Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
trattamento acustico della sala d'ascolto
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    trattamento acustico della sala d'ascolto

    Share

    piero
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1507
    Data d'iscrizione : 2010-04-21
    Età : 41
    Località : bari

    trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  piero on Sun Jun 13, 2010 10:51 am

    ciao a tutti, spero di non aver sbagliato luogo per questa domnada, nel caso chiedo scusa e trasloco, nel frattempo:
    ma come si fa a capire li dove ci sono problemi di acustica nella stanza? capisco che ogni luogo sian una storia a se e che ci sono una serie di soluzioni base che andrebbero adattate ma tipo, quale lampadario evitare, dove piazzare materiale smorzante quali prove effettuare (a parte l'ascolto intendo) voi quali sistemi o accorgimenti/trucchi usate per migliorare l'ambiente?
    ciao

    Massimo Bianco
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 640
    Data d'iscrizione : 2010-05-01

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  Massimo Bianco on Sun Jun 13, 2010 2:09 pm

    Ti suggerisco la lettura di un libro, esaustivo ma di facile comprensione, che ti aiuterà non poco nella messa a punto della tua sala da musica: "Manuale di Acustica", di F. Alton Everest (edizioni Hoepli).
    Per cominciare, leggi anche qui:

    http://www.maurograziani.org/text_pages/acoustic/acustica/MG_Acustica01.html

    http://www.jblpro.com/catalog/support/getfile.aspx?docid=275&doctype=3 (1a parte)

    http://www.jblpro.com/catalog/support/getfile.aspx?docid=276&doctype=3 (2a parte)

    http://www.acusticaapplicata.com/articoli.php?lang=ita

    Per la messa a punto dei diffusori in ambiente, leggi qui:
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com//digitale-sorgenti-amplificazioni-e-sistemi-di-altoparlanti-f12/calcolatore-acustico-ambientale-per-posizionamento-diffusori-t2980.htm#69856

    piero
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1507
    Data d'iscrizione : 2010-04-21
    Età : 41
    Località : bari

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  piero on Tue Jun 15, 2010 6:27 pm

    grazie per le dritte, molto utili

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  Cricetone on Wed Jun 16, 2010 9:18 am

    se ci sono cartongesso e molti vetri(compresi finestre e quadri)questi sono i primi problemi.Il primo vibra parecchio,il secondo ti crea grande fatica di ascolto


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    piero
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1507
    Data d'iscrizione : 2010-04-21
    Età : 41
    Località : bari

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  piero on Wed Jun 16, 2010 9:42 am

    cartongesso non c'è, vetro della finestra che per fortuna, essendo una tavernetta semiinterrata, è abbastanza piccola e a breve verrà coperta con una tenda , ora c'èuna veneziana.
    i quadri con vetro se posizionati alle spalle dei diffusori o laterlamnete creano problemi?

    hr2
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5550
    Data d'iscrizione : 2010-05-26
    Età : 45
    Località : napoli

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  hr2 on Wed Jun 16, 2010 12:26 pm

    Salv.Scarfone wrote:se ci sono cartongesso e molti vetri(compresi finestre e quadri)questi sono i primi problemi.Il primo vibra parecchio,il secondo ti crea grande fatica di ascolto

    Ma chi vi dice che il cartongesso da fatica d'ascolto.

    hr
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 557
    Data d'iscrizione : 2010-01-26

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  hr on Wed Jun 16, 2010 12:29 pm

    Salv.Scarfone wrote:se ci sono cartongesso e molti vetri(compresi finestre e quadri)questi sono i primi problemi.Il primo vibra parecchio,il secondo ti crea grande fatica di ascolto

    Non sono assolutamente daccordo...


    _________________
    Ciao & Enjoy the Music!
    Rocco

    "Ich denke nur Musik - J. Brahms"

    Ospite
    Guest

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  Ospite on Wed Jun 16, 2010 12:41 pm

    hr2 wrote:
    Salv.Scarfone wrote:se ci sono cartongesso e molti vetri(compresi finestre e quadri)questi sono i primi problemi.Il primo vibra parecchio,il secondo ti crea grande fatica di ascolto

    Ma chi vi dice che il cartongesso da fatica d'ascolto.

    se provi a metterti cartongesso nelle orecchie............................vedrai che avrai fatica di ascolto pure tu.. sunny

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  Cricetone on Wed Jun 16, 2010 1:59 pm

    hr2 wrote:
    Salv.Scarfone wrote:se ci sono cartongesso e molti vetri(compresi finestre e quadri)questi sono i primi problemi.Il primo vibra parecchio,il secondo ti crea grande fatica di ascolto

    Ma chi vi dice che il cartongesso da fatica d'ascolto.
    io ho detto che il primo vibra,il secondo(il vetro) crea fatica di ascolto.


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    hr2
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5550
    Data d'iscrizione : 2010-05-26
    Età : 45
    Località : napoli

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  hr2 on Wed Jun 16, 2010 3:28 pm

    Salv.Scarfone wrote:
    hr2 wrote:
    Salv.Scarfone wrote:se ci sono cartongesso e molti vetri(compresi finestre e quadri)questi sono i primi problemi.Il primo vibra parecchio,il secondo ti crea grande fatica di ascolto

    Ma chi vi dice che il cartongesso da fatica d'ascolto.
    io ho detto che il primo vibra,il secondo(il vetro) crea fatica di ascolto.


    E chi ti ha detto che vibra?

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed Jun 16, 2010 3:52 pm

    Il cartongesso è un materiale elastico, non rigido.

    Per cui viene messo in vibrazione da l'onda sonora che lo colpisce. Così come una corda di uno strumento musicale, avrà - a seconda della sua dimensione - una frequenza in cui risuona maggiormente di altre - frequenza principale di risonanza - che tenderà ad alterare l'equilibrio del suono riflesso dall'ambiente.

    Prova a noccare su un muro di cartongesso: sentirai che suona analogamente alla cassa armonica di uno strumento acustico in legno.

    L'unico modo per limitare l'elasticità del cartongesso è riempirlo con alcuni spray che emettono materiale inerte in forma liquida che si solidifica al contatto dell'aria (non so come si chiami il materiale - non sono certo si tratti di poliuretano espanso, potrei sbagliarmi del tutto - ma so che esiste, così come esistono questi spray).

    In quanto al vetro... non sempre la presenza di alcune superfici vetrose è negativa in ambiente... va visto dal tipo di riflessione dell'ambiente, da quanto è assorbente in gamma alta, insomma. In caso di ambiente acusticamente molto sordo, poco riflettente in gamma alta, un oculato posizionamento di quadri con cornice+vetro può migliorare di molto la situazione ambientale. Più che altro è dannoso l'intervento del vetro se capita su uno dei due lati dell'impianto, perché in tal caso cambia la "risposta" dell'ambiente ai suoni del diffusore sinistro da quello destro...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  Mr. wlg on Wed Jun 16, 2010 4:09 pm

    hr2 wrote:
    Salv.Scarfone wrote:se ci sono cartongesso e molti vetri(compresi finestre e quadri)questi sono i primi problemi.Il primo vibra parecchio,il secondo ti crea grande fatica di ascolto

    Ma chi vi dice che il cartongesso da fatica d'ascolto.

    Giunge nuova anche a me


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  Mr. wlg on Wed Jun 16, 2010 4:12 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Il cartongesso è un materiale elastico, non rigido.

    Per cui viene messo in vibrazione da l'onda sonora che lo colpisce. Così come una corda di uno strumento musicale, avrà - a seconda della sua dimensione - una frequenza in cui risuona maggiormente di altre - frequenza principale di risonanza - che tenderà ad alterare l'equilibrio del suono riflesso dall'ambiente.

    Prova a noccare su un muro di cartongesso: sentirai che suona analogamente alla cassa armonica di uno strumento acustico in legno.

    L'unico modo per limitare l'elasticità del cartongesso è riempirlo con alcuni spray che emettono materiale inerte in forma liquida che si solidifica al contatto dell'aria (non so come si chiami il materiale - non sono certo si tratti di poliuretano espanso, potrei sbagliarmi del tutto - ma so che esiste, così come esistono questi spray).

    In quanto al vetro... non sempre la presenza di alcune superfici vetrose è negativa in ambiente... va visto dal tipo di riflessione dell'ambiente, da quanto è assorbente in gamma alta, insomma. In caso di ambiente acusticamente molto sordo, poco riflettente in gamma alta, un oculato posizionamento di quadri con cornice+vetro può migliorare di molto la situazione ambientale. Più che altro è dannoso l'intervento del vetro se capita su uno dei due lati dell'impianto, perché in tal caso cambia la "risposta" dell'ambiente ai suoni del diffusore sinistro da quello destro...

    cheers grandioso

    Grazie non ci avevo mai pensato, forse perchè non ne ho ma sempre bene saperlo.


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  matley on Wed Jun 16, 2010 4:22 pm

    tante cose non hai pensato.... :affr affraid affraid affraid


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  ema49 on Wed Jun 16, 2010 4:34 pm

    piero wrote:ciao a tutti, spero di non aver sbagliato luogo per questa domnada, nel caso chiedo scusa e trasloco, nel frattempo:
    ma come si fa a capire li dove ci sono problemi di acustica nella stanza? capisco che ogni luogo sian una storia a se e che ci sono una serie di soluzioni base che andrebbero adattate ma tipo, quale lampadario evitare, dove piazzare materiale smorzante quali prove effettuare (a parte l'ascolto intendo) voi quali sistemi o accorgimenti/trucchi usate per migliorare l'ambiente?
    ciao
    Ci sono alcune regole che vanno rispettate:

    -Gli angoli dietro i diffusori sono sedi ed origine di onde stazionarie. Si possono eliminare utilizzando tube traps (usati costano il giusto). In alternativa si possono utilizzare angoliere (mobili a sezione triangolare) riempiti di libri o qualunque materiale assorbente. La ikea fa qualcosa di simile a prezzi bassi. Il faidate è ancora più economico.

    -La parete posteriore può essere trattata con materiale assorbente (ad es. una pesante tenda di velluto) se i diffusori sono poco distanti da essa. Si eliminano o quantomeno si attenuano così le prime riflessioni posteriori che, data la vicinanza dei diffusori si sommano al suono diretto degli stessi, con fenomeni di rinforzo di alcune gamme. Se i diffusori distano dalla parete posteriore almeno 1,5 mt, si può fare a meno del trattamento della parete posteriore. Comunque va sempre fatta una prova con materiale assorbente (una prova con qualche coperta non costa nulla, prima di trattare la parete)

    -Le prime riflessioni laterali (molto dannose) si possono eliminare facilmente con materiale fonoassorbente. Per individuare il posto dove posizionare tale materiale basta uno specchio: questo va posizionato sulla parete laterale, parallelamente ed attaccato ad essa ; ti siedi sul punto di ascolto e sposti lo specchio fin quando nello stesso vedi il tweeter della cassa: in quel punto si verificano le prime riflessioni e lì va posizionato il materiale fonoassorbente.
    La parete posteriore deve essere distante dal punto di ascolto almeno 1-1,5 mt. In caso contrario va trattata anch'essa con materiale assorbente.

    -Gli angoli della parete posteriore vanno trattati come detto per la parete anteriore

    Queste, in linea di massima, le regole da rispettare. I diffusori devono essere posizionati in modo da formare, col punto di ascolto, un triangolo equilatero o isoscele (va provato). Se permangono rinforzi in qualche gamma (di solito alta o bassa mediobassa), sposta tutto il triangolo in avanti o indietro fino a trovare il migliore posizionamento, testimoniato dalla linearità delle varie gamme di frequenza e dall'ampiezza laterale ed in profondità della scena acustica. Cerca di eliminare quadri ricoperti con vetro (non perché vibra, ma perché crea zone di riflessione anomala). Tende alle finestre.
    Ricorda infine che, se nonostante questi accorgimenti, la linearità e la scena acustica permangono non del tutto soddisfacenti, lo spostamento "random" di mobili, divani, tappeti e quant'altro nella sala d'ascolto può dare grosse sorprese.santa
    Buon divertimento


    Last edited by ema49 on Wed Jun 16, 2010 4:47 pm; edited 2 times in total

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  Mr. wlg on Wed Jun 16, 2010 4:35 pm

    matley wrote:tante cose non hai pensato.... :affr affraid affraid affraid


    affraid affraid


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    hr2
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5550
    Data d'iscrizione : 2010-05-26
    Età : 45
    Località : napoli

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  hr2 on Wed Jun 16, 2010 6:52 pm

    ema49 wrote:
    piero wrote:ciao a tutti, spero di non aver sbagliato luogo per questa domnada, nel caso chiedo scusa e trasloco, nel frattempo:
    ma come si fa a capire li dove ci sono problemi di acustica nella stanza? capisco che ogni luogo sian una storia a se e che ci sono una serie di soluzioni base che andrebbero adattate ma tipo, quale lampadario evitare, dove piazzare materiale smorzante quali prove effettuare (a parte l'ascolto intendo) voi quali sistemi o accorgimenti/trucchi usate per migliorare l'ambiente?
    ciao
    Ci sono alcune regole che vanno rispettate:

    -Gli angoli dietro i diffusori sono sedi ed origine di onde stazionarie. Si possono eliminare utilizzando tube traps (usati costano il giusto). In alternativa si possono utilizzare angoliere (mobili a sezione triangolare) riempiti di libri o qualunque materiale assorbente. La ikea fa qualcosa di simile a prezzi bassi. Il faidate è ancora più economico.

    -La parete posteriore può essere trattata con materiale assorbente (ad es. una pesante tenda di velluto) se i diffusori sono poco distanti da essa. Si eliminano o quantomeno si attenuano così le prime riflessioni posteriori che, data la vicinanza dei diffusori si sommano al suono diretto degli stessi, con fenomeni di rinforzo di alcune gamme. Se i diffusori distano dalla parete posteriore almeno 1,5 mt, si può fare a meno del trattamento della parete posteriore. Comunque va sempre fatta una prova con materiale assorbente (una prova con qualche coperta non costa nulla, prima di trattare la parete)

    -Le prime riflessioni laterali (molto dannose) si possono eliminare facilmente con materiale fonoassorbente. Per individuare il posto dove posizionare tale materiale basta uno specchio: questo va posizionato sulla parete laterale, parallelamente ed attaccato ad essa ; ti siedi sul punto di ascolto e sposti lo specchio fin quando nello stesso vedi il tweeter della cassa: in quel punto si verificano le prime riflessioni e lì va posizionato il materiale fonoassorbente.
    La parete posteriore deve essere distante dal punto di ascolto almeno 1-1,5 mt. In caso contrario va trattata anch'essa con materiale assorbente.

    -Gli angoli della parete posteriore vanno trattati come detto per la parete anteriore

    Queste, in linea di massima, le regole da rispettare. I diffusori devono essere posizionati in modo da formare, col punto di ascolto, un triangolo equilatero o isoscele (va provato). Se permangono rinforzi in qualche gamma (di solito alta o bassa mediobassa), sposta tutto il triangolo in avanti o indietro fino a trovare il migliore posizionamento, testimoniato dalla linearità delle varie gamme di frequenza e dall'ampiezza laterale ed in profondità della scena acustica. Cerca di eliminare quadri ricoperti con vetro (non perché vibra, ma perché crea zone di riflessione anomala). Tende alle finestre.
    Ricorda infine che, se nonostante questi accorgimenti, la linearità e la scena acustica permangono non del tutto soddisfacenti, lo spostamento "random" di mobili, divani, tappeti e quant'altro nella sala d'ascolto può dare grosse sorprese.santa
    Buon divertimento

    Che distanza devono essere i diffusori dalle pareti laterali?

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  ema49 on Wed Jun 16, 2010 7:06 pm

    hr2 wrote:
    ema49 wrote:
    piero wrote:ciao a tutti, spero di non aver sbagliato luogo per questa domnada, nel caso chiedo scusa e trasloco, nel frattempo:
    ma come si fa a capire li dove ci sono problemi di acustica nella stanza? capisco che ogni luogo sian una storia a se e che ci sono una serie di soluzioni base che andrebbero adattate ma tipo, quale lampadario evitare, dove piazzare materiale smorzante quali prove effettuare (a parte l'ascolto intendo) voi quali sistemi o accorgimenti/trucchi usate per migliorare l'ambiente?
    ciao
    Ci sono alcune regole che vanno rispettate:

    -Gli angoli dietro i diffusori sono sedi ed origine di onde stazionarie. Si possono eliminare utilizzando tube traps (usati costano il giusto). In alternativa si possono utilizzare angoliere (mobili a sezione triangolare) riempiti di libri o qualunque materiale assorbente. La ikea fa qualcosa di simile a prezzi bassi. Il faidate è ancora più economico.

    -La parete posteriore può essere trattata con materiale assorbente (ad es. una pesante tenda di velluto) se i diffusori sono poco distanti da essa. Si eliminano o quantomeno si attenuano così le prime riflessioni posteriori che, data la vicinanza dei diffusori si sommano al suono diretto degli stessi, con fenomeni di rinforzo di alcune gamme. Se i diffusori distano dalla parete posteriore almeno 1,5 mt, si può fare a meno del trattamento della parete posteriore. Comunque va sempre fatta una prova con materiale assorbente (una prova con qualche coperta non costa nulla, prima di trattare la parete)

    -Le prime riflessioni laterali (molto dannose) si possono eliminare facilmente con materiale fonoassorbente. Per individuare il posto dove posizionare tale materiale basta uno specchio: questo va posizionato sulla parete laterale, parallelamente ed attaccato ad essa ; ti siedi sul punto di ascolto e sposti lo specchio fin quando nello stesso vedi il tweeter della cassa: in quel punto si verificano le prime riflessioni e lì va posizionato il materiale fonoassorbente.
    La parete posteriore deve essere distante dal punto di ascolto almeno 1-1,5 mt. In caso contrario va trattata anch'essa con materiale assorbente.

    -Gli angoli della parete posteriore vanno trattati come detto per la parete anteriore

    Queste, in linea di massima, le regole da rispettare. I diffusori devono essere posizionati in modo da formare, col punto di ascolto, un triangolo equilatero o isoscele (va provato). Se permangono rinforzi in qualche gamma (di solito alta o bassa mediobassa), sposta tutto il triangolo in avanti o indietro fino a trovare il migliore posizionamento, testimoniato dalla linearità delle varie gamme di frequenza e dall'ampiezza laterale ed in profondità della scena acustica. Cerca di eliminare quadri ricoperti con vetro (non perché vibra, ma perché crea zone di riflessione anomala). Tende alle finestre.
    Ricorda infine che, se nonostante questi accorgimenti, la linearità e la scena acustica permangono non del tutto soddisfacenti, lo spostamento "random" di mobili, divani, tappeti e quant'altro nella sala d'ascolto può dare grosse sorprese.santa
    Buon divertimento

    Che distanza devono essere i diffusori dalle pareti laterali?

    Dipende dal diffusore e dalla capacità di dispersione del tweeter. Io li tengo ad un metro (Gemme Audio e ls3/5a). Le Harberth Monitor 30, prima di romperle, le tenevo più lontane e quindi più ravvicinate tra loro: gli strumenti e le voci sfondavano letteralmente la parete laterale ed avanzavano davanti al diffusore. Che diffusori, ragazzi... santa santa

    hr2
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5550
    Data d'iscrizione : 2010-05-26
    Età : 45
    Località : napoli

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  hr2 on Wed Jun 16, 2010 8:33 pm

    ema49 wrote:
    hr2 wrote:
    ema49 wrote:
    piero wrote:ciao a tutti, spero di non aver sbagliato luogo per questa domnada, nel caso chiedo scusa e trasloco, nel frattempo:
    ma come si fa a capire li dove ci sono problemi di acustica nella stanza? capisco che ogni luogo sian una storia a se e che ci sono una serie di soluzioni base che andrebbero adattate ma tipo, quale lampadario evitare, dove piazzare materiale smorzante quali prove effettuare (a parte l'ascolto intendo) voi quali sistemi o accorgimenti/trucchi usate per migliorare l'ambiente?
    ciao
    Ci sono alcune regole che vanno rispettate:

    -Gli angoli dietro i diffusori sono sedi ed origine di onde stazionarie. Si possono eliminare utilizzando tube traps (usati costano il giusto). In alternativa si possono utilizzare angoliere (mobili a sezione triangolare) riempiti di libri o qualunque materiale assorbente. La ikea fa qualcosa di simile a prezzi bassi. Il faidate è ancora più economico.

    -La parete posteriore può essere trattata con materiale assorbente (ad es. una pesante tenda di velluto) se i diffusori sono poco distanti da essa. Si eliminano o quantomeno si attenuano così le prime riflessioni posteriori che, data la vicinanza dei diffusori si sommano al suono diretto degli stessi, con fenomeni di rinforzo di alcune gamme. Se i diffusori distano dalla parete posteriore almeno 1,5 mt, si può fare a meno del trattamento della parete posteriore. Comunque va sempre fatta una prova con materiale assorbente (una prova con qualche coperta non costa nulla, prima di trattare la parete)

    -Le prime riflessioni laterali (molto dannose) si possono eliminare facilmente con materiale fonoassorbente. Per individuare il posto dove posizionare tale materiale basta uno specchio: questo va posizionato sulla parete laterale, parallelamente ed attaccato ad essa ; ti siedi sul punto di ascolto e sposti lo specchio fin quando nello stesso vedi il tweeter della cassa: in quel punto si verificano le prime riflessioni e lì va posizionato il materiale fonoassorbente.
    La parete posteriore deve essere distante dal punto di ascolto almeno 1-1,5 mt. In caso contrario va trattata anch'essa con materiale assorbente.

    -Gli angoli della parete posteriore vanno trattati come detto per la parete anteriore

    Queste, in linea di massima, le regole da rispettare. I diffusori devono essere posizionati in modo da formare, col punto di ascolto, un triangolo equilatero o isoscele (va provato). Se permangono rinforzi in qualche gamma (di solito alta o bassa mediobassa), sposta tutto il triangolo in avanti o indietro fino a trovare il migliore posizionamento, testimoniato dalla linearità delle varie gamme di frequenza e dall'ampiezza laterale ed in profondità della scena acustica. Cerca di eliminare quadri ricoperti con vetro (non perché vibra, ma perché crea zone di riflessione anomala). Tende alle finestre.
    Ricorda infine che, se nonostante questi accorgimenti, la linearità e la scena acustica permangono non del tutto soddisfacenti, lo spostamento "random" di mobili, divani, tappeti e quant'altro nella sala d'ascolto può dare grosse sorprese.santa
    Buon divertimento

    Che distanza devono essere i diffusori dalle pareti laterali?

    Dipende dal diffusore e dalla capacità di dispersione del tweeter. Io li tengo ad un metro (Gemme Audio e ls3/5a). Le Harberth Monitor 30, prima di romperle, le tenevo più lontane e quindi più ravvicinate tra loro: gli strumenti e le voci sfondavano letteralmente la parete laterale ed avanzavano davanti al diffusore. Che diffusori, ragazzi... santa santa



    E se non sia 1 metro di spazio come si fa?

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  matley on Wed Jun 16, 2010 9:07 pm

    hr2 wrote:



    E se non sia 1 metro di spazio come si fa?

    ...si compra un diffusore + piccolo
    ...oppure una stanza + grande..


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  ema49 on Wed Jun 16, 2010 9:19 pm

    matley wrote:
    hr2 wrote:



    E se non sia 1 metro di spazio come si fa?

    ...si compra un diffusore + piccolo
    ...oppure una stanza + grande..

    Mat...iniziale di mattacchione ... Si può provare ad angolare i diffusori in modo che i loro assi si incrocino circa 1 metro (più o meno) davanti al punto di ascolto. In tal modo le riflessioni laterali hanno meno influenza (o nessuna influenza) sul suono.

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  matley on Wed Jun 16, 2010 9:24 pm

    ma perchè voi angolate i diffusori?


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Ospite
    Guest

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  Ospite on Wed Jun 16, 2010 9:29 pm

    Dipende dal diffusore.
    Se hai le B&W, più le tieni lontano dal punto d'ascolto....(anche nel balcone del vicino) e più ne apprezzerai il rumo....ehm,il suono... Sleep Sleep Sleep Sleep Sleep

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  matley on Wed Jun 16, 2010 9:33 pm

    Un diffusore quando suona bene si sente da lontano....
    anche dall'altra stanza...magari senza vederlo...magari è un B&W...

    Ps. mi picerebbe propio fare questa prova... affraid affraid affraid


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: trattamento acustico della sala d'ascolto

    Post  ema49 on Wed Jun 16, 2010 9:33 pm

    pavel wrote:Dipende dal diffusore.
    Se hai le B&W, più le tieni lontano dal punto d'ascolto....(anche nel balcone del vicino) e più ne apprezzerai il rumo....ehm,il suono... Sleep Sleep Sleep Sleep Sleep
    povero vicino...

      Current date/time is Mon Dec 05, 2016 5:40 pm