Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Astell & Kern AK100 e Sennheiser IE 500 PRO - Impressioni e ringraziamenti
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Astell & Kern AK100 e Sennheiser IE 500 PRO - Impressioni e ringraziamenti

Erilich
Erilich
Member
Member

Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 26.02.20

Astell & Kern AK100 e Sennheiser IE 500 PRO - Impressioni e ringraziamenti Empty Astell & Kern AK100 e Sennheiser IE 500 PRO - Impressioni e ringraziamenti

Messaggio Da Erilich Mer Feb 03 2021, 16:50

Buon pomeriggio a tutti,
dopo molte ore di ascolto sono tornato come promesso a darvi un feedback sulle cuffie che ho acquistato oramai da vari mesi; ricapitolando la situazione, mi presentai qualche mese fa per chiedere lumi su un piccolo impianto da poter sfruttare nelle mie passeggiate notturne con pelosi al seguito, e grazie ai vostri preziosi consigli sono riuscito ad approcciarmi al mondo dell'audiofilia in un modo che mi sta coinvolgendo molto. Su vostro consiglio mi sono acquistato (oramai ad Agosto scorso) un DAP Astell & Kern AK100 trovato usato dalla Francia a buon prezzo che oramai mi accompagna in ogni uscita, dalle più lunghe a quelle di poche minuti.

Il DAP, molto comodo e compatto ha una linea sobria ma allo stesso tempo originale: la rotellina esterna del controllo del volume è un valore aggiunto non indifferente; per quanto mi riguarda, ho sempre amato la sensazione fisica di qualcosa di meccanico da poter girare, toccare e con cui interagire in maniera analogica, l'ingranaggio è fluido e restituisce dei click rassicuranti, permettendo di essere molto preciso nella gestione del volume con intervalli di 0.5 db a click. Il Touch screen e il software sono molto reattivi e non presentano lag di alcun tipo, la navigazione per cartelle è decisamente la più comoda, e anche con cartelle di grandi dimensioni (Album FLAC superiori al Gb) i caricamenti sono istantanei e il passaggio tra una canzone e l'altra avviene senza inceppamenti. La tripla memoria di 32 gb integrata più due slot dove è possibile alloggiare due schede sd fino a 32Gb l'una, mi hanno permesso di suddividere la musica che mi porto dietro per generi in modo da poter andare subito a trovare quello che nel momento più mi aggrada.
La resa sonora, per quel poco che le mie orecchie ancora impreparate riescono a cogliere, è veramente stupefacente. Se confrontato agli hardware che ero solito utilizzare prima (Cellulare e in seguito Fiio x3 MKII), non sono mai intervenuto nelle opzioni di equalizzazione: la riproduzione dei brani infatti è molto fedele a quello che ci si aspetterebbe da ogni genere musicale, dal Metal al Rock, passando per la Classica per arrivare al Jazz e al blues, si riescono a distinguere gli strumenti senza che vi sia una predominante particolare. L'ho provato sia con le Fiio FA1 che con le Sennheiser IE 500 Pro ed effettivamente facendo i confronti con le altre due sorgenti ho trovato che l'equilibrio generale della gestione della riproduzione anche di generi diversi trasmetta un comportamento molto neutro senza aggiunte e picchi particolari. 
Passando alle cuffie, le Sennheiser IE 500 PRO sono state una scoperta ancora più sbalorditiva, ma non parlerò di dati tecnici su cui ancora sto cercando di studiare per comprenderne appieno le funzioni. Le sensazioni che mi restituiscono ad ogni ascolto sono veramente ottime. Sono da sempre un ascoltatore onnivoro; a parte il pop apprezzo ogni tipo di musica: elettronica, dubstep, Metal (declinato in tutti i suoi generi, dal trash al progressive passando per il melodico ecc..), musica folk e popolare sia italiana che straniera, country, blues e, da quando ho un sistema di ascolto che mi permetta di apprezzarne le sfumature, anche Jazz, che prima consideravo noioso nei suoi virtuosismi che trovavo autoreferenziali e poco emozionanti.
Le IE 500 PRO mi sono piaciute fin da subito e le ho rodate semplicemente ascoltandole e sentendole divenire ancora più precise. Quello che mi ha colpito fin da subito, infatti, è stata la loro precisione e la loro analiticità, la scena sonora mi si è allargata fin dal primo ascolto, più volte mi sono trovato a voltarmi in cerca di un suono che provenisse alle mie spalle per poi rendermi conto che si trattava solo di una percussione inaspettata sul Charleston o sul Rullante. 
I bassi sono ben presenti con un attacco deciso.
I medi mi piacciono molto, avvolgenti e ben equilibrati.
Gli alti sono cristallini e mai invadenti.
L'isolamento dai rumori esterni non è al livello delle Fiio FA5 anche dopo aver provato tutti gli adattatori, sia quelli in Foam che quelli in silicone, questo non è stato un problema dato che sono solito uscire per le mie passeggiate con le belve sempre dopo il coprifuoco e in generale a tarda notte; in ogni caso ho trovato la cosa molto comoda per l'utilizzo che ne faccio, visto che mi dispiacerebbe venire messo sotto da un'auto mentre sono assorto nella contemplazione di un assolo di chitarra o batteria.
Durante la passeggiata il cavo in dotazione non ha mai restituito alcun tipo di interferenza dal contatto con i vestiti e il suono è sempre stato limpido ed ineccepibile.
La comodità delle cuffie è veramente notevole, anche dopo lungo tempo le mie orecchie non sono mai stanche.
In generale l'equilibrio del DAP si riversa anche in un estremo equilibrio delle cuffie, mentre le Fiio FA1 da cui provenivo avevano dei medi più caldi e dei bassi decisi a discapito delle note alte, sulle IE 500 ogni frequenza sa stare al suo posto senza invadere o predominare sulle altre. Dopo 5 mesi di ascolto ad una media di un'oretta e mezza al giorno le ho sentite pian piano sbocciare: non ci sono stati stravolgimenti, ma una definizione più accurata della scena sonora con una maggior separazione delle zone.
Non so quanto una recensione fatta da un neofita potrà essere utile, spero di non aver male interpretato le sensazioni e segnali colti dal mio sistema, vi prego di farmi notare le castronerie dette, in ogni caso grazie a tutti per i consigli che mi avete dato e credo che vi stancherò ancora con molte domande su questo splendido mondo che sto cominciando ad esplorare.

Buoni ascolti a tutti!


P.s.
Vi inserisco alcuni degli album preferiti che ho sempre all'interno dell'A&K in modo che possiate valutare su cosa si basano le mie impressioni:
-  Animals as Leaders - Animals as Leaders
-  Neil Young & Crazy Horse - Live Rust 
-  Ana Popovic - Trilogy 
-  Dusty Springfield - Dusty In Memphis
-  Gianmaria Testa - Lampo
-  Vijay Iyer Trio - Break Stuff
-  Bon Iver - Bon Iver
-  Burial - Untrue

-  Stefano Bollani - Carioca

    La data/ora di oggi è Mar Nov 30 2021, 00:36