Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Modifica Headamp gsx mk2. - Pagina 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Modifica Headamp gsx mk2.


barcar70
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 206
Data d'iscrizione : 27.07.15

 Modifica Headamp gsx mk2.  - Pagina 2 Empty Re: Modifica Headamp gsx mk2.

Messaggio Da barcar70 Sab Feb 20 2021, 00:54

@CLARK JR ha scritto:
@barcar70 ha scritto:"Ragazzi"  Rolling Eyes Rolling Eyes confermo tutto quanto detto da Mauro, anche io ho fatto fare da Giuliano delle sostituzioni di condensatori sia di segnale che di potenza con dei "MUNDORF" su un Megahertz 2x6080, credetemi che adesso la 800s (che prima era un piacere ascoltare) sembra di un altro pianeta (ovviamente con valvole 5998 Tungsol e Telefunken E88CC gold pin)
Giuliano è davvero un grande professionista che però non avendo negozi o marchi di proprietà probabilmente è conosciuto solo a livello amichevole, ma vi garantisco che avesse un marchio o un nome, in molti blasonati avrebbero già chiuso i battenti...tutto ciò lo dico con cognizione di causa!
Buona musica a tutti.
Vedo che lo conosci molto bene.. applausi applausi
Purtroppo non ho avuto il piacere di conoscerlo di persona, comunque lo conosco da circa due anni e mezzo e posso dire di conoscerlo bene !!!
heartbreaker
heartbreaker
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 338
Data d'iscrizione : 15.08.15

 Modifica Headamp gsx mk2.  - Pagina 2 Empty Re: Modifica Headamp gsx mk2.

Messaggio Da heartbreaker Sab Feb 20 2021, 09:57

@metamorph63 ha scritto:
@remasters ha scritto:In realtà secondo me avete ragione sia tu che il Barone. La sostituzione dei condensatori (e anche del cablaggio interno) è un'operazione che ho avuto modo di effettuare in svariate occasioni (l'ultima è stata fatta sul Teorema Acustico direttamente dal produttore). Il miglioramento acustico che apporta una siffatta modifica è indubbio e slegato dalla mera percezione acustica; quantificare tale miglioramento è però possibile solo avendo una macchina non modificata accanto, collegata alla stessa sorgente con uno switch, ed è questo secondo me il punto. La memoria acustica (almeno la mia) è estremamente fallace e potrei citare tanti episodi. L'ultimo, seppure forse non calzi proprio a pennello, riguarda l'arrivo di un Wells Audio Headtrip che posseggo da un paio di mesi. Il primo giorno, dopo averlo fatto riscaldare, ho collegato la Abyss e ho esclamato dopo la prima sessione di ascolto "Questo è il miglior ampli che abbia mai pilotato la mia Abyss" (premetto che avevo ascoltato con il Teorema Acustico solo il giorno precedente all'acquisto del Wells). Dopo aver passato una settimana in luna di miele con il mio nuovo giocattolo, ho deciso di fare una prova con lo switch tra i due ampli: con mia somma sorpresa nella realtà con la Abyss, in un confronto ravvicinato, preferivo il Teorema per la sua indubbia superiore raffinatezza. Il Wells Audio, ottimo ampli, è più potente e quello che mi aveva entusiasmato all'inizio era solo la maggior spinta che esprimeva a basso volume. E di esempi come questi potrei citarne a iosa: stadio di uscita a valvole collegato tra dac e preamplificatore. Prima impressione: il pre ha un volume più gestibile e posso alzare di più il volume, sostanzialmente lo stadio di uscita mi abbassa il gain (ero convinto di questo). Dopo qualche giorno, scollegato lo stadio per una prova, mi accorgo che il volume con il pre era esattamente identico, suonava solo meglio, più pulito e avevo voglia di alzare di più il volume. Tutto questo papello perdire solo che la (almeno la mia) memoria io la lascerei da parte in questi confronti...l'entusiasmo per il nuovo giocattolo ci condiziona troppo...
In parte hai ragione, ma la memoria acustica in generale non è affatto fallace, a patto che sia ben allenata e metodologicamente disciplinata. E' importante avere un playlist degli stessi brani d'ascolto, per fare i confronti; cosa ancora più importante è non farsi prendere dalle emozioni e dai sentimenti mai, quando si testa una cuffia o un amplificatore, e verificare che gli ascolti precedenti e successivi siano fatti allo stesso volume e con la stessa sorgente ovviamente, nonché con la stessa cuffia.  Certo, se uno possiede troppi giocattoli, ed è emotivo, è facile confondersi, ma se ascolti lo stesso ampli per anni, poi cambi qualcosa, e dopo qualche giorno riascolti, non dovresti essere così rimbambito da fare confusione. Certo, il confronto diretto è sempre l'ideale, ma non è che uno compra più copie dello stesso apparecchio, è poco fattibile.
A patto di essere noi i modificatori degli apparecchi, o di avere chi ce lo fa a portata di ... auto, moto bicicletta, esiste un modo molto semplice di fare questi confronti ed quello di ( rullo di tamburi)... modificare un solo canale inizialmente  e poi ascoltare con una sorgente mono la differenza fra quello modificato e quello rimasto " nature".
Poi, si! la memoria acustica può o non può essere fallace a seconda delle nostre capacità ed allenamento, solo che in questo modo ci togliamo molte ansie e sfatiamo molti miti.
Incidentalmente la sostituzione degli elettrolitici con  gli Elna Silmic II o i Nichicon migliori per uso audio porta ai risultati descritti, sempre che il progetto di base non sia una ciofeca.
remasters
remasters
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1205
Data d'iscrizione : 12.08.15
Età : 50
Località : PALERMO

 Modifica Headamp gsx mk2.  - Pagina 2 Empty Re: Modifica Headamp gsx mk2.

Messaggio Da remasters Sab Feb 20 2021, 10:10

L ho scritto prima e lo ripeto. Io non contesto affatto i miglioramenti (le modifiche le ho fatte anche io ai miei apparecchi) che ci sono e sono ascoltabili. Dico semplicemente che la portata di questi miglioramenti è difficile da misurare perché inficiato da vari fattori. Quando compriamo un apparecchio nuovo noi ci sediamo con uno spirito diverso: siamo lì ad ascoltare tutti i dettagli, cosa che non facciamo quando ascoltiamo rilassati il “vecchio” apparecchio. Quante volte (è capitato a tutti) dopo un lungo fermo dell impianto (per vacanze o lavoro), riaccendendo ci è capitato di esclamare “quanto suona bene questo impianto!”? Forse che in quelle occasioni avevamo cambiato apparecchio? Il concetto che intendo esprimere è uno e semplice: al di la dei facili entusiasmi, la portata del miglioramento può essere quantificata solo confrontando l apparecchio modificato accanto a quello liscio (e magari scopriamo che è anche superiore il miglioramento rispetto a quello che pensiamo).

    La data/ora di oggi è Lun Dic 06 2021, 17:58