Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Sab Apr 09 2022, 09:51

Vorrei realizzare un impianto hi-fi migliore di quello che ho attualmente, col quale ascoltare unicamente musica liquida.

Come ricevitore amplificatore pensavo a uno

Yamaha R-N402D
Minimum RMS Output Power: 100W + 100W a 8 ohms. Potenza massima di uscita: 140 W + 140 a 8 Ohm.

Trovate che sia meglio accoppiarlo a due diffusori Indiana Line DJ 308 oppure a due diffusori Indiana Line 310?

Come alternative ai diffusori della Indiana pensavo eventualmente alle ELAC Uni-Fi 2.0 UB52 (ma il tweeter posizionato all'interno del cono del driver mid-range ho letto che non è il massimo in quanto le frequenze dei due driver sono emesse troppo vicine le une alle altre e che si tratta di un espediente ingegneristico che risulta davvero sensato solo al fine di ottimizzare gli spazi).
Sia per questo motivo sia per una questione di prezzo (ma anche di estetica) perferirei le Indiana.

Ad ogni modo, in quanto a compatibilità con l'amplificatore secondo voi quale sarebbe la scelta migliore tra le tre?

Grazie a tutti coloro che mi vorranno aiutare. Io purtoppo fino a un paio di settimane fa non sapevo nemmeno la differenza tra un diffusore attivo e un diffusore passivo, per cui, per quanto abbia cercato di capirci qualcosa rimango decisamente ignorante e incompetente in materia. La questione dell'accoppiamento diffusori/amplificatore, poi, non riesco davvero a capirla. Ho guardato video su video, in inglese e in italiano, ho letto forum a volontà, articoli di riviste, ma devo riconoscere che la comprensione dell'argomento è un mio chiaro limite (probabilmente mi mancano le basi di matematica, fisica ed elettronagnetismo necessarie ad afferrare le spiegazioni in modo compiuto).


Ultima modifica di Doctor Music il Sab Apr 09 2022, 11:00 - modificato 2 volte.
Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Sab Apr 09 2022, 10:37

Avevo trovato interessanti anche le Magnat Signature 703 ma non capisco come mai l'unica specifica data dal produttore in merito all'ampli abbinabile sia "Amplificatore con più di 20 Watt". Mi sembrano davvero pochi rispetto alle Indiana. Se scegliessi questi diffusori dovrei guardare un altro amplificatore molto meno potente. Ma a questo punto la domanda che mi sorge è: minimo 20 Watt... e al massimo?
E un altra domada che mi faccio è: suonerebbero meno forte delle mie attuali JBL AE20? Per quel che ne capisco io (quasi nulla) direi di sì. Ma allora perché costano così tanto e hanno un impressionante dynamic range di 31 - 54000 Hz?!


Ultima modifica di Doctor Music il Sab Apr 09 2022, 11:02 - modificato 1 volta.
lalosna
lalosna
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3595
Data d'iscrizione : 19.08.12
Età : 60
Località : Cit Türin

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da lalosna Sab Apr 09 2022, 10:46

Ciao, visti i molti e leciti dubbi, è essenziale che prima di qualsiasi acquisto tu vada ad ascoltare gli apparecchi che ti possono interessare in un negozio.
I dati di targa dicono tutto e niente, se parti così facilmente puoi andare incontro a delusioni costose.
Vai ed ascolta per bene, magari con qualche buon consiglio, così capisci quale suono ti piaccia e poi decidi.


_________________
Bögè nen!!!
Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Sab Apr 09 2022, 10:54

Consiglio molto saggio, è che in realtà ero propenso ad un acquisto su Amazon per risparmiare e non me la sento di andare nei negozi solo per sentire gli impianti per poi comprare altrove.
Comunque credo che riuscendo ad avere almeno dei buoni abbinamenti sulla carta, corredati delle opinioni di persone che gli impianti HI-Fi li conoscono bene, dovrei riuscire a trovare la quadra. Dopotutto non ho delle pretese esagerate e i diffusori che ho preselezionato sono tutti di case produttrici affidabili, quindi non temo di poter fare grossi errori anche procedendo con un metodo teorico.
Se poi proprio il diffusore che finisco per comprare non mi dovesse piacere per nulla, allora potrei renderlo entro 30 giorni e col rimborso prendere l'altro.
boosook
boosook
Member
Member

Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 07.04.22

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da boosook Sab Apr 09 2022, 15:06

Ciao, premetto che qui c'è sicuramente chi ha molta più esperienza di me specie con apparecchiature hi-end. Visto che comunque tu sei un una fascia di prezzo dove ho fatto le mie esperienze, mi permetto di darti un consiglio.

I diffusori vanno ascoltati perché la resa è sempre molto differente anche a parità di fascia di prezzo... oppure scopri che il modello a cui avevi pensato non suona poi così bene, ma aggiungendo pochi euro ce n'è uno che invece ti soddisfa.

Personalmente, quando presi le mie attuali casse (Sonus Faber Principia 3) andai in un negozio di hi-fi convinto di prendere le Indiana Line (nel mio caso però erano le Tesi mi pare), spinto proprio dalle recensioni super positive che c'erano su Internet. Per scoprire che suonavano piuttosto male. O meglio, via, diciamo che suonavano nella maniera opposta a quello che cercavo io (molto scure e piene di bassi mentre a me piace un suono diretto, dettagliato, con alti ben presenti e con bassi controllati). Eppure a qualcuno potrebbe piacere di più il suono delle Indiana Line, più morbido e forse meno affaticante: tu come fai a saperlo se non le confronti?

Il negozio mi fece ascoltare un po' di diffusori e me ne uscii con le Sonus Faber che mi piacevano molto, e pazienza se ho speso 50 euro in più di quanto le avrei pagate online. L'ascolto mi ha fatto anche capire quale differenza ci fosse fra la fascia 300 euro e quella 500, permettendomi di capire se quello che spendevo in più era motivato o meno dalla maggiore qualità.

Aggiungo che del diritto di reso non te ne fai molto... solo comparando direttamente puoi farti un'idea di quanto due diffusori suonino diversamente.

La questione accoppiata casse/ampli io la ignorerei per adesso. Diciamo che sta così: da un lato c'è un'accoppiata "tecnica", ovvero l'ampli deve avere la potenza necessaria per pilotere bene le casse (in base alla loro efficienza e impedenza). Ma con quell'ampli non dovresti avere problemi a pilotare qualsiasi diffusore da scaffale in una stanza di dimensioni normali.

Dall'altro c'è l'accoppiata sonora, e qui si entra nel campo delle finezze... ad esempio se ho un paio di casse che suonano molto scure ci vorrò abbinare un ampli che suona più brillante, e viceversa, se le casse ad esempio hanno dei tweeter con alti molto presenti, non vorrò un ampli che esalta le alte frequenze a sua volta rendendo il suono sbilanciato sugli alti.

Però per me è un problema secondario, almeno in questa fascia di prezzo... un ampli non risolverà mai un problema con una cassa che non suona come piace a te. La maggior parte degli ampli oggi suona molto più neutra di quanto suonino i vari tipi di casse, per questo prima si scelgono i diffusori. Diciamo che non si vuole un ampli che sbilanci ulteriormente un diffusore che è di suo scuro o brillante.

Aggiungo che nelle review sembra sempre tutto fantastico. Che nei video su Youtube tutto è il miglior ampli/diffusore sotto i 300 euro fino a quando il produttore non invia gratuitamente allo youtuber il prodotto successivo. Le review su Amazon sono totalmente inaffidabili, non sai che esperienza ha chi le ha scritte. Trovi gente che glorifica magari le Edifier o le Magnat da 100/200 euro come se fossero le migliori casse del mondo.

Poi ci si fissa sui soliti tre o quattro marchi che sono molto attivi su internet a inviare i loro prodotti... le solite Elac, le solite Q Acoustics...

Ricorda anche che una coppia di diffusori da 300 euro può essere il miglior diffusore sotto i 300 euro, ma rimane un diffusore da 300 euro.

Ecco perché io farei decisamente un salto in un buon negozio di hi-fi. Se non ne hai uno abbastanza grande vicino, ti prendi un sabato e fai un viaggetto nella città più vicina che abbia un buon negozio. E' un modo anche divertente di passare un sabato mattina.

Così puoi farti un'idea di quanto suonino diversi i diffusori e anche di quanto suonino diversi nelle diverse fasce di prezzo e scegliere quello che più si adatta ai tuoi gusti. Che poi se il negozio è buono non è neanche detto che tu vada a spendere di più dell'online o non molto di più, ma hai la certezza che il prodotto non ti arriva danneggiato.
Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Dom Apr 10 2022, 06:35

Grazie Boosook per la tua lunga e articolata risposta : )
Improbabile che finisca per andare in negozio a sentire gli speaker (non mi ci vedo proprio), anche se capisco perfettamente che sarebbe una scelta sensata. Comunque se anche prima di fare l'acquisto alla fine volessi andare a fare una prova d'ascolto da qualche parte, mi piacerebbe poter avere comunque già le idee chiare per quello che riguarda le opzioni praticabili (Speaker e ampli nel mio badget e i vari abbinamenti tecnici possibili tra di essi). Io sono partito dall'amplificatore perché lo Yamha R-N402D ha una cosa essenziale per me: la possibilità di connettermi wireless allo smartphone o al tablet come sorgente musicale. Inoltre, a parte le Magnat, tutti i diffusori che ho preselezionato hanno una potenza con molti Watt RMS per canale, per cui lo Yamaha dovrebbe essere adeguato in ogni caso. Anche il prezzo per le caratteristiche che ha mi sembra buono (difficile trovare specifiche analoghe su articoli di produttori di pari rilievo senza dover spendere 3-400 euro in più). Devo ammettere che gli ampli Marantz, esteticamente li trovo stupendi ma -appunto- per aver le stesse cose che mi da Yamaha su un Marantza devo spendere 1200 euro!


PS: poco fa ho scoperto le Sony SS-CS5. 200 euro e taglio la testa al toro. Tuttavia mi sembra di aver capito che sono pensate per integrarsi in un sistema dolby e la cosa non depone a fare della loro alta qualità. Te che ne pensi? Sono un modello che mal si presta a integrarsi con un buon amplificatore HI-Fi? Magari aiutate da un subwoofer?
boosook
boosook
Member
Member

Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 07.04.22

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da boosook Dom Apr 10 2022, 12:32

Doctor Music ha scritto:PS: poco fa ho scoperto le Sony SS-CS5. 200 euro e taglio la testa al toro. Tuttavia mi sembra di aver capito che sono pensate per integrarsi in un sistema dolby e la cosa non depone a fare della loro alta qualità. Te che ne pensi? Sono un modello che mal si presta a integrarsi con un buon amplificatore HI-Fi? Magari aiutate da un subwoofer?

Allora, non le ho mai ascoltate, non nego che più volte ho avuto la tentazione di prenderle solo per ascoltare questo miracolo delle casse da 200 euro che suonano come casse da 2000 :)

E qui si torna al discorso che facevo... mi sembrano il tipico prodotto sul quale si va a creare un sacco di hype su internet.

E' assolutamente vero che in campo audio la legge dei "diminishing returns" entra abbastanza presto (sopra una certa cifra si iniziano a pagare molto anche brand, rifiniture, design, materiali, paese dove il prodotto è costruito e non tutte sono cose che non necessariamente influiscono sulla qualità audio), ma francamente mi riesce difficile credere che suonino come speaker che costano 10 volte tanto come dice la gente nelle recensioni sul web.

Ma se stai considerando un paio di speker da 200 euro e non sei neanche interessato a ascoltare diversi diffusori prima di scegliere, il problema è: cosa stai cercando? Davvero vuoi intraprendere un percorso in stile "audiofilo", dove ti metti lì a ascoltare quali sono le caratteristiche del tuo impianto, se c'è dettaglio, scena sonora, bassi controllati e tutte le altre menate, e provare a cambiare quello o quell'altro componente o servizio di streaming per vedere come cambia il suono?

Oppure vuoi solo ascoltare musica bene e in maniera gradevole, ma senza andare a fissarti sull'analisi di ogni singolo suono che il tuo impianto riproduce?

Perché in questo secondo caso, per me non è sbagliato puntare su satelliti + subwoofer, alla maggior parte della gente piacciono i bassi un po' pompati ed è quello che cercano di ottenere da un impianto. E questo delle piccole casse da scaffale non possono dartelo.

Ma allora devi prendere un ampli che abbia un'uscita sub e quello che hai scelto non mi pare la abbia.

Allora io andrei a considerare un receiver. Nota ad esempio che l'ampli che hai scelto tu è discontinued. Questo perché Yamaha si è polarizzata su due linee di prodotti differenti: da un lato abbiamo gli amplificatori hi-fi puri (anche se in fascia bassa con ingressi digitali), dall'altro loro sembrano aver tolto le funzioni di streaming integrate negli ampli hi-fi e le hanno riservate ai receiver.

Questo perché in genere l'audiofilo sceglie componenti separati, quindi sugli ampli hi-fi ha senso proporre prodotti dove lo streamer è esterno (e in fascia alta anche il DAC). L'utente normale invece cerca un apparato tutto in uno dove attaccare anche la TV e la console.

Dai un'occhiata ad esempio all'RX-V4A, che sta nella stessa fascia di prezzo di quello che hai scelto, ma è un prodotto più aggiornato, ad esempio supporta anche servizi di streaming più nuovi come Amazon Music.

Quel receiver lo puoi usare in modalita 2.1 aggiungendo un subwoofer attivo. Ma hai flessibilità in più e un prodotto più aggiornato.

Specie se la stanza dove ascolti musica coincide con quella dove guardi la TV, magari fai pure gaming, valuta una soluzione del genere. Compri le Sony e poi se non hanno abbastanza bassi compri un sub.

Ma sono approcci diversi.
Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Mer Apr 13 2022, 09:56

Non desidero avere un suono "perfetto", anche perché con un budget contenuto non sarebbe possibile, ma preferirei comunque concentrare la spesa su un amplificatore concepito specificamente per la musica in quanto un AV, a parità di spesa non potrebbe restituire un qualità di suono equivalente. Il fatto che l'ampli yamaha che ho scelto non abbia l'uscita sub non credo che sarebbe un problema se ci abbinassi le 210, mentre con le 208 invece lo diverrebbe perché con quest'ultime avevo pensato di completare la fascia bassa degli hz con un subwoofer. Non c'è magari il modo di collegare un subwoofer ai morsetti ai quali si collegano i diffusori? Il yamaha le uscite audio A e le uscite B. Se collegassi un sub passivo alle uscite B?


Ultima modifica di Doctor Music il Mer Apr 13 2022, 12:31 - modificato 3 volte.
Darios8
Darios8
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 148
Data d'iscrizione : 22.07.20

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Darios8 Mer Apr 13 2022, 12:18

Scusa, ma stavi paragonando Indiana Line con wf da 23
ed Elac con wooferetto da 13cm ??  Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) 285880

Con quel budget potresti valutare le Dali Oberon 3 oppure Spektor 6, Concept 2...

Oppure Davis Mia 60 / Excellia 05

Le 210 / 208 cosa sarebbero? Non ho capito...
Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Mer Apr 13 2022, 12:28

Scusa intendevo le 310 e le 308 (mi sono confuso e ho scritto 208...).

Diciamo che, a seconda del woofer che hanno gli speaker, integrerei o meno l'impianto hi-fi con un subwoofer a parte. Per cui con le Elac oppure le Indian Line più piccole prenderei in seguito anche un subwoofer. Con le Indiana Line 310 probabilmente no.
Comunque darò un'occhiata agli speaker che mi hai consigliato, poi vi aggiorno, grazie.
Nel frattempo, mettiamo caso che volessi prendere le Indiana Line 308, te quale ampli con ricezione Wi-Fi mi consiglieresti? Possibilmente di un produttore affidabile (Denon, Yamaha, etc.) e che abbia le specifiche di watt e Ohms che calzino a pennello ; )
Darios8
Darios8
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 148
Data d'iscrizione : 22.07.20

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Darios8 Mer Apr 13 2022, 20:40

Ma sei sicuro di questo tipo di diffusori? con woofer grandi?!

In quanti metri quadri vanno?
Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Mer Apr 13 2022, 22:27

Una stanza di una ventina di metri.
Darios8
Darios8
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 148
Data d'iscrizione : 22.07.20

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Darios8 Gio Apr 14 2022, 02:06

Allora basta e avanzano le 308 se vuoi andare di Indiana Line,
come ampli magari qualcosa di più qualitativo
Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Gio Apr 14 2022, 02:09

Sì, anch'io puntavo alle 308 come prima scelta (poi, dopo un po' di tempo, posso sempre aggiungere un subwoofer!).

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Dj-30810

Come amplificatore cosa mi consiglieresti?

Le specifiche sarebbero queste:

3-way, bass-reflex
30 ÷ 140 watt suggested amplifier
4 ÷ 8 ohm amplifier loading impedance
40 ÷ 22000 hertz response
93 dB (2.83 V / 1 m) sensitivity
230 mm woofer
135 mm midrange
26 mm dome tweeter
500/3500 hertz crossover


Non capisco come il range dell'amplificatore consigliato vada da 30 watt a 140. C'è un abisso in mezzo! Da solo non riuscirò mai a capire quale sia un amplificatore tecnicamente adeguato a questi speaker...
Darios8
Darios8
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 148
Data d'iscrizione : 22.07.20

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Darios8 Gio Apr 14 2022, 11:02

Quindi da quello che ho capito, ti serve un sintoamplificatore?

la potenza 30- 140w è indicativa, almeno da 30w a salire...
fino anche a 140w x 2, ma anche 100w x 2 sono abbastanza, 70w sono sufficienti.... per dire

Considera che i diffusori sono da 140wrms
lalosna
lalosna
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3595
Data d'iscrizione : 19.08.12
Età : 60
Località : Cit Türin

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da lalosna Gio Apr 14 2022, 11:24

@ Doctor Music

Tanto per fare un po' di chiarezza, i diffusori di cui parli sembrano efficienti: " 93 dB (2.83 V / 1 m) sensitivity"
dato che le potenze sono espresse in Watt RMS, ossia come una particolare media di valori, un qualsiasi ampli superiore ai 30 W li pilota, vista la sensibilità personalmente non andrei oltre ai 70.
Detto questo, permettimi, continui a chiedere pareri su cosa ti convenga prendere, senza dare però precisare i dati basilari per esempio quanti m2 sia l'ambiente.
Inoltre a sparare 70 o più Watt dai diffusori, magari aggiungendo anche un SW, se li piazzi come nella foto del tuo impianto, avrai probabilmente una bella pressione sonora a scapito però della qualità.
Tieni presente che in una stanza media in un condominio difficilmente puoi "osare" più di 20/30 watt continui se non meno.
Se ti piacciono alti volumi, come a molti qui, devi pensare prima a dove piazzare i componenti, a capire come "suona" la stanza e poi, basandoti su quello, decidere cosa comprare.
L'alternativa è una via crucis di continui cambiamenti e poca soddisfazione.
Da ultimo il forum è la risultante di ormai più di due decenni di scambio di esperienze, per cui le tue domande, che tutti abbiamo fatto, hanno già una risposta, che si trova col tasto "Cerca" e molta pazienza.

Forza e coraggio


_________________
Bögè nen!!!
Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Sab Apr 16 2022, 00:08

@ lalosna e darios8

L'ambiente in cui metterò il nuovo impianto è relativo, perché al momento lo metterei in una stanza di 20 m2 circa ma nel prossimo futuro dovrei cambiare appartamento (credo a settembre) per cui non so ancora come sarà la stanza in cui andrà a suonare in modo più o meno defnitivo. Diciamo che l'amplificatore da abbinare alle Indiana lo sceglierei in modo che sia un ampli che riesca a tirar fuori il meglio dagli speaker (se poi la stanza è troppo piccola, non porto mai il volume oltre il 50% ad esempio).

Purtroppo ho provato a leggere tante cose per capire come accoppiare ampli e diffusori tenendo conto unicamente di db, watt e Ohms ma non ci capisco nulla. Per questo l'unica mia possibilità è quella che qualche persona esperta mi possa indicare un amplificatore in particolare che vada veramente bene per gli speaker che ho scelto. Io non riuscirei a capire se va perfettamente bene o no in base alle specifiche che ha. Purtoppo è un mio grave limite e non posso farci nulla. Mi vergogno anche un po' ad ammetterlo ma purtoppo è così. Sarebbe tempo perso provare a spiegarmi, ho già letto e riletto fiumi di discussioni in merito: non ci capisco nulla. Avrei bisogno di un ampli che possa ricevere le canzoni via wi-fi (senza internet, dall'Hard disk del PC o dalla memoria dello smartphone). Non mi sevre un'entrata Phono. Non mi serve nemmeno che abbia la radio incorporata. Sarebbe però utile avere anche un'entrata per cavo ottico Toslink. Importante sarebbe avere anche un'uscita sub. Possibilmente di marca Yamaha, Marantz o Denon. Nuovo (non nel mercato dell'usato). Se riuscite a indicarmi qualche modello mi salvate, se no so già che non riesco a fare l'impianto e finisce che mi vado a prendere uno di quei Yamaha-tutto in uno che vendono sul sito della Mediaworld 😭😂


Vinilemania
Vinilemania
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 174
Data d'iscrizione : 11.01.22

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Vinilemania Sab Apr 16 2022, 10:15

Doctor, parti dal tuo Denon, é meglio di tante elettroniche che stai guardando.
Un consiglio, non attaccarti troppo ai dati tecnici dichiarati, perché bastano 40 watt di Denon o Arcam -Cambridge, a spazzare via i 100 watt di tutti gli all in One che stai puntando ultimamente .
Fossi in te prenderei solo un Chromecast audio e lo collegherei al Denon che già hai con due diffusori ( per iniziare vanno bene anche le 308).
Io non metterei nemmeno il sub, non ti serve.Se ben posizionate quelle casse scendono abbastanza bene.
Darios8
Darios8
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 148
Data d'iscrizione : 22.07.20

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Darios8 Sab Apr 16 2022, 11:16

Infatti, forse meglio un aggeggio a parte per i collegamenti che ti servono, e si valuta un integrato stereo,
Denon, Onkyo, Nad
Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Lun Apr 18 2022, 10:16

Il Denon con le Jbl è un impianto a sè che, nel bene e nel male, ha sempre funzionato egregiamente e vorrei tenerlo così com'è. Ora vorrei crearne uno nuovo per il soggiorno e quello vecchio metterlo in camera da letto per cui, in ogni caso, non posso usare il Denon per collegare le 308. Inoltre le JBL avrebbero bisogno di un ampli che eroghi 65 watt per canale e il Denon gliene dà solo 45. Ecco perché l'impianto nuovo lo vorrei comporre in modo impeccabile per quanto riguarda la potenza richiesta dagli speaker e quella fornitagli dall'ampli.
Vinilemania, non capisco perché dici che l'amplificatore che avevo ipotizzato di prendere (Yamaha) e sul quale avevo chiesto un parere, sia da considerare meno di qualità di quelli prodotti da Denon o Cambridge audio. Yamaha non è un produttore affidabile per gli ampli? Per gli speaker sì, l'ho letto su tutti i forum, ma per gli ampli mi metti il dubbio.

@ Darios8

Il punto è che speravo che avendo la funzione integrata nell'ampli potessi risparmiare sul costo complessivo e inoltre avere un ricevitore di segnale wireless che si integrasse al meglio con la parte amplificatrice. Oltretutto non ho trovato ricevitori wi-fi a sè stanti di produttori affidabili come cambridge audio, etc. Quelli di queste marche sono tutti integrati con l'ampli...
Forse potrebbe essere una soluzione un preamplificatore con integrato un ricevitore wi-fi e un finale separato?

Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Lun Apr 18 2022, 10:58

Che ne pensate di questo Denon? DRA-800H

https://www.amazon.it/DENON-A4-DRA-800H/dp/B07TGDX7N4/ref=pb_allspark_dp_sims_pao_desktop_session_based_sccl_2/260-1776422-5173553?pd_rd_w=obFsf&pf_rd_p=1b9ed8bb-7b0c-438c-b913-348735789bdb&pf_rd_r=X9ZEGFJAST25YSW6KRXH&pd_rd_r=9bbe894a-183f-484b-8455-cd5e52ac54b1&pd_rd_wg=5BMeh&pd_rd_i=B07TGDX7N4&th=1

So che è un sintoamoloficatore AV ma le descrizione che ho letto fatta del produttore parla di "audio straordinario" e dice che ha un ottimo DAC integrato. Ha potenza da vendere..chissà se le Indiana lo digeriscono bene?



Oppure:

Marantz NR1200

https://www.amazon.it/dp/B07WQBFKGH?tag=librinewsgia-21&linkCode=ogi&th=1&psc=1

È un po meno potente ma è progettato solo per l'audio. E devo dire che inoltre l'estetica dei Marantz non la bette nessuno. Dovrei capire piû che altro se 2×75 watt sia il meglio che possano ricevere le Indiana o se meriterebbero di più.

Oppure:

Yamaha ARN303DSI

https://www.amazon.it/dp/B073XR3LWZ?tag=librinewsgia-21&linkCode=ogi&th=1&psc=1

Questo ha 2x100 Watt a 8bOhm e 2x140 di uscita massima. Sembrerebbe quasi perfetto a livello di potenza per quello che ne capisco io.
L'unica pecca è che mi pare non abbia l'uscita per il subwoofer.

Però con 839 euro in totale avrei fatto l'impianto, non saprei...l'assenza del sub mi pesa. Forse a questo punto allora meglio abbinarlo alle Indiana Line 310 che scendono fina a 38 hz.


PS:

Stavo guardando questa lista qui: https://www.amplificalo.it/amplificatori-wifi-audio/
Vinilemania
Vinilemania
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 174
Data d'iscrizione : 11.01.22

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Vinilemania Lun Apr 18 2022, 17:15

Assolutamente non era mia intenzione denigrare Yamaha ( ne posseggo uno e ne ho provati svariati e li trovo un po' viranti verso l alto).
Per chi ha questi gusti la Yamaha costruisce degli ottimi prodotti.
Certamente un Denon é piú musicale
( rotondo),proprio come concetto di base.
Detto questo, il mio discorso puntava molto di più a distrarti dai dati dichiarati che spesso lasciano il tempo che trovano. Ti racconterò una mia esperienza personale.
Ho ereditato questa passione dalla buon' anima di mio padre che negli anni 90 possedeva un Harman Kardon da una sessantina di watt per canale sotto le JBL L100 ( sicuramente capiva più di me ma mi ci fece sbattere il muso).
Ripeto, all' epoca credendo di essere più tecnologico di lui, in quanto ero giovane, mi informavo sui depliant delle grosse catene di elettronica che spuntavano nei centri commerciali, avevo già il computer e soprattutto credevo nell'innovazione della tecnica perché erroneamente accostato l innovazione alle automobili Es. La Fiat 127 era stata superata dalla Fiat Uno e quest'ultima era stata superata dalla Punto, lo offendevo dicendo lui che aveva un amplificatore troppo piccolo e solamente stereo con due casse vecchie e che invece avevo visto un Pioneer che aveva 5 canali ed un uscita subwoofer, l'amplificatore che aveva 120 watt ( il doppio del suo) e che ascoltato in stereo addirittura ne dava 140 di watt. Lo presi per tutti i brevetti vantati sui depliant , circuitazioni speciali, capaci di eliminare rumori, di enfatizzare la musica, di attenuare le distorsioni. In poche parole lo scelsi perché aveva mille pulsanti, e 20 pagine di descrizione delle ultime tecnologie.
Poi pensai, ci metto sotto due JBL da 180 watt con doppio woofer da 25 ( uno passivo in sospensione) un centrale e un sub stessa marca, due posteriori ancora jbl da 150 watt ,così quando arriva il tutto faccio ascoltare a mio padre l innovazione, la potenza , LA MUSICA.
Forse per le mie offese rivolte al suo impianto, o forse perché anche lui aveva paura di perdere il confronto con l' innovazione stette sempre zitto e mi fece fare.
Ricordo ancora la sua grassa risata quando inserii il CD THE WALL dopo aver premuto il play su un lettore CD che Pioneer aveva realizzato su un cassetto che usciva e mostrava un piatto girevole su cui il CD si caricava con la parte specchiata in alto.
UNA DELUSIONE.
Solo dopo e con certezza posso affermare che in quegli anni la Pioneer aveva raggiunto i peggiori limiti qualitativi della sua storia. Oggi posso affermarlo perché successivamente ho ascoltato la serie SA di pioneer, prodotta negli anni 80.... anche il più piccolo SA da 20 watt , avrebbe spazzato via la mia innovazione da 140 watt.
Per non parlare delle casse JBL solo di nome....in realtà prodotte in Danimarca; ci sono arrivato solo molto tempo dopo, quando mi accorsi che bastavano due piccole lx44 prodotte in USA a fare arrossire le mie.
Anni dopo, avendo i.parato la lezione comprai un multicanale Harman Kardon avr 8500 con un toroidale e lattine di coca-cola come condensatori.....con meno watt del mio primo Pioneer ( anche se il costo era più di 5 volte superiore), erogava 85 ampere......cavolo.....faceva suonare anche le JBL a doppio woofer ( diffusori mediocri).
Il depliant Harman Kardon sai che diceva?
Non esisteva depliant.
Non avevano l'esigenza di vantare alcun brevetto, bastava loro che il negoziante lo collegasse, punto.
Scusa se mi sono dilungato ma c ho messo dentro l' intenzione e lo spirito del migliore insegnate quando vuole trasmettere qual' é la cosa davvero importante. LA SOSTANZA.
Purtroppo per esperienza ti dico che gli amplificatori Tutto in Uno a 500 euro, quasi mai cel' hanno LA SOSTANZA.
Ci metto la mano sul fuoco che quel Yamaha non é bensuonante come un Pioneer SA
606 40 +40 watt ( oggi costerebbe 200 euro creare solo quel pannello di alluminio spazzolato), guarda i suoi occhioni analogici segnare 5 watt) ....poi chiudili gli occhi.....che il resto é goduria.
Doctor Music
Doctor Music
Member
Member

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 08.04.22
Località : Milano

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Doctor Music Mer Apr 20 2022, 05:40

Capisco Vinilemania. Probabilmente, per quanto riguarda l'amplificatore Pioneer che avevi comprato il problema principale che era concepito come AV...
Alla luce della tua spiagazione, allora dovrei puntare sul Marantz NR1200 perché invece il Denon è appunto un AV e lo Yamaha mi dà l'idea di non poter avere un suono bello pieno.
Volevo farti una domanda riguardo le specifiche delle Indiana Line 308. Sul metodo corretto di leggerle. I 30 watt che consigliano per l'amplificatore sono da riferire ad ampli con impedenza di 4 Ohms, mentre i 140 watt che consigliano sono per ampli con impedenza a 8 Ohm? (rileggendo le specifiche mi è venuta questa chave interpretativa perché ho notato che le due righe di Watt e Ohms sono scritte come se fossero da leggere in verticale. Non so se riesco a spiegare bene quello che intendo).
Ma se è così (e i 140 watt quindi non rappresentano la tolleranza di picco degl speaker), la tolleranza di picco quale potrà essere? Perché nei dati non è riportato e cercando su internet non trovo informazioni aggiuntive, gli unici dati disponibili riguardo la potenza richiesta sono quelli che ho copiato in questa discussione:

30 ÷ 140 watt suggested amplifier
4 ÷ 8 ohm amplifier loading impedance
40 ÷ 22000 hertz response
93 dB (2.83 V / 1 m) sensitivity
Vinilemania
Vinilemania
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 174
Data d'iscrizione : 11.01.22

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Vinilemania Mer Apr 20 2022, 10:19

Gli omh sono l' unitá di misura espressa per misurare l' impedenza ( la resistenza che un driver all' interno del diffusore oppone al passaggio di corrente).
Quelli indicati sui diffusori fondamentalmente non sono mai dati reali, ma viceversa sono dati che rispecchiano la realtà ( Valori nominali).
In Soldoni,
L' impedenza nominale di un diffusore, rappresenta in primo luogo la media delle impedenze dei vari driver di cui é composto ( in un tre vie sarà la media tra woofer tweeter e meedrange); in seconda battuta il fatto che questa impedenza venga misurata in modalità statica ( quando il diffusore ancora non é sottoposto a tensione e quindi non attraversato da corrente).
Lo stesso diffusore divenendo un carico, avrebbe medie di impedenza ancora differenti dai dati di targa dichiarati.
Appurato questo,
Tieni presente che per un amplificatore, é molto più gravoso lavorare con impedenze basse, che permettono il passaggio di maggior corrente, questo perché avviene il surriscaldamento dei finali di potenza ( transistor).
Idealmente, se ho un amplificatore capace di erogare 40 Watts in 8 omh ed é in grado di gestire anche i 4 omh ( come la grande maggioranza degli ampli), su questa impedenza minore tirerà fuori il doppio della potenza 80 Watts.
Troppo semplice però dire.....ah bene allora compro diffusori da 2 omh per ottenere l' uleriore raddoppio di potenza a 160 watt. Sulla carta sii, nella realtà NO. Non é un bene scendere con le impedenze. C é sempre il rovescio della medaglia.
Non é solo un problema di temperature. Sarebbe troppo semplice.
Spiego perché.
Ogni amplificatore ha un impedenza di uscita ai suoi morsetti; impedenza che gli ingegneri cercano di contenere il più possibile perché sarà determinate al fine di stabilire il fattore di smorzamento ( Damping factor) dell' amplificatore.
Il fattore di smorzamento é determinato dal rapporto tra il valore medio dell impedenza gestibile dall' amplificatore ( es. 4-8 omh= media 6 omh), diviso la piccola impedenza ai morsetti di uscita dello stesso.
Per chiarire con un esempio fatto con numeri semplici: se ho un ampli in grado di gestire mediamente 5 omh sui diffusori, ed un impedenza ai morsetti di 0.1 omh avrà un fattore di smorzamento 50. Calcolo 5:0.1=50.
Perché gli ingegneri elettronici, tra i vari compromessi a cui devono scendere nella costruzione di un elettronica, si sforzano di tenere bassa l impedenza di uscita?
Perché più otterranno fattori di smorzamento alti e più quella macchina sarà in grado di gestire e soprattutto controllare le emissioni dei flussi di corrente importanti.
É ovvio quindi che più utilizzeremo diffusori con basse impedenze meno avremo controllo dei flussi di corrente.
Provo a fare capire meglio con un esempio pratico.
Prendi un bicchiere di coca-cola.
Poi prendi una cannuccia da coca-cola ed uno spezzone di tubo per annaffiare il giardino della stessa lunghezza della cannuccia.
Ora, dopo aver immerso prima la cannuccia, poi lo spezzone di tubo, in modo alternato aspira e rilascia la coca-cola nel bicchiere, cercando di percepire il controllo che hai sul flusso di coca-cola. Immaginando delle tacche disegnate sia sulla cannuccia che sul tubo, devi percepire il controllo che hai di fare salire e scendere la coca-cola in punti precisi. Ovvio che minore é la sezione del tubo, più efficacia ha il tuo controllo.
Ecco tu sei l' amplificatore, la coca-cola é la corrente, la cannuccia é il diffusore da 8 omh,
lo spezzone di tubo grosso é il diffusore da 4 omh e per rendere ancora di più l'idea, aggiungiamo un pezzo di tubo usato per lo scarico dei lavabi ancora più grosso,che rappresenta i 2 omh.
In quest' ultimo tubo potrebbe passare molta più coca-cola che nella cannuccia, ma che controllo avremmo nell' aspirarla e rilasciarla? Avremmo bisogno di essere dei GIGANTI per controllare il tubo di uno scarico come se fosse una cannuccia. I polmoni di questo GIGANTE sono rappresentati dall' alimentazione dell' amplificatore.
Una cannuccia stretta la paragoniamo agli 8 omh.
LA CONCLUSIONE É SEMPLICE.
Un alto Damping factor quindi sarà sinonimo di grande controllo, soprattutto nei grandi flussi di corrente. In una parola sulle medio-basse frequenze.
PARLANDO DELLE Indiana LiNE DJ 308.
Un diffusore con sopra scritto 4-8 omh é da considerarsi 4 in quanto anche se misura 8 a bocce ferme, una volta sotto tensione può arrivare a 4.
Scusa se mi sono dilungato ma era l unico modo SEMPLICISTICO che conoscevo per rappresentarti la realtà delle cose.
Per questo che ti dico di lasciar perdere valori dichiarati e badare alla sostanza.
In virtù di quanto sopra, se io
fossi in te, comprerei un Pioneer sa 606, trovabile in ottime condizioni a circa 250 euro ed un paio di JBL lx44 facilmente reperibili a circa 200 euro ( meglio ancora le lx66) ed un Chromecast da 100 euro.
Avresti lo stesso tutto ciò che vuoi a livello di connettività ma ad una qualità molto molto molto più alta. NON COMPRI GIOCATTOLI.
Meno spesa e massima resa.
Spero di esserti stato utile.
Darios8
Darios8
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 148
Data d'iscrizione : 22.07.20

Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi) Empty Re: Yamaha R-N402D con Indiana Line DJ oppure Elac Uni-Fi (suggerimenti per la migliore simbiosi)

Messaggio Da Darios8 Mer Apr 20 2022, 13:55

Doctor Music ha scritto:
I 30 watt che consigliano per l'amplificatore sono da riferire ad ampli con impedenza di 4 Ohms, mentre i 140 watt che consigliano sono per ampli con impedenza a 8 Ohm? (rileggendo le specifiche mi è venuta questa chave interpretativa perché ho notato che le due righe di Watt e Ohms sono scritte come se fossero da leggere in verticale. Non so se riesco a spiegare bene quello che intendo).


No, 30-140w significa che almeno per pilotarle ci vorrebbe minimo un 30w x 2... fino ad un 140w x 2.

Gli amplificatori non hanno impedenza (semmai magari sono dichiarati stabili fino a tot impedenza)
Gli amplificatori semmai "leggono" l'impedenza dei diffusori che colleghi,
mica lo scegli tu se lavorare a 4 o ad 8ohm ;-)

    La data/ora di oggi è Gio Giu 30 2022, 01:07