Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Share

    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 184
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  stec74 on Thu Sep 04, 2014 12:13 pm

    PREMESSE
    LA RECENSIONE IN OGGETTO SI RIFERISCE AL MODELLO DI TEST AVUTO IN PROVA AD AGOSTO 2014.
    TALI SPECIFICHE SONO STATE AMPIAMENTE AGGIORNATE IN UN NUOVO MODELLO IN FASE DI PRE-PRODUZIONE E POTETE LEGGERLE IN FONDO A QUESTO STESSO ARTICOLO.
    QUESTO NUOVO AMPLIFICATORE OTL NO-COMPROMISE NASCE SULL'ONDA DELL'ENTUSIASMO DI QUESTA PROVA E PERSONALIZZATO SULLE ESIGENZE DI ALCUNI UTENTI, CON LA COLLABORAZIONE DI LORENZO BETTI E MASSIMILIANO FRABONI DI ESTROARMONICO.

    NE COMINCIAMO A PARLARE DALLE PROSSIME PAGINE E, PIÙ IN DETTAGLIO, DA PAGINA 4 DI QUESTO STESSO THREAD.

    DEL NUOVO MODELLO, INVECE, NE PARLIAMO QUI: http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t27363-ampli-estroarmonico-otl-signature


    Buondì, sono iscritto da pochissimo e questo è il mio primissimo post in questa sezione, con cui volevo raccontarvi un po' le mie ultime esperienze di ascolto in cuffia.
    Recentemente ho deciso di upgradare il mio impianto acquistando un paio di cuffie Sennheiser HD800, notoriamente difficili da pilotare.
    Pertanto, previo consultazione con altri amici e qualche ascolto con amplificazioni varie la scelta finale è ricaduta su di una ditta italiana, la Estro Armonico.
    Discutendo con il progettista dell'impianto in prova, il Sig. Lorenzo Betti, questi si offerto di spedirci il suo prodotto in demo senza alcun impegno per una valutazione... ed eccoci qui!



    POTENZA: 3.5W su 600 ohm / 1.75W su 300 ohm
    GUADAGNO: 15 db
    RAPPORTO S/N: superiore a 90 db
    RISPOSTA IN FREQUENZA: 5-100.000 Hz
    SENSIBILITA IN: 150 mV
    DIMENSIONI ALIM: L 20cm , P 22cm , A 15cm , peso 7kg
    DIMENSIONI AMPLI: L 25 cm , P 17cm , A 15cm , peso 2 kg
    VALVOLE: finali 2x 5998 , pre 2x 6H23 , raddrizzatrice 1x 5Y3
    CONDENSATORI: prolipopilene per l'accoppiamento / elettrolitici switching finali


    I miei generi preferiti spaziano dal Rock al Jazz, Blues, senza disdegnare contaminazioni elettroniche e sperimentazioni.
    Pertanto gli ascolti e le prove sono state effettuate con CD/SACD di Pink Floid (The Wall / Dark Side of the Moon, CD rimasterizzazione del 2011 di James Guthrie), BB King (Live at the Apollo, CD Incisioni Verve), Dire Straits (Brothers in Arms, SACD), Doug Macleod (There's a Time, HDCD) ed alcuni CD Demo con rimasterizzazioni apposite da Master Tape originali.

    Veniamo alla parte elettronica:

    - Lettore Universale Cambridge Audio BD751
    http://www.ultrahighendreview.com/cambridge-audio-azur-751bd-universal-blu-ray-player/

    - Lettore Universale Oppo 105
    http://www.tnt-audio.com/sorgenti/oppo_bdp105.html

    - Amplificatore per Cuffia Estroarmonico OTL, valvolare con alimentazione separata
    https://www.facebook.com/pages/Estro-Armonico/492197340828823?sk=photos
    http://www.estroarmonicoaudio.it/

    - Amplificatore Cambridge Audio Azur 650A
    http://archive.cambridgeaudio.com/product_reviews.php?PID=373

    - Amplificatore portatile Fiio E12 DIY
    http://www.fiio.com.cn/products/index.aspx?ID=100000038732625&MenuID=105026001

    - Cuffia Sennheiser HD800
    http://www.stereo-head.it/2013/07/cuffie-sennheiser-hd800-recensione/

    - Cuffia Sennheiser HD650
    http://www.tnt-audio.com/casse/headphones_test.html

    A completamento del tutto:

    - Cavi di segnale Furutech Monofilare in argento (autocostruiti - singolo monofilo 19AWG 0,9mm schermati con calza in rame e guaina PVC, connettori V&M)
      http://www.furutech.com/2013/01/29/1496/
      http://www.audioselection.it/product.php~idx~~~1924~~V+_+M+CS1032~.html

    - Cavi di segnale Mundorf (autocostruiti - 4 monofili d'argento + 1% oro 24AWG 0,5mm x cavo, intrecciati senza schermatura, connettori V&M)
      http://www.audioselection.it/product.php~idx~~~328~~MUNDORF+SGW+105~.html
      http://www.audioselection.it/product.php~idx~~~1924~~V+_+M+CS1032~.html

    - Cavi di segnale Megaride Audio "Matt"
    - Piedini per elettroniche disaccoppianti in ebano con sfera in zirconio V&M SYMBIO P1-33
    http://www.audioselection.it/product.php~idx~~~1742~~V_M+SYMBIO+P1_33~.html

    Vediamo un po'...
    Chiaramente, lo scopo di tutte queste prove era quello di valutare l'ampli Estro Armonico datoci in prova in abbinamento alle elettroniche già in nostro possesso, ossia i lettori CD e le cuffie.
    Inoltre, come obbiettivo secondario, capire se e come fosse possibile un miglioramento delle condizioni di ascolto tramite componenti accessorie e piccoli accorgimenti.
    Pertanto abbiamo proceduto per gradi, collegando le elettroniche senza piedinature e con i cavi più economici che avevamo per poi salire pian piano step su step alla ricerca della migliore combinazione possibile e, quindi, la migliore qualità audio possibile!

    Tutti gli ascolti sono stati effettuati con gli stessi brani e passaggi, sempre allo stesso volume d'ascolto.
    Per evitare condizionamenti, i test sono stati effettuati alla cieca quindi marche, costi di cavi ed accessori e confronti sulle impressioni d'ascolto ad ogni step sono state effettuate solo dopo un'ascolto accurato da parte di ogni singolo partecipante.
    In questo modo abbiamo potuto verificare con assoluta certezza l'effettivo impatto, positivo o negativo, di ogni singolo incremento.

    STEP 0
    La nostra base di partenza: Lettore CD + Ampli + Cuffie + Cavi Furutech
    Nessuna piedinatura e CD in quantità per capire cosa fosse registrato meglio.
    In questo primo passaggio abbiamo voluto simulare una situazione-tipo di un primo acquisto: prendo le mie elettroniche, le metto sul tavolo, accendo tutto, inserisco un CD qualsiasi, collego le cuffie e ascolto...



    Abbiamo così passato la prima mezz'oretta, ascoltando un po' di tutto e rendendoci immediatamente conto di una cosa molto molto importante.
    Componenti di qualità richiedono registrazioni di qualità!
    Dalle cuffie usciva tutto, ma proprio tutto !!! I riversamenti da Master ben fatti si sentivano divinamente, ma quelli mediocri suonavano da schifo ed erano davvero inascoltabili.
    Non me ne ero mai reso conto prima, con i miei auricolari da centro commerciale, ma quello che prima si sentiva "bene" ora sembrava fosse il peggio dell'MP3 ultracompresso!
    Di contro, quello che era inciso bene era ad una galassia di distanza e sia a me che agli amici che hanno partecipato è sembrato di ascoltare Musica per la prima volta nella vita!

    Il motivo? è presto detto, leggete qua: http://www.hdphonic.com/it/software/loudness-war/

    Aperta parentesi...
    Riassumendo... molti riversamenti, sia su CD che vinile, sono fatti avendo come obbiettivo l'aumento del volume di ascolto della registrazione. Per fare questo si opera una sorta di "normalizzazione" sulla traccia facendo in modo che tutto quel che deve suonare lo faccia sempre allo stesso volume, il più alto possibile. Pertanto, pianissimo e fortissimo vengono livellati appiattendo di conseguenza l'intera gamma dinamica.
    Questa operazione è molto comune ed affligge la maggior parte delle registrazioni, soprattutto Rock, Pop, Metal ed Elettronica.
    Solo negli ultimi anni, probabilmente in seguito alle numerose proteste ed alla diffusioni di impianti audio sempre più "monitor" e di qualità, si sta operando una lenta inversione di tendenza, lasciando spazio a nuove etichette di stampo audiophile e rimasterizzazioni di qualità ripartendo dai Master Tape originali.
    Chiusa parentesi.

    Alla fine abbiamo selezionato i dischi giusti e siamo ripartiti con il primo passo in una situazione di partenza ideale.

    STEP 1: accoppiamento / disaccoppiamento acustico
    Il primo step di incremento d'ascolto lo abbiamo ottenuto disaccoppiando l'alimentazione con dei piedini appositi.
    Disaccoppiare le elettroniche dal piano ha come effetto la riduzione delle vibrazioni spurie che, invece che risalire la catena andando ad impattare sul suono, vengono disperse in aria e/o assorbite dai materiali di appoggio.

    Il suono ne ha giovato in maniera evidentissima, strumenti molto più separati e decisamente meno "impastati", basso più frenato ma sempre potente.
    La differenza è stata così eclatante da essere immediatamente avvertibile all'avvio dell'ascolto.
    Questo è il miglioramento che ha dato i maggiori benefici e sarà il nostro riferimento per le prossime valutazioni di ascolto con un valore di 10 su 10.


    Visto il risultato, procediamo disaccoppiato anche il lettore CD con un secondo set degli stessi piedini.
    L'incremento prestazionale è stato altrettanto evidente ma meno importante, direi 7 su 10 rispetto all'alimentazione.
    La cosa potrebbe sembrare strana, dato che il CD ha parti meccaniche in movimento mentre l'alimentatore no... invece le microvibrazioni fanno più danni di tutto il resto! ... ;)

    Disaccoppiando anche l'ampli vero e proprio non abbiamo riscontrato nessun incremento.
    Naturalmente abbiamo provato tutte le combinazioni possibili.



    Successivamente ci siamo tolti lo sfizio di provare a cambiare anche il materiale d'appoggio per i piedini stessi.
    L'idea ci è venuta pensando ai tavolini per elettroniche, spesso proposti con materiali "esoterici" sbandierando "caratteristiche soniche" di chissà quale pianeta, etc...
    Quindi, perchè non verificare anche questo?

    Sul nostro bel tavolo di legno da soggiorno abbiamo quindi appoggiato delle belle lastre spesse 3cm di pietra ollare, sulle quali appoggiare le elettroniche già piedinate.
    Il risultato è stato però molto negativo, permettendoci di riscontrare solo un evidente peggioramento: suono talmente asciutto e secco da eliminare la totalità del calore d'ascolto rendendo il tutto addirittura fastidioso!

    Tutti i materiali "risuonano" se investiti da un'onda sonora, diventando a loro volta emettitori e, pertanto, fonti di disturbo sonoro.
    Questa distorsione va a sommarsi con tutto il resto alterando il suono che arriva al nostro orecchio "colorandolo" con risultati non sempre piacevoli.
    Nel nostro caso, la gamma bassa veniva completamente appiattita ed asciugata.

    Siamo quindi tornati sui nostri passi capovolgendo completamente la situazione passando dal disaccoppiamento all'accoppiamento, aumentando superficie d'appoggio e massa delle elettroniche eliminando anche i piedini ed appoggiando il pianale di lettore CD (aumentandone la massa con le lastre di pietra poste sopra di esso) ed alimentazione (senza nessun altro accorgimento) direttamente su un asse di mogano spessa 5cm.
    Il tutto è tornato a suonare bene, ma i risultati migliori (eliminazione delle vibrazioni spurie) li abbiamo decisamente ottenuti con i piedini disaccoppianti.
    Parliamo di un costo di circa 50E per singolo kit di 3 piedini per un totale di 100E di spesa più che giustificati dall'incremento prestazionale raggiunto!

    Valgono la spesa? Certamente si, ma non sono economici in senso assoluto.

    NOTA: avevamo anche un altro tipo di piedini, ma con sferetta centrale sostituibile (nel modello in uso era incollata).
    Le sferette in zirconio hanno portato i medesimi vantaggi, ma sostituendole con quelle in ceramica abbiamo riscontrato un netto peggioramento.

    Attualmente stiamo valutando di realizzarli artigianalmente al tornio, in fondo si tratta di due pezzetti di ebano di 1+3 cm con un incavo per la sferetta in zirconio, mentre queste si comprano tranquillamente a parte e costano poco... ;)
    Vedremo se funzioneranno allo stesso modo!

    STEP 2: cavi di segnale
    Raggiunta la situazione ideale nello step precedente, passiamo alla sezione cavi.
    La cavetteria è un componente spesso sottovalutato perchè si tende a pensare che, banalmente, se una corrente o un segnale è in grado di attraversare un conduttore allora va bene così.
    Questo, però, non è proprio esatto. Insomma, se dobbiamo alimentare un aspirapolvere o un tostapane non è che possiamo preoccuparci più di tanto, ma il risultato che qui dobbiamo avere ben in mente di ottenere è che il segnale di arrivo (all'ampli) sia quanto più simile al segnale di partenza (dal CD).
    I cavi che si trovano in mezzo sono fatti di un materiale metallico con una propria resistenza, un proprio valore di trasmissione del segnale elettrico e sono soggetti ad interferenze, esattamente come un'antenna!

    Basti pensare alle piste delle schede madri in rame OFC puro al 100% o alle connessioni interne dei processori realizzate in oro per rendersi conto dell'importanza di un collegamento di qualità!

    In linea di principio tenete a mente questo:

    - A parità di lunghezza e diametro, il miglior conduttore è l'argento;
    - A parità di lunghezza e peso, il miglior conduttore è l'alluminio;
    - A parità di lunghezza e prezzo, il miglior conduttore è il rame;
    - Se state cercando un conduttore di energia elettrica il più sottile possibile, il migliore è l'oro.

    Volendo migliorare il concetto si può aggiungere che la corrente elettrica non passa all'interno del materiale vero e proprio ma sulla sua superficie.
    Pertanto un cavo placcato argento è esattamente equivalente ad un cavo in argento puro per quanto riguarda la trasmissione del segnale (correggetemi se sbaglio).
    Tutt'al più si può discutere della sua sezione e del materiale del core per quanto riguarda eventuali stress meccanici...

    Quindi, tornando a noi, siamo saliti gradualmente con i cavi di segnali Mundorf.
    L'incremento prestazionale è stato analogo a quanto ottenuto dal disaccoppiamento del CD di 7 su 10 : suono molto meno impastato, basso più frenato e presente, migliore separazione degli strumenti.
    Qui parliamo di una spesa di circa 150E a fronte dei 50E dei cavi precedenti. Direi più che giustificata!

    Un ulteriore test lo abbiamo effettuato con i cavi di segnale Megaride, del valore di 1200E ma, personalmente, non ho avvertito nessuna differenza udibile rispetto ai cavi Mundorf.
    Probabilmente, mi hanno fatto notare, con un impianto diverso e migliore e con delle casse anzichè delle cuffie la differenza si sarebbe anche sentita.
    Per il momento, mi tengo i miei cavi da 50E e valuterò la costruzione dei Mundorf... ;)



    ULTERIORI STEP POSSIBILI
    Certamente si possono sostituire i cavi di alimentazione.
    Vale lo stesso concetto dei cavi di segnale, con l'aggiunta che gli impianti elettrici domestici difficilmente sono esenti da inteferenze.
    Basti pensare agli spike che si avvertono quando parte il frigo, tanto per dirne una!
    Tutte queste interferenze parassite passano dalla rete elettrica e vanno ad affliggere tutte le componenti del nostro impianto con effetti sempre negativi, più o meno avvertibili.

    CONCLUSIONI

    L'ampli Estroarmonico in valutazione si è rivelato un oggetto di altissimo artigianato italiano e vale ogni centesimo (e siamo ben oltre il migliaio di eurini)!  applausi
    Le valvole 5998 sviluppano potenza in sovrabbondanza tanto che, portandole quasi al limite, di senny ne potrebbero pilotare addirittura due!
    Il doppio telaio è una soluzione necessaria, a mio avviso, dato i benefici raggiungibili dal solo disaccoppiamento dell'unità di alimentazione.
    Il "cubetto nero", poi, pesa da solo quasi una decina di chili ed integra la valvola raddrizzatrice...
    Per il resto, componenti di altissima qualità e cablaggio interamente in aria in rame/argento.

    Rispetto agli altri ampli utilizzati nel test, la ricostruzione scenica è davvero ampia così come la separazione degli strumenti trasmettendo un suono leggermente più caldo e tantissima "aria", mantenendo inalterate le caratteristiche proprie della cuffia top di gamma di Sennheiser permettendole di esprimersi al meglio: gamma bassa profonda e controllatissima, medi e voci impressionanti e gamma alta addolcita quel che basta per smussare l'asprezza delle HD800.

    In realtà si è comportato splendidamente con entrambe le cuffie in dotazione (ma non avendo mai ascoltato le 650 prima non sono in grado di fare paragoni), stracciando letteralmente anche le uscite dedicate del Cambridge 650A e dell'Oppo 105 (32ohm d'impendeza) !
    Quest'ultimo è quello che si è difeso meglio degli altri, ma a tutti è risultato evidentissimo come un'amplificazione pensata per pilotare un certo tipo di dispositivo faccia la differenza.
    Il piccolo Fiio si difende bene per essere un oggettino portatile da poco più di un centinaio di euro, ma il confronto non regge minimante sotto nessun aspetto, ma va anche rapportato al mercato di riferimento che è quello che cuffie di medio-alto livello NON monitor tra i 150 e i 300ohm d'impendenza.
    Le cuffie in oggetto viaggiano invece tra i 300-600ohm per le HD800 e 600ohm per HD650 e sono notoriamente esigenti in termini di corrente e difficili da pilotare, il che le rende completamente fuori portata da qualunque cosa non sia un amplificatore specifico per cuffie ad alta impendenza, ma noi il tentativo lo abbiamo voluto fare lo stesso per renderci conto della differenza! ;)

    Infine, non credevo di poter avvertire uno sbalzo tale, passando da uno step all'altro. Invece la differenza qualitativa è talmente evidente da indurmi a pensare ad una prossima serie di test con le altre elettroniche che ho in casa!
    Soprattutto, mi ha davvero stupito la differenza incredibile che c'è tra l'alimentatore piedinato e "liscio", davvero impressionante!

    NOTA RIGUARDO IL LIVELLO DEL VOLUME LINE-OUT DELLA SORGENTE:
    Durante le nostre prove, ad un certo punto ci siamo accorti di alcune distorsioni sulle frequenze basse piuttosto invadenti.
    Non ce ne siamo resi subito conto perchè guardavamo altro, ma dopo aver ottimizzato al massimo l'impianto con quello che avevamo rimaneva ancora qualcosa...
    La pulce nell'orecchio ce l'ha messa la prova con il lettore Oppo 105, troppo recente e ben costruito per comportarsi in quel modo...
    Consultandoci con il progettista di Estro Armonico ed andando a studiare gli schemi di costruzione dei due apparecchi abbiamo capito che l'introduzione delle distorsioni era data proprio dall'amplificazione digitale del segnale di uscita del lettore (in pratica, impostata ben oltre gli 0db di fabbrica tipici).
    Di fatto, mentre sul Cambridge DB751 il volume di uscita restava fisso, sull'Oppo era possibile intervenire manualmente e lo abbiamo trovato settato a 100 !
    Abbassandolo ad un valore di 70-75 tutto tornava a suonare meravigliosamente e molto meglio che sul Cambridge!



    Attualmente siamo in contatto con l'Ing. Betti per delle modifiche al progetto.
    L'ampli suona molto bene, certo, ma tutto può essere migliorato! ha un solo ingresso ed una sola uscita ed è stato pensato solo per questo, mentre noi gradiremmo maggiore versatilità.
    Al momento vorremmo aggiungere altri 2 ingressi, un totale di 2 uscite cuffia RCA sbilanciate + 2 bilanciate con controllo volume indipendente per ognuna delle due cuffie collegate.
    Questo perchè nella nostra serie di test passare da una cuffia all'altra ogni volta è stato un tedio ed un bel banco di prova ci piacerebbe averlo proprio per ascolti in simultanea.
    Inoltre l'ampli può essere modificato per fare anche da Pre, il che non sarebbe affatto male!
    Per una sezione Phono MC/MM ci dicono, invece, avere più senso un oggetto separato.

    Beh, grazie a tutti per l'attenzione e spero di non avervi annoiato troppo... Embarassed


    NUOVA VERSIONE IN CORSO DI PROGETTAZIONE (da pg.4) - Aggiornamento del 14 Luglio 2015
    (in grassetto gli utlimissimi aggiornamenti)

    Raffinare l'elenco di componenti che leggete qui sotto non è stato così semplice e c'è voluto un paio di mesetti...
    Un po' perchè noi non siamo dei tecnici esperti della materia e un po' perchè le nostre esigenze devono essere state capite e reinterpretate dai progettisti in variabili e possibilità tecniche che noi avremmo dovuto valutare e scegliere. Non ultimo, il costo finale doveva mantenersi accessibile.
    In pratica un lungo rimpallo di specifiche, domande, consigli, spiegazioni tecniche, etc, culminate in una splendida giornata di ascolti in Casa Estroarmonico con un bel bicchiere di limoncello fatto in casa da sorseggiare (pg.4) e tanta tanta buona musica!  sunny

    L'unica cosa certa che sapevamo era che lo strumento testato suonava splendidamente, ma che poteva essere ulteriormente migliorato per sposarsi alla perfezione con le nostre cuffie, le Sennheiser HD-800.
    Notoriamente splendide quanto difficili da pilotare.
    Come l'ampli che avevamo provato nasceva anni prima per sposarsi con le HD-600/650, noi ne volevamo uno che esaltasse le caratteristiche delle nostre HD-800.
    Si poteva certamente desiderare maggiore estensione nelle frequenze basse, più punch, così come una maggiore versatilità.
    Inoltre un solo ingresso con una sola uscita e la possibilità di usarlo unicamente con le cuffie ci sembrava davvero troppo basic, così abbiamo iniziato a ragionare insieme al progettista Lorenzo Betti sui possibili miglioramenti da apportare...

    Alcune delle idee che avevamo in mente, ad esempio, non erano applicabili.
    Una su tutte? Le connessioni bilanciate! Per averle occorreva un progetto completamente diverso per un Ampli a trasformatori e, tutto sommato, perchè farlo quando si ha per le mani un OTL di tutto rispetto? L'alternativa era metterle comunque "finte" ponticellando banalmente i cavetti all'interno dello strumento. Anche qui... perchè?
    Queste scelte progettuali le lasciamo alle grandi case, noi andiamo avanti per la nostra strada!  Rolling Eyes

    La doppia uscita cuffia, invece, è stata un'ottima idea per fare test di ascolto in simultanea, così come la stadio PRE e moltiplicare ingressi e uscite!
    Questo genere di versatilità, a nostro avviso, era indispensabile per giustificare l'esborso, inoltre non richiedeva una stravolgimento progettuale.

    Ci siamo anche domandati se potesse essere migliorato il cablaggio, passando dal Rame/Argento 60/40 al puro argento del cavo di segnale Mundorf.
    A domanda legittima, legittima risposta: il cavo utilizzato attualmente risponde agli alti standard dell'industria aerospaziale per cui viene utilizzato e dona al suono la caratterizzazione cercata dal progettista, un altro cavo darebbe risultati DIVERSI. OK, ci siamo convinti!

    Un'altra cosa che sembrava una buona idea era lo strumentino da pannello per misurare Amperaggi, Voltaggi, assorbimenti, etc...
    Dico "sembrava" perchè nei punti in cui può essere inserito la lancetta va a spostarsi su valori fissi. Bello, eh, ma totalmente inutile!
    L'unico valido poteva essere la misura dei decibel, ma quando la cuffia gracchia me ne accorgo anche da solo senza bisogno di leggere uno strumento.

    Quindi leviamo inutili fronzoli sul percorso del segnale e puntiamo su pochi componenti, ma di qualità!
    E senza prendere un bazooka per sparare alla allodole direi che, sulla carta, abbiamo centrato il bersaglio... vedremo poi alla prova d'ascolto, ma ad occhio le premesse ci sono tutte!  sunny
    Alla fine ci siamo fermati un minuto e ci siamo posti un'unica domanda: dopo aver collegato tutto quello che ci serve, cosa deve fare per noi un buon Ampli cuffia?
    La risposta è semplice e per scoprirla basta un semplice gesto... metti le cuffie e chiudi gli occhi!

    E con questo pensiero in mente, infine, ecco le spefiche finali che abbiamo messo a punto:

    AGGIUNTE AL PROGETTO INIZIALE
    N.4 Ingressi RCA GERMANY YARBO in Rodio / custom in Argento su richiesta
    N.2 Uscite RCA GERMANY YARBO in Rodio / custom in Argento su richiesta
    N.1 Commutatore ingressi FEME con contatti in oro
    N.2 Uscite Cuffia con contatti in argento (Neutrik NJ3FP6C-BAG)
    - Circuitazione PRE-AMPLI, con commutatore e led frontale
    - Connettore di Alimentazione in standard Powercon 20A (con cavo fornito in dotazione) / IEC su richiesta

    MIGLIORIE RISPETTO ALLE COMPONENTI PREESISTENTI
    N.1 Potenziometro ALPS RK40 Black Beauty logaritmico
    N.2 Condensatori di Uscita Mundorf Supreme Silver/Oil o Jensen con Armature in Rame - 1uF
    N.1 Valvola rettificatrice 5U4 (General Electric / Sylvania / Svetlana - sostituibile con 5U4gb / 5Y3 - nell'oggetto in prova la rettificatrice era quest'ultima)
    N.1 Manopola Volume in Acciaio Inox, analoga del Nordlys
    - Nuova sezione di alimentazione progettata appositamente da 350VA, con lamierini a grani orientati in ferro-silicio al 4% e avvolgimenti fatti a mano
    - Resistenze kiwame/allen bradley
    - Resistenze catodiche blindate a norme militari DALE (25W/1% di tolleranza)

    COSTANTI
    - Cablaggio in aria con filo Rame/Argento 60/40 rivestito Teflon
    - 2x Valvole pre 6H23 (sostituibili con ECC88)
    - 2x Valvole finali 5998
    - Condensatori finali elettrolitici switching

    MIGLIORAMENTI AI TELAI
    - Telaio AMPLI in acciaio Inox amagnetico AISI 316 di spessore 20/10 con placca superiore con logo, 3 piedini removibili e fianchetti in legno ulivo/legno venato
    - Telaio ALIMENTAZIONE Nordlys in alluminio alto spessore con placca in acciaio Inox, interruttore principale e led
    - Dimensioni Telaio Ampli: 32 L x 30 P x 5.5 A (compresi fianchetti, manopole frontali, connettori posteriori e piedini)
    - Dimensioni Telaio Alimentazione: 22 L x 30 P x 13 A

    NOTA 1: Questo Ampli OTL è stato progettato per rendere al meglio con Sennheiser HD-800, pertanto prove e messa a punto verranno svolte con tale cuffia.
    Questo non esclude magnifici abbinamenti anche con altre cuffie, tuttavia le HD-800 sono notoriamente ostiche da pilotare al meglio e lo scopo di questo nuovo progetto è proprio quello di creare un amplificatore in grado di restituire grandi emozioni soprattutto in abbinamento all'attuale modello di punta di casa Sennheiser.

    NOTA 2: Il progetto ha subito un ulteriore affinamento, pertanto ora viene reso disponibile anche con condensatori Jensen con armature in rame.


    Last edited by stec74 on Wed Sep 09, 2015 9:32 pm; edited 33 times in total


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9831
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  Amuro_Rey on Thu Sep 04, 2014 1:29 pm

    Bella review ! applausi
    Solo due cose, è possibile avere qualche dato tecnico in più su questo amplificatore che io personalmente non conoscevo (come non conoscevo neppure il costruttore Italiano) ?
    La manopola del volume è, a mio avviso, orribile Neutral Embarassed


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    mc 73
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6674
    Data d'iscrizione : 2012-12-10
    Località : friuli udine e dintorni

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  mc 73 on Thu Sep 04, 2014 2:35 pm

    Amuro_Rey wrote:Bella review ! applausi
    Solo due cose, è possibile avere qualche dato tecnico in più su questo amplificatore che io personalmente non conoscevo (come non conoscevo neppure il costruttore Italiano) ?
    La manopola del volume è, a mio avviso, orribile Neutral Embarassed

    la manopola del volume è oscena! santa ...5 euro in più potevano investirli Neutral


    _________________
    sorgente:Cyrus CD xt signature+ Primare DAC30(by aurion audio )
    amplificatori: MegaHertz Otl a due valvole finali/Marrano custom
    cuffie: Sennheiser hd 800 AIR/ hd 565 ovation/Fostex th-900mk2 AIR/Hifiman he400i
    saluti sunny Michele

    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 184
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  stec74 on Thu Sep 04, 2014 5:22 pm

    mc 73 wrote:

     la manopola del volume è oscena! santa ...5 euro in più potevano investirli Neutral


    Tranquillo per la manopola del volume, è solo quella dell'esemplare di test che fanno girare a chi chiede di portelo provare.
    L'esemplare definitivo dovrebbe presentarsi in ben altro modo e con ben altra cura costruttiva (qualcuno ha detto Alps ? visti gli altri prodotti... )
    ... non che questo non sia all'altezza, ma di certo anche i dettagli contano!
    Inoltre parrebbe essere interamente personalizzabile... mica poco !!!


    Last edited by stec74 on Thu Sep 04, 2014 5:27 pm; edited 1 time in total


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )

    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 184
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  stec74 on Thu Sep 04, 2014 5:25 pm

    Amuro_Rey wrote:Bella review ! applausi
    Solo due cose, è possibile avere qualche dato tecnico in più su questo amplificatore che io personalmente non conoscevo (come non conoscevo neppure il costruttore Italiano) ?
    La manopola del volume è, a mio avviso, orribile Neutral Embarassed

    Per i dati tecnici poso chiedere senza problemi, ma dovresti dirmi cosa ti interessa sapere esattamente.
    Ad ogni modo è proprio qui che ne avevo letto per la prima volta:

    www.ilgazeboaudiofilo.com/t18658-ampli-otl-per-senneheiser-hd800


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9831
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  Amuro_Rey on Thu Sep 04, 2014 8:44 pm

    Per esempio la potenza in W erogata
    Scusa non ho capito è l'esemplare che fanno girare per test ?
    Cioè uno può chiedergli di averlo per provarlo ?

    Embarassed


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    axellone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1995
    Data d'iscrizione : 2010-04-24
    Età : 54
    Località : Roma

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  axellone on Thu Sep 04, 2014 10:50 pm

    applausi
    Sarebbe molto interessante poterlo provare...


    _________________
    Saluti, Enrico  

    Lo Zio
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 369
    Data d'iscrizione : 2010-04-29

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  Lo Zio on Fri Sep 05, 2014 12:19 am

    Ciao,

    grazie per la tua dissertazione così entusiasta.

    Se non ti offendi, in spirito di sincerità e letizia, la HD 800 non abbisogna affatto di molta corrente (proprio perché sono ad alta impedenza), né di grandi potenze, data la loro medioalta sensibilità (nei casi più impegnativi, parliamo di poche decine di milliwatt).
    Da un punto di vista elettrico è anzi una cuffia facile da amplificare. Il problema è musicale, nel senso che richiede una grande raffinatezza nel pilotaggio e in questo senso altri amplificatori, concepiti per "scuotere" le cuffie antecedenti la HD 800, possono non risultare soddisfacenti.

    Quello che è interessante, dato che lo stadio di amplificazione in tensione e corrente parrebbe immutato, è capire cosa sia cambiato nell' alimentazione rispetto al modello a telaio unico.

    KappaeNne
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 96
    Data d'iscrizione : 2014-02-03

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  KappaeNne on Fri Sep 05, 2014 10:46 am

    Però fatemi dire una cosa.
    Posso anche essere d'accordo con voi che il disaccoppiamento delle elettroniche sia di giovamento sul suono quando serve ad evitare che esse vibrino per via delle onde sonore dei diffusori. Ma qua stiamo parlando di cuffie, quindi non vibra nulla. Quindi disaccoppiare non serve oggettivamente a niente.

    Per il resto veramente una bella recensione/disamina, molto accurata e anche molto ben scritta. Leggerla è stato un piacere.

    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 184
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  stec74 on Fri Sep 05, 2014 5:27 pm

    Lo Zio wrote:Ciao,

    grazie per la tua dissertazione così entusiasta.

    Se non ti offendi, in spirito di sincerità e letizia, la  HD 800 non abbisogna affatto di molta corrente (proprio perché sono ad alta impedenza), né di grandi potenze, data la loro medioalta sensibilità (nei casi più impegnativi, parliamo di poche decine di milliwatt).
    Da un punto di vista elettrico è anzi una cuffia facile da amplificare. Il problema è musicale, nel senso che richiede una grande raffinatezza nel pilotaggio e in questo senso altri amplificatori, concepiti per "scuotere"  le cuffie antecedenti la HD 800, possono non risultare soddisfacenti.

    Quello che è interessante, dato che lo stadio di amplificazione in tensione e corrente parrebbe immutato, è capire cosa sia cambiato nell' alimentazione rispetto al modello a telaio unico.

    Buondì Zio, penso che sia vero quanto dici e il problema è certamente musicale e lungi da me l'idea di offendermi per una correzione tecnica, anzi!!! Embarassed
    Adesso non so quanto assorbano realmente, ma sul sito mi parve di leggere 500mA... benchè concordo che non sia la corrente in sè il problema di pilotaggio delle HD800.
    Dalla versione monotelaio originale a quella a due telai cambiano, in effetti, gli alimentatori utilizzati, molto più raffinati e costosi (adesso montati anche sul monotelaio).
    Può darsi che siano disponibili come aggiornamento per i possessori delle vecchie versioni.


    Last edited by stec74 on Fri Sep 05, 2014 5:35 pm; edited 1 time in total


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )

    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 184
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  stec74 on Fri Sep 05, 2014 5:33 pm

    KappaeNne wrote:Però fatemi dire una cosa.
    Posso anche essere d'accordo con voi che il disaccoppiamento delle elettroniche sia di giovamento sul suono quando serve ad evitare che esse vibrino per via delle onde sonore dei diffusori. Ma qua stiamo parlando di cuffie, quindi non vibra nulla. Quindi disaccoppiare non serve oggettivamente a niente.

    Per il resto veramente una bella recensione/disamina, molto accurata e anche molto ben scritta. Leggerla è stato un piacere.

    Non esatto KappaeNne... le microvibrazioni spurie si trasmettono comunque a tutta la catena e vanno ad influire sul risultato finale a prescindere.
    Adesso non ti saprei dire se risalgono il cavo delle cuffie, se è questo che intendi, ma si abbattono di certo su tutte le componenti elettroniche e meccaniche dell'impianto sommandosi con quello che alla fine arriva al tuo orecchio.

    Teoria a parte, la differenza nella prova sul campo è stata talmente evidente da convincerci tutti dell'effettivo beneficio del disaccoppiamento con i piedini.

    A proposito, grazie per i complimenti! sunny
    Sto cercando di avere altri dettagli tecnici da aggiungere, appena ho tutto aggiorno la rece e vi informo!


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )

    Blumine
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 145
    Data d'iscrizione : 2010-05-13
    Località : Karalis

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  Blumine on Fri Sep 05, 2014 5:38 pm

    stec74 wrote:

    ...
    Le cuffie in oggetto viaggiano invece tra i 300-600ohm per le HD800 e 600ohm per HD650 e sono notoriamente esigenti in termini di corrente e difficili da pilotare, il che le rende completamente fuori portata da qualunque cosa non sia un amplificatore specifico per cuffie ad alta impendenza, ma noi il tentativo lo abbiamo voluto fare lo stesso per renderci conto della differenza! ;)
    ........
    Ciao
    e complimenti per la lunga relzione.

    Cosa significa che viaggiano "tra i 300-600ohm"?
    la HD 650 hanno un impedenza di 300 ohm come le HD800

    alessandro1
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 817
    Data d'iscrizione : 2012-10-09

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  alessandro1 on Fri Sep 05, 2014 6:24 pm

    Blumine wrote:
    Ciao
    e complimenti per la lunga relzione.

    Cosa significa che viaggiano "tra i 300-600ohm"?
    la HD 650 hanno un impedenza di 300 ohm  come le HD800


    calibro
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 901
    Data d'iscrizione : 2012-05-13

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  calibro on Sat Sep 06, 2014 10:38 pm

    stec74 wrote:

    Non esatto KappaeNne... le microvibrazioni spurie si trasmettono comunque a tutta la catena e vanno ad influire sul risultato finale a prescindere.
    Adesso non ti saprei dire se risalgono il cavo delle cuffie, se è questo che intendi, ma si abbattono di certo su tutte le componenti elettroniche e meccaniche dell'impianto sommandosi con quello che alla fine arriva al tuo orecchio.

    Teoria a parte, la differenza nella prova sul campo è stata talmente evidente da convincerci tutti dell'effettivo beneficio del disaccoppiamento con i piedini.

    A proposito, grazie per i complimenti! sunny
    Sto cercando di avere altri dettagli tecnici da aggiungere, appena ho tutto aggiorno la rece e vi informo!

    I trasformatori vibrano (l'interazione fra correnti e campi magnetici causa forze). Quindi disaccoppiare l'alimentatore dal resto delle elettroniche ha un senso, pur in presenza di un impianto cuffie.


    _________________

    Salotto:
    Oppo Aurion Audio BD-83 SE + SKYHD optical out > LG Plasma 50" HD
    > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131
    > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III

    Studio:
    MacBook Air + Youtube > Dayton DTA-1 > Acoustical Nota Amadeus

    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 184
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  stec74 on Tue Sep 09, 2014 6:48 pm

    Ragazzi, a breve mi arriveranno tutte le informazioni tecniche con cui aggiornare la recensione ed alcune proposte di varianti rispetto alla configurazione standard molto ma molto interessanti!

    Stay tuned...


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )

    Mr.Alexis
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 756
    Data d'iscrizione : 2012-11-28
    Località : Modena

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  Mr.Alexis on Tue Sep 09, 2014 10:56 pm

    Chiedo scusa,forse mi è sfuggito il prezzo.....


    _________________
    "Ognuno è vittima ed assassino....Francesco de Gregori" Alex

    Blumine
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 145
    Data d'iscrizione : 2010-05-13
    Località : Karalis

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  Blumine on Wed Sep 10, 2014 12:52 am

    alessandro1 wrote:

    Leggo solo ora il tuo post.

    Perfetto,
    ora ho capito

    Antonio

    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 184
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  stec74 on Wed Sep 10, 2014 2:48 pm

    Mr.Alexis wrote:Chiedo scusa,forse mi è sfuggito il prezzo.....

    Guarda, non ti è sfuggito... semplicemente l'ho omesso!
    Ad ogni modo, il modello in prova, così com'è, costerebbe 1300 rispetto ad un listino di 1500 ed è stato creato apposta in due telai su richiesta per gli uffici redazione del Washington Post !
    Non l'avevo scritto perchè sto aspettando le proposte di personalizzazioni che abiamo richiesto (ci stiamo infilando dentro anche un pre, uscite/ingressi bilanciati reali, il supporto per due cuffie con controlli volume indipendenti, amperometri per visualizzare la potenza erogata, etc...).
    Inoltre prendendolo già in tre (il mio gruppo di cuffiofili bolognesi) il prezzo cala un tot rispetto a quello che sarebbe prendendone uno solo...
    Aggiungici che, se vuoi, basta chiedere e te lo mandano a casa così te lo ascolti prima...


    Last edited by stec74 on Mon Sep 15, 2014 4:13 pm; edited 1 time in total


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )

    Mr.Alexis
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 756
    Data d'iscrizione : 2012-11-28
    Località : Modena

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  Mr.Alexis on Wed Sep 10, 2014 9:38 pm

    Ho capito....il fatto che lo mandino a casa per una prova è cosa utilissima anzi non si può chiedere di più per cui tanto di cappello applausi

    Thanks sunny


    _________________
    "Ognuno è vittima ed assassino....Francesco de Gregori" Alex

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 11994
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  carloc on Wed Sep 10, 2014 10:43 pm

    Lorenzo Betti è una brava persona, ha scritto qualche volta anche qui da noi.

    Un costruttore che si espone inviando i suoi prodotti in demo prima di un eventuale acquisto non può non essere apprezzato.

    Carlo


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9831
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  Amuro_Rey on Thu Sep 11, 2014 11:21 am

    carloc wrote:Lorenzo Betti è una brava persona, ha scritto qualche volta anche qui da noi.

    Un costruttore che si espone inviando i suoi prodotti in demo prima di un eventuale acquisto non può non essere apprezzato.

    Carlo



    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 184
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  stec74 on Thu Sep 11, 2014 11:26 am

    carloc wrote:Lorenzo Betti è una brava persona, ha scritto qualche volta anche qui da noi.

    Un costruttore che si espone inviando i suoi prodotti in demo prima di un eventuale acquisto non può non essere apprezzato.

    Carlo

    Guarda... io, difatti, ne lessi qui la prima volta in un paio di discussioni e questo mi convinse a contattarli.
    Parlai proprio con l'Ing. Betti il quale mi disse che non era necessario andare li da loro a provare l'oggetto ma che me lo avrebbero inviato senza alcun impegno per tutto il tempo necessario. In seguito ho continuato ad avere contatti con lui, discutendo tra dettagli tecnici e filosofie costruttive a meno che di aneddoti vari rimanendo davvero colpito, sia dal lato professionale che umano.
    Alla fine non è sempre vero che andare all'estero a cercare soluzioni è la via migliore, come dimostrano tante piccole realtà locali, magari poco conosciute, ma certamente all'altezza di competere con i grandi giganti oltr'alpe! Mi vengono in mente estroarmonico come megahertz, ad esempio. Ma so che ci sono altre splendide realtà anche a Napoli come in altre città!

    Sarebbe molto interessante, ad esempio, farsi un giro per tutte queste aziende e vedere come lavorano, magari provare qualche loro prodotto o fare dei confronti diretti e marlarne anche qui... magari un giorno si ci potrebbe pensare! sunny


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 11994
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  carloc on Thu Sep 11, 2014 2:14 pm

    Penso che Lamberti e Betti non potrebbero non essere che d'accordo a mettere a disposizione dei loro prodotti per organizzare una seduta d'ascolto.

    Potremmo trovare qualche rivenditore in zona milano x il nord e qualcuno tra roma e napoli x il centro sud che possano offrire un appoggio logistico x queste prove.

    Carlo


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 184
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  stec74 on Mon Sep 15, 2014 4:26 pm

    carloc wrote:Penso che Lamberti e Betti non potrebbero non essere che d'accordo a mettere a disposizione dei loro prodotti per organizzare una seduta d'ascolto.

    Potremmo trovare qualche rivenditore in zona milano x il nord e qualcuno tra roma e napoli x il centro sud che possano offrire un appoggio logistico x queste prove.

    Carlo

    Bisognerebbe chiederglielo!
    Se tutto va bene e non ci sono intoppi, il mese prossimo faccio un salto a conoscerli di persona e glielo accenno... ;)

    Nel frattempo abbiamo chiacchierato un pochino su eventuali upgrade tecnici ed estetici ed ecco cosa ne è saltato fuori...
    Rispetto alla configurazione provata, quello che sarà il nostro oggetto del desiderio finale sarà :

    - Ampli cuffia + Pre
    - 3 ingressi RCA + 2 uscite RCA
    - Supporto per 2 cuffie classe HD800 contemporanee con controllo volume indipendente e potenziometri ALPS
    - Nuovo mobile in acciaio Inox lucido con fiachetti in legno (stile Integrato 807)
    - Alimentazione separata, condensatori mundorf/jensen, resistenze kiwame/allen-bradley, connettori neutrik o superiori, cablaggio interamente in aria argento/rame
    - 2 Amperometri analogici anni '50 originali, 1 per ogni cuffia

    Toccherà rinunciare al bilanciato perchè non ha senso su di un OTL e il progetto dovrebbe essere a trasformatori.
    Così com'è stato concepito l'ampli, insoltre, a livello sonico non ha nemmeno senso aggiungere dei connettori XLR prendendoli dalle RCA.
    Comunque, detto tra noi, è un oggettino talmente ben suonante già così... e poi non ho nulla di bilanciato nella catena, al momento, quindi... :)

    Il discorso condensatori, invece, è molto importante perchè sono quelli che poi andranno ad influire massicciamente sul suono.
    Quelli sull'unità di prova erano in prolipopilene, mentre quelli proposti sono in carta/olio.
    Sonicamente mi è stato detto che, mentre la caratteristica dei Jensen è di essere più "rotondi" e morbidi, i mundorf suonano molto più dettagliati.
    A prescindere dalla scelta, comunque, entrambi sono da considerarsi uno step qualitativamente superiore rispetto a quelli che abbiamo ascoltato.

    Ho chiesto anche per le valvole, se ci sono opzioni o altro, e la risposta è che l'ampli è stato concepito per dare il massimo in questa configurazione. Inoltre le 5998 sono in pratica 2 valvole 2A3, quindi non si possono cambiare con delle 300B, ad esempio.
    Detto questo, mi ha spiegato che la vita delle valvole dipende anche dal loro utilizzo e su di un ampli cuffie come questo hanno clienti che le usano rigorosamente tutte le sere da anni senza mai aver avuto bisogno di cambiarle... inoltre sono tranquillamente reperibili...

    Questo è quanto...
    Avete qualche buon consiglio per un profano come me?
    Qualcosa che posso chiedere a cui non ho pensato?
    Cosa ne pensate di connettori e condensatori?
    Qualche ulteriore miglioria?


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )

    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 184
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Estro Armonico OTL + Sennheiser HD800

    Post  stec74 on Wed Sep 17, 2014 5:04 pm

    OK, primo aggiornamento:

    - Ampli cuffia + Pre
    - 3 ingressi RCA + 2 uscite RCA
    - Supporto per 2 cuffie classe HD800 contemporanee con controllo volume unico per entrambe e potenziometro ALPS
    - Nuovo mobile in acciaio Inox lucido con fiachetti in legno (stile Integrato 807)
    - Alimentazione separata, condensatori Mundorf/jensen carta e olio, resistenze kiwame/allen-bradley, connettori neutrik o superiori, cablaggio interamente in aria argento/rame
    - Amperometro analogico anni '50 originali

    Ecco cos'è cambiato: per ovvi motivi progettuali il potenziometro per il volume sarà unico, di conseguenza anche l'amperometro.
    Per la componentistica mi sto orientando cu condensatori Mundorf Supreme Silver Gold Oil, di cui ho letto meraviglie... purtroppo i Jensen non li conosco affatto e non ho trovato nulla in rete...

    Diciamo che la mia esigenza è quella di ammorbidire un attimino le asprezze della HD800 che in alto è a dir poco tagliente, naturalmente senza compromettere microdettaglio e quant'altro. Quello che vorrei evitare è un suono "scuro" o troppo colorato, non saprei come spiegarmi meglio.
    Se qualcuno di voi conoscesse queste componenti e avesse la pazienza di delucidarmi... Embarassed

    Per i connettori mi stavo orientando su CMC USA, costano il giusto (stanno sui 7.50E) e sono pur sempre rame/oro 24K doppia passata.
    Per la vaschetta IEC ho pensato ad una Furutech da 17E, anche lei placcata oro 24K, mentre i connettori per le cuffie ho trovato solo dei Neutrik con contatti in argento, che comunque mi paiono buoni.

    Con questo direi che siamo alle battute finali!
    Qualche consiglio?


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )

      Current date/time is Mon Dec 05, 2016 5:39 pm