Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.
Il Gazebo Audiofilo

Human Pleasure HI-END

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 11:40 am


    So già che mi sto prendendo un impegno che spero di riuscire a portare a termine ,senza troppe soste e senza troppi intoppi.
    Mi ero promesso di farlo tanto tempo fa ma poi ho desistito, in modo probabilmente saggio, e chissà perchè ,sarà l'inverno.. adesso mi va di provare a metter giù qualcosa.Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 921419
    Conscio che, "di qualcosa" però non se ne fa niente nessuno e, allo stesso tempo senza voler creare false aspettative ,voglio provare a condividere quelle che sono esperienze di anni di prove e riprove,errori e piccoli successi,in poche parole qualcosa che abbia l'incosciente pretesa di dare un modesto suggerimento ( e magari di raccoglierne di altri ) a chi probabilmente comincia ora a scoprire L'alta fedeltà ( se ancora c'e' rimasto qualcuno in questa fase di tracollo ),a chi ha avuto meno possibilità di fare confronti ed esperimenti per motivi dettati dall'inesperienza o semplicemente dalle circostanze.
    Qualcosa che possa aiutare a capire ,NON, se si sta facendo la cosa giusta ,ma almeno a capire cosa si sta facendo in quel momento.
    chi invece questi esperimenti non li ha fatti, o non e' interessato a farli, per svogliatezza o non curanza o sfiducia nell'argomento,forse è il caso che si dedichi alla lettura di altro. per sua grande fortuna la tecnologia gli sta venendo in contro con sistemi di trasmissione che presto renderanno il filo uno strumento medievale,peggiorando probabilmente ulteriormente la qualità della riproduzione e forse anche della nostra salute.Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    adesso mi rendo conto che devo iniziare a pensare con cosa cominciare,perche' in effetti con i cavi e' proprio da dove cominciare il problema. Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    un bel "discorso in generale" credo possa funzionare Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957
    faro' con calma ,vi avviso! Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 12:03 pm

    Dimenticavo sunny
    visto che: non e' una lezione di trigonometria ,che nessuno quì e' professore,nessuno e' guru,ma e' una cosa tra amici ,per divertirsi e condividere:chi vuole scrivere e intervenire lo faccia senza pensarci 2 volte ! Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da iano Mer Ott 21, 2015 2:39 pm

    Tutti ci auguriamo di trovare finalmente il cavo che non c'è,e che il wireless progredisca in tutti i suoi effetti e conseguenze,e se fosse possibile vorremmo anche l'ampli che amplifica senza esserci etc...
    Chi si è divertito coi cavi come noi,siccome prima di tutto audiofilo,se ne farà una ragione Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957
    Intanto in questo divertimento siamo cresciuti incappando in meraviglie e sorprese,e il lavoro fatto coi cavi è stato quantomeno una occasione di ascoltare musica e di riflettere meglio sulla nostra passione.
    Perchè così facendo,chiedendoci cosa chiediamo veramente a un filo,ci siamo in effetti sempre posti la stessa domanda,il cosa vogliamo dalla nostra passione,osservandola magari da un punto di vista alternativo,anche molto eccentrico se si vuole,il che è comunque sempre cosa utile.
    Nel caso e in attesa che tutto ciò si realizzi pienamente,possiamo chiederci cosa ci rimarrà dell'esperienza cavi,oltre al risvolto umano per chi come noi si divertito ad immergersi nella questione.
    Nella mia personale e soggettiva esperienza trovo un punto,non sò quanto condiviso,che continuerà a far sì che i cavi possano continuare a impestare le discussioni sui forum.
    Il punto è il seguente.
    Il cavo che non c'è,nel modo in cui si è cercato di approssimarlo finora,prima del wireless,ha avuto esiti deludenti.
    In particolare è stata per me deludente l'esperienza di accorciare il cavo,ciò che appunto serve ad approssimare il cavo che non c'è,in quanto così facendo non ho sentito nessuno sfracello.
    Al contrario,i cavi che sembrano nel bene o nel male fare sfracelli,sembrano farlo in modo indipendente dalla lunghezza,almeno nella misura in cui,diventando sempre più corti,non perdano anche la loro apparente magia.
    Così nella misura residua in cui il wireless non potrà sostituire un per quanto minimale e residuo cablaggio la questione resta ancora aperta.
    Il cavo,come un qualunque componente attivo o passivo che sia,attraversato dal segnale,vi introduce distorsioni.
    Un impianto quindi è una sommatoria di tutte queste distorsioni,la cui ottimizzazione è un arte che non si esaurisce nella sapiente progettazione di ogni componente,come sappiamo,purtroppo o per fortuna,a seconda dei punti di vista.
    In prima approssimazione sembra logico che il massimo lo otterremo quando saremo riusciti ad eliminare il più possibile queste distorsioni,e possiamo provare a fare nella misura in cui ne abbiamo piena cognizione.
    Dal punto di vista tecnico non ci mancano le buone cognizioni in merito in genere,seppur sempre,per loro natura,approssimative.
    Però il suono vero e proprio non è quello che esce dalle casse,ma quello che in conseguenza di ciò si forma nella nostra testa.
    In mancanza di un soggetto che percepisce, il suono non esiste,rimanendo solo una perturbazione dell'elemento aereo che ci circonda.
    Quando si semplifica,a volte necessariamente,senza considerare il componente ultimo,non eliminabile,e nemmeno un poco accorciabile,che è l'uomo,bisognerebbe avere sempre la coscienza di questa semplificazione,evitando di sparare poi sentenze assolute e inappellabili,oggettive quanto si vuole,ma mancanti del componente più importante della catena,laddove il suono viene letteralmente creato,l'uomo.Eppure c'è chi,forse inconsapevole o dimentico delle approssimazioni introdotte,per far quadrare i conti dei suoi risultati alle misure,alla fine non trova meglio da fare che accorciare la statura dell'uomo.Così alla fine l'audiofilo ideale diventa quello che non c'è.Che quindi non critica.Che adegui il suo sentire a ciò che secondo le misure dovrebbe sentire.
    in somma,un audiofilo che magari c'è,ma è come se non ci fosse.
    Così che la necessaria semplificazione iniziale,a maggior gloria del misuratore di turno,diventa parte integrante del risultato.
    Nella realtà rimane il fatto che una buona riproduzione deriva da un buon compromesso fra distorsioni varie ben assortite.
    E' come un buon piatto,fatto di tante cose,non tutte in sè buone.
    Buona è al massimo la ricetta di tutte queste pietanze,quando lo è.
    Se da questa ricetta togliamo un componente,fosse anche in sè cosa poco  appetibile,la ricetta cambia.
    Ma come facciamo ad essere sicuri in tal modo di averla migliorata?
    Diciamo che ci abbiamo solo provato in modo sensato a farlo,ma poi bisogna sempre assaggiarla e se sarà più buona oppure no,possiamo dirlo sempre noi,e non le misure.
    Le misure servono solo a progettare la ricetta in modo sensato.
    Quando il piatto sembra ben riuscito,aggiungi ancora una spezia e rovini tutto.
    E se ne togli una?A volte rovini tutto anche così.
    Questo come aperitivo ed antipasto.Adesso aspettiamo con molta pazienza il piatto del grande cuoco Fred. cheers


    Ultima modifica di iano il Mer Ott 21, 2015 3:01 pm - modificato 1 volta.
    lizard
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 10737
    Data d'iscrizione : 06.11.09
    Località : Augusta Taurinorum

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da lizard Mer Ott 21, 2015 3:00 pm

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Confucio-185_600x371f.8962a
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 3:04 pm

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355 Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355 Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da iano Mer Ott 21, 2015 3:21 pm

    Kungfucio? Laughing
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 3:24 pm

    Grazie Sebastiano per il "Grande Fred " !Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    io credo che ... questo sia, grazie al tuo intervento ,seppur piacevole ( un po lunghetto ,sepur piacevole Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355 ) ,il primo thread nel mondo,che va praticamente fuori tema al terzo post ,quando i primi due sono stati scritti da chi lo ha aperto !!! affraid affraid affraid
    ringrazio per l'introduzione ! Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    mc 73
    mc 73
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10976
    Data d'iscrizione : 10.12.12
    Località : friuli udine e dintorni

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da mc 73 Mer Ott 21, 2015 3:31 pm

    lizard ha scritto:
    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Confucio-185_600x371f.8962a

    n'altra vittima!

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Tmp65410


    _________________
    saluti Michele sunny
    lizard
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 10737
    Data d'iscrizione : 06.11.09
    Località : Augusta Taurinorum

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da lizard Mer Ott 21, 2015 3:42 pm

    io per anni ho provato cavi,inseguendo la chimera audiofila.
    poi ho acquistato questo,col SUO cavo di alimentazione fisso,come facevano una volta i costruttori di una volta.
    gli ho attaccato le AKG 701 per gioco e poi l'ho collegato al trasformatore di rete BCD.
    da quel momento non riesco ad ascoltare altro.


    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Mcinto10
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 3:57 pm

    Via ! sunny
    L’argomento cavi,  punch aime'... e’ stato piu’ volte analizzato o almeno ,si e’ cercato di analizzarlo e sempre ha creato divisioni e spaccature fra chi afferma ,ancor oggi...,che i cavi non influenzino il suono di un impianto e, fra chi ne afferma l’assoluta importanza.
    Da qui,l’affanno e lo slogan di molti costruttori,che popolano il mercato dei cavi ,si basa sul  far capire l’importanza delle connessioni fra le elettroniche  al fine di ridurre ,distorsioni,disturbi,tagli,non linearità, e altri fenomeni negativi che possono intaccare il segnale ma non solo quello , durante il transito dello stesso all’interno del cavo e quindi ,durante il transito nell’impianto stesso.
    A questo proposito ognuno propone la propria ricetta per migliorare le performance delle catene che andranno a cablare, in base,alla propria esperienza ,alle proprie capacità realizzative e al proprio gusto.
    Vorrei che queste tre cose venissero ben pesate .
    io ritengo sia di vitale importanza  ricordarle ogni volta che si valuta un oggetto ,oggetto che  ovviamente, è creato o almeno progettato da un essere umano con tutto cio' che questo comporta,importante quanto capire che il concetto di perfezione è opinabile.
    Tralasciando chi non ne percepiscie l'effetto,molti ritengono i cavi degli equalizzatori o dei filtri applicabili all’impianto stesso ( la cosa è un pochino più sottile e inconscia a dire il vero, e un pò più celata dietro classiche frasi tipo: cavo che mi dà piu' bassi,cavo che mi dia piu' brillantezza )
    La cosa può considerarsi vera perche' il cavo ha ANCHE le caratteristiche di un filtro … ma e’ altrettanto sbagliata in termini assoluti in quanto il cablaggio non deve,o non dovrebbe, modificare il comportamento delle elettroniche ma semplicemente lasciarne inalterata la reale prestazione,liberando il messaggio nella sua completezza, le armoniche ,e lasciandosi attraversare da tutto cio' che proviene dall'elettronica a monte,non facendosi disturbare Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 921419 da quello che gli gira intorno. Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957
    questa è una cosa estremamente complessa e per niente scontata.
    La filosofia da sposare quindi  dovrebbe essere : il miglior cavo e’ quello che non esiste o,in alternativa, quello che non si sente?
    Questa e’  vecchia scuola ! in effetti e’ corretto pensare in questo modo così anni 80. Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355  
    Però… Io preferisco dire che il miglior cavo è quello che “mi fa sentire” ,e le virgolette le potete interpretare davvero come vi pare…
    E' la stessa cosa ,ma detta, per quanto mi riguarda, in modo secondo me più consapevole e allo stesso tempo moderno... Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 4:05 pm

    Ora ,sopportando con fastidio il dover parlare di un componente dell'impianto ,come se di questo se ne potesse fare a meno... cerchiamo di inquadrare il cavo.
    il cavo e' una conduttura,una via di comunicazione tra un'elettronica e un altra  ?
    boh... il cablaggio e' meglio inquadrabile come il sistema vascolare ma anche l'apparato digerente  Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 921419 dell'impianto.
    sull'ultima cosa ho la presunzione di essere il primo ad averla.. non so se pensata,ma scritta di sicuro. Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da iano Mer Ott 21, 2015 4:11 pm

    Frederick ha scritto:Grazie Sebastiano per il "Grande Fred " !Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    io credo che ... questo sia, grazie al tuo intervento ,seppur piacevole ( un po lunghetto ,sepur piacevole  Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355 ) ,il primo thread nel mondo,che va praticamente fuori tema al terzo post ,quando i primi due sono stati scritti da chi lo ha aperto !!!  affraid affraid affraid  
    ringrazio per l'introduzione ! Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    Ci tenevo a scrivere il prologo al tuo manuale sui cavi. sunny
    Non sò se manuale è il termine giusto per te.
    Per me è sempre un lavoro in corso,una mappa dove ogni tanto mi illudo di poter mettere una bandierina.
    Penso che il forum sia lo strumento ideale per illustrare lavori in corso,vivi e palpitanti nel loro evolversi,che non per incollarci un manuale scolpito su pesante pietra.
    Mi pare che sia così anche per te,e per questo mi piace leggerti. sunny
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 4:32 pm

    Problema preiminare:
    la lunghezza del cavo.
    il cavo, e' vero, si puo' comprare a metraggio,e perche' no? sunny ma quale metraggio?
    è anche vero pero' che alcuni grandi cavi,in particolar modo quelli artigianali,non si comprano in quel modo...perche' ?
    se si volesse essere seri bisognerebbe ammettere che un cavo e' un progetto completo che quindi tiene conto anche della lunghezza del cavo stesso,e in base a quella, si raccordano i parametri del progetto,quindi, per lo stesso motivo per cui un cavo di 5 metri puo'  suonare peggio di un cavo di un metro,il cavo da 30 centimetri si discosta in egual modo dal reale modo di suonare di quel cavo se è stato progettato per ottenere una determinata risposta con una lunghezza di 2 metri.
    Se il progetto prevede che il cavo debba essere di 2 metri per essere completo ,tagliandolo a 30 centimetri peggiorerà, o quanto meno darà un risultato diverso da quello per cui e' stato progettato con tutte le variabili del caso.
    Si potra' obbiettare dicendo che piu' il cavo e' lungo e piu' raccoglie disturbi e piu' è soggetto a introdurre distorsioni o a far si che si verifichino incidenti di percorso.
    Questo e' vero in assoluto, ma dicendo questo purtroppo stiamo anche dicendo che chi lo ha progettato non ne ha tenuto minimamente conto ...il che e' inverosimile per qualsiasi progettista che si rispetti.
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 4:33 pm

    iano ha scritto:
    Ci tenevo a scrivere il prologo al tuo manuale sui cavi. sunny
    Non sò se manuale è il termine giusto per te.
    Per me è sempre un lavoro in corso,una mappa dove ogni tanto mi illudo di poter mettere una bandierina.
    Penso che il forum sia lo strumento ideale per illustrare lavori in corso,vivi e palpitanti nel loro evolversi,che non per incollarci un manuale scolpito su pesante pietra.
    Mi pare che sia così anche per te,e per questo mi piace leggerti. sunny
    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 972395
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 5:05 pm

    Ora ,torniamo al cavo "che non si sente"... e quindi all'aspetto puramente qualitativo ( non che quello precedente non lo sia )

    buona parte dei cavi presenti sul mercato invece il più delle volte si fa sentire…questo in genere per i seguenti ed ovvi motivi:

    1. Motivi commerciali(un  cavo caratterizzato ,per i meno esperti,spicca maggiormente all’ascolto comparativo (specialmente se condotto in negozio)e magari in modo ruffiano si fa notare subito,
    poi,a casa dopo averlo acquistato ,con il tempo ,ci si accorge che procura fatica d’ascolto..o dopo alcuni anni ,maturando,se ne comprende il limite.
    2 .Scelta del progettista (il quale ha voluto creare un cavo correttivo/filtro ad esempio che enfatizza la gamma bassa o alta al fine di renderlo più espressivo o intrigante, basandosi sul suo gusto personale o il suo concetto di alta fedeltà)
    3 .Per i limiti intrinseci del progetto e dei materiali impiegati(ovvero.. non si e’ saputo o potuto fare di meglio). Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355

    Uno dei difetti che davvero non sopporto, e’ quello di caratterizzare il messaggio sonoro e quindi personalizzarlo o filtrarlo.
    come voler in qualche modo cercare di emergere,spiccare,ad ogni costo pur avendo i limiti intrinseci di un progetto che deve rientrare in un costo contenuto. Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 939343 o in un elevato profitto. Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957

    A volte questo tipo di difetto piu' o meno marcato sia chiaro, può risultare insito nel progetto  del cavo stesso ,mirato al mascherare o a tentare di risolvere “eventuali comuni problemi ambientali” ,oppure non voluto ,cioè legato ai limiti del progetto e dei materiali impiegati come detto prima.
    se non sono stato chiaro lo dico in altre parole:
    un cavo che mi taglia certe frequanze,se queste frequenze sono quelle che sul maggior numero di impianti mi danno problemi, produrra' un "beneficio" , che mi permettera' di vendere un numero maggiore di cavi. sunny
    nulla di malvagio Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957  i prodotti servono ad un mercato e devono essere venduti in un qualche modo quindi e' inevitabile che esistano in un mercato anche prodotti cosi'. e a volte possono funzionare se non ci sono pretese hi end. ( certo però che il concetto ci porta lontano da quello di cavo perfetto...) Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    come al solito nulla è scontato... e tutto serve a confonderci. Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957

    Ho parlato di problemi ambientali in quanto la stanza in cui suona l’impianto e’ co-responsabile,in quanto facente parte della catena di riproduzione,di molti dei pregi o difetti della stessa.
    Il problema e’ che spesso si attribuiscono al fattore ambientale colpe che non possiede ma che riguardano esclusivamente la messa a punto dell’impianto.
    Questo, spesso, e’ dato dall’inesperienza. Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 81249
    Nonostante la premessa il più delle volte il fattore ambiente resta uno dei punti più trascurati insieme al fattore cavi e questo e’ profondamente sbagliato in quanto nessun anello della catena di riproduzione deve essere lasciato al caso e reso debole.
    L’impianto come tutte le catene di riproduzione suona vincolato dal componente di essa che suona peggio e dalla posizione che questo riveste nella catena.( o dalla sommatoria delle peggiorità Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355 dei singoli componenti)
    Il più delle volte ed in base ad alcune esperienze vissute,mi sono trovato di fronte a situazioni in cui ci si affanna a cambiare a ritmo convulso le elettroniche perché non soddisfatti del risultato finale ,trascurando tutto il resto e imputando la colpa del cattivo rendimento esclusivamente alle stesse e mai o raramente a ciò che le circonda o le collega.
    A me sembra un errore,spesso fatto da chi e' convinto di avere la verità in tasca, ma purtroppo è piu' comune di quanto si pensi.


    Ultima modifica di Frederick il Mer Ott 21, 2015 6:31 pm - modificato 1 volta.
    aircooled
    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 33195
    Data d'iscrizione : 20.12.08
    Località : AIRTECH

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da aircooled Mer Ott 21, 2015 5:11 pm

    siete mitici sunny


    _________________
    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Dgm3x112
     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 941176


     
    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Barras10
    non discutere mai con un idiota Laughing  altrimenti ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 630139
    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 110 
    AIRTECH cell 3393521936 
    mail bertini63@virgilio.it
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 5:39 pm

    Ah dimenticavo...
    i difetti di cui ho parlato prima non valgono solo per i cavi ma per tutti i componenti della catena Embarassed
    solo che sulle elettroniche in genere si identificano piu' velocemente,sui cavi no( cioe' si tende a non attribuirli ) e quindi si la colpa all'elettronica di turno...che magari un po di difetto ce l'ha pure... ma magari non era la sola.. Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 939343
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 5:53 pm

    Mi riallaccio al problema della lunghezza del cavo perche' mi e' venuta in mente una cosa:
    Due persone che provano lo stesso cavo (esempio) di potenza ma uno di 5 metri e l'altro di 2 e' possibile abbiano pareri discordanti nel descriverlo...anzi e' abbastanza probabile..Laughing
    noi diciamo :chi ha ragione ?
    semplice : chi sa di cosa sta parlando!Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957
    ovvero: se ho un cavo di 5 metri e mi rendo conto che sono troppi dovrei guardarmi bene dal dire che quel cavo e' ( esempio )aperto e senza bassi sapendo che non sono nella condizione di giudicarlo.
    idem e viceversa per chi ne ha uno spezzone da 30 centimetri con il finale attaccato alle casse,anche la sua valutazione non sara' corretta.
    questo e' il primo dei motivi per cui due cavi Uguali ( sui forum si e' sempre molto approssimativi sia con le spiegazioni che con le domande )risultano avere suoni diversi sui 2 impianti.
    non ho detto che e' l'unico  motivo !!! occhio !! Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 81249 Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    ma e' uno dei tanti, poi diremo anche gli altri.Laughing
    sono uguali ... sunny  solo che uno e' lungo il doppio dell'altro e magari anche ammatassato... Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355  chissa' come mai suonano diversi ??!! Laughing
    e poi : tu sei sordo...il tuo impianto non e' rivelatore, etc etc.. Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da iano Mer Ott 21, 2015 7:38 pm

    Frederick ha scritto:Ora ,torniamo al cavo "che non si sente"... e quindi all'aspetto puramente qualitativo ( non che quello precedente non lo sia )

    buona parte dei cavi presenti sul mercato invece il più delle volte si fa sentire…questo in genere per i seguenti ed ovvi motivi:

    1. Motivi commerciali(un  cavo caratterizzato ,per i meno esperti,spicca maggiormente all’ascolto comparativo (specialmente se condotto in negozio)e magari in modo ruffiano si fa notare subito,
    poi,a casa dopo averlo acquistato ,con il tempo ,ci si accorge che procura fatica d’ascolto..o dopo alcuni anni ,maturando,se ne comprende il limite.
    2 .Scelta del progettista (il quale ha voluto creare un cavo correttivo/filtro ad esempio che enfatizza la gamma bassa o alta al fine di renderlo più espressivo o intrigante, basandosi sul suo gusto personale o il suo concetto di alta fedeltà)
    Buona e cattiva fede è sempre miscelata variamente fra i produttori.
    Ma indipendentemente dai loro intenti,come fanno a caratterizzare il cavo,per qualunque sia il fine che lo facciano?
    Voglio dire,io sò come si fà a farlo,ma non perchè succede.
    Altri lo sanno fare come e meglio di me,ma usando manipolazioni diverse.
    A volte si illudono anche di stare usando una scienza del tutto nota in modo esaustivo.
    Altre volte dicono di farlo,ma solo per compiacere l'acquirente,che pur dall'alto della sua ignoranza a volte,tale rassicurazione pretende.
    Altre volte sono loro i primi a crederci.
    Il punto è che quando uno acquisisce una cospicua esperienza come te,prende confidenza con certi effetti,a cui inizia a dare del tu,e poi ne scrive come fossero cose scontate per tutti.
    Nella descrizione di un noto marchio di cavi si legge tutto e il contrario di tutti,come dire che almeno su qualcuno di quei punti ognuno può riconoscersi,e non escludo che lo stesso produttore a fasi alterne tenda riconoscersi in uno di quei punti o nell'altro.
    Diciamo che quando hai fatto buona esperienza di qualcosa è naturale cercare di riassumerla in un quadro coerente,cercando anche di prendere a prestito,quando può servire,quadri già preconfezionati,meglio se ampiamente già condivisi e applicati proficuamente in altri campi.
    Poi c'è sempre quello che fà confusione e/o semplifica troppo,senza averne magari coscienza,e può succedere a tutti i livelli,compreso il livello scientifico.
    Così che un ottimo test per farmaci diventa tale,detto fatto,anche per testare differenze fra cavi.
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Mer Ott 21, 2015 10:20 pm

    iano ha scritto:
    Buona e cattiva fede è sempre miscelata variamente fra i produttori.
    Ma indipendentemente dai loro intenti,come fanno a caratterizzare il cavo,per qualunque sia il fine che lo facciano?
    Voglio dire,io sò come si fà a farlo,ma non perchè succede.
    Altri lo sanno fare come e meglio di me,ma usando manipolazioni diverse.
    A volte si illudono anche di stare usando una scienza del tutto nota in modo esaustivo.
    Altre volte dicono di farlo,ma solo per compiacere l'acquirente,che pur dall'alto della sua ignoranza a volte,tale rassicurazione pretende.
    Altre volte sono loro i primi a crederci.
    Il punto è che quando uno acquisisce una cospicua esperienza come te,prende confidenza con certi effetti,a cui inizia a dare del tu,e poi ne scrive come fossero cose scontate per tutti.
    Nella descrizione di un noto marchio di cavi si legge tutto e il contrario di tutti,come dire che almeno su qualcuno di quei punti ognuno può riconoscersi,e non escludo che lo stesso produttore a fasi alterne tenda riconoscersi in uno di quei punti o nell'altro.
    Diciamo che quando hai fatto buona esperienza di qualcosa è naturale cercare di riassumerla in un quadro coerente,cercando anche di prendere a prestito,quando può servire,quadri già preconfezionati,meglio se ampiamente già condivisi e applicati proficuamente in altri campi.
    Poi c'è sempre quello che fà confusione e/o semplifica troppo,senza averne magari coscienza,e può succedere a tutti i livelli,compreso il livello scientifico.
    Così che un ottimo test per farmaci diventa tale,detto fatto,anche per testare differenze fra cavi.
    Mah...non e' questione di buona o cattiva fede...spesso si fa il meglio che si puo'...questo non vuol dire che vada bene ,ma se il mercato lo accetta...
    inglesizzandolo e' business... Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355 se un prodotto tecnicamente discutibile riscuote consensi ed ha successo sul mercato vuole semplicemente dire che l'utenza di quel prodotto lo accetta,anzi,va bene cosi'.
    per chi sà ed esige c'e' l'HI END o una qualche sua approssimazione... Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 939343  se non hai mai sentito il beluga dirai che le uova di lompo sono un ottimo caviale.
    il paradosso e' sentire dire che il beluga non esiste...Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355 esiste eccome! e non basta comprarlo! bisogna anche abbinarlo al vino giusto,saperlo dosare,e magari gustare in buona compagnia:fkjur:
    nel caso della fascia media dell' alta fedelta' dobbiamo solo renderci consapevoli che le persone ascoltano non male ma ... medio. Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    spesso sono impianti eterogenei dove un componente compensa l'altro...quando va bene che riescie a compensarlo!! Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957  Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957  Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957  
    e non hanno spesso la piu' pallida idea di  come fare a rivoltare l'impianto come un calzino con piccoli cambiamenti...
    si comprano oggetti  in base ai feedback trovati su internet e scritti da persone con la loro stessa impreparazione oppure con un solo cavo messo dove pensano loro,vogliono ottenere un cambiamento paragonalbile a un ricablaggio completo...ovvio che quel cavo dovra' essere pompato...
    Se le persone mangiassero crocchette per cani ,le pizzerie le servirebbero.
    quindi la morale di chi fa cavi caratterizzati,diffusori caratterizzati etc.etc... non e' una questione morale.
    conta sapere che lo fanno pero'! sapere che questi prodotti ci sono,conta essere preparati all'eventualita' di incontrare prodotti di questo tipo sul proprio cammino e non potendo ottenere di meglio, riuscire a gestirli o almeno a comprenderli e attribuire loro eventuali colpe o virtu'.
    il crescere ,il comprendere,il fare esperienza ,imparare a scegliere...questo spetta unicamente a chi conduce l'impianto.
    spero che questo thread serva proprio a dare una mano o ad accendere una lampadina in quel senso..cioe' , NON a far suonare componeti impossibili ( quelli non suoneranno mai) ma a selezionare componenti meritevoli e riuscire a spremerli al massimo nello spazio che si ha a disposizione.
    componenti che in questo specifico thread sono cavi piuttosto che altre cose.
    ci vorranno pero' altre pagine... e la voglia di leggerle soprattutto! Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    Luca58
    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9403
    Data d'iscrizione : 15.07.09

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Luca58 Gio Ott 22, 2015 9:08 am

    lizard ha scritto:io per anni ho provato cavi,inseguendo la chimera audiofila.
    poi ho acquistato questo,col SUO cavo di alimentazione fisso,come facevano una volta i costruttori di una volta.
    gli ho attaccato le AKG 701 per gioco e poi l'ho collegato al trasformatore di rete BCD.
    da quel momento non riesco ad ascoltare altro.


    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Mcinto10

    Beh, se allora mi vuoi vendere le Spendorine... Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957
    lizard
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 10737
    Data d'iscrizione : 06.11.09
    Località : Augusta Taurinorum

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da lizard Gio Ott 22, 2015 9:27 am

    Luca58 ha scritto:

    Beh, se allora mi vuoi vendere le Spendorine... Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957
    luke..oggi vado ad ascoltare delle rogers 3/5 vintage 15 ohm intonse,come mamma le ha fatte,con tanto di imballi..ancora con le connessioni a banana..sono carissime,ma se mi piaccioni poù delle spendor ti giro le mie..ho già una minierezione..
    Frederick
    Frederick
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1932
    Data d'iscrizione : 27.04.12
    Località : Terre Matildiche

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Frederick Gio Ott 22, 2015 9:42 am

    io penso che per ottimizzare un impianto servano almeno tre cose Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    La prima e' avere in mente,piu' chiaro possibile il suono ,l'equilibrio timbrico,che si vuole ottenere;la seconda e' la volonta' di raggiungere quell'obbiettivo e la terza che e' la piu' importante in assoluto e' di evitare di mettere punti fermi su cui poi,a priori ,rifiutarsi di intervenire .
    Il principale di questi punti fermi purtroppo e’  proprio il cablaggio.Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    Il motivo principale per cui questo avviene e’ che spesso i cavi di qualità hanno costi proibitivi,almeno sui listini, che spaventano il cliente facendogli porre paletti saldi sul budget massimo e sulla validità della spesa da effettuare,nonché spesso nel caso dell'usato, l’impossibilita’ di provare sul proprio impianto cablaggi alternativi ,e per un tempo ragionevole,prima dell’acquisto.
    nel nome di : "con quei soldi cambio un elettronica" si cambia l'elettronica e la si collega al soliti vecchi cavi che magari erano la causa o una delle cause di quel suono che non ci piaceva.
    passato il momento di libidine dell'elettronica nuova poi pero' il suono continua a non piacere...
    perche' in effettti... eh, da molta piu' soddisfazione cambiare un elettronica!Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957  il cavo a volte neanche lo vedi,magari e' anche brutto e sta male in salotto! vuoi mettere un bel cd player nuovo ?Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355 il problema e' che anche se quel Cd nuovo sara' meglio del vecchio sara' comunque limitato da quello che gli sta intorno,e volenti o nolenti,sono cavi!Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 650957
    Il secondo motivo quindi è che  si attribuisce il problema che ci da rogna, non al cablaggio ma bensì piu' spesso all’elettronica anche per questo gioco perverso e perche' si pensa che un cablaggio migliore non basterebbe a risolvere il problema,o si e' portati a pensarlo ...
    il terzo motivo è che non si attribuisce il solito problema che ci da rogna al cablaggio ma erroneamente al fattore ambientale (e spesso si ritiene un eventuale cambiamento non sarebbe in grado di risolvere il "presunto problema ambientale" o sarebbe insostenibile nel caso di convivenza con l’ambiente domestico..mia moglie non mi lascia spostare le casse e cose del genere… Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355  ).
    cose della serie: tanto in questo ambiente schifoso non suonera' mai nulla meglio di cosi' ... Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. 775355
    insomma: i cavi che suonano male tendenzialemente fanno la fortuna di chi vende le elettroniche e i trattamenti acustici .
    e i cavi o meglio i cablaggi, a volte hanno grandi colpe.
    Luca58
    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9403
    Data d'iscrizione : 15.07.09

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da Luca58 Gio Ott 22, 2015 11:07 am

    lizard ha scritto:
    luke..oggi vado ad ascoltare delle rogers 3/5 vintage 15 ohm intonse,come mamma le ha fatte,con tanto di imballi..ancora con le connessioni a banana..sono carissime,ma se mi piaccioni poù delle spendor ti giro le mie..ho già una minierezione..

    Sono piu' che altro curioso di avere il tuo giudizio sul confronto, visto che sono passati anni da quando vendetti le mie Spendor e a distanza di tempo si fa male. Laughing
    iano
    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 13.02.10
    Età : 67
    Località : genova

    Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli. Empty Re: Cavi: istruzioni per l'uso ,il consumo... e anche per testarli.

    Messaggio Da iano Gio Ott 22, 2015 11:20 am

    Quest'ultimo post di Fred è bello arrufato,vivo,palpitante,e tutto da sottolineare.
    L'unico motivo per cui potreste non condividerlo è che per farlo,dovreste affrontare il problema cavi al suo stesso modo,fattivo,autoocstruttivo sunny
    L'affermazione più forte che Fred ha sparso qui e là è quella dell'importanza dei cavi perfino in concorrenza con l'ambiente.
    Il senso di questa affermazione però,come credo di aver capito,e in tal senso condivido,è che l'influenza dei cavi può essere confusa con quella dell'ambiente.
    Quindi non è che i cavi risolvono i problemi ambientali.
    Il punto è che mentre si dà giustamente importanza all'ambiente,poco o nulla se ne dà ai cavi.
    Nella mia esperienza il cavo giusto è giusto indipendentemente dall'ambiente,e quando è giusto può farvi apparire i problemi ambientali per quello che sono.
    Cioè non così catastrofici come a volte potrebbero apparire.
    Curare un ambiente in modo scientifico è cosa buona è giusta,perchè almeno in questo caso il fai da tè,per quanto sempre piacevole,sarebbe meglio evitarlo.
    Il rischio invece è quello di farcire l'ambiente di elementi assorbenti e riflettenti di fortuna e di fantasia per correggere a volte,senza rendersene conto il suono dei cavi.
    Ripeto.Ho coscienza di quanto questa affermazione sia forte.
    Ma non stiamo dicendo che l'ambiente non è importante,ma che lo sono anche i cavi.
    Poi diciamocela tutta,il vero problema ambientale è l'audiofilo stesso,perchè non esistono ambienti sbagliati,ma solo scelte sbagliate di diffusori per quell'ambiente.

      La data/ora di oggi è Ven Mar 01, 2024 7:24 pm