Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
STAX appreciation thread - Page 20
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    STAX appreciation thread

    Share

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 4291
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: STAX appreciation thread

    Post  petrus on Sun May 20, 2018 9:51 pm

    Mi è venuta in mente da poco in occasione dell'ultimo incontro con l'amico Gian; Stax non ha il merito di fare grandi cuffie, che lo sono ci mancherebbe, ma è stata capace di fare quello che nessun altro, anche con cuffie migliori IMHO non è riuscita a fare, lei ha creato gli staxisti.

    Lorenzo
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Tue Jul 03, 2018 8:09 pm

    Questa sera, dopo i temporali e le grandinate, la temperatura è ottimale per tornare a indossare i "gioielli"

    Anche la più vecchia 007 ha il suo perché. Assolutamente complementare alla 009. Una bella signora più "polposa" rispetto alla più "atletica" 009 sunny
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Tue Jul 03, 2018 9:53 pm



    Questo tipo di musica, parrebbe più congeniale alla 009 ma non è proprio così.
    Almeno in questo caso, per me, con lo 006tS, si ascolta alla grande con entrambe ma la 007 ti regala un clavicembalo più vero, più "dolce" come ho sempre ascoltato dal vivo. Bellissimo anche con la 009. Forse indulge troppo nella direzione dell'approccio endoscopico oggi in voga.
    Con brani più "articolati" e complessi la 009 si prende la rivincita pur rimanendo bellissima anche l'interpretazione offerta dalla 007.
    In questa interpretazione della Passione secondo Matteo, l'aria "erbarme dich mein gott", la vecchia cuffia in nero, pur rimanendo più realistica lascia trasparire una lieve "confusione" dove la 009 si esibisce senza nessuna fatica.
    Nello Stabat Mater dolorosa (Pergolesi) la 007 è struggente. La 009 è completa, impeccabile. Una perfezione lievemente algida ma stupefacente. Godi diversamente. Non vado oltre per non scadere nel pornografico. Embarassed




    Nello Stabat Mater vivaldiano (Eja Mater) comprendi perfettamente cosa la 009 riesce a fare. E' uno strumento di precisione gradevolissimo. La 007, rimanendo fantastica, ti colpisce per altro. La voce sa essere più "uterina" ma con lievi indurimenti che non posso pensarli riconducibili all'ampli essendo presenti anche con altri driver




    Passando doverosamente alla lirica, insieme a un'altra Regina, la 009 riesce a regalarti tutta la bellezza della Callas (registrazione permettendo).
    La 007, pur piacevolissima sembra un poco "sul filo dell'archetto" (i cacciatori di uccellini potranno capire cosa intendo) non permetendoti di godere completamente delle doti dell'inarrivabile soprano.



    Passando al poco Jazz che ascolto, con questi due morti sacri, com'era prevedibile la 007 si riece ad apprezzare maggiormente



    Altrettando prevedibilmente, con i Modern Jazz Quartet, la 009 semplicemente svetta anche se percepisci i limiti della registrazione mantenendo il piacere di ascolto ai massimi livelli.
    Stupefacente applausi  applausi  



    Potrei andare avanti all'infinito.


    Per rendere l'idea, la 007 suona come un single ended di 50 globe accoppiato a trasformatori
    mentre la 009 sembra un push-pull di AD1 TFK con quantità di Ni industriali. sunny

    GCM, non a caso, la 007 se la tiene stretta.
    Stax ha voluto offrire due modi davvero diversi di godersi la musica. E' un chiaro invito alla bigamia elettrostatica
    avatar
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 7883
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: STAX appreciation thread

    Post  lizard on Wed Jul 04, 2018 11:35 am

    mario,ho letto che consigliavi il mitico ampli SRM-T1..pensi sia ancora al passo dei tempi?
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Wed Jul 04, 2018 1:01 pm

    L'ampli, se correttamente mantenuto e allineato, è un ottimo oggetto. Dal punto di vista strutturale non è poi così diverso da uno 006. Una controllata a tutti gli elettrolitici e sei tranquillo.
    I tubi NOS, magari Cryo, ben accoppiati si trovano.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8770
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: STAX appreciation thread

    Post  phaeton on Fri Aug 03, 2018 12:53 pm

    continuo qui, anche considerato che alla fine 'sto thread l'ho creato io (manco me lo ricordavo piu'..........)



    qualche prima impressione dopo una settimanella di uso.

    la 009 la conosciamo tutti, io l'ho avuta per oltre un annetto con un BHSE (entrambi non miei, e alla fine il leggittimo proprietario, ritornato in pianta stabile in US dopo aver girato in lungo e largo APAC, per qualche strano e oscuro motivo li ha voluti indietro. mah, valli a capire 'sti staxisti  affraid  affraid )

    l'ampli invece pare essere meno conosciuto. dalle foto in rete si capisce una certa differenza col T1 precedente e con lo 006 seguente. una volta tarato, con i cond nuovi (fondamentale) e con i tubetti giusti (meglio una RCA spompata che una EH nuova.....) l'ampli IMHO suona molto bene. certo, non e' un BHSE. in particolare gli manca un po' di "possanza" nel sub-basso (dai 20 ai 30Hz) e un po' di estensione in alto, con forse anche un filo di grana in piu' (e' difficile a memoria comparare una cosa cosi'), ma il paragone e' fatto con un ampli che costa quasi 10 volte tanto e quindi ha il senso che ha (cioe' non ha senso  affraid ).

    mi piacerebbe a questo punto ascoltare (con calma, non ho nessuna fretta) una soluzione con accoppiamento a trafo, che prenderebbe i classici (e sempre cosi' sfigati  affraid ) due piccioni con una fava.... si utilizza un singolo tubo (invece che i due del single ended senza trafo, che per forza di cose deve essere bilanciato) e si carica con un induttore. c'e' qualche soluzione commerciale che usa questa tipologia a parte MHz?

    PS devo aggiungere un particolare importante: io ascolto a volumi bassi/moderati, con il T1W e la 009 il pot non e' mai oltre ore 11 con una sorgente sbilanciata che esce a 2.6V
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Fri Aug 03, 2018 9:03 pm

    Io sto finendo una soluzione a trasformatore o a induttore. Sarà push-pull
    Entro una trentina di giorni, dovrei terminarlo. Sto dannando per le solite scemate marginali.  il telaio è pronto per la verniciatura fissata per la settimana prossima.

    Lundahl sta offrendo soluzioni interessanti sia per single ended che per il push-pull.
    Un ferro ci sarebbe pure per la 300B in single ended. La massima uscita a 30Hz non è il massimo ma vai abbondantemente ben oltre i 100 dB. C'è altro per tubi con Rp maggiore (come la 10, 801A, AC/P4 ). La risposta in frequenza del piccolo Stax, essendo un direct drive, è estesa fino alla continua. Però, immagino, che soluzioni più muscolose diano un piglio più autoritario in quelle regioni. Proverai con tubi freschi e a posto.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8770
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: STAX appreciation thread

    Post  phaeton on Sat Aug 04, 2018 8:57 am

    Mario, quali, se ci sono, i vantaggi di un push pull con carico anodico induttivo (quindi suppongo pilotaggio diretto in controfase dei due statori e carico con 2 induttori per canale) rispetto al single ended a trasfo (quindi suppongo bilanciamento fatto dal trasfo e carico induttivo dato dal primario)?

    sarebbe teoricamente possibile uno schema puro SE a due stadi (pentodo ad alto guadagno+triodo? pentodo+pentodo?) con trafo di uscita a salire (magari anche solo 1;1+1) considerando che le sorgenti attuali non hanno bisogno di 60db di guadagno
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Sat Aug 04, 2018 3:38 pm

    In teoria, la capacità di un push-pull di produrre livelli maggiori di segnale a parità di distorsione, risulta ampiamente maggiore. Con un trasduttore elettrostatico, considerando la sua bassa distorsione intrinseca, potrebbe essere un vantaggio. Considera anche la fame di segnale che hanno questi trasduttori e inizi ad apprezzare i vantaggi del push-pull.
    Ovviamente questa configurazione presenta un carico maggiore che risulta poco più del doppio della Rp del tubo finale.  Questo potrebbe non essere un aspetto positivo.
    Il carico anodico potrebbe essere resistivo (Stax), induttivo (trasfo o induttore), attivo (CCS a stato solido o a tubi o ibrido ).
    L'uscita, in funzione delle scelte può essere diretta, con condensatori o impiegando il secondario del trasformatore selezionato. il single ended richiede tubi in grado di fornire da soli un segnale ragionevolmente indistorto. Ecco che arriva il problema aggravato dalla presenza di un trasformatore d'uscita non banale. che con un single ended, ci deve essere.
    Lundahl con il LL1677 (traferrato a 60mA) potrebbe fare una più che discreta figura con PX4, qualche moderna 2A3 muscolosa, AD1/350,  300B. Tra ottobre e novembre penso di acquistarlo insieme a un altro che dovrebbe andare bene per la 10Y.

    In sintesi si replica la perenne lotta tra le due configurazioni.
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Sat Aug 04, 2018 3:46 pm

    L'induttore push-pull avendo un ridottissimo traferro e due avvolgimenti sullo stesso nucleo, può facilmente presentare valori induttivi semplicemente mostruosi senza, per questo, avere grossi problemi di banda.
    quelli che uso io arrivano a 600H!!. Con oggetti maggiormente traferrati, come accade con i single ended, ci sono sempre i soliti problemi della coperta perennemente corta.
    il limite sarà sempre quello di ottenere alti livelli di segnale indistorto a bassa frequenza.
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Sat Aug 04, 2018 3:50 pm

    Si. Sarebbe possibile. Certo, trovare il pentodo giusto, non è semplice ma la strada potrebbe essere percorribile.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8770
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: STAX appreciation thread

    Post  phaeton on Sat Aug 04, 2018 5:41 pm

    grazie, considerazioni as usual molto preziose.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8770
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: STAX appreciation thread

    Post  phaeton on Fri Aug 24, 2018 11:49 am

    domenica prox ascolto questo



    pregate per il mio portafogli
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Fri Aug 24, 2018 11:57 am

    Raccontami bene. A furia di masturbarmi con le mie realizzazioni, seguo poco le offerte dei costruttori "veri".
    Che cosa è? Che tubi usa? Che peculiarità ha?
    A giorni le prime foto del cesso a pedali in costruzione.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8770
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: STAX appreciation thread

    Post  phaeton on Fri Aug 24, 2018 12:09 pm

    e' un progetto molto particolare, derivato dal BHSE con le migliorie del Carbon.
    e' un ibrido fet/tubi, tutte le alimtazioni sono stabilizzate, tutti i carichi sono attivi, in particoalre i tubi sono caricati con un cascode 10m90+mos, accoppiamento in DC con un servo opto-coupled.
    la particolarita' fondamentale e' la topologia di uscita a griglia comune, che consente la minima distorsione possibile.
    lo schema dovrebbe essere questo



    non tenere conto delle scritte a penna, i tubi EL34 sono usati a triodo (20mA) al posto dei SiC  c2m10000170d e i driver sono diversi. purtroppo non sono riuscito a recuperare lo schema dell'ali, ma e' un full stabilzed (cioe' non il solito zener, ma un ps completamente regolato)

    e' la summa delle conoscenze di Kevin Gilmore prima del ritiro. a detta di tutti e' a livello del T2, e superiore a questo c'e' solo il ciclotron che pero' pare esploda una volta si e l'altra pure :-)

    sarebbe interessante farne una versioen solo a triodi, ci pensi tu ?
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Fri Aug 24, 2018 12:13 pm

    Alla fine, mi pare, il direct drive di GCM non è diversissimo.
    Differenziale d'ingresso con CCS a tubi e i triodi finali con ccs a tubi.
    Bel giochino.
    Il mio rimane per ora più semplice.
    Differenziale a tubi con stadio di uscita a triodi con trasfo d'uscita.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8770
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: STAX appreciation thread

    Post  phaeton on Fri Aug 24, 2018 12:16 pm

    anche GCM usa un cascode a griglia comune sullo stadio di uscita?

    tra l'altro e' interessante notare che il tubo e' usato sul device "cascoding" e non sul "cascoded".... qualunque cosa voglia dire affraid affraid
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8770
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: STAX appreciation thread

    Post  phaeton on Fri Aug 24, 2018 12:20 pm

    appropo', qualcuno si e' gia' divertito a modificare lo schema e usare solo triodi. nota i triodi finali, delle EML 20B sunny sunny

    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Fri Aug 24, 2018 12:30 pm

    No. Lo stadio di uscita è più semplice ma efficace.
    Con i DHT, mi esibirò subito dopo sia a bassa Rp (PX4 o 300B) che ad alta Rp (10Y-801A)
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Fri Aug 24, 2018 12:32 pm

    Ma sono in single ended con ccs alla beltaine quindi con trasformatore i DHT?
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8770
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: STAX appreciation thread

    Post  phaeton on Fri Aug 24, 2018 2:51 pm

    no, lo schema e' sempre lo stesso, un cascode in uscita con la parte alta (cascoding) caricata con un ccs e la parte bassa (cascoded) caricata con un pozzo di corrente e messa a griglia/base comune. anche se sembra un direct drive con ccs, in realta' non lo e', e' un vero e proprio totem pole.

    da quel poco che ho letto, Kevin Gilmore e' passato gia' attraverso tutti gli stadi "evolutivi", compreso il dht a trafo e il direct drive a catodo comune (KGST), e a quanto dice lui (ma e' confermato "acusticamente" da molti......) quello che funge meglio con le elettrostatiche e' proprio il disegno del BHSE perche' e' quello che consente la minore distorsione possibile e il piu' alto slew rate di tensione e corrente.

    di meglio come detto c'e' secondo lui solo il ciclotron (Nanotube), ma li si lavora con tensioni regolate da +/-900V in push pull, il primo prototipo prvedeva 4 tubi 845 pilotati da 4 tubi 20B, piu' tutta la parte driver..... costo stimato di soli componenti intorno ai 10k..... tanto che i 'merrekani l'hanno soprannominato "unobtanium" anche perche' ormai Sir Kevin si e' ritirato e quindi il progetto e' portato avanti da altri, forse non proprio alla sua altezza progettuale......
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Fri Aug 24, 2018 2:57 pm

    Ma in foto vedo solo 2 DHT mentre gli statori sono 4
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8770
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: STAX appreciation thread

    Post  phaeton on Fri Aug 24, 2018 4:12 pm

    hai ragione, quello in foto e' la prova fatta su un T2 con un canale a DHT e l'altro con le EL34 per verificare le eventuali differenza strumentali. questa invece la foto del prototipo finale del GG con le 4 EML 20B (a diferenza del precedente gli stadi driver non sono piu' a triodi ma a fet)


    tenere il passo con questi pazzi sperimentatori staxisti e' dura affraid affraid
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2060
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: STAX appreciation thread

    Post  mariovalvola on Fri Aug 24, 2018 4:35 pm

    Monumentale e intrigante.
    La mia perplessità, con i tubi, sono i carichi attivi a stato solido soprattutto in un direct drive.
    La rusticità di un tubo usato come CCS, risulta infinitamente superiore di quella di un qualunque semiconduttore. Le derive termiche non giocano poi a favore dei bacherozzi. Il rumore residuo pure.
    avatar
    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 15642
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

    Re: STAX appreciation thread

    Post  carloc on Fri Aug 24, 2018 6:24 pm

    mariovalvola wrote:... Le derive termiche non giocano poi a favore dei bacherozzi.

    Puoi sempre usare un DDT per i bacherozzi


    _________________
    Rem tene verba sequentur
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8770
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: STAX appreciation thread

    Post  phaeton on Fri Aug 24, 2018 8:43 pm

    mariovalvola wrote:
    La mia perplessità, con i tubi, sono i carichi attivi a stato solido soprattutto in un direct drive.
    La rusticità di un tubo usato come CCS, risulta infinitamente superiore di quella di un qualunque semiconduttore. Le derive termiche non giocano poi a favore dei bacherozzi. Il rumore residuo pure.

    giuste considerazioni......in realta' non ho mai sentito di una cuffia rotta a causa della rottura di un ccs in un  BHSE o un qualunque KGSS o KGST (tutti fatti a ccs e tutti almeno da 400V di Vrail), potrebbe forse dipendere dalla bassa corrente che sono chiamati a gestire? il BHSEv1 e' settato di default a 16mA e il BHSEv2 a 20mA.....

    per il rumore, again giusta considerazione, ma se pure GCM nella sua ultima creatura ha usato sui filamenti gli stessi bacarozzetti DC-DC switching che ho molto piu' indegnamente usato io sugli Halgo allora forse vuol dire che da questi bacarozzetti si puo' tirare fuori qlcsa di decente

    cmq, vedremo, anzi sentiremo

      Current date/time is Tue Oct 16, 2018 7:28 am