Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Brendan Perry : The Eye Of The Hunter
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Brendan Perry : The Eye Of The Hunter

lizard
lizard
Pop Music Expert

Numero di messaggi : 8876
Data d'iscrizione : 06.11.09
Località : Augusta Taurinorum

Brendan Perry : The Eye Of The Hunter  Empty Brendan Perry : The Eye Of The Hunter

Messaggio Da lizard il Mer Dic 22 2010, 13:56

PROLOGO
Incollato alle casse dello stereo come un insetto incappato nella carta moschicida



“ Sometimes my soul desires
To take leave of this old world
To spread these golden wings and fly
To the city of angels”

-The Captive Heart-



Brendan Perry è certamente uno dei nomi più’ eclettici del panorama contemporaneo…schivo,
intelligente, una sorta di antropologo del suono, dotato di una forte personalità che traspare dai suoi lavori, cosi’ poco incline a strizzare l’occhio all’easy listening, alla radiofonia e a scendere a patti con lo show-business.
Una figura di culto, fedele al suo passato, che ricalca ancora quel filone cosi’ oscuro, fatto di atmosfere ricercate ed intimistiche, di suoni che perlustrano mondi sommersi.
Certo quella voce…quella voce che gia’ coi D.C.D. era intrisa di riferimenti morrisoniani, si fa più’ profonda e solenne adesso, quella voce unica nella storia dei gruppi che hanno contraddistinto gli anni ’80, il catalogo 4AD, ma soprattutto lo spirito della new wave.
Rapito in un viaggio senza partenza né arrivo, in un sogno senza destinazione né tempo…un sogno da cui non si vorrebbe tornare indietro, ascolto The Eye Of The Hunter.
Chitarra e voce come tutto l’album…e la mente corre indietro, a quel piacere fisico-mentale, quelle atmosfere che solo le note di tim buckley, robert wyatt, ben watt, nick drake, gene clark, avevano saputo disegnare.
Ma è soprattutto nell’ascolto in cuffia che il cd implode nella sua rarefatta intrinseca bellezza.
Un album passionale in cui si respira lo strappo avvenuto con D.C.D. ed inevitabilmente con lisa gerrard.
Una collezione di otto tracce una più’ bella dell’altra, anche se è The Captive Heart che mi costringerà ad inserire la funzione repeat nel lettore fino alla nausea…e poi quella cover di Tim Buckley…il capolavoro in assoluto… I must Have Been Blind, con quelle magiche tastiere in sottofondo e quel riverbero, quel riverbero che fa da filo conduttore a tutto il l’album inciso, come qualche altro memorabile lavoro (Into The Labyrinth),nella Quivvy Church, e che avvolge tutto il disco di un’atmosfera davvero particolare, quasi liturgica, intriso di una dolcezza dimenticata … cosi’ tenera ed innocente come il sorriso di un bimbo.
Se amate dead can dance, se amate la Musica, se vi piace sognare con la complicità delle tenebre, se non vorreste essere dove siete adesso, questa è la vostra linfa vitale, la sublimazione dei vostri sogni.
Liz.
matley
matley
Pulcioso
Pulcioso

Numero di messaggi : 17769
Data d'iscrizione : 21.12.08
Età : 60
Località : Colle Val D'Elsa

Brendan Perry : The Eye Of The Hunter  Empty Re: Brendan Perry : The Eye Of The Hunter

Messaggio Da matley il Gio Dic 23 2010, 00:41

ringrazio....e ci metto una fotina.. sunny Brendan Perry : The Eye Of The Hunter  Hunter


_________________
Non seguire una strada...."CREALA!
                        
……….Brendan Perry : The Eye Of The Hunter  R4kie410 …………Brendan Perry : The Eye Of The Hunter  Zzbugg10
                            
"ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?





Spoiler:
https://i.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg
lizard
lizard
Pop Music Expert

Numero di messaggi : 8876
Data d'iscrizione : 06.11.09
Località : Augusta Taurinorum

Brendan Perry : The Eye Of The Hunter  Empty Re: Brendan Perry : The Eye Of The Hunter

Messaggio Da lizard il Gio Dic 23 2010, 10:07

Here I am believin' words again
Here I am tryin' to find your love again
Here I am down on my knees again
Prayin' for a love
That we used to know
Both of us know
How hard it is to love
And let it go
Both of us know
How hard it is to go on living that way
When so few understand what it means
To fall in love
And so few know how hard it is to live without it
I must have been blind
I must have been blind
Lord, I must have been blind

To hold something real
And not believe it
To live in her life
And never trustin'
To give all you know and never feel it
To hold back each day
Until it dies away

Both of us know
How hard it is to love
And let it go
Both of us know
How hard it is to go on
Living that way
When so few understand what it means
To fall in love
And so few know how hard it is to live without it
I must have been blind
I must have been blind
Lord, I must have been blind





https://www.youtube.com/watch?v=mQ_o7NonpPo

    La data/ora di oggi è Sab Ott 24 2020, 01:49