Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Diffusori - Pagina 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Diffusori


mantraone
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1461
Data d'iscrizione : 17.12.16

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mantraone il Dom Giu 03 2018, 20:57

@Michelangelo71 ha scritto:Si, le living voice le vorrei ascoltare anche io. Ma sono anche molto curioso delle unison research max 1, anche loro 94 db

direi Di Prinzio per le Living Voice, oh poi mi fai sapere mi raccomando.
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Dom Giu 03 2018, 22:32

Quando gli amplificatori single ended vennero riproposti in Europa, nella seconda metà degli anni '70, si rividero i veri triodi ritornare in auge. 2A3, 45, AD1, PX4, VT52, WE300B, 211, 845. Erano questi e pochissimi altri DHT a essere considerati. D'accordo, anche l'Audiophile aveva proposto un single ended di KT88 Gold Lion ma era un'eccezione, una provocazione.
L'essenza del monotriodo doveva essere per forza un DHT intrinsecamente lineare e soggettivamente irraggiungibile dai tetrodi a fascio nati per fare benissimo altre cose. Le potenze erano e devono ancora essere tendenzialmente basse e bassissime. Ovviamente per farli rendere al massimo, non si impiegavano diffusori convenzionali: ecco riapparire i coni in carta, gli equipaggi mobili leggeri, i magneti nobili (o elettroeccitati) i driver a compressione ( alcuni davvero magnifici), le trombe per bassi, medi e alti. In quest'ambito, ci voleva una discreta attenzione. Coesistevano cassoni da giostra o da parlato cinematografico insieme ad autentiche perle (comunque, anche a ragione, molto discusse e non da tutti apprezzate).
Quello che volevo che passasse è che se uno vuole approcciarsi ai monotriodi veri non dovrebbe usare diffusori convenzionali. L'ampli monotriodo, quello vero, è qualcosa di estremo. Le proposte civilizzate e convenzionali di oggi, pur con tutto il rispetto verso i costruttori, le trovo (ripeto: parere personale) diseducative e fuorvianti. Gli ampli proposti in origine (al limite migliorati solo nelle alimentazioni con particolare attenzione a quella dei filamenti) erano meravigliosamente irrazionali e molto schizzinosi. Chi si accosta a questi oggetti, non è necessariamente alla ricerca di una algida fedeltà verso l'evento ma vuole, per strade diverse, ricostruirlo partendo dall'aspetto emotivo. Proprio per questo, risulta necessaria l'alta efficienza. Per alcuni, non necessariamente a torto, le colorazioni da accettare sono troppo sensibili per godersi davvero la musica. In certi casi, però, ricordo ancora una visceralità talmente pirotecnica da lasciarti sudato e con la frequenza cardiaca incontrollabile.
( con musica lirica e sinfonica ). E' una via crucis ma per alcuni rimane ancora oggi, la strada definitiva.
Gli approcci moderni, pur etichettati in modo apparentemente simile, non c'entrano nulla. La loro maggiore universalità ti fa perdere per strada quelli che erano gli elementi caratterizzanti e terribilmente affascinanti dei loro predecessori più critici ma infinitamente più sani, coerenti e veri.
Scusa il pippone ma penso che sia necessario ragionarci un poco quando si vuole un amplificatore single ended.
mantraone
mantraone
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1461
Data d'iscrizione : 17.12.16
Età : 54
Località : Bologna

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mantraone il Dom Giu 03 2018, 23:53

@mariovalvola ha scritto:Quando gli amplificatori single ended vennero riproposti in Europa, nella seconda metà degli anni '70, si rividero i veri triodi ritornare in auge. 2A3, 45, AD1, PX4, VT52, WE300B, 211, 845. Erano questi e pochissimi altri DHT a essere considerati. D'accordo, anche l'Audiophile aveva proposto un single ended di KT88 Gold Lion ma era un'eccezione, una provocazione.
L'essenza del monotriodo doveva essere per forza un DHT intrinsecamente lineare e soggettivamente irraggiungibile dai tetrodi a fascio nati per fare benissimo altre cose. Le potenze erano e devono ancora essere tendenzialmente basse e bassissime. Ovviamente per farli rendere al massimo, non si impiegavano diffusori convenzionali: ecco riapparire i coni in carta, gli equipaggi mobili leggeri, i magneti nobili (o elettroeccitati) i driver a compressione ( alcuni davvero magnifici), le trombe per bassi, medi e alti. In quest'ambito, ci voleva una discreta attenzione. Coesistevano cassoni da giostra o da parlato cinematografico insieme ad autentiche perle (comunque, anche a ragione, molto discusse e non da tutti apprezzate).
Quello che volevo che passasse è che se uno vuole approcciarsi ai monotriodi veri non dovrebbe usare diffusori convenzionali. L'ampli monotriodo, quello vero, è qualcosa di estremo. Le proposte civilizzate e convenzionali di oggi, pur con tutto il rispetto verso i costruttori, le trovo (ripeto: parere personale) diseducative e fuorvianti. Gli ampli proposti in origine (al limite migliorati solo nelle alimentazioni con particolare attenzione a quella dei filamenti) erano meravigliosamente irrazionali e molto schizzinosi. Chi si accosta a questi oggetti, non è necessariamente alla ricerca di una algida fedeltà verso l'evento ma vuole, per strade diverse, ricostruirlo partendo dall'aspetto emotivo. Proprio per questo, risulta necessaria l'alta efficienza. Per alcuni, non necessariamente a torto, le colorazioni da accettare sono troppo sensibili per godersi davvero la musica. In certi casi, però, ricordo ancora una visceralità talmente pirotecnica da lasciarti sudato e con la frequenza cardiaca incontrollabile.
( con musica lirica e sinfonica ). E' una via crucis ma per alcuni rimane ancora oggi, la strada definitiva.
Gli approcci moderni, pur etichettati in modo apparentemente simile, non c'entrano nulla. La loro maggiore universalità ti fa perdere per strada quelli che erano gli elementi caratterizzanti e terribilmente affascinanti dei loro predecessori più critici ma infinitamente più sani, coerenti e veri.
Scusa il pippone ma penso che sia necessario ragionarci un poco quando si vuole un amplificatore single ended.

Beh probabilmente non hai affatto tutti i torti, ma in sintesi brutale quali sarebbero i Triodi ben suonanti? Ti confesso che dopo alcuni ascolti con le 2A3....

notte


_________________
Living Voice IBX-R2/Leben CS-600/Rega Planar P3/Rega Aria/Rega Ania MC/Aqua La Scala Mk2 Optologic/Roon Rock PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/SOtM sMS 200 Ultra network player/Audioquest DragonFly Cobalt/ Creative Aurvana live 2 mod Spirit Labs/AKG k7XX/Cavi Audioquest Rocket88 e Water/Cavo USB Audioquest Diamond
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Lun Giu 04 2018, 08:16

2A3. Quale?
Tra la prima monoplacca USA e una biplacca sempre NOS, c'è un abisso.
Tra le preme monoplacca RCA e i cloni autarchici FIVRE esistono importanti differenze anche strumentali
Se per 2A3 intendi un clone cinese o russo, Non resta che riflettere sulla tristezza dell'offerta attuale.
Se stiamo parlando di 2A3 EML, le sigle tendono a creare confusione. Sono tubi spesso non male ma non c'entrano nulla con le NOS anche se rimangono un'interessante reinterpretazione dei tubi antichi.
Poi: hai ascoltato ampli single ended con la 2A3. Bene. Cosa erano? Spesso i trasformatori d'uscita sono talmente orientati al contenimento dei costi da impedire anche al miglior tubo NOS di esprimersi. Oltretutto se non viene ascoltato con diffusori realmente pensati per un monotriodo, risulta difficile valutare l'ampli, il tubo il trasformatore e il circuito.
Ripeto ancora che non sono soluzioni per tutte le orecchie.
Personalmente la mia pur limitata esperienza, mi ha fatto apprezzare molto la PX4 (ovviamente non le squallide repliche moderne) la 2A3 monoplacca Cunningham RCA, e le regine tedesche AD1 e  RE604 globeTFK.
Utilizzando trasformatori d'uscita e interstadio Tango, Tamura, Hashimoto.
I tubi driver erano spesso dht pure loro.
Con l'Onken W (Altec 416A), tromba IWATA con JBL 375 e tweeter Fostex T500A mk2, i risultati potevano essere piuttosto soddisfacenti ma non per tutti.
Certo, se si parte da un ampli cinese con tubi tarocchi e casse non mirate, il risultato non potrà essere neppure lontanamente paragonabile a quello ottenibile con un sistema ottimizzato con componenti adeguati. Ribadisco: non voglio affermare che un monotriodo sia in grado di regalare il nirvana audiofilo a tutti. Tutt'altro. Certo se si inizia con un voler fare le nozze con i fichi secchi, alla fine spendi comunque ma non ottieni nulla ma non puoi neppure affermare che quel determinato triodo non suoni o  non vada bene.
Il passato ci ha regalato delle rarità inarrivabili. Sta a noi capire e metterle nelle migliori condizioni di funzionare.
Pur nella pochezza strumentale, un single ended di RE604 globe con ferri Tamura in permalloy, potrebbe sbalestrarti per una vita intera. Per fortuna si fa moltissima fatica a trovare sia i tubi ( in condizioni realmente NOS) che i ferri.
Riassumendo, solo in apparenza un ampli single ended è un amplificatore come tutti gli altri.
Sarebbe come paragonare una Morgan a un' auto potente del segmento C .
Hanno entrambe 4 ruote (non sempre), vanno per strada, ma sono geneticamente diversissime.
Ivanhoe
Ivanhoe
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 4203
Data d'iscrizione : 30.10.12
Località : Terre piatte

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da Ivanhoe il Lun Giu 04 2018, 09:58

Interessante! cheers

Mario mi ricordo che come 2a3 avevi nominato le ken rad, ritieni le Cunnigham migliori?
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Lun Giu 04 2018, 10:41

Se si parlava di KEN RAD, soprattutto 6B4, si ragionava sulle biplacca a placche separate ( ne esistono diverse con costruzioni differenti. Es. Brimar), rispetto alle biplacca con placche unite (tipo le RCA più moderne). Le monoplacca sono mostruosamente diverse e non sono state più replicate costruzioni simili in USA.  Era l'americana più europea mai realizzata.
Un incredibile struttura emittente ad arpa composto da ben 20 filamenti sottilissimi.
Un inno alla complessità. Estremamente difficile da realizzare, difficile da accendere, difficile da trovare oggi in condizioni decenti.
Il disegno, ricavato dalla rete evidenzia la differente costruzione che impatta drammaticamente sul suono del tubo.
Le scialle reinterpretazione della monoplacca non hanno nulla da spartire con le vecchie del 1933. La finezza incredibile del medioalto risulta semplicemente inarrivabile.
Non è un caso che sia la AD1 che la globe RE604 , abbiano strutture di filamento simili (anche se differenti per numero di filamenti e modalità di deposito degli ossidi emittenti)
Diffusori - Pagina 2 2A3_single-_and_double-plate_structure


Ultima modifica di mariovalvola il Lun Giu 04 2018, 11:00, modificato 1 volta
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Lun Giu 04 2018, 10:58

Chi ama, o ha amato, gli ampli monotriodo, si è fatto mille paranoie su questi aspetti assolutamente fondamentali ma teanquillamente ignorati dalle volgarizzazioni commerciali.
Non bastano anzi, non c'entrano nulla gli eleganti esercizi di ebanisteria.
Andate a vedervi la pochezza estetica dei vecchi Legend di Hiraga dove c'era solo sostanza. Non erano ampli privi di difetti ma incarnavano perfettamente lo spirito del single ended estremo. Ora si bada di più alle finiture, alle vernici, ai telai. Purtroppo, spessissimo, i ferri e i tubi utilizzati, sono infinitamente peggiori.
Ivanhoe
Ivanhoe
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 4203
Data d'iscrizione : 30.10.12
Località : Terre piatte

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da Ivanhoe il Lun Giu 04 2018, 11:04

Grazie.

Quindi visto la difficolta' di trovare la monoplacca nos (tipo 6B4g ho capito), meglio orientarsi verso una biplacca moderna ?
Domanda da ignorante: le AD1 e la globe RE604 sono equivalenti della 2A3?
calibro
calibro
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1590
Data d'iscrizione : 13.05.12

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da calibro il Lun Giu 04 2018, 11:10

Ciao mariovalvola, ti leggo sempre con estremo interesse!!! Sia per quanto attiene al mondo Stax, sia per le amplificazioni.

In definitiva, fermo restando le giuste considerazioni di "inarrivabilità" delle "vette", cosa consigliare all'appassionato che voglia approcciare realisticamente questo mondo?

Il forumer che ha aperto il 3d ha un ampli da 3300 Euro a listino (da web, non ho listini ufficiali) ed un budget di 5000 Euro per le casse.

Non sarà una "vetta" ma diciamo un "promontorio" dal quale ascoltare la sua musica...

Cosa consiglieresti con questo budget complessivo per un'abbinata ampli-casse?





_________________
A casa: 
LG Plasma 50" HD, SKYHD optical out > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131 >>
Oppo Aurion Audio BD-83 SE > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III
In "cuffia"...a poco più di un metro..."la discarica": Sony DVP-SR100 > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus
In aereo: Iphone 6S + Tidal Hi-Fi > iem YXWin bluetooth + custom tips
In giro: IPad + Tidal Hi-Fi > Cipher > Audeze Isine 10
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Lun Giu 04 2018, 11:24

Le uniche vere monoplacca a 20 filamenti sono solo le 2A3. Nelle versioni a 6.3V sono esistite delle 6A3 monoplacca ma non erano costruttivamente simili.
Le 6B4 sono delle 2A3 con zoccolo octal e filamento a 6.3V ( la 2A3 ha lo zoccolo UX4 e accensione a 2.5V), sono state, che io sappia, sempre biplacca o meglio, non ho mai visto 6B4 con la struttura delle antiche 2A3.
La RE604 globe assomiglia come dissipazione anodica vagamente a una 45 ma è diversa come zoccolo, accensione e
Tensione anodica massima.
La AD1 è la risposta europea alla 2A3 ed elettricamente non è diversissima. Accensione diversa e zoccolo Transco a contatti laterali.
Nata Philips, risultava buona ma ordinaria.
La versione Telefunken risulta completamente diversa. Appartiene all'elite dei cosiddetti "barium tubes".
La costruzione di questa tedesca fa apparire trascurata la realizzazione delle prime 2A3 monoplacca.
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Lun Giu 04 2018, 12:11

Io non so cosa consigliare. Per me, sono giocattoli più facilmente realizzabili da autocostruttori. Se devi dipendere dall'artigiano, dal piccolo costruttore l'ottica cambia drammaticamente.
Persone come Betti e Chiomenti sanno benissimo come realizzare oggetti simili ma non potrebbero che farti pagare cifre importanti. Un autocostruttore lavorando da solo e per sé non ha intrinsecamente vincoli se non il proprio livello di conoscenze.
La ricerca dei pochi tubi gioiello potrebbe risultare ancora possibile.
Però, per molti, diverrebbe una ricerca alla cieca. Sono pochi gli audiofili viventi che potrebbero farti ascoltare certe cose.
Le uniche soluzioni che mi vengono in mente sono gli Yamamoto con le 45. (Non dico che siano la perfezione incarnata. Anzi)
Per i diffusori, c'è un mondo intero ma molti richiedono un amore e una capacità di sopportare colorazioni non per tutti.
In certi contesti le vecchie versioni del klipschorn sanno essere meravigliose e non suonano strane come le sorelline "La Scala"
Alcune trombe lowther non sono male.
Certe realizzazioni con Goto, ALE, TAD, JBL, Altec, Tannoy, Fostex, B&C, Faital, ecc., potrebbero essere interessanti.
La mia ottica però è sempre quella di uno stagionato autocostruttore.

mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Lun Giu 04 2018, 12:28

Per un amico avevo trovato dei klipschorn d'epoca grezzi a 3500 eur.
Una coppia di Lowther Acousta con PM-6A (Se piacciono) non dovrebbe costare troppo.
Se inizi con giochini come l'Onken con trombe per medi e alti, i costi si alzano.
mantraone
mantraone
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1461
Data d'iscrizione : 17.12.16
Età : 54
Località : Bologna

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mantraone il Lun Giu 04 2018, 18:49

vero che siamo nella sezione Tutto Valvole, e forse il post andava messo in un'altra sezione del form, ma in questo 3D siamo finiti a parlare di valvole e perfino nel dettaglio... meriterebbe un 3D a parte


_________________
Living Voice IBX-R2/Leben CS-600/Rega Planar P3/Rega Aria/Rega Ania MC/Aqua La Scala Mk2 Optologic/Roon Rock PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/SOtM sMS 200 Ultra network player/Audioquest DragonFly Cobalt/ Creative Aurvana live 2 mod Spirit Labs/AKG k7XX/Cavi Audioquest Rocket88 e Water/Cavo USB Audioquest Diamond
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Lun Giu 04 2018, 19:14

Veramente, sei stato tu a chiedere ragguagli. Oltretutto, chi ha aperto la discussione, ha citato un "eretico" ampli single ended. Da qui la mia risposta. Comunque anche di trasduttori e di diffusori si è scritto.
Se non bastasse si può anche procedere.
Deve passare però il concetto base: il single ended è nato come ampli estremo. addomesticarlo, significa volgarizzare un approccio discutibilissimo ma foriero di risultati assolutamente da sperimentare. Non è per tutte le orecchie. Non è per tutte le tasche. Non è la soluzione definitiva. E' un modo diverso di ascoltare. Per me ha la medesima dignità di tutti gli altri. L'importante è non volare bassi. Si prenderebbero lucciole per lanterne e non si capirebbe nulla. Questa brutta tendenza, oltre che irrazionale, vorrebbe comunque avere una sua dignità che sarebbe solo figlia della più becera ignoranza.
Non si può valutare un approccio estremo valutando un suo clone votato al ribasso, involgarito dalle inevitabili necessità imprenditoriali legate anche al bassissimo livello qualitativo dei tubi moderni. Per rendere l'idea: come potresti valutare la qualità di un orologio con movimento di manifattura acquistando un suo clone cinese?
Chiunque facesse ragionamenti di questo tipo verrebbe considerato demente. Nel mondo odierno dell'alta fedeltà, parrebbe , invece, la regola.
mantraone
mantraone
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1461
Data d'iscrizione : 17.12.16
Età : 54
Località : Bologna

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mantraone il Lun Giu 04 2018, 21:18

@mariovalvola ha scritto:Veramente, sei stato tu a chiedere ragguagli. Oltretutto, chi ha aperto la discussione, ha citato un "eretico" ampli single ended. Da qui la mia risposta. Comunque anche di trasduttori e di diffusori si è scritto.
Se non bastasse si può anche procedere.
Deve passare però il concetto base: il single ended è nato come ampli estremo. addomesticarlo, significa volgarizzare un approccio discutibilissimo ma foriero di risultati assolutamente da sperimentare. Non è per tutte le orecchie. Non è per tutte le tasche. Non è la soluzione definitiva. E' un modo diverso di ascoltare. Per me ha la medesima dignità di tutti gli altri. L'importante è non volare bassi. Si prenderebbero lucciole per lanterne e non si capirebbe nulla. Questa brutta tendenza, oltre che irrazionale, vorrebbe comunque avere una sua dignità che sarebbe solo figlia della più becera ignoranza.
Non si può valutare un approccio estremo valutando un suo clone votato al ribasso, involgarito dalle inevitabili necessità imprenditoriali legate anche al bassissimo livello qualitativo dei tubi moderni. Per rendere l'idea: come potresti valutare la qualità di un orologio con movimento di manifattura acquistando un suo clone cinese?
Chiunque facesse ragionamenti di questo tipo verrebbe considerato demente. Nel mondo odierno dell'alta fedeltà, parrebbe , invece, la regola.

Ma sono abbastanza d'accordo, se non lo sono del tutto è per la poca esperienza, ma effettivamente i triodi che ho ascoltato moderni o meno hanno sempre dato ottimi risultati.

I triodi della "triode" appunto? che ne pensi http://www.triode.co.jp


_________________
Living Voice IBX-R2/Leben CS-600/Rega Planar P3/Rega Aria/Rega Ania MC/Aqua La Scala Mk2 Optologic/Roon Rock PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/SOtM sMS 200 Ultra network player/Audioquest DragonFly Cobalt/ Creative Aurvana live 2 mod Spirit Labs/AKG k7XX/Cavi Audioquest Rocket88 e Water/Cavo USB Audioquest Diamond
alanford
alanford
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1849
Data d'iscrizione : 03.06.12
Località : monza

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da alanford il Lun Giu 04 2018, 23:33

@Michelangelo71 ha scritto:Non so se ci rientro con il budget

con 5000 euro cash prendi anche le max 2 imho

le max 1 decisamente meno
calibro
calibro
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1590
Data d'iscrizione : 13.05.12

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da calibro il Mar Giu 05 2018, 16:13

@mariovalvola ha scritto:
...
Le uniche soluzioni che mi vengono in mente sono gli Yamamoto con le 45. (Non dico che siano la perfezione incarnata. Anzi)
Per i diffusori, c'è un mondo intero ma molti richiedono un amore e una capacità di sopportare colorazioni non per tutti.
In certi contesti le vecchie versioni del klipschorn sanno essere meravigliose e non suonano strane come le sorelline "La Scala"
Alcune trombe lowther non sono male.
Certe realizzazioni con Goto, ALE, TAD, JBL, Altec, Tannoy, Fostex, B&C, Faital, ecc., potrebbero essere interessanti.
La mia ottica però è sempre quella di uno stagionato autocostruttore.


L'ampli e' questo???

http://www.6moons.com/audioreviews/yamamoto2/45.html


_________________
A casa: 
LG Plasma 50" HD, SKYHD optical out > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131 >>
Oppo Aurion Audio BD-83 SE > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III
In "cuffia"...a poco più di un metro..."la discarica": Sony DVP-SR100 > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus
In aereo: Iphone 6S + Tidal Hi-Fi > iem YXWin bluetooth + custom tips
In giro: IPad + Tidal Hi-Fi > Cipher > Audeze Isine 10
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Mar Giu 05 2018, 19:41

Si. E' lui. Pur con alcune scelte che non condivido, i progettisti, hanno saputo realizzare qualcosa di coerente con l'idea di monotriodo moderno comunque aderente alle proposte nate dopo gli anni '60 in Giappone e agli esempi storici del primo audio cinematografico.
L'idea, antichissima ma poco praticata di usare un pentodo come tubo driver, fa comprendere il livello di questi ampli che si pone con eleganza e autorevolezza nel solco dei vecchissimi WE91. degli Zaika, e, alla fine, dal mitico Legend. (lo so: anche il Beltaine usa un pentodo driver pure con eleganza ma bisognerebbe fare un discorso un poco lungo su questo strano ampli).
A parte il circuito semplice ma non banale, per certi versi scarnificato, ci sono cure costruttive molto particolari. In sintesi C'è tutta la meravigliosa demenzialità di questa tipologia che presentano spessissimo misure convenzionali imbarazzanti insieme a un piacere d'ascolto unico. Molte interpretazioni moderne, assolutamente stonate ma ben carrozzate di imbarazzante oltre alle misure hanno il prezzo e le prestazioni soniche. ma, oggi, basta la vernice giusta e l'impianto cattedrale. Al resto ci pensa il marketing e la finta cura artigianale. Dentro, nessuno ci guarda (basta solo rimarcare la pura classe A anche se è ovvio e inevitabile).
Chi si appassiona a queste cose, dovrebbe recuperarsi i libri di ASANO.

mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Mar Giu 05 2018, 20:43

Andando lievemente fuori argomento, posso affermare (sono sicuramente in buona compagnia) che usare i monotriodi per le cuffie è una libidine assoluta. Bisogna solo avere l'accortezza di ottimizzare le alimentazioni (bassa e alta tensione).
mantraone
mantraone
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1461
Data d'iscrizione : 17.12.16
Età : 54
Località : Bologna

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mantraone il Mar Giu 05 2018, 21:25

@mariovalvola ha scritto:Andando lievemente fuori argomento, posso affermare (sono sicuramente in buona compagnia) che usare i monotriodi per le cuffie è una libidine assoluta. Bisogna solo avere l'accortezza di ottimizzare le alimentazioni (bassa e alta tensione).

interessante, ma dove si ascoltano? Quello con le 2A3 che ne dici?

http://userweb.117.ne.jp/y-s/A-011-new-e.html


_________________
Living Voice IBX-R2/Leben CS-600/Rega Planar P3/Rega Aria/Rega Ania MC/Aqua La Scala Mk2 Optologic/Roon Rock PC i5-8GB-SSD256Gb/NAS QNAP TS-231/SOtM sMS 200 Ultra network player/Audioquest DragonFly Cobalt/ Creative Aurvana live 2 mod Spirit Labs/AKG k7XX/Cavi Audioquest Rocket88 e Water/Cavo USB Audioquest Diamond
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Mar Giu 05 2018, 21:44

Quello con le 2A3, non l'ho ascoltato. Più si sale con la potenza, più certe criticità aumentano.
Come vedi l'offerta di 2A3 è tristemente limitata. La 45 NOS è meravigliosa ma ancora abbordabile. La 2A3 NOS, si trova ancora ma, spessissimo solo biplacca come quelle in foto. Non è semplicissimo fare suonare bene una biplacca. Pure la EML avrebbe buon gioco.
Io, con le 2A3 monoplacca mi divertivo impiegando trasformatori inusuali come carico. Pochissima potenza ma suono meraviglioso. Se come tubo driver usavi una RE134 con interstadio (NC-20) e trasfo d'ingresso (UTC LS-10), SI ottenevano risultati davvero particolari. Discutibilissimi ma piuttosto inediti.
C'è un artigiano francese apprezzato anche qui che propone ampli interessanti a DHT per cuffie. Anche in questo caso non mi trovo in sintonia piena, ma riconosco il lavoro ottimo : pur non avendoli mai ascoltati. Chi li ha potrà essere molto più autorevole.
phaeton
phaeton
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 9696
Data d'iscrizione : 27.08.10

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da phaeton il Mar Giu 05 2018, 22:28

@mariovalvola ha scritto:Andando lievemente fuori argomento, posso affermare (sono sicuramente in buona compagnia) che usare i monotriodi per le cuffie è una libidine assoluta. Bisogna solo avere l'accortezza di ottimizzare le alimentazioni (bassa e alta tensione).

Diffusori - Pagina 2 704751 Diffusori - Pagina 2 704751
sunny sunny
e se posso ancor piu' estremizzare: un monotriodo che pilota una magnetoplanare (o cmq una cuffia con un carico resistivo) e' una libidine doppia.
oltre alle alimentazioni aggiungrei la cura del carico anodico della pre. passare da una semplice resistenza ad un induttore e' qualcosa che lascia basiti.
scegliendo opportunamente circuito, tubi, punto di lavoro, si puo' cucire un ampli su una cuffia ed ottenere un risultato ben oltre la somma dei singoli componenti.
ma siamo troppo OT, e soprattutto siamo troppo eretici, non va bene, cancella tutto quanto sopra santa
phaeton
phaeton
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 9696
Data d'iscrizione : 27.08.10

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da phaeton il Mar Giu 05 2018, 22:32

@mariovalvola ha scritto:.....
Anche in questo caso non mi trovo in sintonia piena....

ultimamente purtroppo neppure io. forse perche' inebriato dal successo, forse perche' e' una naturale evoluzione, non so, ma mi pare abbia preso una deriva molto piu' "commerciale" e molto meno "artigianale", salvo alcune particolari (su misura e non ripetibili (*)) realizzazioni per suoi amici francesi. peccato.
(*) ad esempio l'ampli con le PX25 Marconi anni 30 pilotate da delle C3G e raddrizzatrice WE 422A con trafi Hashimoto... gli avevo chiesto di farmelo, magari con le PX4 o le AD1, e mi ha sparato una cifra improponibile .... dopo un po' ha ammesso che era piu' che altro un esercizio di stile, che ritrovare quei tubi in condizioni NOS sarebbe stato quasi impossibile (in particolare le AD1 e le WE422A)
calibro
calibro
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1590
Data d'iscrizione : 13.05.12

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da calibro il Mer Giu 06 2018, 12:35

@mariovalvola ha scritto:Per un amico avevo trovato dei klipschorn d'epoca grezzi a 3500 eur.
Una coppia di Lowther Acousta con PM-6A (Se piacciono) non dovrebbe costare troppo.
Se inizi con giochini come l'Onken con trombe per medi e alti, i costi si alzano.

Come descriveresti il suono delle Lowther Acousta, comparandolo con le Klipshorn? Le basse frequenze come vanno?

Cosa trovi di "strano" nel suono delle La Scala?


_________________
A casa: 
LG Plasma 50" HD, SKYHD optical out > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131 >>
Oppo Aurion Audio BD-83 SE > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III
In "cuffia"...a poco più di un metro..."la discarica": Sony DVP-SR100 > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus
In aereo: Iphone 6S + Tidal Hi-Fi > iem YXWin bluetooth + custom tips
In giro: IPad + Tidal Hi-Fi > Cipher > Audeze Isine 10
mariovalvola
mariovalvola
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2682
Data d'iscrizione : 19.12.14
Località : Brescia

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da mariovalvola il Mer Giu 06 2018, 14:04

Io, le Acousta, le ho amate e le apprezzo a prescindere dai difetti. È un progetto lowther e si sente. Molto più equilibrata delle Medallion e delle Mauhorn giusto per citare i casi polari. L'ideale sarebbe l'autocostruzione. Essendo semplici ma comunque complesse, non è facile trovare realizzazioni ben fatte ed è impossibile fare verifiche sulla costruzione interna.
Io le usavo con lowther PM-6A d'epoca con cestello quadrato.
Bassi giusti e discreto equilibrio se ascoltati a basso volume. Ci si deve abituare alle caratterizzazioni dei lowther qui meno evidenti.
Oggi trovo interessanti le Giotto.
Il Klipschorn quello con la tromba metallica  e i medio-alti in Alnico, suona bene. I difetti tipici delle trombe della casa vengono celati bene dalla maggiore estensione sul basso. Purtroppo l'origine economica dei driver dei medi e degli alti, affiora un poco comunque.
Nelle La Scala, senti maggiormente il problema perché non è mascherato dal basso in questo caso molto asciutto al limite della latitanza.
calibro
calibro
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1590
Data d'iscrizione : 13.05.12

Diffusori - Pagina 2 Empty Re: Diffusori

Messaggio Da calibro il Mer Giu 06 2018, 14:52

@mariovalvola ha scritto:Io, le Acousta, le ho amate e le apprezzo a prescindere dai difetti. È un progetto lowther e si sente. Molto più equilibrata delle Medallion e delle Mauhorn giusto per citare i casi polari. L'ideale sarebbe l'autocostruzione. Essendo semplici ma comunque complesse, non è facile trovare realizzazioni ben fatte ed è impossibile fare verifiche sulla costruzione interna.
Io le usavo con lowther PM-6A d'epoca con cestello quadrato.
Bassi giusti e discreto equilibrio se ascoltati a basso volume. Ci si deve abituare alle caratterizzazioni dei lowther qui meno evidenti.
Oggi trovo interessanti le Giotto.
Il Klipschorn quello con la tromba metallica  e i medio-alti in Alnico, suona bene. I difetti tipici delle trombe della casa vengono celati bene dalla maggiore estensione sul basso. Purtroppo l'origine economica dei driver dei medi e degli alti, affiora un poco comunque.
Nelle La Scala, senti maggiormente il problema perché non è mascherato dal basso in questo caso molto asciutto al limite della latitanza.

Comprendo bene quanto affermi sulle Klipsch...avendole ascoltate e/o possedute.

Potresti esplicare meglio le "caratterizzazioni evidenti" dei Lowther sulle varie frequenze (bassi, medi, acuti) ???

Grazie...


_________________
A casa: 
LG Plasma 50" HD, SKYHD optical out > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131 >>
Oppo Aurion Audio BD-83 SE > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III
In "cuffia"...a poco più di un metro..."la discarica": Sony DVP-SR100 > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus
In aereo: Iphone 6S + Tidal Hi-Fi > iem YXWin bluetooth + custom tips
In giro: IPad + Tidal Hi-Fi > Cipher > Audeze Isine 10

    La data/ora di oggi è Mar Lug 14 2020, 10:07