Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Che sorgente usa un vero STAX fan? - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Che sorgente usa un vero STAX fan?

    Share

    nikko
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 576
    Data d'iscrizione : 2013-01-25

    Re: Che sorgente usa un vero STAX fan?

    Post  nikko on Thu Dec 29, 2016 8:18 pm

    Che spettacolo!!! applausi applausi applausi oggetto stupendo... grazie per averlo condiviso con noi sunny
    avatar
    gciraso
    Moderatore strizzacervelli

    Numero di messaggi : 3694
    Data d'iscrizione : 2013-06-06
    Età : 62
    Località : Padova

    Re: Che sorgente usa un vero STAX fan?

    Post  gciraso on Thu Dec 29, 2016 8:37 pm

    Grandioso! Oggetto splendido, hai fatto benissimo a recuperarlo. Queste cose devono andare a chi le sa apprezzare.


    _________________
    Giovanni

    E leggetelo 'sto regolamento!!!

    ze inutile ragionar coi mussi, te perdi tempo e te infastidissi la bestia
    avatar
    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 23619
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 59
    Località : Genova

    Re: Che sorgente usa un vero STAX fan?

    Post  pluto on Fri Dec 30, 2016 9:09 am

    Grazie a tutti ragazzi. E' stato un piacere e sono contento sia piaciuto.

    Per rispondere alla domanda di Liz..

    Il dilemma degli apparecchi gloriosi del passato e se essi siano ancora di attualità o meno è complesso.  Non ho una risposta univoca valida x ogni tipologia di apparecchi.
    Non sono un collezionista e mi sono reso conto che la smania del possesso fine a se stessa è deleteria. Gli apparecchi soffrono x il non uso. Vanno tenuti in funzione e usati con una certa regolarità. Almeno qua da me
    Abitando sul mare, come si lascia qualcosa in una scatola o cantina, tempo qualche mese e si catafotte.

    Secondariamente, ci sono alcuni oggetti che si bevono gli oggetti moderni senza se e senza ma e faccio qualche esempio

    - certi bracci, certe puntine e certi girapadelle, sono di livello assoluto ancora oggi
    - idem certe amplificazioni
    - casse: qua è dura.  Alcuni miti storici potrebbero non essere più all'altezza.
    Ai miei 20 anni il top erano da una parte AR Pgreco e Allison One (la mia 1a cassa) e JBL Studio Pro nel settore reflex (+ Klipschorn e Altec). Ebbene forse solo l'alta efficienza è rimasta attuale.

    Ho riascoltato una coppia di Allison 1 un paio d'anni fa e mi sono reso conto che tanta strada è passata da allora, idem le Ar 10P

    Ma x certe altre le cose sono andate bene e vale la pena ricercarle. Vedi

    Dalhquist DQ10
    Ar 9
    Snell A III
    Allison IC20 (ne ho appena comprate un paio - fantastiche)
    McIntosh XRT20

    Sul fronte digitale la cosa è molto complessa

    Alcuni rari apparecchi suonano divinamente ma il rischio rotture è in agguato e hanno un senso solo in casi particolari.
    Una meccanica di 30 anni è una bella scommessa

    Il mio suggerimento è di ricercare solo ed esclusivamente i pezzi fuoriclasse.

    Vi faccio un es in negativo: Nakamichi 1000 ZXL alias il migliore cassette deck in assoluto. ne ho avuti 2. Sempre rotti.
    L'unico che faceva concorrenza agli open Reels. La meccanica funziona bene ancora adesso ma la logica del computer di calibrazione nastro saltava come un tappo di champagne. Contattai anche la B&W allora distributor Naka in Uk x avere il chip.

    Nulla da fare. Eppure se esiste un tape deck da avere era quello. Ma che ci fai?

    Just my two cents of course
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7428
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Che sorgente usa un vero STAX fan?

    Post  phaeton on Fri Dec 30, 2016 9:29 am

    il digitale audio IMHO ha avuto una storia piuttosto "strana".

    poiche' era tempo fa una tecnologia alla portata di pochi produttori e ancor meno ingegneri, in sostanza tutti o quasi usavano le stesse tecnologie.

    il digitale nasce multibit su chip, ma sin da subito, per problemi sia di costruzione dei chip stessi sia di tecnologia dell'epoca, si fa strada l'idea dell'oversampling che permette di avere un numero di bit minore (=maggiore facilita' di costruzione), fino ad arrivare (credo che il gruppo Matsushita fosse stato il primo nei lettori Technics) alla tecnologia bitstream, cioe' un singolo bit. aka modulazione sigma-delta, che con l'idea originale Sony/Philips del multibit c'entra poco e nulla. anzi diciamo proprio nulla. ma permetteva di avere oggetti estremamente economici e che piu' o meno "suonicchiavano", consentendo la larghissima diffusione del digitale che abbiamo oggi.

    in altre parole, l'evoluzione del digitale, a differenza di altre tecnologie legate all'hifi, e' stata fatta per diffondere il formato, non per innalzare la qualita'.

    oggi la situazione e' molto diversa. dopo anni di studi ed esperienze, si e' arrivati ad una implementazione del modulatore sigma-delta (che none' piu' bitstream, ma multibit, tipicamente 3, 4 o 5) che puo' essere molto interessante (vedi i vari Sabre). ma soprattutto si e' riscoperto il multibit puro grazie alle nuove disponibilita' di componenti discreti. ovvero non piu' su chip (troppo difficile da implementare, e visti i numeri in gioco troppo costoso) ma utilizzando resistenze di tipo aerospaziale/mil. ci sono addirittura progetti multibit DIY che suonano meglio di quasi tutti i chippettini industriali.....

    ok, finisco la pappardella. sicuramente un progetto come lo Stax, che mantiene la conversione multibit, risulta ancor oggi molto interessante, e sicuramente superiore a molte macchine odierne che invece cercano in qualche modo di "correggere" il deleterio effetto della sigma-delta su chippetto. ma altrettanto sciuramente oggi ci sono progetti multibit che forse suonano meglio...... MA: primo, non credo che fosse questo il punto di Gian, e secondo, vero ma il prezzo di queste macchine e' molto superiore al prezzo attuale dello Stax.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Honored member of the Genteel Audiophile Old Farts Mutual Adulation Society
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - Halgorythme 300B / 2A3
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200
    avatar
    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 23619
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 59
    Località : Genova

    Re: Che sorgente usa un vero STAX fan?

    Post  pluto on Fri Dec 30, 2016 10:02 am

    Infatti.

    Cercare macchine del passato in ambito digitale è rischioso. E' un hobby che può rivelarsi molto pericoloso.
    Diciamocela tutta

    Un bel 2 telai ML top distrugge tranquillamente la maggior parte dei lettori moderni in ambito lettura Red Book ma

    a) non sono regalati
    b) l'assistenza è problematica e non semplicissima
    c) il DAC non va bene per la liquida

    Che il lettore Stax suoni magnificamente ancora oggi non ci piove. Ma se non fosse xché era il mio e poi dell'amico più caro, non so se mi sarei buttato nell'impresa.

    Credo che tra i pezzi storici ci siano chicche diverse che vale la pena puntare e che in caso di problemi se ne riesce a uscire in qualche modo
    (a partire dalle amplificazioni a valvole x es) dove bene o male qualcuno che riesce a metterci le mani si trova sempre
    avatar
    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 23619
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 59
    Località : Genova

    Re: Che sorgente usa un vero STAX fan?

    Post  pluto on Fri Dec 30, 2016 10:07 am

    Detto questo se trovassi uno di questi e funzionante (cosa non facilissima tra l'altro), lo comprerei subito a costo di riportarlo a mano in Giapps x farlo riparare



    L'ultimo e pure l'unico che ho visto in vendita in Giapps, credo lo avesse portato a casa la banda Gilmore & Spritzer x ri-studiarlo e farci poi il suo nuovo progetto


    Last edited by pluto on Fri Dec 30, 2016 1:30 pm; edited 1 time in total
    avatar
    Buranello64
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 526
    Data d'iscrizione : 2012-02-12

    Re: Che sorgente usa un vero STAX fan?

    Post  Buranello64 on Fri Dec 30, 2016 1:18 pm

    Caro Pluto il tuo 3D riporta indietro le pancette dell'orologio dell'era digitale.
    Scusate se volutamente resto in alcuni paesaggi un volutamente impreciso ma tornate con me ai primissimi anni della musica digitale quando si registrava in digitale ciò che poi veniva stampato in vinile. Erano gli anni del mitico e decaduto SIM IVES HI FI di Milano e giovane sbarbatello avevo avuto la fortuna di avere un amico di mki papà che lavorava per Philips e presidiava lo stand della Marantz (all'epoca di proprietà del colosso olandese).
    Inevitabile il mio tono polemico sul suono freddo e vetroso del CD e parlo proprio del primissimi e lui sorridendo mi diede un punto di vista che adesso comprendo: " ma hai ascoltato il veri suono digitale? Quando giriamo le fiere per dimostrarenle potenzialità del digitale il convertitore è grande come una valigia e pesa come un macigno con due belle ventole di raffreddamento e la meccanica ottica non perderebbe un bit nemmeno se installata su una jeep. Se ascolti questi apparecchi ti rendi conto delle potenzialità del digitale. Un chippino e una meccanica traballante non rendono l'idea".

    Nel bene e nel male il digitale ha fatto la sua strada e anche in positivo perché ha innalzato la qualità media dell'audio consumer (provate a riascoltare una musicassetta su un'autoradio degli anni 80!!!!), ma ha posto una soglia di ingresso molto altaer chi punta alla massima prestazione.
    Apparecchi come questi STAX .... mi piacerebbe ascoltarli e magari scoprire che ad oggi non sono obsoleti.
    Pluto grazie ancora!
    Luka

      Current date/time is Sat Nov 25, 2017 11:15 am