Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Prima che combini un guaio... - Page 11
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Prima che combini un guaio...

    Share

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  aircooled on Thu Jan 27, 2011 7:18 pm

    Luca58 wrote:
    pepe57 wrote:Allora se io in casa ho un rumore medio di fondo di 45 dB...
    Se uno abita accanto all'autostrada quanti db gli servono?
    Classe d’appartenenza Periodo Diurno (6:00- 22:00)
    I (aree particolarmente
    protette) 50dB(A)
    II (aree prevalentemente
    residenziali) 55dB(A)
    III (aree di tipo misto) 60dB(A)
    IV (aree di intensa attività
    umana ) 65dB(A)
    V (aree prevalentemente
    industriali) 70dB(A)
    VI (aree esclusivamente
    industriali) 70dB(A)
    se stai in citta son dolori, se invece stai in aperta campagna e hai molti cacciatori che stramazzano gli uccellini vivi più tranquillo
    comunque puoi sempre farti una camera anecoica cosi stramazzi solo il rumore di fondo

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  aircooled on Thu Jan 27, 2011 7:21 pm

    Io intendevo come posto al concerto ; se sei in prima fila senti troppo di piu' gli strumenti vicini a te...
    dipende da che tipo di impianto hai, il mio è come se stessi al posto del direttore d'orchestra infatti alla fine di ogni brano mi tocca fare l'inchino poi ci sono quelli che con l'impianto da piccionaia e li senti gli scartamenti delle caramelle ma soprattutto le scurreggette con dinamica da urlo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  Luca58 on Thu Jan 27, 2011 7:26 pm

    aircooled wrote:il mio è come se stessi al posto del direttore d'orchestra infatti alla fine di ogni brano mi tocca fare l'inchino
    affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  ema49 on Thu Jan 27, 2011 7:33 pm

    aircooled wrote:
    Io intendevo come posto al concerto ; se sei in prima fila senti troppo di piu' gli strumenti vicini a te...
    dipende da che tipo di impianto hai, il mio è come se stessi al posto del direttore d'orchestra infatti alla fine di ogni brano mi tocca fare l'inchino poi ci sono quelli che con l'impianto da piccionaia e li senti gli scartamenti delle caramelle ma soprattutto le scurreggette con dinamica da urlo

    affraid affraid affraid


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  aircooled on Thu Jan 27, 2011 8:43 pm

    con voi unsipò mai di una cosa seria


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  Pazzoperilpianoforte on Fri Jan 28, 2011 9:38 am

    Io intanto mi riprometto, entro oggi, di rispondere a Pietro sulla dinamica utile/necessaria/sufficiente per una riproduzione Hi-Fi. Ma l'intervento non potrà essere breve e non posso scriverlo al lavoro in due minuti.... quindi dovrò aspettare di "smontare"....

    Mi dispiace se Pietro ha già deciso di non rispondere alla mia replica, soprattutto per il motivo addotto , per quanto scherzosamente.

    In caso non volesse peraltro proseguire la discussione, il mio commento si aggiungerà al suo nell'inquadrare la questione senza che la sua mancata replica voglia significare la mia ragione sul suo torto. Lo anticipo e sottolineo io, anche per evidenziare lo spirito dialettico e non impositivo, non prevaricante, della mia replica.

    E' solo che mi sembra cosa molto interessante di cui discorrere (la dinamica reale, quella presente nei dischi, i requisiti dinamici dell'impianto) e mi dispiacerebbe rinunciare a manifestare la mia opinione.

    A stasera allora....


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  Edmond on Fri Jan 28, 2011 9:45 am

    Ema, ma cosa hai deciso di fare alla fine??? Vendi le sdraie, oppure perseveri nella ricerca???? angel angel angel


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8293
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  Luca58 on Fri Jan 28, 2011 10:44 am

    aircooled wrote:con voi unsipò mai di una cosa seria
    cheers cheers cheers


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  ema49 on Fri Jan 28, 2011 11:18 am

    Edmond wrote:Ema, ma cosa hai deciso di fare alla fine??? Vendi le sdraie, oppure perseveri nella ricerca???? angel angel angel

    Devo ancora fare diverse prove: inclinarle verso l'avanti posizionando degli spessori in carbon block sotto il lato posteriore delle staffe; apettare che il tecnico del suono venga con i suoi accrocchi a fare delle misure: a mio parere, visto che mai mi era capitato di incontrare tante difficoltà a posizionare diffusori dinamici, il problema potrebbe essere il tetto che, come ti ho già detto, è spiovente da entrambi i lati e nel punto dove sono posizionate le piattole dista dal margine superiore delle stesse circa 1 mt. Questo, a mio parere, potrebbe creare riflessioni anomale. Attualmente siamo sempre al punto di prima: scomparsa completa delle piattole durante la riproduzione, elevata profondità della scena acustica ma piattezza della stessa, appiccicata alla parete di fondo senza alcuna scansione dei piani sonori. Non è quello che ho ascoltato prima di prenderle. Pertanto persevero..


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  aircooled on Fri Jan 28, 2011 11:28 am

    togli la menbrana e montaci qualche altoparlante dinamico
    la prossima volta prima di infognarti consultati prima con uno di quei maestri di cui parli FAVA


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  ema49 on Fri Jan 28, 2011 11:34 am

    aircooled wrote:togli la menbrana e montaci qualche altoparlante dinamico
    la prossima volta prima di infognarti consultati prima con uno di quei maestri di cui parli FAVA

    e che c'entra, qui è questione di posizionamento, quando li ho ascoltati prima di prenderli.. santa santa probabilmente tutto è dovuto alla mia totale inesperienza in campo di diffusori planari..


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  aircooled on Fri Jan 28, 2011 12:11 pm

    ma scusa hai sbandierato ai 4 venti che il maestro deve sapere cosa darti, quindi avrebbe dovuto dirti come posizionarle nel tuo ambinete altrimenti è un maestro dimezzato poi secondo me avrebbe pure dovuto dirti il resto dell'impianto da utilizzare ma lassamo perde che senno a forza di dimezzarlo si fa ritornale alunno


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  ema49 on Fri Jan 28, 2011 12:17 pm

    aircooled wrote:ma scusa hai sbandierato ai 4 venti che il maestro deve sapere cosa darti, quindi avrebbe dovuto dirti come posizionarle nel tuo ambinete altrimenti è un maestro dimezzato poi secondo me avrebbe pure dovuto dirti il resto dell'impianto da utilizzare ma lassamo perde che senno a forza di dimezzarlo si fa ritornale alunno


    il maestro conosce i miei gusti, non il mio ambiente d'ascolto..
    ..e mi aveva detto che ci voleva un buono stato solido..
    sono io che ho voluto provare con gli ARC, visto che sono ancora nuovi e mi spiacerebbe venderli..


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Ospite
    Guest

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  Ospite on Fri Jan 28, 2011 12:18 pm

    Vai di Audia Flight..........e ascolta i consigli del buon Bruno.. sunny sunny sunny sunny

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  aircooled on Fri Jan 28, 2011 12:19 pm

    no no non ci ci siamo, un maestro la prima cosa che fa prima di consigliare chiede come è l'ambiente poi dopo arriva il resto, non barare


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  aircooled on Fri Jan 28, 2011 12:20 pm

    ho voluto provare con gli ARC
    vai di Bryston spingi meglio e spendi meno


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  ema49 on Fri Jan 28, 2011 12:30 pm

    aircooled wrote:
    ho voluto provare con gli ARC
    vai di Bryston spingi meglio e spendi meno

    1) Il maestro trovasi allocato nel Nord Est, a circa 2000 km di distanza
    2) Non è più il mio Maestro, non ho comprato più nulla da lui dopo il primo meraviglioso impianto che mi ha consigliato e che ancora mi soddisfa dopo decenni
    3) SE volessi migliorare questo impianto, non esiterei a rifare 2000+2000 Km..
    4) Il mio ambiente d'ascolto è trattato per diffusori dinamici. Dammi tempo e vedrai..
    5)


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Ospite
    Guest

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  Ospite on Fri Jan 28, 2011 12:43 pm

    Il punto 5 sarebbe da approfondire......

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  aircooled on Fri Jan 28, 2011 1:59 pm

    basta che tu tolga materiale assorbente dietro ai paraventi e li posizioni in mezzo alla stanza, fatto quello cambi tutto il resto e sei a posto, serve poco tempo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  ema49 on Fri Jan 28, 2011 2:27 pm

    aircooled wrote:basta che tu tolga materiale assorbente dietro ai paraventi e li posizioni in mezzo alla stanza, fatto quello cambi tutto il resto e sei a posto, serve poco tempo

    già fatto, non solo, ma ad ogni spostamento in avanti (di 20 cm alla volta, partendo da 1,5 mt fino ad arrivare a 2,7 mt) toglievo tutto dietro e rimettevo gradualmente le tende che essendo scorrevoli non mi creavano fatica. Mai faticato tanto per posizionare diffusori, di solito è sempre stato un lavoro di mezza giornata, nei casi più difficili. Sono convinto che il problema stia nel tetto, spiovente da entrambi i lati e riflettente. Non potendo togliere il tetto proverò aa attaccargli materiale fonoassorbente. Ma aspetto mio nipote, tecnico del suono


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  Dragon on Fri Jan 28, 2011 2:39 pm

    Io lo saprei cosa dovresti fare per avere tutto quello che hai trovato di bello nelle magneplanar senza quei problemi di posizionamento e con un'eccellente articolazione della gamma bassa, oltre alla profondità della stessa..... Laughing Laughing Laughing ... e potresti pure usare i tuoi AR.


    _________________
    Ai cavalli mettono i paraocchi...noi li abbiamo a corredo fin dalla nascita.

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  ema49 on Fri Jan 28, 2011 2:41 pm

    Dragon wrote:Io lo saprei cosa dovresti fare per avere tutto quello che hai trovato di bello nelle magneplanar senza quei problemi di posizionamento e con un'eccellente articolazione della gamma bassa, oltre alla profondità della stessa..... Laughing Laughing Laughing ... e potresti pure usare i tuoi AR.

    e perché non lo dici..


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  Dragon on Fri Jan 28, 2011 2:44 pm

    Perchèssennòssuccederfinimondoooooo..... affraid affraid affraid


    _________________
    Ai cavalli mettono i paraocchi...noi li abbiamo a corredo fin dalla nascita.

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  matley on Fri Jan 28, 2011 2:45 pm

    ema49 wrote:
    Devo ancora fare diverse prove: inclinarle verso l'avanti posizionando degli spessori in carbon block sotto il lato posteriore delle staffe; apettare che il tecnico del suono venga con i suoi accrocchi a fare delle misure: a mio parere, visto che mai mi era capitato di incontrare tante difficoltà a posizionare diffusori dinamici, il problema potrebbe essere il tetto che, come ti ho già detto, è spiovente da entrambi i lati e nel punto dove sono posizionate le piattole dista dal margine superiore delle stesse circa 1 mt. Questo, a mio parere, potrebbe creare riflessioni anomale. Attualmente siamo sempre al punto di prima: scomparsa completa delle piattole durante la riproduzione, elevata profondità della scena acustica ma piattezza della stessa, appiccicata alla parete di fondo senza alcuna scansione dei piani sonori. Non è quello che ho ascoltato prima di prenderle. Pertanto persevero..




    ... affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid

    e IO.. che ci dissi....

    matley wrote:
    Ps: pareri discordanti ci sono... Laughing Laughing Laughing
    d'imbracciatura tirasti..

    matley wrote:Si...si...
    ora mettici L'ARC eppoi sei apposto.. affraid affraid affraid affraid affraid affraid



    matley wrote:
    poero ema...Il mio amico barbuto...non sa in che pelago s'è messo.. affraid affraid affraid
    allora...sono diego VI spiego....

    qualche giorno ( dice LUI).. Laughing
    4 mesi di rodaggio..(se vuoi l'articolazione del basso giusta).. Laughing
    15 giorni per il posizionamento... (okkio che ci vuole almeno 2-3m dalla parete di fondo)

    dopodichè...

    matley wrote:

    Eppoi...devo continuare?...

    spiacente ma ci vogliono tanti watt.....


    matley wrote:ema...Li da Te...non suoneranno mai... santa
    cambiare devi...

    matley wrote:
    contento ME???
    Io son contento se non gli sonino...
    ma >LUI un capisce che deve cambiare disposizione alle suppellettili..tende..fiori...fave...e seghe... per far suonare... tyu tyu tyu

    mamma mia...ummiriesce dillo.. santa santa santa


    matley wrote:sali...sali...
    o sale contro la sfiga... sunny

    I prodotti ITALICI ti daranno una mano ....tranquillo barbuto

    Come stai barbuto passata l'influenza malefica... Laughing Laughing Laughing
    bello questo post ema...interessante anche i punzecchiamenti vari....tra forumer
    devo dire molto costruttivo...ma 18 pag da leggere...

    azz... è arrivato Dragon
    allora ti spiega tutto LUI... Laughing


    rimettiti ...



    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  Pazzoperilpianoforte on Fri Jan 28, 2011 3:01 pm

    pepe57 wrote:
    OK.
    Parliamo di ragionevole.
    Ora secondo te, un CD di classica che dinamica ha (come escursione fra un pppp eun FFFF?
    Secondo quanto afferma ML, quasi mai superiore ai 40 dB..
    Allora se io in casa ho un rumore medio di fondo di 45 dB e voglio ascoltarmi distintamente un PPPP a volume ragionevole (50 dB) il supporto mi consentirà un FFFF a 90 dB (se il rumore di fondo fosse + basso, come può benissimo accadere, potrei abbassare il volume ed i 90 dB risulterebbero perfino in esubero, ripeto, causa limiti della registrazione).
    Per ascoltare un FFFF a 115 dB dovrei ascoltarmi il pppp a 75 dB (che non mi pare proprio un pppp ragionevole neppure dalla prima fila in sala...).
    Senza estremizzare (che come indicavo era solo a titolo esemplificativo), un buon ascolto in 8^ fila (poi dipende da che sala e con che genere) con un rumore di fondo in sala di 40 dB, un pppp a 50 ed un FFFF che arriva a 110dB (60 dB di range dinamico) potrò mai riprodurlo in casa con i supporti attuali?
    Se invece fossi seduto in prima fila un rumore di fondo sempre da 40 dB ed un pppp a 60 dB ed un FFFF a 120dB, la dinamica(60 dB, e scrivo per ampio difetto) non sarebbe la stessa?
    Per cui non credi che non potrei riprodurre in casa la dinamica reale?
    Al massimo potrei riprodurre l' SPL massimo, quello si, ma a detrimento di tutto il resto, non trovi?
    Per quanto riguarda i livelli dei diversi strumenti, sono d'accordo, infatti imputo come riferimento "basso" un livello appena superiore al rumore di fondo, consapevole che alcune frequenze vengono percepite anche a livello inferiore di esso, ma per l'appunto rischiando di confondersi nell'insieme).

    sunny sunny

    Comuque ora, su questo argomento, taccio per sempre, non vorrei che qualcuno (non tu caro PPP che lego molto volentieri anche quando non sono del tutto d'accordo) piangesse troppo!

    Pietro

    Come avevo precedentemente detto, rpovo a rispondere a Pietro, per illustrare il mio punto di vista in merito.

    Premessa: io quando parlo di musica, ormai lo sapete, parlo di musica classica, musica acustica non amplificata, strumentale o vocale.

    Un discorso come quello fatto dai tecnici ML lo trovo, musicalmente parlando ma anche logicamente parlando, poco meno che ridicolo. Essi affermano che raramente le registrazioni commerciali superano i 40 db di dinamica. E quindi basterebbero pochi db in ambiente domestico per riprodurre supporti audio attuali.

    1- Osservo per prima cosa che corollario di questa affermazione ("raramente le registrazioni commerciali superano i 40 db di dinamica") è il fatto obiettivo che alcune registrazioni superano i 40 db di dinamica. Poche, rare registrazioni, ma esistenti. Raramente non significa mai. Io ho la presunzione di pretendere che il mio impianto sappia ben riprodurre anche queste rare registrazioni che superano i 40 db di dinamica. E già qui ho messo fuori dalla porta i 90 db di SPL massimo degli impianti di cui ipoteticamente stiamo discorrendo: con queste pur rare registrazioni questi impianti non saranno sufficienti. Cosa faccio di queste registrazioni? Le butto via perché non piacciono al mio impianto?

    2- Osservo poi una seconda cosa: non è possibile che fenomeni di dinamica estremamente ampia in un brano siano un fenomeno frequente. Occorre un brano musicale che al suo interno richieda e renda artisticamente validabili tali dislivelli di volume (nessun artista si pone il problema di dover eseguire pppp e FFFF per il solo scopo di far felice i tecnici audio ), e poi occorre un artista, un musicista, in grado di riprodurli sullo strumento. Cosa altrettanto rara se non più rara della prima. Ma proprio perché molto rara, quando si verifica, è di importanza capitale poterla rirpodurre: perché ha grande, gigantesco valore artistico.

    Faccio un esempio: qualche anno fa, Pergola di Firenze, Schiff suona la sonata per piano di Beethoven che è la seconda dell'opera 31, più comunemente soprannominata La Tempesta. Forse l'esecuzione più straordinaria all'interno dell'esecuzione integrale delle 32 sonate beethoveniane che Schiff ha eseguito in anteprima mondiale in quel teatro. Ebbene alla fine del terzo movimento, SChiff ha concluso in ppppp ed ha lasciato premuto il pedale di risonanza dello strumento. Con il pubblico sospeso in un silenzio magico, irreale, nel tentativo di ascoltare la risonanza del pianoforte (abbassare il pedale fa risuonare tutte le corde senza ostacoli per simpatia rispetto alla vibrazione dell'ultima nota percossa) lentamente spengersi scendendo sotto il livello di udibilità. Non una foglia si è sentita muoversi fino a che la coda sonora del piano si è spenta (dopo molti secondi) nel silenzio, degno coronamento di una esecuzione che faceva della ricchezza armonica della pedalizzazione e nella ricchezza di varietà dinamica e timbrica il suo punto di forza, quasi a descriverci un Beethoven pre-Debussy. Esecuzione unica, di grandissimo valore artistico. Oserei dire storica. Seguita da un applauso fragoroso, quando l'ultima eco della nota si era estinta nell'ambiente.

    Ebbene che dinamica aveva espresso in quella esecuzione il pianoforte solo? Io ero in prima fila. La pressione sonora massima di un piano solo non amplificato è 108 db (SChiff aveva in vari punti della sonata suonato FFFF). Io ero ad una certa distanza, pur se in prima fila, quindi diciamo che la pressione sonora di picco fosse di 100 db, poco più poco meno. SE si conta che la Pergola è una sala da concerto silenziosissima (a parte le eventuali intemperanze degli ascoltatori) e che eravamo di domenica sera oltre le 22,00, il livello di rumore era molto, molto basso. Un sussurro ad un metro sarebbe stato percepibile chiaramente, quindi probabilmente ci trovavamo sotto i 30 db di rumore ambientale, ma per comodità diciamo che il rumore ambientale fosse 30 db (un ambiente di campagna con il rumore delle foglie, il cip cip degli uccellini, ecc. ecc.). Ebbene Schiff quella sera espresse con la sua esecuzione una dinamica di circa 70 db.

    Dinamica, inutile dirlo, irriproducibile da un impianto con 90 db di SPL massimo posto in un ambiente domestico di pur bassa rumorosità (ma certo superiore a quella di una sala da concerto). E stiamo parlando di un pianoforte solo, non di una orchestra sinfonica, badate bene.

    Probabilmente basterebbe, come a casa mia, un 50 w applicati a 88 db di efficienza del diffusore ascoltati a due metri. Contando le riflessioni dell'ambiente viaggiamo intorno ai 102-103 db di SPL massimo e con un piccolo sforzo di concentrazione potremmo seguire i pppp anche un pizzico sotto il livello del rumore ambientale. Oltretutto con un apressione sonora in ambiente analogo a quello della prima fila in sala da concerto. Certo un pizzico di potenza in più sarebeb meglio: mi terrebbe più lontano dal clipping nei picchi massimi del segnale registrato.

    Certo, anche chi era in fondo alla sala dal vivo non potè godere appieno di quell'effetto, ma perché dovrei accettare di non poterne godere io a casa mia davanti al mio impianto?

    Ma su questo siamo tutti d'accordo. MI premeva sottolineare che molte volte un'ampia dinamica nell'esecuzione di un brano non c'è perché il brano stesso non la richiede o perché i musicisti che lo stanno suonando non sono in grado di produrla. E già questo giustifica la rarità di registrazioni con dinamiche altissime.

    3- La metodologia di misurazione della dinamica reale dei dischi può essere in vari frangenti fallace, ed indicativa per difetto della dinamica reale espressa dalla registrazione.

    Faccio alcuni esempi: un pianoforte solo stesse suonando un brano musicale, ed il pianista eseguisse "a piombo", cioé senza "scampanare" cioé in perfetta sincronia di tempo tra la mano sinistra e la mano destra - come spesso succede coi pianisti contemporanei - il livello misurato della pressione sonora riprodotta dalla registrazione dell'evento sarebbe sempre la somma delle due note suonate in ogni istante (faccio un discorso molto molto sommario per farmi capire, non sempre le due mani suonano con le due note sovrapponibili nel tempo, ma semplifichiamo). Se in questo frangente tra mano sinistra e mano destra il pianista eseguisse le due note a livelli dinamici diversi, il livello dinamico misurato dal disco secondo la procedura ad oggi attuata (pressione sonora in quell'istante) non sarebbe indicativo della dinamica reale. SE io suonassi con la mano destra a -45 db e con la mano sinistra a - 40 db, il livello di pressione sonora misurato in quell'istante sarebbe più alto di -40. Se il pianista eseguisse anche sezioni del brano a 0 db (la pressione sonora massima esprimibile dal piano) io avrei misurato una dinamica della registrazione inferiore ai 40 db, mentre invece il suono di più basso volume presente nella registrazione si situa (lo abbiamo spiegato sopra) a -45 db rispetto al massimo. Quindi con un dato misurato errato per difetto.

    Un altro caso, che è anche un caos reale: in un'opera lirica un cantante accompagnato da una piccola sezione d'archio dell'orchestra che suona piano (pp). Succede spesso nella Traviata di Muti Emi del 1980, con la Scotto protagonista. Chi muisurasse la dinamica del brano, come volume minimo riprodotto avrebbe quelo dato da voce+accompagnamento. In realtà l'accompagnamento svolgendosi 10 db almeno sotto il volume della voce, la misurazione non sarebbe affatto attendibile della reale ricchezza dinamica del brano, in questo caso più ampia di almeno 10 db rispetto a quanto misurabile con le procedure attualmente adottate.

    Quando ci sono più suoni compresenti che suonano a SPL diversi all'unisono, la misurazione attuale della dinamica, basata sul SPL complessivo del suono registrato, fallisce il suo compito di misurazione oggettiva.

    Questa Traviata è un esempio materiale, preciso, di disco ad alta dinamica. Molti critici musicali si sono lamentati dell'escursus dinamico espresso da Muti in questa registrazione, in cui nelle feste si assiste a scoppi in FFFFF dell'orchestra, seguiti nelle scene di conversazione da accompagnamenti leggerissimi, in pianissimo, ma sostenuti e nitidi. Ed hanno lamentato quindi feste chiassose e accompagnamenti poco distinguibili e fievoli..... sui loro impianti a bassa dinamica! Laughing Laughing Laughing

    Il mio impianto attuale (103 db di SPL massimo) deve essere regolato come volume micrometricamente se si vuole evitare l'indurimento del suono sui FFFFF a causa della compressione dinamica ed al contempo si vuole percepire i pppp dell'accompagnamento senza farsi venire il mal di testa per la concentrazione (e conservando nitore dei passaggi a livello più basso, soprattutto). La dinamica di 103 db in questo caso è appena sufficiente.... mi fa sorridere si possa gestire questa registrazione con 90 db di livello massimo riproducibile (a meno di non accettare come molti fanno senza nemmeno accorgersene una compressione dinamica enorme sui FFFF come le valvole permettono quasi senza colpo ferire, quando sono prossime al clipping), a meno di non alzare ed abbassare di continuo il volume d'ascolto.


    4- Detto tutto quanto sopra, a me sta bene che una persona mi dica: "con questo impianto ho problemi con poche registrazioni per quanto riguarda la dinamica, ma nelle altre registrazioni il suono riprodotto è fantastico. Certo non posso permettermi la prima fila in sala da concerto ma sono soddisfatto". Questo va più che bene ed in questo senso il nostro amico ha la mia completa approvazione. Io oltretutto, e voglio sottolinearlo, non sono un amante delle altissime potenze e delle altissime pressioni sonore in ambiente. Però esistono anche i compromessi (come giustamente dice Luca), le ragionevoli vie di mezzo.

    SE la stessa persona mi si viene invece a dire che in ambiente domestico con 90 db di SPL sento al meglio tutto quello che già oggi c'è su disco, mi viene da sorridere.
    Anche perché non nascondiamoci dietro ad un dito: un suono suonato forte nella registrazione deve essere percepito forte anche in sede di riproduzione, altrimenti l'effetto di quel forte dal punto di vista artistico, espressivo, musicale viene completamente a cadere.... e come faccio ad esprimere il forte di una orchestra sinfonica che può sfiorare i 130 db di picco con impianti da 90 db di SPL massimo al punto d'ascolto? Che effetto avrà quel fortissimo (FFFFF) che nel mio ambiente sento suonato al volume di un mezzoforte?????? Se il musicista e l'esecutore hanno pensato a quel FFFF per sbalzare il pubblico dalle seggiole in sala da concerto, come godo io di quella musica a casa mia se non solo non mi sbalzo dalla seggiola ma anzi se mi suona il campanello della porta di casa quel suono c'è verso venga impietosamente coperto?


    Misteri della fede audiofila....



    P.S.:
    santa santa santa santa santa santa santa
    Scusate, questa volta ho veramente superato me stesso con la logorroicità.... avete l'autorizzazione a flagellarmi



    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: Prima che combini un guaio...

    Post  matley on Fri Jan 28, 2011 3:08 pm

    Vitooooooooooooooooo....
    ho letto ora 18 pag...... ma allora lo fai apposta..


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 10:44 am