Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
DAC di Ieri e di Oggi, cosa e cambiato..
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    DAC di Ieri e di Oggi, cosa e cambiato..

    Share

    alex_i
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 205
    Data d'iscrizione : 2012-08-27

    DAC di Ieri e di Oggi, cosa e cambiato..

    Post  alex_i on Wed Jan 30, 2013 5:52 pm

    I DAC hanno una storia relativamente breve, credo che i primi siano usciti circa una ventina di anni fa. Nel frattempo, come tutte le cose tecnologiche ha subito una diminuzione dei prezzi e un aumento di prestazioni (ho scritto prestazioni, non qualità..) avvenuto sembra, in maniera esponenziale negli ultimi anni e ovviamente dell'interesse del pubblico.
    Ma questo aumento delle prestazioni è andato di pari passo con un reale aumento della qualità audio? Voglio dire, se prendessi un DAC nuovo da €500 e uno usato che costa uguale ma che 2 anni fa quando è uscito costava €1000 e ancora uno, sempre da €500 oggi, ma che 10 anni fa costava €5000, sentirei delle differenze? e Quali? e soprattutto a favore di quale? Il mio discorso si riferisce soprattutto ai DAC con ingressi USB!

    Voi cosa ne pensate?

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: DAC di Ieri e di Oggi, cosa e cambiato..

    Post  pluto on Wed Jan 30, 2013 6:38 pm

    Che non esistevano Dac con ingresso USB fino a ca 2 anni fa. X cui il tuo problema è già risolto in partenza. Sorry

    Puoi anche pensare di prendere uno strepitoso DAC del passato a prezzo super scontato. Ma non avrà

    l'ingresso USB o Firewire
    Non supporterà i files con risoluzione maggiore di 14/44 o 48 al max (vedi certi Accuphase)

    Sappi che se lo prendi x la liquida, avrai molte limitazioni. Ciò non cambia che se usato come DAC di una meccanica oppure come DAC liquido e solo x files 16/44 e dopo qualche mal di testa x il collegamento, possa dare grandi soddisfazioni

    turo91
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3368
    Data d'iscrizione : 2012-03-01
    Età : 25

    Re: DAC di Ieri e di Oggi, cosa e cambiato..

    Post  turo91 on Wed Jan 30, 2013 7:38 pm

    pluto wrote:Che non esistevano Dac con ingresso USB fino a ca 2 anni fa. X cui il tuo problema è già risolto in partenza. Sorry

    Puoi anche pensare di prendere uno strepitoso DAC del passato a prezzo super scontato. Ma non avrà

    l'ingresso USB o Firewire
    Non supporterà i files con risoluzione maggiore di 14/44 o 48 al max (vedi certi Accuphase)

    Sappi che se lo prendi x la liquida, avrai molte limitazioni. Ciò non cambia che se usato come DAC di una meccanica oppure come DAC liquido e solo x files 16/44 e dopo qualche mal di testa x il collegamento, possa dare grandi soddisfazioni

    Basta usare hiface o un trasporto per superare il problema dell'usb, mentre quello della massima risoluzione resta.


    _________________
     Il sito per chi porta la la passione in testa, recensioni e prove di cuffie, amplificatori, dac e sorgenti varie  :hehe:

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: DAC di Ieri e di Oggi, cosa e cambiato..

    Post  pluto on Wed Jan 30, 2013 8:17 pm

    Non sempre Turo
    Posso assicurarti che alcuni DAC (I migliori) come il DCS Elgar che da la paga a quasi tutti ancora oggi è talmente complicato da settare ogni volta che alla 3a volta che lo fai, ti viene da lasciar perdere come mi è successo e ti viene la voglia di comprarne uno solo e specifico x la liquida. Questo ovviamente nel caso di doppio uso (cioè come dac x il trasporto e dac liquido)

    Va bene x iniziare a saggiare le potenzialità della liquida, poi bisogna specializzarsi. Ovviamente IMHO

    turo91
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3368
    Data d'iscrizione : 2012-03-01
    Età : 25

    Re: DAC di Ieri e di Oggi, cosa e cambiato..

    Post  turo91 on Wed Jan 30, 2013 8:42 pm

    pluto wrote:Non sempre Turo
    Posso assicurarti che alcuni DAC (I migliori) come il DCS Elgar che da la paga a quasi tutti ancora oggi è talmente complicato da settare ogni volta che alla 3a volta che lo fai, ti viene da lasciar perdere come mi è successo e ti viene la voglia di comprarne uno solo e specifico x la liquida. Questo ovviamente nel caso di doppio uso (cioè come dac x il trasporto e dac liquido)

    Va bene x iniziare a saggiare le potenzialità della liquida, poi bisogna specializzarsi. Ovviamente IMHO

    Io resto fedele all'accoppiata trasporto più dac solo per liquida, non ho mai avuto neanche un cdp


    _________________
     Il sito per chi porta la la passione in testa, recensioni e prove di cuffie, amplificatori, dac e sorgenti varie  :hehe:

    rockboxe
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 20
    Data d'iscrizione : 2011-08-12
    Età : 36
    Località : Torino

    Da dac moderno ad uno storico di qualità

    Post  rockboxe on Tue Feb 12, 2013 6:35 pm

    Io sono passato da un moderno rdac che leggeva formati i
    In alta risoluzione ad un audio note dac 2 che legge solo formato 16
    Bit/44 Hz beh il miglioramento dal giorno alla notte! Mai sentito così bene

    cheers


    _________________
    Ecco a voi il mio modesto impiantino: audiomeca mephisto 2x, audio note dac 2, pre valvole opera consonance cyber 222 mk2 con valvole nos sylvania e mullard, finale korsun v6i, diffusori b&w cm9, cavi audiogram in argento segnale, Cardas microtwin, kimber 8tc potenza, cavo moray james e tnt-tts alimentazione, accessori vari: palline di epidauro, sospensione elastica, xindak xf-1000es, shakti stone, solleva cavi in ceramica, ambiente trattato con tube trap, pannelli e tende in velluto tutto auto costruito ....

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 10:18 pm