Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Nuovo impianto per cuffie - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Nuovo impianto per cuffie

    Share

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12096
    Data d'iscrizione : 2009-12-04

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  vulcan on Tue Jan 05, 2016 1:55 pm

    Cosa ti ispira? spara

    Caricati un cazz di avatar per colorare il tuo profilo...vai nel board in profilo e fai tutto in 2 minuti, carica da galleria o da file

    tonihifi
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 112
    Data d'iscrizione : 2016-01-03

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  tonihifi on Tue Jan 05, 2016 2:00 pm

    vulcan wrote:Cosa ti ispira? spara

    allora un sistema STAX sicuramente ma in seguito ... ma per iniziare penso proprio che una HD800 visto che classica e lirica sono generi che ascolto molto potrebbe starci!
    Vediamo un po in giro che prezzo si può spuntare Rolling Eyes
    Devo documentarmi sul set up ottimale ... bilanciata o no dall'ampli ai cavi





    _________________
    Toni
    Spoiler:

    tonihifi
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 112
    Data d'iscrizione : 2016-01-03

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  tonihifi on Tue Jan 05, 2016 2:03 pm

    vulcan wrote:
    Caricati un cazz di avatar per colorare il tuo profilo...vai nel board in profilo e fai tutto in 2 minuti, carica da galleria o da file

    x ora questo affraid

    leggevo il 3d di the Crimson King dove parlavate delle Beyer 880 potrebbe essere un mulettino interessante ;)


    _________________
    Toni
    Spoiler:

    Red Fox
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 20
    Data d'iscrizione : 2016-01-03
    Località : Pomigliano d'Arco

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  Red Fox on Tue Jan 05, 2016 2:15 pm

    Scusa Amuro_Rey, mi sono espresso male, è un mio punto di vista.


    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Tue Jan 05, 2016 2:16 pm

    Amuro_Rey wrote:non ci siamo, io continuo con il mio parere che la cosa ha veramente poco senso per un ascolto un cuffia, la cosa si può fare e funziona con cuffie dalla bassissima sensibilità come hanno ben detto, ma per me la cosa continua ad avere poco senso

    Hai ragione, Amuro. Pilotare una cuffia (di qualunque tipo) dall'uscita diffusori di un ampli per casse, ha ben poco senso.

    E' rischioso per la cuffia, a meno che non si utilizzi un apposito partitore (e allora però viene a cadere il motivo per cui utilizzare un ampli per diffusori).

    Non garantisce una qualità superiore, perchè gli ampli per diffusori ottimizzano parametri diversi rispetto a ciò che serve per ascoltare in cuffia: spesso, ci si imbatte in problemi di rumore, ronzii, soffi, dovuti al fatto che una cuffia ha una sensibilità eccessiva non contemplata nel progetto di uno stadio finale per casse.

    Nell'ipotesi che tutto vada liscio, resta la scomodità di usare un adattatore, e poichè si usa una presa jack (a meno di non voler mutilare il cavo della propria cuffia e sostituire il connettore) c'è pure il rischio di causare danni all'ampli per via del corto-circuito che il jack cuffia provoca sempre all'atto dell'inserimento e del disinserimento della cuffia.

    Non solo. Ma pensando al fatto che spesso ci si accapiglia per le microscopiche differenze sonore tra i vari ampli per cuffia, dove ognuno ha il suo preferito e le sue opinioni in merito, considerare un ampli per diffusori una buona soluzione per le cuffie sembra davvero un paradosso.

    Per la HE6 esistono ottimi amplificatori per cuffia in grado di pilotarla adeguatamente, senza dover scendere a compromessi con ampli che nascono per altri tipi di utilizzo.



    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9841
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  Amuro_Rey on Tue Jan 05, 2016 2:23 pm

    BandAlex wrote: ...
    Non solo. Ma pensando al fatto che spesso ci si accapiglia per le microscopiche differenze sonore tra i vari ampli per cuffia, dove ognuno ha il suo preferito e le sue opinioni in merito, considerare un ampli per diffusori una buona soluzione per le cuffie sembra davvero un paradosso.


    applausi applausi


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    madmax
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3433
    Data d'iscrizione : 2010-04-18
    Età : 49
    Località : Cerignola (FG)

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  madmax on Tue Jan 05, 2016 2:37 pm

    BandAlex wrote:

    Hai ragione, Amuro. Pilotare una cuffia (di qualunque tipo) dall'uscita diffusori di un ampli per casse, ha ben poco senso.

    E' rischioso per la cuffia, a meno che non si utilizzi un apposito partitore (e allora però viene a cadere il motivo per cui utilizzare un ampli per diffusori).

    Non garantisce una qualità superiore, perchè gli ampli per diffusori ottimizzano parametri diversi rispetto a ciò che serve per ascoltare in cuffia: spesso, ci si imbatte in problemi di rumore, ronzii, soffi, dovuti al fatto che una cuffia ha una sensibilità eccessiva non contemplata nel progetto di uno stadio finale per casse.

    Nell'ipotesi che tutto vada liscio, resta la scomodità di usare un adattatore, e poichè si usa una presa jack (a meno di non voler mutilare il cavo della propria cuffia e sostituire il connettore) c'è pure il rischio di causare danni all'ampli per via del corto-circuito che il jack cuffia provoca sempre all'atto dell'inserimento e del disinserimento della cuffia.

    Non solo. Ma pensando al fatto che spesso ci si accapiglia per le microscopiche differenze sonore tra i vari ampli per cuffia, dove ognuno ha il suo preferito e le sue opinioni in merito, considerare un ampli per diffusori una buona soluzione per le cuffie sembra davvero un paradosso.

    Per la HE6 esistono ottimi amplificatori per cuffia in grado di pilotarla adeguatamente, senza dover scendere a compromessi con ampli che nascono per altri tipi di utilizzo.


    Punti di vista Alex....quoto tutto tranne per la HE6 con l'integrato giusto la cuffia vola santa


    _________________
    Spoiler:

    Analogico: Technics SL1200 MKII
    Pre-phono:Clearaudio Nano Phono V2
    Sorgente:Mcintosh MCD301/Unison Research Unico cd
    Sorgente audio/video:Denon DBP-2012UD                                                                                                      
    Ampli:AM Audio T90
    Diffusori:Klipsh Heresy III
    Cuffie:Hifiman HE-6 Airtech/Audeze LCD3F/Sennheiser HD800 CustomCans/Spirit Labs Grado
    Ampli cuffia:Megahertz MezzoGuerra/ Megahertz OTL
    Dac Ampli Cuffia: Pioneer U-05 (mod.Aurion Audio)
    Multipresa:Oehlbach PowerSocket 907

    montanari
    Moderatore mercatino

    Numero di messaggi : 5863
    Data d'iscrizione : 2011-04-06
    Età : 37
    Località : Morciano di R. - vespista

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  montanari on Tue Jan 05, 2016 2:40 pm

    e io che con le lcd3f utilizzo  il vhf n e pure le attacco con partitore resistivo (uscendo xlr) all s6 senza hum di sorta e con buon gioco di volume
    e godo come un riccio con entrambi, che dovrei dire
    sono l eccezione che conferma la regola??
    le convinzioni si sgretoleranno!!


    _________________
    le spese grosse le facevo per i vinili o se non sono in flac godi solo la metà

    tanquassa
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 524
    Data d'iscrizione : 2012-05-14
    Età : 37
    Località : Val Graveglia - Vespista

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  tanquassa on Tue Jan 05, 2016 2:43 pm

    madmax wrote:

    Punti di vista Alex....quoto tutto tranne per la HE6  con l'integrato giusto la cuffia vola santa

    applausi


    _________________
    Diego
    Voi Parlate... Io ascolto!!!ft
    Impianto:
    Liquida:
    Client: Intel NUC - Ubuntu-Gnome
    NAA: piCorePlayer in Raspberry PI B+ & Digi+ & Linear PSU
    Server: LMS in Synology DS213J & Linear PSU
    DAC: Digicode S192

    Solida:
    Piatto: Pioneer PL-112D
    Testina: Sumiko Blue Point N2

    Amplificazione 2ch: AA Verdi100 AirTech
    Casse: ProAc Studio 115

    Amplificazione Cuffie: Pre Passivo & Finale LM3886 dualmono + MHz Marrano Custom
    Cuffie: Hifiman HE6 - Sennheiser HD800 - Sennheiser HD600

    Cavi: AirTech - PortentoAudio
    Ciabatta: By AirTech
    Trasformatore di isolamento liquida: By Nor-Se
    Necessori: Sublimacables "Stones"

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Tue Jan 05, 2016 3:06 pm

    madmax wrote:Punti di vista Alex....quoto tutto tranne per la HE6  con l'integrato giusto la cuffia vola santa

    Non ci piove che si tratti di punti di vista. E non metto in dubbio che con la tua HE6 sia così. Ma se si affronta il discorso da un punto di vista generale, un caso non dovrebbe fare testo.

    Abbiamo già ristretto il campo alla HE6, che è una cuffia particolare con una sensibilità molto bassa. E abbiamo pure trovato "l'integrato giusto".

    Normalmente, non si è così fortunati.

    E rispondendo nel merito a questo:

    Volendo avvicinarmi al "mondo cuffia”, premetto che sono molto ma molto inesperto in materia, sto cercando di prendere quante più informazioni e opinioni su vari siti e forum, leggendovi sembra molto interessante il poter utilizzare un ampli casse per poter pilotare le cuffie.

    non me la sentirei di consigliare il collegamento diretto all'uscita diffusori, anche solo per motivi di sicurezza (sia per la cuffia che per l'udito, che per altro).


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    madmax
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3433
    Data d'iscrizione : 2010-04-18
    Età : 49
    Località : Cerignola (FG)

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  madmax on Tue Jan 05, 2016 3:10 pm

    BandAlex wrote:

    Non ci piove che si tratti di punti di vista. E non metto in dubbio che con la tua HE6 sia così. Ma se si affronta il discorso da un punto di vista generale, un caso non dovrebbe fare testo.

    Abbiamo già ristretto il campo alla HE6, che è una cuffia particolare con una sensibilità molto bassa. E abbiamo pure trovato "l'integrato giusto".

    Normalmente, non si è così fortunati.

    E rispondendo nel merito a questo:

    Volendo avvicinarmi al "mondo cuffia”, premetto che sono molto ma molto inesperto in materia, sto cercando di prendere quante più informazioni e opinioni  su vari siti e forum, leggendovi sembra molto interessante il poter utilizzare un ampli casse per poter pilotare le cuffie.

    non me la sentirei di consigliare il collegamento diretto all'uscita diffusori, anche solo per motivi di sicurezza (sia per la cuffia che per l'udito, che per altro).
    ho parlato della HE6 perchè era stata già nominata per il resto niente da dire


    _________________
    Spoiler:

    Analogico: Technics SL1200 MKII
    Pre-phono:Clearaudio Nano Phono V2
    Sorgente:Mcintosh MCD301/Unison Research Unico cd
    Sorgente audio/video:Denon DBP-2012UD                                                                                                      
    Ampli:AM Audio T90
    Diffusori:Klipsh Heresy III
    Cuffie:Hifiman HE-6 Airtech/Audeze LCD3F/Sennheiser HD800 CustomCans/Spirit Labs Grado
    Ampli cuffia:Megahertz MezzoGuerra/ Megahertz OTL
    Dac Ampli Cuffia: Pioneer U-05 (mod.Aurion Audio)
    Multipresa:Oehlbach PowerSocket 907

    tonihifi
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 112
    Data d'iscrizione : 2016-01-03

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  tonihifi on Tue Jan 05, 2016 3:16 pm

    BandAlex wrote:

    Non ci piove che si tratti di punti di vista. E non metto in dubbio che con la tua HE6 sia così. Ma se si affronta il discorso da un punto di vista generale, un caso non dovrebbe fare testo.

    Abbiamo già ristretto il campo alla HE6, che è una cuffia particolare con una sensibilità molto bassa. E abbiamo pure trovato "l'integrato giusto".

    Normalmente, non si è così fortunati.

    E rispondendo nel merito a questo:

    Volendo avvicinarmi al "mondo cuffia”, premetto che sono molto ma molto inesperto in materia, sto cercando di prendere quante più informazioni e opinioni  su vari siti e forum, leggendovi sembra molto interessante il poter utilizzare un ampli casse per poter pilotare le cuffie.

    non me la sentirei di consigliare il collegamento diretto all'uscita diffusori, anche solo per motivi di sicurezza (sia per la cuffia che per l'udito, che per altro).

    Ciao difatti era stato consigliato solo x questo modello ;)

    ti faccio due domande: quale sarebbe l'integrato giusto?

    la seconda se mi iscrivo al forum dove hai pubblicato i tuoi progetti posso vedere foto e schemi? o devo chiedere qualche abilitazione?

    grazie


    _________________
    Toni
    Spoiler:

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12096
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  vulcan on Tue Jan 05, 2016 3:38 pm

    BandAlex wrote:

    Hai ragione, Amuro. Pilotare una cuffia (di qualunque tipo) dall'uscita diffusori di un ampli per casse, ha ben poco senso.

    E' rischioso per la cuffia, a meno che non si utilizzi un apposito partitore (e allora però viene a cadere il motivo per cui utilizzare un ampli per diffusori).

    Non garantisce una qualità superiore, perchè gli ampli per diffusori ottimizzano parametri diversi rispetto a ciò che serve per ascoltare in cuffia: spesso, ci si imbatte in problemi di rumore, ronzii, soffi, dovuti al fatto che una cuffia ha una sensibilità eccessiva non contemplata nel progetto di uno stadio finale per casse.

    Nell'ipotesi che tutto vada liscio, resta la scomodità di usare un adattatore, e poichè si usa una presa jack (a meno di non voler mutilare il cavo della propria cuffia e sostituire il connettore) c'è pure il rischio di causare danni all'ampli per via del corto-circuito che il jack cuffia provoca sempre all'atto dell'inserimento e del disinserimento della cuffia.

    Non solo. Ma pensando al fatto che spesso ci si accapiglia per le microscopiche differenze sonore tra i vari ampli per cuffia, dove ognuno ha il suo preferito e le sue opinioni in merito, considerare un ampli per diffusori una buona soluzione per le cuffie sembra davvero un paradosso.

    Per la HE6 esistono ottimi amplificatori per cuffia in grado di pilotarla adeguatamente, senza dover scendere a compromessi con ampli che nascono per altri tipi di utilizzo.


    esattamente cosi, poi nel caso della HE6 l'ho provato sulla mia pelle


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5718
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  phaeton on Tue Jan 05, 2016 4:08 pm

    BandAlex wrote:

    Hai ragione, Amuro. Pilotare una cuffia (di qualunque tipo) dall'uscita diffusori di un ampli per casse, ha ben poco senso.

    E' rischioso per la cuffia, a meno che non si utilizzi un apposito partitore (e allora però viene a cadere il motivo per cui utilizzare un ampli per diffusori).

    Non garantisce una qualità superiore, perchè gli ampli per diffusori ottimizzano parametri diversi rispetto a ciò che serve per ascoltare in cuffia: spesso, ci si imbatte in problemi di rumore, ronzii, soffi, dovuti al fatto che una cuffia ha una sensibilità eccessiva non contemplata nel progetto di uno stadio finale per casse.

    Nell'ipotesi che tutto vada liscio, resta la scomodità di usare un adattatore, e poichè si usa una presa jack (a meno di non voler mutilare il cavo della propria cuffia e sostituire il connettore) c'è pure il rischio di causare danni all'ampli per via del corto-circuito che il jack cuffia provoca sempre all'atto dell'inserimento e del disinserimento della cuffia.

    Non solo. Ma pensando al fatto che spesso ci si accapiglia per le microscopiche differenze sonore tra i vari ampli per cuffia, dove ognuno ha il suo preferito e le sue opinioni in merito, considerare un ampli per diffusori una buona soluzione per le cuffie sembra davvero un paradosso.

    Per la HE6 esistono ottimi amplificatori per cuffia in grado di pilotarla adeguatamente, senza dover scendere a compromessi con ampli che nascono per altri tipi di utilizzo.


    un ampli da 50W su 8 ohm eroga sul carico della HE6 circa 6W, non serve alcun adattatore, si collega semplicemente all'uscita casse. e i vantaggi sono molti, non ultimo quello economico. una ampli a stato solido, non troppo reazionato, non ha nessun problema tecnico a pilotare carichi molto alti, anzi alcuni parametri ne beneficiano (come ad esempio la percentuale di potenza in classe A di un AB).

    se si prendono ampli con potenze adeguatamente basse, e cuffie con carichi non troppo bassi e/o sensibilita' non troppo alta, la soluzione puo' essere estremamente performante.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Tue Jan 05, 2016 4:09 pm

    tonihifi wrote:Ciao difatti era stato consigliato solo x questo modello ;)

    ti faccio due domande: quale sarebbe l'integrato giusto?

    Per la HE6 si tratta di capire la potenza minima che deve avere l'ampli per generare lo swing necessario sui 50 ohm della cuffia.

    La potenza di un ampli per diffusori infatti è dichiarata su un carico di 8 ohm, sul carico di 50 ohm della HE6 la potenza effettiva cambia.

    Considerando che alla HE6 servono circa 11 VRMS per farla strillare (link), un integrato da almeno 15 W RMS su 8 ohm può andare bene. Attenzione, che i 15 W sul carico della HE6 si trasformano in appena 2.5 W RMS, quindi non va bene dire "servono 15 W per la HE6", ma bisogna sempre specificare su che impedenza di carico.

    Ma la potenza non è tutto, ovviamente. Oltre a questo, un integrato in classe A sarebbe l'ideale, possibilmente silenzioso e bensuonante, visto che la HE6 è abbastanza rivelatrice.

    la seconda se mi iscrivo al forum  dove hai pubblicato i tuoi progetti posso vedere foto e schemi? o devo chiedere qualche abilitazione?

    Vedi tutto subito, è sufficiente essere iscritti.


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5718
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  phaeton on Tue Jan 05, 2016 4:23 pm

    BandAlex wrote:

    Per la HE6 si tratta di capire la potenza minima che deve avere l'ampli per generare lo swing necessario sui 50 ohm della cuffia.

    La potenza di un ampli per diffusori infatti è dichiarata su un carico di 8 ohm, sul carico di 50 ohm della HE6 la potenza effettiva cambia.

    Considerando che alla HE6 servono circa 11 VRMS per farla strillare (link), un integrato da almeno 15 W RMS su 8 ohm  può andare bene. Attenzione, che i 15 W sul carico della HE6 si trasformano in appena 2.5 W RMS, quindi non va bene dire "servono 15 W per la HE6", ma bisogna sempre specificare su che impedenza di carico.

    nell'esperienza comune di molti di quelli che l'hanno posseduta, e anche nelle raccomandazioni di HFM, servono almeno 5W, meglio se 10W. l'ampli disegnato apposta per la HE6 da HFM se non erro eroga proprio 5W.
    2.5W sono sicuramente sufficienti per farla strillare, nel senso di avere un alto RMS, anzi per questo ne servono anche meno, ma si perde molto in termini di picchi dinamici e punch sul basso.
    (e ovviamente si parla di potenze sul carico della HE6, che varia abbastanza da 55 a 65 ohm a seconda del modello)

    BandAlex wrote:
    Ma la potenza non è tutto, ovviamente. Oltre a questo, un integrato in classe A sarebbe l'ideale, possibilmente silenzioso e bensuonante, visto che la HE6 è abbastanza rivelatrice.

    no, non e' strettamente necessario. se hai un AB da 50W che eroga, diciamo, 1W in A su 8 ohm, su 64 ohm avrai tutta la potenza erogata in A. ecco perche' molti ampli di vecchia scuola sono stati molto vantaggiosamente riciclati proprio come ampli per la HE6


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Tue Jan 05, 2016 4:30 pm

    phaeton wrote:un ampli da 50W su 8 ohm eroga sul carico della HE6 circa 6W, non serve alcun adattatore

    Beh, meccanicamente ti servirà una presa jack da collegare all'uscita diffusori, collegata in parallelo agli altoparlanti (o all'uscita B, se presente). Si tratta di un adattatore, in effetti.

    Il problema del normale jack è il corto-circuito temporaneo all'atto della disconnessione/connessione. Succede questo: con la cuffia collegata, la manopola del volume sta in una posizione abbastanza alta per via dello swing necessario alla HE-6, e però su 50 ohm la potenza è relativamente bassa. Se si stacca il connettore senza abbassare il volume, con segnale musicale presente, quando si stacca la cuffia l'impedenza cala quasi a zero anche se per una frazione di secondo e la potenza sale improvvisamente a un livello molto elevato, dipendente dal programma musicale, dal volume, e dalla velocità con cui si estrae il connettore. In gioco entra pure la qualità del connettore stesso. Il transiente può essere fatale o meno, a seconda di come è costruito l'ampli, dell'eventuale presenza di protezioni, etc.


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9841
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  Amuro_Rey on Tue Jan 05, 2016 4:30 pm

    montanari wrote:e io che con le lcd3f utilizzo  il vhf n e pure le attacco con partitore resistivo (uscendo xlr) all s6 senza hum di sorta e con buon gioco di volume
    e godo come un riccio con entrambi, che dovrei dire
    sono l eccezione che conferma la regola??
    le convinzioni si sgretoleranno!!

    Non si sgretola proprio un bel niente sono solo punti di vista, io continuo della mia idea Embarassed Tu continua a godere come un riccio Embarassed nessuno stà dicendo e scolpendo sulla pietra la legge assoluta, come qualcuno vuol farci intendere, sono SOLO punti di vista, poi ho capito che i punti di vista di Amuro sono sempre sbagliati ma non è che perché qualcuno li appoggia dovete sparare a zero anche su di Lui, sparate a zero solo su di me ormai ci sono abituato ...


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5718
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  phaeton on Tue Jan 05, 2016 4:35 pm

    BandAlex wrote:

    Beh, meccanicamente ti servirà una presa jack da collegare all'uscita diffusori, collegata in parallelo agli altoparlanti (o all'uscita B, se presente). Si tratta di un adattatore, in effetti.

    Il problema del normale jack è il corto-circuito temporaneo all'atto della disconnessione/connessione. Succede questo: con la cuffia collegata, la manopola del volume sta in una posizione abbastanza alta per via dello swing necessario alla HE-6, e però su 50 ohm la potenza è relativamente bassa. Se si stacca il connettore senza abbassare il volume, con segnale musicale presente, quando si stacca la cuffia l'impedenza cala quasi a zero anche se per una frazione di secondo e la potenza sale improvvisamente a un livello molto elevato, dipendente dal programma musicale, dal volume, e dalla velocità con cui si estrae il connettore. In gioco entra pure la qualità del connettore stesso. Il transiente può essere fatale o meno, a seconda di come è costruito l'ampli, dell'eventuale presenza di protezioni, etc.

    si parlava, se non ho capito male, di un ampli dedicato, niente stacca attacca ad ampli acceso..... ma in effetti il problema del jack esiste, ecco perche' molto correttamente pierpabass ha consigliato un xlr a 4 poli, che ha anche il vantaggio di tenere le masse separate (se lo sono nell'ampli, meglio, se non lo sono, nulla di perso). io per la he6 ho proprio quel tipo di cavetto/adattatore


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    maxfazer
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 701
    Data d'iscrizione : 2010-04-21
    Località : Roma

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  maxfazer on Tue Jan 05, 2016 4:55 pm

    Ma lo stacca/attacca anche con il 4 pin xlr non è comunque rischioso per l'ampli, come se si staccassero i cavi di potenza dai morsetti?
    Non avendo conoscenze tecniche quando ascolto la HE6 con l'integrato per sicurezza accendo e spengo l'ampli sempre con la cuffia collegata e non faccio mai stacca/attacca ad ampli acceso. Mi è sembrato ad intuito la cosa più sicura.


    _________________
    Massimiliano

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5718
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  phaeton on Tue Jan 05, 2016 5:16 pm

    no, nessun pericolo. il problema del jack e' che estraendo fai "strisciare" i contatti sui connettori e rischi un potenziale momentaneo corto. con un xlr non c'e' questo problema.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Tue Jan 05, 2016 5:19 pm

    phaeton wrote:nell'esperienza comune di molti di quelli che l'hanno posseduta, e anche nelle raccomandazioni di HFM, servono almeno 5W, meglio se 10W. l'ampli disegnato apposta per la HE6 da HFM se non erro eroga proprio 5W.

    Che però non sono mai specificati come RMS. Di solito, quando non specificato, sono watt "musicali". Ad esempio, sul sito Head-Direct, le specifiche dell'EF-6 parlano di un generico "Class A 5W at 50 Ohm", che potrebbero essere RMS, di picco, picco-picco, musicali, PMPO, etc. Non si sa. Se fossero di picco, sarebbero 3.5 W RMS, valore che coincide abbastanza bene (seppure in eccesso) con le esigenze della HE-6.

    2.5W sono sicuramente sufficienti per farla strillare, nel senso di avere un alto RMS, anzi per questo ne servono anche meno, ma si perde molto in termini di picchi dinamici e punch sul basso.

    Se 2.5 W RMS sono sufficienti a raggiungere un volume che, all'atto pratico, non sarà mai utilizzato con quella cuffia, i picchi dinamici sono ben salvaguardati, così come il punch che certamente non dipende dalla potenza. Altrimenti il punch cambierebbe su qualunque ampli a seconda della posizione della manopola del volume.

    no, non e' strettamente necessario. se hai un AB da 50W che eroga, diciamo, 1W in A su 8 ohm, su 64 ohm avrai tutta la potenza erogata in A. ecco perche' molti ampli di vecchia scuola sono stati molto vantaggiosamente riciclati proprio come ampli per la HE6

    Il problema con questi ampli "di vecchia scuola" in classe B sono le protezioni, che entravano in gioco non solo sulla corrente, ma anche sugli swing in tensione considerati vicini al massimo consentito, relativamente alla potenza massima dell'ampli su un carico di 8 ohm. In genere, gli ampli in classe A sono più "tosti" da questo punto di vista, anche solo per il fatto che devono essere adeguatamente dimensionati per smaltire il calore costantemente generato. Un ampli da 50 W in classe B, anche di categoria medio/alta, deve essere adeguatamente protetto proprio dai picchi musicali e i transienti, perchè la potenza dissipata varia al variare del programma musicale e del volume sonoro. Per questo sono dotati anche di protezioni termiche, che sono più economiche di enormi dissipatori di calore.

    Insomma, la raffinatezza di un amplificatore (che dipende solo in parte dallo stadio finale, entrando in gioco anche lo stadio di preamplificazione), è espressa non solo dalla potenza erogabile, ma anche e soprattutto dalla capacità di preservare i passaggi più delicati di un'esecuzione, che nell'ascolto in cuffia sono fondamentali. La cuffia amplifica la nostra capacità di percezione anche a bassi volumi sonori, cosa del tutto diversa dall'ascolto con i diffusori, caratteristica per la quale gli amplificatori per casse non sono testati ne' progettati.


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5718
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  phaeton on Tue Jan 05, 2016 6:10 pm

    BandAlex wrote:

    Se 2.5 W RMS sono sufficienti a raggiungere un volume che, all'atto pratico, non sarà mai utilizzato con quella cuffia, i picchi dinamici sono ben salvaguardati, così come il punch che certamente non dipende dalla potenza. Altrimenti il punch cambierebbe su qualunque ampli a seconda della posizione della manopola del volume.


    la manopola del volume tu m'insegni che serve solo a regolare quanto taglio dell'ingresso prima di mandarlo allo stadio di amplificazione. quindi se il mio ampli, in funzione delle cuffie, con una certa posizione del pot sta erogando 1W e potrebbe erogare un massimo di 10W su quel carico e con una certa definita THD, allora puo' gestire 10db di headroom dinamico. se la cuffia e' meno sensibile, e quindi a parita' di ampli dovro' ruotare di piu' il pot per avere lo stesso identico volume medio della cuffia precedente, l'ampli diciamo che sta erogando 4W e quindi di conseguenza si riduce l'headroom.
    quindi, si il punch cambia al variare della posizione del volume, anche se le due cuffie stanno suonando con un volume medio identico.
    ovviamente analogo discorso a parita' di cuffia e al variare della posizione del pot e quindi del volume medio.

    BandAlex wrote:
    Il problema con questi ampli "di vecchia scuola" in classe B sono le protezioni, che entravano in gioco non solo sulla corrente, ma anche sugli swing in tensione considerati vicini al massimo consentito, relativamente alla potenza massima dell'ampli su un carico di 8 ohm. In genere, gli ampli in classe A sono più "tosti" da questo punto di vista, anche solo per il fatto che devono essere adeguatamente dimensionati per smaltire il calore costantemente generato. Un ampli da 50 W in classe B, anche di categoria medio/alta, deve essere adeguatamente protetto proprio dai picchi musicali e i transienti, perchè la potenza dissipata varia al variare del programma musicale e del volume sonoro. Per questo sono dotati anche di protezioni termiche, che sono più economiche di enormi dissipatori di calore.

    un ampli AB, di qualunque scuola, quando lavora su carichi molto alti puo' potenzialmente essere un classe A puro, dipendendo dalla percentuale di A che il progettista ha disegnato. non e' una situazione generale, ma neppure di nicchia. per avere un paio di W in classe A su 64ohm basta una polarizzazione di 250mW in A su 8 ohm, tutt'altro che atipica, anzi molti ampli hanno polarizzazioni molto piu' alte (Pass, tanto per non fare nomi, nel X150.5 eroga 15W in classe A contro i 150W in AB). quindi l'ampli sta lavorando perfettamente entro il range di progetto, sia per corrente che per tensione, e' solo un problema di quanta percentuale in A viene erogata al variare del carico, infatti la transizione avviene quando la corrente sul carico supera quella di polarizzazione, e quindi anche se il carico fosse da 8 ohm i dissipatori dovrebbero comunque smaltire la stessa corrente con la stessa Vrail in regime di assenza di segnale. e quindi se il progetto e' sano i dissipatori sono piu' che sufficienti, cosi' come le protezioni.

    BandAlex wrote:
    Insomma, la raffinatezza di un amplificatore (che dipende solo in parte dallo stadio finale, entrando in gioco anche lo stadio di preamplificazione), è espressa non solo dalla potenza erogabile, ma anche e soprattutto dalla capacità di preservare i passaggi più delicati di un'esecuzione, che nell'ascolto in cuffia sono fondamentali. La cuffia amplifica la nostra capacità di percezione anche a bassi volumi sonori, cosa del tutto diversa dall'ascolto con i diffusori, caratteristica per la quale gli amplificatori per casse non sono testati ne' progettati.

    tutto vero e condivisibile, con una unica nota per l'ultimo punto: ripeto per l'ennsima volta, un ampli fatto lavorare su un carico alto sta lavorando nel suo range di funzionamento se usato in modo adeguato (HE6 + 50W/8ohm ad esempio); invece un ampli potente attaccato ad una cuffia molto sensibile e magari di basso carico, OVVIAMENTE sta lavorando fuori range e quindi in questo caso sono d'accordo con te (l'ho gia' scritto e ripetuto nei post precedenti, spero ora sia definitivamente chiaro)

    non ho pero' capito se stai dicendo che in generale un ampli per diffusori non potra' mai arrivare alla raffinatezza di un ampli cuffie. nel qual caso, non sono d'accordo.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    tonihifi
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 112
    Data d'iscrizione : 2016-01-03

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  tonihifi on Tue Jan 05, 2016 6:27 pm

    BandAlex wrote:



    Vedi tutto subito, è sufficiente essere iscritti.

    grazie x le risposte mi iscrivo!

    p.s. ho dovuto tagliare messaggio perchè c'era un link esterno e non sono abilitato ...


    _________________
    Toni
    Spoiler:

    BandAlex
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 204
    Data d'iscrizione : 2010-09-15
    Età : 52
    Località : ROMA

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  BandAlex on Tue Jan 05, 2016 7:53 pm

    phaeton wrote:quindi, si il punch cambia al variare della posizione del volume, anche se le due cuffie stanno suonando con un volume medio identico.

    Se l'ampli non va in clipping, non cambia nulla a livello dinamico, e comunque non conta la potenza di uscita finchè è sufficiente. La dimostrazione di questo è data dal fatto che esistono ampli di potenza modesta ma che non hanno alcun deficit a livello di punch. Viceversa, mi è capitato di ascoltare finali da 100 W per canale con la HE6 che erano fastidiosi e sembravano avere meno "headroom" del mio VHF-MOS.

    un ampli AB, di qualunque scuola, quando lavora su carichi molto alti puo' potenzialmente essere un classe A puro, dipendendo dalla percentuale di A che il progettista ha disegnato.

    Esattamente così.

    non e' una situazione generale, ma neppure di nicchia. per avere un paio di W in classe A su 64ohm basta una polarizzazione di 250mW in A su 8 ohm, tutt'altro che atipica, anzi molti ampli hanno polarizzazioni molto piu' alte

    Forse intendevi 250 mA, che corrispondo su 8 ohm a circa 1.4 W RMS in classe A (con un simmetria complementare, la quasi totalità degli ampli moderni).  

    E' un valore di bias già molto alto, di solito la corrente di polarizzazione si attesta sui 30/50 mA. Per questo la maggior parte degli amplificatori in classe B, a prescindere dalla potenza massima erogabile, a riposo sono praticamente freddi.

    La pratica di utilizzare polarizzazioni profonde (la cosiddetta AB) si basa sulla convinzione che l'abbandono della classe A è meno dannoso se avviene a volumi più elevati, dove la distorsione di incrocio è potenzialmente mascherata dal segnale audio. Inoltre, il nostro orecchio è più sensibile alle distorsioni a volumi medio/bassi piuttosto che a volumi elevati. Ma non tutti i progettisti sono d'accordo con questa tecnica, preferendo un approccio più classico e tendendo sotto controllo con la dovuta precisione il bias.

    Ma, come già ho scritto, non è solo una questione di classe A o meno. Si tratta di vedere come è progettato l'ampli nella sua interezza, e della bontà delle protezioni che non devono influire negativamente all'ascolto.

    Un classe A di solito ha protezioni molto più blande, perchè è intrinsecamente più robusto. Inoltre, chi progetta un classe A di solito lo fa tenendo in massima considerazione proprio la qualità audio, e per questo evita di inserire protezioni potenzialmente nefaste, cosa che invece non è possibile evitare in un classe B.

    Per questo ho detto "meglio in classe A". Un classe B, anche se utilizzato a potenze modeste come succede con una cuffia, può avere altri difettucci che un classe A non ha.

    non ho pero' capito se stai dicendo che in generale un ampli per diffusori non potra' mai arrivare alla raffinatezza di un ampli cuffie. nel qual caso, non sono d'accordo.

    Non dico questo, dico solo che è più difficile. Un ampli per diffusori in classe A, ben progettato, probabilmente suona benissimo con la HE6, ma non è cosa comune avere in casa un classe A o AB che suoni bene in cuffia, ed è fortunato colui che ce l'ha. Per tutti gli altri, conviene orientarsi su ampli specifici per cuffia, che sono meno costosi e - generalmente - meno ingombranti. Oltre a suonare - mediamente - meglio, con potenze più consone e adatte all'uso con qualsiasi cuffia, e senza alcun rischio nell'utilizzo quotidiano.


    _________________
    Alex
    www.giardinoelettronico.com

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5718
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Nuovo impianto per cuffie

    Post  phaeton on Tue Jan 05, 2016 8:26 pm

    BandAlex wrote:

    Se l'ampli non va in clipping, non cambia nulla a livello dinamico, e comunque non conta la potenza di uscita finchè è sufficiente.

    ma e' proprio questo il punto... ecco perche' ho fatto l'esempio concreto. nel primo caso hai 10db di margine dinamico (e quindi puoi gestire picchi sull'rms di 10db), nel secondo invece molto meno, e a parita' di rms i picchi saranno compressi.

    BandAlex wrote:
    La dimostrazione di questo è data dal fatto che esistono ampli di potenza modesta ma che non hanno alcun deficit a livello di punch. Viceversa, mi è capitato di ascoltare finali da 100 W per canale con la HE6 che erano fastidiosi e sembravano avere meno "headroom" del mio VHF-MOS.

    ahhhhh.... qui entriamo in un terreno pericoloso...... supponendo ovviamente che l'ampli da 100W non sia "farlocco", si puo' avere maggiore sensazione di punch e "corpo" giocando con l'andamento della THD, ovvero sulla psicoacustica..... ecco perche' a volte le valvole danno questa sensazione (non sto dicendo che e' vero in generale, sia chiaro....)




    Forse intendevi 250 mA, che corrispondo su 8 ohm a circa 1.4 W RMS in classe A (con un simmetria complementare, la quasi totalità degli ampli moderni).
     

    no, intendevo proprio 250mW, sorry non mi andava di fare il conto della corrente di polarizzazione. cmq, presto fatto, sono circa 180mA... il Pass di cui sopra e' polarizzato a circa 1.4A


    E' un valore di bias già molto alto, di solito la corrente di polarizzazione si attesta sui 30/50 mA. Per questo la maggior parte degli amplificatori in classe B, a prescindere dalla potenza massima erogabile, a riposo sono praticamente freddi.  


    ovviamente si parla di ampli di un certo livello, in cui la polarizzazione e' tipicamente abbastanza profonda.


    La pratica di utilizzare polarizzazioni profonde (la cosiddetta AB) si basa sulla convinzione che l'abbandono della classe A è meno dannoso se avviene a volumi più elevati, dove la distorsione di incrocio è potenzialmente mascherata dal segnale audio. Inoltre, il nostro orecchio è più sensibile alle distorsioni a volumi medio/bassi piuttosto che a volumi elevati. Ma non tutti i progettisti sono d'accordo con questa tecnica, preferendo un approccio più classico e tendendo sotto controllo con la dovuta precisione il bias.


    qui non ti seguo. l'unico modo di fare un classe b puro e' di mettere tassi di feedback enormi, il bias lo puoi tenere sotto controllo quanto vuoi, ma avrai sempre la distorsione dovuta al passaggio in interdizione di uno dei due rami. che c'e' ovviamente anche se il bias, per pura ipotesi, fosse perfettamente controllato e stabile in temperatura e tempo. usare una polarizzazione profonda permette invece (insieme ad altre accortezze) di avere un GNFB molto basso, al limite nullo. la distorsione di incrocio inoltre non avviene solo a "volumi bassi" ma sempre e cmq. basta che pensi a come e' fatta una forma d'onda che attraversa un push pull. quindi e' prsente a qualunque volume, ma e' vero che se non adotto tecniche di correzione, e' percentualmente piu' rilevante se il "volume" e' basso.


    Ma, come già ho scritto, non è solo una questione di classe A o meno. Si tratta di vedere come è progettato l'ampli nella sua interezza, e della bontà delle protezioni che non devono influire negativamente all'ascolto.


    perfettamente d'accordo. ho ascoltato classi A trapananti e classi AB deliziosi.


    Un classe A di solito ha protezioni molto più blande, perchè è intrinsecamente più robusto. Inoltre, chi progetta un classe A di solito lo fa tenendo in massima considerazione proprio la qualità audio, e per questo evita di inserire protezioni potenzialmente nefaste, cosa che invece non è possibile evitare in un classe B.

    questa e' filosofia di progetto, non e' una cosa tecnicamente intrinseca. puo' essere vero, puo' essere non vero.




    Non dico questo, dico solo che è più difficile. Un ampli per diffusori in classe A, ben progettato, probabilmente suona benissimo con la HE6, ma non è cosa comune avere in casa un classe A o AB che suoni bene in cuffia, ed è fortunato colui che ce l'ha. Per tutti gli altri, conviene orientarsi su ampli specifici per cuffia, che sono meno costosi e - generalmente - meno ingombranti. Oltre a suonare - mediamente - meglio, con potenze più consone e adatte all'uso con qualsiasi cuffia, e senza alcun rischio nell'utilizzo quotidiano.

    io, insieme a moltissimi altri possessori di HE6, facevo suonare la cuffia con un AB, e suonava meglio di qualunque ampli cuffie avessi ascoltato, anche di altissimo livello. molti usano con estrema soddisfazione vecchie "glorie" (oggetti ben progettati e ben realizzati, con l'unico difetto di essere "vecchi").

    mi sento di ribadire e tranquillizzare chi magari volesse sperimentare: la HE6 puo' funzionare senza alcun problema (con le dovute accortezze che anche BAndalex ha spiegato relative alle connessioni... ma che sono vere anche con qualsiasi diffusore....) con ampli da una 50ina di W, non e' necessario un classe A ma ovviamente se e' disponibile ben venga, un classe AB di buon lignaggio suonera' in modo del tutto ottimale e potrebbe stupire come qualita' sonora.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 5:31 pm