Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
La fase dell'impianto - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    La fase dell'impianto

    Share

    Poll

    Quanto ritieni sia importante

    [ 1 ]
    6% [6%] 
    [ 3 ]
    19% [19%] 
    [ 12 ]
    75% [75%] 

    Total Votes: 16

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13

    Re: La fase dell'impianto

    Post  Giordy60 on Thu Apr 14, 2016 2:47 pm

    Nimalone65 wrote:

    Anch'io tendo ad utilizzare cavi con spine americane per il medesimo motivo , con un'attenzione però , quella di invertire i cavi di due prese all'interno della ciabatta per controllare , ad orecchio , che non vi siano elettroniche che escono dalla casa madre in controfasce

    grazie del suggerimento Enrico
    a questo non ci avevo pensato
    quindi si dovrebbe controllare la presa dell'elettronica dal''interno, giusto ?
    ma se escono in controfase ci sarà un motivo o no ?

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6375
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: La fase dell'impianto

    Post  lizard on Thu Apr 14, 2016 2:50 pm

    Giordy60 wrote:

    grazie del suggerimento Enrico  
    a questo non ci avevo pensato
    quindi si dovrebbe controllare la presa dell'elettronica dal''interno, giusto ?
    ma se escono in controfase ci sarà un motivo o no ?
    ma non è che escono in controfase per una scelta tecnica/progettuale..dipende solo dall'avvolgimento del trasformatore..

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: La fase dell'impianto

    Post  Giordy60 on Thu Apr 14, 2016 3:03 pm

    lizard wrote:
    ma non è che escono in controfase per una scelta tecnica/progettuale..dipende solo dall'avvolgimento del trasformatore..

    ma cosa comporta ( io non lo so ) avere un'elettronica che lavora in controfase ?
    sopratutto se collegata ad un'altra che ha un'uscita ...diciamo regolarmente in fase ?
    ( motivo del test e del tread )


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Mac-mini + HQPlayer in ramdisk, o WaveLab 7 o izotope RX4 =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete =>Mini PC-Fitlet-b, con WS2012R2, NAD in ramdisk =>interfaccia USB =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810


    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6375
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: La fase dell'impianto

    Post  lizard on Thu Apr 14, 2016 3:25 pm

    in realtà solo un'orecchio allentato si accorge che c'è qualcosa che non và,soprattutto se si conosce a memoria un brano specifico:
    la voce risulta stridente,fastidiosa,i suoni si accavallano,specialmente nei pieni orchestrali,la batteria del rullante non è bella secca,il basso non è preciso..pero' a mio avviso non esiste una regola e soprattutto non mi sembra che la 'non fase' influisca sulla focalizzazione della scena:
    abbiamo semplicemente una scena diversa.
    se vuoi scoprire da te cosa comporta avere un impianto 'controfase',basta che ruoti le spine,ove cio' fosse possibile,e fai un confronto..io l'ho fatto tante volte..l'Audio Innovation 500 lo ascolto addirittura con la polarità dei cavi ai diffusori invertita ..tanto per buttare ancora un po' di benzina sul fuoco....

    pink noise
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 442
    Data d'iscrizione : 2015-06-11
    Località : Toscana

    Re: La fase dell'impianto

    Post  pink noise on Thu Apr 14, 2016 6:15 pm

    lizard wrote:in realtà solo un'orecchio allentato si accorge che c'è qualcosa che non và,soprattutto se si conosce a memoria un brano specifico:
    la voce risulta stridente,fastidiosa,i suoni si accavallano,specialmente nei pieni orchestrali,la batteria del rullante non è bella secca,il basso non è preciso..pero' a mio avviso non esiste una regola e soprattutto non mi sembra che la 'non fase' influisca sulla focalizzazione della scena:
    abbiamo semplicemente una scena diversa.
    se vuoi scoprire da te cosa comporta avere un impianto 'controfase',basta che ruoti le spine,ove cio' fosse possibile,e fai un confronto..io l'ho fatto tante volte..l'Audio Innovation 500 lo ascolto addirittura con la polarità dei cavi ai diffusori invertita ..tanto per buttare ancora un po' di benzina sul fuoco....
    Quella di invertire i cavi ai diffusori l hai copiata da hatori hanzo,di la verità.
    Se inverti tutti e due i cavi non cambia niente,è un segnale alternato,se sono in controfase si,una bobina attrae quellan dell altro diffusore respinge.Disegnino di una sinusoide?

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5724
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: La fase dell'impianto

    Post  phaeton on Thu Apr 14, 2016 6:51 pm

    evitiamo per favore inutili battutine ironiche che non aggiungono nulla alla discussione.

    quella della fase assoluta (invertire i cavi ai diffusori) e' una annosa questione, molti dicono di avvertire differenze, e quindi si puo' ragionevolmente parlare di un campione statisticamente rilevante che quindi ha valore di misura. l'effetto a livello elettrico/elettronico non e' chiaro, ma e' evidentemente esistente almeno in alcune specifiche situazioni, e a nulla serve ironizzare perche' nei libri di testo non e' riportato il caso.

    a livello macroscopico, direi che le uniche asimmetricita' che vedo sono nel caso di amplificatori sbilanciati: dove il polo caldo entra nel xover (tipicamente il xover e' asimmetrico, ma esistono esempi di xover completamente simmetrici sui due poli, e in questo caso ovviamente la cosa non vale) e a monte se l'ampli e' in fase o no (ma esistono casi di alimentazione elettrica bifase, tipicamente nei centri storici dove ancora ci sono le vecchie sottostazioni a doppia fase, e come sopra in questo caso ovviamente la cosa non vale)

    per la cronaca, e a scanso di equivoci, in molti anni di esperimenti non ho mai avvertito differenze con la fase assoluta.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    pink noise
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 442
    Data d'iscrizione : 2015-06-11
    Località : Toscana

    Re: La fase dell'impianto

    Post  pink noise on Thu Apr 14, 2016 7:25 pm

    phaeton wrote:evitiamo per favore inutili battutine ironiche che non aggiungono nulla alla discussione.

    quella della fase assoluta (invertire i cavi ai diffusori) e' una annosa questione, molti dicono di avvertire differenze, e quindi si puo' ragionevolmente parlare di un campione statisticamente rilevante che quindi ha valore di misura. l'effetto a livello elettrico/elettronico non e' chiaro, ma e' evidentemente esistente almeno in alcune specifiche situazioni, e a nulla serve ironizzare perche' nei libri di testo non e' riportato il caso.  

    a livello macroscopico, direi che le uniche asimmetricita' che vedo sono nel caso di amplificatori sbilanciati: dove il polo caldo entra nel xover (tipicamente il xover e' asimmetrico, ma esistono esempi di xover completamente simmetrici sui due poli, e in questo caso ovviamente la cosa non vale) e a monte se l'ampli e' in fase o no (ma esistono casi di alimentazione elettrica bifase, tipicamente nei centri storici dove ancora ci sono le vecchie sottostazioni a doppia fase, e come sopra in questo caso ovviamente la cosa non vale)

    per la cronaca, e a scanso di equivoci, in molti anni di esperimenti non ho mai avvertito differenze con la fase assoluta.
    La battutina non riguardava assolutamente questo 3D .Era per restituirla niente di più. sunny

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5724
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: La fase dell'impianto

    Post  phaeton on Thu Apr 14, 2016 8:21 pm

    va bene, capito. ma basta cosi'. vale per tutti, ovviamente.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6375
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: La fase dell'impianto

    Post  lizard on Thu Apr 14, 2016 8:40 pm

    grazie per le delucidazioni e le esperienze personali,che possono contribuire a far luce su uno degli argomenti più annosi e controversi del mondo audiophile.
    mondo che deve il suo fascino anche e soprattutto a questi fenomeni psicoacustici apparentemente inspiegabili.

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8671
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 56
    Località : prov.Cremona

    Re: La fase dell'impianto

    Post  Giordy60 on Thu Apr 14, 2016 9:08 pm

    phaeton wrote:

    per la cronaca, e a scanso di equivoci, in molti anni di esperimenti non ho mai avvertito differenze con la fase assoluta.

    quindi non ha senso un prova del genere...... hai votato


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Mac-mini + HQPlayer in ramdisk, o WaveLab 7 o izotope RX4 =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete =>Mini PC-Fitlet-b, con WS2012R2, NAD in ramdisk =>interfaccia USB =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810


    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5724
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: La fase dell'impianto

    Post  phaeton on Thu Apr 14, 2016 9:41 pm

    no, non ho detto che non ha senso. ho detto che IO nel MIO setup con la MIA corrente (che e' un raro caso di bifase) in anni di esperimenti non ho mai trovato differenze. questo sia per la fase assoluta (cioe' invertire i cavi delle casse. con le cuffie, non essendoci xover, ho semplicemente invertito la fase sul Vega) che la fase elettrica (cioe' la procedura esposta all'inizio del thread).

    in termini scientifici, estrapolare a priori una regola generale quando la casistica e' cosi' divisa e il modello teorico e' inesistente e' sempre sbagliato, l'unica cosa che si puo' fare e' provare sul proprio setup e verificare, ed e' quello che suggerisco di fare visto che alla fine e' molto semplice.

    sempre per la cronaca, per non dare nulla per scontato, ho ripetuto la procedura per la messa in fase, e ho ritrovato gli stessi identici risultati di sempre: da me non ci sono differenze, ne' al tester ne' all'orecchio, cambiando il verso della spina.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10877
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: La fase dell'impianto

    Post  Banano on Fri Apr 15, 2016 12:55 pm

    ...mah...al cercafase riscontro una differenza che coincide (sicuramente un po' indotta ) con le mie sensazioni...proverò a breve a fare delle misurazioni con gli appositi strumenti...
    Ho una sfida con un amico tecnico che assevera l'ininfluenza dei cavi e dei vari setup rispetto al resto, ma io stesso mi son accorto di quanto varia a livello oggettivo semplicemenete la regolazione del volume...perciò con l'occasione verificheremo la fase/controfase...

    unica domanda, ma se ascoltiamo del Progressive bisogna ruotare la spina?! affraid


    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8295
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: La fase dell'impianto

    Post  Luca58 on Fri Apr 15, 2016 1:06 pm

    Da me la resa e' molto migliore con i cavi bilanciati normalmente anche se il finale ha la fase invertita negli ingressi XLR rispetto a cdp e pre... Laughing


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12097
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: La fase dell'impianto

    Post  vulcan on Fri Apr 15, 2016 1:36 pm

    JUSTINO wrote:Ok,ho trovato l'articolo che avevo letto diversi anni fa,è sulle Guide di FDS 16 ma non dice le stesse cose di quello dell'ingegner Chiappetta e sembra molto meno chiaro...
    Per tanto,avendo trovato l'integrale di Chiappetta ve lo linko.
    @Vulcan,ci sono tutte le risposte ai tuoi quesiti specifici.Magari ti vendi  l'Hydra
    http://www.siaudio.it/docs/messa_in_fase.pdf

    Hai mai avuto modo di sentire l'Hydra? Credo proprio di no hai letto la prova Laughing di Bollorino, chissà come mai ha scelto i SM ? A differenza di altri IO posso parlarne a ragion veduta, visto che prima dell'Hydra avevo il 500 con i loro cavi, avendo una discreta conoscenza dell'importatore ho ricevuto in prova 4 cavi Shunyata + filtro, e se ho scelto l'Hydra sicuramente non l'ho fatto leggendo le recensioni, ma ascoltando con attenzione ed ho venduto i S&M Laughing magari sono sordo e ho preso fischi per fiaschi






    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    JUSTINO
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 931
    Data d'iscrizione : 2010-01-05
    Località : TORINO

    Re: La fase dell'impianto

    Post  JUSTINO on Fri Apr 15, 2016 7:54 pm

    vulcan wrote:

    Hai mai avuto modo di sentire l'Hydra? Credo proprio di no hai letto la prova Laughing di Bollorino, chissà come mai ha scelto i SM ? A differenza di altri IO posso parlarne a ragion veduta, visto che prima dell'Hydra avevo il 500 con i loro cavi, avendo una discreta conoscenza dell'importatore ho ricevuto in prova 4 cavi Shunyata + filtro, e se ho scelto l'Hydra sicuramente non l'ho fatto leggendo le recensioni, ma ascoltando con attenzione ed ho venduto i S&M Laughing magari sono sordo e ho preso fischi per fiaschi

    Non ho mai sentito l'Hydra,non è nelle mie attenzioni perché penso che al momento dovrei guardare ad altre cose del mio impianto.Sono sicuro sia un buon prodotto,NON ho mai letto nessuna prova.NON posseggo alcun filtro della S&M ma una semplice ciabatta.
    La mia voleva solo essere una battuta(anche rispetto alla tua  precedente 'sufficienza').
    Risultato : o sei permalosetto...in ritardo tra l'altro,o qualcuno ti suggerisce male.

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21551
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: La fase dell'impianto

    Post  pluto on Fri Apr 15, 2016 8:45 pm

    Boniiii
    3D interessante, leviamo queste asperità x favore

    Tony65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 196
    Data d'iscrizione : 2016-01-06
    Età : 51
    Località : Roma

    Re: La fase dell'impianto

    Post  Tony65 on Fri Apr 15, 2016 10:51 pm

    phaeton wrote:no, non ho detto che non ha senso. ho detto che IO nel MIO setup con la MIA corrente (che e' un raro caso di bifase) in anni di esperimenti non ho mai trovato differenze. questo sia per la fase assoluta (cioe' invertire i cavi delle casse. con le cuffie, non essendoci xover, ho semplicemente invertito la fase sul Vega) che la fase elettrica (cioe' la procedura esposta all'inizio del thread).

    in termini scientifici, estrapolare a priori una regola generale quando la casistica e' cosi' divisa e il modello teorico e' inesistente e' sempre sbagliato, l'unica cosa che si puo' fare e' provare sul proprio setup e verificare, ed e' quello che suggerisco di fare visto che alla fine e' molto semplice.

    sempre per la cronaca, per non dare nulla per scontato, ho ripetuto la procedura per la messa in fase, e ho ritrovato gli stessi identici risultati di sempre: da me non ci sono differenze, ne' al tester ne' all'orecchio, cambiando il verso della spina.

    anch'io ho fatto prove del genere e senza rilevare differenze d'ascolto, rilevanti e di molto le differenze a orecchio dovute alle inversioni di fase sul segnale.
    un piccolissimo appunto, tendiamo comunemente a chiamare la 220V fase-fase come bifase ma è improprio perchè è ricavata dalla 220V concatenata (trifase) e quindi le fasi sfasate tra loro di 120° mentre nel sistema bifase puro (veramente raro) lo sono do 90°, tanto è che nella ns. 220V romana, non più utilizzato ma esiste, c'è ancora il neutro col quale molti anni fa si ricavava la fornitura "luce" monofase 125V (sistema ancora adottato invece dagli americani, dalla bifase la monofase non è ricavabile).
    a valle del pippone di cui sopra, anni fa provai a isolarmi con un grosso trafo da 6 kVA ma nulla di rilevante sonicamente, dimostrando di fatto che non avendo neutro distribuito l'inversione delle spine non inficiava il risultato.
    quando quei cornutacci si decideranno ad adeguare le cabine di media distribuendo la monofase vera col neutro e quindi 230V, avremo più sicurezza elettrica ma probabilmente nascerà l'esigenza di fasare le spine delle apparecchiature

    vick
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 368
    Data d'iscrizione : 2010-10-03
    Località : Treviso

    Re: La fase dell'impianto

    Post  vick on Sat Apr 16, 2016 12:04 am

    Ebbene dico la mia, da anni ho sempre dato importanza alla fase, ho l'orecchio molto allenato da molti impianti fatto nelle auto nei tempi che furono, ho amici che mi chiamano per controllare la fase dei loro impianti e più o meno ho sempre riscontrato differenze. Quali sono i parametri che percepisco?, in fase i bassi sono più rotondi il fuoco degli strumenti è senza dubbio migliore, più centrale, se osservate la batteria suona al centro mentre fuori fase ondeggia tra una cassa e l'altra, i piatti sono meno diretti e sempre arretrati. Fuori fase la voce la sento in linea alle casse gli strumenti sono facilmente individuati sui woofer, in generale tutto avanza e si appiattisce. Riesco da subito a capire che qualcosa non va. Le verifiche le faccio con un semplice cerca fase, ma non disdegno anche il tetester e non ho mai sbagliato. Naturalmente bisogna avere memoria musicale, sensibilità orecchie allenate e tanta pazienza. Per me una buona messa in fase ti cambia l'impianto,non voglio insegnare nulla perché rispetto a voi non sono nessuno ma avevo voglia di raccontare le mille prove fatte in tanti anni di passione anche maniacale.


    _________________
    -AA Maestro 150-EVO Strong con connettori ViaBlue-CDP Maestro DAC SE by Airtech --Audioquest-Snell E5-Kimber Kable-Technics sl1200skII
                                    Muletto
    -Mission Cyrus III PSX-Pioneer PD73-Technics SL-Jensen-cavi autocostruiti-
    -eterno riposo vari Deck Jvc e Nakamichi DR1-

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6375
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: La fase dell'impianto

    Post  lizard on Sat Apr 16, 2016 8:44 am

    vick wrote:Ebbene dico la mia, da anni ho sempre dato importanza alla fase, ho l'orecchio molto allenato da molti impianti fatto nelle auto nei tempi che furono, ho amici che mi chiamano per controllare la fase dei loro impianti e più o meno ho sempre riscontrato differenze. Quali sono i parametri che percepisco?, in fase i bassi sono più rotondi il fuoco degli strumenti è senza dubbio migliore, più centrale, se osservate la batteria suona al centro mentre fuori fase ondeggia tra una cassa e l'altra, i piatti sono meno diretti e sempre arretrati. Fuori fase la voce la sento in linea alle casse gli strumenti sono facilmente individuati sui woofer, in generale tutto avanza e si appiattisce. Riesco da subito a capire che qualcosa non va. Le verifiche le faccio con un semplice cerca fase, ma non disdegno anche il tetester e non ho mai sbagliato. Naturalmente bisogna avere memoria musicale, sensibilità orecchie allenate e tanta pazienza. Per me una buona messa in fase ti cambia l'impianto,non voglio insegnare nulla perché rispetto a voi non sono nessuno ma avevo voglia di raccontare le mille prove fatte in tanti anni di passione anche maniacale.


    JUSTINO
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 931
    Data d'iscrizione : 2010-01-05
    Località : TORINO

    Re: La fase dell'impianto

    Post  JUSTINO on Sat Apr 16, 2016 2:03 pm

    vick wrote:il fuoco degli strumenti è senza dubbio migliore, più centrale, se osservate la batteria suona al centro mentre fuori fase ondeggia tra una cassa e l'altra, i piatti sono meno diretti e sempre arretrati. Fuori fase la voce la sento in linea alle casse gli strumenti sono facilmente individuati sui woofer, in generale tutto avanza e si appiattisce. Riesco da subito a capire che qualcosa non va
    Guarda guarda,sembra proprio ciò che mi ha spinto ad aprire il 3ad sulla base dell'altro.

      Current date/time is Sun Dec 11, 2016 3:15 am