Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Scariche elettrostatiche
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Scariche elettrostatiche

Principiante Audiofilo
Principiante Audiofilo
Member
Member

Numero di messaggi : 60
Data d'iscrizione : 20.11.20

Scariche elettrostatiche Empty Scariche elettrostatiche

Messaggio Da Principiante Audiofilo Lun Feb 28 2022, 19:39

Buonasera amici del forum. C'è una cosa che mi preoccupa alquanto e seriamente avrei bisogno del vostro parere. Mi è successo alcune volte che toccando il braccio del gira o la shell o il disco scontrano il piatto in alluminio, che si originasse una scarica elettrostatica dal dito alla zona del gira toccata ad esempio la shell, scarica che poi addirittura si sente nel flusso audio quindi nelle casse. Ovviamente succedendo questo, significa che detta scarica ha attraversato la testina. Ora mi e vi chiedo, ma queste scariche possono danneggiare i delicati avvolgimenti interni della testina o in qualche modo la testina stessa? E se si in che modo, interrompendo completamente uno o entrambi i canali audio o anche degradandone la qualità sonica? Questa cosa può sembrare ridicola ma sono convinto che è successo a tutti magari di questi tempi alzandosi dal divano con i maglioni di lana che quindi si caricano strofinandosi sul divano stesso magari rivestito in stoffa.
Ditemi la vostra per cortesia.

Principiante Audiofilo

Principiante Audiofilo
Principiante Audiofilo
Member
Member

Numero di messaggi : 60
Data d'iscrizione : 20.11.20

Scariche elettrostatiche Empty Re: Scariche elettrostatiche

Messaggio Da Principiante Audiofilo Mar Mar 01 2022, 14:01

Ciao. Scusate. Vedo che nessuno vuole esprimere una opinione riguardo la mia domanda. Forse reputate la cosa assurda o ridicola? Allora vi giro la questione in un altro modo? A voi è mai successa questa cosa? Cioè di toccare che so il braccio del gira o la shell con la mano carica elettrostaticamente e di provocare una scarica udita a volte anche nelle casse?

Principiante Audiofilo
lalosna
lalosna
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3885
Data d'iscrizione : 19.08.12
Età : 61
Località : Cit Türin

Scariche elettrostatiche Empty Re: Scariche elettrostatiche

Messaggio Da lalosna Mar Mar 01 2022, 14:44

Ciao, capita credo a tutti, in realtà però sentirla fino ai diffusori non mi pare così frequente.
In ogni caso, nella mia esperienza, non ho mai riscontrato danni alle testine.
Forse è proprio questo  il caso di toccare ferro... sunny sunny


_________________
Bögè nen!!!
JacksonPollock
JacksonPollock
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 3850
Data d'iscrizione : 25.08.17
Età : 101
Località : Località

Scariche elettrostatiche Empty Re: Scariche elettrostatiche

Messaggio Da JacksonPollock Mar Mar 01 2022, 15:21

La testina è un microfono, perfettamente nella norma sentirla nei diffusori.
Nulla di preoccupante.
nico 61
nico 61
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 543
Data d'iscrizione : 20.10.19
Età : 61
Località : Valdagno Vicenza

Scariche elettrostatiche Empty Re: Scariche elettrostatiche

Messaggio Da nico 61 Mar Mar 01 2022, 16:00

Se il perno di rotazione del tuo piatto e collegato a massa, prima di toccare lo shell dovresti toccare la punta del perno così scarichi la tua carica elettrostatica.
Principiante Audiofilo
Principiante Audiofilo
Member
Member

Numero di messaggi : 60
Data d'iscrizione : 20.11.20

Scariche elettrostatiche Empty Re: Scariche elettrostatiche

Messaggio Da Principiante Audiofilo Mar Mar 01 2022, 16:27

O al limite mi metto un braccialetto collegato ad un termosifone 🤣🤣🤣
A parte scherzi è alquanto fadtidiosa la cosa e avviene di solito quando l'aria è un po' troppo asciutta in casa.
Un altra cosa che nn capisco. Ci sono certi vinili che si caricano in modo impressionante, altri proprio niente, mai.
Si caricano specialmente quelli più spessi, avete notato? Da cosa dipende, dalla qualità della plastica del vinile?

Principiante Audiofilo
faber71
faber71
Member
Member

Numero di messaggi : 37
Data d'iscrizione : 20.01.22
Località : Viterbo

Scariche elettrostatiche Empty Re: Scariche elettrostatiche

Messaggio Da faber71 Mar Mar 01 2022, 16:31

No a me non è mai successo, ma il collegamento a massa del braccio serve anche a questo, non solo a scaricare la carica elettrostatica del supporto.


_________________
gira            Thorens td 124 prima serie/audiothecnica at 1005
gira            Acustic signature manfred limited edition/Rega rb 305
prephono    Trigon Vanguard 2+Volcano
prephono    Trichord dino+dino+
integrato     Copland cta 405 A
integrato     Unison Reserch S8
casse          Advent one 
casse          Opera Loudspeakers Gran Callas 2008
testina        Denon 103 R
testina        ZIX bloom silver(boro-microridge)
Principiante Audiofilo
Principiante Audiofilo
Member
Member

Numero di messaggi : 60
Data d'iscrizione : 20.11.20

Scariche elettrostatiche Empty Re: Scariche elettrostatiche

Messaggio Da Principiante Audiofilo Mar Mar 01 2022, 19:13

Ok cmq il discorso che mi interessa è che la testina nel caso succeda nn ne viene a "soffrire" giusto?
Anche perché non è che uno si può sempre ricordare di "scaricarsi" prima di mettere mano al gira o alla manopola dell ampli.

Principiante Audiofilo
Fabrizio Baretta
Fabrizio Baretta
Faber’s Cable

Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 14.01.22

Scariche elettrostatiche Empty Re: Scariche elettrostatiche

Messaggio Da Fabrizio Baretta Mar Mar 01 2022, 21:43

Salve,

L'elettricità statica, soprattutto quando l'aria è secca, è un grosso problema ; a casa nostra ,i tessuti sintetici negli arredi, le suole di materiale plastico nelle scarpe, lo sfregamento quando ci si muove  ..ci trasforma in generatori viventi di Van Der Graaf.
A me è successo ,due anni fa , all'ultimo High End Audio di Monaco (sale con moquette sintetica) , di toccare il braccio del giradischi e vedere letteralmente una scintilla seguita da un botto tremendo sui diffusori .....con i due finali entrati, per fortuna, in protezione.
E' bene munirsi quindi di qualche accessorio : tappettino antistatico piuttosto che pistola piezoelettrica  o altro.
Ma, di fondo , c'è un problema ben più grosso, le cariche elettrostatiche degradano la qualità all'ascolto e, al di là di quelle che produciamo noi , il materiale con il quale sono realizzarti  dischi , il Policloruro di vinile, è molto in alto nella scala triboelettrica , la capacità cioè di caricarsi elettrostaticamente: In una catena ben tirata è ben udibile e visibile  l'effetto espansione della scena che si crea quando si tratta con liquido antistatico, si usa il Phon a Joni o si usa un clamp  antistatico.

Saluti, Fabrizio.
Principiante Audiofilo
Principiante Audiofilo
Member
Member

Numero di messaggi : 60
Data d'iscrizione : 20.11.20

Scariche elettrostatiche Empty Re: Scariche elettrostatiche

Messaggio Da Principiante Audiofilo Mer Mar 02 2022, 03:13

Ok ora nn esageriamo. Io nn ho sparato di questi missili. Avevo solo timore che queste scarichette potessero danneggiare in qualche modo la testina.

Principiante Audiofilo
Banano
Banano
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 11846
Data d'iscrizione : 22.12.08
Età : 43
Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

Scariche elettrostatiche Empty Re: Scariche elettrostatiche

Messaggio Da Banano Mer Mar 02 2022, 19:05

Fabrizio Baretta ha scritto:Salve,

L'elettricità statica, soprattutto quando l'aria è secca, è un grosso problema ; a casa nostra ,i tessuti sintetici negli arredi, le suole di materiale plastico nelle scarpe, lo sfregamento quando ci si muove  ..ci trasforma in generatori viventi di Van Der Graaf.
A me è successo ,due anni fa , all'ultimo High End Audio di Monaco (sale con moquette sintetica) , di toccare il braccio del giradischi e vedere letteralmente una scintilla seguita da un botto tremendo sui diffusori .....con i due finali entrati, per fortuna, in protezione.
E' bene munirsi quindi di qualche accessorio : tappettino antistatico piuttosto che pistola piezoelettrica  o altro.
Ma, di fondo , c'è un problema ben più grosso, le cariche elettrostatiche degradano la qualità all'ascolto e, al di là di quelle che produciamo noi , il materiale con il quale sono realizzarti  dischi , il Policloruro di vinile, è molto in alto nella scala triboelettrica , la capacità cioè di caricarsi elettrostaticamente: In una catena ben tirata è ben udibile e visibile  l'effetto espansione della scena che si crea quando si tratta con liquido antistatico, si usa il Phon a Joni o si usa un clamp  antistatico.

Saluti, Fabrizio.


Caspita, potrebbe essere un buon consiglio in alcuni casi


_________________
Il mio Impianto
https://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

[i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.
Marcobicci
Marcobicci
Member
Member

Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 01.01.22

Scariche elettrostatiche Empty Re: Scariche elettrostatiche

Messaggio Da Marcobicci Mer Mar 02 2022, 21:04

Del phon agli ioni ne ho già sentito parlare. Dato il materiale vinilico Vorrei sapere come trattare il disco con un phon agli ioni e soprattutto quanto tempo tenerlo acceso.
Grazie


_________________
…strinse in tasca i semi inutili come il torto e la ragione
(Roberto Vecchioni)

    La data/ora di oggi è Sab Nov 26 2022, 17:39