Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
rivistucce audiofile
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    rivistucce audiofile

    Share

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    rivistucce audiofile

    Post  aircooled on Wed May 04, 2011 3:23 pm

    "noi non proviamo oggetti che non ci piaciono"

    questa frase la sento risuonare da tempo, e oramai tutte le rivistucce italiche la usano, a me pare una presa pecculo per i pochi lettori che ancora le comprano
    per quale motivo?
    perche non ho capito chi ha dato la patente di Vate ai vari recensori di turno per decidere cosa piace a unaltro
    perche il non piacere a qualcuno non significa assolutamente nulla, sei in grado di interfacciare l'oggetto in prova come si deve?
    perche quello che non viene pubblicizzato stranamente sembra non picere a nessun recensore
    perche sulle estere non succede mai che non recensiscono un oggetto che non rientra nelle aspirazioni massime del recensore, e nel caso non dovesse sfagiolargli spiattella ai 4 venti i motivi per cui non lo ritiene valido e molte volte la cosa viene corroboarata da misure, e succede pure che uno dei 2 ottori abbiano pareri discordanti se non all'opposto evindenziando che spesso che il recensore di turno ha inserito l'oggetto nel contesto sbagliato
    voi che ne pensate di questa fatidica frasetta


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: rivistucce audiofile

    Post  ema49 on Wed May 04, 2011 3:40 pm

    aircooled wrote:noi non proviamo oggetti che non ci piaciono
    questa frase la sento risuonare da tempo, e oramai tutte le rivistucce italiche la usano, a me pare una presa pecculo per i pochi lettori che ancora le comprano
    per quale motivo?
    perche non ho capito chi ha dato la patente di Vate ai vari recensori di turno per decidere cosa piace a unaltro
    perche il non piacere a qualcuno non significa assolutamente nulla, sei in grado di interfacciare l'oggetto in prova come si deve?
    perche quello che non viene pubblicizzato stranamente sembra non picere a nessun recensore
    perche sulle estere non succede mai che non recensiscono un oggetto che non rientra nelle aspirazioni massime del recensore, e nel caso non dovesse sfagiolargli spiattella ai 4 venti i motivi per cui non lo ritiene valido e molte volte la cosa viene corroboarata da misure, e succede pure che uno dei 2 ottori abbiano pareri discordanti se non all'opposto evindenziando che spesso che il recensore di turno ha inserito l'oggetto nel contesto sbagliato
    voi che ne pensate di questa fatidica frasetta


    E cosa dovremmo pensare? Lo hai già detto tu..la cartastraccia che spacciano come riviste hifi NON fa prove su oggetti di qualunque valore se gli stessi non sono abbondantemente sponsorizzati da introiti pubblicitari...ovvio, no? Mica abbiamo scoperto l'acqua calda.


    Last edited by ema49 on Wed May 04, 2011 3:46 pm; edited 1 time in total


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: rivistucce audiofile

    Post  aircooled on Wed May 04, 2011 3:41 pm

    pensavo di essere il solo a pensarlo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5697
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: rivistucce audiofile

    Post  phaeton on Wed May 04, 2011 4:17 pm

    nonono, non sei il solo.
    ormai compro una nota rivista italiana solo quando ci sono misure che mi interessano. e pure quelle riescono a farmele essere indigeste... rileggevo proprio ieri una prova strumentale di un diffusore dichiarato da 101db/w/m e misurato a 94db/w/m... mi sarei aspettato un minimo commento, non dico una critica... nonsiamai... ma almeno un commento tecnico... e invece il solitamente attento recensore sorvola su una differenza di sensibilita' di 7db (che vuol dire che mi serve un ampli di potenza piu' che quadrupla).... btw, ovviamente per non fare il solito polemico, mi sono andato a rivedere alcune altre prove di diffusori di questa nota rivista: tutti e dico tutti iniziavano con il commento alla risposta in freq e alla sensibilita'.... in che italietta mediocre viviamo....



    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Cricetone on Wed May 04, 2011 4:19 pm

    per me la migliore rivista forse è AF Digitale...

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5697
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: rivistucce audiofile

    Post  phaeton on Wed May 04, 2011 4:22 pm

    si, vero, carina, l'ho presa qualche volta.
    nel mio post mi riferivo alle riviste puramente Audio, of course....


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21527
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: rivistucce audiofile

    Post  pluto on Wed May 04, 2011 4:44 pm

    Sono sostanzialmente d'accordo con Air.
    Visto che negli anni mi sono letto riviste UK,USA, Francesi, SPagnole, Giapponesi e anche Koreane (le ultime 2 me le facevo leggere- lo ammetto) vi dico solo che non è che all'estero siano sempre rose e fiori.
    Voglio dire che i giochi d'interesse e di potere ci sono eccome anche li. Gli USA sono la patria mondiale dei giochi di potere (e non mi riferisco solo all'Aifai, anzi). Non mi venite a dire che Ken Kessler (UK) o Absolute Sound sono così liberi ed indipendenti. Anche loro hanno inserzionisti, distributori amici che vendono a prezzi di favore O regalano pezzi etc etc

    Quello che spesso noto, specie nel mondo anglosassone, è che c'è una maggiore professionalità ed educazione in quasi tutte le cose della vita. Esiste una sorta di Fair Play che fa parte purtroppo dell'educazione delle persone stesse e che si trasmette anche nel ns mondo. Non è necessario leggere una rivista, basta leggere i 3/4 forum italiani e qualche forum straniero.

    Nei forum de noiatri non passa giorno senza battibecchi ed insulti. Ora, non è che sia tutto oro all'estero, ma in linea di massima c'è più concretezza, risposte più cortesi (magari non si trova il cazzeggio imperdibile del Gazebino), ma non si trova neanche l'insulto e le paginate di cassate. C'è più abitudine a scrivere in modo educato.

    E sotto questo punto di vista abbiamo molto da imparare


    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Geronimo on Wed May 04, 2011 5:23 pm

    C'è un'altra frase che fa "pendant" a quella descritta: "Non ci mandano gli apparecchi da provare"


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: rivistucce audiofile

    Post  ema49 on Wed May 04, 2011 5:34 pm

    Elcaset wrote:C'è un'altra frase che fa "pendant" a quella descritta: "Non ci mandano gli apparecchi da provare"

    già..devo dire che ai tempi di G.M.Binari le cose andavano molto meglio, per lo meno nelle riviste da lui dirette.


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: rivistucce audiofile

    Post  aircooled on Wed May 04, 2011 6:04 pm

    "Non ci mandano gli apparecchi da provare"
    non volevo infierire, certo al gazebino qualcosa mandano e alle super riviste no, strano il mondo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Geronimo on Wed May 04, 2011 6:21 pm

    aircooled wrote:non volevo infierire, certo al gazebino qualcosa mandano e alle super riviste no, strano il mondo

    Ci vuole una "Gazebo-Review"


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Massimo on Wed May 04, 2011 6:50 pm

    Purtroppo non posso essere che d'accordo con Air, però qualche recensore tra le righe cerca di far capire che ciò che sta provando è scadente.Non posso mai dimenticare alcuni anni fa la prova (non ricordo la rivista) dei diffusori Rega, il recensore scriveva che era colpa dell'ambiente, del posizionamento che non riuscivano ad esprimersi e si soffermava sulla rifinitura e la qualità del prodotto.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Il delfino di Air
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 3640
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Il delfino di Air on Wed May 04, 2011 7:09 pm

    fanno ancora le riviste? Laughing


    _________________
    Audio Analogue Crescendo CD
    Audio Analogue Crescendo Ampli
    Cabasse MT31 Tobago

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Geronimo on Wed May 04, 2011 7:14 pm

    Il delfino di Air wrote:fanno ancora le riviste? Laughing

    Finchè esisteranno gli alberi


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Il delfino di Air
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 3640
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Il delfino di Air on Wed May 04, 2011 7:25 pm

    Elcaset wrote:
    Il delfino di Air wrote:fanno ancora le riviste? Laughing

    Finchè esisteranno gli alberi

    che spreco


    _________________
    Audio Analogue Crescendo CD
    Audio Analogue Crescendo Ampli
    Cabasse MT31 Tobago

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Geronimo on Wed May 04, 2011 7:26 pm

    Il delfino di Air wrote:
    che spreco

    Tanto si ricicla


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Massimo on Wed May 04, 2011 7:30 pm

    Allora anche quando non ci saranno più alberi continueranno a stampare su carta riciclata? santa santa santa santa


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Cricetone on Wed May 04, 2011 7:34 pm

    quando le riviste saranno tutte in pdf,verranno scaricate aggratis come gia si fa con stereophile ed altre...

    indifd
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 365
    Data d'iscrizione : 2010-01-17
    Località : Emilia Romagna

    Re: rivistucce audiofile

    Post  indifd on Wed May 04, 2011 7:41 pm

    Ampliando il tema:
    - è bene in tutti i casi che un lettore di una rivista o un partecipante ad un forum sviluppi una capacità di analisi e senso critico a sufficienza per "decodificare" i messaggi di suo interesse, perchè il mondo è complesso, da questa capacità individuale dipende quanto di interessante si può avere per i propri interessi (informazioni ecc.) e quanto si è immuni dal farsi condizionare da legittimi interessi altrui.
    - Autorevolezza dell'autore dell'informazione e del media, ancora una volta se il singolo ha sviluppato la capacità precedente può farsi una idea ed eventualmente verificarla/evolverla nel tempo, se esiste il detto "dimmi con chi vai e ti dirò chi sei" nel nostro mondo si può traslare "dimmi cosa preferisci e cosa meno e mi faccio una idea di tutte le tue valutazioni successive"
    - Interessi economici dei singoli e delle aziende, semplicemente esistono su questo pianeta, poi ognuno ha la propria deontologia che determina due aspetti fondamentali: TRASPARENZA e CONFLITTO DI INTERESSI da evitare o da dichiarare in modo esplicito per ridurne gli effetti (in questo paese mi rendo conto che possano sembrare due concetti alieni), per le riviste cartacee è sufficiente per farsi una idea del sistema complessivo conoscere: quanta % di fatturato derivi dalle vendite, quanta parte deriva dalla pubblicità, come è composto il panel degli inserzionisti (concentrazione e peso dei singoli sul totale); per i forum personalmente ritengo informazioni potenzialmente utili da conoscere: identità del soggetto che ha progettato ed è responsabile della linea editoriale (proprietà/responsabile), soggetti eventuali che contribuiscono ai costi del forum, eventuali interessi nel settore dei soggetti precedentemente individuati, fermo restando la piena e assoluta legittimità di approcci che garantiscono maggiore/totale privacy su questi aspetti, a decidere è giusto che sia il proprietario/responsabile non gli ospiti come il sottoscritto, ma il sottoscritto si fa una opinione anche su questi aspetti.
    - Regole/autoregolazione, per le riviste dal punto di vista del lettore esiste un sistema di regolazione molto semplice: non acquisto, per i forum il responsabile o i suoi delegati hanno giustamente pieno potere in quanto si tratta di un servizio gratuito per l'utente e non si tratta di "servizio pubblico", il responsabile può bannare/censurare, l'utente può astenersi dal partecipare se lo ritiene opportuno, chi ha basi di mktg o meglio di mktg no profit può facilmente fare una analisi tra i rapporti esistenti all'interno di un forum tra i vari soggetti.


    Poi sarebbe interessante discutere anche dei seguenti aspetti:
    - rapporto tra informazione, promozione soft, pubblicità pro e pubblicità contro
    - propensione alla "evangelizzazione" degli infedeli/sordi, affermazione dell'unica "Verità assoluta" Vs il relativismo/ignoranza dilagante, creazione di un gruppo/club di persone che aderiscono acriticamente all'unica e sola "Verità" posseduta/comunicata dal "Profeta" di turno

    Ma forse è meglio evitare per evitare conflitti

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12066
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: rivistucce audiofile

    Post  vulcan on Wed May 04, 2011 7:56 pm

    pluto wrote:Sono sostanzialmente d'accordo con Air.
    Visto che negli anni mi sono letto riviste UK,USA, Francesi, SPagnole, Giapponesi e anche Koreane (le ultime 2 me le facevo leggere- lo ammetto) vi dico solo che non è che all'estero siano sempre rose e fiori.
    Voglio dire che i giochi d'interesse e di potere ci sono eccome anche li. Gli USA sono la patria mondiale dei giochi di potere (e non mi riferisco solo all'Aifai, anzi). Non mi venite a dire che Ken Kessler (UK) o Absolute Sound sono così liberi ed indipendenti. Anche loro hanno inserzionisti, distributori amici che vendono a prezzi di favore O regalano pezzi etc etc


    Ken Kessler è targato McIntosh

    Io faccio esattamente come te Gian, leggo alcuni forum e riviste esteri, e cerco di farmi un opinione
    Per quello che riguarda il mio campo (cuffie) posso dire che abbiamo (per fortuna) una bibbia on line (headfi), in merito alle riviste pian piano mi sono disaffezionato perchè ho capito (da tempo) il meccanismo (perverso) che le anima
    Continuo ad acquistare solo Audiophile Sound dove mi interessa il cd allegato, visto che la maggior parte delle recensioni sono traduzioni di riviste estere
    Cito un esempio sulle riviste italiane, il Leben è stato gambizzato da una rivista, e la stessa dopo tempo lo ha incensato, chiaro che qualcosa era cambiato......L'importatore santa santa santa
    Un atteggiamento perlomeno vergognoso, teniamo conto che con la vendita delle copie fanno pippe, il guadagno è la pubblicità, allora


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: rivistucce audiofile

    Post  ema49 on Wed May 04, 2011 8:45 pm

    indifd wrote:Ampliando il tema:
    - è bene in tutti i casi che un lettore di una rivista o un partecipante ad un forum sviluppi una capacità di analisi e senso critico a sufficienza per "decodificare" i messaggi di suo interesse, perchè il mondo è complesso, da questa capacità individuale dipende quanto di interessante si può avere per i propri interessi (informazioni ecc.) e quanto si è immuni dal farsi condizionare da legittimi interessi altrui.
    - Autorevolezza dell'autore dell'informazione e del media, ancora una volta se il singolo ha sviluppato la capacità precedente può farsi una idea ed eventualmente verificarla/evolverla nel tempo, se esiste il detto "dimmi con chi vai e ti dirò chi sei" nel nostro mondo si può traslare "dimmi cosa preferisci e cosa meno e mi faccio una idea di tutte le tue valutazioni successive"
    - Interessi economici dei singoli e delle aziende, semplicemente esistono su questo pianeta, poi ognuno ha la propria deontologia che determina due aspetti fondamentali: TRASPARENZA e CONFLITTO DI INTERESSI da evitare o da dichiarare in modo esplicito per ridurne gli effetti (in questo paese mi rendo conto che possano sembrare due concetti alieni), per le riviste cartacee è sufficiente per farsi una idea del sistema complessivo conoscere: quanta % di fatturato derivi dalle vendite, quanta parte deriva dalla pubblicità, come è composto il panel degli inserzionisti (concentrazione e peso dei singoli sul totale); per i forum personalmente ritengo informazioni potenzialmente utili da conoscere: identità del soggetto che ha progettato ed è responsabile della linea editoriale (proprietà/responsabile), soggetti eventuali che contribuiscono ai costi del forum, eventuali interessi nel settore dei soggetti precedentemente individuati, fermo restando la piena e assoluta legittimità di approcci che garantiscono maggiore/totale privacy su questi aspetti, a decidere è giusto che sia il proprietario/responsabile non gli ospiti come il sottoscritto, ma il sottoscritto si fa una opinione anche su questi aspetti.
    - Regole/autoregolazione, per le riviste dal punto di vista del lettore esiste un sistema di regolazione molto semplice: non acquisto, per i forum il responsabile o i suoi delegati hanno giustamente pieno potere in quanto si tratta di un servizio gratuito per l'utente e non si tratta di "servizio pubblico", il responsabile può bannare/censurare, l'utente può astenersi dal partecipare se lo ritiene opportuno, chi ha basi di mktg o meglio di mktg no profit può facilmente fare una analisi tra i rapporti esistenti all'interno di un forum tra i vari soggetti.


    Poi sarebbe interessante discutere anche dei seguenti aspetti:
    - rapporto tra informazione, promozione soft, pubblicità pro e pubblicità contro
    - propensione alla "evangelizzazione" degli infedeli/sordi, affermazione dell'unica "Verità assoluta" Vs il relativismo/ignoranza dilagante, creazione di un gruppo/club di persone che aderiscono acriticamente all'unica e sola "Verità" posseduta/comunicata dal "Profeta" di turno

    Ma forse è meglio evitare per evitare conflitti

    Bella analisi. Ciao Ferdinando..


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5697
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: rivistucce audiofile

    Post  phaeton on Wed May 04, 2011 9:19 pm

    Elcaset wrote:

    Finchè esisteranno gli alberi

    e le sovvenzioni statali basate sul numero di copie stampate (badate bene: stampate, non vendute...)

    ovviamente parlo in generale, non nello specifico delle riviste audio.....


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5697
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: rivistucce audiofile

    Post  phaeton on Wed May 04, 2011 9:34 pm

    indifd wrote:Ampliando il tema:
    .................

    Ma forse è meglio evitare per evitare conflitti

    analisi e proposte condivisibili, pero' credo che in questo momento siamo ancora al passo -1 ..... quando c'e' una rivista che fa delle misure il suo credo e metro di giudizio fondamentale (condivisibile oppure no, non ha importanza), quando tale rivista a fronte di una prova strumentale "imbarazzante" su alcuni aspetti di un certo apparecchio dice che tale misura alla fine non conta quasi nulla perche' c'e' un'altra misura che conta di piu' quando invece fino al numero precedente tale misura era messa sempre in risalto come indice di buon aparecchio, quando anche il piu' "assonnato" dei suoi lettori nota la cosa e chiede chiarimenti sia sul forum che per altre vie, quando il responsabile tecnico di tale rivista risponde con una imbarazzante disquisizione senza capo ne coda..... beh.... siamo molto lontani....
    se fossimo in un mondo intellettualmente onesto e coerente, anche eventualmente con imprescindibili interessi economici, posto che fare ricerca scientifica e strumentale in campo audio e' cosa buona e giusta, se io avessi avuto dei riscontri di laboratorio pessimi in alcuni casi su un apparecchio che invece all'ascolto suona in modo DIVINO (l'ho ascoltato, IMHO e' tra i migliori apparecchi del suo genere), l'unica cosa che onestamente farei e' di ammettere che: si l'apparecchio suona in modo divino, e si la misura xyz a fronte della prova d'ascolto risulta molto (con molto tendente a 1) scorrelata rispetto alla qualita' sonora dell'apparecchio.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    indifd
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 365
    Data d'iscrizione : 2010-01-17
    Località : Emilia Romagna

    Re: rivistucce audiofile

    Post  indifd on Wed May 04, 2011 10:04 pm

    ema49 wrote:
    Bella analisi. Ciao Ferdinando..

    Ciao Emanuele,
    sempre interessanti ed equilibrati anche i tuoi interventi.

    Buona serata

    Ferdinando

    indifd
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 365
    Data d'iscrizione : 2010-01-17
    Località : Emilia Romagna

    Re: rivistucce audiofile

    Post  indifd on Wed May 04, 2011 11:45 pm

    phaeton wrote:
    analisi e proposte condivisibili, pero' credo che in questo momento siamo ancora al passo -1 ..... quando c'e' una rivista che fa delle misure il suo credo e metro di giudizio fondamentale (condivisibile oppure no, non ha importanza), quando tale rivista a fronte di una prova strumentale "imbarazzante" su alcuni aspetti di un certo apparecchio dice che tale misura alla fine non conta quasi nulla perche' c'e' un'altra misura che conta di piu' quando invece fino al numero precedente tale misura era messa sempre in risalto come indice di buon aparecchio, quando anche il piu' "assonnato" dei suoi lettori nota la cosa e chiede chiarimenti sia sul forum che per altre vie, quando il responsabile tecnico di tale rivista risponde con una imbarazzante disquisizione senza capo ne coda..... beh.... siamo molto lontani....
    se fossimo in un mondo intellettualmente onesto e coerente, anche eventualmente con imprescindibili interessi economici, posto che fare ricerca scientifica e strumentale in campo audio e' cosa buona e giusta, se io avessi avuto dei riscontri di laboratorio pessimi in alcuni casi su un apparecchio che invece all'ascolto suona in modo DIVINO (l'ho ascoltato, IMHO e' tra i migliori apparecchi del suo genere), l'unica cosa che onestamente farei e' di ammettere che: si l'apparecchio suona in modo divino, e si la misura xyz a fronte della prova d'ascolto risulta molto (con molto tendente a 1) scorrelata rispetto alla qualita' sonora dell'apparecchio.

    Con tutto il rispetto possibile non vedo dove sia il problema se hai già decodificato la situazione e se l’aspetto critico è diventato palese e discusso in pubblico.

    Se come tu stesso hai affermato l'apparecchio è tra i migliori per la tua valutazione, tutte le altre informazioni che possiedi o che ti sono state fornite aumentano la tua capacità di valutazione:
    - dell'apparecchio in oggetto
    - dell'effettiva importanza delle misure citate

    A meno che sia un problema dover riconoscere che una singola misura decontestualizzata da altre e soprattutto dall'ultima verifica finale sul campo = ascolto non abbia molto valore in assoluto, ma questo non è sicuramente un mio problema, potrebbe esserlo per chi "crede" ciecamente alle misure su tutto o per chi ne ha fatto un elemento distintivo della propria linea editoriale.

    Ribadisco che soprattutto l'utente (rivista/forum) meno esperto è bene che faccia uno sforzo per comprendere come funziona il mondo e velocemente si renda conto con quali soggetti interagisce.

    Un esempio se vado a comprare un'auto usata da una concessionaria non penso sia razionale pretendere che il venditore per prima cosa mi metta al corrente di:
    - tutti i difetti reali dell'auto
    - tutti i rischi potenziali e future spese da mettere in conto a breve per la manutenzione

    O forse è responsabilità dell'acquirente verificare al meglio delle sue capacità l'auto e se utile avvalersi di esperti del settore per fare questa verifica se l'acquisto è con la clausola "visto e piaciuto".

    Se poi come esperto del settore l’acquirente sceglie un dipendente/proprietario della concessionaria o un concessionario concorrente che ha l’interesse di non far concludere l’acquisto iniziale nella speranza di vendere una propria auto usata…

    Tutto questo non vuole creare una giustificazione a comportamenti discutibili, ma solo chiarire:
    - "di chi è il problema"
    - di conseguenza "chi è bene che si dia da fare"
    - e soprattutto dove stanno i “problemi più grandi”

    Altro esempio classico, chiedere all'oste se il suo vino è buono, non mi sembra una domanda molto "smart"

    La presenza di pubblicità e inserzionisti sulle riviste direi che è abbastanza palese, quindi trasparente per sua stessa natura, maggiore trasparenza e conflitti di interessi dichiarati sarebbero invece auspicabili a 360°

    Dal mio punto di vista dichiarare un potenziale conflitto di interessi in modo chiaro dove non lo è rende trasparente e maggiormente autorevole tutto quello che ne segue, al contrario la mancanza di trasparenza mi aumenta la percezione che sia voluta per ottenere/massimizzare altri obiettivi

    Per esperienza un mercato dove sia garantito per tutti:
    - elevato livello di informazioni
    - trasparenza
    - dichiarazione di tutti i conflitti di interesse leciti e limiti ai conflitti di interesse “estremi” sia con norme cogenti dove possibile sia con codici deontologici che abbiano almeno valenza morale, valenza che purtroppo ha valore solo se la maggioranza condivide realmente tali principi e sanziona/punisce gli inadempienti

    Garantisce:
    - maggiore efficienza complessiva al sistema
    - interesse tutelato per tutti i partecipanti al mercato in modo equo e uguale per tutti
    - meritocrazia
    - pluralità e concorrenza leale

    Ma un tale sistema garantisce anche:
    - perdita di rendite di posizione per coloro che le hanno costituite sulla opacità o su forme di pubblicità sempre lecite, ma fatte passare per informazione neutra da soggetto terzo non avente interessi nel campo specifico
    - minore redditività ricavabile dagli utenti meno esperti/informati da parte di chi ha meno scrupoli
    - perdita di margine di azione per comportamenti da “furbi” molto diffusi a tutti i livelli/gradazioni nel nostro paese

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 9:16 am