Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Share

    Giacomo
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 75
    Data d'iscrizione : 2011-02-08
    Età : 59
    Località : Sondrio

    Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  Giacomo on Thu Sep 22, 2011 10:48 am

    La settimana scorsa ho fatto un giretto al Top Audio. Come temevo, l'esperienza è stata deludente.
    Impianti Hi-End dal costo complessivo che andava dai cinquanta ai centomila euro erano mortificati da musichette che anche il più modesto impiantino non avrebbe fatto fatica a riprodurre in modo soddisfacente. Certo, dinamica alle stelle e bassi da terremoto ma alla fine mi tornava in mente il solito esempio di chi prende la Ferrari per andare dal tabaccaio. In alcuni casi ho chiesto se si poteva ascoltare qualcosa di diverso, magari musica classica. Chi mi ha detto di no, ha spiegato il diniego affermando che così sarebbero scappati tutti...
    Un paio hanno acconsentito, mi pare MBL e Pathos. Ho fatto mettere un SACD Linn con l'Oratorio dell'Ascensione di Bach.
    http://www.linnrecords.com/recording-js-bach-easter-oratorio-ascension-oratorios.aspx
    I due mostri sacri hanno esibito un'ottima dinamica, uno stage convincente, strumenti timbricamente a posto MA voci sempre troppo sparate, vetrose, di gola, troppo fredde per i miei gusti (che si rifanno agli ascolti dal vivo dove il coro è molto più naturale).
    Avendo deciso che ciò mi bastava, ho accettato la proposta dell'amico Guido che mi invitato a casa sua. Due ore di ascolti. In sintesi: FINALMENTE!!!
    Come molti di voi sanno, l'impianto di guido è monomarca: Sanders dal pre, ai finali, ai diffusori.
    I primi tre ascolti li propone Guido: Terzo Concerto per Piano di Beethoven, CD Decca ADD. Il piano si stagliava al centro con un bel risalto sull'orchestra. Archi morbidi e ricchi di armonici. Ho notato un passaggio dei celli (ben posizionati a destra) che mi era sempre sfuggito. Ottimo.
    Si passa a un LP 30 anni old: la sezione di percussioni dell'Orchestra della Scala. Incredibile la restituzione spaziale sia in senso longitudinale sia in profondità. Tamburo, timpani, gran cassa, campanelli, campane: materializzati con un verismo che, appena chiusi gli occhi, ti faceva credere di essere lì presente alla performance.
    Col terzo LP sono andato a nozze: un Archiv (di cui conosco la versione in cd) con concerti di Telemann per flauto (flauto diritto!), archi e Bc. Ragazzi, che musica e che interpretazione! Posso dire che la naturalezza del suono del flauto era disarmante (così dicono i recensori di professione). Tra le mie mani, tra quelli che costruisco io e quelli che mi capitano per revisioni e riparazioni, ne avrò sentiti più di un migliaio nei 30 anni e più che mi dedico a questo strumento. Certamente anche la presa del suono ha la sua parte, ma la bellezza della resa va in buona parte ascritta a Sanders e in particolare, credo, a quei due magnifici diffusori che nella loro metà elettrostatica esibiscono un suono naturalissimo, diverso da come lo propone Martin Logan che - ricordo quando avevo le Sequel - era sì ammaliante ma anche un po' troppo brillante (e sì che erano alimentate da un Audio Research valvolare). Mi ricordavano invece il medio straordinario delle vecchie Quad ESL-57 che ho avuto per un certo periodo. Certo che poi, quando - come dirò in seguito - siamo passati al Mahler della Terza Sinfonia, il confronto Quad / Sanders diventa assolutamente impietoso.
    A questo punto ho chiesto a Guido di poter ascoltare qualcosa di mio.
    Bach, Preludio della Prima Suite per violoncello solo
    http://www.youtube.com/watch?v=VFZ0HHMIMn0&feature=relmfu
    http://www.cduniverse.com/productinfo.asp?pid=7862225
    Non è particolarmente difficile riprodurre un violoncello ma in altri contesti ho sentito questo strumento suonare innaturale: non nel timbro, bensì nelle dimensioni. Sembrava un violoncello largo come un'orchestra sinfonica. Nel soggiorno di Guido l'ho potuto "vedere" lì, un pelo a sinistra col vuoto tutt'intorno (poi vi dirò del pre e del crossover digitale che permette di centrare al millimetro il balance).
    Non dico niente del suono, ovviamente perfetto con le tipica rugosità delle corde di budello e dell'archetto barocco che ogni tanto ti faceva sussultare per la potenza dei transienti d'attacco.
    Passiamo all'organo: Bach, Toccata, Adagio e Fuga in DO. Dopo l'attacco col Principale entra in gioco il pedale. Prima con una breve Do grave a conclusione di una discesa, poi con un lungo "recitativo" suonato coi piedi (letteralmente). Si sentiva la fondamentale pulitissima con il ricco contorno di ottave e armoniche. E per saggiare ancor meglio i woofers (alimentati da un secondo finale) niente di meglio che la Passacaglia presente sullo stesso CD. Anche qui abbiamo il DO grave (ultima nota della pedaliera) pulitissimo nella sua possanza.
    Vediamo le voci, questa volta presentate in un'amalgama poco ortodossa ma spettacolare: si tratta di un mottetto di Morales (primo '500) cantato da quei sublimi professionisti dell'Hilliard Ensemble e "abbellito" dal sax di Garbarek in un melange del tutto originale e godibile.
    http://www.ecmrecords.com/Catalogue/New_Series/1500/1525.php
    Bellissimo il contrasto tra voci e strumento, le prime ad altezza d'uomo, il secondo più indietro e in alto. Quando il sax si impenna in un acuto in fortissimo mi coglie un attimo di panico. Anni fa da un amico con delle Infinity una mitragliata del genere aveva messo fuori uso il tweeter. Qui tutto tranquillo, la musica scorre con dovizia di informazioni ma senza mai imporsi aggressivamente.
    Provo ora quel SACD dell'Oratorio di Bach. Ah, finalmente delle belle voci naturali, non di gola come sembravano quelle sentite stamattina.
    Per finire, Mahler, l'incipit della Terza. Gli 8 corni all'unissono irrompono nel salone con una massa sonora imponente che poi si spegne nel borbottio degli strumenti gravi - fagotti, controfagotti e grancassa. Ma Guido non è soddisfatto. Rimette il cd dall'inizio (Decca con Solti) e gira la manopola del volume: spettacolo! La Chicago Symphony Orchestra ha fatto irruzione nel soggiorno ed è qui davanti a me con un realismo incredibile. I crescendo con gli squilli di tromba e le scale ascendenti dei violoncelli e dei contrabbassi fanno venire la pelle d'oca. Il bello è che tutto è riproposto col massimo controllo: non una sbavatura, un accenno di distorsione o indurimento, tutto perfettamente naturale.
    Il giorno che potrò farmi l'impianto definitivo, ora so dove orientarmi.
    saluti a tutti
    Giacomo


    _________________
    1500 LP + 3500 CD + 40 SACD
    http://tinyurl.com/3wac6mw
    http://tinyurl.com/bbrvl

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  pepe57 on Thu Sep 22, 2011 2:17 pm

    EHM.... guarda che MBL non c' era proprio al TAV... (esponeva "forse" parallelamente solo in centro Milano)..
    mi spieghi come hai fatto a vederli, e sentirli? sunny
    e dire che non è facile confondere i prodotti di questo marchio con altri mi pare..
    basta pensare alle casse...
    l' abbaglio deve essere stato bello grosso.

    PATHOS no mi pare faccia diffusori ma solo elettroniche.... se intendi lo stand Music Tools...si sa che un espositore mixa quello che importa e comunque paragonare l' ascolto che si può fare in una camera vuota di albergo di un impianto letteralmente buttato insieme in pochissime ore con quello che si ottiene con tempo e pazienza a casa propria a mio avviso non è molto giusto.

    sunny sunny
    Pietro

    Guido
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 747
    Data d'iscrizione : 2011-05-14
    Località : Milano

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  Guido on Thu Sep 22, 2011 2:35 pm

    pepe57 wrote:EHM.... guarda che MBL non c' era proprio al TAV... (esponeva "forse" parallelamente solo in centro Milano)..
    mi spieghi come hai fatto a vederli, e sentirli? sunny
    e dire che non è facile confondere i prodotti di questo marchio con altri mi pare..
    basta pensare alle casse...
    l' abbaglio deve essere stato bello grosso.

    PATHOS no mi pare faccia diffusori ma solo elettroniche.... se intendi lo stand Music Tools...si sa che un espositore mixa quello che importa e comunque paragonare l' ascolto che si può fare in una camera vuota di albergo di un impianto letteralmente buttato insieme in pochissime ore con quello che si ottiene con tempo e pazienza a casa propria a mio avviso non è molto giusto.

    sunny sunny
    Pietro
    Ciao Pietro
    finite le vacanze?
    Non mi sembra che Giacomo abbia confrontato l'ascolto in fiera con quello presso di me.
    Ero con lui al TAV ed insieme abbiamo girato tutta la mattinata per gli stand.
    Più volte abbiamo ricevuto un rifiuto da parte degli espositori ad inserire i bellissimi dischi di Giacomo.
    Io stesso insistevo per farli sentire, ma con scuse varie si rifiutavano. Poi quando Giacomo ha visto il risultato ha deciso di sentire le Sanders Model 10. (nessuno è obbligato ad un cattivo ascolto e non è significativo)
    Ti ricordo anche che quando ci siamo incontrati, tu mi avevi detto che saresti venuto a sentirle; da Como a Milano sono 20 minuti di auto. L'invito è sempre valevole e così potrai postare le tue impressioni.
    A presto Pietro.
    Guido

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  Edmond on Thu Sep 22, 2011 2:37 pm

    Pathos aveva presso Music Tools la presentazione della linea completa con i diffusori Frontiers...


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Guido
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 747
    Data d'iscrizione : 2011-05-14
    Località : Milano

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  Guido on Thu Sep 22, 2011 2:44 pm

    Grazie Giacomo per le tue belle parole
    il tuo giudizio fa molto onore alla Sanders; non so se i forumer ti conoscono e sanno della tua cultura musicale e della tua profonda conoscenza degli strumenti musicali.
    E' stata anche l'occasione di conoscersi e scambiare le nostre idee.
    Buona Musica (con la maiuscola)
    Guido

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  pepe57 on Thu Sep 22, 2011 4:23 pm

    Edmond wrote:Pathos aveva presso Music Tools la presentazione della linea completa con i diffusori Frontiers...

    Ciao Giorgio.
    Con Frontiers intendi i Sonic, i New Audio oppure Pathos ha iniziato una sua produzione?
    sunny sunny sunny

    Pietro

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  pepe57 on Thu Sep 22, 2011 4:25 pm

    Guido wrote:
    Ciao Pietro
    finite le vacanze?
    Non mi sembra che Giacomo abbia confrontato l'ascolto in fiera con quello presso di me.
    Ero con lui al TAV ed insieme abbiamo girato tutta la mattinata per gli stand.
    Più volte abbiamo ricevuto un rifiuto da parte degli espositori ad inserire i bellissimi dischi di Giacomo.
    Io stesso insistevo per farli sentire, ma con scuse varie si rifiutavano. Poi quando Giacomo ha visto il risultato ha deciso di sentire le Sanders Model 10. (nessuno è obbligato ad un cattivo ascolto e non è significativo)
    Ti ricordo anche che quando ci siamo incontrati, tu mi avevi detto che saresti venuto a sentirle; da Como a Milano sono 20 minuti di auto. L'invito è sempre valevole e così potrai postare le tue impressioni.
    A presto Pietro.
    Guido

    Ciao Guido, vacanze finite e pure dimenticate (purtroppo), appena potrò ti contatterò molto volentieri per un ascolto delle Sanders.
    sunny sunny
    Pietro

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  ema49 on Thu Sep 22, 2011 5:24 pm

    pepe57 wrote:
    Ciao Giorgio.
    Con Frontiers intendi i Sonic, i New Audio oppure Pathos ha iniziato una sua produzione?
    sunny sunny sunny

    Pietro


    Ha iniziato, belli esteticamente, mai ascoltati:


    http://www.pathos-loudspeakers.eu/brochure.pdf


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  Edmond on Thu Sep 22, 2011 6:03 pm

    Pietro, Frontiers è il modello di diffusori di Pathos, presentati, credo, già lo scorso anno........:



    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  pepe57 on Thu Sep 22, 2011 6:40 pm

    Grazie ad entrambi, mi erano del tutto sfuggiti.

    sunny sunny
    Pietro

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  Cricetone on Thu Sep 22, 2011 6:40 pm

    che diffusori ha guido?

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  matley on Thu Sep 22, 2011 9:21 pm

    Salv.Scarfone wrote:che diffusori ha guido?

    Sanders Model 10


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Guido
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 747
    Data d'iscrizione : 2011-05-14
    Località : Milano

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  Guido on Fri Sep 23, 2011 4:44 pm

    Salv.Scarfone wrote:che diffusori ha guido?
    Ciao Salvatore
    guarda quì il mio impianto:
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t8650-l-impianto-definitivo-di-guido
    Guido

    flavio@sanders
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 373
    Data d'iscrizione : 2011-07-20

    Re: Sono stato ad ascoltare l'impianto di Guido

    Post  flavio@sanders on Sun Sep 25, 2011 11:01 am

    Il parere di Giacomo è condiviso da Absolute Sound che non solo ha dato alle Sanders Model 10c l'Editor's Choice Award nel Marzo 2011 ma addirittura anche il Golden Ear Award nel Giugno del 2010... e visto che le Model 10 erano pilotate da un finale Sanders Magtech anche esso Editor's Choice Award nel Marzo 2011 il risultato non era poi così inaspettato Embarassed Embarassed Embarassed
    http://sanderssoundsystems.eu/?page_id=896



    _________________
    http://www.diraclive.eu http://www.sanderssoundsystems.eu

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 6:41 am