sinfonia, opera ecc. ed  ancora ci può stare che alcune cose non piacciono e in tal caso non c'è nulla da capire.


ciao
Floyder
Floyder
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 849
Data d'iscrizione : 10.03.12
Età : 57
Località : Gargano Apulia

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da Floyder il Mar Dic 24, 2013 5:09 pm

pappa&lardo ha scritto:Parliamo di classica

Spesso quando un brano o un'interpretazione non piace, salta fuori il discorso che la musica va capita per essere apprezzata.

Io mi sono sempre chiesto cosa ci sia da capire nella musica e se abbiano davvero senso, al fine esclusivo dell'ascolto, tutte le analisi dei brani più famosi.

Per me ai più la musica classica sta sul gozzo anche per questo, perchè è lo stesso ambiente snob che la circonda a scoraggiare un possibile nuovo appassionato!

Oltretutto ci si attacca sempre alle solite opere dei soliti arcinoti compositori, mai visto una stagione di classica completamente puntata su musica nuova (e in giro ce n'è); continuando così non ci sarà più evoluzione e quando moriranno anche quei quattro vecchi saccenti incartapecoriti non ci sarà più nessuno ad ascoltare e una parte fondamentale ed emozionante della musica svanirà!

Capisco quello che vuoi dire, ho un amico (amico VERO) appassionato di classica (ascolta solo quella) per lui Bach e Brahms vengono prima dell'eletto, ma quando gli sento dire che per ascoltare certa musica bisogna essere colti, e che certa musica va studiata per capirla,  io puntualmente (e lui lo sa:sunny:) lo mando affanxxxx, che poi non la si può giudicare dopo due minuti ci siamo (ma non solo la classica), anni fa dopo aver ascoltato il Messiah di Handel sono corso ad acquistarlo ed è uno dei miei preferiti, mi è piaciuto, viceversa non mi sarei ammalato, vado per un attimo OT, in un altro 3d si parlava di Rock bottom di Wyatt, c'è chi ha confessato di averlo ascoltato più volte ma non è riuscito ad apprezzarlo mentre per me anche questo disco al primo ascolto è stato un colpo di fulmine, infatti Wyatt è uno dei miei preferiti, fine OT molti brani di musica classica io l'ho scoperta per caso, sigle televisive, radio, spot pubblicitari, concerti in tv e via dicendo, se m'acchiappa bene se no passo avanti.
enzo66
enzo66
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 979
Data d'iscrizione : 09.09.13
Età : 53
Località : Savona

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da enzo66 il Mar Dic 24, 2013 10:30 pm

@gciraso ha scritto:La musica va ascoltata. Non c'è molto altro da dire. Se poi c'è curiosità ed interesse anche per altri aspetti, meglio, ma non è indispensabile.
La musica è libertà, usiamola  sunny 
 La musica va capita? 704751 La musica va capita? 704751 La musica va capita? 704751 La musica va capita? 704751 La musica va capita? 704751 

Per quanto mi riguarda, sono di un'ignoranza abissale ma la musica me la godo e basta: mi fa sentire libero, mi dà emozioni, mi permette di "viaggiare" senza muovermi.
La definirei un mezzo di trasporto mistico.  La musica va capita? 775355 sunny sunny


_________________
sunny Ciao, Enzo sunny

"Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

....... La musica va capita? 775355  "E scusate se è poco" La musica va capita? 775355 ............    [Enzo66]
Floyder
Floyder
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 849
Data d'iscrizione : 10.03.12
Età : 57
Località : Gargano Apulia

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da Floyder il Mar Dic 24, 2013 11:28 pm


La definirei un mezzo di trasporto mistico.







 applausi applausi applausi 
Salvo Ferrara
Salvo Ferrara
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 180
Data d'iscrizione : 01.12.11
Età : 51
Località : Catania

La musica va capita? Empty re

Messaggio Da Salvo Ferrara il Mer Dic 25, 2013 10:35 am

bello, bellissima definizione  si può usare anche  come spot pubblicitario.



           LA  MUSICA  è  UN MEZZO DI TRASPORTO   MISTICO,       E BASTA.






 applausi applausi applausi
enzo66
enzo66
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 979
Data d'iscrizione : 09.09.13
Età : 53
Località : Savona

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da enzo66 il Mer Dic 25, 2013 11:00 am

Visto che vi è piaciuta La musica va capita? 775355  La musica va capita? 775355  La musica va capita? 775355 , la riscrivo integrandola:

Definirei la musica un mezzo di trasporto mistico spazio - temporale  La musica va capita? 775355 La musica va capita? 775355


_________________
sunny Ciao, Enzo sunny

"Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

....... La musica va capita? 775355  "E scusate se è poco" La musica va capita? 775355 ............    [Enzo66]
realmassy
realmassy
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 5514
Data d'iscrizione : 25.04.10
Età : 44
Località : Leeds, UK

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da realmassy il Sab Dic 28, 2013 9:19 am

Sempre a proposito di classica, questo e' un interessante articolo a proposito dell'arte di ascoltare, piu' che capire

http://musicmotionblog.com/2010/06/the-fine-art-of-listening-for-musicians-audiences/


_________________
Massimiliano e la sua STAX
pappa&lardo
pappa&lardo
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1010
Data d'iscrizione : 23.07.12

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da pappa&lardo il Sab Dic 28, 2013 9:54 am

@realmassy ha scritto:Sempre a proposito di classica, questo e' un interessante articolo a proposito dell'arte di ascoltare, piu' che capire

http://musicmotionblog.com/2010/06/the-fine-art-of-listening-for-musicians-audiences/


Post molto interessante! Queste cose vengono scritte e dette raramente, ma l'abitudine all'ascolto è fondamentale. Per un musicista saper ascoltare è una cosa vitale; di solito musicisti che sanno ascoltare bene risparmiano un sacco di lavoro, perchè riescono a suonare da subito molto meglio insieme agli altri. Io ci ho messo parecchio a sviluppare l'abitudine all'ascolto e devo dire che avere a casa un buon impianto mi ha fatto apprezzare di più la musica e ascoltarla di più e mi ha migliorato parecchio! Infatti adesso considero fondamentale, per chi fa musica, passare alcune ore al giorno solamente ad ascoltare; è importante come l'esercizio sullo strumento!

Interessante il fatto anche dell'influenza della vista sull'ascolto, altra cosa fondamentale ; la musica dal vivo è più coinvolgente anche perchè vedi effettivamente i musicisti e come il suono è prodotto, oltretutto vedi anche come un musicista si muove e interpreta le emozioni con il corpo e anche quello è un valore aggiunto non da poco nell'ascolto in un concerto dal vivo!

realmassy
realmassy
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 5514
Data d'iscrizione : 25.04.10
Età : 44
Località : Leeds, UK

La musica va capita? Empty Re: La musica va capita?

Messaggio Da realmassy il Sab Dic 28, 2013 10:09 am

La questione della vista e' fondamentale: bedere i musicisti, sopratutto per chi musicista non e', aiuta ad ascoltare.
Bella pero' la nota di Barenboim a proposito degli stimoli che ci circondano, che ci costringono a fare molteplici attivita' e che non ci fanno ascoltare la musica solo per il piacere che ci da, sminuendola a 'riempitivo del silenzio'


_________________
Massimiliano e la sua STAX

    La data/ora di oggi è Gio Ott 22, 2020 8:55 am