Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina
Il Gazebo Audiofilo

Human Pleasure HI-END

    La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    mantraone
    mantraone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2429
    Data d'iscrizione : 17.12.16
    Età : 57
    Località : Bologna

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina Empty La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    Messaggio Da mantraone Gio Gen 25, 2018 10:11 pm

    Vorrei il vostro parere riguardo la formula di calcolo riportata in questo articolo.

    non ho trovato sul forum un 3D che parlasse esplicitamente della formula di calcolo

    http://www.remusic.it/IT/La-cedevolezza-di-una-testina-e-la-frequenza-di-risonanza-dell-insieme-bracciotestina-95a0ee00

    chiedo lumi.

    grazie in anticipo


    _________________
    Living Voice IBX-R2/Leben CS-600 Finale/Schiit Freya Preamp/Rega Planar P3/Project PhonoBox RS2/Rega Ania MC/Holo Audio Spring3 KTE /Roon Rock PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/Gustard U18/Cavi: alimentazione e potenza Faber's Cables - Segnale Nordost Frey2 / Phono HMS Concertato/ I2s-HDMI Gustard 2.0 Copper gold plated
    brizzo
    brizzo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5952
    Data d'iscrizione : 13.02.11
    Età : 63
    Località : Mestre

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina Empty Re: La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    Messaggio Da brizzo Ven Gen 26, 2018 8:23 am

    Prova a leggere appunti....analogici  by pepe...... : sunny


    _________________
    saluti Eddie sunny
    Spoiler:
    MClean86
    MClean86
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 30.12.12
    Età : 37

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina Empty Re: La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    Messaggio Da MClean86 Ven Gen 26, 2018 9:22 am

    Molto interessante. Personalmente però non riesco a capire come riescano a trovare i valori di risonanza in maniera così generica. Dovrebbero essere delle caratteristiche proprie del sistema che si sta considerando e dunque da valutare sperimentalmente di volta in volta.
    mantraone
    mantraone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2429
    Data d'iscrizione : 17.12.16
    Età : 57
    Località : Bologna

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina Empty Re: La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    Messaggio Da mantraone Sab Gen 27, 2018 6:22 pm

    brizzo ha scritto:Prova a leggere appunti....analogici  by pepe...... : sunny

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina 704751  La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina 704751  La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina 704751

    fatto grazie


    _________________
    Living Voice IBX-R2/Leben CS-600 Finale/Schiit Freya Preamp/Rega Planar P3/Project PhonoBox RS2/Rega Ania MC/Holo Audio Spring3 KTE /Roon Rock PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/Gustard U18/Cavi: alimentazione e potenza Faber's Cables - Segnale Nordost Frey2 / Phono HMS Concertato/ I2s-HDMI Gustard 2.0 Copper gold plated
    pepe57
    pepe57
    Moderatore
    Moderatore

    Numero di messaggi : 5321
    Data d'iscrizione : 11.06.09
    Età : 64
    Località : Milano

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina Empty Re: La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    Messaggio Da pepe57 Dom Gen 28, 2018 4:55 pm

    Non correggerei nulla di quello' articolo...
    Anche perché quella' articolo lo avevo scritto io..
    sunny sunny sunny


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Banzai Milano
    mantraone
    mantraone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2429
    Data d'iscrizione : 17.12.16
    Età : 57
    Località : Bologna

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina Empty Re: La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    Messaggio Da mantraone Dom Gen 28, 2018 10:55 pm

    pepe57 ha scritto:Non correggerei nulla di quello' articolo...
    Anche perché quella' articolo lo avevo scritto io..
    sunny sunny sunny

    Beh complimenti, posso quindi con buona approssimazione di essere in presenza di un esperto del Giradischi!!! applausi

    Molto bene, allora approfitto qui, molto sinteticamente di chiederti un suggerimento.

    Parto dall'attuale configurazione: Rega P3, braccio RB330 (di serie nel P3), Goldring 2300, pre-phono Lehmann Audio Black Cube SE II.

    premetto che il suono non mi dispiace affatto, con il Lehmann il soudstage ha acquisito maggiore profondità, la gamma media è diventata più dettagliata e presente.

    Il problema è la sensibilità alle vibrazioni, i duffusori sono a 50 cm dal piatto e a volume lievemente superiore a quello di ascolto (che comunque è medio basso vivendo in condominio) si sento subito dei rientri.

    Così nei giorni scorsi mi hanno prestato un Panasonic SL 1000, (la prima versione di SP10 Technics). Qui tralascio il confronto perché l'insieme del SL 1000 non era sicuramente a punto per cui il Rega ha vinto a mani basse però indubbiamente era molto meno sensibile alla vibrazione e forse era un tantino più veloce sulle percussioni.

    Mi sono quindi domandato, il giradischi mi piace molto, con un plinto più piccolo di quello dove attualmente si trova e un braccio nuovo, pensavo a un RB 808 non può suonare peggio del Rega a parità di testina o mi sbaglio?

    Poi però ho guardato un poco le caratteristiche tecniche dell'SL 1000: Rumble -60Db il rega -70Db (già SP10 MK3A sarebbe molto meglio -83 Db!!) tanto per...

    Con una massa maggiore potrei anche osare una MC di livello, una Audio technica at33ev o addirittura Benz Micro Glider ?

    ti ringrazio in anticipo


    _________________
    Living Voice IBX-R2/Leben CS-600 Finale/Schiit Freya Preamp/Rega Planar P3/Project PhonoBox RS2/Rega Ania MC/Holo Audio Spring3 KTE /Roon Rock PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/Gustard U18/Cavi: alimentazione e potenza Faber's Cables - Segnale Nordost Frey2 / Phono HMS Concertato/ I2s-HDMI Gustard 2.0 Copper gold plated
    pepe57
    pepe57
    Moderatore
    Moderatore

    Numero di messaggi : 5321
    Data d'iscrizione : 11.06.09
    Età : 64
    Località : Milano

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina Empty Re: La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    Messaggio Da pepe57 Lun Gen 29, 2018 12:47 pm

    Ciao.
    Per prima cosa va precisato che il rombo (o rumble in inglese) è il rumore prodotto dal piatto stesso (ad esempio dal motore) e non quello che viene introdotto dal' esterno dagli altoparlanti/altre fonti di disturbo che è il feedback, di solito inteso come feedback acustico in quanto di origine acustica (prodotto dalle casse che emettono suoni).
    I dati dichiarati del rombo fanno riferimento ad un livello zero e si misura da questo livello in giù.
    Perciò, in teoria, un gira che produce un rombo a - 60 dB è molto più rumoroso di uno che lo produce a - 70 dB. Dico in teoria perché molto dipende da quale sia il livello al quale posizioniamo il livello zero.
    Negli anni 70 insoddisfatti dei dati che venivano comunicati (erano gli anni delle "misure" da sbandierare), le ditte produttrici (specie Giapponesi) spostarono questo livello (modificando la "pesatura") potendo così (per giradischi identici a prima ma che diventarono MKII o con altro nome) dichiarare, per il gira che il giorno prima aveva un rombo a - 60dB dichiarare che stava a -72dB (tanto per fare un esempio...).
    Per cui, se non si conosce quale tipo di riferimento si utilizza, i dati relativi al rombo, a parer mio... sono relativi.
    Embarassed Embarassed
    L' acoustic feedback invece (o rientro acustico) mi pare più inerente al tuo problema. La soluzione che di solito si prende quando lo si deve affrontare è:
    allontanare le casse dal gira (ma è solo un palliativo e non risolve del tutto).
    cambiare tipologia di giradischi e/o braccio
    cambiare tipo di supporto del giradischi.
    Isolare il giradischi in modo elastico (specie quando si tratta di basi rigide).

    La prima soluzione non è sempre percorribile.
    La seconda è costosa e se non è preceduta da prove sul campo non è garanzia di successo (anche se cambiando tipologia della base di solito si risolve).
    Cambiare il supporto di solito risolve (ma dipende da quello che vai a sostituire, se già è buono le cose cambiano). Il miglior supporto che io conosca per il mega, se hai un muro pieno e non di forati al quale agganciarla è una mensola a parete.
    Isolare aiuta ed è il sistema più economico (di solito basta un piccolo piano di appoggio con sotto 3/4 piedini in sorbothane oppure palline semisgonfie da tennis, o simili tipo palle di epidauro).
    Per quanto riguarda l' ultima domanda, una MC non va obbligatoriamente abitanti un braccio di massa più elevata. Dipende dalla
    cedevolezza e massa della testina stessa (con la formula puoi calcolare quale, meccanicamente è il valore richiesto).
    Se desideri cambiare tipo di suono, rispetto a quello che hai (ma mi pareva tu ne fossi soddisfatto), allora il cambio di testina è quello più significativo. In tal senso io cambierei quella (beninteso scegliendone una che sonicamente sposi le tue richieste e che meccanicamente sia adatta) e solo poi valuterei le mosse eventualmente da farsi.
    sunny sunny sunny





    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Banzai Milano
    mantraone
    mantraone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2429
    Data d'iscrizione : 17.12.16
    Età : 57
    Località : Bologna

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina Empty Re: La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    Messaggio Da mantraone Lun Gen 29, 2018 11:11 pm

    pepe57 ha scritto:Ciao.
    Per prima cosa va precisato che il rombo (o rumble in inglese) è il rumore prodotto dal piatto stesso (ad esempio dal motore) e non quello che viene introdotto dal' esterno dagli altoparlanti/altre fonti di disturbo che è il feedback, di solito inteso come feedback acustico in quanto di origine acustica (prodotto dalle casse che emettono suoni).
    I dati dichiarati del rombo fanno riferimento ad un livello zero e si misura da questo livello in giù.
    Perciò, in teoria, un gira che produce un rombo a - 60 dB è molto più rumoroso di uno che lo produce a - 70 dB. Dico in teoria perché molto dipende da quale sia il livello al quale posizioniamo il livello zero.
    Negli anni 70 insoddisfatti dei dati che venivano comunicati (erano gli anni delle "misure" da sbandierare), le ditte produttrici (specie Giapponesi) spostarono questo livello (modificando la "pesatura") potendo così (per giradischi identici a prima ma che diventarono MKII o con altro nome) dichiarare, per il gira che il giorno prima aveva un rombo a - 60dB dichiarare che stava a -72dB (tanto per fare un esempio...).
    Per cui, se non si conosce quale tipo di riferimento si utilizza, i dati relativi al rombo, a parer mio... sono relativi.
    Embarassed  Embarassed
    L' acoustic feedback invece (o rientro acustico) mi pare più inerente al tuo problema. La soluzione che di solito si prende quando lo si deve affrontare è:
    allontanare le casse dal gira (ma è solo un palliativo e non risolve del tutto).
    cambiare tipologia di giradischi e/o braccio
    cambiare tipo di supporto del giradischi.
    Isolare il giradischi in modo elastico (specie quando si tratta di basi rigide).

    La prima soluzione non è sempre percorribile.
    La seconda è costosa e se non è preceduta da prove sul campo non è garanzia di successo (anche se cambiando tipologia della base di solito si risolve).
    Cambiare il supporto di solito risolve (ma dipende da quello che vai a sostituire, se già è buono le cose cambiano). Il miglior supporto che io conosca per il mega, se hai un muro pieno e non di forati al quale agganciarla è una mensola a parete.
    Isolare aiuta ed è il sistema più economico (di solito basta un piccolo piano di appoggio con sotto 3/4 piedini in sorbothane oppure palline semisgonfie da tennis, o simili tipo palle di epidauro).
    Per quanto riguarda l' ultima domanda, una MC non va obbligatoriamente abitanti un braccio di massa più elevata. Dipende dalla
    cedevolezza e massa della testina stessa (con la formula puoi calcolare quale, meccanicamente è il valore richiesto).
    Se desideri cambiare tipo di suono, rispetto a quello che hai (ma mi pareva tu ne fossi soddisfatto), allora il cambio di testina è quello più significativo. In tal senso io cambierei quella (beninteso scegliendone una che sonicamente sposi le tue richieste e che meccanicamente sia adatta) e solo poi valuterei le mosse eventualmente da farsi.
    sunny  sunny  sunny



    Grazie per la risposta anche se ci porta fuori dal titolo del 3D ma penso che il mio problema sia in fondo abbastanza comune, risolver un problema di risonanza alzando il volume e approfittare della cosa per migliorare l'ascolto del vinile. Rolling Eyes

    allora... avevo compreso di che tipo di misura si trattasse ma non sapevo che il "riferimento" si era perso nel corso degli anni, quindi mi stai dicendo che il primo SL1000 non dovrebbe avere un "rombo" diversissimo dai suoi successori in quanto la meccanica e il motore non sono cambiati in modo sostanziale da giustificare simili "salti" qualitativi.

    ... purtroppo non ho possibilità di un muro su cui installare a mensola il Rega, mi hanno tutti parlato molto bene di questa soluzione ma purtroppo...

    Però l'SP10 che ho avuto in prova mi sembrava già molto meno sensibile del Rega a parità di volume nella medesima posizione vicino ai diffusori. sunny

    riguardo le altre questioni, non vorrei "cambiare tipo di suono" vorrei in qualche misura migliorarlo, la velocità dell'SP10 mi è piaciuta anche se l'attuale Rega è molto più completo come suono.

    Scusami al "sintesi brutale", ma... hai da suggerire qualche abbinamento "collaudato" sull'SP10 che mi consenta un sicuro miglioramento? l'RB 808 dovrebbe esserlo rispetto al l'RB330 che ho sul P3 no? O nulla è scontato se non si fanno bene "i calcoli"? Embarassed


    _________________
    Living Voice IBX-R2/Leben CS-600 Finale/Schiit Freya Preamp/Rega Planar P3/Project PhonoBox RS2/Rega Ania MC/Holo Audio Spring3 KTE /Roon Rock PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/Gustard U18/Cavi: alimentazione e potenza Faber's Cables - Segnale Nordost Frey2 / Phono HMS Concertato/ I2s-HDMI Gustard 2.0 Copper gold plated
    pepe57
    pepe57
    Moderatore
    Moderatore

    Numero di messaggi : 5321
    Data d'iscrizione : 11.06.09
    Età : 64
    Località : Milano

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina Empty Re: La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    Messaggio Da pepe57 Lun Gen 29, 2018 11:53 pm

    Bé l' SP 10 probabilmente resta meglio isolato dal feedback rispetto all' RP3.
    Io ho avuto l' SL 1000 MKII che era formato da:
    SP10 MKII
    EPA 100
    Base ossidiana
    Comando a distanza a filo.
    L' MKII dovrebbe, avendo l' alimentazione separata, essere leggermente migliore rispetto alla prima versione (ma questo non dovrebbe influire più di tanto sul rombo).
    Per quanto riguarda l' RB 808 non so risponderti, non l' ho mai avuto.
    Che testina usi? Che cosa vorresti cambiare nel suono che hai ora? Cosa tenere?
    sunny sunny sunny


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Banzai Milano
    mantraone
    mantraone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2429
    Data d'iscrizione : 17.12.16
    Età : 57
    Località : Bologna

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina Empty Re: La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    Messaggio Da mantraone Mar Gen 30, 2018 12:23 am

    pepe57 ha scritto:Bé l' SP 10  probabilmente resta meglio isolato dal feedback rispetto  all' RP3.
    Io ho avuto l' SL 1000 MKII che era formato da:
    SP10 MKII
    EPA 100
    Base ossidiana
    Comando a distanza a filo.
    L' MKII dovrebbe, avendo l' alimentazione separata, essere leggermente migliore rispetto alla prima versione (ma questo non dovrebbe influire più di tanto sul rombo).
    Per quanto riguarda l' RB 808 non so risponderti, non l' ho mai avuto.
    Che testina usi? Che cosa vorresti cambiare nel suono che hai ora? Cosa tenere?
    sunny sunny sunny

    Vorrei prendere la sola base e inserirla in un plinto personalizzato di dimensione "compatte" come questo che mi piace molto:

    http://www.soundfountain.com/amb/sp10huxkaneta1b.jpg

    Riguardo il Braccio RB 808 davo per scontato che sia un'evoluzione del mio che a detta di molto è già un'ottimo braccio (RB 330).

    Riguardo al suono, lo vorrei un tantino più veloce e reattivo, gli alti maggiormente dettagliati e possibilmente una immagine sonora più ampia e dettagliata.

    del suono attuale mi piace la gamma media, precisa mai troppo esuberante e ariosa, il basso profondo e ben descritto (anche se mi piacerebbe ancora più "granitico").... Rolling Eyes


    _________________
    Living Voice IBX-R2/Leben CS-600 Finale/Schiit Freya Preamp/Rega Planar P3/Project PhonoBox RS2/Rega Ania MC/Holo Audio Spring3 KTE /Roon Rock PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/Gustard U18/Cavi: alimentazione e potenza Faber's Cables - Segnale Nordost Frey2 / Phono HMS Concertato/ I2s-HDMI Gustard 2.0 Copper gold plated
    pepe57
    pepe57
    Moderatore
    Moderatore

    Numero di messaggi : 5321
    Data d'iscrizione : 11.06.09
    Età : 64
    Località : Milano

     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina Empty Re: La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina

    Messaggio Da pepe57 Mar Gen 30, 2018 10:51 am

    Bella.
    Forse potresti valutare di usare una basetta del braccio che lavori su questo principio


     La cedevolezza di una testina e la frequenza di risonanza dell’insieme braccio/testina 73b83b8a1b4f1355c005724377ec02e1



    ti permetterebbe, nel caso tu utilizzassi bracci di diversa lunghezza, di montarli facilmente e senza dover intervenire sul "mobile".


    Per quanto riguarda l' 808 immagino che sia sicuramente un' evoluzione del 330. Il fatto è che non ne conosco le specifiche (e neppure quale testina tu adoperi) e senza quelle è difficile suggerire degli abbinamenti.

    sunny sunny sunny


    _________________
    Chi si accontenta gode
    Presidente Onorario fondatore di: ... CNR@ Club Naso Rosso@ ... CLM@ Club Lampredotto Marimesso@ ...   CVG@ Club Viva la Gnocca@ ...
    QFLG@

    Banzai Milano

      La data/ora di oggi è Ven Feb 23, 2024 6:05 pm