Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Quale DAP vi è rimasto nel cuore e perchè?
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Quale DAP vi è rimasto nel cuore e perchè?

Polky74
Polky74
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 08.05.21

Quale DAP vi è rimasto nel cuore e perchè? Empty Quale DAP vi è rimasto nel cuore e perchè?

Messaggio Da Polky74 Sab Set 04 2021, 10:59

Comincio dicendo che, in realtà, sono due i dap a cui sono maggiormente affezionato. Il primo è senz'altro l'Onkyo DPX1, non fosse altro che per il fatto che è stato il primo dap "serio" che ho acquistato. Supportare Android, avere l'uscita bilanciata su 2.5mm ed avere due slot per microsd all'epoca lo rendeva un dap davvero avvenieristico e ciliegina sulla torta la modalità AGC controllo attivo della massa che utilizzando l'uscita bilanciata non raddoppiava la potenza ma creava un soundstage inarrivabile per l'epoca a livello di lettori portatili. Unica pecca la batteria davvero piccola (1600 mah) ed una conosciuta delicatezza della porta da 2.5mm, che dire... ancora ora suona da favola con AGC attivo collegato alle Mest. L'altro Dap a cui sono molto legato è senza dubbio il Questyle QP2R, il primo per me a montare un convertitore AK, mi ricordo che appena lo presi rimasi meravigliato e non poco per quanto si sentisse bene. Il convertitore AK con il tuning della Questyle rendeva un suono morbido, rotondo, potente e ricco di particolari che non ero assolutammente abituato ad ascoltare, in una parola meraviglioso. Ancora oggi il suo suono ha qualcosa di magico ed in accoppiata ad iem (con impedenza adatta) tipo le Z1R restituisce delle emozioni difficili da trovare, la sua pulizia e l'estremo bilanciamento vanno perfettamente a braccetto con il suono caldo e raffinato delle Sony. Poi se si attiva la sua funzione speciale per forzare l'amplificazione interna a lavorare in pura classe A il suono diventa ancora più profondo e pulito restituendo ancora più nuance in tutte le frequenze ma al costo di un consumo della batteria quasi doppio così come il calore generato. Unico difetto è che non ama iem con impedenza particolarmente bassa, in questo caso il fruscio che trasmette diventa troppo alto per i miei gusti. Proprio ora lo sto ascoltando e non dimostra minimamente i quattro e passa anni che ha sulle sue spalle. Così si conclude il mio momento amarcord... a voi condividere ricordi di dap che avete avuto o ancora possedete che vi hanno fatto entrare in questo mondo di appassionati.


_________________
DAP: SuperMini, DP-X1, QP2R, M0/M6, R3 Pro CL/Saber, M15, DX220 MAX
DAC: Audioquest DragonFly Red, Fiio BTR5, L&P W1 - AMP: Hifiman EF2 A, ifi micro iCAN SE
IEM: C10/C16/CA16, bl03, E4SR, FH5/FD5, RE400/RE600/RE2000 Silver/TWS600, IT01/IT07, Believe, ZST, X Noble X,
Pinnacle P1, Blessing 2/Starfield, Zhiyin Z5000/M6/NX7 PRO, Tape, SCL 5, IER-Z1R, T2/P1, i3, Monarch, Mest MKII, BIE/Monk Plus
HEADPHONE: Hifiman HE400i/Edition X v2, Massdrop HD6XX, Sennheiser HD800S

    La data/ora di oggi è Ven Dic 03 2021, 22:29