Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Laquers ???
Il Gazebo Audiofilo

Human Pleasure HI-END

    Laquers ???

    lalosna
    lalosna
    Moderatore
    Moderatore

    Numero di messaggi : 5333
    Data d'iscrizione : 19.08.12
    Età : 62
    Località : Cit Türin

    Laquers ??? Empty Laquers ???

    Messaggio Da lalosna Mar Nov 30, 2021 3:10 pm

    Chi di voi deovesse seguire il buon Fremer su YT forse avrà visto una polemica che riguarda questi particolari supporti, di cui lui tesse le lodi.
    Qualcuno degli esimi analogisti qui ne ha mai ascoltato uno, la ristampa dal Master DG della quinta coi Wiener e Kleiber mi tenta parecchio...


    _________________
    Cërea...
    pluto
    pluto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 27286
    Data d'iscrizione : 05.10.10
    Età : 66
    Località : Genova

    Laquers ??? Empty Re: Laquers ???

    Messaggio Da pluto Mar Nov 30, 2021 3:30 pm

    Grazie x la condivisione
    Io lo seguo normalmente ma da qualche giorno non mi collegavo x impegni vari e quindi mi era perso la chicca

    Mo recupero e me lo studio sunny
    lalosna
    lalosna
    Moderatore
    Moderatore

    Numero di messaggi : 5333
    Data d'iscrizione : 19.08.12
    Età : 62
    Località : Cit Türin

    Laquers ??? Empty Re: Laquers ???

    Messaggio Da lalosna Mar Nov 30, 2021 3:41 pm

    De nada, tra l'altro stasera faranno una diretta che si preannuncia interessante Laquers ??? 650957


    _________________
    Cërea...
    Bertox
    Bertox
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 162
    Data d'iscrizione : 18.05.20
    Località : Firenze

    Laquers ??? Empty Re: Laquers ???

    Messaggio Da Bertox Mer Dic 01, 2021 12:34 am

    lalosna ha scritto:De nada, tra l'altro stasera faranno una diretta che si preannuncia interessante Laquers ??? 650957


    Io stasera proprio non potevo seguire.

    Spero che tu, visto i recenti titoli di merito acquisiti, ti sia guadagnato la pagnotta e sia pronto a fare una sintesi Laquers ??? 650957 .
    Tornando seri Laquers ??? 36246 , grazie per la info. Era un pò che non bazzicavo 'analog planet' (mea culpa, mea culpa....Laquers ??? 917604).  Cercherò di recuperare il tempo perduto.

    Nel frattempo, cerchiamo di condividere il più possibile le conoscenze. 
    Comincio io, partendo dalla parola 'laquer' che è usata persino dagli addetti ai lavori in maniera... varia ed eventuale. 

    Mi spiego. Se uno prova a leggere sul web due differenti descrizioni di "come nasce un vinile" va in confusione mentale. Ci sono passaggi che uno chiama "pinco" e l'altro "pallino", anche se è chiaro che che alla fine stanno descrivendo lo stesso, complesso processo. 

    Qui si parla di "laquer" come nuovo supporto, se ho capito bene. Ho capito bene? 

    Bene. Cerchiamo di capirci. Laquer sta per lacca ed è il primo passaggio dopo il master, la laquer master prima della copertura metallica non è suonabile, perlomeno in maniera continuativa, pena la sua distruzione. Questo è quello che ho sempre letto. 
    Mi sono state raccontate delle frottole? 
    Non credo, molto più banalmente, qualche addetto ai lavori usa laquer in senso stretto (il "pinco" di cui sopra), qualcun altro in senso lato (il "pallino").
    Possiamo partire dalle basi? Possiamo rivedere insieme i 5 passaggi con cui per decenni sono stati prodotti i nostri vinili e cercare di capire quali sono le novità, se ci sono?

    I passaggi erano cinque. 
    1) Laquer Master; vedi sopra, viene ricoperta di una strato metallico sottilissimo e diventa

    2) Plated Laquer che può "ricevere" una fusione metallica (in realtà sembra che può sopportarne due o tre: comincia la moltiplicazione dei pani e dei pesci) e produce la

    3) Metal Master (negativo, montagne in luogo di solchi). Il Metal Master non era sufficientemente robusto come stamper per centinaia di dischi. Era necessario un nuovo "positivo", la

    4) Metal Mother, disco d'acciaio coi solchi. Bene, poiché abbiamo visto che la 2) si moltiplicava per due o tre, avremo due o tre Metal Mother pronte per produrre gli

    5) Stamper, eccoli finalmente. Anch'essi d'acciaio e ovviamente 'negativi', ovvero montagne in luogo di solchi.

    Con gli Stamper si producevano i dischi. Quanti dischi con uno stamper? Bella domanda.  Stefano Rama riportava la cifra di 4-500 per stamper ['I dischi dell'età dell'oro', p.163] dopodiché bisognava ricominciare tutto daccapo. 
    Si capisce quindi, lo dico en passant, perché un vinile con una sigla di laquer master precedente - quando si sanno i codici per leggere il trail off - poteva suonare peggio di un vinile col il laquer master successivo: se il primo vinile è uno degli ultimi prodotti da uno stamper a fine corsa...la perdita sonora è garantita.

    Questo è quello che molti di noi hanno in casa in centinaia, migliaia, qualcuno persino decine di migliaia di copie.

    Ora, che questo processo non sia...aria fritta lo dimostrano i codici presenti nei trail off dei nostri vinili. I codici sono codici: vanno decodificati, purtroppo.

    Per fortuna, alcune conoscenze sono state acquisite. Prendiamo, per es, I codici dei dischi DECCA e delle label associate (ARGO) che sono un esempio di chiarezza ed eleganza per me ineguagliato dalle altre case discografiche.

    A casa mia tutti i Decca 'Made in England' che posseggo, dal Decca SXL 2167, 1959 al 6857 del 1978, riportano i dati alla stessa maniera, e questo avviene anche a casa vostra Laquers ??? 184438  Laquers ??? 184438  :

    Ne prendo a caso uno, Decca SXL 2276.
     A h. 06 trovo la Laquer Disc e il codice del responsabile, presumo del master definitivo:  
     ZAL 5106 6W Questa è quindi una stampa tardiva (siamo alla VI Laquer del Master 5106. 
    Tutto torna. 
    Il disco è uscito nel 1961 e ha avuto un notevole successo di vendite - è la IV di Mahler diretta da G. Solti. Infatti, la mia etichetta ha la banda FFSS stretta, adottata a partire dal 1970. 

    Proseguiamo. A h. 09 trovo il numero 1. Questo vinile è nato grazie alla Metal Mother 1. Come abbiamo visto, dal processo che va da 1) a 4) potevano essere prodotte 2 o 3 Metal Mother.

    E lo Stamper? Anch'esso è indicato, questo però con un codice "very british". Andiamo a h. 3 e troviamo la lettera, 'H'. Grazie a Stefano Rama, sappiamo che il numero di stamper seguivano il seguente ordine:
    B U C K I N G H A M
    1 2 3 4 5 6 7  8  9 10

    Sembra che 10 fosse il numero massimo di stamper consentito. Nei dischi di classica, spesso e volentieri se ne producevano, in prima battuta, di meno.

    Quindi, di questo vinile sappiamo vita morte e miracoli. E' un'edizione degli anni settanta (etichetta narrow band) di un disco uscito nel 1961, fatta con una laquer master o laquer matrix di VI generazione, usando la I metal mother e l'ottavo stamper da lei partorito. Come si vede, una IV di Mahler/Solti/Decca non di primissima scelta.
     
    Tornando a noi. Oggi come oggi, è' possibile fare dei passi in avanti, accorciando il processo? 
    Ho letto del nuovo "one step" della MoFi. Da uno a cinque i passi in avanti sarebbero addirittura due.
    In realtà, leggendo le info sul sito si capisce che questo processo s'accorcia da 5 a 3, che è comunque un bel passo in avanti. Magari, ci tornerò sopra in un altro post.  

    Però sin qui, stiamo parlando di vil vinile e delle laquer master o laquer matrix  per stamparlo...

    Di che accidenti stiamo invece parlando?  Laquers ??? 98542
    lalosna
    lalosna
    Moderatore
    Moderatore

    Numero di messaggi : 5333
    Data d'iscrizione : 19.08.12
    Età : 62
    Località : Cit Türin

    Laquers ??? Empty Re: Laquers ???

    Messaggio Da lalosna Mer Dic 01, 2021 8:11 am

    Ebbene sì,per spirito di servizio gazebistico ho seguito in parte il match , dove hanno sviscerato pro e contro dell'utilizzo del laquer, naturalmente senza cambiare posizioni:

    https://youtu.be/SrBfxRrUvjM

    Come giustamente dice Bertox bisogna capire di cosa si parli, e direi che l'oggetto sia il Laquer Master non "metallizato" ossia il disco d'alluminio uscito dal tornio e coperto, appunto, con la lacca.
    L'occasione della discussione nasce dal fatto che un produttore/negozio/bar di Vienna sta pubblicando alcuni titoli su questi supporti.
    Fremer lo aveva visitato anni fa, quando ancora non producevano Laquers per la vendita:

    https://youtu.be/jLo1C9aC_xU

    L'interesse, almeno mio, non è tanto per il supporto quanto per le incisioni, poche ma decisamente interessanti, che si possono trovare sul sito del Produttore:

    https://the.supersense.com/

    Ho avuto occasione di passarci prima dello scombussolamento universale ed è veramente un posto curioso, una specie di contenitore di passioni analogiche con spaccio di bevande, che, volendo buttare qualche soldo,  non sarebbe una brutta idea aprire in Ialia... Laquers ??? 775355 

    In ogni caso la curiosità resta, dato che ho visto girare pochissimi di questi supporti e non ne ho mai potuto ascoltare uno Laquers ??? 650957


    _________________
    Cërea...
    martin logan
    martin logan
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1730
    Data d'iscrizione : 18.11.17
    Età : 60
    Località : Pavia

    Laquers ??? Empty Re: Laquers ???

    Messaggio Da martin logan Mer Dic 01, 2021 10:57 am

    Grazie Bertox  Laquers ??? 775355 tutto molto interessante !
    Bertox
    Bertox
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 162
    Data d'iscrizione : 18.05.20
    Località : Firenze

    Laquers ??? Empty Re: Laquers ???

    Messaggio Da Bertox Gio Dic 02, 2021 4:10 pm

    lalosna ha scritto:(...)
    Come giustamente dice Bertox bisogna capire di cosa si parli, e direi che l'oggetto sia il Laquer Master non "metallizato" ossia il disco d'alluminio uscito dal tornio e coperto, appunto, con la lacca.
    (...)

    L'interesse, almeno mio, non è tanto per il supporto quanto per le incisioni, poche ma decisamente interessanti, che si possono trovare sul sito del Produttore:

    https://the.supersense.com/
    (...)

    In ogni caso la curiosità resta, dato che ho visto girare pochissimi di questi supporti e non ne ho mai potuto ascoltare uno Laquers ??? 650957
    Sembra proprio che sia un laquer fornito dall'unica fabbrica, giapponese, attualmente in grado di fornirle. L'altra, statunitense, è andata letteralmente in fumo nel 2020. Lo deduco dalle info del sito da te riportato - grazie - ovvero: 

    "Please be prepared that due to the super soft and fragile surface [d'ora in poi, sott. Bertox] of your Mastercut which is responsible for its unique rich and warm sound, the noise level will slowly but steadily increase over time with every magic listening session you perform (even if you are super careful with your new favorite record). We like to compare this to the wonderful wrinkles around your eyes getting more characteristic each and every time you laugh.
    In order to dive into the true magic of your MASTERCUT over and over again, please read all the FAQ sections regarding handling, storage, very carefully".

    Ora, vedo che tra i pochi titoli disponibili è presente John Coltrane, 'A Love Supreme', uno dei dischi più importante della storia del jazz, prodotto dalla 'Impulse!, label nata come costola della Paramount proprio a partire dall'ingaggio di Coltrane. Tutte le sue session furono registrate da Rudy Van Gelder.

    Mentre sto scrivendo, ho messo sul piatto la mia copia purtroppo vinilicaLaquers ??? 184438 che corrisponde grosso modo a questa:
    Laquers ??? A_77_s10

    Ovvero a una emissione del 1967 e quindi alla II "stampa" o "I REPRESS" o come diavolo  vogliamo chiamarla.
    Come ho già scritto altre volte, con queste label non abbiamo l'accuratezza d'informazioni in codice nel trail off che ho descritto nel post precedente parlando dei dischi Decca.

    Cosa sappiamo? Sappiamo che non è la prima emissione made in USA uscita sia in mono sia in stereo nel 1965.
    Perché?
    Come vedete, nella mia copia, a h. 09 dopo AS77 c'è il suffisso 'A'. In linea di massima, le prime emissioni 'Impulse!' da A(S)1 a A(S)80 - ovvero, i titoli prodotti dal 1960 al 1966 - non hanno il suffisso A/B nelle due side.

    Ecco la prima emissione del 1965:
    Laquers ??? A_77_n10
     
    Nel Runout o trail off della prima emissione abbiamo, e qui mi affido, ovviamente, alla banca dati di 'Discogs':
    Matrice / Runout (Side A): STEREO AS-77-A VAN GELDER
    Matrice / Runout (Side B): STEREO AS-77-B VAN GELDER;

    mentre nella mia copia abbiamo:

     
    Matrice / Runout (Runout side 1): STEREO AS-77∙A∙ LW VAN GELDER

    dove 'LW' è aggiunto in corsivo, di contro a tutte le altre stampigliature.

    Cosa significa? 
    'LW' indica un II/III, ecc. laquer master? 
    Oppure l'utilizzo di una metal mother non sfruttata durante la prima emissione? 
    Oppure un codice di stamper più tardivi rispetto a quelli usati nella prima emissione?
    Non lo so. Diamo per scontato che la prima emissione, a parità di usura del vinile, abbia più informazioni nei solchi della mia; insomma, suoni meglio, sia più vicina al suono del master tape.
    Come suona la mia? La sto riascoltando distrattamente mentre sto scrivendo; sul mio DB il voto è 94/100. Non posso che confermare: siamo nel territorio dell'eccellenza e credo che ogni audiofilo dovrebbe ascoltare dischi del genere, oltre ai dischi "audiofili"...

    Ecco, io sono disposto a spendere bei soldini per vinili del genere ma non sono psicologicamente pronto a fare altrettanto (stiamo parlando di oltre 300 eurelli) per un oggetto che, molto correttamente, è dichiarato come bene deperibile. 
    Nessuna critica, per carità; semplice considerazione personale.

    Certo, se il nostro nuovo moderatore Laquers ??? 3612222525, per spirito di servizioLaquers ??? 4057548525, spendesse una parte dei suoi nuovi proventi  Laquers ??? 184438 Laquers ??? 184438 e organizzasse un ascolto a confronto col mio "proletario"Laquers ??? 316341 vinile...


    Ultima modifica di Bertox il Gio Dic 02, 2021 11:31 pm - modificato 2 volte.
    lalosna
    lalosna
    Moderatore
    Moderatore

    Numero di messaggi : 5333
    Data d'iscrizione : 19.08.12
    Età : 62
    Località : Cit Türin

    Laquers ??? Empty Re: Laquers ???

    Messaggio Da lalosna Gio Dic 02, 2021 6:19 pm

    Bertox ha scritto:...
    Certo, se il nostro nuovo moderatore Laquers ??? 3612222525, per spirito di servizioLaquers ??? 4057548525, spendesse una parte dei suoi nuovi proventi  Laquers ??? 184438 Laquers ??? 184438 e organizzasse un ascolto a confronto col mio "proletario"Laquers ??? 316341 vinile...
    Ehhh, con quelli ho già comprato bitcoin sunny.

    Certo però che prenderlo e passarlo su nastro due tracce a 15 ips...


    _________________
    Cërea...
    Bertox
    Bertox
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 162
    Data d'iscrizione : 18.05.20
    Località : Firenze

    Laquers ??? Empty Re: Laquers ???

    Messaggio Da Bertox Gio Dic 02, 2021 9:24 pm

    lalosna ha scritto:
    Bertox ha scritto:...
    Certo, se il nostro nuovo moderatore Laquers ??? 3612222525, per spirito di servizioLaquers ??? 4057548525, spendesse una parte dei suoi nuovi proventi  Laquers ??? 184438 Laquers ??? 184438 e organizzasse un ascolto a confronto col mio "proletario"Laquers ??? 316341 vinile...
    Ehhh, con quelli ho già comprato bitcoin sunny.

    Certo però che prenderlo e passarlo su nastro due tracce a 15 ips...

    Giusto! Non ci avevo pensato! 
    La cosa è assolutamente sensata ma a me non era passata per l'anticamera del cervello, un pò perché non posso competere a livello audiofilo con un 'moderatore' Laquers ??? 33910    Laquers ??? 232218  e un pò ... perché non ho mai avuto un open reel in vita miaLaquers ??? 917604.

    Più volte, vedendo un Revox A/B 77 in vendita sono stato tentato. Poi mi sono fermato: "Ma poi che cosa te ne fai?" era la riflessione.
    Ecco, se questa pazzia austriaca dovesse prendere piede...

    Tornando a 'A Love Supreme': se si potesse in quel di Vienna ascoltare una copia su nastro del loro laquer master - posto che sia un servizio messo in campo per invogliare i clienti - a confronto col mio vinile, o ancor meglio una I emissione che qualche gazebino avrà in casa...

    Varrebbe la bene indagare: una mail, una telefonata.
    Se danno il semaforo verde, io sono reclutabile. Da parte loro sarebbe un segnale di fiducia su quel che vendono. 

    Io la vedo così: se il loro laquer tratto da una copia di un master vecchio di 56 anni suona perlomeno al livello della mia copia vinilica di due anni successiva alla first release e l'acquirente ha già un open reel d'alto livello in casa, quella spesa può non essere considerata una follia e apre la strada al loro catalogo di classica dove la condizione del vinile è sempre più critica rispetto alle registrazioni jazz/rock/pop. (Della serie: quanti vinili sono salvati dalla presenza dei piatti della batteria!)
    Bertox
    Bertox
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 162
    Data d'iscrizione : 18.05.20
    Località : Firenze

    Laquers ??? Empty Re: Laquers ???

    Messaggio Da Bertox Ven Dic 03, 2021 1:03 am

    martin logan ha scritto:Grazie Bertox  Laquers ??? 775355 tutto molto interessante !

    Grazie a te per l'interessamento, mi fa davvero piacere perché gratta gratta questo è lo "spicchio" audiofilo cui sono maggiormente interessato e so per esperienza d'essere larghissimamente minoritario tra gli appassionati del nostro pazzo mondo. 

    Pazienza, a ognuno il suo. 
    Leggo sempre con interesse ad es., le caratteristiche della testina 'A' di contro alla 'B', dello step up 'Pinco' rispetto a 'Pallino' ma se un audiofilo mi invita a casa sua il primo posto dove vado a curiosare - chiedendo il permesso, beninteso - è lo scaffale dei dischi. 

    So benissimo che avrei dovuto riportare in premessa questo schemino di "come nasce un vinile" nel 3d "La caccia al vinile nell'epoca di discogs: qualche avviso ai naviganti" così come, sempre in premessa, le considerazioni sul deperimento dei nastri master (che ho toccato nel il mio post (n.11) nel 3d ‘Delirio analogico?'.

    Pazienza, di nuovo. 
    Credo con quegli 'omissis' d'aver involontariamente favorito qualche gazebino che in quella occasione ha fatto esercizio di scetticismo costringendomi ...ad alzare bandiere bianca Laquers ??? 917604.

    In questo 3d ho fatto riferimento a 'A Love Supreme', un capolavoro musicale inciso magnificamente. 

    Quanti gazebini hanno in casa una copia di 'A Love Supreme'?
    Credo/spero non pochi.

    Basterebbe incontrarci e ascoltare insieme una, due, tre... edizioni diverse nello stesso impianto.

    Ecco, appunto, l'impianto, il cruccio di ogni audiofilo. 

    Per me e, ripeto, per me; se un impianto non fa sentire immediatamente la differenza di qualità sonica tra una copia made in USA "green", una "neon", una "red & black" e la mia "orange" del 1967 c'è qualcosa che non va.

    E se non la fa sentire il responsabile è il trio piatto/braccio/testina al ...boccaccia 
    mia statti zittaLaquers ??? 184438Laquers ??? 184438Laquers ??? 184438 %.

      La data/ora di oggi è Sab Lug 20, 2024 7:31 pm