Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Vinili registrati in analogico
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Vinili registrati in analogico

    Share
    avatar
    fakeplastictrees
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 34
    Data d'iscrizione : 2016-02-04

    Vinili registrati in analogico

    Post  fakeplastictrees on Sat Mar 10, 2018 6:18 pm

    Ciao a tutti, premetto come sempre di non essere un esperto e da quello che ho capito leggendo in giro TUTTI i vinili venivano registrati in analogico soltanto fino ai primissimi anni 80. Quindi in teoria dovessi comprare dei vinili risalenti alla seconda metà degli 80 o ai primi anni 90, pur non essendo delle rimasterizzazioni moderne, non avrei comunque la certezza che siano delle registrazioni analogiche. Quindi la domanda è questa, esiste un modo per sapere PRIMA di acquistare un vinile, e quindi senza doverlo ascoltare, se è stato registrato in digitale o analogico?
    Grazie a tutti.
    avatar
    angel72
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 621
    Data d'iscrizione : 2013-01-13
    Età : 46
    Località : somewhere over the rainbow

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  angel72 on Sat Mar 10, 2018 6:26 pm

    interessante...aggiungo: per registrazione digitale si intende standard red book o superiore, ad esempio 24 bit?


    _________________
    diffusori ZU Soul Supreme   pre/dac AMR DP-777SE  finale First Watt J2    lettore CD AA Maestro SE abartizzato AIR
    musica liquida ROON - Sonore MicroRendu+Ultracap LPS1.2 - QNap TS251+
    giradischi Acoustic Solid Wood MPX   braccio GoldNote B7 ceramic   testina GoldNote Machiavelli Red   phono GoldNote PH10 + PSU10
    cuffie Sennheiser HD800  -  Audeze LCD3f  ampli Rotel RA812 - sistemino portatile FIIO X5II   FIIO E12diy   Sennheiser IE800
    cablaggio AirTech  filtri BlackNoise  supporti Modular Technology - AriaMateria

    avatar
    the Crimson King
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2670
    Data d'iscrizione : 2013-01-16
    Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  the Crimson King on Sat Mar 10, 2018 7:08 pm

    What is standard red book?


    _________________
    "Coi capelli sciolti al vento io dirigo il tempo, il mio tempo...
    là... negli spazi dove Morte non ha domini, dove l'Amore varca i confini..."



    "Confusion" will be my epitaph...
    avatar
    angel72
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 621
    Data d'iscrizione : 2013-01-13
    Età : 46
    Località : somewhere over the rainbow

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  angel72 on Sat Mar 10, 2018 7:18 pm

    https://it.wikipedia.org/wiki/CD_Audio
    qualità CD 16/44


    _________________
    diffusori ZU Soul Supreme   pre/dac AMR DP-777SE  finale First Watt J2    lettore CD AA Maestro SE abartizzato AIR
    musica liquida ROON - Sonore MicroRendu+Ultracap LPS1.2 - QNap TS251+
    giradischi Acoustic Solid Wood MPX   braccio GoldNote B7 ceramic   testina GoldNote Machiavelli Red   phono GoldNote PH10 + PSU10
    cuffie Sennheiser HD800  -  Audeze LCD3f  ampli Rotel RA812 - sistemino portatile FIIO X5II   FIIO E12diy   Sennheiser IE800
    cablaggio AirTech  filtri BlackNoise  supporti Modular Technology - AriaMateria

    avatar
    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 15838
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  carloc on Sat Mar 10, 2018 7:22 pm

    Già da fine anni '70 diverse etichette registravano in studio in digitale 24/48KHz, ed DG.



    _________________
    Rem tene verba sequentur
    avatar
    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 15838
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  carloc on Sat Mar 10, 2018 7:24 pm

    fakeplastictrees wrote:Quindi la domanda è questa, esiste un modo per sapere PRIMA di acquistare un vinile, e quindi senza doverlo ascoltare, se è stato registrato in digitale o analogico?
    Grazie a tutti.

    Devi controllare se è riportato tra le note di produzione. Sono pochissimi quelli moderni registrati in analogico.


    _________________
    Rem tene verba sequentur
    avatar
    fakeplastictrees
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 34
    Data d'iscrizione : 2016-02-04

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  fakeplastictrees on Sat Mar 10, 2018 8:24 pm

    carloc wrote:

    Devi controllare se è riportato tra le note di produzione. Sono pochissimi quelli moderni registrati in analogico.
    potresti farmi degli esempi? cosa dovrei trovarci scritto e dove, parli delle incisioni sul disco o qualcosa scritto sul retro della copertina?
    Grazie
    avatar
    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 15838
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  carloc on Sat Mar 10, 2018 8:31 pm

    Ci sono degli LP registrati nel corso di Lucca Jazz da un nostro utente, Flavio Lenzi, in cui sulle note di copertina veniva riportato che la ripresa era stata effettuata con un Telefunken M15 in analogico.

    Se c'è qualche indicazione bene, altrimenti tutti master digitali o digitalizzati.


    _________________
    Rem tene verba sequentur
    avatar
    fakeplastictrees
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 34
    Data d'iscrizione : 2016-02-04

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  fakeplastictrees on Sat Mar 10, 2018 10:40 pm

    carloc wrote:Ci sono degli LP registrati nel corso di Lucca Jazz da un nostro utente, Flavio Lenzi, in cui sulle note di copertina veniva riportato che la ripresa era stata effettuata con un Telefunken M15 in analogico.

    Se c'è qualche indicazione bene, altrimenti tutti master digitali o digitalizzati.
    quindi se sulla copertina non è riportato nulla sono sicuramente registrati in digitale?
    avatar
    angel72
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 621
    Data d'iscrizione : 2013-01-13
    Età : 46
    Località : somewhere over the rainbow

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  angel72 on Mon Mar 12, 2018 8:10 am

    Carlo secondo te una registrazione digitale 24/48 differenzia il vinile dal cd in modo sostanziale o parliamo di sfumature? intendo potendo disporre di una catena audio teoricamente ottimizzata per entrambe i formati, quindi potendoli riprodurre entrambe al meglio.

    inoltre: la prassi è rimasta quella di creare i master digitali a 24/48 oppure c'è anche tanto materiale in 16/44? ho sempre sentito parlare della presenza di vinili derivati dal 16/44, quindi uguali o facilmente più scarsi del relativo cd, ma non ho mai colto l'entità della cosa; si tratta di eccezioni oppure ormai di prassi consolidata?

    in definitiva, per chi fosse sul mercato a caccia di musica, esistono delle macrolinee x orientarsi tra i formati?
    grazie mille e scusate il parziale OT


    _________________
    diffusori ZU Soul Supreme   pre/dac AMR DP-777SE  finale First Watt J2    lettore CD AA Maestro SE abartizzato AIR
    musica liquida ROON - Sonore MicroRendu+Ultracap LPS1.2 - QNap TS251+
    giradischi Acoustic Solid Wood MPX   braccio GoldNote B7 ceramic   testina GoldNote Machiavelli Red   phono GoldNote PH10 + PSU10
    cuffie Sennheiser HD800  -  Audeze LCD3f  ampli Rotel RA812 - sistemino portatile FIIO X5II   FIIO E12diy   Sennheiser IE800
    cablaggio AirTech  filtri BlackNoise  supporti Modular Technology - AriaMateria

    avatar
    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 15838
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  carloc on Mon Mar 12, 2018 11:28 am

    Molti vinili appartenenti a collezioni economiche (es. De Agostini) provengono da file 16/44.

    Tutti i vinili odierni (diciamo il 99%) provengono da master digitali (16/44 o HR, ben oltre i 24/48)...l'importante è che la masterizzazione sia fatta per bene ed i risultati saranno validi.

    Esiste tantissimo usato di dischi storici...guarda sul sito discogs e troverai un mondo.

    Io non mi farei troppe fisime...se ti piace un album acquistalo pure in vinile e, se vuoi, cercati le edizioni di quelle etichette che fanno delle ristampe di qualità.

    Buoni ascolti.

    P.S.
    Tra CD e Vinile io sceglierei il vinile


    _________________
    Rem tene verba sequentur
    avatar
    angel72
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 621
    Data d'iscrizione : 2013-01-13
    Età : 46
    Località : somewhere over the rainbow

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  angel72 on Mon Mar 12, 2018 11:53 am

    grazie
    segnalo a Genova, nel secondo weekend di aprile, un grande mercatino del vinile usato
    http://www.ernyaldisko.com/2017/12/15-fiera-del-disco-genova-2/


    _________________
    diffusori ZU Soul Supreme   pre/dac AMR DP-777SE  finale First Watt J2    lettore CD AA Maestro SE abartizzato AIR
    musica liquida ROON - Sonore MicroRendu+Ultracap LPS1.2 - QNap TS251+
    giradischi Acoustic Solid Wood MPX   braccio GoldNote B7 ceramic   testina GoldNote Machiavelli Red   phono GoldNote PH10 + PSU10
    cuffie Sennheiser HD800  -  Audeze LCD3f  ampli Rotel RA812 - sistemino portatile FIIO X5II   FIIO E12diy   Sennheiser IE800
    cablaggio AirTech  filtri BlackNoise  supporti Modular Technology - AriaMateria

    avatar
    seajimny
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 429
    Data d'iscrizione : 2012-05-29

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  seajimny on Mon Mar 12, 2018 3:45 pm

    Tempo fa segnalai questa etichetta. Se ti interessa ! sono stampe attuali. Fatti anche un giro sul tubo per vedere di cosa parlo.

    .... almeno un inizio


    avatar
    seajimny
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 429
    Data d'iscrizione : 2012-05-29

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  seajimny on Mon Mar 12, 2018 3:47 pm





    avatar
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 8050
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  lizard on Mon Mar 12, 2018 4:04 pm

    carloc wrote:Molti vinili appartenenti a collezioni economiche (es. De Agostini) provengono da file 16/44.

    Tutti i vinili odierni (diciamo il 99%) provengono da master digitali (16/44 o HR, ben oltre i 24/48)...l'importante è che la masterizzazione sia fatta per bene ed i risultati saranno validi.

    Esiste tantissimo usato di dischi storici...guarda sul sito discogs e troverai un mondo.

    Io non mi farei troppe fisime...se ti piace un album acquistalo pure in vinile e, se vuoi, cercati le edizioni di quelle etichette che fanno delle ristampe di qualità.

    Buoni ascolti.

    P.S.
    Tra CD e Vinile io sceglierei il vinile
    letto.
    sottoscritto.
    approvato.
    aggiungerei che ci sono alcune etichette che incidono completamente in digitale (vedi ECM) e i risultati sono encomiabili..anzi,si tratta spesso di incisioni di riferimento.
    quindi tutto sta nel COME si incide..
    avatar
    fakeplastictrees
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 34
    Data d'iscrizione : 2016-02-04

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  fakeplastictrees on Mon Mar 12, 2018 5:13 pm

    lizard wrote:
    letto.
    sottoscritto.
    approvato.
    aggiungerei che ci sono alcune etichette che incidono completamente in digitale (vedi ECM) e i risultati sono encomiabili..anzi,si tratta spesso di incisioni di riferimento.
    quindi tutto sta nel COME si incide..
    Ho sentito parlare bene anche dei vinili della EMI , mentre molto male di quelli della Back to Black.. confermi?
    se conosci altre etichette che fanno ristampe valide elencale pure
    Grazie.
    avatar
    angel72
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 621
    Data d'iscrizione : 2013-01-13
    Età : 46
    Località : somewhere over the rainbow

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  angel72 on Mon Mar 12, 2018 5:17 pm

    si, qui siamo assetati di conoscenza!!! Embarassed Embarassed


    _________________
    diffusori ZU Soul Supreme   pre/dac AMR DP-777SE  finale First Watt J2    lettore CD AA Maestro SE abartizzato AIR
    musica liquida ROON - Sonore MicroRendu+Ultracap LPS1.2 - QNap TS251+
    giradischi Acoustic Solid Wood MPX   braccio GoldNote B7 ceramic   testina GoldNote Machiavelli Red   phono GoldNote PH10 + PSU10
    cuffie Sennheiser HD800  -  Audeze LCD3f  ampli Rotel RA812 - sistemino portatile FIIO X5II   FIIO E12diy   Sennheiser IE800
    cablaggio AirTech  filtri BlackNoise  supporti Modular Technology - AriaMateria

    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6938
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  RockOnlyRare on Mon Mar 12, 2018 5:30 pm

    Nel caso dei cd c'era la famosa etichetta AAD che segnalava che il master era analogico, mentre DDD era la sigla per l'incisione digitale.

    La terza ADD era spesso da evitare perchè album proveniente da master analogico che veniva manipolato sovente per eliminare il fruscio dei tape il che troppo spesso voleva dire compressione, addio alte frequenze e dinamica. Non sempre ma spesso.

    Per quanto riguarda rock e leggera, va detto che nei primi anni del digitale (diciamo fino a quasi la fine degli anni 80) non erano molte le incisioni DDD, certamente andava meglio con la musica classica e le etichette di nicchia.

    Nei vinili queste notazioni solitamnete non venivano riportate, comunque qui lo dico qui lo nego, tra il cd ricavato da un master analogico ed un vinile ricavato da un master digitale, è quasi certamente meglio il secondo.
    Condivido quanto scritto da altri, che alla fine l'importanza è il risultato finale, per cui ci sono vinili ricavati da master digitali che suonano alla grandissima ed altri che fanno pena o per la scadente qualità del master originale o per la scadente qualità di chi ha eseguito l'incisione.


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6938
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  RockOnlyRare on Mon Mar 12, 2018 5:38 pm

    lizard wrote:
    letto.
    sottoscritto.
    approvato.
    aggiungerei che ci sono alcune etichette che incidono completamente in digitale (vedi ECM) e i risultati sono encomiabili..anzi,si tratta spesso di incisioni di riferimento.
    quindi tutto sta nel COME si incide..

    esatto alla fine al differenza è proprio nel modo in cui è eseguita l'incisione orginale ed in come questa è riversata nel supporto fisico (se tale o nel file liquido).

    Pertanto se l'incisione originale era stata incisa male, non esiste modo per rimediare, al massimo il remix può in parte mitigare i problemi (ma remix = suoni diversi dall'originale, vedi quelli peraltro spesso ottimi di Steve Wilson per il prog).

    Se una ristampa in alta risoluzione o in vinile altra grammatura, meglio se inciso con il metodo half speed, ottiene risultati migliori dell'incisione originale è solamente perchè questa ultima non era stata eseguita ai tempi al meglio delle possibilità rispetto al master originale. Il guaio è che non esiste una regola "precisa" se non l'ascolto o i consigli di chi ci è passato, magari a sue spese.


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6938
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  RockOnlyRare on Mon Mar 12, 2018 5:40 pm

    carloc wrote:Molti vinili appartenenti a collezioni economiche (es. De Agostini) provengono da file 16/44.

    Tutti i vinili odierni (diciamo il 99%) provengono da master digitali (16/44 o HR, ben oltre i 24/48)...l'importante è che la masterizzazione sia fatta per bene ed i risultati saranno validi.

    Esiste tantissimo usato di dischi storici...guarda sul sito discogs e troverai un mondo.

    Io non mi farei troppe fisime...se ti piace un album acquistalo pure in vinile e, se vuoi, cercati le edizioni di quelle etichette che fanno delle ristampe di qualità.

    Buoni ascolti.

    P.S.
    Tra CD e Vinile io sceglierei il vinile

    applausi applausi applausi applausi applausi
    daccordissimo su tutto


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    angel72
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 621
    Data d'iscrizione : 2013-01-13
    Età : 46
    Località : somewhere over the rainbow

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  angel72 on Mon Mar 12, 2018 6:10 pm

    ci vorrebbe un'app: inserisci un titolo e lei ti dice
    - miglior supporto su cui è stato realizzato (cd, vinile...)
    - miglior edizione (originale, originale uk/usa/italy...... , ristampa...)
    - prezzo
    - reperibilità (link ai siti, ma forse è meglio di no sennò tutto verrebbe condizionato dalle loro esigenze commerciali e buonanotte)
    - se quel giorno lì il tecnico del suono aveva litigato con l'amante

    mannaggia che hobby di mercola


    _________________
    diffusori ZU Soul Supreme   pre/dac AMR DP-777SE  finale First Watt J2    lettore CD AA Maestro SE abartizzato AIR
    musica liquida ROON - Sonore MicroRendu+Ultracap LPS1.2 - QNap TS251+
    giradischi Acoustic Solid Wood MPX   braccio GoldNote B7 ceramic   testina GoldNote Machiavelli Red   phono GoldNote PH10 + PSU10
    cuffie Sennheiser HD800  -  Audeze LCD3f  ampli Rotel RA812 - sistemino portatile FIIO X5II   FIIO E12diy   Sennheiser IE800
    cablaggio AirTech  filtri BlackNoise  supporti Modular Technology - AriaMateria

    avatar
    gciraso
    Moderatore strizzacervelli

    Numero di messaggi : 3705
    Data d'iscrizione : 2013-06-06
    Età : 63
    Località : Padova

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  gciraso on Mon Mar 12, 2018 8:33 pm

    Ho centinaia di lp EMI ed Angel anni ‘70 e anteriori, registrazioni stratosferiche! Mai sentito parlare di un certo Walter Legge?


    _________________
    Giovanni

    E leggetelo 'sto regolamento!!!

    ze inutile ragionar coi mussi, te perdi tempo e te infastidissi la bestia
    avatar
    fakeplastictrees
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 34
    Data d'iscrizione : 2016-02-04

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  fakeplastictrees on Tue Mar 13, 2018 10:05 am

    Ragazzi già che ci siamo, mi sapreste dire quanto si spende più o meno in componenti per i vinili, per avere qualcosa di sufficiente, non di eccelso eh, qualcosa che almeno faccia sentire la differenza tra analogico e digitale (sarebbe inutile spendere centinaia di euro in vinili originali se poi si hanno delle componenti troppo scadenti)
    avatar
    zulele
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 709
    Data d'iscrizione : 2014-07-08

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  zulele on Tue Mar 13, 2018 10:15 am

    questa è una domanda a cui è molto difficile rispondere, credo.
    dipende anche dal livello del tuo CDP: se hai un lettore di alta gamma, per "batterlo" non potrai spendere poco, come mi pare anche normale.


    Last edited by zulele on Tue Mar 13, 2018 11:33 am; edited 1 time in total


    _________________
    Naim CDX2+XP5XS - analogico: Rega RP8 con RB808 + Lyra Delos - prephono Klyne 6PE/Rega IOS - Accuphase E-360 - diffusori Spendor LS3/5a - cavetteria: Accuphase, Kimber, S&M
    avatar
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 8050
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: Vinili registrati in analogico

    Post  lizard on Tue Mar 13, 2018 11:02 am

    fakeplastictrees wrote:Ragazzi già che ci siamo, mi sapreste dire quanto si spende più o meno in componenti per i vinili, per avere qualcosa di sufficiente, non di eccelso eh, qualcosa che almeno faccia sentire la differenza tra analogico e digitale (sarebbe inutile spendere centinaia di euro in vinili originali se poi si hanno delle componenti troppo scadenti)
    il minimo sindacale:
    un bel thorens TD160,con una testina discreta,anche MM...(400/500 euro,indicativamente)
    un bell'integratino vintage,con una curata sezione phono (con quelli vintage vai sul sicuro,perchè erano ancora studiati per il vinile..diciamo..1000 euro,anche meno..ma ci sono molte variabili in gioco).
    eventualmente puoi affiancare un pre phono separato,ma qui il discorso si complica.
    a mio avviso con un gira vintage su quella fascia di prezzo,anche con braccio stock,la differenza rispetto al digitale si sente.
    coi pro e contro,intendiamoci.
    ma se si vuole ascoltare la musica,invece che l'impianto,quello è un ottimo punto di inizio..e per alcuni che hanno vissuto quel periodo d'oro dell'hifi era anche un punto di arrivo.

      Similar topics

      -

      Current date/time is Wed Dec 19, 2018 3:32 am