Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Novità e dischi da "evitare"
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Novità e dischi da "evitare"

RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7886
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Novità e dischi da "evitare" Empty Novità e dischi da "evitare"

Messaggio Da RockOnlyRare il Gio Feb 20 2014, 12:51

Non so se esista un argomento del genere (ce ne era uno sui dischi peggio incisi ma non è la stessa cosa) , so che è "spinoso", ma cerco di spiegare il motivo per cui lo apro.

Di questi tempi è decisamente più facile evitare non dico "fregature" ma perlomeno delusioni acquistanto un album o peggio un box a caro prezzo per poi scoprire che non ne valeva la pena o peggio che "faceva schifo".

Per cui qui mi piacerebbe che si segnalassero quegli album di cui sconsigliate l'acquisto e del perchè, in particolare delle novità recenti, in quanto per le incisioni del passato è la "storia" che parla.
Insomma chi compra oggi un bootleg inciso nel 1965, un 45 usato in un juke box o un incisione di musica del 1910 sa a cosa va incontro.

Qualche esempio chiarificatore:

1) riedizione o rimasterizzazione ad alto costo di un album "classico" (non in senso ovviamente di genere musicale) che non vale il costo richiesto per qualità audio che non giustifica il prezzo rischiesto.

2) nuovo disco uscito di un gruppo che delude fortemente le attese.

3) antologia box compilation etc etc dal contenuto che non giustifica l'esporso richiesto per qualità della musica e/o dell'incisione.

4) nuova uscita di musica classica la cui esecuzione non "vale il prezzo del biglietto" per qualità della musica e/o dell'incisione.

5).......

grazie a tutti



_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7886
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 66
Località : Milano

Novità e dischi da "evitare" Empty the doors behind closed doors the rarities

Messaggio Da RockOnlyRare il Gio Feb 20 2014, 13:05

Novità e dischi da "evitare" ZIK4717945.1369677641.320x320

I doors sono da decenni uno dei miei gruppi preferiti, e lo saranno per sempre.
Ma questo box secondo me non da loro merito, è un'operazione commerciale davvero discutibile.

Ben 58 brani, 4 CD, costo in mp3 addirittura SUPERIORE e non di poco al CD !!!!

Più che collezione di rarità direi di scarti.... ci sono 7-8 versioni dello stesso brano, un sacco di false partenze, frammenti di canzoni e via dicendo.... ma il punto più basso che mi ha spinto ad aprire questo post sono i "REMIX" che stanno ai doors come Claudio Villa sta a Pavarotti (scusatemi il paragone improponibile).

Dei 58 brani, ce ne sono per carità anche di interessanti, nulla di imperdibile per carità, ma ce n'era per riempire un singolo, ad essere buoni un doppio, ma un quadruplo !!!!
Vorrei sapere chi, tra coloro che hanno preso questo album riuscirà ad ascoltarlo per intero due volte, specialmente con attenzione e non sottofondo, a meno di ascoltare un cd al mese se non all'anno !!!!



_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima dei 73 anni. È questa la sorte secondo la Cgil che spetta a chi ha avuto un lavoro saltuario e scarsamente remunerato, specie se part time. Nel 2035, spiega il sindacato, per andare prima dei 70 anni, precisamente a 69, saranno necessari almeno 20 anni di contributi e una pensione di importo sopra gli attuali 687 euro.

    La data/ora di oggi è Mar Ott 27 2020, 02:36