Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
AQUA LA DIVA
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    AQUA LA DIVA

    Share

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    AQUA LA DIVA

    Post  RockOnlyRare on Wed May 29, 2013 2:53 pm

    Qualcuno ha mai sentito parlare di questa favolosa meccanica CD, appena messa in produzione ?

    La ditta è la AQUA, Acoustic Quality di Opera, la stessa specializzata nei due eccellenti DAC LA VOCE e LA SCALA.

    Vi consiglio di darvi da fare per ascoltarla, eventualmente contattando direttamente i produttori che sono di una cortesia squisita.

    http://www.aquahifi.com/index.html

    http://www.aquahifi.com/la_divacd_it.html

    krell2
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1594
    Data d'iscrizione : 2009-06-17
    Età : 66

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  krell2 on Wed May 29, 2013 4:34 pm

    Certo che comprare oggi una meccanica secondo me non ha senso.
    comunque,i dac sono interessanti.


    _________________
    http://salaantonio.altervista.org/

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  RockOnlyRare on Wed May 29, 2013 5:09 pm

    krell2 wrote:Certo che comprare oggi una meccanica secondo me non ha senso.
    comunque,i dac sono interessanti.

    Perché tu non usi più il cd ?
    Io ne ho circa 1400 e con una meccanica del genere acquistano nuova vita, a patto ovviamente che l'incisione valga la pena.

    Te lo dice uno che ha anche oltre 1300 vinili ed un numero imprecisato di file HiRes.

    La preferenza tra uno e l'altro dipende molto dall'incisione originale e dalla qualità del supporto fornito.

    A parità di qualità della sorgente, per i miei gusti una bella incisione su vinile a 180g riesce a superare sia pure di poco il corrispondente file 24-192 preso da HdTracks (es Hotel California degli Eagles).

    Ma ci sono CD con incisioni davvero stepitose, con rimasterizzazioni curatissime che superano ampiamente il vinile originale.

    Es il box dei Led Zeppelin, le incisioni in presa diretta dello Sheffiled Lab, e numerose altre incisioni tra cui ad esempio INDIVIDUATILITY di Raquelle Ferrell (strepitosa incisione quanto le performances incredibili della cantante).

    Quindi sono finalmente contentissimo di poter scegliere tra 3 sorgenti in grado di dare grandissime soddisfazioni.

    Anzi ce ne metterei pure una quarta, collegare un bel lettore BD o la stessa MY SKY al convertitore.
    Ci sono movie il cui audio anche se in stereo non ha nulla da invidiare alle migliori incisioni HiFi.
    Un esempio, la sigla iniziale di Terminator Salvation, fa letteralmente saltare sulla sedia, anche se il movie non è certo imperdibile.

    La sola sorgente che mi ha profondamente deluso è il SACD, ma ammetto di non avere un lettore di qualità comparabile a quello delle altre sorgenti.
    Comunque, a parità di sorgente la differenza con DVD Audio o BD audio è per me impietosa per il SACD. Ma potrebbe essere per la qualità del master originale.

    Certo che ascoltare il SACD ed il vinile made in Japan a 180g di dark side of the moon fa venir voglia di usare il SACD come freesby.... (ma pure il CD originale per questo).


    krell2
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1594
    Data d'iscrizione : 2009-06-17
    Età : 66

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  krell2 on Wed May 29, 2013 5:17 pm

    no,niente più cd ,ne meccaniche


    _________________
    http://salaantonio.altervista.org/

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  Fausto on Wed May 29, 2013 8:52 pm

    RockOnlyRare wrote:

    Perché tu non usi più il cd ?


    Io ascolto ancora molti CD!
    L' 80% CD, il 15% vinile ( purtroppo il tempo da dedicare al "rito" è poco ) e 5% dematerializzata.
    Quest'ultima solo di qualità .... ( ho "letto" HD da .... "casino" .... e non entro nel merito dell'ascolto .... )
    Non butto via 3.500 CD solo perchè non sono più di moda!
    Ovviamente il tuo post ....
    Scrivi bene: 3 sorgenti dalle quali poter "attingere" ....
    Concordo: in attesa della quarta!
    sunny sunny sunny


    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  RockOnlyRare on Thu May 30, 2013 9:06 am

    Fausto wrote:

    Io ascolto ancora molti CD!
    L' 80% CD, il 15% vinile ( purtroppo il tempo da dedicare al "rito" è poco ) e 5% dematerializzata.
    Quest'ultima solo di qualità .... ( ho "letto" HD da .... "casino" .... e non entro nel merito dell'ascolto .... )
    Non butto via 3.500 CD solo perchè non sono più di moda!
    Ovviamente il tuo post ....
    Scrivi bene: 3 sorgenti dalle quali poter "attingere" ....
    Concordo: in attesa della quarta!
    sunny sunny sunny


    Tanto di cappello, io pensavo di averne tanti con circa 1400.... Devo dire che dall'avvento del mp3 ho ridotto il numero di acquisti, non perchè ami ascoltare in mp3, a parte l'auto, ma perchè posso ascoltare un album prima di prenderlo, in modo da evitare i classici "pacchi" che si beccavano quando ti fidavi delle recensioni o dei tuoi artisti preferiti.
    Recentemente a seguito di una massiccia ristrutturazione della sala (con conseguente acquisto finalmente di un mobile per hi-fi serio), e di un mio amico che mi ha ri-coinvolto, sono ritornato ad occuparmi quasi seriamente di hi-fi con l'acquisto di un nuovo giradischi e della sezione digitale (seria) ritrovando il piacere di riascoltare i vinili, specie le edizioni a 180g.

    Comunque con una meccanica di eccezione, anche il cd si rivela una fonte degna di grandissime soddisfazioni.
    Sulla musica liquida, anche in hi-res, come dici tu si deve fare dei distinguo dai veri hi-res e da quello fatti con l'"upscaling" in termine video, o semplicemente da sorgenti comunque inadeguate all'origine.
    Se hai la fortuna di reperire un file come si deve, ti assicuro che è una goduria.


    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  Fausto on Thu May 30, 2013 10:40 am

    RockOnlyRare wrote:

    Tanto di cappello, io pensavo di averne tanti con circa 1400.... Devo dire che dall'avvento del mp3 ho ridotto il numero di acquisti, non perchè ami ascoltare in mp3, a parte l'auto, ma perchè posso ascoltare un album prima di prenderlo, in modo da evitare i classici "pacchi" che si beccavano quando ti fidavi delle recensioni o dei tuoi artisti preferiti.
    Recentemente a seguito di una massiccia ristrutturazione della sala (con conseguente acquisto finalmente di un mobile per hi-fi serio), e di un mio amico che mi ha ri-coinvolto, sono ritornato ad occuparmi quasi seriamente di hi-fi con l'acquisto di un nuovo giradischi e della sezione digitale (seria) ritrovando il piacere di riascoltare i vinili, specie le edizioni a 180g.

    Comunque con una meccanica di eccezione, anche il cd si rivela una fonte degna di grandissime soddisfazioni.
    Sulla musica liquida, anche in hi-res, come dici tu si deve fare dei distinguo dai veri hi-res e da quello fatti con l'"upscaling" in termine video, o semplicemente da sorgenti comunque inadeguate all'origine.
    Se hai la fortuna di reperire un file come si deve, ti assicuro che è una goduria.


    Bene!
    Sei quindi ritornato, passami il termine Embarassed , ad ascolti veri!
    Concordo con te ma con qualche punto di differenza. ( ovviamente nel rispetto delle tue opinioni )
    Ristampe viniliche 180: non tutte sono .... buone e soprattutto non tutte valgono quanto costano. IMHO. Io preferisco gli ellepì originali.
    Musica liquida: la utilizzo soprattutto con le cuffie e non la scarto a prescindere però, come in tutte le cose, c'è liquida e liquida.
    Ciao.
    sunny

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  RockOnlyRare on Thu May 30, 2013 11:34 am

    Fausto wrote:

    Bene!
    Sei quindi ritornato, passami il termine Embarassed , ad ascolti veri!
    Concordo con te ma con qualche punto di differenza. ( ovviamente nel rispetto delle tue opinioni )
    Ristampe viniliche 180: non tutte sono .... buone e soprattutto non tutte valgono quanto costano. IMHO. Io preferisco gli ellepì originali.
    Musica liquida: la utilizzo soprattutto con le cuffie e non la scarto a prescindere però, come in tutte le cose, c'è liquida e liquida.
    Ciao.
    sunny

    Guarda che la penso assolutamente come te.
    Sia le ristampe a 180g che la musica liquida non sono mai da prendere come oro colato.

    Salvo qualche occasioni che si trova in giro a prezzi ridotti, in genere se acquisto un vinile a 180g è perché l'ho sentito magari in CD suonare molto bene, oppure si tratta di album nuovi in cui tra cd e vinile la differenza è relativa, o meglio li ho ascoltati in qualche audizione dimostrativa di hi-fi e ne sono rimasto colpito.
    Non spendo certo 35-40€ alla cieca.

    Sulla musica liquida il discorso sarebbe infinito. Cerco di riassumerlo.

    FLAC con EAC. Se fatti bene possono essere praticamente identici come qualità al cd originale. Buoni per un primo ascolto magari per un successivo acquisto.
    Ci sono audiofili che sostengono che un FLAC con EAC al 100% suoni leggermente meglio del CD perché non soggetto alle correzioni di errori di lettura. Per me se la meccanica è eccellente, vale la teoria che tra originale e rippaggio sia preferibile l'originale.

    Il discorso ha senso se paragoni il cd con un file 16 bit-44khz scaricato dallo stesso master originale che ha dato vita al cd.

    Infine l'HI_RES. Qui i problemi sono molteplici
    1) file convertiti in alta risoluzione --> se non truffa poco ci manca.
    2) file realmente nativi in alta risoluzione --> ma il master era all'altezza come qualità originaria ?
    3) Se la risposta è si, tra la versione ad es 24-96 o la 24-192 c'è un bel 30-40% di costo in più. Ne vale la pena (si ritorna al punto 2) ?
    4) infine la versione hi-res di un album nuovo appena uscito, spesso proposta direttamente nel sito di un artista. In questo caso mi sentirei di rischiare di più ovviamente dopo un ascolto per essere certo che l'album piaccia.

    Solitamente se un album è proposto all'origine in vari formati, si può stare abbastanza sicuri che le versioni "spinte" siano davvero in hi-res.

    Due esempi, il live Celebration Day degli Zepp, proposto in 6 o 7 versioni diverse, ed il box live di Petty, la cui versione di lusso conteneva addirittura un BD audio a 24-96.
    In questo caso la differenza è effettivamente avvertibile.

    Da notare che spesso il live audio dei BD non ha davvero nulla da invidiare alle incisioni solo audio, a patto di collegare il lettore ad un DAC. Ed anche molti film hanno un audio BD spettacolare.
    Ad es Terminator Salvation.
    Ciao



    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  Fausto on Thu May 30, 2013 2:56 pm

    RockOnlyRare wrote:

    Guarda che la penso assolutamente come te.
    Sia le ristampe a 180g che la musica liquida non sono mai da prendere come oro colato.

    Salvo qualche occasioni che si trova in giro a prezzi ridotti, in genere se acquisto un vinile a 180g è perché l'ho sentito magari in CD suonare molto bene, oppure si tratta di album nuovi in cui tra cd e vinile la differenza è relativa, o meglio li ho ascoltati in qualche audizione dimostrativa di hi-fi e ne sono rimasto colpito.
    Non spendo certo 35-40€ alla cieca.

    Sulla musica liquida il discorso sarebbe infinito. Cerco di riassumerlo.

    FLAC con EAC. Se fatti bene possono essere praticamente identici come qualità al cd originale. Buoni per un primo ascolto magari per un successivo acquisto.
    Ci sono audiofili che sostengono che un FLAC con EAC al 100% suoni leggermente meglio del CD perché non soggetto alle correzioni di errori di lettura. Per me se la meccanica è eccellente, vale la teoria che tra originale e rippaggio sia preferibile l'originale.

    Il discorso ha senso se paragoni il cd con un file 16 bit-44khz scaricato dallo stesso master originale che ha dato vita al cd.

    Infine l'HI_RES. Qui i problemi sono molteplici
    1) file convertiti in alta risoluzione --> se non truffa poco ci manca.
    2) file realmente nativi in alta risoluzione --> ma il master era all'altezza come qualità originaria ?
    3) Se la risposta è si, tra la versione ad es 24-96 o la 24-192 c'è un bel 30-40% di costo in più. Ne vale la pena (si ritorna al punto 2) ?
    4) infine la versione hi-res di un album nuovo appena uscito, spesso proposta direttamente nel sito di un artista. In questo caso mi sentirei di rischiare di più ovviamente dopo un ascolto per essere certo che l'album piaccia.

    Solitamente se un album è proposto all'origine in vari formati, si può stare abbastanza sicuri che le versioni "spinte" siano davvero in hi-res.

    Due esempi, il live Celebration Day degli Zepp, proposto in 6 o 7 versioni diverse, ed il box live di Petty, la cui versione di lusso conteneva addirittura un BD audio a 24-96.
    In questo caso la differenza è effettivamente avvertibile.

    Da notare che spesso il live audio dei BD non ha davvero nulla da invidiare alle incisioni solo audio, a patto di collegare il lettore ad un DAC. Ed anche molti film hanno un audio BD spettacolare.
    Ad es Terminator Salvation.
    Ciao



    Grazie!
    Graditissimo post in un argomento vasto di non facile interpretazione e che spesso divide il pensiero degli audiofili appassionati di ascolti e di musica. ( perché per me ci sono alcune persone che "smanettano" ma poi alla fine non ascoltano .... No ).
    Come ho già scritto più volte, ovviamente in generale e non riferito a te, non è semplice in poche righe spiegare il tutto ed è per questo motivo che è facile confondere e confondersi.
    In linea di massima i nostri due pensieri si avvicinano anche se non totalmente, ma l'intesa c'è e quindi avremo modo di scambiare opinioni serenamente.
    Io, come ho già scritto, "attingo" MUSICA da ogni fonte a mia disposizione con una forte predilezione per il "bistrattato" CD.
    Proprio ieri sera ho ascoltato un capolavoro, anche dal punto di vista dell'incisione, che non ho mancato di suggerire:

    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/post?p=371718&mode=editpost

    Un capolavoro su "dischetto argentato"!
    Grazie ancora ed a presto!
    sunny sunny sunny

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Link

    Post  RockOnlyRare on Thu May 30, 2013 4:09 pm

    Fausto wrote:

    Grazie!
    Graditissimo post in un argomento vasto di non facile interpretazione e che spesso divide il pensiero degli audiofili appassionati di ascolti e di musica. ( perché per me ci sono alcune persone che "smanettano" ma poi alla fine non ascoltano .... No ).
    Come ho già scritto più volte, ovviamente in generale e non riferito a te, non è semplice in poche righe spiegare il tutto ed è per questo motivo che è facile confondere e confondersi.
    In linea di massima i nostri due pensieri si avvicinano anche se non totalmente, ma l'intesa c'è e quindi avremo modo di scambiare opinioni serenamente.
    Io, come ho già scritto, "attingo" MUSICA da ogni fonte a mia disposizione con una forte predilezione per il "bistrattato" CD.
    Proprio ieri sera ho ascoltato un capolavoro, anche dal punto di vista dell'incisione, che non ho mancato di suggerire:

    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/post?p=371718&mode=editpost

    Un capolavoro su "dischetto argentato"!
    Grazie ancora ed a presto!
    sunny sunny sunny

    Mi hai mandato il link in formato editpost che ovviamente solo tu puoi usare.

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  Fausto on Thu May 30, 2013 4:13 pm

    RockOnlyRare wrote:

    Mi hai mandato il link in formato editpost che ovviamente solo tu puoi usare.

    Come puoi notare non sono uno .... smanettone!
    Ok, vai nella sezione della musica classica e fai prima .... Embarassed
    Scusa l'errore.
    sunny sunny sunny

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  RockOnlyRare on Thu May 30, 2013 4:18 pm

    Fausto wrote:

    Come puoi notare non sono uno .... smanettone!
    Ok, vai nella sezione della musica classica e fai prima .... Embarassed
    Scusa l'errore.
    sunny sunny sunny

    Il "guaio" è che in quel post di tuoi interventi e segnalazioni ce ne sono a bizzeffe. Quale è in particolare l'album a cui ti riferisci ? il titolo intendo.

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  Fausto on Thu May 30, 2013 4:46 pm

    RockOnlyRare wrote:

    Il "guaio" è che in quel post di tuoi interventi e segnalazioni ce ne sono a bizzeffe. Quale è in particolare l'album a cui ti riferisci ? il titolo intendo.



    sunny sunny sunny

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8707
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  Edmond on Thu May 30, 2013 8:44 pm

    Meccanica spettacolare, la Diva............ Una delle migliori mai ascoltate......... applausi


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  RockOnlyRare on Thu May 30, 2013 8:57 pm

    Edmond wrote:Meccanica spettacolare, la Diva............ Una delle migliori mai ascoltate......... applausi

    Oh meno male ho trovato un "seguace", posso chiederti dove l'hai ascoltata ?

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8707
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  Edmond on Fri May 31, 2013 12:28 am

    Brescia, demo Aqua Sound, insieme ai convertitori...


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: AQUA LA DIVA

    Post  RockOnlyRare on Wed Feb 04, 2015 2:32 pm

    Rispolvero questo vecchio thread perchè ieri sera sono andato a trovare il progettista di questi splendidi apparecchi direttamente nel laboratorio per un aggiornamento firmware del software de "LA DIVA", che risolveva alcune piccole problematiche sul telecomando.

    Il laboratorio si trova poco lontano da BErgamo, e sono rimasto subito colpito dal numero enorme di apparecchiature, cassettinio di ogni tipo e via dicendo, il tutto piacevolmente ordinato nei limiti del fatto che si tratta appunto di un laboratorio...
    Parlando del più e del meno, mi ha fatto vedere alcuni prototipi, tra cui un prototipo di finale ancora montato su una base di legno e via dicendo.

    Oltre alla Diva gli ho portato la Voce S2 perchè mi serviva un ingreso in più RCA invece della AES-EBU di serie.

    Non so se lo sapete, ma una delle caratteristiche vincenti dei DAC della Acoustic Quality è la grande modularità, e possibile scegliere e sostituire in pochissimi secondi una serie di moduli che vanno dal convertitore (ce ne sono 3 o forse 4 che si possono scegliere) all'uscita (bilanciata o sbilanciata) ed agli ingressi, 4 di cui uno modulare (Rca, AES-EBUA etc etc)

    Tornando all'ingresso RCA, mi ha spiegato che per scegliere il tipo di ingresso sulle apparecchiature firmate AQUA, ha asquistato e provato UNO PER UNO (me li ha fatti vedere) decine e decine di ingressi di ogni tipo materiale e provenienza, per poi scegliere uno che oltretutto non era tra i più costosi in assoluto ma che era quello che secondo lui suonava meglio degli altri.

    Questo solo per dire la "maniacale" quanto mai abbastanza apprezzata cura anche del più piccolo dettaglio nel progettare questi apparecchi (altro esempio la scelta di un determinato tipo di stagno per le saldature che "suona meglio della concorrenza !!!!!!!!!)

    PS mi ha dato in prova un prototipo di cavo I2S che secondo lui è una "bomba" ..... poi vi faccio sapere, peccato solo che non sia uno con l'orecchio super raffinato come il suo o quello di Sergio !!!


      Current date/time is Sun Dec 04, 2016 12:55 am