Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Musical Fidelity A5 - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Musical Fidelity A5

    Share

    Il delfino di Air
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 3640
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Il delfino di Air on Mon Jul 04, 2011 4:49 pm

    Banano wrote: ...Delfino a te lascio direttamente le chiavi di casa....ma solo appena faccio impiantare la scheda nuova!

    tu impianta che poi vengo a sentire

    ernesto1
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1060
    Data d'iscrizione : 2010-05-29
    Età : 53

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  ernesto1 on Mon Jul 04, 2011 4:56 pm

    Testini Ugo wrote: Te lo chiedo perchè più di una volta ho preso in esame per il mio impianto il Maestro 70 REV ma mi sono sempre fermato, perchè da più parti ho sentito di questo cambiamento sonico e della freddezza di questo ampli nello specifico che purtoppo, pare assurdo, non sono mai riuscito a sentire. .
    Chi ti ha parlato cosi del Maestrino 70 rev 2.0? Se lo beccco....
    Scherzi a parte , niente di tutto questo.. con i diffusori giusti, questo integrato è quanto di piu' musicale abbia mai ascoltato..... L'AA freddo? Ma quando mai!!!!! Equilibrato, unisce trasparenza e calore, rotondita' e dettaglio, raffinatezza e dolcezza.... Altro che freddo...... . Nel mio corso degli anni di ampli ne ho cambiati , e anche di quelli alcuni di alto livello nel nome , ma che di fatto il Maestrino gli ha fatto
    Allora io dico a questi che lo denigrano
    Ovviamente scherzo con le faccine... ma rendono un po' l'idea a cio' che voglio dire!!!!


    _________________
    Ernesto

    ernesto1
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1060
    Data d'iscrizione : 2010-05-29
    Età : 53

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  ernesto1 on Mon Jul 04, 2011 5:03 pm

    Se vuoi un suono caldo nel vero senso del termine cercati un Densen DM.10.
    Da verificare pero' il controllo nella gamma bassa. Nelle voci è fantastico, corpose , e calde, ( forse le piu' belle voci mai avute nei miei ampli passati tra le mie mura),gli alti ben rifiniti e dolci... Nella gamma bassa ahime! peccava nel controllo ... bassi troppo lunghi almeno nel mio impianto....


    Last edited by ernesto1 on Mon Jul 04, 2011 5:05 pm; edited 1 time in total


    _________________
    Ernesto

    Piero62
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 166
    Data d'iscrizione : 2010-11-17
    Età : 54
    Località : Trapani

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Piero62 on Mon Jul 04, 2011 5:05 pm

    ernesto1 wrote:
    Testini Ugo wrote: Te lo chiedo perchè più di una volta ho preso in esame per il mio impianto il Maestro 70 REV ma mi sono sempre fermato, perchè da più parti ho sentito di questo cambiamento sonico e della freddezza di questo ampli nello specifico che purtoppo, pare assurdo, non sono mai riuscito a sentire. .
    Chi ti ha parlato cosi del Maestrino 70 rev 2.0? Se lo beccco....
    Scherzi a parte , niente di tutto questo.. con i diffusori giusti, questo integrato è quanto di piu' musicale abbia mai ascoltato..... L'AA freddo? Ma quando mai!!!!! Equilibrato, unisce trasparenza e calore, rotondita' e dettaglio, raffinatezza e dolcezza.... Altro che freddo...... . Nel mio corso degli anni di ampli ne ho cambiati , e anche di quelli alcuni di alto livello nel nome , ma che di fatto il Maestrino gli ha fatto
    Allora io dico a questi che lo denigrano
    Ovviamente scherzo con le faccine... ma rendono un po' l'idea a cio' che voglio dire!!!!


    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Banano on Mon Jul 04, 2011 5:43 pm

    Ragazzi altro che caldo e freddo... NON esiste ne il caldo ne il freddo esiste il suono REAL! ...ed è grande!!!!

    Certo un pò di colorazione ci può essere, ma attenzione ciò non significa stravolgere il suono, ne verso il caldo e ne verso il freddo...per questo è difficilissimo trovare un ampli equilibrato!

    .....che facevate, sui vecchi ampli, accendevate sempre il ludness vero?!?!!!!


    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Massimo on Mon Jul 04, 2011 8:14 pm

    Banano wrote:
    Ugo...vista la nostra vivinanza Ti Invito Ufficialmente a sentire il mio, modesto, impianto a casa mia... per darti la possibilità di assaggiare la "fragranza" Audio Analogue sunny sunny sunny

    ...io sono sempre stato un sostenitore di valvole e calore, di quel phatos...ma ti posso garantire che ciò che la mia predisposizione all'ascolto è mutata notevolmente, il sentire QUANTO c'è dentro a quei dischetti e quanto IO mi sia perso....caspita Ugo tutta quella roba che sento e prima non sentivo, l'ho tutta pagata!!!! Si proprio così l'ho acquistata con il Cd e non l'avevo mai utilizzata prima..... affraid

    Ci son sonorità e microparticolari che l'artista o il tecnico studia e và ad inserire...mi sembra giusto ascoltarle!

    sunny Cmq se ti va un giorno di passare io sono a disposizione! cheers ciaoooooo
    Banano, ne approfitti che non sei proprio dietro l'angolo.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    -eRRe-
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1640
    Data d'iscrizione : 2010-07-02
    Età : 35
    Località : Tuscany

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  -eRRe- on Mon Jul 04, 2011 9:25 pm

    Banano wrote:
    il sentire QUANTO c'è dentro a quei dischetti e quanto IO mi sia perso....caspita Ugo tutta quella roba che sento e prima non sentivo, l'ho tutta pagata!!!! Si proprio così l'ho acquistata con il Cd e non l'avevo mai utilizzata prima..... affraid

    Ci son sonorità e microparticolari che l'artista o il tecnico studia e và ad inserire...mi sembra giusto ascoltarle!


    Banano for President!!!!!


    _________________

    "L'impianto serve per ascotare la musica...."
    "Mica vero è la musica che serve per ascoltare l'impianto" (AC 25-03-2011)

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Testini Ugo on Tue Jul 05, 2011 1:18 am

    Banano wrote:
    Testini Ugo wrote:Ma poi chiedo, sei anche tu un pentito della timbrica di Audio Analogue, in particolare della produzione attuale che sembra aver virato più sull'analiticità e velocità tralasciando rotondità, calore e pathos? Te lo chiedo perchè più di una volta ho preso in esame per il mio impianto il Maestro 70 REV ma mi sono sempre fermato, perchè da più parti ho sentito di questo cambiamento sonico e della freddezza di questo ampli nello specifico che purtoppo, pare assurdo, non sono mai riuscito a sentire. Chiedo perchè da più parti in questo forum denoto venerazione per questo marchio e già in un altro mio post mi ero posto questi dubbi sulla timbrica. Se vuoi cambiare ci sarà un motivo.

    Ugo...vista la nostra vivinanza Ti Invito Ufficialmente a sentire il mio, modesto, impianto a casa mia... per darti la possibilità di assaggiare la "fragranza" Audio Analogue sunny sunny sunny

    ...io sono sempre stato un sostenitore di valvole e calore, di quel phatos...ma ti posso garantire che ciò che la mia predisposizione all'ascolto è mutata notevolmente, il sentire QUANTO c'è dentro a quei dischetti e quanto IO mi sia perso....caspita Ugo tutta quella roba che sento e prima non sentivo, l'ho tutta pagata!!!! Si proprio così l'ho acquistata con il Cd e non l'avevo mai utilizzata prima..... affraid

    Ci son sonorità e microparticolari che l'artista o il tecnico studia e và ad inserire...mi sembra giusto ascoltarle!

    sunny Cmq se ti va un giorno di passare io sono a disposizione! cheers ciaoooooo

    Allora suggerisco e provoco: e non è meglio acquistare dei bei diffusori con il tweeter di Heil e scoprire che magari c'è ancora molto più in quei cd collegandoli ad ampli, ad esempio valvolari, per avere sia questo che quello, ovvero pathos e descrittività?


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Testini Ugo on Tue Jul 05, 2011 1:21 am

    Banano wrote: Ragazzi altro che caldo e freddo... NON esiste ne il caldo ne il freddo esiste il suono REAL! ...ed è grande!!!!

    Certo un pò di colorazione ci può essere, ma attenzione ciò non significa stravolgere il suono, ne verso il caldo e ne verso il freddo...per questo è difficilissimo trovare un ampli equilibrato!

    .....che facevate, sui vecchi ampli, accendevate sempre il ludness vero?!?!!!!

    ALLORA RIPETO SOLO CON L'HEIL, SE NON SI HANNO DIFFUSORI COSI' O NON SI SONO MAI SENTITI, NON VALE! Il real stà solo lì e poi si cerca il meglio con l'ampli tanto è vero che sono così veritiere, come casse, che interpretano al meglio ogni minima differenza dell'amplificazione o filosofia sonica, che è più facile dire che un ampli è caldo o freddo, per questo io faccio queste distinzioni, venite voi da me a sentire le Kitara o Aulos BS


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Testini Ugo on Tue Jul 05, 2011 1:28 am

    Ed aggiungo che quando prima non mancherò di sentire e valutare il Maestro e che ad avvalare la mia teoria sull'Heil c'è un altro argomento di questo forum ovvero la fortuna del sonic brand di Burmester che si fonda oltre che su eccezzionali amplificazioni sui suoi diffusori con questa tecnologia.


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Testini Ugo on Tue Jul 05, 2011 1:34 am

    DiegoVTEC wrote:Ciao Ugo,ti dico,secondo me il verdi 100SE è davvero una bella macchina!!! Rimane abbastanza delicata e raffinata. Sicuramente già con l'SE (per non parlare della nuova scheda pre) stanno virando sempre più verso lo stato solido,cosa che sinceramente non mi fa impazzire. Ad esempio io presi l'SE perchè pensavo cambiasse poco rispetto a quello liscio e invece la differenza c'è,se capita mi tolgo lo sfizio e li paragono insieme,ma sinceramente il suono più "valvolare" e dolce con le cm9,mi era piaciuto un po di più.
    Comunque più che pentito del suono AA,direi che il problema a mio avviso è più dei diffusori,a volte non tanto neutri e molto esigenti. Proprio per questo sto valutando cosa fare,se fare un upgrade dell'ampli e tenere le cm9 (ma prima di vendere il verdone ci penserò bene bene)o tenere eventualmente il verdi e cambiare i diffusori.


    In settimana comunque dovrei ascoltare questo MF con cm9 e con sonus faber liuto...vediamo cosa ne esce fuori.



    Piuttosto delle Liuto la MORTE! Con quello che poi costano.


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Banano on Tue Jul 05, 2011 1:05 pm

    Testini Ugo wrote:
    Allora suggerisco e provoco: e non è meglio acquistare dei bei diffusori con il tweeter di Heil e scoprire che magari c'è ancora molto più in quei cd collegandoli ad ampli, ad esempio valvolari, per avere sia questo che quello, ovvero pathos e descrittività?

    ...Ok ci può stare, i Tw Heil non li conosco, ma mi hanno sempre intrippato!
    Se vanno bene come dici allora si arriva facilmente ad un punto notevole, però resto perplesso per quel che riguarda il valvolare...perchè ostinarsi ad usare le valvole?...nell'ipotesi che un SS funzioni meglio, non sarebbe meglio usarlo ed avere il top assoluto?
    Il problema maggiore delle valvole è la limitata potenza, si può ovviare con delle casse molto sensibili ma comunque se và in crisi l'ampli sei fregato comunque....giusto?

    ....e poi allora se si vuole cercare la perfetta descrizione si va su dei diffusori molto analitici, tipo quelli da studio........però poi non sempre piace quello che ne esce.................e questo non è colpa di noi audiofili ma bensì.......

    Comunque Ugo se vuoi invitarmi (praticamente mi stò autoinvitando a casa tua ) a senire i TW Heil io son mooolto disponibile!


    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    DiegoVTEC
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 769
    Data d'iscrizione : 2011-04-18
    Località : Roma

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  DiegoVTEC on Tue Jul 05, 2011 7:22 pm

    Testini Ugo wrote:Piuttosto delle Liuto la MORTE! Con quello che poi costano.



    Perchè dici questo? Potresti argomentare?

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Testini Ugo on Tue Jul 05, 2011 11:52 pm

    DiegoVTEC wrote:
    Testini Ugo wrote:Piuttosto delle Liuto la MORTE! Con quello che poi costano.



    Perchè dici questo? Potresti argomentare?

    Sentite in mille negozi, e da due amici che le hanno acquiste e subito rivendute illusi di acquistre un diffusore tipo la line "Cremona" di un tempo e si sono ritrovati con dei diffusori aridi, sterili, con pocha gamma bassa e con una medio alta meno che discreta. La vera Sonus Faber era in altri anni ed altri modelli, quando Serbiln c'era e si sentiva. Con quello che costano, e credo tu voglia diffusori da terra o vai su Vienna Acoustic con il loro calore/su Audes con la loro correttezza/ vai su Usher con la loro presenza dirompente soprattutto in basso/ vai su Audio Physic con la loro classe, ma porca paletta no le Liuto!! Capisco che vieni da B&W, che ormai è solo marketing e solo sulle linee esagerate trovi ancora un pò di spirito audio phile (e qui scatta lo sbranamento), ma detto tra noi hai mai, per esempio, ascoltato delle Usher Mini Dancer One con il nuovo TW in diamante?? Magari con un ampli integrato tipo Pass 150??


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Testini Ugo on Wed Jul 06, 2011 12:27 am

    Banano wrote:
    Testini Ugo wrote:
    Allora suggerisco e provoco: e non è meglio acquistare dei bei diffusori con il tweeter di Heil e scoprire che magari c'è ancora molto più in quei cd collegandoli ad ampli, ad esempio valvolari, per avere sia questo che quello, ovvero pathos e descrittività?

    ...Ok ci può stare, i Tw Heil non li conosco, ma mi hanno sempre intrippato!
    Se vanno bene come dici allora si arriva facilmente ad un punto notevole, però resto perplesso per quel che riguarda il valvolare...perchè ostinarsi ad usare le valvole?...nell'ipotesi che un SS funzioni meglio, non sarebbe meglio usarlo ed avere il top assoluto?
    Il problema maggiore delle valvole è la limitata potenza, si può ovviare con delle casse molto sensibili ma comunque se và in crisi l'ampli sei fregato comunque....giusto?

    ....e poi allora se si vuole cercare la perfetta descrizione si va su dei diffusori molto analitici, tipo quelli da studio........però poi non sempre piace quello che ne esce.................e questo non è colpa di noi audiofili ma bensì.......
    Comunque Ugo se vuoi invitarmi (praticamente mi stò autoinvitando a casa tua ) a senire i TW Heil io son mooolto disponibile!

    Innanzi tutto convengo con te sulle valvole, difatti non ho mai detto di essere interessato all'acquisto di un ampli integrato a valvole, che comunque mi affascinano e di cui ne ho sentito una miriade grazie alla vera e propria adorazione di un mio amico audiofilo invasato per i tubi, a me interessano gli integrati a stato solido ma con un suono più caldo e coinvilgente piuttosto che veloce ed analitico proprio perchè avendo già il tweeter di Heil non mi serve l'analiticità sulla sorgente o l'amplificazione, dispongo già della migliore forma di riproduzione finale di ogni suono contenuto in una registrazione, la differenza è che voi dovete avere ampli che vi sbattano in faccia il dettaglio, che lo facciano uscire dalle vostre cupole in sete più o meno pregiate o dai metalli più disparati io no. E non è una critica fine a se stessa, nasce da anni di scolti ed indecisioni, di compromessi, e se guardi bene spesso, non sempre quando si parla di diffusori al top, di riferimento, spesso non sempre l'Heil salta fuori: Sigma Acoustic, Volent, Burmester ecc., oppure si parla di pannelli elettrostatici con tutti i loro problemi di spazio e pretesa di potenza. Poi con l'Heil le valvole mostrano il loro grande tallone d'achille ovvero la "coda", cioè soprattutto nelle incisioni rock live si trascinano dietro le code di rullate fatte attimi prima, risonanze di assoli di chitarre finiti millesimi di secondo prima ma ancora udibili e presenti. E non và affatto bene.

    Comunque sarei felicissimo che venissi a trovarmi, adesso ti elenco quello che ti aspetterebbe... ti porterei da un mio carissimo amico e collega che abita vicinissimo a casa mia, il quale mi ha dato carta bianca per creare la sua catena d'ascolto dopo svariati suoi impianti precedenti, disordinati, senza idea sonica, insomma andati un'pò male e insoddisfacenti. Così, diciamo facendo il gay con il culo degli altri (in questo caso i suoi soldi), ho fatto spese ed ho acquistato e messo appunto, con la cura fraterna che ho messo per il mio impianto, quanto segue: diffusori (ovviamente) Heil AMT Kitara/ primo ampli int. a stato solido Classè Audio Cap 2100, secondo ampli int. stato solido PASS LABORATORIES INT 150 (magico!!), terzo ampli int. stato solido di confronto cinese Xindak 6950 (velocissimo), quarto ampli int. a valvole cinese Cayin con 4 KT88 (solo per vedere come andavano le valvole)/ lettore SACD bilanciato Yamaha S2000 (solo per ascolto di SACD che collezzioniamo), lettore cd C.E.C. Tl 51 XR c a cinghia con carica dall'alto (suono valvolare, senza esserlo e con precisone che quelli a valvole si sognano)/pre phono jolida a valvole (spettacolare per il suo prezzo)/ giradischi e braccio Audio Note TT One (uno dei pochi rimasti flottanti che fanno suonare il vinile da vinile con i suoi pregi e difetti, ad un prezzo umano)/ cavi alimentazione System And magic/ cavi potenza e segnale Nordost. Ovviamete lui a diffrenza mia ha lo spazio, enorme taverna, per contenere e far suonare tutto questo a differnza mi,a che comunque nel mio piccolo soggiorno faccio bella figura con la mie Heil AMT Aulos Bookshelf e tutto quello che gli và prima e che anche questo vorrei farti sentire. Peccato non essere capace di poster foto dgli impianti perchè vorrei farti vedere tutto il suo ben di dio, che però sento mia creatura. Aggiungo anche che molti componenti presi poi andranno in un suo secondo impianto, più minimalista, in montagna, e che quindi se vieni prima dell'inverno inoltrato ti puoi gustare tutte le prove e combinazioni del caso, che avvalleranno la mia teoria sopra scritta. Quindi a presto quando vuoi.


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Banano on Wed Jul 06, 2011 1:11 pm

    santa ....mammamia con tutta quella roba devo pigliarmi una settimana di ferie!
    ....si si comunque potremmo metterci d'accordo per un meeting!

    Ciaooooo


    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    DiegoVTEC
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 769
    Data d'iscrizione : 2011-04-18
    Località : Roma

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  DiegoVTEC on Mon Aug 22, 2011 6:53 pm

    Testini Ugo wrote:
    DiegoVTEC wrote:Si si esistono e come...a5,a5.5,a3.2,a3 ecc ecc...diciamo che l'm6i era anche nella lista dei candidati,ma se devo prenderlo nuovo probabilmente spendendo quelle cifre,preferirei altro. Tengo comunque a mente che sia un ampli dal suono caldo come la versione precedente,hai visto mai... sunny
    Comunque qualcuno azzardava l'ipotesi che i vecchi modelli (proprio quelli tirati in ballo in questo topic) vadano addirittura un pelino meglio delle serie nuove....chissà se è un altra leggenda o la verità santa

    Io azzarderei l'ipotesi esattamente contraria soprattutto sotto il punto di vista dell'affidabilità e comunque avendo capito che stiamo parlando di ampli usati e quindi con una variabile molto ampia sul prezzo, ed accettando una potenza minore evidenzierei, per la timbrica da te richiesta, senza ombra di dubbio Electrocompaniet ECI 5, no il nuovo ECI 5 MK2 che suona in tutt'altro modo, ma il vecchio ed attualmente in produzione ECI 5!!!!!!!!! Oppure spendendo uguale pre e finale Primare.

    Riporto su questo topic. Sono tornato da due giorni e non faccio altro che guardare in giro su internet vari ampli.
    Ora detto questo,in settimana (negozio permettendo) spero di fare questo ascolto a casa mia con il MF A5,ma comincio ad avere qualche dubbio sulla macchina in questione. Mi hanno assicurato che la potenza e la capacità dell'ampli ci sono tutte e che dovrei avvertire una buona (se non notevole) differenza rispetto al verdi100.
    Sempre in casa MF sarebbe bello ascoltare anche il nuovo M6i. Qualcuno lo ha mai sentito?

    Altra cosa...rileggendo la risposta del Sig. Ugo,sono andato a spulciare il sito della Electrocompaniet e devo dire,che oltre ad essere molto belli esteticamente,se ne parla anche un gran bene di questi prodotti (cosa invece diversa per i MF,ho letto fin troppi commenti negativi che mi hanno un po bloccato sinceramente).
    Ora,nel reply qui sopra si afferma di non considerare l'ECI 5 MK2,perchè da quello che vedo e leggo in giro si tratta di un ampli abbastanza dinamico e veloce, "capace di pilotare diffusori difficili"...l'ultima frase è presa dal loro sito e qui nasce la domanda in modo spontaneo... può un ampli del genere (sia l'mk2 che la prima versione) gestire bene diffusori come le cm9?che mi dite?
    Guardando ai soli numeri passo da 100 a 120watt...ma la capacità di pilotaggio risulterebbe superiore?
    Sempre rimanendo su Electro. per avere dai 200watt in su bisogna andare su pre e finale...ma lì è un altro discorso e un altro prezzo.


    Bene gente,son tornato con altre mille domande cheers

    Alle brutte ho già pronta un altra strategia nel cassetto....sto buono così,faccio un altro po di ascolti (magari anche di queste elettroniche in questione)e poi magari si cambiano direttamente i diffusori tenendo il verdone con me..


    edit; vedo che in molti li accoppiano proprio a B&w....mah!

    ombramortale
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 10
    Data d'iscrizione : 2011-08-02
    Età : 35
    Località : S.Angelo di Gatteo

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  ombramortale on Tue Aug 23, 2011 5:45 pm

    Scusami DiegoVTEC ma dato che hai la possibilità di provare il modello A5, perché non te lo porti a casa e ti fai una tua idea su come suona nella tua catena? Le opinioni altrui specie in hifi son molto opinabili...
    L'unica cosa che posso dirti è che l'ampli è sufficientemente dimensionato per spingere i tuoi diffusori senza problemi mentre l'impostazione dovrebbe esser tendente al neutrale/brillante.
    L'EC a parte le ovvie differenze di potenza ha un suono + rilassato e mordido.
    Non dico quale sia meglio o peggio perchè è sempre una questione di gusti ed abbinamenti. In ogni caso, se puoi, provali!

    DiegoVTEC
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 769
    Data d'iscrizione : 2011-04-18
    Località : Roma

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  DiegoVTEC on Tue Aug 23, 2011 7:47 pm

    Ma infatti,diciamo che un primo ascolto è stato fatto,un pò troppo veloce e a volume bassino.
    In teoria l'ampli me lo fanno provare a casa,ma ogni volta c'è sempre qualcosa che non va....quindi o vado a riascoltarlo lì oppure richiedo di nuovo la prova a casa mia. Ma come detto prima le critiche lette in giro mi stanno facendo rallentare,anche se il prodotto è un prodotto demo e quindi nuovo (è stato in vetrina).

    Detto questo rimanendo sempre in casa MF e magari aumentando un po il budget,volevo provare l'M6i...e come usato ho trovato il nu vista M3,che sembra davvero un integrato pazzesco..alimentazione separata (2 telai),grande potenza,ultimo listino over 7000 euro ecc ecc...tra l'altro è anche nella mia città.

    Diciamo che la cosa si complica,perchè se arrivo a quella fascia di prezzo i concorrenti si allargano notevolmente,dai krell usati,al plinius 9200,ecc ecc...ma chiaramente non tutti si possono ascoltare e cosi divento matto. erg

    DiegoVTEC
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 769
    Data d'iscrizione : 2011-04-18
    Località : Roma

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  DiegoVTEC on Mon Aug 29, 2011 12:14 am

    Signori vi aggiorno un po sulla situazione(mi chiederete,ma chi gli ha chiesto niente? )...dopo l'ascolto veloce fatto con l'A5 ho trovato il MFa1008 qui vicino casa,esattamente a 5 minuti da me,chiamato e chiesto info. Bene,ora dobbiamo solo metterci d'accordo per un ascolto a casa mia.Sempre 2 telai,stessa potenza degli altri MF e con un buon DAC interno (cosa non male comunque).Agevolo foto dell'a1008.





    Altrimenti c'è sempre il MF A5,da riascoltare ad un prezzo decisamente più basso,come anno di produzione è più vecchio ma è di un negozio,ex demo,quindi praticamente nuovo e con garanzia di un anno. Non ha il DAC interno,ma a fronte di un risparmio di 1000 euro circa,posso investire anche 200 euro per un buon DAC esterno,no? Neutral



    Altre alternative,sempre MF,sempre usati e sempre da ascoltare;

    Nu-Vista M3
    MF A308


    Che ne dite?

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Massimo on Mon Aug 29, 2011 12:28 am

    DiegoVTEC wrote:Signori vi aggiorno un po sulla situazione(mi chiederete,ma chi gli ha chiesto niente? )...
    Ciao Diego, ... assolutamente non vero,il bello del Gazebo è la possibilità di leggere le idee tutti così chi non può provare un determinato prodotto può farsene un idea con gli scritti di coloro che hanno avuto la fortuna di effettuare delle prove. sunny sunny sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    DiegoVTEC
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 769
    Data d'iscrizione : 2011-04-18
    Località : Roma

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  DiegoVTEC on Mon Aug 29, 2011 12:53 am

    Si Massimo,era una battuta. Sono ancora più contento se quello che riporto possa essere d'aiuto a qualcuno sunny

    Ora,cercando le caratteristiche online ho trovato questa discussione che mi ha un pò lasciato così ;

    http://forum.audioreview.it/VB/showthread.php?t=3556


    L'intervento 9 fa riflettere e mi riconosco nell'intervento 3 quando dice che la manopola sembra non bastare,anche a me ha fatto questo effetto,a metà manopola poco e niente...di dinamica,di volume di un pò tutto...chiedendo informazioni al commesso mi è stato detto che l'ampli è nuovo e necessita di rodaggio,boh...a questo punto sono ancora più curioso di ascoltare l'A1008 con 2 telai. Cerco le caratteristiche anche di quello. Rolling Eyes


    L'intervento n° 53 conferma quello che penso da un pò ormai...gli ampli più datati son quelli fatti meglio,non si scappa! Infatti il nu-vista e l'a308 hanno ricevuto recensioni molto buone,ci sarà un motivo?


    edit; qui caratteristiche dell'A1008 e relativo lettore CD.
    http://www.audioreview.it/index.php?option=com_content&task=view&id=356&Itemid=2

    Qui una domandina per gli esperti; come se la cava questo ampli con carichi difficili?Come ce lo vedete con le cm9 che facilissime non sono?

    krell2
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1594
    Data d'iscrizione : 2009-06-17
    Età : 66

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  krell2 on Mon Aug 29, 2011 1:08 pm

    Ho avuto per un periodo l'a5 e il 3.5
    il 3.5 era scarso..
    buono l'a5,ma se è vero che spinge abbastanza,ha sempre quella tendenza a suonare da stato solido castrato.
    io penso che la sezione pre fatta ad operazionali 5532 non è propio il massimo.


    il verdi 100 suona meglio


    _________________
    http://salaantonio.altervista.org/

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  Geronimo on Mon Aug 29, 2011 1:19 pm

    krell2 wrote:
    il verdi 100 suona meglio

    Hai cambiato idea sui Power Pack LM3886?


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    krell2
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1594
    Data d'iscrizione : 2009-06-17
    Età : 66

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  krell2 on Mon Aug 29, 2011 1:21 pm

    Elcaset wrote:
    krell2 wrote:
    il verdi 100 suona meglio

    Hai cambiato idea sui Power Pack LM3886?

    no...
    ma devo dire sinceramente che il progettista del verdi ha fatto un bel lavoro.
    niente di miracoloso,ma l'equilibrio è al massimo.


    _________________
    http://salaantonio.altervista.org/

    lupocerviero
    Puppologo

    Numero di messaggi : 6433
    Data d'iscrizione : 2011-02-22
    Età : 42
    Località : Regno delle due Sicilie

    Re: Musical Fidelity A5

    Post  lupocerviero on Mon Aug 29, 2011 1:29 pm

    DIEGOOOOOOOO,
    ELECTROCOMPANIET o MAESTRO200!



    mammamia quanti capricci!
    mettiti in macchina evieni a farti un ascoltino
    Laughing Laughing Laughing

      Current date/time is Mon Dec 05, 2016 9:35 pm