Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
E...perche' non..? - Pagina 3
Il Gazebo Audiofilo

Human Pleasure HI-END

    E...perche' non..?


    pierpabass
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 293
    Data d'iscrizione : 25.01.12

    E...perche' non..? - Pagina 3 Empty Re: E...perche' non..?

    Messaggio Da pierpabass Ven Mag 25 2012, 08:34

    iano ha scritto:Mi incuriosisce,chi meglio di te può dirlo,l'effetto del cavo su una chitarra elettrica. E...perche' non..? - Pagina 3 285880
    Posso dirtelo anche io, come "assemblatore" di cavi per strumenti e bassista.
    Funziona con gli stessi principi: qualità dei connettori, neutralità del cavo, purezza dei materiali, ecc...
    Forse tra i musicisti ci sono molti più cavoscettici che non qui, ma ti assicuro che la differenza tra un buon cavo ed uno da pochi Euro si sente ad orecchio.
    Non si arriva in ogni caso a prezzi proibitivi come nell'hifi, anche se in alcuni casi si raggiunge una cifra totale equiparabile (pensa al cablaggio di una pedaliera o di un rack).
    Tanto per darti un'idea dei cavi che faccio:

    E...perche' non..? - Pagina 3 Silent10
    piroGallo
    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 23.12.08
    Località : tra Monferrato e Langa

    E...perche' non..? - Pagina 3 Empty Re: E...perche' non..?

    Messaggio Da piroGallo Ven Mag 25 2012, 08:49

    Cricetone ha scritto:
    .......
    2)un cavo non serve per correggere la risposta in frequenza,
    .......
    3)i cavi collegano i componenti,non certo li migliorano,al massimo li equalizzano
    .......
    Sono io che non capisco o le due frasi scritte una dopo l'altra... bisticciano?


    Cricetone, perseverando, insiste:

    .....
    Un cavo che mette in evidenza le medie ed i bassi,vuol dire che riduce gli acuti in quanto è un cavo ad alta resistenza.
    .....

    Fossi in te non mi avventurerei oltre su questi terreni infidi. Si rischiano brutti incontri. E...perche' non..? - Pagina 3 625723


    _________________
    Gianni

    E...perche' non..? - Pagina 3 Organo10

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    E...perche' non..? - Pagina 3 Empty Re: E...perche' non..?

    Messaggio Da iano Ven Mag 25 2012, 09:44

    pierpabass ha scritto:
    Posso dirtelo anche io, come "assemblatore" di cavi per strumenti e bassista.
    Grazie e complimenti per le tue realizzazioni.
    Dicono in giro i tecnici che un buon amplificatore è quello che non fa "sentire" i cavi.
    Se però al posto dell'amplificatore c'è una chitarra elettrica la prospettiva cambia completamente.O no?
    I musicisti cavoscettici continueranno a dire che comunque le influenze sono minime,per quanto non del tutto trascurabili.
    Tu cosa ne pensi.
    Per uno come me che pensa che le influenze siano grandi,vuoi che vadano verso la neutralità o che vadano verso una "equalizzazione" che va oltre le righe della previsione teorica,l'argomento diventa estremamente interessante.
    Qui infatti non si tratta di riprodurre un suono,ma di costruirlo.
    Forse per risolvere l'annoso problema della influenza dei cavi una chitarra elettrica vale più di un impianto di riproduzione.O no? Rolling Eyes
    Ciao,Sebastiano.
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    E...perche' non..? - Pagina 3 Empty Re: E...perche' non..?

    Messaggio Da Frederick Ven Mag 25 2012, 09:57

    pierpabass ha scritto:
    Posso dirtelo anche io, come "assemblatore" di cavi per strumenti e bassista.
    Funziona con gli stessi principi: qualità dei connettori, neutralità del cavo, purezza dei materiali, ecc...
    Forse tra i musicisti ci sono molti più cavoscettici che non qui, ma ti assicuro che la differenza tra un buon cavo ed uno da pochi Euro si sente ad orecchio.
    Non si arriva in ogni caso a prezzi proibitivi come nell'hifi, anche se in alcuni casi si raggiunge una cifra totale equiparabile (pensa al cablaggio di una pedaliera o di un rack).
    Tanto per darti un'idea dei cavi che faccio:

    E...perche' non..? - Pagina 3 Silent10

    Quoto in pieno... E...perche' non..? - Pagina 3 704751
    l'effetto c'e' e si sente...chi non lo sente e' perche' e' concentrato a fare altro...cioe' suonare! E...perche' non..? - Pagina 3 775355
    il problema e' che nel professionale non ci si puo' spingere con le prestazioni piu' di tanto perche' il cavo deve essere prima di tutto robusto e affidabile!!!
    spesso lo si calpesta,deve essere molto flessibile e resistente alle piu' disparate situazioni atmosferiche...
    in piu' deve in caso di guasto essere facilmente riparabile.
    tutte queste cose limitano nella progettazione all'uso di geometrie semplici e robuste piu' che performanti!!
    Lo stesso vale per il cavo di alimentazione sugli amplificatori per chitarra.
    pero'...c'e' un mistero...il risultato e' diverso rispetto a quello che si ottiene con l'hi fi...forse perche' in mono.
    pierpabass
    pierpabass
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 293
    Data d'iscrizione : 25.01.12
    Età : 60
    Località : Venaria reale (TO)

    E...perche' non..? - Pagina 3 Empty Re: E...perche' non..?

    Messaggio Da pierpabass Ven Mag 25 2012, 10:05

    I due mondi, strumenti musicali e HiFi, sono IMHO assimilabili ed assolutamente trasversali.
    Inutile dire che quanto migliore è la qualità delle sorgenti (chitarra vs giradischi/CDP/player liquidi ecc...), delle elettroniche (testata vs pre/finale,integrato) e dei diffusori, quanto più si sentono le sfumature dei cavi.
    Personalmente applico gli stessi parametri per le due realtà: il miglior cavo è quello che non suona e che esalta le caratteristiche dei componenti che collega.
    Relativamente alle differenze, stavo per scrivere le stesse cose di Frederick, che mi ha "battuto" sul tempo.
    Ultima cosa: i volumi/pressioni sonore utilizzati dai musicisti sono ben diversi da quelli dell'impianto di casa, a voi dedurre le conseguenze...
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    E...perche' non..? - Pagina 3 Empty Re: E...perche' non..?

    Messaggio Da iano Ven Mag 25 2012, 10:23

    pierpabass ha scritto:il miglior cavo è quello che non suona e che esalta le caratteristiche dei componenti che collega.[/color]

    Grazie per le interessanti considerazioni. sunny
    Sulla parte quotata ho molti dubbi invece.
    Faccio un esempio richiamando la mia esperienza di autocostruttore dilettante.
    Infatti se da un lato rimane sacrosanto che la geometria influenza i parametri elettrici del cavo,eventualmente in direzione di una desiderata neutralità,ugualmente è verò che un cavo molto corto và nella stesa direzione.
    Eppure scommeterei che un White Gold di 2 metri (anche se io non li ho mai ascoltati) suonerà sempre meglio di uno spezzoncino di venti centimetri di purissimo rame.
    Se poi vogliamo sentire le influenze dei parametri elettrici sul suono dei cavi,basta prendere quello spezzoncino ed allungarlo fino a 2 metri per verificare che le differenze sono piccole e avolte il risultato migliora perfino.
    Quanto detto nell'ultimo periodo è perfettamente compatibile con la teoria.
    Quanto detto sopra invece no,e mi sembra la parte più interessante del discorso. sunny
    Ciao,Sebastiano.

      La data/ora di oggi è Sab Apr 13 2024, 08:27