Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
I cd vecchi son meglio dei nuovi - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Share

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Cricetone on Fri Mar 19, 2010 6:58 pm

    oggi volente o no si devono pompare le registrazioni,o il cellulare ed i suoi auricolari non ce la fanno... d'altronde sono i giovani che reggono il mercato,ed i giovani usano il cellulare... Oramai perfino il radiolone portatile sembra quasi hiend,tanto siamo abituati male... Razz Secondo voi perchè quando si compra uno stereo comune,subito dopo la potenza,l'altra cosa che si chiede è se le casse sono in legno e quante equalizzazioni ci sono?Forse perchè siamo abituati alla piattezza totale,dovuta sia alla schifezza con cui ascoltiamo,che alla piattezza dinamica delle registrazioni,ed agli mp3 a 64kbit che si scaricano da emule? Razz

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6375
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  lizard on Fri Mar 19, 2010 8:26 pm

    Elcaset wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Oltretutto nelle ultime remasterizzazioni è scomparsa la mania di togliere a tutti i costi ogni rumore di fondo del master originale analogico, con estremo vantaggio per l'integrità timbrica del programma musicale.

    Che siano stramaledetti quelli che tolgono il fruscio delle vecchie incisioni analogiche , nel fruscio c'è musica!

    “Si stia pure fermi e muti come sassi, la nostra stessa passività sarà
    un’azione”


    Jean Paul Sartre


    _________________
    " A battere le mani, conosciamo il suono delle due mani insieme...ma qual è il suono di una sola mano? "

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  matley on Fri Mar 19, 2010 10:44 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Lizard qui non stiamo facendo un confronto tra lp e CD. Stiamo parlando del fatto che i CD vecchi possano suonare meglio dei nuovi. Nella musica classica è praticamente impossibile.

    Comunque la Deutsche Grammophon nei primi 10 anni dell'epoca CD faceva dei master digitali (stampati anche su vinile) di qualità piuttosto bruttoccia.

    per Matley: ci vogliono gli impianti buoni per sentire bene anche i dischi migliori


    migliori... affraid affraid affraid affraid


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8295
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Luca58 on Sat Mar 20, 2010 12:25 am

    Pazzoperilpianoforte wrote:Ragazzi mi sembra molto triste, ma mi par di capire che il livello medio delle rimasterizzazioni di musica pop-rock sia mediocre.

    Io in effetti amando il classico mi sento fortunato a sentire i vostri discorsi...

    Io pero' ho il cofanetto in CD del Don Giovanni che e'/dovrebbe essere la colonna sonora del film di Losey ed e' straordinario, sembra un lp Decca "di quelli boni per davvero" Laughing Laughing Laughing Presenza delle voci nei recitativi entusiasmante!
    Lo trovai come ultimo esemplare su Amazon.de ed e' un CBS Masterworks, quando ancora non era confluita in Sony.

    Come dicevo prima, "dipende da caso a caso"; le rimasterizzazioni di musica moderna a volte riescono, a volte no perche', secondo me, sono pensate per l'ascolto al computer o in auto.
    Che poi il DDD sia superiore all'ADD anche questo dipende; e' piu nitido, ma anche, spesso, meno naturale.

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sat Mar 20, 2010 9:35 am

    Io credo che il discorso DDD o ADD sia complesso.

    Le registrazioni analogiche storiche sono nate per il vinile. E' difficile che su altro supporto possano dare il massimo.

    Oggi è normale, credo, pensare a registrazioni DDD, l'ADD sarebbe una semplice complicazione. Certo complicazione che qualcuno affronta per perseguire un certo sound, oppure perché ha piacere che la versione in vinile del disco abbia master analogico.

    Ma ADD o DDD, oggi tecnicamente le possibilità di fare ottime registrazioni ci sono. Negli anni '80 ce n'erano molto meno.

    Il cofanetto del Don Giovanni di Losey (la direzione è di Maazel, se ricordo bene) è, né più né meno, al livello della media qualità dei dischi di classica (ed infatti è una semplice registrazione tradizionale su cui è stato impiantato - in playback - il film). Ecco perché vi dico che in questo ambito le registrazioni sono mediamente molto superiori a quelle di pop-rock.

    Certo, anche perché è difficile che uno a passeggio in MP3 si porti il Don Giovanni, magari... ma io credo soprattutto perché i tecnici audio di classica hanno spesso anche una formazione musicale, non solo tecnica...

    P.S.: non vorrei sbagliarmi, ma sto cominciando a temere che nel nostro ambiente veramente alcuni status-quo di giudizio non possano essere toccati senza incorrere in faide, anche se magari di tono scherzoso. Spero di sbagliarmi, ma se così non fosse me ne rammarico fortemente. D'altra parte, non sarebbe il primo caso.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8295
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Luca58 on Sat Mar 20, 2010 10:58 am

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    Il cofanetto del Don Giovanni di Losey (la direzione è di Maazel, se ricordo bene) è, né più né meno, al livello della media qualità dei dischi di classica (ed infatti è una semplice registrazione tradizionale su cui è stato impiantato - in playback - il film).

    Non e' cosi'.

    Quello che veniva venduto separatamente dal video come colonna sonora in LP (che avevo) e in CD (che ho) in realta' e' una seduta di registrazione con gli stessi protagonisti ma diversa dalla vera colonna sonora uscita col film (per me superiore come interpretazione).

    E' assolutamente superiore a tutte le altre incisioni di opera che ho perche' si avvicina davvero molto all'analogico di qualita'; io non credo che tu l'abbia mai ascoltato perche' l'ha comprata (in pochi) solo chi ha apprezzato quel Don Giovanni (per me di gran lunga il migliore - ne ho avuti parecchi in LP) e tu dichiarasti un po' di tempo fa che non ti aveva entusiasmato.

    Mi ricorda molto la qualita' dell'incisione del primo Flauto Magico diretto da Solti (Deutekom) che trovai in Giappone in un cofanetto di LP Decca edizione giapponese.

    Per assurdo, l'attuale versione in CD di questo Don Giovanni mi sembra meglio di quello che mi ricordo della versione in LP, sempre della CBS Masterworks => che produceva LP discreti ma non cosi' entusiasmanti.

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sat Mar 20, 2010 11:17 am

    Io ho ascoltato la versione "film" solo in televisione.

    Su un buon impianto ho ascoltato solo la versione in CD. Ci sta che non mi sia reso conto di differenze tra le due, perché le ascoltai in contesti diversi ed in momenti diversi. NOn saprei dire si tratti quindi di due registrazioni diverse o meno, quindi non mi pronuncio.

    Comunque quando esprimo un parere su di una interpretazione è perché l'ho ascoltata bene, da cima a fondo, e così feci con quel CD.

    Non dico suonasse male, affatto. La CBS ha realizzato varie registrazioni ottime. Solo che alle mie orecchie non è sembrato così superiore alla media come è parso a te. Probabilmente tu ci riconosci un suono che ti piace (diciamo così "vinilico", c'è verso che tu possa trovare un suono simile in molte delle remasterizzazioni EMI Abbey Road Studios), mentre per me questo è relativo nella valutazione del suono di un disco .

    A dimostrazione, come sempre, che c'è un ampio margine di soggettività nella valutazione di chiunque.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8295
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Luca58 on Sat Mar 20, 2010 2:08 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Io ho ascoltato la versione "film" solo in televisione.

    Su un buon impianto ho ascoltato solo la versione in CD. Ci sta che non mi sia reso conto di differenze tra le due, perché le ascoltai in contesti diversi ed in momenti diversi. NOn saprei dire si tratti quindi di due registrazioni diverse o meno, quindi non mi pronuncio.

    Comunque quando esprimo un parere su di una interpretazione è perché l'ho ascoltata bene, da cima a fondo, e così feci con quel CD.

    Non dico suonasse male, affatto. La CBS ha realizzato varie registrazioni ottime. Solo che alle mie orecchie non è sembrato così superiore alla media come è parso a te. Probabilmente tu ci riconosci un suono che ti piace (diciamo così "vinilico", c'è verso che tu possa trovare un suono simile in molte delle remasterizzazioni EMI Abbey Road Studios), mentre per me questo è relativo nella valutazione del suono di un disco .

    A dimostrazione, come sempre, che c'è un ampio margine di soggettività nella valutazione di chiunque.

    Se era in CD allora e' quella; dalla versione col film si discosta abbastanza perche' sono due incisioni diverse (io preferisco la colonna sonora che ho "fuso" in VHS, ma anche l'altra piu' la sento...). Devo dire che la prima volta che l'ho ascoltata anch'io non mi ero accorto della qualita' della registrazione. Recentemente ho riprovato e sono rimasto "folgorato"; ho anche fatto venire mia moglie che mi ha detto "accidenti! ". Sembrava che nella stanza ci fossero i fantasmi.

    Era cambiato il lettore (dal Panasonic DVD al Crescendo ), la disposizione delle LS3/5a nella stanza (prima con un toe-in un po' accentuato ed adesso quasi parallele), i cavi di segnale (dai B&O di 9 m a cavi decenti) e i cavi di potenza (che sono stati raddoppiati per il bw).

    Non so quale altra spegazione darmi.

    Un altra incisione straordinaria in lp e che ho acquistato anche in CD e' la colonna sonora di "The Bodyguard", cantata dalla Houston.

    In CD (pochi € da MediaWorld cheers ) la resa cambia molto con la qualita' dell'impianto e io lo uso per metterlo a punto; recentemente anche per provare cavi e valvole nos.

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6375
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  lizard on Mon Mar 22, 2010 11:04 am

    Luca58 wrote:le rimasterizzazioni di musica moderna a volte riescono, a volte no perche', secondo me, sono pensate per l'ascolto al computer o in auto.
    Che poi il DDD sia superiore all'ADD anche questo dipende; e' piu nitido, ma anche, spesso, meno naturale.


    _________________
    " A battere le mani, conosciamo il suono delle due mani insieme...ma qual è il suono di una sola mano? "

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6375
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  lizard on Tue Mar 23, 2010 9:22 am

    molto,molto interessante..

    http://www.videohifi.com/forum/topic.asp?ARCHIVE=&TOPIC_ID=133136


    _________________
    " A battere le mani, conosciamo il suono delle due mani insieme...ma qual è il suono di una sola mano? "

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8295
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Luca58 on Tue Mar 23, 2010 10:02 am

    Infatti il vinile lo deve "mettere su'" chi ha gia' una collezione di lp acquistati nel periodo giusto. Quelli usati vanno in genere lavati (e bene) e credo anch'io che qelli nuovi servano solo a dare l'idea del vintage per tentare di aprire "nuovi" spazi commerciali.

    Ovviamente, con le dovute eccezioni

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6375
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  lizard on Tue Mar 23, 2010 11:01 am

    Luca58 wrote:Infatti il vinile lo deve "mettere su'" chi ha gia' una collezione di lp acquistati nel periodo giusto. Quelli usati vanno in genere lavati (e bene) e credo anch'io che qelli nuovi servano solo a dare l'idea del vintage per tentare di aprire "nuovi" spazi commerciali.

    Ovviamente, con le dovute eccezioni
    beh,luca..ho ritenuto molto utile questo 3D,tra l'altro ben sviscerato dai frequentatori di video hi fi,perchè il prodotto CD è mutualmente legato al prodotto vinile,nel senso che dipende tutto dal master originale,sia in un caso che nell'altro.
    riguardo alle ristampe in vinile,non sarei così deciso sull'affermare che le majors immettono il nuovo/vecchio formato sul mercato solo per business:
    il mercato è regolato dalla domanda e dall'offerta:
    se non ci fosse richiesta,nessuno stamperebbe più in vinile.
    sulla qualità delle nuove stampe non mi pronuncio,perchè non ne ho mai acquistate,vivendo praticamente di rendita sunny ,pero' sono d'accordo con quanto affermato da alcuni:
    anche in passato la lettura del vinile era condizionata dalla perfezione del disco:(uno dei talloni d'achille dell'analogico),per questo sono stati messi a punto particolari accessori quali massicci clamps e particolari giradischi con pompa aspirante,come il mitico Sota star.
    quindi non mi stupirei più di tanto.

    cià

    li(t)z


    _________________
    " A battere le mani, conosciamo il suono delle due mani insieme...ma qual è il suono di una sola mano? "

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8295
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Luca58 on Tue Mar 23, 2010 12:14 pm

    In realta', pur con le varie differenze da etichetta ad etichetta, io ho sempre trovato che la qualita' di incisione minima del vinile fino a circa la meta' degli anni '90 era quasi sempre accettabile in assoluto e che le critiche in genere nascevano dai confronti diretti tra i vari lp.

    Sono le ristampe recenti, ma non solo, che lasciano a desiderare. Esempio: le ristampe delle raccolte dei Beatles 1962-1966 e 1967-1970, che acquistai nella seconda meta' degli anni '90 perche' gli originali erano ormai troppo "vissuti" e che erano vere schifezze.

    I clamps e gli altri accessori non so quanto influissero sulla resa (io ne avevo uno interno ed uno esterno). Anche le stampe da 180 g mi e' sempre sembrato che fossero fatte per spillare quattrini; basta ascoltare la resa incredibile della celebre raccolta dei Weavers edita dalla Analogue Productions anche su lp di peso normale. Certo, la versione a 45 rpm incisa solo da un lato su 5 lp, non proprio economica santa , sembra che fosse migliore , ma con la versione base ce ne avanzava...

    Semmai serviva un buon tangenziale. cheers

    Quello che invece mi sto accorgendo giorno dopo giorno e' che la resa dei CD migliora sempre di piu' col migliorare dell'impianto di riproduzione e credo che possa arrivare a livelli altissimi. Laughing Laughing Laughing

    Questo avviene anche con l'analogico, ma partendo quest'ultimo da livelli gia' alti si nota meno. Il CD sembra invece pessimo, per poi scoprire che puo' arrivare, con impianti diversi da quelli tarati per l'analogico, a risultati molto simili come qualita' a quelli del disco tradizionale, anche se in direzioni diverse.

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Cricetone on Tue Mar 23, 2010 3:01 pm

    Luca58 wrote:Quello che invece mi sto accorgendo giorno dopo giorno e' che la resa dei CD migliora sempre di piu' col migliorare dell'impianto di riproduzione e credo che possa arrivare a livelli altissimi. Laughing Laughing Laughing
    più diminuisce la distorsione aggiunta dei componenti dell'impianto(e l'apporto ambientale),piu ti accorgerai che anche i cd pompati e compressi suoneranno meglio.Se gia questi sono registrati male,o melgio son registrati bene,ma poi la compressione esasperata li rovina,in questi casi basta un nonnulla per farteli sembrare inascoltabili.Ma quando diminuisce la distorsione dell'impianto,migliorano anche loro.Me ne sono accorto un giorno con un cd di amy winehouse.


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Rudino on Tue Mar 23, 2010 3:41 pm

    Salv.Scarfone wrote:
    Luca58 wrote:Quello che invece mi sto accorgendo giorno dopo giorno e' che la resa dei CD migliora sempre di piu' col migliorare dell'impianto di riproduzione e credo che possa arrivare a livelli altissimi. Laughing Laughing Laughing
    più diminuisce la distorsione aggiunta dei componenti dell'impianto(e l'apporto ambientale),piu ti accorgerai che anche i cd pompati e compressi suoneranno meglio.Se gia questi sono registrati male,o melgio son registrati bene,ma poi la compressione esasperata li rovina,in questi casi basta un nonnulla per farteli sembrare inascoltabili.Ma quando diminuisce la distorsione dell'impianto,migliorano anche loro.Me ne sono accorto un giorno con un cd di amy winehouse.

    Vero.
    Ma alcuni restano irrecuperabili (molti degli U2)...


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8295
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Luca58 on Tue Mar 23, 2010 4:47 pm

    Meno male! affraid

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8295
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Luca58 on Tue Mar 23, 2010 4:58 pm

    Salv.Scarfone wrote:più diminuisce la distorsione aggiunta dei componenti dell'impianto(e l'apporto ambientale),piu ti accorgerai che anche i cd pompati e compressi suoneranno meglio.Se gia questi sono registrati male,o melgio son registrati bene,ma poi la compressione esasperata li rovina,in questi casi basta un nonnulla per farteli sembrare inascoltabili.Ma quando diminuisce la distorsione dell'impianto,migliorano anche loro.

    ECCO!!!! cheers cheers cheers Hai detto le parole magiche per farmi fare chiarezza su quello che ho sentito e poter fare una esternazione senza ritegno:

    Col digitale il problema e' quanto riesci a non sciupare il segnale." (che poi e' quello che hai detto tu... )

    santa santa santa santa santa santa

    Della serie: "Se non ti piace il digitale, e' segno che devi mettere mano all'impianto" cheers

    E pensare che sarei un analogista convinto...ma adesso ci sono arrivato; Grazie Salvatore

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8295
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Luca58 on Tue Mar 23, 2010 5:04 pm

    Si', vabbe', ma mica e' facile non sciupare il segnale digitale...

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6375
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  lizard on Wed Mar 24, 2010 3:32 pm

    lizard wrote: non è così raro vedere macchine da diverse migliaia di euro far suonare CD duplicati con PC da pochissimi euro con meccaniche/giocattolo.
    questa è una delle cose che io personalmente aborro e che rientra nelle innumerevoli contraddizioni dell'audiofilo moderno.
    come mai nessuno ha commentato?
    lo fate anche voi,vero?
    ditelo..confessatelo..
    ammettetelo !!
    dissacratori !!!


    _________________
    " A battere le mani, conosciamo il suono delle due mani insieme...ma qual è il suono di una sola mano? "

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Geronimo on Fri Mar 26, 2010 8:06 pm

    Elcaset wrote:Esistono due CD dei primi anni '80 registrati davvero bene in digitale (DDD): Donald Fagen "The Nightfly" (1982) e l'omonimo dei Yellow Jackets (1982). Ancora oggi infatti questi due CD danno la polvere a incisioni più moderne. Coincidenza vuole che entrambi siano stati realizzati con un 3M DIGITAL 32 TRACKS, il che dimostra che si sarebbe potuto registrare in maniera quantomeno decente fin dai primordi della registrazione digitale.
    Altri esempi ben registrati sono "Eye in the Sky" e "Vulture Culture" dell'Alan Parson Project.

    Aggiungo alla lista dei CD bensuonanti registrati col 3M DIGITAL anche il bellissimo "Bop till you drop" (1979) di Ry Cooder sunny , ovvero il primo album pop inciso in digitale (lo stesso anno fu inciso in digitale anche "E=MC di Giorgio Moroder)

    http://mixonline.com/TECnology-Hall-of-Fame/1978-EM-Mastering/


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sat Mar 27, 2010 10:56 am

    lizard wrote:
    lizard wrote: non è così raro vedere macchine da diverse migliaia di euro far suonare CD duplicati con PC da pochissimi euro con meccaniche/giocattolo.
    questa è una delle cose che io personalmente aborro e che rientra nelle innumerevoli contraddizioni dell'audiofilo moderno.
    come mai nessuno ha commentato?
    lo fate anche voi,vero?
    ditelo..confessatelo..
    ammettetelo !!
    dissacratori !!!

    Mai entrato un CD masterizzato nei miei lettori CD.

    Trovo il suono dei CD masterizzati, oltretutto, veramente inascoltabile.

    Come comprare una Ferrari e poi usarla per andare in giro per sterrati...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  Geronimo on Sat Mar 27, 2010 2:10 pm

    lizard wrote:
    lizard wrote: non è così raro vedere macchine da diverse migliaia di euro far suonare CD duplicati con PC da pochissimi euro con meccaniche/giocattolo.
    questa è una delle cose che io personalmente aborro e che rientra nelle innumerevoli contraddizioni dell'audiofilo moderno.
    come mai nessuno ha commentato?
    lo fate anche voi,vero?
    ditelo..confessatelo..
    ammettetelo !!
    dissacratori !!!

    Sui CDR ho modificato il mio punto di vista nel corso degli anni: se prima li vedevo come un opportunità di risparmio, adesso sono un qualcosa di brutto e di anonimo da cui liberarmi, e infatti li sto lentamente sostituendo con i CD originali.
    Siccome però sono un pragmatico, faccio eccezione per quei CDR ricavati da vinili originali virtualmente introvabili in CD e per le "raccolte" di brani sparsi che sarebbe scomodo ascoltare singolarmente. Un esempio di "raccolta"? Gli innumerevoli "mix" dei Depeche Mode assenti nei CD originali.


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6375
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: I cd vecchi son meglio dei nuovi

    Post  lizard on Mon Mar 29, 2010 10:54 am

    mi pare che sia uscito un CD box con i Mix..io ho acquistato il box The Singles 86-98,quello rimasterizzato..inutile sottolineare che suonano meglio i 45 giri originali..ma che è che rimasterizza sti CD?


    _________________
    " A battere le mani, conosciamo il suono delle due mani insieme...ma qual è il suono di una sola mano? "

      Current date/time is Sun Dec 11, 2016 12:50 pm