Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Connessioni digitali
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Connessioni digitali

vaidome
vaidome
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 229
Data d'iscrizione : 01.04.21
Località : Piemonte

Connessioni digitali Empty Connessioni digitali

Messaggio Da vaidome Mer Giu 23 2021, 15:21

Anche oggi son qui con la domanda del neofita.
Vorrei farmi un'idea del funzionamento dei vari tipi di connessioni digitali tra apparecchi audio perchè ne so veramente zero e faccio fatica a capire le differenze tra una coassiale, una toslink, una AES-EBU ... non capisco perchè ci sono connettori diversi sui diversi apparecchi.
Qualcuno mi indica qualche risorsa in rete da cui partire per cominciare a capirne un po' di più?
Grazie e buon caldo a tutti.
Francemare
Francemare
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 10.02.16
Età : 68
Località : Brescia

Connessioni digitali Empty Re: Connessioni digitali

Messaggio Da Francemare Mer Giu 23 2021, 15:51

Semplificando al massimo:
- connessione toslink (detta anche ottica): ha il vantaggio della separazione elettrica fra i due apparecchi collegati, questo perché utilizza un cavo ottico per la trasmissione del segnale; come contro-indicazione la necessità di convertire da elettrico ad ottico alla “partenza” e poi da ottico ad elettrico all’arrivo
- connessione coassiale (detta anche S/PDIF): utilizza dei connettori RCA (lo standard prevederebbe che fossero da 75 ohm, ma RCA di quella impedenza ci sono solo i Canarie, e qualcuno ha dubbi anche su questi), utilizza un cavo coassiale che deve essere da 75 ohm se non si vogliono correre rischi di degradi del segnale digitale
- connessione AES-EBU: utilizza dei connettori XLR ed un cavo a due fili + schermo da 110 ohm ed, essendo utilizzato in ambito professionale, si trovano veramente da 110 ohm .... a differenza di quelli coassiali visti prima ...
Coassiali ed AES stanno fra loro come i corrispondenti analogici RCA ed XLR (ed utilizzano anche i corrispondenti connettori ...): coassiali ok per collegamenti corti, AES per collegamenti lunghi.
Il “problema” in ambito digitale è che alcuni produttori utilizzano questi ingressi con risoluzioni fino a 24-96 (d’altronde sono standard nati nello stesso periodo dello standard 16-44 del cd, per cui 24-96 pareva “abbondante”), mentre l’arrivo dei files 24-192 e DSD li ha un pò “spiazzati” .... e sono arrivate le connessioni USB, I2S, HDMI ....
Per la qualità di ascolto non mi pronuncio: io da tempo sono passato ai dac con ingresso Ethernet, per cui la mia musica digitale viaggia solo su cavi Ethernet Cat 6 (le Cat superiori non servono perchè i nostri apparecchi utilizzano connettori RJ45, per i quali il massimo è Cat6 , un cavo tenerne di Cat “ennemila” terminato con RJ45 diventa automaticamente Cat6 ....)


_________________
Ciao a tutti  sunny Francesco
vaidome
vaidome
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 229
Data d'iscrizione : 01.04.21
Località : Piemonte

Connessioni digitali Empty Re: Connessioni digitali

Messaggio Da vaidome Mer Giu 23 2021, 17:05

Grazie Francemare della dettagliata risposta. Ora mi è più chiaro solo che mi restano dei dubbi. Mentre nel segnale analogico capisco le connessioni bilanciate con lo stesso segnale in fase e controfase per ridurre le interferenze, non riesco, invece, a capire come faccia ad essere "bilanciato" un cavo digitale e non capisco neppure perchè AES dovrebbe andar meglio del coassiale nei collegamenti lunghi perchè non vedo dove possano nascere le interferenze che vanno a rovinare un segnale digitale.
Prendiamo un DAC a caso, un Topping D90. Dietro trovo AES, ottico, coassiale e 2S. Hanno abbondato solo per la maggior compatibilità oppure esiste una qualche specificità? E poi, altra domanda, un segnale 24/96 dove passa meglio? Oppure magari sono tutte storie e il segnale digitale se ne infischia e passa bene ovunque e quindi basta che io trovi due apparecchi con la stessa interfaccia e me ne posso fregare di quale sia?
Scusate ma io ho sempre più dubbi che certezze!


Ultima modifica di vaidome il Gio Giu 24 2021, 22:20 - modificato 1 volta.
Alta Fedeltà
Alta Fedeltà
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 1308
Data d'iscrizione : 02.02.18

Connessioni digitali Empty Re: Connessioni digitali

Messaggio Da Alta Fedeltà Mer Giu 23 2021, 17:34

@vaidome ha scritto:... non capisco perchè ci sono connettori diversi sui diversi apparecchi.

Grazie e buon caldo a tutti.
Perchè un DAC con un solo ingresso chi lo comprerebbe?
Tutti o quasi hanno la necessità di avere almeno un ingresso USB per il PC, un ingresso ottico per la TV, un coax per un CDP e nel professionale la AES ecc di conseguenza le aziende giustamente costruiscono gli apparecchi che siano il più flessibili possibile.


_________________
La musica è come un origami: se la spieghi diventa un foglio.
Francemare
Francemare
Senior Member
Senior Member

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 10.02.16
Età : 68
Località : Brescia

Connessioni digitali Empty Re: Connessioni digitali

Messaggio Da Francemare Mer Giu 23 2021, 17:41

“Mamma” internet ti dà alcune risposte:

https://www.thesoundmaster.it/monografie/aes3-spdif.php

Guarda la tabella di confronto fra i due standard ed i livelli del segnale fra uno standard e l’altro: quale dei due è più insensibile si disturbi ? Che è poi equivalente agli analogici RCA ed XLR ....

Segnale digitale: secondo te il segnale che “veramente” viene trasmesso è proprio così “squadrato” come vedi nei grafici ? La realtà “odia” gli spigoli, per cui gli angoli del segnale sia in salita che in discesa non saranno “mai” a 90’ .... saranno più o meno arrotondati, ci saranno più o meno oscillazioni (non hai mai visto cosa succede agli amplificatori quando sollecitati da segnali squadrati (vedi alcune prove di tritim), ci saranno spostamenti lungo l’asse dei tempi (jtter ...) e così via .... la realtà non è mai semplice .... l’apparecchio che riceve il segnale digitale deve riuscire a “ricostruirlo” depurandolo da tutte “le schifezze” che la trasmissione implica (se il segnale è a 7V sarà molto più facile capire quando c’è 1 e quando è 0 rispetto a quando il segnale è 0,5 V .... faccio un esempio “estremo”: se lungo la strada mi entra un disturbo di 0,2V lo standard AES si ritroverà con 7,2-6,8V e non avrà dubbi, lo standard s/PDIF si ritroverà 0,7-0,3V ... gli 0,3V sarà un uno oppure uno zero ??).
PS: i tecnici mi perdoneranno la “semplificazione” ....


_________________
Ciao a tutti  sunny Francesco
vaidome
vaidome
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 229
Data d'iscrizione : 01.04.21
Località : Piemonte

Connessioni digitali Empty Re: Connessioni digitali

Messaggio Da vaidome Mer Giu 23 2021, 18:58

Grazie. Hai fatto bene a semplificare così anche io capisco. Andrò ad approndire un po' dove mi hai detto

    La data/ora di oggi è Dom Lug 25 2021, 17:42