Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
cariche elettrostatiche dopo lavaggio...
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

avatar
andrea@n
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 809
Data d'iscrizione : 28.12.12
Località : Reggio Emilia

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da andrea@n Lun Mag 17 2021, 21:38

Chiedo,
ho lavato alcuni cofanetti di Classica, arrivati da poco ,tutti NM o M  ,dove inizialmente al primo ascolto erano pieni di scariche elettrostatiche ,ho provato a lavarli con la okki nokki,liquido fatto con acqua osmotizzata (la prendo in azienda) e alcool isopropilico.
Dopo il lavaggio però le scariche sono rimaste anche se in forma molto minore...
devo rilavarli?
Ho sbagliato qualche cosa?
in molti anni di vinile e lavaggi non mi era mai capitata una cosa simile...
AlessandroCatalano
AlessandroCatalano
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 644
Data d'iscrizione : 12.02.17
Età : 66
Località : Roma

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da AlessandroCatalano Mar Mag 18 2021, 13:54

andrea@n ha scritto:Chiedo,
ho lavato alcuni cofanetti di Classica, arrivati da poco ,tutti NM o M  ,dove inizialmente al primo ascolto erano pieni di scariche elettrostatiche ,ho provato a lavarli con la okki nokki,liquido fatto con acqua osmotizzata (la prendo in azienda) e alcool isopropilico.
Dopo il lavaggio però le scariche sono rimaste anche se in forma molto minore...
devo rilavarli?
Ho sbagliato qualche cosa?
in molti anni di vinile e lavaggi non mi era mai capitata una cosa simile...
Buongiorno Andrea,

Ti consiglierei di leggere il thread "Miscela lavadischi" da cui potrai trovare molti spunti interessanti in materia.

Un saluto

Alessandro


_________________
Alessandro

AA Puccini Anniversary by Airtech - SME Model 10 - SME Series IV - Stage-Phono Benz Micro PP1 T9 Benz Micro LP - Sonus faber Olympica II - Cavi: Airtech Zero (Prototipi Test Alimentazione, Interconnessione, potenza e phono), Airtech Alfa carbonio Alimentazione dedicata alla PSU dello SME. cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 972395
Salvatore Pagano
Salvatore Pagano
Member
Member

Numero di messaggi : 68
Data d'iscrizione : 27.11.20
Età : 42
Località : Firenze

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da Salvatore Pagano Mar Mag 18 2021, 20:29

Quoto il consiglio di Alessandro, di là stiamo trattando a fondo la materia. ;)
Comunque, non vorrei entrare a gamba tesa su ciò che viene comunemente "tramandato" sull'effetto uditivo delle cariche elettrostatiche, ma forse a volte si esagera. Se un disco è caricato elettrostaticamente si nota subito, già da quando lo levi dalla inner sleeve che risulta appiccicata o quasi. Se vola un pezzetto di cellophane accanto al disco, viene attratto e ci si piazza sopra. L'attrazione si sente parecchio, insomma. Se c'è polvere sul disco, oltre a continuare ad attirarne nell'aria circostante, sarà difficile rimuoverla con una classica spazzolina se non impossibile.
L'unico metodo in quei casi sicuro è il lavaggio, come giustamente hai fatto.

Intanto ti direi di provare a inserire nella miscela qualche goccia di tensioattivo (se non hai un liquido apposito fai una prova intanto con poche gocce di detersivo per i piatti, ne bastano un paio). Serve sempre e magari riesci così a penetrare più a fondo nei solchi per togliere il sudicio.

Detto questo occhio, come dicevo, al discorso uditivo. Perché se senti ancora rumor netti, non voglio escludere nulla sulla teoria dell'elettrostaticità, ma per mia esperienza... assai più spesso sono micrograffi e difetti nei solchi (che esistono anche di fabbrica, ahimé).
O magari è sporco particolarmente incrostato che potrebbe risolversi con l'uso di una macchina ad ultrasuoni (ne stavamo parlando del topic suggerito da Alessandro) o altri lavaggi.

Il punto è che se il disco dopo il lavaggio non sembra più attrarre particelle o appiccicarsi alle inner, allora la carica statica l'hai tolta a tutti gli effetti. A quel punto se fa rumore o è ancora sporco o sono graffi/difetti dei dischi, magari quelli di una partita di dischi stampati non benissimo. O entrambi i motivi, da cui la diminuzione di alcuni rumori, ma non l'eliminazione di altri. ;)


_________________
Giradischi Rega P8 - Testina MC Hana SL a bassa uscita - Pre Phono Gold Note PH10 + superalimentatore PSU10 - Streamer/dac Bluesound Node 2021 (+ PD Creative Inteface & SMPSU Upgrade) - Amplificatore Audio Analogue Puccini Anniversary Airtech - Cavi di potenza Tellurium Q Black II - Diffusori Harbeth C7ES3 + Supertweeter TakeT Batpure su basette CROM - Stand e rack Solidsteel SS-5/S5-4 Anniversary
AlessandroCatalano
AlessandroCatalano
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 644
Data d'iscrizione : 12.02.17
Età : 66
Località : Roma

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da AlessandroCatalano Mar Mag 18 2021, 21:09

Salvatore Pagano ha scritto:Quoto il consiglio di Alessandro, di là stiamo trattando a fondo la materia. ;)
Comunque, non vorrei entrare a gamba tesa su ciò che viene comunemente "tramandato" sull'effetto uditivo delle cariche elettrostatiche, ma forse a volte si esagera. Se un disco è caricato elettrostaticamente si nota subito, già da quando lo levi dalla inner sleeve che risulta appiccicata o quasi. Se vola un pezzetto di cellophane accanto al disco, viene attratto e ci si piazza sopra. L'attrazione si sente parecchio, insomma. Se c'è polvere sul disco, oltre a continuare ad attirarne nell'aria circostante, sarà difficile rimuoverla con una classica spazzolina se non impossibile.
L'unico metodo in quei casi sicuro è il lavaggio, come giustamente hai fatto.

Intanto ti direi di provare a inserire nella miscela qualche goccia di tensioattivo (se non hai un liquido apposito fai una prova intanto con poche gocce di detersivo per i piatti, ne bastano un paio). Serve sempre e magari riesci così a penetrare più a fondo nei solchi per togliere il sudicio.

Detto questo occhio, come dicevo, al discorso uditivo. Perché se senti ancora rumor netti, non voglio escludere nulla sulla teoria dell'elettrostaticità, ma per mia esperienza... assai più spesso sono micrograffi e difetti nei solchi (che esistono anche di fabbrica, ahimé).
O magari è sporco particolarmente incrostato che potrebbe risolversi con l'uso di una macchina ad ultrasuoni (ne stavamo parlando del topic suggerito da Alessandro) o altri lavaggi.

Il punto è che se il disco dopo il lavaggio non sembra più attrarre particelle o appiccicarsi alle inner, allora la carica statica l'hai tolta a tutti gli effetti. A quel punto se fa rumore o è ancora sporco o sono graffi/difetti dei dischi, magari quelli di una partita di dischi stampati non benissimo. O entrambi i motivi, da cui la diminuzione di alcuni rumori, ma non l'eliminazione di altri. ;)
Ciao Salvatore,

Molto ben puntualizzato cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 704751cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 704751

Un saluto

Alessandro


_________________
Alessandro

AA Puccini Anniversary by Airtech - SME Model 10 - SME Series IV - Stage-Phono Benz Micro PP1 T9 Benz Micro LP - Sonus faber Olympica II - Cavi: Airtech Zero (Prototipi Test Alimentazione, Interconnessione, potenza e phono), Airtech Alfa carbonio Alimentazione dedicata alla PSU dello SME. cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 972395
avatar
andrea@n
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 809
Data d'iscrizione : 28.12.12
Località : Reggio Emilia

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da andrea@n Sab Mag 22 2021, 07:39

Salvatore Pagano ha scritto:Quoto il consiglio di Alessandro, di là stiamo trattando a fondo la materia. ;)
Comunque, non vorrei entrare a gamba tesa su ciò che viene comunemente "tramandato" sull'effetto uditivo delle cariche elettrostatiche, ma forse a volte si esagera. Se un disco è caricato elettrostaticamente si nota subito, già da quando lo levi dalla inner sleeve che risulta appiccicata o quasi. Se vola un pezzetto di cellophane accanto al disco, viene attratto e ci si piazza sopra. L'attrazione si sente parecchio, insomma. Se c'è polvere sul disco, oltre a continuare ad attirarne nell'aria circostante, sarà difficile rimuoverla con una classica spazzolina se non impossibile.
L'unico metodo in quei casi sicuro è il lavaggio, come giustamente hai fatto.

Intanto ti direi di provare a inserire nella miscela qualche goccia di tensioattivo (se non hai un liquido apposito fai una prova intanto con poche gocce di detersivo per i piatti, ne bastano un paio). Serve sempre e magari riesci così a penetrare più a fondo nei solchi per togliere il sudicio.

Detto questo occhio, come dicevo, al discorso uditivo. Perché se senti ancora rumor netti, non voglio escludere nulla sulla teoria dell'elettrostaticità, ma per mia esperienza... assai più spesso sono micrograffi e difetti nei solchi (che esistono anche di fabbrica, ahimé).
O magari è sporco particolarmente incrostato che potrebbe risolversi con l'uso di una macchina ad ultrasuoni (ne stavamo parlando del topic suggerito da Alessandro) o altri lavaggi.

Il punto è che se il disco dopo il lavaggio non sembra più attrarre particelle o appiccicarsi alle inner, allora la carica statica l'hai tolta a tutti gli effetti. A quel punto se fa rumore o è ancora sporco o sono graffi/difetti dei dischi, magari quelli di una partita di dischi stampati non benissimo. O entrambi i motivi, da cui la diminuzione di alcuni rumori, ma non l'eliminazione di altri. ;)


Grazie per la risposta 
Credo di aver individuato il problema....avrò sicuramente qualcosa che non va’ nell’impianto....
Ho notato che a volte quando tolgo il vinile sento uno scoppiettio....oppure a volte,durante la riproduzione se tocco con il clamp (di metallo) il perno del giradischi vedo una piccola scintilla con un leggerissimo scoppiettio ....tutte le masse sono collegate....
Potrebbe essere che si è staccato il cavetto massa all’interno  del braccio..cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 98542
Oppure potrebbe essere la testina che ha il corpo in metallo...cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 98542
Il giradischi è un Nottingham Spacedek Ace,ed il braccio uno SpaceArm,testina VDH DDT
Salvatore Pagano
Salvatore Pagano
Member
Member

Numero di messaggi : 68
Data d'iscrizione : 27.11.20
Età : 42
Località : Firenze

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da Salvatore Pagano Sab Mag 22 2021, 10:23

andrea@n ha scritto:
Salvatore Pagano ha scritto:Quoto il consiglio di Alessandro, di là stiamo trattando a fondo la materia. ;)
Comunque, non vorrei entrare a gamba tesa su ciò che viene comunemente "tramandato" sull'effetto uditivo delle cariche elettrostatiche, ma forse a volte si esagera. Se un disco è caricato elettrostaticamente si nota subito, già da quando lo levi dalla inner sleeve che risulta appiccicata o quasi. Se vola un pezzetto di cellophane accanto al disco, viene attratto e ci si piazza sopra. L'attrazione si sente parecchio, insomma. Se c'è polvere sul disco, oltre a continuare ad attirarne nell'aria circostante, sarà difficile rimuoverla con una classica spazzolina se non impossibile.
L'unico metodo in quei casi sicuro è il lavaggio, come giustamente hai fatto.

Intanto ti direi di provare a inserire nella miscela qualche goccia di tensioattivo (se non hai un liquido apposito fai una prova intanto con poche gocce di detersivo per i piatti, ne bastano un paio). Serve sempre e magari riesci così a penetrare più a fondo nei solchi per togliere il sudicio.

Detto questo occhio, come dicevo, al discorso uditivo. Perché se senti ancora rumor netti, non voglio escludere nulla sulla teoria dell'elettrostaticità, ma per mia esperienza... assai più spesso sono micrograffi e difetti nei solchi (che esistono anche di fabbrica, ahimé).
O magari è sporco particolarmente incrostato che potrebbe risolversi con l'uso di una macchina ad ultrasuoni (ne stavamo parlando del topic suggerito da Alessandro) o altri lavaggi.

Il punto è che se il disco dopo il lavaggio non sembra più attrarre particelle o appiccicarsi alle inner, allora la carica statica l'hai tolta a tutti gli effetti. A quel punto se fa rumore o è ancora sporco o sono graffi/difetti dei dischi, magari quelli di una partita di dischi stampati non benissimo. O entrambi i motivi, da cui la diminuzione di alcuni rumori, ma non l'eliminazione di altri. ;)


Grazie per la risposta 
Credo di aver individuato il problema....avrò sicuramente qualcosa che non va’ nell’impianto....
Ho notato che a volte quando tolgo il vinile sento uno scoppiettio....oppure a volte,durante la riproduzione se tocco con il clamp (di metallo) il perno del giradischi vedo una piccola scintilla con un leggerissimo scoppiettio ....tutte le masse sono collegate....
Potrebbe essere che si è staccato il cavetto massa all’interno  del braccio..cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 98542
Oppure potrebbe essere la testina che ha il corpo in metallo...cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 98542
Il giradischi è un Nottingham Spacedek Ace,ed il braccio uno SpaceArm,testina VDH DDT

Non ti allarmare, si tratta di una cosa abbastanza tipica in certi periodi di aria secca (o in giornate molto ventose), se indossi scarpe da ginnastica o altre con suole simili o vestiti con particolari tessuti. Il giradischi non c'entra, sei tu ad essere caricato elettrostaticamente e vai a scaricarti (la scintilla che vedi) sulla prima parte in metallo che tocchi.
È lo stesso principio per cui a volte prendi la scossa sulla portiera dell'auto.
In questi periodi cerca di avere degli umidificatori nella stanza che rendano l'aria non troppo secca e prima di toccare il giradischi tocca sempre qualche altra superificie che ti permetta di scaricarti.
;)


_________________
Giradischi Rega P8 - Testina MC Hana SL a bassa uscita - Pre Phono Gold Note PH10 + superalimentatore PSU10 - Streamer/dac Bluesound Node 2021 (+ PD Creative Inteface & SMPSU Upgrade) - Amplificatore Audio Analogue Puccini Anniversary Airtech - Cavi di potenza Tellurium Q Black II - Diffusori Harbeth C7ES3 + Supertweeter TakeT Batpure su basette CROM - Stand e rack Solidsteel SS-5/S5-4 Anniversary
nico 61
nico 61
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 543
Data d'iscrizione : 20.10.19
Età : 61
Località : Valdagno Vicenza

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da nico 61 Dom Mag 23 2021, 01:08

E butta via la spazzolina con le fibre in carbonio, e procurati una con le setole con pelo di capra, guarda l'amazzone. 
Nico.
avatar
andrea@n
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 809
Data d'iscrizione : 28.12.12
Località : Reggio Emilia

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da andrea@n Mer Mag 26 2021, 06:45

Ho Salvatore Pagano ha scritto:
andrea@n ha scritto:
Salvatore Pagano ha scritto:Quoto il consiglio di Alessandro, di là stiamo trattando a fondo la materia. ;)
Comunque, non vorrei entrare a gamba tesa su ciò che viene comunemente "tramandato" sull'effetto uditivo delle cariche elettrostatiche, ma forse a volte si esagera. Se un disco è caricato elettrostaticamente si nota subito, già da quando lo levi dalla inner sleeve che risulta appiccicata o quasi. Se vola un pezzetto di cellophane accanto al disco, viene attratto e ci si piazza sopra. L'attrazione si sente parecchio, insomma. Se c'è polvere sul disco, oltre a continuare ad attirarne nell'aria circostante, sarà difficile rimuoverla con una classica spazzolina se non impossibile.
L'unico metodo in quei casi sicuro è il lavaggio, come giustamente hai fatto.

Intanto ti direi di provare a inserire nella miscela qualche goccia di tensioattivo (se non hai un liquido apposito fai una prova intanto con poche gocce di detersivo per i piatti, ne bastano un paio). Serve sempre e magari riesci così a penetrare più a fondo nei solchi per togliere il sudicio.

Detto questo occhio, come dicevo, al discorso uditivo. Perché se senti ancora rumor netti, non voglio escludere nulla sulla teoria dell'elettrostaticità, ma per mia esperienza... assai più spesso sono micrograffi e difetti nei solchi (che esistono anche di fabbrica, ahimé).
O magari è sporco particolarmente incrostato che potrebbe risolversi con l'uso di una macchina ad ultrasuoni (ne stavamo parlando del topic suggerito da Alessandro) o altri lavaggi.

Il punto è che se il disco dopo il lavaggio non sembra più attrarre particelle o appiccicarsi alle inner, allora la carica statica l'hai tolta a tutti gli effetti. A quel punto se fa rumore o è ancora sporco o sono graffi/difetti dei dischi, magari quelli di una partita di dischi stampati non benissimo. O entrambi i motivi, da cui la diminuzione di alcuni rumori, ma non l'eliminazione di altri. ;)


Grazie per la risposta 
Credo di aver individuato il problema....avrò sicuramente qualcosa che non va’ nell’impianto....
Ho notato che a volte quando tolgo il vinile sento uno scoppiettio....oppure a volte,durante la riproduzione se tocco con il clamp (di metallo) il perno del giradischi vedo una piccola scintilla con un leggerissimo scoppiettio ....tutte le masse sono collegate....
Potrebbe essere che si è staccato il cavetto massa all’interno  del braccio..cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 98542
Oppure potrebbe essere la testina che ha il corpo in metallo...cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 98542
Il giradischi è un Nottingham Spacedek Ace,ed il braccio uno SpaceArm,testina VDH DDT

Non ti allarmare, si tratta di una cosa abbastanza tipica in certi periodi di aria secca (o in giornate molto ventose), se indossi scarpe da ginnastica o altre con suole simili o vestiti con particolari tessuti. Il giradischi non c'entra, sei tu ad essere caricato elettrostaticamente e vai a scaricarti (la scintilla che vedi) sulla prima parte in metallo che tocchi.
È lo stesso principio per cui a volte prendi la scossa sulla portiera dell'auto.
In questi periodi cerca di avere degli umidificatori nella stanza che rendano l'aria non troppo secca e prima di toccare il giradischi tocca sempre qualche altra superificie che ti permetta di scaricarti.
;)
Mah...io credo che sia dovuto o al braccio del giradischi,che per un qualche motivo non fa massa,oppure l’ispirazione della mia Lavadischi....perché non è possibile che tutti i dischi lavati dopo un po’ si caricano elettrostaticamente! cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 98542
nico 61
nico 61
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 543
Data d'iscrizione : 20.10.19
Età : 61
Località : Valdagno Vicenza

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da nico 61 Mer Mag 26 2021, 10:13

Per prevenire in parte il problema, sostituisco sempre la busta di carta con una rivestita in nylon antistatico, poi quando ripongo il disco sul piatto, tocco sempre il perno centrale per scaricare eventuali scariche statiche dal mio corpo, e uso una spazzola caprina per togliere la polvere presente nell'aria. Oppure inumidire la spazzola con acqua demineralizza.
Nico.
Salvatore Pagano
Salvatore Pagano
Member
Member

Numero di messaggi : 68
Data d'iscrizione : 27.11.20
Età : 42
Località : Firenze

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da Salvatore Pagano Mer Mag 26 2021, 10:23

andrea@n ha scritto:
Ho Salvatore Pagano ha scritto:
andrea@n ha scritto:
Salvatore Pagano ha scritto:Quoto il consiglio di Alessandro, di là stiamo trattando a fondo la materia. ;)
Comunque, non vorrei entrare a gamba tesa su ciò che viene comunemente "tramandato" sull'effetto uditivo delle cariche elettrostatiche, ma forse a volte si esagera. Se un disco è caricato elettrostaticamente si nota subito, già da quando lo levi dalla inner sleeve che risulta appiccicata o quasi. Se vola un pezzetto di cellophane accanto al disco, viene attratto e ci si piazza sopra. L'attrazione si sente parecchio, insomma. Se c'è polvere sul disco, oltre a continuare ad attirarne nell'aria circostante, sarà difficile rimuoverla con una classica spazzolina se non impossibile.
L'unico metodo in quei casi sicuro è il lavaggio, come giustamente hai fatto.

Intanto ti direi di provare a inserire nella miscela qualche goccia di tensioattivo (se non hai un liquido apposito fai una prova intanto con poche gocce di detersivo per i piatti, ne bastano un paio). Serve sempre e magari riesci così a penetrare più a fondo nei solchi per togliere il sudicio.

Detto questo occhio, come dicevo, al discorso uditivo. Perché se senti ancora rumor netti, non voglio escludere nulla sulla teoria dell'elettrostaticità, ma per mia esperienza... assai più spesso sono micrograffi e difetti nei solchi (che esistono anche di fabbrica, ahimé).
O magari è sporco particolarmente incrostato che potrebbe risolversi con l'uso di una macchina ad ultrasuoni (ne stavamo parlando del topic suggerito da Alessandro) o altri lavaggi.

Il punto è che se il disco dopo il lavaggio non sembra più attrarre particelle o appiccicarsi alle inner, allora la carica statica l'hai tolta a tutti gli effetti. A quel punto se fa rumore o è ancora sporco o sono graffi/difetti dei dischi, magari quelli di una partita di dischi stampati non benissimo. O entrambi i motivi, da cui la diminuzione di alcuni rumori, ma non l'eliminazione di altri. ;)


Grazie per la risposta 
Credo di aver individuato il problema....avrò sicuramente qualcosa che non va’ nell’impianto....
Ho notato che a volte quando tolgo il vinile sento uno scoppiettio....oppure a volte,durante la riproduzione se tocco con il clamp (di metallo) il perno del giradischi vedo una piccola scintilla con un leggerissimo scoppiettio ....tutte le masse sono collegate....
Potrebbe essere che si è staccato il cavetto massa all’interno  del braccio..cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 98542
Oppure potrebbe essere la testina che ha il corpo in metallo...cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 98542
Il giradischi è un Nottingham Spacedek Ace,ed il braccio uno SpaceArm,testina VDH DDT

Non ti allarmare, si tratta di una cosa abbastanza tipica in certi periodi di aria secca (o in giornate molto ventose), se indossi scarpe da ginnastica o altre con suole simili o vestiti con particolari tessuti. Il giradischi non c'entra, sei tu ad essere caricato elettrostaticamente e vai a scaricarti (la scintilla che vedi) sulla prima parte in metallo che tocchi.
È lo stesso principio per cui a volte prendi la scossa sulla portiera dell'auto.
In questi periodi cerca di avere degli umidificatori nella stanza che rendano l'aria non troppo secca e prima di toccare il giradischi tocca sempre qualche altra superificie che ti permetta di scaricarti.
;)
Mah...io credo che sia dovuto o al braccio del giradischi,che per un qualche motivo non fa massa,oppure l’ispirazione della mia Lavadischi....perché non è possibile che tutti i dischi lavati dopo un po’ si caricano elettrostaticamente! cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 98542


Io concordo con Nico, magari sono le buste interne che devi sostituire con delle antistatiche. Come ti ho detto la "scintilla" che prendi sul perno non è la carica del disco, è quella che hai addosso. Certo, un controllo al cavetto di massa fallo comunque ovviamente, ma 99% delle volte è così. Se fosse il braccio del giradischi sentiresti un ronzio dalle casse alzando il volume, se non lo senti vuol dire che la massa sta funzionando in maniera corretta.
Se il disco si è (ri)caricato elettrostaticamente, avvicinandoci un capello o altro di molto leggero dovresti vederlo attirare sulla sua superficie e restare attaccato anche se capovolgi il disco. Fai una prova, se non succede il disco non è caricato. Poi come ti dicevo usa il tensioattivo e non fare troppi giri di aspirazione quando asciughi.;)


_________________
Giradischi Rega P8 - Testina MC Hana SL a bassa uscita - Pre Phono Gold Note PH10 + superalimentatore PSU10 - Streamer/dac Bluesound Node 2021 (+ PD Creative Inteface & SMPSU Upgrade) - Amplificatore Audio Analogue Puccini Anniversary Airtech - Cavi di potenza Tellurium Q Black II - Diffusori Harbeth C7ES3 + Supertweeter TakeT Batpure su basette CROM - Stand e rack Solidsteel SS-5/S5-4 Anniversary
Adelmo
Adelmo
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 186
Data d'iscrizione : 08.03.15
Località : Imola

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da Adelmo Mer Mag 26 2021, 14:43

andrea@n ha scritto:Chiedo,
ho lavato alcuni cofanetti di Classica, arrivati da poco ,tutti NM o M  ,dove inizialmente al primo ascolto erano pieni di scariche elettrostatiche ,ho provato a lavarli con la okki nokki,liquido fatto con acqua osmotizzata (la prendo in azienda) e alcool isopropilico.
Dopo il lavaggio però le scariche sono rimaste anche se in forma molto minore...
devo rilavarli?
Ho sbagliato qualche cosa?
in molti anni di vinile e lavaggi non mi era mai capitata una cosa simile...
 Slave,

Il tuo Gira ha un piatto in acrylico ?

Saluti

Adelmo
avatar
andrea@n
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 809
Data d'iscrizione : 28.12.12
Località : Reggio Emilia

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da andrea@n Mer Mag 26 2021, 19:04

4kgAdelmo ha scritto:
andrea@n ha scritto:Chiedo,
ho lavato alcuni cofanetti di Classica, arrivati da poco ,tutti NM o M  ,dove inizialmente al primo ascolto erano pieni di scariche elettrostatiche ,ho provato a lavarli con la okki nokki,liquido fatto con acqua osmotizzata (la prendo in azienda) e alcool isopropilico.
Dopo il lavaggio però le scariche sono rimaste anche se in forma molto minore...
devo rilavarli?
Ho sbagliato qualche cosa?
in molti anni di vinile e lavaggi non mi era mai capitata una cosa simile...
 Slave,

Il tuo Gira ha un piatto in acrylico ?

Saluti
Il materiale non lo so...so che pesa circa 4kg
Salvatore Pagano
Salvatore Pagano
Member
Member

Numero di messaggi : 68
Data d'iscrizione : 27.11.20
Età : 42
Località : Firenze

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da Salvatore Pagano Gio Mag 27 2021, 09:40

Il piatto del Notthingam dovrebbe essere un misto di leghe e gomma, non acrilico.
In generale comunque non vedrei l'acrilico come una determinante, il mio giradischi è praticamente quasi tutto in acrilico (base, piatto e anche il mat che uso è dello stesso materiale), ma non ho problemi di dischi che si caricano, continuo a ritenere che sia quasi sicuramente il "problema" che molti di noi riscontrano in giornate particolari (non ho comunque ancora capito se i dischi siano effettivamente carichi o no dopo l'ascolto, si è parlato solo di una scossa quando si tocca la prima parte metallica, il che non è indice di dischi "ricaricati" di statica).
Detto questo, non che un mat di materiale antistatico non possa tornare utile, in generale. Ma alla Notthingam sanno il fatto loro e non ho dubbi che il loro piatto non abbia la capacità di caricare i dischi, visto il particolare progetto multimateriale lo avrebbero messo eventualmente in conto e risolto. :)

Ricapitolando secondo me (poi non insisto più perché non vorrei diventare pedante e poi non è detto che abbia io la verità in tasca, faccio solo l'ipotesi più plausibile):

1. se non c'è ronzio dalle casse, vuol dire che il cavetto di massa del giradischi sta funzionando correttamente, in caso contrario l'effetto sarebbe udibile
2. un disco "ricaricato" elettrostaticamente ha delle precise proprietà fisiche che tendono ad attirare polvere, capelli e altre componenti leggere (nonché la stessa inner sleeve) con un effetto "adesivo", se ciò non succede il disco non è carico
3. se l'effetto preoccupante è la scossetta toccando una parte metallica, è bene provare a scaricarsi prima toccando un'altra superficie e/o facendo attenzione alla tipologia di suola delle scarpe e a vestiti con tessuti soggetti a caricamento elettrostatico
4. rumoretti durante la riproduzione sono al 90% (io direi pure 99%) causati più da sporco o difetti del disco, che dalla sua eventuale carica elettrostatica
5. l'uso di un tensioattivo nella miscela per il lavaggio è altamente consigliato (nella mia esperienza oltre a pulire più a fondo previene anche molto meglio la carica elettrostatica), come anche non fare troppi giri di aspirazione per l'asciugatura ed usare sempre inner sleeve antistatiche (sostituendole alle originali se queste non lo sono)

Lascio la parola ad altri che magari possono ipotizzare altre variabili possibili che ancora non sono venute fuori. :)


_________________
Giradischi Rega P8 - Testina MC Hana SL a bassa uscita - Pre Phono Gold Note PH10 + superalimentatore PSU10 - Streamer/dac Bluesound Node 2021 (+ PD Creative Inteface & SMPSU Upgrade) - Amplificatore Audio Analogue Puccini Anniversary Airtech - Cavi di potenza Tellurium Q Black II - Diffusori Harbeth C7ES3 + Supertweeter TakeT Batpure su basette CROM - Stand e rack Solidsteel SS-5/S5-4 Anniversary
nico 61
nico 61
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 543
Data d'iscrizione : 20.10.19
Età : 61
Località : Valdagno Vicenza

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da nico 61 Gio Mag 27 2021, 12:32

L'uso dei tensioattivi e molto importante perché si dissolvono in acqua e aiutano a rimuovere il materiale che si deposita nei solchi. Io abito in centro città ma in mezzo a un bosco, in questi giorni se piove non ho problemi di statica, ma appena esce il sole e bella che tornata, visto questo ho lasciato un disco sul piatto del giradischi con la cappa abbassata, per una giornata, ho chiesto ad un amico chimico se poteva fare un'analisi sul deposito rilevato sul disco. E venuto in casa e con un tampone di raccolta ha prelevato in tre punti diversi sul disco, e li ha analizzati, dopo tre giorni ho ricevuto la risposta, polvere, spore fresche e spore vecchie definite rinsechite, polline.
Stabilendo che la parte secca era depositata nel fondo del solco.
Perciò mi ha consigliato l'uso di un detergente antibatterico, perché le spore possono generare muffe proliferanti.
E abbiamo fatto un altro test, ho preso dei dischi di musica classica,che avevo reperito in edicola tanti anni fa, e li abbiamo lavati con la ultrasuoni, dopo 14 minuti di lavaggio, nel fondo della vasca c'erano delle palline gelatinose che ha raccolto con una pipetta aspirando dal fondo vasca per analizzarle. Risultato funghi agglomerati.
Nico.
avatar
andrea@n
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 809
Data d'iscrizione : 28.12.12
Località : Reggio Emilia

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da andrea@n Gio Mag 27 2021, 18:14

Salvatore Pagano ha scritto:Il piatto del Notthingam dovrebbe essere un misto di leghe e gomma, non acrilico.
In generale comunque non vedrei l'acrilico come una determinante, il mio giradischi è praticamente quasi tutto in acrilico (base, piatto e anche il mat che uso è dello stesso materiale), ma non ho problemi di dischi che si caricano, continuo a ritenere che sia quasi sicuramente il "problema" che molti di noi riscontrano in giornate particolari (non ho comunque ancora capito se i dischi siano effettivamente carichi o no dopo l'ascolto, si è parlato solo di una scossa quando si tocca la prima parte metallica, il che non è indice di dischi "ricaricati" di statica).
Detto questo, non che un mat di materiale antistatico non possa tornare utile, in generale. Ma alla Notthingam sanno il fatto loro e non ho dubbi che il loro piatto non abbia la capacità di caricare i dischi, visto il particolare progetto multimateriale lo avrebbero messo eventualmente in conto e risolto. :)

Ricapitolando secondo me (poi non insisto più perché non vorrei diventare pedante e poi non è detto che abbia io la verità in tasca, faccio solo l'ipotesi più plausibile):

1. se non c'è ronzio dalle casse, vuol dire che il cavetto di massa del giradischi sta funzionando correttamente, in caso contrario l'effetto sarebbe udibile
2. un disco "ricaricato" elettrostaticamente ha delle precise proprietà fisiche che tendono ad attirare polvere, capelli e altre componenti leggere (nonché la stessa inner sleeve) con un effetto "adesivo", se ciò non succede il disco non è carico
3. se l'effetto preoccupante è la scossetta toccando una parte metallica, è bene provare a scaricarsi prima toccando un'altra superficie e/o facendo attenzione alla tipologia di suola delle scarpe e a vestiti con tessuti soggetti a caricamento elettrostatico
4. rumoretti durante la riproduzione sono al 90% (io direi pure 99%) causati più da sporco o difetti del disco, che dalla sua eventuale carica elettrostatica
5. l'uso di un tensioattivo nella miscela per il lavaggio è altamente consigliato (nella mia esperienza oltre a pulire più a fondo previene anche molto meglio la carica elettrostatica), come anche non fare troppi giri di aspirazione per l'asciugatura ed usare sempre inner sleeve antistatiche (sostituendole alle originali se queste non lo sono)

Lascio la parola ad altri che magari possono ipotizzare altre variabili possibili che ancora non sono venute fuori. :)

1) dalle casse anche se stacco il cavetto della massa non si sente nessun ronzio....(e non so se è un bene o un male)
2) come mat uso il suo originale della Nottingham Analogue in neoprene,ma in futuro vorrei provarne uno in acrilico,tipo quelli della Anchirfim che dicono che siano i migliori...
3) ho notato che lavando i dischi con la macchinetta manuale della Spincare e lasciandoli asciugare sulla rastrelliera si elettrizzano molto meno..
4) purtroppo le buste antistatiche che ho ,quelle in carta di riso tipo MFSL non tolgono l’eletrostaticita.
Salvatore Pagano
Salvatore Pagano
Member
Member

Numero di messaggi : 68
Data d'iscrizione : 27.11.20
Età : 42
Località : Firenze

cariche elettrostatiche dopo lavaggio... Empty Re: cariche elettrostatiche dopo lavaggio...

Messaggio Da Salvatore Pagano Ven Mag 28 2021, 09:31

1- Ok, il cavetto immagino sia collegato al pre phono o all'amplificatore. Meglio così, il problema sarebbe avere il ronzio, non averlo è comunque sempre un bene (alza un po' il volume, prova a staccarlo e toccare il braccio o altre parti metalliche per avere la conferma che non ci siano differenze).
2 - Io terrei il mat progettato per il tuo giradischi. Io ne ho uno in acrilico, l'unica cosa positiva che ci trovo è che è più carino a vedersi. A mio modo di vedere è bene sostituire quelli di feltro dati spesso in dotazione, ma se ne hai uno di particolare materiale (come il tuo) allora vuol dire che fa parte del progetto. Comunque provare anche solo per curiosità non fa male, ma spendici poco.
3 - Questa è la cosa che mi pare più strana di tutte anche a fronte della mia esperienza oramai lunga con le lavadischi, mi viene solo da pensare che fai troppi giri di asciugatura oppure che siano da sostituire le strisce di protezione sul tubo di aspirazione
4 - Le inner antistatiche in realtà non levano la carica se è già presente, più che altro evitano che si riformi una volta che il disco non è più carico

Comunque mi sa che chiacchierando abbiamo perso il punto iniziale. Hai detto che questa cosa te l'ha fatta per la prima volta con questo cofanetto di vinili di classica e non te l'aveva mai fatta prima. Il che vuol dire che non ci sono difetti sull'impianto, ma è una condizione particolare di quei dischi e da come hai descritto l'effetto all'udito non mi pare che fossero cariche elettrostatiche, quanto sporco o difetti nei solchi. Un po' lo hai portato via, un po' è ancora là.
Domanda fondamentale: gli scricchiolii ora li senti sempre negli stessi punti dei brani oppure in punti diversi ogni volta che ascolti? Nel primo caso è sicuramente sporco residuo o è un difetto di stampa/graffietto nel solco.

 cariche elettrostatiche dopo lavaggio... 1f609


_________________
Giradischi Rega P8 - Testina MC Hana SL a bassa uscita - Pre Phono Gold Note PH10 + superalimentatore PSU10 - Streamer/dac Bluesound Node 2021 (+ PD Creative Inteface & SMPSU Upgrade) - Amplificatore Audio Analogue Puccini Anniversary Airtech - Cavi di potenza Tellurium Q Black II - Diffusori Harbeth C7ES3 + Supertweeter TakeT Batpure su basette CROM - Stand e rack Solidsteel SS-5/S5-4 Anniversary

    La data/ora di oggi è Dom Nov 27 2022, 12:59