Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?

Carlito
Carlito
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 544
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 51
Località : Calabria

Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? Empty Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?

Messaggio Da Carlito Mar Feb 16, 2021 11:21 pm

La domanda nasce dal fatto di ascoltare ognuno secondo i propri gusti, ecco, l'intento un po' utopico, è cercare di fare un elenco di "come" si vuole che un orchestra o la musica che ci piace ascoltare, venga riprodotta.

Al di sopra delle elettroniche, degli ampli, e se vogliamo delle stesse cuffie, come vorreste sentire per esempio questo brano, più aperto quindi live,con le viole chevorrebberoandare in risalto, comepotrebbe essere vostra idea di
avere un evento riprodotto ?
Ampio, più intimo, con un basso che la fa da padrona, con le corde dei violini che vi accarezzano l'udito, o vorrebbero irrompere di più su tutti gli altri ?


La ricerca del proprio myfi, che vorrebbe partire dalle vostre attese, piuttosto che dal come una cuffia suona.
Insolita, forse la richiesta, potremmo farci un'idea di quante attese, e quanto varie, esse siano.






_________________
Carlo
musica liquida. Reinventario attrezzature in corso... small equipment, good moment.
Carlito
Carlito
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 544
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 51
Località : Calabria

Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? Empty Re: Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?

Messaggio Da Carlito Mar Feb 16, 2021 11:37 pm

Per esempio:
potrebbe piacervi un suono ricco di armoniche, oppure nature, asciutto.
Il distorsivo delle chitarre di un pezzo rock, oppure trap, come vi piacerebbe ascoltarlo, con la durezza vivida distorsiva, oppure ?


Inizio io:
Un suono apparentemente asciutto, scevro di armoniche, potrebbe dare l'impressione di ascoltare l'incisione in studio, mentre con la presenza di armoniche, potrebbe dare la sensazione di ascoltare un evento live, e potrebbe essere meno coinvolgente, ma potrebbe dare una sensazione di ascolto piacevole, viscerale.
il basso di una chiatarra, per me dovrebbe essere restituito, senza edulcorazioni, come esso è, apparentemente asciutto, ma ricco di dinamica.


_________________
Carlo
musica liquida. Reinventario attrezzature in corso... small equipment, good moment.
Carlito
Carlito
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 544
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 51
Località : Calabria

Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? Empty Re: Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?

Messaggio Da Carlito Mar Feb 16, 2021 11:50 pm

E le voci, come vorreste ascoltarle ? In secondo piano, o in rilievo sul resto ?


Nel senso, vi piacerebbe stare nelle prime file di un teatro, o fra i musicisti, oppure in fondo alla sala, per cogliere un insieme melodico meno analitico ?

Se volete, è un modo per esprimere la propria, e condividere esperienze e pareri differenti.
Un gioco, d'altronde il nostro diletto, è credo uno dei più sani esista.




_________________
Carlo
musica liquida. Reinventario attrezzature in corso... small equipment, good moment.
Carlito
Carlito
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 544
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 51
Località : Calabria

Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? Empty Re: Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?

Messaggio Da Carlito Mer Feb 17, 2021 12:19 am

Quest'altra cover, un bel giro di batteria, come si presta per i vostri ascolti ?
Avvincente, i piatti sono eccessivamente squillanti, o il giro del basso è oltre i vostri gusti ?
E' ben inciso, per me restiusce dinamica si tutte le frequenze, ed è questa la parte che apprezzo di più.
Lo ascolterei anche a volumi più alti del solito, voi che fareste ?



_________________
Carlo
musica liquida. Reinventario attrezzature in corso... small equipment, good moment.
Edmond
Edmond
Sordologo

Numero di messaggi : 11162
Data d'iscrizione : 17.04.10
Località : Brescia

Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? Empty Re: Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?

Messaggio Da Edmond Mer Feb 17, 2021 3:02 pm

Ciao Carlo, argomento interessante, anche se non è facile risponderti.
Musica classica:la grande orchestra sono solito ascoltarla dalla metà platea ad allontanarmi, oppure in loggione, perché amo il mescolarsi degli strumenti in un unicuum monofonico. Piccoli ensemble, invece, li ascolto da più vicino, anche perché mi piace guardare le mani dei musicisti, soprattuto quelli che suonano strumenti a corda. L'incisione che hai postato è ben fatta complessivamente, anche se la presenza del video scombina le carte in tavola. Pur avendo una corretta spazialità laterale, ascoltando dal vivo non posso pensare di sentire il pianoforte allineato al primo violino sulla sinistra, come accade grazie alla microfonatura. Sono assolutamente di quelli che ritiene che la dislocazione in profondità degli strumenti debba essere mantenuta. Riguardo ai volumi d'ascolto prediligo volumi medi, non volumi da stadio.
Musica vocale: anche in questo caso il video rovina le cose. La signorina sembra che canti poggiata al pianoforte, mentre è abbastanza avanti rispetto ad esso. Buona anche in questo caso la scena laterale, con bella percezione della posizione degli strumenti fra destra e sinistra, la profondità andrebbe rivista, secondo me. 
Musica rock (chiamiamola così...): la registrazione della batteria è eccellente, molto equilibrata fra i vari registri tonali dello strumento e senza alcuna aggressività (almeno con la Stax 009 che ho in testa). Però, in un evento live la batteria non si riesce ad ascoltare in questo modo e non la si percepirebbe così con una registrazione a due soli microfoni, per captare la profondità della scena sonora. Per un disco, eccellente, per la restituzione di un evento live, poco credibile, anche dalla prima fila, secondo me.
Riguardo all'ascolto asciutto o con armoniche, fatico un po' a comprendere... Le armoniche le genera lo strumento, si tratta solo di registrarle iun modo corretto. Il resto, se vogliamo, è solo distorsione indotta dalla registrazione e/o dall'ambiente. Una registrazione di musica classica, registrata con due microfoni, capta inevitabilmente le distorsioni dovute all'ambiente, ma se deve essere una registrazione dal vivo, che dal vivo sia. Se, invece, è realizzata in sala d'incisione, preferirei sentire maggiore pulizia.


_________________
Giorgio


Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? Firma12


Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid
Carlito
Carlito
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 544
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 51
Località : Calabria

Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? Empty Re: Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?

Messaggio Da Carlito Mer Feb 17, 2021 7:15 pm

Ciao Giorgio, ottime disamine le tue, che fanno risaltare quanto sia vitale una corretta incisione in post produzione, dal fonico. Le sensazioni di un evento live sono uniche, e mi ritrovo con quanto da te espresso circa la vicinanza o lontananza della cantante rispetto gli strumenti, come anche sia surreale ascoltare una batteria registrata a 2 microfoni.
Per le armoniche, per quello che ho potuto verificare modificando acusticamente una cuffia, anche lei puo' restituire armoniche acustiche, se sono presenti delle feritoie acustiche, che lasciano passare l'acustica della camera interna al driver, verso il pads e quindi verso il timpano.
Con alcune incisioni, quelle dove il video dovrebbe accompagnare il realtivo suono di uno strumento, è effettivamente un rendere il messaggio sonoro più asciutto (è questo che intendevo).
Se al contrario, è un'orchestra a suonare, ed il punto di ripresa è sul loggione, l'ascolto all'unisono, come lo definisci tu, un unicum monofonico, in realtà potrebbe rimanere, o per meglio dire, sarebbe ascoltabile, ascoltando la stessa cuffia a cui non sono state "attenuate" le feritorie acustiche che inducono armoniche. Ma non è esattamente la stessa cosa, quell'unicum monofonico, dovrebbe in realtà essere un mix dei vari microfoni, ed in cuffia potrebbe essere forse più realistico ascoltare con le armoniche restituite anche dalle feritoie acustiche ? In linea di massima forse si, sarebbe auspicabile associarlo al fenomeno reale.
Ecco questo è un palcoscenico che andrebbe approfondito, nell'ascolto. E devo ammettere, non avevo considerato.
Se riesco, ci provero', e ne riparleremo.


_________________
Carlo
musica liquida. Reinventario attrezzature in corso... small equipment, good moment.
Poonie
Poonie
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 18.09.12

Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? Empty Re: Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?

Messaggio Da Poonie Mer Feb 17, 2021 8:34 pm

Da neofita la mia "analisi" è molto semplice: essendo i drivers a 2 cm dai timpani, metto in testa alla classifica la non fatica d'ascolto, la piacevolezza di poter avere a disposizione un sistema versatile che mi permetta di cogliere bene i pianissimo quando serve e che possa alzare il volume anche di molto con i generi più "sbarazzini".

Oltre ad una timbrica armoniosa lo stage deve essere il più ampio possibile nelle tre direzioni mantenendo credibilità (non dilatazioni estremizzate) e le sorgenti sonore mi piacerebbe fossero commisurate con dimensioni importanti, ovviamente nei limiti e senza "sgranare".

No a iperdefinizione, e non ricerco estensioni record ne' lato altissime ne' lato bassissime, mi accontento di avere una media tra i parametri che non privilegi uno rispetto all'altro, e che renda il messaggio sonoro con una certa musicalità, se così la vogliamo chiamare.
Armoniche? Distorsione di 2a? Va bene tutto purchè il mio orecchio acconsenta. Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? 285880
I miei due...fiorini. Laughing


_________________
**************************************************************************************

-- God bless Vintage --                                                                 -[i]- Avatar: Altec Lansing 600B -- [/i]
[OverDrive]
[OverDrive]
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 2841
Data d'iscrizione : 05.09.10
Età : 40

Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? Empty Re: Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?

Messaggio Da [OverDrive] Mer Feb 17, 2021 10:35 pm

Come è stato inciso sul supporto dall'Ingenere del suono


_________________
"le orecchie sentono ciò che gli occhi vedono"
------------------------------------------------------
Sorgente Windows 10 - Roon - Qobuz - Tidal
DAC Soncoz SGD1 -120dB SINAD
Cavo Segnale Airtech Alfa XLR 
Cavo Alimentazione Airtech EVO Light
Ampli Cuffia Topping A90 -121dB SINAD - Little Dot MK6+
Cuffia HiFiMan ARYA rev.2 EQ Oratory1990
Studio Monitor Attivi Behringer TRUTH B1031A
Carlito
Carlito
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 544
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 51
Località : Calabria

Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? Empty Re: Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?

Messaggio Da Carlito Gio Feb 18, 2021 5:38 pm

@[OverDrive] ha scritto:Come è stato inciso sul supporto dall'Ingenere del suono

Be' sul supporto, è il fonico, che in post-produzione, usa strategie di volumi ed EQ, nel tentativo di imprimere il suo gusto musicale.
Prendiamo ad esempio Ligabue, ora non ricordo quale pezzo è uscito con una magra composizione incisa, magra lo era perchè fintroppo neutra ed esile.
Successivamente, avrà cambiato fonico, ed i pezzi sono stati incisi meglio.


Diciamo che se vedo un concerto in video, associare le giuste combinazioni dell'audio, sarebbe auspocabile, per suscitare "interesse" e "passione" sia nel vederlo che nell'ascoltarlo.

Per es. in teatro, ho assistito ad un concerto bellissimo dal vivo, senza amplificazione, è uno spettacolo "viverlo".
Poi, se si amano i 100.000 watt di un concerto degli U2, è un'altra storia.

Quindi, un buon fonico, ha la responsabilità di applicare al supporto la sua impronta, e far apprezzare o meno, il pezzo ai più, sia esso un concerto classico o una rock band.


Per te, cosa significa quello che hai espresso, come dovrebbe essere stato inciso, per attirare le tue attenzioni ascoltofile ?


_________________
Carlo
musica liquida. Reinventario attrezzature in corso... small equipment, good moment.
calcatreppola
calcatreppola
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 747
Data d'iscrizione : 08.11.19
Località : udine (Friuli) - Budapest (Ungheria)

Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ? Empty Re: Vi andrebbe di descrivere come vi piace ascoltare un evento orchestrale in cuffia ?

Messaggio Da calcatreppola Gio Feb 18, 2021 11:05 pm

ringrazio Edmond per avere espresso un concetto che mi sta a cuore quando ascolto musica: quello di unicuum monofonico. Non mi esprimerei con quel termine, ma credo sia un modo di ascolto che mi si confà spesso.
Tuttavia io cambio voglia di tipo di ascolto secondo umore :) non avendo impianti eccelsi e cuffie eccelse posso permettermi di cambiare umore. Quando ascoltai la sala cinema e musica del mio installatore c'era solo magia e tutti gli umori assieme.
Per molti brani penso ad un ascolto coome dal vivo in una sala ben fatta, per esempio quella dei Berliner Philarmoniker... non c'è spazialità, c'è musica attorno.
Altre volte il dettaglio è qualcosa di cui sento il bisogno. In certe musiche l'equilibrio degli strumenti è importantissimo. C'è una edizione del Sound the trumpet di Purcell dove al primo ritornello il clavicembalo fa alcune variazioni nell'accompagnamento che sono stupende. Purtroppo non tutte le cuffie riescono a renderlo. Ma la registrazione (Decca) io la trovo molto bella: voci che sono vicine, e allo stesso tempo stanno bene nello spazio con gli strumenti. È la sensazione di un concerto da camera dal vivo in un ambiente ben progettato. Così i Necks ad Amsterdam...
Invece credo che sia moltoo difficile la resa di sinfonie, per esempio: i onon voglioo fare il direttore d'orchestra, ma l'ascoltatore. Quindi due microfooni sopra il direttore a distinguere precisamente cosa ho a dx e sx e a che distanza non mi danno molto se non devo studiare la partitura.
Per i concerti di gruppi di altri generi è diverso. Dal vivo sei lì per l'esperienza che hai. Se la registrazione è fatta bene io credo che un rock (o quello che è) tipo Dire Straits oppure un heavy metal dei Rapsody of fire oppure degli Hammerfall non abbia bisoogno di volumi altissimi, perché riempie la testa al colume giusto E la registrazione dà sempre un ottimo equilibrioo tra gli sturmenti: si sente tutto e si mescola tutto. Mi piace l'effetto... che quando meno te lo aspetti ascolti il timpano e poi subito un passaggio di basso o la chitarra, e la voce non copre né è coperta.
Diversamente da Overdrive io giudico la musica e non mi piacciono le registrazioni fatte troppo male che non riesco neppure ad equalizzare. Però io ascolto musica. Solo mi piace ascoltarla anche bene.

    La data/ora di oggi è Lun Dic 06, 2021 6:03 pm