Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Il pilotaggio delle cuffie dai morsetti dell'amplificatore
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Il pilotaggio delle cuffie dai morsetti dell'amplificatore

    Share

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8710
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Il pilotaggio delle cuffie dai morsetti dell'amplificatore

    Post  Edmond on Thu Aug 19, 2010 7:51 pm

    In questi giorni sta emergendo (invero ciclicamente, anche se solo fra noi "raffinati") la scoperta dell'efficacia del pilotaggio delle cuffie tramite i morsetti dei diffusori.

    Non voglio fare alcuna considerazione di natura tecnica, perchè non mi interessa farlo. Vorrei però ricordare al gruppo come l'esperienza di pilotaggio di certe cuffie attraverso i morsetti dei diffusori sia una esperienza del tutto premiante.

    Ricordo 3 o 4 anni fa i primi esperimenti con l'amico Paolo Ciussi in merito al pilotaggio della HD-650 collegata direttamente ai morsetti dei diffusori, gli esperimenti con i partitori resistivi di vario genere, per proteggere le cuffie da "manovre inconsulte" del volume, fino all'uso dei trasformatori, con le notevoli performance dei trafi di MegaHertz, che qui cito non per pubblicità, ma perchè più d'uno ha potuto testarne la qualità sonica.

    Personalmente l'utilizzo dei trasformatori aveva già mostrato prestazioni eccellenti per le cuffie Sennheiser, le quali mostravano di gradire moltissimo l'interfacciamento con i trafi, sfoderando prestazioni del tutto paragonabili (ma, forse, anche superiori) a quelle fornite dalla connessione a masse separate. Ma anche la gloriosa K340 ha mostrato ottime performance con questo tipo di pilotaggio, così come la Beyer DT880.

    L'esperienza che alcuni di noi stanno portando avanti con le HifiMan 5 e 6 sono la palese dimostrazione di come cuffie di sensibilità non troppo elevata siano notevolmente gratificate nelle prestazioni da questo tipo di connessione, favorite, appunto, dalla bassa sensibilità che limita i rischi di "frittura" dei drivers.

    La stessa K1000 fornisce prestazioni che risultano a volte migliori che non attraverso una connessione dedicata a 120 Ohm......... Insomma, credo che sia una via da approfondire, prima di pensare di spendere cifre pazzesche in amplificatori dedicati............ angel angel angel


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Ospite
    Guest

    Re: Il pilotaggio delle cuffie dai morsetti dell'amplificatore

    Post  Ospite on Thu Aug 19, 2010 9:05 pm

    Edmond wrote:In questi giorni sta emergendo (invero ciclicamente, anche se solo fra noi "raffinati") la scoperta dell'efficacia del pilotaggio delle cuffie tramite i morsetti dei diffusori.

    Non voglio fare alcuna considerazione di natura tecnica, perchè non mi interessa farlo. Vorrei però ricordare al gruppo come l'esperienza di pilotaggio di certe cuffie attraverso i morsetti dei diffusori sia una esperienza del tutto premiante.

    Ricordo 3 o 4 anni fa i primi esperimenti con l'amico Paolo Ciussi in merito al pilotaggio della HD-650 collegata direttamente ai morsetti dei diffusori, gli esperimenti con i partitori resistivi di vario genere, per proteggere le cuffie da "manovre inconsulte" del volume, fino all'uso dei trasformatori, con le notevoli performance dei trafi di MegaHertz, che qui cito non per pubblicità, ma perchè più d'uno ha potuto testarne la qualità sonica.

    Personalmente l'utilizzo dei trasformatori aveva già mostrato prestazioni eccellenti per le cuffie Sennheiser, le quali mostravano di gradire moltissimo l'interfacciamento con i trafi, sfoderando prestazioni del tutto paragonabili (ma, forse, anche superiori) a quelle fornite dalla connessione a masse separate. Ma anche la gloriosa K340 ha mostrato ottime performance con questo tipo di pilotaggio, così come la Beyer DT880.

    L'esperienza che alcuni di noi stanno portando avanti con le HifiMan 5 e 6 sono la palese dimostrazione di come cuffie di sensibilità non troppo elevata siano notevolmente gratificate nelle prestazioni da questo tipo di connessione, favorite, appunto, dalla bassa sensibilità che limita i rischi di "frittura" dei drivers.

    La stessa K1000 fornisce prestazioni che risultano a volte migliori che non attraverso una connessione dedicata a 120 Ohm......... Insomma, credo che sia una via da approfondire, prima di pensare di spendere cifre pazzesche in amplificatori dedicati............ angel angel angel
    quotasndo quanto da te detto, in ogni caso non si puó prescindere da un buon amplificatore a cui saranno collegate le cuffie.
    quindi i soldini li devi spendere sempre
    arturo

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8710
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Il pilotaggio delle cuffie dai morsetti dell'amplificatore

    Post  Edmond on Thu Aug 19, 2010 9:08 pm

    Ma magari ne puoi usare uno solo per cuffie e diffusori.......... Non tutti sono monogami al 100%...............
    In ogni caso il Thorens che sta usando Sal non costa certo una fortuna, anzi molto meno di altre cose che Sal ha in casa, ad esempio........


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Ospite
    Guest

    Re: Il pilotaggio delle cuffie dai morsetti dell'amplificatore

    Post  Ospite on Thu Aug 19, 2010 9:45 pm

    Edmond wrote:Ma magari ne puoi usare uno solo per cuffie e diffusori.......... Non tutti sono monogami al 100%...............
    In ogni caso il Thorens che sta usando Sal non costa certo una fortuna, anzi molto meno di altre cose che Sal ha in casa, ad esempio........
    mea culpa ma non sapevo che esistessero ampli thorens.
    ti do ragione. un solo ampli per cuffie e diffusori ma di qualitá.
    peró ti pongo una domanda da profano di elettronica: gli ampli studiati per pilotaggio diffusori a 8-4 ohm si comportano tutti bene con impedenze fino a 300-600 ohm o per alcuni sorgono difficoltá?
    arturo

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8710
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Il pilotaggio delle cuffie dai morsetti dell'amplificatore

    Post  Edmond on Fri Aug 20, 2010 7:07 am

    Se gli stadi finali sono dimensionati come diocomanda, non ho mai percepito problemi...


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    apostata
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 653
    Data d'iscrizione : 2010-04-22
    Località : Roma

    Re: Il pilotaggio delle cuffie dai morsetti dell'amplificatore

    Post  apostata on Fri Aug 20, 2010 9:08 am

    Vecchia questione sempre attuale.

    E' importante che anche i trasformatori siano di qualità; variatori di impedenza a resistenze danno risultati peggiori dei t.u., come abbiamo a suo tempo verificato in un meeting dei soliti ignoti.

    Anche tra i t.u. ci possono essere differenze, specie se di costruzione artigianale.

    Molto utile, anche se raro, un secondo comando sul t.u. con un potenziometro per la riduzione dei db d'uscita che, usato insieme al variatore d'impedenza, aiuta a megio calibrare il segnale.


    _________________
    Guglielmo

    una risata vi seppellirà
    .

    Ospite
    Guest

    Re: Il pilotaggio delle cuffie dai morsetti dell'amplificatore

    Post  Ospite on Fri Aug 20, 2010 9:50 am

    Edmond wrote:In questi giorni sta emergendo (invero ciclicamente, anche se solo fra noi "raffinati") la scoperta dell'efficacia del pilotaggio delle cuffie tramite i morsetti dei diffusori.

    Non voglio fare alcuna considerazione di natura tecnica, perchè non mi interessa farlo. Vorrei però ricordare al gruppo come l'esperienza di pilotaggio di certe cuffie attraverso i morsetti dei diffusori sia una esperienza del tutto premiante.

    Ricordo 3 o 4 anni fa i primi esperimenti con l'amico Paolo Ciussi in merito al pilotaggio della HD-650 collegata direttamente ai morsetti dei diffusori, gli esperimenti con i partitori resistivi di vario genere, per proteggere le cuffie da "manovre inconsulte" del volume, fino all'uso dei trasformatori, con le notevoli performance dei trafi di MegaHertz, che qui cito non per pubblicità, ma perchè più d'uno ha potuto testarne la qualità sonica.

    Personalmente l'utilizzo dei trasformatori aveva già mostrato prestazioni eccellenti per le cuffie Sennheiser, le quali mostravano di gradire moltissimo l'interfacciamento con i trafi, sfoderando prestazioni del tutto paragonabili (ma, forse, anche superiori) a quelle fornite dalla connessione a masse separate. Ma anche la gloriosa K340 ha mostrato ottime performance con questo tipo di pilotaggio, così come la Beyer DT880.

    L'esperienza che alcuni di noi stanno portando avanti con le HifiMan 5 e 6 sono la palese dimostrazione di come cuffie di sensibilità non troppo elevata siano notevolmente gratificate nelle prestazioni da questo tipo di connessione, favorite, appunto, dalla bassa sensibilità che limita i rischi di "frittura" dei drivers.

    La stessa K1000 fornisce prestazioni che risultano a volte migliori che non attraverso una connessione dedicata a 120 Ohm......... Insomma, credo che sia una via da approfondire, prima di pensare di spendere cifre pazzesche in amplificatori dedicati............ angel angel angel

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7707
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Il pilotaggio delle cuffie dai morsetti dell'amplificatore

    Post  biscottino on Fri Aug 20, 2010 6:33 pm

    Il Thorens TTa è un eccellente finale, dal suono vintage o tube-like, se vogliamo.
    Ma, come Giorgio ha fatto osservare, ha un bella alimentazione e una buona erogazione di watt e corrente.
    Con la coda della k1000 è stata provata sia la k1000 che la hifiman he5, invece tramite i trafo MHZ, ho potuto provare sia la hd800 che la T1.
    LA hd800 ne trae un giovamento pazzesco, suonando con un impatto a me sconosciuto, anche se ha conservato quella piccola imperfezione in gamma altissima che proprio nondigerisco, mentre la T1 fa veramente pena, inascoltabile.
    MOlto molto bene la k1000, ma già si sapeva e la Hifiman, che col violento pilotaggio sembra volare.
    Da notare che con i trafo MHZ, il suono è di un assoluto silenzio, mentre ricordo che con qualche valvolare, c'era sempre un rumorino di fondo.

    Sal.

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 1:10 pm