Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2
Il Gazebo Audiofilo

Human Pleasure HI-END

    CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...


    ispanico
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3337
    Data d'iscrizione : 18.08.11

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da ispanico Mar Gen 21 2014, 17:45

    Io penso invece che prima di trattare l'argomento del "cavo" ci sia alla base di un buon impianto la sintonia tra gli apparati, per secondo il trattamento dell'ambiente a disposizione ed infine i cavi.
    Non è infrequente infatti trovare buone amalgama tra gli apparecchi di riproduzione ma una pessima collocazione in ambiente o uno scarso trattamento acustico e viceversa, credo sia inutile spendere una follia per i cavi se poi l'ambiente lascia a desiderare.
    Penso che se in ottimi impianti rilevatori sia abbastanza (per così dire) semplice cogliere sfumature tra un cavo e l'altro in impianti modesti o carenti sia difficile e un cavo vale l'altro, ci eravate cascati eh? nient'affatto pure in un impianto scarso (come il mio) si sente la differenza e non tra diversi cavi di potenza ma bensì tra quelli a cui io guardavo con maggior scetticismo...quello di alimentazione, minima spesa massima resa è stato il mio risultato e ne sono contento.

    Detto ciò mi piacerebbe ascoltare in quali termini sono le differenze tra cavi normali e quelli da qualche migliaio di €, sono quasi sicuro che non giustificano l'esborso, siano essi di segnale potenza, alimentazione o ....usb!
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da iano Mar Gen 21 2014, 18:02

    confortably numb ha scritto:Mi sono interessato ultimamente ai cavi e da modesto dilettante la mia idea é questa: qualsiasi azienda seria credo sarebbe in grado di costruire un cavo che influisca il meno possibile sul suono dell'impianto. E qui sta l'inghippo: si costruiscono volutamente cavi attufati o brillanti o che gonfiano determinati spettri di frequenze, ecc. Questo per diversificare il mercato (altrimenti non camperebbero tutti, se tutti facessero cavi uguali). Il problema é a questo punto se ti compri un cavo non adatto all'impianto che possiedi e allora diventa critica. Io ho potuto accertare differenze notevoli tra cavi, anche se non "milionari" come l'oggetto di discussione visto che non me li posso permettere e sarebbero sprecati sul mio modesto impianto. Ancora maggiori le differenze in accoppiata (esempio alimentazione+ potenza).
    Correggetemi se sbaglio.....    
    Premetto di non essere un tecnico ,anche se mi diverto a sperimentare cavi,e comunque la bibbia l'ha già snocciolata Air CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 285880 
    Questo però non mi (ci) vieta di cercare di creare un quadro logico dove incasellare le nostre sensazioni,specie quando significativamente diffuse.
    Allora incominciamo col dire che le differenze che senti,specie nella loro entità,non sono previste dalla teoria.
    In tal senso l'unico punto che mi sento di contestare ad Air è il fatto che l'effetto dei cavi,almeno teoricamente,possa essere in grado di rimediare le magagne di un impianto non lineare.
    Mi limito allora a rilevare grandi differenze esattamente come fai tu,cercando di capire perchè ciò avvenga.
    O,in prima battuta,mi limito a cercare quali sono le strade progettuali che sembrino portare a dei buoni cavi,magari patendo da progetti commerciali che mostrino un successo commerciale che non possa essere confuso con un fuoco di paglia,dato che gli esempi in tal senso non mancano.
    Insomma cercare di capire quali sono quei parametri al cui variare si può passare da cavi che sembrano fare significativa in peggio come in meglio.
    Alcuni di questi parametri mi sembra di averli individuati,anche se non posso dire che sono quelli e solo quelli che influiscono fino ad esaurire la questione.
    Ovviamente non ho messo su una teoria scientifica,e a dimostrazione di ciò non tutti i progetti riescono col buco,nel senso delle ciambelle,ma un significativo numero invece si.
    Se pure il controllo su quello che faccio è relativo,ho però col mio lavoro rafforzato l'impressione delle significative differenze che si sentono.
    Stanti così le cose non c'è da sorprendersi che qualche costruttore intercetti qualche effetto interessante,e che grazie a quell'effetto costruisca un cavo di successo.
    Tutto dipende da quale controllo effettivo ha sulla questione e soprattutto quanto dura il successo dei suoi cavi.
    Questo non esclude che il costruttore,che a torto o a ragione appioppa ai suoi cavi prezzi stellari,non sia in buona fede,e che poi però alla lunga distanza non sia costretto a condividere la delusione per quel cavo insieme ai clienti che l'hanno acquistato.Anzi,ho motivo di credere che sia il caso più frequente.
    Tutto ciò posto che,se parliamo di cavi con lo scatolotto,non stiamo parlando di cavi,ma solo di qualcosa che hanno una forma simile,cioè in definitiva di un componente e a cui nessuno ha ancora avuto il coraggio di dare un nome,perchè se glielo desse dovrebbe anche dire poi a cosa serve,e magari avrebbe qualche difficoltà a farlo.Oppure perchè se lo facesse potrebbe deludere il cliente.
    Che quel tipo di cavo faccia la differenza comunque è ampiamente previsto dalla teoria,e si tratta di un cavo che può essere notevole,quando,e solo quando,viene progettato per essere collegato a un preciso componente.
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da iano Mar Gen 21 2014, 18:09

    ispanico ha scritto:Io penso invece che prima di trattare l'argomento del "cavo" ci sia alla base di un buon impianto la sintonia tra gli apparati, per secondo il trattamento dell'ambiente a disposizione ed infine i cavi.
    Non è infrequente infatti trovare buone amalgama tra gli apparecchi di riproduzione ma una pessima collocazione in ambiente o uno scarso trattamento acustico e viceversa, credo sia inutile spendere una follia per i cavi se poi l'ambiente lascia a desiderare.
    Penso che se in ottimi impianti rilevatori sia abbastanza (per così dire) semplice cogliere sfumature tra un cavo e l'altro in impianti modesti o carenti sia difficile e un cavo vale l'altro, ci eravate cascati eh? nient'affatto pure in un impianto scarso (come il mio) si sente la differenza e non tra diversi cavi di potenza ma bensì tra quelli a cui io guardavo con maggior scetticismo...quello di alimentazione, minima spesa massima resa è stato il mio risultato e ne sono contento.

    Detto ciò mi piacerebbe ascoltare in quali termini sono le differenze tra cavi normali e quelli da qualche migliaio di €, sono quasi sicuro che non giustificano l'esborso, siano essi di segnale potenza, alimentazione o ....usb!
    Mizzica Ispanico,in pieno c'ero cascato.
    Ma adesso rialncio.
    L'effetto di un buon cavo lo si sente su qualunque impianto,compattini compresi....
    C'eravate cascati eh...
    E invece lo dico proprio convinto CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 650957 
    Che burloni che siamo,detto seriamente CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 775355 
    Luca58
    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9403
    Data d'iscrizione : 15.07.09

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da Luca58 Mar Gen 21 2014, 18:13

    Premesso che io in genere sento l'opposto di quello che sentono tutti e che quindi non faccio testo  CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 650957 , secondo me l'influenza dei cavi (alimentazione, segnale, potenza) e' reale, puo' essere importante, varia da cavo a cavo e dipende dal tipo di impianto.

    Io sono partito subito con cavi di qualita'; ad esempio, i primi cavi di potenza che ho posseduto sono stati i Maestro, che all'epoca (1992) erano il top di Straight Wire e che costavano 300.000 lire al metro (certo non poco per il periodo). Nel tempo sono passato ad altri cavi, ma ritornando periodicamente ai Maestro. Simile percorso per i cavi di segnale ed alimentazione.

    Alla fine sono approdato a cavi semplici, che col digitale si comportano magnificamente nell'impianto che ho adesso (ss + Aerius). Soprattutto con i pannelli elettrostatici mi e' sembrato che cavi semplici funzionino a meraviglia, a differenza di molti altri costosi che induriscono il suono rendendolo, almeno col digitale, molto faticoso tranne poche eccezioni.

    Semplici puo' anche voler dire (ma non sempre) economici rispetto a cavi blasonati nel settore hi-fi, ma questo ha ovviamente importanza in senso positivo solo dopo che si e' apprezzato il loro contributo. Non bisogna comunque commettere lo sbaglio di scegliere per il prezzo, perche' tra i cavi che costano poco ci sono quelli prodotti ad esempio per il professionale (come quelli che uso adesso) e quelli fatti per essere abbinati a prodotti consumer. La differenza puo' essere drammatica.

    In altri impianti con diffusori dinamici, invece, mi e' sempre sembrato che i cavi semplici (i miei inclusi) "ammoscino" un po' il tutto e che in quei casi siano necessari cavi piu' "performanti". In ogni caso, se l'impianto e' male assemblato, il tentativo di compensare con cavi squilibrati sulla banda audio crea solo fatica d'ascolto.

    Gli "scatolotti" nemmeno se me li regalano.  CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 285880
    ispanico
    ispanico
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3337
    Data d'iscrizione : 18.08.11
    Età : 62
    Località : pr. di Padova

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da ispanico Mar Gen 21 2014, 18:34

    @ Iano
    Scherzi a parte, io non distinguerei niente in un compattone di cavi a parte il tumf tumf tumf.... affraid 
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da iano Mar Gen 21 2014, 19:02

    Che ti devo dire.
    Diamo a Philips quel che è di Philips.
    E' un mese che vado avanti con un compattino da 200 euro ,una volta trovati i cavi giusti,e mp3 a gogò e tanta tanta musica e la più varia.
    Mi sento come Ulisse prigioniero della maga circe.
    Ma quando tornerò al mio monomarca Itaca 90 su cento quel cavo farà ancora il suo dovere.
    Quando si dice che un signor impianto meriti un signor cavo,se non si sta dicendo una cosa esatta,si sta dicendo certamente una cosa di buon senso.
    Se si sta dicendo che un buon cavo costa, si sta dicendo una cosa inesatta e basta.
    Può anche succedere che quelli buoni costino,ma è per puro caso,e l'unica cosa che ne giustifichi un prezzo alto a mio parere è il costo del materiale usato.
    Se posso dare un consiglio,non di buon senso,ma derivato da esperienza,pagherei molto un buon conduttore e se devo risparmiare proprio risparmio sul connettore.
    Non che il connettore non faccia la sua parte,s'intende,ma in proporzione.....
    Non sono poi insnsibile all'estetica e infatti dei miei cavi non posterò mai le foto CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 775355
    Poi come qualcuno diceva tutto si gioca sulla geometria,intesa in senso molto molto lato,e non come semplice intreccio.
    Sfigato quel produttore che non potrà industrializzare la sua geometria,quindi,perchè dovrà fare un prezzo relativamente alto,senza avere la garanzia obiettiva che quella sia la migliore geometria del mondo,anche se lui ovviamente ne è convinto.
    ispanico
    ispanico
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3337
    Data d'iscrizione : 18.08.11
    Età : 62
    Località : pr. di Padova

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da ispanico Mar Gen 21 2014, 20:03

    Ma Iano hai l'impianto in naftalina o usi il compatto per rodare i cavi? Non l'ho capito davvero.
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da iano Mar Gen 21 2014, 21:27

    Ce l'ho in un locale al momento non del tutto agibile,ma riesco a non sentirne del tutto la mancanza.
    Perchè?
    Perchè per me l'impianto ideale non è quello fedele,ma quello che mi fà ascoltare la musica.Se poi è anche fedele,pazienza.... CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 775355 
    Cioè insomma, quello privo di fatica di ascolto comunque.
    La fatica però non deriva solo dal particolare impianto,ma anche dal software.
    Certamente un software di qualità ben riprodotto si presta ad ascolti ripetuti sempre entusiasmanti.
    Ma è anche vero che gli ascolti ripetuti sono causa di fatica di ascolto.
    Alla fine,per come la vedo io,se disponi di una discoteca infinita,ciò che ti permette l'mp3,basta non ascoltarla in modo ripetuto per godere.
    Inoltre è l'occasione buona per scoprire nuovi autori e nuovi generi,e quindi per comprare nuovi dischi da dare in pasto all'impianto serio,quando tornerà agibile.
    La mia goduria in questo periodo sono i podcast di Battiti,trasmissione radiofonica a cura del grande Pino Saulo,in onda su radio 3 a partire dalla mezzanotte.
    Insomma per me l'mpianto non serve se non riproduce cultura,musicale nello specifico.
    I cavi mi aiutano molto in questo.
    Ma per arrivare a questo risultato ho dovuto costruirmeli,e per fortuna la cosa mi diverte.
    E non succede solo coi cavi,ma anche con la musica.
    Per apprezzare un brano musicale a volte devi ascoltarlo più volte.
    E non succede solo con i cavi.
    A volte per capire ed apprezzare un brano musicale devi ascoltarlo più volte.
    I cavi commerciali non mi soddisfano nei termini del loro rapporto  prezzo prestazioni.
    I cavi che mi costruiscono sono economici.
    Se un giorno mi dovessero costare tanto sarà perchè hanno scoperto qualche nuovo materiale conduttivo che ne assecondi meglio la geometria almeno a parità di conduttività.Qualcosa si sta muovendo in tal senso e io resto in attesa.
    Al momento uso un 6N e ce ne avanza.
    Infine,il rodaggio non serve per i cavi,ma a volte serve per le orecchie.
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da iano Mar Gen 21 2014, 21:48

    In effetti sono proprio le orecchie che devono rodarsi,e non succede solo coi cavi.
    Un brano a volte và ascoltato più volte per essere apprezzato.
    Luca58
    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9403
    Data d'iscrizione : 15.07.09

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da Luca58 Mar Gen 21 2014, 22:30

    iano ha scritto:In effetti sono proprio le orecchie che devono rodarsi,e non succede solo coi cavi.
    Un brano a volte và ascoltato più volte per essere apprezzato.
     CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 704751 al 100%!
    Luca58
    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9403
    Data d'iscrizione : 15.07.09

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da Luca58 Mar Gen 21 2014, 22:32

    iano ha scritto:
    Perchè per me l'impianto ideale non è quello fedele,ma quello che mi fà ascoltare la musica.

    E' verissimo, ma poi ti accorgi che piu' l'impianto si avvicina alla realta' piu' ascolti volentieri perche' apprezzi meglio l'opera artistica.  CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 285880 
    lizard
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 10802
    Data d'iscrizione : 06.11.09
    Località : Augusta Taurinorum

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da lizard Mer Gen 22 2014, 12:10

    iano ha scritto:In effetti sono proprio le orecchie che devono rodarsi,e non succede solo coi cavi.
    Un brano a volte và ascoltato più volte per essere apprezzato.

     CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 972395 
    Jesko
    Jesko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 269
    Data d'iscrizione : 10.01.14
    Località : Lucca

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da Jesko Mer Gen 22 2014, 17:03

    Ciao Iano, perchè non illustri qualche tuo cavo? Materiali, costruzione ecc. Sicuramente sarebbe un'idea molto apprezzata.  sunny 
    enzo66
    enzo66
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 979
    Data d'iscrizione : 09.09.13
    Età : 57
    Località : Savona

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da enzo66 Mer Gen 22 2014, 20:11

    albertosi ha scritto:
    Stiamo parlando un pò in teoria e quindi non è facile capirsi però secondo me è anche vero che la dinamica è fondamentale.
    E' presente nella musica dal vivo di qualsiasi genere e piuttosto difficile da riprodurre. Dipende anche dalla capacità di un sistema di riprodurre una certa estensione... ma lineare.
    Correggetemi se sbaglio, ma secondo me no dinamica no musica.
     CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 704751
    E' che ci sono persone alle quali un sistema che ha una risposta in frequenza molto regolare sembra un sistema con poca dinamica e viceversa.


    _________________
    sunny Ciao, Enzo sunny

    "Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è: infinita"   [William Blake]

    ....... CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 775355  "E scusate se è poco" CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 775355 ............    [Enzo66]
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da iano Gio Gen 23 2014, 15:00

    Jesko ha scritto:Ciao Iano, perchè non illustri qualche tuo cavo? Materiali, costruzione ecc. Sicuramente sarebbe un'idea molto apprezzata.  sunny 
    Faccio di meglio,ti dico cosa devi fare se hai l'ambizione di sperimentare cavi.
    Scegli sul mercato un marchio di cavi che abbia un suono caratterisitico,sempre riconoscibile cioè,al variare degli impianti...e delle orecchie,e che ovviamente ti piaccia o comunque ti incuriosisca.
    Lavoraci sopra,prova a dire la tua,vedi l'effetto che fà.
    Nel caso, considera che,non stai lavorando solo con l'hifi,ma anche con quell'oggetto sconosciuto che è il  tuo ssitema percettivo,ciò che rende la cosa doppiamente interessante.
    Uno dei risultati soggettivi della mia sperimentazione è che sono dovuto passare dai due poli alti e bassi,ai due poli timbro e dinamica,cosa assolutamente inattesa.
    In questa discussione si parla appunto dell'importanza della dinamica,ma in effetti non è facile scegliere fra una buona timbrica e una buona dinamica,dato che le due cose,almeno a livello di cavi,sembrano un pò escludersi a vicenda.
    La timbrica e la dinamica sono infatti parimenti portatori del messaggio musicale che l'autore vuol far passare.
    Sicuramente la reazione del nostro sistema percettivo è molto diversa rispetto a questi due poli.
    Sicuramente,al di là delle preferenze,nel giudicare un impianto,a causa di queste caratteristiche del sistema percettivo,si commettono meno errori se ci si concentra sulla dinamica.
    Meglio allora curare la dinamica,sperando anche in una buona timbrica.
    Concentrarsi invece sulla timbrica è secondo me causa di tanta insoddisfazione diffusa fra gli audiofili. CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 285880 
    Ciao,Sebastiano.
    albertosi
    albertosi
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1032
    Data d'iscrizione : 18.11.12
    Località : Firenze

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da albertosi Gio Gen 23 2014, 15:31

    Ciao Iano, innanzitutto vorrei dirti che è un piacere ritrovarti in queste pagine e leggerti.

    Concordo in toto con la tua analisi. E' stato un pò anche il mio percorso. Dopo un pò di illusionismi ho scelto di perseguire principalmente la strada di dinamica,timbrica e armoniche in un contesto di neutralità (per quanto possibile) lasciando un pò in secondo piano parametri tipo scena, olografia, alti setosi e bassi scolpiti.
    Vero anche che è per me stato più facile partire dalla dinamica e non dalla timbrica.

    Tu e lo stranamente loquace Air in questo 3D avete detto molto di quello che è da dire sull'argomento. Secondo me..  sunny sunny 


    _________________
    Io restai a chiedermi se l'imbecille ero io, che la vita la pigliavo tutta come un gioco, o se invece era lui che la pigliava come una condanna ai lavori forzati; o se lo eravamo tutti e due. (Il Perozzi, pensando al figlio)
    Jesko
    Jesko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 269
    Data d'iscrizione : 10.01.14
    Località : Lucca

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da Jesko Gio Gen 23 2014, 19:39

    iano ha scritto:
    Faccio di meglio,ti dico cosa devi fare se hai l'ambizione di sperimentare cavi.
    Scegli sul mercato un marchio di cavi che abbia un suono caratterisitico,sempre riconoscibile cioè,al variare degli impianti...e delle orecchie,e che ovviamente ti piaccia o comunque ti incuriosisca.
    Lavoraci sopra,prova a dire la tua,vedi l'effetto che fà.
    Nel caso, considera che,non stai lavorando solo con l'hifi,ma anche con quell'oggetto sconosciuto che è il  tuo ssitema percettivo,ciò che rende la cosa doppiamente interessante.
    Uno dei risultati soggettivi della mia sperimentazione è che sono dovuto passare dai due poli alti e bassi,ai due poli timbro e dinamica,cosa assolutamente inattesa.
    In questa discussione si parla appunto dell'importanza della dinamica,ma in effetti non è facile scegliere fra una buona timbrica e una buona dinamica,dato che le due cose,almeno a livello di cavi,sembrano un pò escludersi a vicenda.
    La timbrica e la dinamica sono infatti parimenti portatori del messaggio musicale che l'autore vuol far passare.
    Sicuramente la reazione del nostro sistema percettivo è molto diversa rispetto a questi due poli.
    Sicuramente,al di là delle preferenze,nel giudicare un impianto,a causa di queste caratteristiche del sistema percettivo,si commettono meno errori se ci si concentra sulla dinamica.
    Meglio allora curare la dinamica,sperando anche in una buona timbrica.
    Concentrarsi invece sulla timbrica è secondo me causa di tanta insoddisfazione diffusa fra gli audiofili. CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 285880 
    Ciao,Sebastiano.


    Grazie Sebastiano, sei stato esauriente, molto.
    Semplicemente io vorrei sperimentare la eventuale o certa, a questo punto non lo so, differenza in meglio, naturalmente, a quanto state affermando tutti, tra un rame "povero" o 4N, come ho capito che sia il rame smaltato, usato per avvolgimenti di toroidali ecc, e il rame 7N o più puro ancora. Poi, timbrica, dinamica, alti setosi, bassi possenti e frenati, ecc. ecc. è la conseguenza del cambiamento del conduttore. Non mi piace l'idea di scovare un cavo che abbia un suo suono caratteristico. Allora l'amplificatore, integrato o a due o quattro telai, il lettore cd, magari "upgradato", i diffusori da Xeuro, che esistono a fare? Se esiste vorrei un cavo che trasmetta niente più e soprattutto niente meno di quello che arriva, di quello che esiste sul supporto.
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da iano Ven Gen 24 2014, 09:20

    La tua ambizione al cavo neutro è leggittima nonchè diffusa.
    Io non sono tanto ferrato da essere immune dal dire stupidaggini,ma intanto non esistono componenti neutri,e al massimo esistono componenti che hanno poca o nessuna influenza.
    Il cavo in teoria dovrebbe essere il campione di questi ultimi.
    Non è neutro ma la sua influenza è talmente piccola da non dovercene preoccupare.
    la novità è che le nostre orecchie ci danno un responso diverso.
    Si è cercato di risolvere questa apparente contraddizione dimostrando che siamo tutti sordi, cosa adesso passata un pò di moda...per fortuna.
    Qualunque cosa facciano i cavi,se di puro conduttore,lo fanno con più coerenza.
    Tuttavia l'effetto della geometria può essere testato anche con cavo elettrico.
    Sicuramente la purezza interviene sulla grana donando un suono più fluente,più liquido,e quindi tutto sommato più emozionante,complice una timbrica più...coerente.
    Alla fine quello che conta è la sinergia e l'effetto finale,e non si può escludere che questo possa essere ottenuto con un componente poco neutro.
    Non è cosa da perseguire,ma non c'è da scandalizzarsi se succede e se succede và accettata se ciò asseconda i nostri scopi,posto che ognuno dovrebbe sapere qual'è il suo scopo,cercando dentro di sè,senza prendere a prestito scopi preconfezionati da altri.
    Il problema sta nella difficoltà ad equiparare per importanza il cavo agli altri componenti semplicemente perchè del cavo sappiamo poco in effetti.
    La storia del cavo che possa intervenire come rifinitura finale nell'impianto è una sonora balla che tutti nel loro intimo conoscono,ma non ammettono.
    E' vero l'esatto contrario.
    Se del cavo poco sappiamo,allora il cavo è il primo componente dell'impianto,quello da scegliere per primo,costruendoci poi sopra l'impianto.
    Infatti è più facile adattare cose che ben conosciamo a cose che male conosciamo,che viceversa.
    Il carattere dei cavi non può che essere attribuito a cause fisiche che non conosciamo,o che più probabilmente conosciamo,ma controlliamo in modo non adeguato,probabilmente sottovalutandole.
    Il fatto che non conosciamo le cause non ci autorizza però a ignorare il carattere dei cavi.
    Semmai sui forum ha un minimo di senso consigliare un cavo piuttosto che un altro è proprio perchè questi a volte hanno un loro carattere più o meno forte.
    Può succedere poi che un impianto molto equilibrato non venga messo alla berlina d un semplice cambio di componente,cavo compreso.
    In tal senso è meglio definire cosa intendiamo per impianto sinergico.
    In effetti non si tratta letteralmente di un unico impianto,ma di una infinità di impianti,uno per ogni diverso disco.
    Quando l'ipotetico impianto unico è equilibrato,significa che tutti quegli infiniti impianti sono sinergici.
    Un buon impianto è quindi per definizione quello poco sensibile al cambio di un componente e il componente più influente è il software.
    Se è insensibile a quel cambio allora è perfetto. CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 285880 
    Ma è perfetto solo nel senso che serve a farci ascoltare i dischi,e in nessun altro senso.Ci può stare anche il sospetto che allora sia neutro,purchè la neutralità non diventi uno scopo,un obiettivo potenzialmente vuoto di contenuto.
    I cavi aiutano molto in tal senso.
    Parimenti ti aiutano se al tuo impianto chiedi solo di riprodurre al meglio la tua musica preferita,che però non è il mio obiettivo.
    Infine,un impianto poco sensisibile al cambio di componenti,cavi compresi,è un buon impianto.
    Ma questo non significa che i componenti sono neutri.
    Si parla di una alchimia molto complessa dove il caso e la fortuna continuano ad avere la loro parte.e dove le classifiche di importanza dei componenti spesso lasciano il tempo che trovano.
    Anche per questo è un bell'hobby,tanto bello che a volte ci dimentichiamo perfino della musica
    Ma si fà sempre in tempo a riprendersi CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 650957
    Jesko
    Jesko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 269
    Data d'iscrizione : 10.01.14
    Località : Lucca

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da Jesko Ven Gen 24 2014, 11:15

    iano ha scritto:La tua ambizione al cavo neutro è leggittima nonchè diffusa.
    Io non sono tanto ferrato da essere immune dal dire stupidaggini,ma intanto non esistono componenti neutri,e al massimo esistono componenti che hanno poca o nessuna influenza.
    Il cavo in teoria dovrebbe essere il campione di questi ultimi.
    Non è neutro ma la sua influenza è talmente piccola da non dovercene preoccupare.
    la novità è che le nostre orecchie ci danno un responso diverso.
    Si è cercato di risolvere questa apparente contraddizione dimostrando che siamo tutti sordi, cosa adesso passata un pò di moda...per fortuna.
    Qualunque cosa facciano i cavi,se di puro conduttore,lo fanno con più coerenza.
    Tuttavia l'effetto della geometria può essere testato anche con cavo elettrico.
    Sicuramente la purezza interviene sulla grana donando un suono più fluente,più liquido,e quindi tutto sommato più emozionante,complice una timbrica più...coerente.
    Alla fine quello che conta è la sinergia e l'effetto finale,e non si può escludere che questo possa essere ottenuto con un componente poco neutro.
    Non è cosa da perseguire,ma non c'è da scandalizzarsi se succede e se succede và accettata se ciò asseconda i nostri scopi,posto che ognuno dovrebbe sapere qual'è il suo scopo,cercando dentro di sè,senza prendere a prestito scopi preconfezionati da altri.
    Il problema sta nella difficoltà ad equiparare per importanza il cavo agli altri componenti semplicemente perchè del cavo sappiamo poco in effetti.
    La storia del cavo che possa intervenire come rifinitura finale nell'impianto è una sonora balla che tutti nel loro intimo conoscono,ma non ammettono.
    E' vero l'esatto contrario.
    Se del cavo poco sappiamo,allora il cavo è il primo componente dell'impianto,quello da scegliere per primo,costruendoci poi sopra l'impianto.
    Infatti è più facile adattare cose che ben conosciamo a cose che male conosciamo,che viceversa.
    Il carattere dei cavi non può che essere attribuito a cause fisiche che non conosciamo,o che più probabilmente conosciamo,ma controlliamo in modo non adeguato,probabilmente sottovalutandole.
    Il fatto che non conosciamo le cause non ci autorizza però a ignorare il carattere dei cavi.
    Semmai sui forum ha un minimo di senso consigliare un cavo piuttosto che un altro è proprio perchè questi a volte hanno un loro carattere più o meno forte.
    Può succedere poi che un impianto molto equilibrato non venga messo alla berlina d un semplice cambio di componente,cavo compreso.
    In tal senso è meglio definire cosa intendiamo per impianto sinergico.
    In effetti non si tratta letteralmente di un unico impianto,ma di una infinità di impianti,uno per ogni diverso disco.
    Quando l'ipotetico impianto unico è equilibrato,significa che tutti quegli infiniti impianti sono sinergici.
    Un buon impianto è quindi per definizione quello poco sensibile al cambio di un componente e il componente più influente è il software.
    Se è insensibile a quel cambio allora è perfetto. CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 285880 
    Ma è perfetto solo nel senso che serve a farci ascoltare i dischi,e in nessun altro senso.Ci può stare anche il sospetto che allora sia neutro,purchè la neutralità non diventi uno  scopo,un obiettivo potenzialmente vuoto di contenuto.
    I cavi aiutano molto in tal senso.
    Parimenti ti aiutano se al tuo impianto chiedi solo di riprodurre al meglio la tua musica preferita,che però non è il mio obiettivo.
    Infine,un impianto poco sensisibile al cambio di componenti,cavi compresi,è un buon impianto.
    Ma questo non significa che i componenti sono neutri.
    Si parla di una alchimia molto complessa dove il caso e la fortuna continuano ad avere la loro parte.e dove le classifiche di importanza dei componenti spesso lasciano il tempo che trovano.
    Anche per questo è un bell'hobby,tanto bello che a volte ci dimentichiamo perfino della musica
    Ma si fà sempre in tempo a riprendersi CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 650957



     CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 704751 CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 704751 CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 704751 applausi 
    Luca58
    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9403
    Data d'iscrizione : 15.07.09

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da Luca58 Ven Gen 24 2014, 12:17

    iano ha scritto:
    Se del cavo poco sappiamo,allora il cavo è il primo componente dell'impianto,quello da scegliere per primo,costruendoci poi sopra l'impianto.

    Mah...  CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 285880 Questo discorso e' venuto fuori altre volte ma continua a lasciarmi molto perplesso.

    Qualsiasi componente ha una resa sconosciuta di per se' e quello che "conosci" e' solo la sua resa fusa nella specifica catena audio.

    Mi immagino di prendere un cavo a caso (tanto sappiamo poco) e poi prendo un impianto a caso perche' non so come si interfacci col cavo; solo che cambiare continuamente cdp, pre, finale e diffusori fino a che non si trova la combinazione giusta per il cavo che abbiamo mi sembra economicamente molto poco pratico.  CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 650957
    Jesko
    Jesko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 269
    Data d'iscrizione : 10.01.14
    Località : Lucca

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da Jesko Ven Gen 24 2014, 13:00

    Comunque,  nessuno sa dirmi dove si può acquistare del cavo di rame 7N sciolto? CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 98542 sunny 
    lizard
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 10802
    Data d'iscrizione : 06.11.09
    Località : Augusta Taurinorum

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da lizard Ven Gen 24 2014, 13:02

    prova a contattare la Acrolink..ma forse anche Air ha dei canali preferenziali..
     CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 2296686959 
    aircooled
    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 33202
    Data d'iscrizione : 20.12.08
    Località : AIRTECH

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da aircooled Ven Gen 24 2014, 14:10

    Jesko ha scritto:Comunque,  nessuno sa dirmi dove si può acquistare del cavo di rame 7N sciolto? CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 98542 sunny 
     
    7N non lo trovi, il 6N si basta che cerchi in rete neotech e trovi siti dove lo vendono
    considera comunque che non è che serva molto andare su rame puro se poi non hai tutto il resto, comnnettori e stagno, è come mettere le gomme ricoperte su una Ferrari  CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 775355


    _________________
    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Dgm3x112
     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 941176


     
    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Barras10
    non discutere mai con un idiota Laughing  altrimenti ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 630139
    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 110 
    AIRTECH cell 3393521936 
    mail bertini63@virgilio.it
    lizard
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 10802
    Data d'iscrizione : 06.11.09
    Località : Augusta Taurinorum

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da lizard Ven Gen 24 2014, 14:49

    aircooled ha scritto: comunque che non è che serva molto andare su rame puro se poi non hai tutto il resto

     CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 972395 
    Jesko
    Jesko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 269
    Data d'iscrizione : 10.01.14
    Località : Lucca

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da Jesko Ven Gen 24 2014, 15:43

    lizard ha scritto:prova a contattare la Acrolink..ma forse anche Air ha dei canali preferenziali..
     CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 2296686959 


    Grazie, ho dato un'occhiata su ebay, ma che prezzi... mi sa che resterò con la curiosità. CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 650957 
    Jesko
    Jesko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 269
    Data d'iscrizione : 10.01.14
    Località : Lucca

    CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 Empty Re: CAVI MILIONARI? LASCIAMO PERDERE...

    Messaggio Da Jesko Ven Gen 24 2014, 15:49

    aircooled ha scritto:
     
    7N non lo trovi, il 6N si basta che cerchi in rete neotech e trovi siti dove lo vendono
    considera comunque che non è che serva molto andare su rame puro se poi non hai tutto il resto, comnnettori e stagno, è come mettere le gomme ricoperte su una Ferrari  CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 775355


    Da Acrolink c'è anche il 7N, ma i prezzi sono alti, un cavo di 2.5 + 2.5 metri mi costa un po' troppo. E' uno sfizio un po' troppo caro per me. Ora do un'occhiata a neotech. I connettori, semplice, non ce li metto CAVI MILIONARI?  LASCIAMO PERDERE... - Pagina 2 650957 , spellato e basta. Comunque la Ferrari mi andrebbe bene anche a GPL... sunny 
    Grazie dell'indirizzo Air.

      La data/ora di oggi è Lun Apr 15 2024, 11:19